You are on page 1of 4

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de idiomas modernos

07.10 - I tempi composti dei verbi Il presente dellindicativo un tempo semplice. Il passato prossimo un tempo composto. I tempi composti dei verbi si formano con i verbi ausiliari avere ed essere. Il verbo avere si usa:
-

per i tempi composti di se stesso, cio di avere. Esempi: - Io ho avuto un cane bianco; - Io ho avuto la febbre per i tempi composti dei verbi transitivi attivi. I verbi transitivi sono quelli che reggono il complemento diretto, complemento oggetto. Esempi: - Io ho amato Giovanna; amare verbo transitivo, quindi con il verbo avere - Io ho scritto una lettera al ministro; scrivere transitivo - Io ho leggo un bel libro; leggere transitivo per i tempi composti di alcuni verbi intransitivi che esprimono unattivit fisica o morale. Esempi: - Io ho dormito troppo; dormire intransitivo - Io ho sognato mio nonno; sognare intransitivo - Il nonno ha vissuto a lungo; vivere intransitivo per i tempi composti dei verbi intransitivi indicanti movimento, ma solo quando il movimento resta circoscritto in un luogo. Esempi: - Io ho corso nel giardino di casa; correre verbo di movimento intransitivo, che forma i tempi composti col verbo essere; nellesempio si usa avere; - Loro stavano raggiungendoci, ma poi hanno tardato; tardare verbo di movimento intransitivo, i cui tempi composti si fanno col verbo avere. - ho camminato; camminare intransitivo con avere; - ha passeggiato lungo la riva del mare; passeggiare intransitivo; - hanno viaggiato tutta la notte; viaggiare intransitivo con avere; - Noi abbiamo vagato; vagare intransitivo

Il verbo essere si usa:


-

per i tempi composti di se stesso, cio del verbo essere. Esempi: Io sono stato a Roma; Lui stato con la febbre; nei tempi composti dei riflessivi. Esempio: Io mi sono lasciato; lasciarsi riflessivo; tempi composti col verbo essere Io mi sono lavato poco fa; lavarsi riflessivo nei tempi composti dei verbi impersonali. Esempio: - accaduto; passato prossimo di accadere usato impersonalmente; Eccezione: il verbo fare, usato impersonalmente richiede avere (ieri ha fatto molto caldo; ha fatto

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de idiomas modernos

cattivo tempo; ha fatto giorno); nella forma riflessiva, invece, il verbo fare prende l'ausiliare essere (si fatto notte).
-

nei tempi composti dei verbi di movimento, quando questo sia considerato in relazione ad una meta. Esempi: - Loro sono corsi da te; - Io sono andato a casa di amici; - Lui scivolato sui gradini delle scale; per i tempi composti di molti verbi intransitivi; nei tempi composti dei verbi che esprimono un'azione compiuta nel soggetto. Ad esempio: sono cresciuto; morto; siete ringiovaniti; invecchiato. Nei tempi composti dei verbi che verbi che indicano fortuna e caso. Per esempio: avvenire ( avvenuto); succedere ( successo); capitare ( capitato); toccare ( toccato); dipendere ( dipeso); derivare ( derivato). Inoltre: valere ( valso); costare ( costato).

In conclusione, si usa avere per i tempi composti dei verbi transitivi, si usa essere per i tempi composti dei riflessivi e degli impersonali. Quando abbiamo un verbo intransitivo dobbiamo consultare il vocabolario. La formazione dei tempi composti Per formare un tempo composto si usa il participio passato del verbo da coniugare preceduto dal corrispondente ausiliare, essere o avere. Concordanza del participio passato nei tempi composti Quando il participio passato coniugato con il verbo essere, deve essere accordato in genere e numero col soggetto a cui si riferisce. Esempi: - Io sono stato a Roma (Io maschile); Io sono stata a Roma (Io femminile); - Lui stato a Roma (lui maschile); Lei stata a Roma (Lei femminile); - Noi (uomini) siamo andati a Roma; Noi (donne) siamo andate a Roma; - Noi (uomini e donne) siamo andati a Roma. Quando il participio passato coniugato con il verbo avere, rimane invariato per tutte le persone. Esempi: - Io ho mangiato la pasta; - Lui ha mangiato la pasta; - Lei ha mangiato la pasta; - Loro hanno mangiato la pasta.

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de idiomas modernos

Solamente nel caso in cui il verbo avere preceduto da un complemento oggetto rappresentato dai pronomi la, le, li e ne obbligatorio accordare il participio passato col complemento oggetto. Esempi: - Chi ha mangiato la pasta? Lho (La ho) mangiata io (si pu dire anche Io ho mangiato la pasta); - Chi ha mangiato le mele? Le ho mangiate io (si pu dire anche Io ho mangiato le mele); - Hai visto i ragazzi? Non li ho visti (si pu dire anche Non ho visto i ragazzi); - Hai provato quelle pere? Ne ho mangiate due (si pu dire anche Io ho mangiato due pere). Il participio passato I verbi regolari formano il participio passato rispettivamente in: - ato per i verbi della prima coniugazione are; - uto per i verbi della seconda coniugazione ere; - ito per i verbi della terza coniugazione ire; Esempi: - am-are, am-ato; parl-are, parl-ato; mangi-are mangi-ato; - tem-ere, tem-uto; - serv-ire, serv-ito I verbi irregolari, invece, hanno un participio passato differente. Di seguito, riportiamo il participio passato di alcuni dei pi usati verbi irregolari: -

accendere (encender), acceso accogliere (acoger) accolto aprire (abrir), aperto bere (beber), bevuto chiedere (preguntar), chiesto chiudere (cerrar), chiuso correre (correr), corso cuocere (cocer), cotto decidere (decidir), deciso dirigere (dirigir), diretto discutere (discutir), discusso dire (decir), detto esprimere (expresar), espresso essere (ser, existir), stato fare (hacer), fatto giungere (llegar), giunto leggere (leer), letto mettere (meter), metto muovere (mover), mosso morire (morir), morto nascere (nacer), nato nascondere (esconder), nascosto offendere (ofender), offeso

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de idiomas modernos

offrire (ofrecer), offerto perdere (perder), perso prendere (coger), preso produrre (producir), prodotto rimanere (permanecer), rimasto rispondere (responder), risposto rompere (romper), rotto scegliere (elegir), scelto scendere (bajar), sceso scrivere (escribir), scritto smettere (dejar), smesso succedere (suceder), successo spegnere (apagar), spento tradurre (traducir), tradotto vedere (ver), visto venire (venir), venuto vincere (vencer), vinto vivere (vivir), vissuto

I tempi composti dei verbi servili I verbi servili quando sono usati in modo indipendente, nei tempi composti vogliono lausiliare avere, con leccezione del verbo solere, che vuole lausiliare essere; bisogna aggiungere che solere ormai caduto in disuso e si usa solo in poche circostanze. Il passato prossimo di questi verbi, quindi un tempo composto, alla prima persone : io ho dovuto; io ho potuto; io ho voluto; io ho saputo. I verbi servili quando accompagnano gli altri verbi, nei tempi composti si coniugano con l'ausiliare del verbo che reggono. Esempi: Lucia ha dovuto studiare (studiare richiede avere); Lucia dovuta uscire (uscire richiede essere); Marisa ha potuto studiare (studiare richiede avere); Marisa potuta venire (venire richiede essere); Claudio ha voluto mangiare (mangiare richiede avere); Claudio voluto venire (venire richiede essere); Marisa ha saputo fare il compito (fare richiede avere); Marisa saputa arrivare (arrivare richiede essere).

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu