You are on page 1of 28

Disuguaglianza epovert.

Fatti, teorie epossibili interventi


SandroBruscoeIreneTinagli Roma,28febbraio 2012 Convegno Nonimportaseil gatto bianco onero.Politiche perlacrescita.

Intoduzione
Cosa si intende perdisuguaglianza? Disuguaglianza Povert Mobilit Comesi misura? Quali elementi riconducibili afattori tecnologici e quali afattori politicoistituzionali? Confusione su questi aspetti =politiche sbagliate =soldi sprecati epochi risultati

Alcune misure
Indice diGini:misurasinteticadella disugaglianzalungotuttaladistribuzione,incui:
0=perfettauguaglianza, 1=tuttoilredditoinmanoaunapersona.

Percentualediredditochevaaipiricchi (tipicamentealtop10%,1%o0,1%). Rapporto interquantili:rapporto tra i redditi del x%piuricco della popolazione elx%piupovero

Analisi internazionale (1): Andamento indice diGini


0.43 0.38

Stati Uniti Portogallo Italia Spagna Germania Francia

GranBretagna
0.33

0.28

Danimarca
0.23

Svezia Norvegia

0.18

1985

1990

1995

2000

2005

2006

2007

2008

Analisi internazionale (2): Lafrazione direddito chevaai ricchi


Circa1949 Circa2005

Irlanda Olanda India Germania RegnoUnito StatiUniti Canada Svizzera Francia Norvegia Giappone Finlandia Svezia Spagna Portogallo Italia Cina
NuovaZelanda

Frazione deltop1% 12.92 12.05 12 11.6 11.47 10.95 10.69 9.88 9.01 8.88 7.89 7.71 7.64

Frazionedel top0.1% 4 3.8 5.24 3.9 3.45 3.34 2.91 3.23 2.61 2.74 1.82 1.96 3.57

Frazionedel Frazionedel top1% top0.1% 10.3 2 5.38 1.08 8.95 3.64 11.1 4.4 14.25 5.19 17.42 7.7 13.56 5.23 7.76 2.67 8.73 2.48 11.82 5.59 9.2 2.4 7.08 2.65 6.28 1.91 8.79 2.62 9.13 2.26 9.03 2.55
5.87 8.76 1.2 2.51 Fonte:Atkinson&Picketty (2007,2010)

9.98

2.42

Analisi internazionale (3): Rapporti interquantili

Il rapporto S80/S20inEuropa.Fonte:Eurostat

Sintesi einterpretazioni
Generale aumento della diseguaglianza edella concentrazione dei redditi nella seconda met delsecolo scorso. Livellamento dal20002005. Situazioni moltodifferenziate tra paesi anglofoni,europa continentale emediterranea. Interpretazioni:
Fattori tecnologici (skillbiasedtechnicalchange) Fattori politicoistituzionali (es:fisco,sindacati)

Il casoitaliano
Livello altodidisuguaglianza,simile adaltri paesi SudEuropa. Aumentata dagli anni Ottanta,ma aumento concentrato ainizio anni Novanta. Questione meridionale.Il Sudsia pi povero sia pi diseguale. Chisono ipoveri:famiglie monoreddito non anziane.

La disuguaglianza del reddito familiare


(indice di Gini)
0,45 Indagine Doxa

0,40

0,35

Indagine IBF 0,30 1945 1950 1955 1960 1965 1970 1975 1980 1985 1990 1995 2000 2005 2010 2015

Peggio diquel chesembra (1): Altadisuguaglianza dimercato


0.55
Giniofmarketincome Giniofdisposableincome()

0.50

0.45

0.40

0.35

0.30

0.25

0.20

Ocse (2011)Divided We Stand.Why Inequality Keep Rising

Peggiodiquelchesembra(2) Linsostenibileuguaglianzaanni80
Reddito equivalente per area geografica: valori medi a prezzi costanti (numeri indice, 1991=100)
120 115 110 105 100 95 90 85 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010

Fig. 9

Centro

Nord

Sud e Isole

Fonte: Elaborazioni sullarchivio storico dellIndagine sui bilanci delle famiglie italiane, versione 7.0

NordSud:finqui storia nota

Reddito familiare medio netto, 2010 Reddito pro-cap. Consumo pro-cap. Nord Centro Sud e isole Italia 36,508 37,543 23,912 32,714 27,544 28,167 19,624 25,164

Unadiseguaglianza diseguale (1)

Distribuzioneredditofamiliarenettoesclusiifittiimputati,anno2007 Istat,CondizionidivitaedistribuzionedelredditoinItalia.

Unadiseguaglianza diseguale (2) Sicilia Veneto > Italia Svezia


Indice di concentrazione di Gini sui redditi netti familiari esclusi i tti imputati Sicilia 0,335 Nord-ovest 0,294 0,281 0,304 0,294

Campania 0,327 Nord-est Lazio Veneto 0,324 Centro 0,266 Centro-Nord

Friuli-VG 0,265 Mezzogiorno 0,319 Abruzzo 0,263 Italia 0,314

Ladifferenza tra ItaliaeSvezia 6,6punti. Ladifferenza tra SiciliaeVeneto 6,9.

Comesiaffronta ladisuguaglianza?
Tre vie: Ingessare tutto esubito! Redistribuire! Crescere!

Ingessare tutto
lasoluzione della sinistra conservatrice e della destra padanotremontana Please ..

Redistribuire
OK,ma realisticamente quanto sipu fare? Top1%hacirca9%delreddito imponibile. Sesiaumentadel10%laliquota massima si raccoglie alpi 0,9%delreddito imponibile. Buono perridurre il deficit,completamente insufficiente perlapovert

14% 13% 12% 11% Income Share 10% 9% 8% 7% 6% 1974 1976 1978 1980 1982 1984 1986 1988 1990 1992 1994 1996 1998 2000 2002 2004

Top 10-5%

Top 5-1%

Top 1%

Thetop105%,top51%,andtop1%incomesharesinItaly,19742004 Fonte: Alvaredo-Pisano

Distribuzione dichiarazioni redditi,2007


zero da0a1.000 da1.000a1.500 da1.500a2.000 da2.000a2.500 da2.500a3.000 da3.000a3.500 da3.500a4.000 da4.000a5.000 da5.000a6.000 da6.000a7.500 da7.500a10.000 da10.000a12.000 da12.000a15.000 da15.000a20.000 da 20.000 a 26.000 da26.000a29.000 da 29.000 a 35.000 da35.000a40.000 da 40.000 a 50.000 da50.000a55.000 da55.000a60.000 da60.000a70.000 da70.000a75.000 da75.000a80.000 da80.000a90.000 da 90.000 a 100.000 da100.000a120.000 da120.000a150.000 da150.000a200.000 oltre200.000 0.67 5.38 1.64 1.34 1.21 1.14 1.05 1.00 1.98 6.13 5.36 8.04 5.93 9.98 16.44 13.66 4.53 5.41 2.40 2.44 0.72 0.56 0.83 0.32 0.26 0.39 0.27 0.33 0.24 0.17 0.18 0.67 6.05 7.69 9.03 10.24 11.38 12.43 13.43 15.41 21.54 26.90 34.94 40.87 50.85 67.29 80.95 85.48 90.89 93.29 95.73 96.45 97.01 97.84 98.16 98.42 98.81 99.08 99.41 99.65 99.82 100.00

Noncirestachecrescere
Peraffrontare seriamenteil problemadella povert occorre capire chi sono ipoveri. Insintesi:Famiglie monoreddito concapofamiglia abasso livello diistruzione.Queste sono lefamiglie il cuireddito deve crescere. Lungo periodo:pi istruzione epi opportunit (menoingessamento). Breveperiodo:pi partecipazione alla forza lavoro.

Percentuale famiglie in povert Reddito equiv. Reddito pro-cap. Un percettore Due percettori Elementare Medie Medie sup. Oltre 64 anni 26,3 7,5 15,3 18,1 8,3 6,0 30,6 9,6 16,6 21,7 10,8 3,8

PerlItalia nel complesso ivalori sono 14,4 peril reddito equivalente e 17,6peril reddito procapite

Tasso di attivit, 15-64 anni, anno 2009 Uomini Donne Totale Nord-Ovest Nord-est Centro 78,1% 78,2% 76,6% 60,0% 69,1% 60,9% 69,6% 57,3% 66,8% 36,1% 51,1%

Mezzogiorno 66,3% Italia

73,7% 51,1% 62,4%

Tasso di attivit, 15-64 anni, anno 2009 Uomini Donne Totale Lic. elementare Lic. media Diploma 2-3 anni Diploma 4-5 anni 54,0% 17,5% 32,7% 67,7% 38,9% 54,4% 85,0% 65,2% 75,1% 86,5% 77,6% 71,1% 77,6% 81,5%

Laurea breve e oltre 86,5%

Incentivi alla partecipazione


NO sussidi distorsivi alle imprese SI riduzione delcarico fiscale incapoal
lavoratore Ma il deficit dibilancio?Occorre agire inmodo intelligente.

Uncredito dimposta perchi fuori dallaforza lavoro


Ladetrazione di1.840europerlavoratori dipendenti persasenonlavori. Proposta:pergli anni incuinonsiusa (tipicamente anni incuinonsilavora)la detrazione diventa credito dimposta dausare inanni successivi.

Effetti
Riduzione delcarico fiscale perchi vuole rientrare nella forza lavoro. Sestai senza lavora tre anni accumuli un credito di5,520euro.Setrovi unlavoro che paga15,000eurononpaghi tasse perdue anni emezzo. Scarso onullo impatto sul bilancio. Agevolazione concesse achi comunque non pagherebbe nulla,nonlavorando.

Detrazione peril coniuge acarico


Sono 690eurodidetrazione chevengono perse seil coniuge simette alavorare. Perunlavoro chepaga9,000comeperdere unmesedistipendio. Nonsipu eliminareseccamente,troppo impatto sulle famiglie povere. Trasformarlo indetrazione pertipodilavoro. Costaunpoma sipu fare gradualmente.

DaNON fare
Quoziente familiare:alzalaliquota marginale diunconiuge checercalavoro. costosoperil bilancio.Secisono disponibilit cisono modi molto pi efficaci perspendere;vedi puntoprecedentesu detrazioni peril coniuge.