You are on page 1of 13

0129

PROCURA DELLA REPUBBLICA
PRESSO IL TRIBUNALE DI GROSSETO
VERBALE DI ASSUNZIONE DI tNFORMAZIONI - art. 362 c.p.p ..-

RG 12\285 Re Ge Notizie di Reate

11 giorno 14.1.2012 aIle ore 18,00, in Orbetello - presso la locale Stazione dei Carabinieri. in relazione al procedimento penale nei confronti di Francesco Schettino + 1 Innanzi ai Pubblici Mlnisteri dott. Giuseppe Coniglio e Dr.ssa Maria Navarro, assistifi per la redazione del presente verbale dal Cap. Andrea Lachi e dal Capitano di Fregata Andrea Santini.
espressamente autorizzati;

e comparso

Fiorito Alberto
S0110

che, richiesto delle generalita, ha cost risposto:

e mi chiamo Florito Alberto nt,

II

Palermo

in data 4.2.83 res.te in Mazzara del Vallo Via delle Terre Comuni 81

L'Ufficio informa it testimone, qualora decidesse di rispondere, delle conseguenze penali cui si
espone - ex art. 371 bis C.P. - colui che richiesto dal Pubblieo Ministero di fornire indicazioni ai

fini delle indagini, rende dichiarazioni false ovvero taccia, in tutto
fatti sui quali viene senti to.

0

in parte. cio che sa intorno ai

L'U fficio rappresenta, inoltre, al teste che ineludibili esigenze istruttorie ex artt, 391 quinquies

c.p.p. e art. 379 bis c.p, rendono indispensabile non rivelare it contenuto delle dichiarazioni e delle
dornande relative at presente alto istruttorio. Da quindi lettura dei predetti articoli rappresentando che I'Interesse prioritario della tutela delle investigazioni non puo consentire la divulgazione d alcuna notizia inerente it contenuto dell'odiemo atto istruttorio.

D: quale era Ia sua mansione a bordo della Costa Concordia, da quanta tempo e state assunto?

-,

~cJ}Ji

~

~

0130
R! opere e conduce la guardia in macchina, se richiedono una velocita io forniseo lapotenza necessaria e I'energia necessaria aile varie attivita, SvolgnJ'attivita in sala controllo maechina. Dal 22.10. t I lavoravo a bordo di questa nave. Dal luglio 20051avol'avo per la Costa Croci ere. D: era in servizio al momenta dell'evento? R: si dalle ore 20,00 D: cosa ha visto e sentito al momento dell'evento? R andavamo ad una velocita di 16 nodi. II carico dei generatori era introno al 68%. II limite massimo e90%. Verso le 21,00 sene state chiamato dalla plancia da Ciro Ambrosio, almena cosl - mi sernbra, il quale mi inlormava ehe avrebbero ridotto la velocita per fare l'inchino all'Isola del Giglio, cioe per accostarci all'Isola. Cio per consentirmi di gestire meglio il bilancio termico. L'inchino non viene fatto sem re, 111 • • ra nente ie uItime tre volte nella tratta CiVitaVeCChia Savona e stato f1 tt .. • oman ante. \ 'Verso -,e 21.30, fatta la riduzione a ca. 15 nodi, hoavvertito una sbandata a dritta, poi tutta a sinistra istantaneamente, poi ancora tutta a dritta. Tutto mi volava dalla consolle. In un istante ho sentito la botta sotto la centrale. Tutto tremava. Ho capito che avevamo preso qualcosa, Mi sono alzato, ho chiamato giu in macchina per evacuate, Tutti gli allanni suonavano, Mi sonoallontanato dalla centrale per aprire I'aspirazione grandi masse. Scendendo alia rampa del ponte B net locale generarori di prora ho aperto la porta e 110 visto [0 squarcio nellafiancata della nave e l'acqua che entrava. Sono rientrato in ufficio e ho visto che avevano messo la propulsione 0 e i pannelli della propulsione erano spenti, Ho dato it comando per Ia ehiusura delle valvole di compartimentazione per impedire il passaggio di acqua tra i locali. Nel giro di due min uti era gia tutto allagato, Ho aperto 1a porta del locale quadro elettrico principale per accedere poi al locale dei generatori di poppa per scendere al ponte A rna c'e1'811ogia quasi due rnetri di acqua. Pilon mi ha chiesto di aspirare rna era gia tutto sommerso d'acqua e Je pompe non giravano, 11black out e state quasi immediato. II diesel di emergenza e partite, ma non si eattaccato al quadro elettrico generale. Cio e stato fatto da Petrov e lasso manualmente con un cacciavite. ~e stagne erano chiuse e Pilon parlava con il ponte. Abbiamo contato che 5 locali erano allagati e sapplamo che la nave tiOre ere fino a 3 loculi alia ati. Sono giunti diversi colleghi e l'Ufficiale Ia·cc nne, state data il segnale di emergenza generale, poi quello di abbandono della nave. 11 prime segnale e arrivato dopa circa mezz'ora, Ho preso i documenti rnacchina, sana andato al tender n. 16 dove Ii ho lasciati. Arrivato il segnale diabbandono ho fatto satire sulla lancia i passeggeri e ho atteso l'ammaino, poi per l'aft1usso di passeggerl che c'era ho cercato un'altra lancia. La nave si inclinava sempre di plu e dunque sui lato sinistro non si riuscivano pili ad ammainare le lance. Con it collega, Guida. abbiamo cercato di aiutare ad ammainare le lance. Abbiamo consigliato ai passeggeri di and are sullato a dritta perche da queI lato Ie lance erano state calate. Al ponte 3 si era gia a pelo di ac.qua. Ho visto arrivar~ il Ht}stromo eon la htl'leia e Hli si-e aperto iI cuore perche ho capito che ero saIVO.-l0 stato portato a terra e ml sono messo alia guida di '. cere are 1 recuperare altri passeggeri. Per problemi tecnici siamo dovuti peri> rientrare a terra. Non so cosa abbia fatto it comandante, Ie voci che ho sentito e che si sia buttato in acqua. presumo prima che tutti ipasseggeri venisserb evacua . e 111le mansrom m caso 1emergenza sono indicate nel prontuario che consegno e viene allegate al presente verbale.
Aile ore ] 8.39, si procede alla rilettura

Alle ore 18.50 il presente atto viene chiuso con la sottoscrizione dei pre senti.

0162

PROCURA DELLA REPUBBLICA
PRESSO IL TRIBUNALE DI GROSSETO
VERBALE DI ASSUNZ10NE Dl INliORMAZ10Nl

- art. 362 c.p.p. -

RG 12\285 Re Ge Notizie di Reato

II giorno J 4.1.2012 alle ore 16,35, in Orbetello - presso la locale Stazione dei Carabinieri. In relazione al procedirnento
lnnanzi ai Pubblici

penale nei confronti di Francesco Schettino + 1
Coniglio e Dr.ssa Maria Navarro, assistiti per la

Ministeri dott, Giuseppe

redazione del presente verbale dal Cap. Andrea Lachi e dal Capitano di Fregata Andrea Santini,
espressarnente

autorizzati;

e comparso

PILON Giuseppe
COS!

che, richiesto delle generalita, ha

risposto: sono e mi chlamo Pilon Giuseppe
Via Salette 26

nt. a Procida

(NA) in data 20.1.53 res.te in Procida

L'Ufficio

Informs il testimone,

qualora decidesse di rispondere,

delle conseguenze

penali cui si
ai

espone - ex art. 371 bis C.P. - colui che richiesto dal Pubblico Ministero fini delle indagini, rende dichiarazioni fatti sui quali viene sentito, false ovvero taccia, in tutto
0

di fornire indicazioni

in parte,

do

che sa intorno ai

L' U fficio rappresenta, inoltre, at teste che ineludibili esigenze istruttorie
c.p.p. e art. 379 bis c.p. rendono indispensabile domande relative al presente atto istruttorio. prioritario

ex artt. 391 quinquies

non rivelare 11contenuto delle

dichiarazionl e delle

DB. quindi lettura dei predetti articoli rappresentando

che l'interesse

della tutela delle investigazioni

non puo consentire la divulgazione di

alcuna notizia inerente il contenuto dell'odierno

atto istruttorio.

D: quale era la sua mansione a bordo della Costa Concordia. da quanto tempo stato assunto? R: dal 1983 lavoro nella Costa Croci ere, prima come secondo ufficiale, poi ho fatto carriera. Sulla

e

:, s \ta Concordia stav~ .. da un mese .

ill1b!&f_ 1» rna

ci ho fatto gia alcuni viaggi. Sono direttore di

~
I~

QLAI OF

0133
macchina. Sono responsabile della sezione teeniea

di bordo pel' cio che attiene ai motori, sala

macchine, apparati esterni (cucine bar etc..)
D: era in servizio al momento dell'evento? R: no, non faccio le guardie, io avevo mangiato qualcosa prima poi sono sceso in maechina per fare lin giro con i ragazzi di guardia. Sono passato in segreteria viclno alla sala cant rolla maechina, Stavo facendo due conti sul consumo nafta, D: cosa ha visto e sentito al momento dell' evento? R Ho sentito uno sbandamento della nave e dei rumori, colpi, che ho attribuito alle gabbie fuori all' area bagagli che si erano mosse. 11tempo di and are in centrale che il te1"ZO Ufficiale, Di Piazza • che era in sala macchine mi ha detto c'e acqua, c'e acqua. Tutto cio aecaduto in pochissimo tempo, il tempo di alzarmi, uscire dalla segreteria, 3 - 4 metri e ero in centrale. Ho de~ di controllare che tutte Ie p01te s1agne fossero chjllse come previs10. II tempo di dire questo e 11 black out era totale. Si spento tutto. II diesel di ernergenza none part ito. Nel frattempo sono scesi tutti gli ufficiali e i tecnici. Ho mandata l'ufficiale elettronico, Iosso, e Petov, primo ufficiale di macchina ai motori giornaliero, nonche Borghero, direttore in seconda, a vedere perche non era partito il diesel di emergenza, Nel frattempo ho aperto la porta della centrale, ho aperto la sala macchine e l'acqua eragia a ponte 0, arrivata subito al quadro elettrico e sono saltati gli UPS, unita di potenza di riserva che consentono di far partire il diesel di emergenza, lasso riuscito a far partire manualmente it diesel di emergenza, Ho dato la situazione al cornandante Schettino. Gli ho detto che sal a macchine, quadroelettrico e la zona poppiera della nave erano allegate, Oli ho detto che avevamo perso it controllo della nave. It comandante era in plancia a volte ho parlato con lui a volte con un altro ufficiale che non so indicare con certezza, Siamo scesi sotto il piano ponte 0 al ponte A. I motori elettrici di propulsione erano allagati, Me 10 ha detto il mio capo macchlna, Borghero. Siamo poi scesi nel locale Thrust che non era allagato. Siamo saliti sopra per andare a prua. Li i locali condizionamento e compressore e la galleria tubi non erano allagati. Era allagato locale motrici principale, 2 sale motori, zona allungata con Ie pinne stabilizzatrici e locale evaporatori. Dalla sbandata all'allagamento sono passati pochi minuti. 0: quali mansioni aveva durante l'emergenza e durante l'abbandono della nave? R: la nave si adagiata su un lato, prima sbandata sul lata della falla e poi, dopo entrata l'acqua si e adagiata sul Iato opposto. II comandante ha dato iI segnale di abbandono nave, con Ia sirena e a voce. Non ricordo quanta tempo passato tra il momenta in cui ho comunicato at comandante la situazione dell'ultimo locale visionato e I'ordine di abbandono della nave. Ho segnalato .s;he la sitllazione era grave. i. II primo lltTIciale Iacearino gli ha detto siamo tutti al agati. Dopo I'ordine dl abbandono sono sal ito al ponte' per prepararm aIratiliandono. SOIiO sat ito su una Iancia e dal mare ho aiutato nelle operazioni di trasbordo dei passeggeri. A poppa ho notato l'ufficiale in second a nuovo imbarcato, Dimitri, che aiutava i passeggeri a scendere, Dopo un po ', durante Ie operazioni di salvataggio la nave si e inclinata aneora tanto che ci siamo dovuti allontanare con la lancia e siamo andati dal lata opposto delJa nave dove ho notato uno squarcio enorme sulla fiaucata. Arrivati poi a terra mi hanno riferito, non ricordo chi, che all'interno della nave era presente un ezzo di . D: sa Ire quale era la velocita impostata e quali gli ordiniricevuti nellimminenza dell'Impatto? R: la velocita era di tre elettrogeni al 70%, e quindi era di circa 15 nodi (ca. 30 Kmlh). Subito dopo l'impatto dalla plancia hanno arrestato i motori. L'ho constatato personalmente quando mi sono recato nella sala di controllo macchina dove c'era l'ufficiale Fiorito Alberto. Non 110sentito ordini neIrimminenza dell'impatto. D: Quali attivita ha svolto it comandante della nave dalmomento dell'impatto in poi? r-, R: 10 ho informato il comandante della situazione grave in cui versavamo, rho poi Informato ~ successivamente alcune volte. Non so quindi cosa facesse di preciso in quegli istanti, penso fosse . impegnalo a verificare cosa st se succedendo. Nelle fasi di trasbordo dei passeggeri non ho avuro modo di vedere il cornand e. So che orgh '0 e Bosio si trovavano can iI comandante durante Ie

e

e

e

e

e

e

e

or

.

~

~

c;JW

fasi di abbandono dena nave. Me 10 ha riferito Borghero una volta a terra. Precise che ho incentrato Borghero a terra quando ancora erano in corso Ie operazioni di salvataggio. II comandante rho incontrato a terra dopo molto tempo e non so con esattezza quando abbia lasciato la nave. D: La variazione della rotta ed ill particolare it passaggio a ridosso dell'Isola del Giglio era una consuetudine 0 un ordine estemporaneo ricevuto? NOll so Ia rotta che segue la nave perche ho altre mansioni. Non so quindi se Ia nave ha subito una deviazione dalla rotta. Mi sembra di ricordare che in un'altra cYoostafl2a era sapitatQ di avvicinarsi_ all'Isola del Giglio per "motivi turistici". Credo che la rotta vada preventivamente autorizzata, Aile ore 17.30. si procede alla rilettura Aile ore 17.48 if presente atto viene chiuso con la sottoserizione dei presenti,

..

0134

N. 12/285 R.G. notlzte di reato

0137

PROCURA DELLA REPUBBLICA
presso iI Tribunale Ordinario di GROSSETO
VERBAlE DI ASSUNZIONE DI INFORMAZIONI
- art. 362 c.p.p. -

II giorno 14.1.2012 aile ore 19.15, in Orbetello (GR), ufficlo della Compagnia Carabinieri, in relazlone al procedimento penale nr. 12/285 RGNR di cui in epigrafe,
lnnanzl al Pubblico Ministero Dr. Stefano Pizza;

coadiuvato per l'atto da Capitano di Fregata Massimo SENO in servlzlo presso la Capitaneria di Porto di Uvorno, daJ Luogotenente SCHEPISI Giovanni e App.S. Fabio GIOVANNINI in servizio presso la Sezlone P.G. Carabinieri di questa Procura, presente al flnl investigativi,

e comparsa

CORONICA Silvia nata a Trieste il 5 gennaio 1983, ivi residente in Loc. Santa Croce n.577/B

che, richiesto delle qeneratlta, ha cosl rtsposto: CORONlKA Silvia nata a Trieste iI 5 gennaio 1983, ivi residente In Loc. Santa Croce n.577/B La predetto, awertita dell'obbligo di riferire cio che sa in relazione ai fatti sui quall viene sentita e delle responsablhta conseguenti aIle false dichiarazloni davanti al Pubblico Ministero ex art. 371 bisc.p., dlchlara: DOMANDA:- Chi era presente sulla plancia di comando al momento dell'impatto della motonave, piu in genera Ie durante la navigazione? RISPOSTA:.- Vi era iI timoniere RUSU Jacob, it to ufficiale di Guardia Cira AMBROSIO, un 20 ufficiale dl coperta Salvatore URSINO che stava affiancando iI 10 ufficiale AMBROSIO in vista del cambio che sarebbe awenuto a Savona, io stessa, l'allievo di coperta IANNELU Stefano, questi erano presente come guardia normale con orario di servizlo daJIe ore 20.00 I 24.00. Inoltre aile ore 21.30 circa saJe In plancia iI Metre d'Hotel, tale Antonello, che ha casa aWIsola del Giglio, dopo poehi minuti ei ha raggiunto anche it Comandante SCHElTINO e subito dopo JlHotel director Manrico GIAMPEDRONI. Slamo rimasti Ii tutti quanti fino al momenta della collisione, doe intorno aile ore 21.40 / 21.50 circa, quando ho potuto sentire una vibrazione. II Comandante a circa 4 I 5 miglJa dall'Isola del Giglio santo in planda ad ha quasi subito disposto I'inserimento della navigazione manuale perche bisogna

e

segue

Foglio 2

0138

eseguire un'accostasta a dritta per cambiare rotta, Fino a quel momenta la rotta tenuta dalla nave era queUa pianificata prima della partenza ma non rteordo esattamente quale che dovrebbe essere stata tra 270 I 360 gradi. Per essere plu precise credo fosse una rotta di 320 / 340 grad!. L'accostata era stata prevlsta dal Comandante SCHElTINO sin da prlma della partenza da CMtavecchia ed annotata sulla carta nautlca e registrata sui sistema di navigazione integrato, questa per consentlre la cosiddetta navigazlone turistica vicino alia costa dell'Isola del Giglio. II Comandante SCHETTINO, per quello che ho sentlto dirgli sta prima di partire quando parJava con I'addetto alia cartografia Simone CANESSA,sia dope quando sallto sui ponte di Comando in prosslrnita del Giglio, voleva awicinarsi per fare "I'inchino doe salutare da piu vicino iI Comandante PALOMBO 0 PALOMBA che abita al Giglio, un suo callega. Ha manifestato questa intenzione al Simone CANESSAdi questo sana certa, mentre non so se gia a quel primo momenta c'era anche la prima guardia composta dal 10 ufficiale di coperta IACCARINO Giovanni e dall'atlievo Andrea CAUSSI. 10 passavo vicino a SCHElTINO e CANESSA per cantrollare qualcosa ed eravama sui ponte di comando: "vieni qua che dobblamo tracclare una rotta per passare vlcino all'Isola del Giglio e fare un lnchlno",

e

tl

,

DOMANDA:- Tornando al momenta della collisionechi camando lnsleme aile persona gia indicate dopo l'urto?

altro

e salito suI ponte

di

RISPOSTA:- Tutti gli ufficlall di coperta, tranne I'allievo di coperta CALISSI Andrea,
chiedevano casa fosse successo avendo sentito anche loro delle vibrazioni. II Comandante rimasto con noi sui ponte di comando senza mai allontanarsi. Ha dato ordine di accostare a dritta, successivamente a slnlstra, poi ancora a dritta. In questa fase mi trovavo can iI timoniere per accertarmi che eseguisse correttamente gli ordlnl del comandante. Ricardo Ie leve delle macchine a zero, quindi macchlne ferme, pero non ncordo esattamente se Ie vibrazioni Ie no sentite prima della prima accostata a dritta oppure successivamene a questa. Ricordo per certo che la sequenza degli ordini del comandante al timonlere stata la seguente: 100 gradl di barra a dritta, ancora 200 di barra a dritta e poi tutta a dritta. Questa stata un se uenza abbastanza veloce dJ ordini al ttmonlere e non riesco a collocare-'e vtbrazlonl se r In urona esegul pui1f[Ja]mente dal timoniere ma la nave prima accostare impiega del tempa e quindi questa sequenza di ordlnl stata data per accostare pill velocemente. Voglio preclsare che il comando dell'accostata a sinlstra intervenuto poco dopo quello del tutto a dritta e ancora dopo state ordinato tutto a sinistra. II comando stato di 100 a slnlstra ma non sono sicurissima di questa rna certamente vi e stato quello di tutto a sinistra data dopa iI 100 a slnistra. Tutto cia accaduto nell'arco di un minuto forse anche meno e per meglio spiegare ripeto la sequenza complessiva degli ordini: 10° di berra a dritta, 20° di barra a dritta e tutta a dritta; subito dopa credo 10° dl barra a sinistra e tutto a sinistra. La nave in questo momenta credo avesse una velodta di 15 nodi perche questo era I'ultimo camando che ricordo data, pero credo che avesse ancora diminuito qualcosa in questa fase per poi mettere Ie leve delle macchine a zero.

e

e

e

e e

e

e

e

DOMANDA:- Dopa la colllsione cosa avviene in plancia?

Foglio 3

RISPOSTA:- Ricordo che subito dopa la vibrazione sopraggiunto un black-out e che suonavano numerosi alJarmi e noi cercavamo dl rtportare Ja situazione alia normaltta, Ricordo ehe la nave ad un certo punto era ferma, doe in abbrivio, senza propulsione e senza governo da parte del tlrnonlere, In questa fase vi era tanta confusione e i miei ricordi sana poco chiari sta a causa delle svariatecomunicazioni che pervenivano e delle urla che si sentivano. II comandante ha lncomlndato a cereare di capite cosa fosse accaduto apprenoendo caua sala macchine che vi erano delle via d'acqua can ingresso di acqua di mare all'interno dello scafo. 51 cercava di capire quanti compartimenti fossero allagati e quanti motori fossero funzionantl. Dopa circa 2 minutl if comandante ha fatto chiamare Ie hostess per effettuare gli annunci all'equipaggio ed ai passeggeri per rassicurarli perche fa situazione era sotto contrallo e di stare tranqullli. Di II a pochi mlnuti tuttavia cl accorgiamo the la situazione era grave in quanto tre generatori non funzlonavano, successivamente altri tre generatori hanno smesso di funzionare, i sistemi di navigazione non funzionavano cosi come il quadro di emergenza. Questo awenuto in un dlma di caos in cui arrivavano Ie telefonate aile vane persona presenti per dire del peggioramento della situazione. Dopa circa 20 minuti e stata data I'allerta genera Ie e dopo altri 20 minuti e stato dato I'ordine di "abbandono nave". Dopo che iI comandante ha dato I'ordine di abbandono nave tutti abblamo lasclato iI ponte di comando, cornpreso iI comandante. Nella fase di abbandono nave avevo la disposizione di sallre sulla sciafuppa 16 come capo fancia per ammainarla. Dopo la discesa dal ponte di eomando ho perso di vista il comandante.

e

0139

e

DOMANDA:- Quali compiti speeifici in caso di ordine abbandono nave aveva iI comandante? RISPOSTA:- Non so dirvi quali compiti fossera previsti da' Master Ust (ruolo di appeilo) in quells sltuazlone per iI eomandante e non so dove 51 sia reeato.
DOMANDA:- Che cosa ha fatto una volta raggiunta la sua lancia?

RISPQSTA:- Polche la nave era gia sbandata di molti gradi, circa 30, sui lata dritto non era possibile ammainare Ie lance. Quindi e state data l'ordlne di trasferire i passeggeri suI lata dritto dal sinistro. Ricordo che tale ordine e state impartito dal prlrno ufficiale di coperta AMBROSIO Oro che a sua volta 10 ha ricevuto via radio VHF credo da parte del comandante i secondo subentrante CHRlSTILIS Dimitrios, rho vista da prima a sinlstra e poi dall'altra parte. Da tale lata erana ammainate quasi tutte Ie lance e stavano gonfiando le zattere cosl come ho potuto perso~almente dopo che ml sana tJ:asferlta 10 sulla~ d,. rltto. Sullato destro ho visto,f/)1 solo I uffiCl.~le Oro AMBROGIO altn non ne ho vlstl, slcurarnente erano sulle lance ,((_ che era gla state calate a mare e ehe sl poteva vedere, Ricardo di aver vtstoI'ufficiale CANESSAandare verso poppa sullato sinistro.
DOMANDA:- Ha vista persone in mare?

'1

RISPOSTA:- Quando sono scesa dal ponte di camanda non ho vista nessuna persona in mare, Ie ho viste solo quando sana passata sui lata dritto, rna non subito perche c'erano, fino a quel momenta, Ie lance gia calate e Ie zattere in corso di gonfi aggio su cui poi salivano Ie persone. Subito dopa poiche la nave si muoveva

Foglio 4

0140

rapidamente, sbandandosi sui suo lata destro, la gente ha incominciato a buttarsi In mare. Ad un certo punta anche lo can circa 2.0 I 30 persona ci siamo buttati in mare. A nuoto ho raggiunto loscoglio Ii vicino, e Ii tra Ie altre persone c'erano altre persone tra cui iI Cira AMBROSIO e CHRISTIDIS Dimitrios. Quando poi sana saUta sullo scaglia in alto ho vista it 2° ufficiaJe di coperta URSINO Salvatore e deWallievo IANNELU Stefano che erano asciutti e mi riferivano di aver guadagnato terra can una sdaluppa. Attraverso una macchlna del soccorritori sono stata portata presso I'albergo "LA LAMPARA".

DOMANDA:- II Comandante 10 ha piu rlvlsto? RISPOSTA:- Ho riVisto iJ comandante solo negli ufflci della Capltanerla di Porto
Santo Stefano dove siamo stati portati una volta sbarcati questa mattina del 14.01.2012. DOMANDA:- Quale sana Ie sue funzionl a bordo? all'istituto nautico ed ho sostenuto l'esarne presso la capitaneria di porto ove ho conseguito la classifica professlonale di ufficiate di navigazione previsto dalla normativa internazionale marittima. In particolare a bordo, durante la guardia, contrallo la navigazione seguendo la rotta pianificata. Inoltre mi DeCUpO dell'anticollisione seguendo iI radar lnslerne al responsabile della guardia sui ponte, \ faccio ascolto radio nonche tutte Ie altre mansioni dell'ufficiale di coperta sulla nave.

RISPOSTA:- Sono 3° ufficiate in sottordine di guardia in coperta. Sana diplomate

lr
r--..

DOMANDA:- Ha fatto altre volte questa rotta di navigazione?
verificato prima che iI comando di bordo facesse \\I'lnchino" awldnandosl all'Isola del Giglio, infatti la rotta che seguivamo normalmente era una rotta piu dlretta verso nord lasciando ltsola da una distanza dl circa 4 miglia, passando proprio al centro tra iI pramontorio dell'Argentario e l'lsola stessa. Preciso che sona Imbarcata sulla nave dal 21 novembre 2011. DOMANDA:- L'inchino 0 comunque un passaggio piu vicino alia costa dell'Isola del Giglio mai stato fatto da 21 novembre con iI comandante SCHElTINO?

RISPOSTA:- Ho fatto altre volte questa rotta, ognl setnrnana, rna non 51 era mai

e

RISPOSTA:-

La scorsa settimana, ad essere piu prerisa, era sti1ta tatta una

leggera deviazione per scopl turistici verso l'lsola del Gi lio m IS segu es u una occasione. Ecco perche prima ho detto che una analoga deviazione non era mal stata fatta, intendevo no come quella dl ieri notte. DOMANDA:- Durante la guardia c/e stato I'ufficiale della guardia, 0 qualche altro, che ha detto qualcosa al comandante?

(.]:J_,
"_~.J

all'lsola del Giglio il 2° ufficiale addetto alia cartografia CANESSASimone ha chiesto
al comandante se andasse bene una dlstanza 0.5 miglia dall'Isola del Giglio. Ricardo

RISPOSTA:- Ho sentito che quando II comandante ha pianificato I'awicinamento

Foglio 5

0141

che iI comandante ha risposto positivamente. Questo sempre in quel dialogo che ho sentito e da me ora ricordato meglio.
DOMANDA:~ Lei ha sentito Ie comunicazionf via radio con la Capitaneria?

RISPOSTA:- Ricardo che la Capltanerta dI Porto di Civitavecchia ha chlamato via radio [a nave riferendo che uno dei passeggeri aveva te[efonato alia Capitaneria stessa per seqnalare che la nave aveva urtato contro uno scoglIo. Questa avvenlva dopo la vibrazione di cui ho rlferlto precedentemente, La Capitaneria di Porto di Civltavecchla chiedeva appositamente se vi fossero del problemi a bordo eel it Comandante ordinava all'Uffidale preposto alia radio, iI CANESSASimone, di riferire c"f'R: i er d un blaCK-out a bordo. Alia domanda se avessimo bisogno di assjstenza v dl a momento no".. Solo successivamen I man an iscuteva con if LJ\NESSA e gli altn presenti del fatto che gli servivano dei rimorchiatorl. Non spiegava iI perche di tale richiesta. Dopo U Comandante ha disposto che I'ufficiale telegrafista trasmettesse attraverso l'apparecchlatura GMDSS prima di PAM PAM e subito dopo quello di soccorso vero e proprio (distress). Dopo questo momenta ho sentito la centrale operative della Guardia Costlera di Livorno rnandava dei mezzi navali in zona.
DOMANDA:- Lei ha sentito Ie comunicazloni della Guardia Costiera di Livorno con

lndlcazlonl al Comando della nave? RISPOSTA:- Ricordo che la Capitaneria ha chiesto di parlare direttamente con il Comandante della nave ma non ricordo esattamente iI contenuto della comunicazione, ma riguardava sicuramente la situazione in atto. Non rlcordo se dopa tale comunicazione iI Comandante della nave avesse dato ordini in quanta andava da una parte all'altra della planda per la situazione concitata di panico che c'era tra tutti noi.
DOMANDA:- Sa se tra gli ordini dati daJ Comandante vi fosse quello di gettare l'ancora e se si in che fase stato dato?

e

DOMANDA:- Nel momenta in cui ha sentito la vibrazione la nave era pill a sud 0

pill a nord rispetto al porto dell'Isola del Giglio? Non sana in grado di ricordare con preclslone la posizione della nave al momento in cui abbiamo sentito la vlbrazlone. In questa momenta sono confusa. Voglio dire anche che iI numero di persone presenti sui ponte dicomando saUte can 10 SCHElTINO I non preposte a servizi relativi alia condotta della navigazione, tra cui
RISPOSTA:-

r;;p_
\)

Foglio 6 l'Hotel Director che chiedeva che Isola era, it Maitre che chiacchierava, insomma IS ur avano Ie m . Vogllo ag' gere ancora che se pur prevtsta dana pianificazione della navigazione una rotta cos; vldna alia costa del Giglio mal prima era stata effettuata, questa volta iI Camandante aveva deciso di fare COST awicinandosi cosi tanto. Nessuno di no; ha manifestato al Comandante perplesslta sui pericolo di awicinarsi troppo con una nave del genere alia Costa. D'altra parte awenuta tutta in un attimo. 10 per parte mia daWinserimento del comando manuale con iI Comandante ho cessato dl seguire la navigazione affiancando n timoniere.

0142

e

L'ufficio rappresenta, lnoltre, al teste che lneludibill istruttorie ex artt. 391 qulnqules c.p.p. e art.379 bts c.p. rendono indispensabile non rilevare iI contenuto delle dichiarazioni e delle dornande relative al presente atto istruttorio. Dc)quindl lettura dei predetti articoll rappresentando che I'interesse prioritario della tutela deUe investigazioni non puo consentire la divulgazlone di alcuna notizla lnerente iI contenuto dell'odlerno atto istruttorio.

51 interrompe iI verbale per consentire la rilettura.
Letta e sottoscritto aile ore 21.30 di oggl 14.1.2012

La parte

}/ ,>;~{/'

7

'7

•.

r,
1

lUi,; (

I ~"

ac{'0
I

//5 <~::;:..::.:.:;c---=: '.~~,,::::.;)----/1
,/

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRiBUNALE Dl '-""'''''''' ......
0.IJ1

a

0211

SOZiono III PoJizia Giudlziaria

~;;;f\7;E~~'Eiijti~'jJW'tE:S~~jltt~m_ijjE~[~t1t~'
U giorno 14 gennaio 2012, alle are 16:54, negli Uffici dell'Ufficio Circondariale Marlttimo di Porto di Porto Santo Stefano (GR). innanzi ai sottoscritti Ufficiale di P.G. Mar, Capo Fabrizio FANTERLb,..,appartenente alia Sezione P.O. in intestazione, coadiuvato nel presente atto dal Capo 1/\ Classe N.P. Luca Dl MARINO dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Porto di Porto Santo Stefano, e presente BOSIO Roberto, nato a Sanremo (1M) it 2611 0/) 966 e residente in Ventimiglia (1M) Via Asse n. 64, sediceme - Cell.: 3495807149 -. il quale viene sentito su delega verbale del Prceuratore della Repubbliea presso il Tribunate di Grosseto Dott, Francesco VERU S10 .--------------------------------------------------------------L'operante in vita la citata persona a dichiarare Ie proprie generalita, amrnonendola, altresl, circa le conseguenze cui si esponecolui che fa mendaci dlchiarazioni al pubbIico ufficiale circa la propria identita e state, ovvero rifiuta di dichiarare Ie proprle generalita, ovvero usa un atto false aJ fine di sostituire illegittlmamente la sua persona all'altrui, altresl, del divleto di divulgazlone dovuto a! segreto istruLtorio.-------------------------------------------------.--------1 sottoscritti Ufficiali di P.O., provvedono a richiedere le inforrnazloni ritenute utili ai fini dell'Investigazione al citato BOSIO Roberto, in particolare.--,.-------------------------,..-DOMANDA : Che mansione svolge a bordo della nave.-------------------------RISPOSTA :"CoU1fuldante in Seconda da tabella."--------------------------------DOlVLANDA : Dove si trovava tra le ore 21.30 e le ore 22.30 del 13.01.2012 e cioe nel memento dell' evento.--------------------...... --------------------------------RISPOSTA ;"Ero cabina al Ponte 5."--------------------------------------in :OOl\1A.NDA ; Era in servizio nel memento in cui accaduto l'evento? Nel piano di sicurezza di bordo quale cornpito aveva?---------------w---------------------------RISPOST A :"Nol1 ero in servizio. Nel piano di sicurezza e previsto che mi rechi presso la plancia di Cornando, per assistenza al Comandante, "--------------------------------DOMANDA : Cosa ha fatto al memento dell'Incidente e quale ordine ha ricevuto?---------PJSPOSTA :" Precise erano Ie ore 21 :30 circa, ho avvertito una Ieggera sbandatina a sinistra che pareva una normale accostata di navigazione, Immediatamente, dopo 10 sbandamento e aumentato e que! punto mi sono allertato. Dopo, sia io che I'allievo Ufficiale CALISSI Andrea che si trovava in cabina assiemea me. ci siamo incamminati per arrivare in Plancia. Quando Sifu"TIO arrivati a meta strada, tra il Ponte 5 ed il Ponte 8.si sono spente le Iuci. Arrival! in Plancia ho trovato Comandante e tutti gli Ufficiali di coperta, nello specifieo: il PELLEGRIN] Martino, AMBROSIO Ciro, CORONICA Silvia, BONGIOVANNI Andrea, CANESSA Simone, SCA_RPATO Diego, IACCARlNO Giovanni e CHRISTIDIS Dimitrios. AI timone vi era Gustavo, rna non ricordo il cognome. Il timone era "alia banda", cioe completamente girato verso destra, mentre la velocita di crociera era ridotta sensibilmente, eravamo moho lenti, Eravamo BU un fondale tra j 100 e 150 metri rilevato da carta nautica della zona. Nell' arco temporale di qnalche minute (penso cinque minuti circa) da quando sono arrivato in Plancia, 110 vista la costa dell'Isola del Giglio distante circa 0,28 miglia ed immediatarnente dopo, mi e state ordinato dal Cornandante di procedere per dare/o17do aile an core, prima quella eli • 0 0 uel1a di sinistra e con Ia nave onnai comp eramente ferma e con un ana-olo di sbanda.ta di circa 5 andato rAC. l·~t lOVann! e CHRlSTIDIS Dimitrios, miei assistenti, a controllare la sala macchine, onde accertare la situazione, mentre io stave assistendo il Comandante. Dopo e state data I'allarme generale e poi in seguito, constatando I'entrata dell'acqua nella sala mac chine, dopa qulndici minuti circa e stato dato I'abbandono-nave, Durante le suddette fasi la nave, inizialmente sbandata suI lato sinistro, si raddrizzava per poi sbandare sul Iato

e

;1

in ~ra

pill marcata; ipotizzo per

u principia

dei vasi comunicanti. In segui~

f

'

r--::-;:--" ,r-s-e-g,,-,e-V-er-ba-Ie-d-i-al-[r-e

-so-m-m-an-' e-j-nl1-'onn-azt-'-on-:-j -re-c1-att-o-in-,d~a-ta-l-:-4/-:-112-, --Ol:-2,-n-e--j c-o-n1i-ro-n""'::tj""'::d--jB--O--S-:I"":O:-R=-o-:'b-::er~~-. -i-t-7i _.-_ , " Foglio n. 2-

12

---------

mi sona allontanato portandomi ai Ponti. prima 4 e poi 3 (sernpre lato destro), per verifieare l'altezza dell'acqua e non sono piu ritornato in Plancia, Nelmomento in cui sono arrivato al Ponte 3, 1e lance era giii quasi tutte in mare con le persone a bordo, mentre Ie persone rimaste sul lato sinistro della nave venivano sbareate successivamente dopa esser riuseito a trasferirle da quel lata per mezzo delle Ianeedi salvataggio ehe rientravano dopa i primi traghettamenti sulla terra ferma. La operazioni si eompletavano nel mentre il Ponte 3 veniva allagato, ei raggiungeva in quella zona anche il Comandante, rna dopo pochi attimi mi sono trovato completamente immerse in mare, infatti andavo a nuoto verso gli scogli presenti in quella zona per salvarmi, perdendo completamente di vista il Comandante."------------------DOMANDA:Era la rotta usuale che svolgevate ad ogni viaggio con partenza da Civitavecchia,--------------· -~-------------------------------~---.... --------RISPOST A:"La rorta diretta da Civitaveccbia a Savona sarebbe stata altra, comunque non cosl vicina all'Isola del Giglio. Era programmata questa navigaziane turistica eoncepita a110 scope ill consentire ai passeggeri di ammirare le zone costiere presenti sulla tratta della

Croc-iera."-------------------------------------------------------------------------------

DOIVlANDA:Ha altro da aggiungere?----------------------------------------------RISPOSTA:"Non hoaltro da aggiungere," -------------------------------------------. -Si rappresenta che nel corso del presente atto, non e stata limitata in alcun modo la liberta dl autodeterminazione, ne e stata in alcun modo alterata la capacita di ricordare e di valutare i fatti, nei onfronti della c persona sentita.---------------------------------------------/ Le operazioni terminavano alle are 18:10 circa odieme.-------------------------I Fatto, letto e chiuso in data e luogo come sopra, iI presente verbale, composto da n. 02 fogll, viene confermato e _sottoscrittodai verbalizzanti e dalIa Persona sentita infonnata suyfatti.-----------I LIVE", A IZ'n NTI LAPE~9>NASENTITA

IlL .
I

L/

;//

l~

2