Filippo Giugni

1

CITTADINANZA E COSTITUZIONE
Filippo Giugni

La persona e il senso civico alla base della nostra convivenza

Senso civico e cittadinanza
2

Il senso civico è il senso di appartenenza ad una comunità, che comporta diritti e doveri. La cittadinanza è il riconoscimento e la formalizzazione di questa appartenenza. Cittadinanza e senso civico si tengono insieme: la loro separazione comporta problemi e inconvenienti.
Filippo Giugni

La Cittadinanza e lo Stato
3

La cittadinanza è normalmente concepita come istituto giuridico, con cui vengono riconosciuti al ´cittadinoµ diritti e doveri. Questo istituto è una espressione della ´sovranitൠdello Stato e delle sua conseguente capacità di fare leggi. Tuttavia la cittadinanza non è ´soloµ un concetto giuridico di cui lo Stato può disporre.
Filippo Giugni

Molteplici aspetti della cittadinanza
4

Aspetto giuridico: diritti e doveri Aspetto politico: contribuire alle scelte Aspetto sociale: fare parte della comunità Aspetto personale: connessione tra territorio, storia, cultura, persone.
Filippo Giugni

Diritti di cittadinanza: diversi livelli
5

Livello mondiale: diritti dell·uomo, valgono per tutti e sono garantiti da tribunali internazionali Livello regionale: riguardano gruppi omogenei di stati nazionali (es. Europa, Paesi Arabi, Unione Africana, ecc.) Livello nazionale: riguardano la convivenza all·interno di una comunità politica.
Filippo Giugni

Diritti di cittadinanza: contenuti generali
6

A livello mondiale (dichiarazione ONU)
Libertà, sicurezza sociale, lavoro, asilo, espressione, uguaglianza, famiglia, proprietà, partecipazione, istruzione

A livello europeo (Carta dei diritti UE)
Dignità, libertà, uguaglianza, solidarietà, cittadinanza, giustizia

A livello nazionale (Costituzione Italiana)
Filippo Giugni

Diritti e doveri nella Costituzione Italiana
7

Rapporti civili
libertà, circolazione, riunione, associazione, religione, pensiero, tutela giuridica

Rapporti etico sociali
Famiglia, salute, arte e scienza, istruzione

Rapporti economici
lavoro, assistenza, sindacato, sciopero, impresa, proprietà, cooperazione, risparmio

Rapporti politici
elettorato attivo e passivo, associarsi in partiti, accesso a funzioni pubbliche, servizio militare, pagare i tributi, fedeltà alla Repubblica
Filippo Giugni

Differenze nei contenuti e negli obiettivi
8

Il livello mondiale difende i requisiti minimi di rispetto dell·individuo nelle relazioni sociali, mentre le relazioni tra stati sono regolate dal principio di sovranità Il livello regionale regola i rapporti tra stati membri e l·omogeneità dei diritti individuali Il livello nazionale regola la convivenza e la cooperazione tra persone
Filippo Giugni

La cittadinanza si può acquisire:
9

in virtù dello ius sanguinis (diritto di sangue), per il fatto della nascita da un genitore in possesso della cittadinanza; in virtù dello ius soli (diritto del suolo), per il fatto di essere nato sul territorio dello stato; per il fatto di aver contratto matrimonio con un cittadino; per naturalizzazione (o decreto o concessione), a seguito di un provvedimento della pubblica autorità.
Filippo Giugni

Il sangue o il suolo?
10 Lo ius sanguinis (o modello tedesco) presuppone una concezione "oggettiva" della cittadinanza, basata sul sangue, sull'etnia, sulla lingua. Lo ius soli (o modello francese) presuppone, invece, una concezione "soggettiva" della cittadinanza, basata sul vivere in una certa comunità e condividerne valori e cultura. In generale i paesi di grande emigrazione o con molti cambiamenti di confine preferiscono lo ius sanguinis, quelli di grande immigrazione preferiscono lo ius soli. L·esperienza ci dice che di solito nell·ambito di tre o quattro generazioni il suolo prevale sul sangue. In questo influisce l·attrattività del luogo di residenza.
Filippo Giugni

Come acquisire la cittadinanza italiana
11

Acquisizione automatica: Iure sanguinis: - per nascita da padre o madre cittadini italiani - durante la minore età per acquisto della cittadinanza italiana da parte del genitore convivente Iure soli: - per nascita sul territorio italiano se i genitori sono ignoti o apolidi o non possono trasmettere la propria cittadinanza al figlio secondo la legge dello Stato di provenienza - se il figlio di ignoti è trovato nel territorio italiano
Filippo Giugni

La cittadinanza in Italia può essere concessa
12

Per matrimonio con un italiano, dopo due anni di residenza legale dopo il matrimonio Per residenza, dopo 10 anni di residenza legale (4 per cittadini comunitari) Altri requisiti:
redditi sufficienti, integrazione sociale, assenza di precedenti penali, assenza di ´motivi ostativiµ per la sicurezza pubblica.
Filippo Giugni

domande di cittadinanza
13

Anno 2008 2009 2010

Presentate 56.985 61.336 70.358

Accolte 39.484 40.084 40.223

Rifiutate 1.418 2.437 5.135

In sospeso 16.020 18.815 25.000

Fonte: Ministero dell·interno

Filippo Giugni

Da dove vengono i nuovi cittadini (2010)
14

Per matrimonio
Marocco Romania Brasile Albania Ucraina Cuba Argentina Russia Moldavia Polonia Altri Totale 2.135 1.570 1.210 1.166 984 811 783 745 683 657 7.849 18.593

Per residenza
Marocco Albania Romania Tunisia Perù Egitto India Macedonia Serbia Bangladesh Altri Totale 4.817 4.462 1.359 842 788 571 553 537 534 464 6.703 21.630

In Liguria, 550 Filippo Giugni
Fonte. Ministero dell·interno

In Liguria, 666

Il civismo come capitale sociale
15

Il Capitale Sociale è una risorsa per la convivenza che consiste in - un insieme di relazioni stabili e durevoli nel tempo - che favoriscono la cooperazione per obiettivi comuni Il Senso Civico fa parte del capitale sociale - consente una vita ordinata e dinamica della società - si evolve nel tempo Capitale Sociale e Senso Civico sono attitudini generalizzate che vanno oltre le virtù individuali.
Filippo Giugni

Il senso civico in passato
16

Rispetto per le regole fondamentali (norme) del vivere civile (diritti e doveri). Senso di fiducia nelle istituzioni pubbliche, nei rappresentanti politici, e lealtà verso la comunità sociale. Senso di appartenenza e di identificazione con lo Stato nazionale (patriottismo)
Filippo Giugni

Il senso civico in futuro
17 Nuova socializzazione (diversità, emozionalità, decentramento personale) Valori morali condivisi (rispetto, solidarietà, interazione reciproca) Autonomia e responsabilità (libertà, iniziativa, capacità di risposta, partecipazione) Identità territoriale (valorizzazione del locale e apertura al globale, integrazione) Competenza democratica (coscienza giuridica, cooperazione alla formazione delle regole e delle decisioni)
Filippo Giugni

Tutela delle forme associative nella Costituzione italiana
18

Nei principi generali: diritti inviolabili dell·uomo come singolo e nelle formazioni sociali (art.2); autonomie locali (5), minoranze linguistiche (6), Chiesa Cattolica (7) e confessioni religiose (8) Titolo I: associazioni (18) e professare la fede in forma associata (19) Titolo II: diritti delle famiglie (29 e seg.) istituire scuole (33) Titolo III: organizzarsi in sindacati (39), sciopero (40), cooperazione (45) Titolo IV: associarsi in partiti (49)
Filippo Giugni

Cittadinanza e diritti delle comunità
19

Diritto all·autodeterminazione e allo sviluppo economico, sociale, civile. Diritto a prender parte agli affari pubblici Diritto di essere rappresentati nei dibattiti pubblici Diritto ad essere rispettati e ad elaborare, esprimere, confrontare e sviluppare la propria cultura.
Filippo Giugni

Un decalogo per l·etica civica
(G. Zagrebelsky)
20

1.

2.

3. 4. 5.

Credere negli ideali (le utopie servono) Cura delle personalità individuali Spirito di dialogo Spirito di uguaglianza Apertura verso le identità diverse

6.

7.

8.

9. 10.

Diffidenza verso decisioni irrimediabili Atteggiamento sperimentale Coscienza di maggioranza e di minoranza Atteggiamento altruistico Cura delle parole

Filippo Giugni

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful