Verifica sperimentale dei principi di Kirchhoff

Scopo della prova Verifica sperimentale dei principi dei nodi e delle maglie. Materiali Due alimentatori, un multimetro, alcuni resistori di diverso valore..

Schema elettrico

Procedura Per eseguire la verifica sperimentale dei due principi di Kirchhoff si può, ad esempio, realizzare il circuito mostrato nella figura 1.

Fig. 1 I componenti necessari per realizzarlo sono: 1) R1 = 1 kΩ, 0,5 W; R2 = 2,2 kΩ, 0,5 W; R3 = 1,5 kΩ, 0,5 W. 2) Alimentatore o batteria E1 = 12 V; alimentatore o batteria E2 = 4,5 V. Il circuito è costituito da due maglie indipendenti. Per esse si può scrivere;

Le letture che abbiamo eseguito noi sono state: I1 = 7. _______mA = _______mA + _______mA. I3 sui rispettivi amperometri. Verifichiamo innanzitutto il primo principio.7 mA = 1. La causa di questo piccolo errore è da attribuirsi probabilmente a letture non perfette effettuate sugli amperometri. I2 = ______ mA. A noi è risultato: I1 = I2 + I3 .9 mA.5 V Da questa seconda verifica si nota che il valore determinato si discosta assai poco da quello valutabile teoricamente. si leggono i valori delle correnti I1. Nel vostro caso si ottiene: per E1: per E2: . Nel vostro caso si ha: I1 = I2 + I3 . in base ai valori numerici rilevati ed eseguendo i calcolo relativi alle precedenti due equazioni.E1 = R1 I1 + R3 I3 E1 + E2 = R1 I1 + R2 I2 Il primo principio di Kirchhoff applicato al nodo A dà: I1 = I2 + I3. I valori che leggete voi sono: I1 = ______mA.9 mA + 5. mentre per la E2 un valore di 16.8 mA. Dopo aver realizzato il circuito.8 mA. I3 = ______ mA. 7. I3 = 5. abbiamo ottenuto per la E1 un valore di 11. I2 = 1. I2.7 mA. Per quanto riguarda la verifica del secondo principio.88 V anziché 12 V.

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful