Pace e illuminazione a voi

Il Maestro Nichiren nel Suo Trattato sulla preghiera scrive: Il Cielo proteggerà sempre coloro che osservano la Disciplina e che praticano il bene. Se gli uomini che nascono nel R e g n o degli esseri umani non osservano la Disciplina o non praticano il bene, con l'arrivo della morte rinasceranno, nella maggioranza dei casi, nel Regno degli umani e nel Regno degli asura. E se gli esseri nel Regno degli asura diventano troppo numerosi, allora diverranno sempre più arroganti e, inevitabilmente, si metteranno contro il Cielo. Ad ogni modo, se coloro che sono nati nel Regno degli esseri umani osservano la Disciplina e praticano il bene, quando trapasseranno rinasceranno sicuramente nel Regno dei deva. E se coloro che dimorano nel Regno dei deva sono numerosi, allora gli asura avranno timore di loro e non oseranno dare battaglia alle forze del Cielo. È per questa ragione che i deva proteggono sempre coloro che osservano la Disciplina e che praticano il bene. Alcuni di voi arrivano da scuole differenti. Alcuni dalla Soka Gakkai altri dalla Nichiren Shu o Butsuryu Shu. In tutte queste scuole non si enfatizza l'osservanza della disciplina. Hokke Shoshu ritiene che la vera pratica incominci dal momento in cui ci si alza dal proprio altare e si vive la vita di tutti i giorni. Svolgere ogni mattina e sera la celebrazione del Gongyo e portare nel mondo un comportamento non conforme all'Insegnamento del Buddha, è prendere in giro il Buddha e noi. Il Buddha nel cuore del Sutra del Loto il capitolo Juryo ci dice: “ La suprema pratica è la via della misericordia e la mia vita è scaturita da questo....”. La chiave della dottrina di Nichiren è la trasformazione, quindi dobbiamo impegnarci a trasformare le nostre vite secondo i Sacri principi dell'Insegnamento del Buddha, senza considerarci dei o superuomini, ma osservando bene sia le nostre azioni che i nostri pensieri. Un vero discepolo del Buddha vive una vita attenta e comprende ciò che porta alla sofferenza. L'inconsapevolezza è causa di sofferenza e questa causa altra sofferenza. Ogni volta che ci troviamo nella situazione di chiuderci, o reagire con durezza, dovremmo pensare che spesso proprio dietro a quella determinata situazione si nasconde un'Insegnamento che il Signore Buddha ci vuole porre. Quindi è bene osservare con attenzione quanto accade, cercando di comportarci al meglio delle nostre possibilità, anche quando l'unica reazione che ci sembra possibile è quella violenta. Quando provate a comportavi ricercando il bene senza l'intenzione di voler colpire, cercando di comprendere anche chi è distante milioni di miglia da voi, scoprirete che anche solo la vostra intenzione ha la forza di cambiare l'intera situazione. Ci vuole certamente impegno e chi desidera far parte della Hokke Shoshu o già ne fa parte deve impegnarsi in questo senso. Altrimenti non serve fare Gongyo con diletto e zelo. Fate dell'altro, perchè, cari fratelli perdete del tempo. Il Daimoku non è magia! Viviamo in un mondo in cui tutto si basa sulla supremazia e sul potere. Il vero potere è decidere di uscire da questo assurdo gioco stupido, che è il voler prevalere su tutto ciò che ci circonda. Rigettiamo questo veleno che offusca le nostre vite e smettiamo di prendere tutto troppo personalmente, perchè spesso chi ci insulta o ci manca di rispetto è una persona che non conosce, che crede di essere, ma nella realtà grida solo la sua paura. Chi sta bene agisce nel bene, non inciucia, ne frega le persone, quindi abbiate cura di riconoscere la sofferenza delle persone, perchè voi avete il dovere di comportarvi come il Buddha ci chiede. Il Signore Buddha agisce nel mondo attraverso le nostre azioni. Quando viviamo ricercando il bene tutto si accorda, diversamente, tutto si oppone a noi e a ciò che desideriamo. Ognuno di noi ricerca la serenità, ma pochi si chiedano cosa sono disposti a fare per raggiungerla. Credete che questo non costi nulla? Sbagliate. Allora cosa siete disposti a dare in cambio di ciò che ricercate? Pensateci, prendete una decisione e agite di conseguenza. Se non siete disposti a passare sopra alle offese, perché siete troppo orgogliosi, o a essere criticati, cambiate religione, anzi non praticatene nessuna, perché non esiste religione al mondo che vi legittima a comportarvi in modo diverso che non sia quello di lasciare perdere, vivere e combattere per il bene opponendosi ad ogni ingiustizia. Opporsi all'ingiustizia non vuol dire prendere a calci nel sedere chi riteniamo ingiusto, perché vi ricordo che impedire a chi crede di essere nel giusto di commettere un'ingiustizia, anch'essa è un'ingiustizia. Quando soffrite ricordatevi che il Buddha la sofferenza la chiamata “Nobile”, perchè dietro ad essa si nasconde una grande possibilità di crescita. Siate presenti a tutto ciò che fate, non lasciatevi trasportare dalle situazioni o dall'abitudine, perchè sta proprio nel vostro sforzo di uscire da tutto questo, che si nasconde la vostra crescita. Senza sforzo, rimarrete poveri ed illusi, come quelli che pensano che basta invocare una formula, per trasformarsi in dei al difuori delle parti. Fate in modo che il vostro canto del Daimoku alimenti e riscaldi le capacità

che avete dentro di voi. Esercitate e liberate l'amore che c'è dentro di voi. Non lasciate che il vostro cuore si inaridisca. Alimentate le belle sensazione che provate, soffermandovi a riconoscerle, non dandole così per scontate. Guardate la bellezza dei vostri figli, pensate all'amore di vostra moglie o di vostro marito e chiedetevi, quanto meritate di tutto questo. Osservate il cielo, gli alberi, i sorrisi della gente, desiderate dentro di voi ardentemente di creare del valore. Vivete per unire, non per dividere. Se farete questo vedrete giorno dopo giorno crescere il Daimoku che vive dentro di voi, fino a diventare una luce immensa che desidera abbracciare tutto ciò che vi circonda. Provate a pregare per una persona che odiate e soffermatevi ad ascoltare ciò che provate. Comprenderete allora davvero cosa si intende per compassione! Provate a guardare con attenzione anche un singolo oggetto che vi circonda e che solitamente non notate o non considerate importante, o bello. Siate davvero nei vostri occhi quando lo fate. Vi accorgerete allora che anche un accendino si trasforma in un'oggetto bellissimo. Benne quello è lo sguardo del Buddha! Se un semplice accendino ha la capacità di risvegliare in voi sensazioni sopite, immaginate cosa susciterebbe nel vostro cuore un tramonto, un'albero, una pianta, un figlio, un'amico. Siamo sempre concentrati su ciò che non abbiamo, e mai o poco su ciò che la vita ci ha dato e continua a darci. Guardatevi attorno, siete disposti a perdere tutto? Provate compassione per chi non comprende o non conosce e crescerete forti e rigogliosi come la quercia secolare accanto all'orto di Hokke Shoshu, qui da me e che molti di voi amano. Per avere bisogna dare. Non date per scontato nulla! In questo periodo molte persone sono morte di freddo. Quanti di voi hanno pregato per loro? Tutti? Bene sono orgoglioso di voi! Abbiate cura di voi e delle vostre famiglie. Che la benedizione del Buddha riscaldi i vostri cuori e i cuori di chi amate. Namu Myoho Renge Kyo nisshin

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful