CO~;fUNE DI SCORDIA

PROVINCIA 01 CATANIA

UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO

PROT. n

'3'1-63

n 06.3.2012

OGGETTO: Relazione sull'Attivita Amministrativa 2008/2011, resa ai sensi dell'art.17 della 1.r. 7/92..
AL CONSIGLIERE COMUNALE SUO DOMICILIO

trattato nel prossimo Consiglio Comunale. Distinti saluti.

In allegato alla presente, si trasmette, la relazione sull' Attivita Amministrativa 200812011, resa ai sensi dell' art.17 della 1.r. 7/92; la stessa e un argomento che sara

Comune di Scordia
Provincia di Catania Via Trabia, n, 15 - C.F. 00547690875 Tel. 095651215/200 - fax 0957936000 sindaco@colTIune,scordia,ct,it

Ufficio del Sindaco

RELAZIONE SULL' ATTIVITA'

AMMINISTRA TIV A
2008/2011
(Art. 17, comma 1, 1.1'.7/92),

1

Oggetto: Relazione sull'attivita amministrativa 2009/2011, resa ai sensi dell'art. 17 della 1.r. 7/92.

Al sig. Presidente del Consiglio Comunale SEDE

Ill. Ina Presidente,
Ai sensi del disposto di cui all' art. 17, comma 1 della 1.r. 7/92, si relaziona in merito all'attivita amministrativa svolta durante il mandato amministrativo da me ricevuto, avendo cura di evidenziare 'i fatti di gestione particolarmente rilevanti e 10 state di attuazione del' programma politico promosso all'atto della propria candidatura. II principio-conduttore dell'attivita politica svolta da questa Amministrazione nei tre anni e mezzo che ci hanno visto alla guida del Paese, e state quello di gettare le basi per portare l'Ente fuori dalla crisi strutturale, economica e organizzativa in cui versava, anche attraverso un'azione forte diretta allo snellimento ed alla sburocratizzazione degli uffici. Sotto tale profilo, purtroppo, i problemi continuano ad essere molteplici, acuiti da una parallela, cronica, esiguita di risorse finanziarie che accomuna la gran parte degli enti locali, non solo siciliani. Sotto questa profilo, perlomeno, un merito che credo ci vada riconosciuto e quello di essere riusciti a quantificare in numeri certi l' entita reale del debito, soprattutto quello derivante da contenziosi pregressi, bloccando "l'emorragia", cui si e assistito inenni negli ultimi anni. Purtroppo non si puo non evidenziare, a tal riguardo, che 10 stato di deficienza strutturale in cui si trova l'Ente e frutto dei molteplici debiti fuori bilancio, maturati da cause legali andate perdute e da altre vicende gestionali, delle quali questa Compagine amministrativa non puo essere chiamata a rispondere. Per dare un'idea della mole dei debiti di cui si parla, si e ritenuto opportuno riportare in elenco i principali debiti fuori bilancio riconosciuti da codesto Organo consiliare e fatti gravare sulle casse comunali negli ultimi tre anni di vita amministrativa: 1. Delibera22/09 - Euro 718,593,02 SentenzaBasso; 2. Delibera 55 del 2009 - Euro 83.515,40 - Sentenza 65112003 Corte d'Appello di Catania GDM - Costruzioni; 3. Delibera 72/2008 - euro 594.179,00 - ditta Agesp attivita prestata negli anni 1996/2005; 4. Delibera 71/08 - euro 1.173.243,93 - Sentenza Dambone-Acciarito, debito che per il maturare di ulteriori interessi e giunto a quota duemilioni, in buona parte pagati. In sede di opposizione ad alcuni pignoramenti presentati dai f.lli Dambone sara quantificato l'importo residuo ancora a nostro debito; 5. Delibera 96/08 - euro 206.199,53 - Lodo Marra-Merendino-Sgroi (progetto Ex Macello); 6. Delibera 72/09 - euro 100.000,00 - Prestazioni professionali tecnici accatastamenti immobili rese negli anni 2004/2005; 7. Delibera 98/09 - euro 39.230,38 sentenza Cooperativa "Zeno Saltini"; 8. Delibera 99/09 - euro 452.494,92 sentenza De Cristofaro; 9. Delibera 135/09 - euro 39.918,14 - Ditta Oranfrizer; 10. Delibera 80111 - euro 21.583,00 sentenza A & P Partners; 11. Delibera 81111 - euro 197.244,83 Sentenza Pappalardo. 2

Con particolare riferimento alle ulteriori sentenze Aristodemo (Euro 123.667,21), Ferraro (Euro 230.321,05) e f.lli Salvo (Euro 755.428,28), si precisa che queste ultime non sono state comprese nell' elenco, perche finanziate nel corso del medesimo anno 2010 con le previsioni di entrata derivanti dalla cessione dei lotti unifamiliari ex legge 167172 e del lotto unico "D-Polivalente", e per questa non oggetto di un espresso riconoscimento di debito fuori bilancio. E' superfluo sottolineare che il pagamento di simili importi e la loro imprevedibilita hanno ostacolato e ostacolano fortemente non solo l' attuazione rna la stessa programmazione dell'attivita politica. Non solo. All'insufficienza dei nostri sforzi finanziari a fronte di una massa passiva di tali dimensioni, si e pure aggiunto anche il meccanismo perverso del cosiddetto Patto di stabilita che, obbligando, tra le altre cose, a non sostenere spese in conto capitale oltre una determinata misura annuale, ci ha messo nell' assurda condizione di non potere pagare Ie sentenze di cui si e detto pur avendo una parziale disponibilita di cassa. Addirittura per il debito Salvo si e assistito impotenti all'insediamento del Commissario ad acta nominato dal TAR-Catania per il pagamento d'imperio di una somma pari a euro 506.816,00 (determina del 14.2,.2012, n. 97 del R.O.). La situazione davvero paradossale in cui ci si e venuti a trovare e stata oggetto di una circostanziata relazione a mia firma - indirizzata anche alla S.S. ed unita al presente documento - e diretta alle principali autorita istituzionali nazionali e regionali, politiche e non, oltre che all' ANCI ed ai sindaci del comprensorio. Mi sono permesso di evidenziare in quella sede come il pagamento dell'ingente somma, teste indicata, avrebbe con ogni probabilita comportato per il Comune 10 sforamento del patto di stabilita nell' anna in corso con l' applicazione di pesanti penalita, tra cui ·1'ulteriore riduzione dei trasferimenti statali, nell' anno 2013. Ho soprattutto messo in rilievo lacircostanza - ecco il paradosso - che da un lato si e stati costretti a pagare una sentenza passata in giudicato, cosa che risponde ad un preciso obbligo di legge, dall'altro che questa pagamento dovra essere conteggiato tra le spese in conto capitale che incidono sul rispetto del patto di stabilita, sforando forse la soglia massima fissata per l'esercizio in corso. Ho espresso alle autorita in indirizzo il mio grande senso di amarezza, chiedendo loro se e veramente possibile che un Sindaco, e quindi l'intera Comunita che rappresenta, debba essere messo nelle condizioni di scegliere di che morte morire. 'In' ogni caso, memori delle disastrose conseguenze che hanno avuto da sempre i contenziosi per 1'Ente, e stato nostro preciso intendimento, da subito,. cercare di evitare il nasceme di nuovi e di comporre bonariamente quelli esistenti. In tale ottica, nel corso del 2011, grazie ad apposito stat~ziamento nel bilancio di previsione, si e reso possibile chiudere in via transattiva diverse pratiche di risarcimento danni da "insidie stradali", ossia derivanti a persone e/o cose per buche 0 altre "insidie" presenti sul manto stradale. II risparmio per 1'Ente non e di poco conto se si considera che gli importi derivanti da dette vertenze a- titolo di risarcimento danni, una volta portati in giudizio, finiscono mediamente con il quadruplicarsi per via degli onorari legali, delle spese del CTU, dell'imposta per la registrazione della sentenza, degli interessi e la rivalutazione monetaria da corrispondere alla parte lesa. Pure va sottolineato che gli esiti dei giudizi in questione sono, nella quasi totalita dei casi, infausti pel' gli enti pubblici, sui quali grava per giurisprudenza dominante una responsabilita di natura quasi oggettiva. Pili in generale, nel periodo preso in considerazione, si e registrata una leggera riduzione delle controversie legali (siamo in una media di tredici incarichi legali l'anno), sebbene non rispondente a quello da noi inizialmente auspicato al momenta dell'insediamento. Vi e da dire in merito - e di cio occorre farsene una ragione :. che esiste una percentuale di cause "fisiologica", nelle quali l'Ente, suo malgrado, si trova coinvolto (e pure da tenere in considerazione che il dato appena riportato tiene conto degli incarichi legali assegnati per la prosecuzione in appello di giudizi di primo grado, non scaturenti pertanto da vertenze "nuove"). 3

Lo stesso dato, inoltre, deve essere letto insieme a quello riguardante gli esiti dei giudizi, perche si ritiene che il vero campanello d'allarme per una pubblica amministrazione non sia tanto - 0 perlomeno solo - quello di avere molti contenziosi con altri soggetti privati o pubblici (il che, per certi versi, potrebbe anche essere indice di operativita della pubblica amministrazione medesima), bensi di avere tanti contenziosi "persi". E' questa dato che induce a pensare che l'Ente gestisce male le criticita scaturenti inevitabilmente dai propri atti, compiuti in molteplici ambiti di attivita. In questa contesto, va segnalato che il Comune ha avuto la soddisfazione di vedere riconosciute le proprie ragioni in alcuni importanti contenziosi definiti nel corso di questi ultimi anni. Per tutti si ricordano la causa per danni intentata dalla societa Meridiana Palastar, quale gestore della piscina comunale in anni recenti, ancora pendente rna che nella sua prima fase si e risolta in senso positive per l'Ente; la causa intentata davanti al TARCatania dalla ditta De Cristofaro per il riconoscimento di un ulteriore indennizzo (ultramilionario) per aree illo tempore espropriate, e che il Giudice ha respinto; la causa intentata dalla societa Unicredit davanti al TAR-Catania per l' annullamento degli atti riguardanti la concessione edilizia in variante alla ditta Adda s.r.l. Sono questi, anni di grande rig ore per il Comune di Scordia e me ne scuso con la cittadinanza, rna vi assicuro che se non ci fosse moralita e rigore nell' affrontare il debito, tutta la collettivita rischierebbe di andare in fallimento. Voglio pure ricordare che in questi tre anni e mezzo il debito, non solo quello derivante da contenziosi, e state affrontato con le nostre risorse finanziarie, ricavati principalmente dai tributi pagati dalla cittadinanza, ed evitando il ricorso ana Cassa Depositi e Prestiti per la contrazione di mutui che avrebbero ulteriormente indebitato il Comune per gli anni a venire. Sotto altro aspetto, rilevante sotto il profilo delle entrate, questa Amministrazione ha affrontato "di petto" il problema "167" per la riscossione dei corrispettivi per diritto di superficie, prima d'ora mai pagati. Le Amministrazioni precedenti hanno creato un Piano Regolatore Generale fortemente sbilanciato con zone per l'edilizia popolare (che di popolare, lasciatemelo dire, hanno solamente il nome), e conseguenti espropriazioni di terreni fatte a poche lire. Nessuna cooperativa, dagli anni '90, a oggi ha mai pagato per quei terreni. Questa Amministrazione ha dovuto fare a distanza di decenni il caleolo delle somme per I'esproprio dei terreni, che, attualizzato, S1 e rivelato un danno per il cittadino (che oggi 10 paga 'con cifre molto pili elevate rispetto al passato) e un danno per la collettivita, 11 Comune si e rifiutato di perseverare nelle prassi cuisopra si e fatto cenno, invitando le cooperative ad acquisire lore la proprieta dei terreni in base alle nuove normative vigenti. Abbiamo iniziato finalmente a cedere la superficie di nuovi lotti unifamiliari e commerciali, un tempo abbandonati e oggi invece piazzati nel mercato per la vendita, da cui il Comune attende entrate pari a circa un milione e mezzo di euro. Nella stessa direzione, anche che per le rilevanti finalita sociali che vi sono sottese, si sta investendo sulla rinascita del Centro storico cittadino per dare I'opportunita di avere una casa che risponda alle proprie esigenze. A questa fine e stata predisposta la nota variante al Piano Regolatore Generale gia presentata in Consiglio, e, su altro versante, portato a compimento il concorso per l'assegnazione di nuovi alloggi popolari con l'approvazione della relativa graduatoria definitiva. Al contempo, di concerto con 10 ICAP di Catania, si sta cercando cerca di realizzare nuove iniziative per migliorare la cura di tali abitazioni, come ad es. potrebbe essere la nomina di capi-condomini istituzionali, figura presente in altri stati gia da decenni. Notevole e stato pure 10 sforzo di questi anni per normalizzare l'attivita burocratica e quella relativa, pili in particolare, al rilascio delle concessioni edilizie e di altri provvedimenti di natura autorizzativa, nell'ambito di in un pili generale disegno di organizzazione del Personale. Abbiamo trovato un personale fortemente demotivato: ecco perche si sono riorganizzati i settori, uno per uno; definiti, per quanto possibile, i carichi di lavoro di ogni
4

dipendente di ruolo e a tempo determinato, anche mediante trasferimenti di personale da un area all'altra che si sono rivelati utili nel miglioramento dei servizi. Nel corso del 2011, in quest'ottica, e state definito il sistema di valutazione della perfomance del personale dipendente, approvato in data 23.2.2012 dalla Giunta Comunale, che racchiude organicamente la disciplina degli istituti contrattuali incentivanti elo premianti (produttivita collettiva e individuale, specifiche responsabilita, pesatura delle Posizioni organizzative, indennita di risultato, progressioni econorniche orizzontali, etc.), che danno poi luogo alla determinazione ed al riconoscimento ai dipendenti delle componenti accessorie del trattamento retributivo. E' di questi giorni, inoltre, la proposta di deliberazione di G.M. n. 9 del 21.2.2012, che, nell'ambito della programmazione triennale del fabbisogno di personale 2012/2014, ha previsto la copertura di cinque posti di categoria B, con profilo tecnico, mediante Ie procedure di stabilizzazione. L' Amministrazione ha infatti deciso di IllIZI are un percorso mirato alla stabilizzazione del persona1e proveniente da1 bacino dei 1avoratori socia1mente utili. E' state istituito un apposito Gruppo di 1avoro ed e1aborato un programma di fuoriuscita rispettoso delle norme vincolistiche vigenti in materia finanziaria, non approvato a causa della sopravvenuta riforma pensionistica introdotta dal decreta "Monti", che ha costretto I'ufficio ad adeguarsi aIle nuove disposizioni, rivedendo giocoforza gli atti gia predisposti. Si tenga presente che su un tota1e pari a 101 unita di persona1e di ruolo in servizio si aggiungono un numero pari a 79 unita di dipendenti a tempo determinato a 24 ore settimana1i, provenienti da1 bacino dei lavoratori socialmente utili e che 1a Regione s'impegna ad erogare i1 contributo previsto per eventua1i stabi1izzazioni solo per cinque anni, motive per cui il piano che abbiamo preparato - e che abbiamo dovuto ampiamente rivedere a causa della recentissima riforma pensionistica del Governo "Monti" - e stato rapportato anna per anna a1piano dei pensionamenti futuri. Oltre a quanta appena esposto, suI piano strettamente organizzativo preme segnalare che: L'area tecnica e stata divisa in due aree, in maniera tale da separare l'aspetto pubb1ico dei lavori e delle manutenzioni, da quello legato all'urbanistica e all'edilizia privata, ossia allo svi1uppo vero e proprio del territorio; E' stata rafforzata 1a manutenzione del verde, spostando diverse unita di persona1e in quel settore; Al='Centro Comunale di Racco1ta", prima gestito con personale Kalat-Ambiente con una cifra annuale di 70 mila euro, e state assegnato del nostro persona1e dietro apposita convenzione con la predetta societa; Altro persona1e e state assegnato all'area finanziaria per rafforzare i1 servizio tributi ed il recupero dell' evasione fiscale a livello locale, dopo 1a nota rescissione del contratto con 1a Tributi Ita1ia s.p.a., ex San Giorgio. Desidero pure ri1evare come i1 Comune si sia adeguato prontamente alla svo1ta epocale voluta da1 1egislatore in materia di trasparenza nei confronti della collettivita, che ha imposto ag1i enti locali di pubblicare suI proprio site gli atti deliberativi e dirigenziali e di istituire in un secondo momenta l' A1bo pretorio on-line, sopprimendone la vecchia forma cartacea. Sono state adottate Ie necessarie disposizioni per 1a pubb1icazione integra1e di tutti gli atti deliberativi e dirigenzia1e del Comune in apposita sezione e adottato con de1ibera di G.M. il nuovo rego1amento per l'Albo pretorio e1ettronico. Nello stesso periodo abbiamo istituito il sistema di protocollazione informatica deg1i atti ed approvato i1 re1ativo regolamento, asso1vendo ad un obb1igo di 1egge previsto da1 2004. Per 1a concreta attuazione di quanto sopra di si e avva1si deg1i applicativi informatici forniti dalla societa Halley spa. E' importante sottolineare che agli obblighi di trasparenza vo1uti da1 Legis1atore i1 nostro Ente si e adeguato con largo anticipo, facendo riferimento direttamente alla normativa naziona1e, prima che 1a stessa fosse recepita dalla Regione Sicilia, che - 10 si ricorda - conserva in materia potesta legis1ativa esclusiva, recepimento avvenuto a distanza di a1cuni mesi.

5

'.

'.

Non da ultimo, di grande importanza e stato illavoro svolto per l'adeguamento dello stradario comunale allo stato ecografico attuale, visibilmente mutato per effetto dei diversi piani costruttivi intervenuti nel corso degli ultimi decenni, e in generale per riportare a standard ottimali la materia della toponomastica. In tal senso, in pochi mesi e stato recuperato il ritardo di anni, riuscendo ad approvare, a conclusione del lavoro svolto da apposito gruppo intersettoriale di dipendenti comunali, la denominazione di nuove vie cittadine, ancora anonime, l'istituzione dell'ufficio toponomastica comunale ed il regolamento comunale di funzionamento di detto ufficio e di disciplina dell' iter da seguire per procedere a variazioni e/o nuove denominazione di vie e piazze cittadine. Adesso la delibera con la quale si e provveduto ad approvare la denominazione di nuove vie cittadine si trova alla Prefettura di Catania per l'espressione del parere di competenza. Conclusivamente, preme ribadire che l' Amministrazione ha sempre mostrato una particolare attenzione a tutto cia che si e presentato come occasione di sviluppo e lavoro: Cantieri di lavoro; Completamento di diverse opere pubbliche, come Palazzo Modica, Asilo Nido fognatura di via Berlinguer, Recupero e riordino dal punto di vista sanitario dei pozzi comunali; Ai passaggi salienti della vita amministrativa degli ultimi anni sopra riportati, ho creduto di fare cosa utile aggiungere gli ulteriori e pill analitici dati che seguono, tratti dalle relazioni di gestione dei responsabili dei servizi interessati. Finanza e Tributi. Nonostante il non felice momenta finanziario che attraversa il Comune, e non solo il nostro, si e riusciti a rispettare le principali scadenze fissate per l'approvazione di documenti contabili fondamentali: rendiconto di gestione 2010, bilancio di previsione 2011, variazioni al bilancio. Nondimeno e da rilevare il rispetto del patto di stabilita per l'anno 2011 evitando le pesanti penalita previste dalla legge che avrebbero davvero messo in ginocchio l'Ente. Sotto questa aspetto un merito particolare va riconosciuto a tutti gli uffici che hanno rispettato a lora volta le scadenze imposte e che sono riusciti a gestire con risorse insufficienti, situazioni straordinarie - tra tutte il pagamento, seppure limitato, dei diversi fornitori comunali - evitando il nascere di azioni esecutive. ,Come sopra ricordato - peraltro, trattasi di fatto di cronaca nazionale - a causa del fallimento della Tributi Italia, gia San Giorgio s.p.a., il Comune ha dovuto riportare in house la gestione dei tributi e ricostruire di sana pianta la banche dati dei contribuenti, perche non restituite dall' ex Concessionario, contro il quale l' Amministrazione ha avviato delle azioni legali a cia dirette (oltre che alla restituzione del milione di euro mai riversato al Comune). E' di qualche mese fa la notizia, fornitaci dal nostro legale, che il credito vantato dal Comune di Scordia e stato ammesso al passivo dell' Amministrazione straordinaria che, purtroppo, avra tempi di svolgimento molto lunghi. Dopo le iniziali e comprensibilissime difficolta sono stati raggiunti i risultati che si rassegnano, distinti per tipologia di tributo: -TARSU: • Emissione ruolo ordinario 2011, conla iscrizione di circa n. 6.600 utenti; • Ritiro di circa n. 6.000 (seimila), questionari da inoltrare all' Agenzia del Territorio; • Solleciti TARSU 2006 e 2007. Sono stati incassati sui residui complessivamente circa € 70.000,00; la percentuale complessiva di incassi al 31/12/2011 resta dell'88,66% sul ruolo 2006 e del 47,82% sul ruolo 2007. • Sollecito ruolo TARSU 2010. Sono stati interessati circa n. 2.300 utenti per circa € 710.000,00. La percentuale complessiva di incasso al 31112/2011 resta fissata al 69,61%. • Emissione ruoli suppletivi anni 2009 e 2010 iscrivendo circa n. 220 utenti per circa € 45.000,00. • Notifica n. 90 accertamenti a seguito di evasione e/o elusione per circa €43.000,00;

6

Sono state effettuate n. 300 rettifiche sulle iscrizioni a ruolo e n. 800 variazioni (nuove utenze, cessazioni, variazioni).

-,

- ICI: • Emissione circa n. 2.200 accertamenti ICI per l'anno 2006 per mancata presentazione dichiarazione, rettifica d'ufficio, mancato 0 insufficiente versamento per circa € 210.000,00 di cui circa 45.000,00 gia incassati nel corso del 2011. Degli accertamenti emessi: n. 700 accertamenti sono stati revocati e n. 300 accertamenti sono stati rettificati. - Acquedotto: • Emissione ruolo ordinario anne 2010; • Solleciti acqua 2005,2006 e 2007 interessando oltre 2.700 contribuenti; • Lettura dei contatori (l'ultima risaliva all'anno 2008) e aggiornamento dei dati per richiedere eventuale eccedenza superconsumo e fognatura per gli anni a partire dal 2009; . • Sollecito acqua 2009 e 2010 interessando oltre 2.700 utenti per quasi € 400.000,00; - Imposta pubblicita, pubbliche affissioni e occupazione suolo pubblico: • Creazione banca dati imposta pubblicita) • Creazione banca dati occupazione suolo pubblico. • Recupero annualita pregresse; • Gestione rateizzazioni; • Accertamenti all'esterno. Servizi sociali, sport e pubblica istruzione. I Servizi Sociali sono stati potenziati grazie all' approvazione del Piano di Zona 2010/2013, ex legge 328/00, rna anche all'approvazione di nuovi strumenti regolamentari, quali il regolamento per l'assistenza economica e domiciliare e uno schema di regolamento per la disciplina del ricovero degli anziani. Sotto questo profilo importante e state il risparmio realizzato mediante la rivisitazione delle tariffe, in non pochi casi apparse eccessive, con le strutture residenziali, affrontando ed anche vincendo i contenziosi legali intentati al riguardo dalle cooperative, gestori delle strutture residenziali. Nell'anno 2011, grazie ad un apposito finanziamento regionale ex legge 328/2000 e stato realizzato il progetto "L'ACQUA E' SALUTE" che ha consentito a 60 bambini di usufruire per oltre 20 giorni, nel periodo estivo, di una piscina pubblica per 10 svolgimento di attivita motoria personalizzata, compreso trasporto e abbigliamento. Nel medesimo anne inoltre si e aderito al PATTO TERRITORIALE DELL'ECONOMIA SOCIALE DEL CALATINO. Con il Patto si e sperimentato nel Comprensorio Calatino - Sud Simeto la metodologia della concertazione e del partenariato nel settore dell' economia sociale locale. In particolare il "Patto territoriale dell'economia sociale del calatino" ha promosso e realizzato nel territorio interventi volti a: Migliorare il sistema di protezione sociale per le fasce pili deboli della popolazione; • Sostenere ed incentivare le iniziative di alternanza tra scuola e lavoro; • Qualificare l'impegno della scuola e delle agenzie di formazione nel settore dei servizi alla persona; • Migliorare il livello di protezione socio - sanitaria aumentando la gamma degli interventi pubblici e privati; • Allargare l'area di protezione dell'infanzia e dell'adolescenza; • Migliorare il tenore di vita delle persone anziane attraverso un sistema di cura diretta; • Creare le condizioni perche le persone in situazione di svantaggio sociale siano aiutate in un percorso efficace di inserimento e di autonomia sperimentando la creazione di nuova occupazione con il coinvolgimento e la diretta partecipazione delle persone a rischio di esclusione; • Aumentare illivello complessivo della cultura della legalita nel nostro territorio;

7

., ,

-,

Realizzare iniziative atte a migliorare la vivibilita delle comunita locali del territorio di riferimento; • Aumentare i livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro; • Destinare opere e spazi pubblici inutilizzati a strutture di servizio per le persone in condizione di esclusione e marginalita; • Impiegare le energie rinnovabili per migliorare la qualita della vita e sperimentare nuove forme di finanziamento del welfare; Di notevole rilievo sono stati pure i progetti: -" I GIOVANI PER L'INCLUSIONE " (Comune capofila: MINEO, unitamente ai Comuni di Vizzini, Militello Val di Catania, Mirabella Imbaccari ed ai Partners Consorzio Sol. Calatino; Consorzio L.A.I.RE.; Consorzio Idea Turismo; La Citta Felice ONLUS). I protagonisti delle attivita svolte nell'ambito del progetto sono stati giovani volontari residenti nei comuni partner del progetto. Essi attraverso la propria attivita professionale 0 il proprio contributo lavorativo hanno animate le attivita di consulenza e di laboratorio, che sono state realizzate nell'ambito dell' Agenzia di inclusione sociale. Beneficiari della loro attivita sono state diverse categorie di soggetti: adolescenti, giovani, soggetti svantaggiati, immigrati, anziani etc. - Progetto " STAFF FAMIGLIA ". Le attivita previste dal programma d'intervento "Staff Famiglia", all'interno del quale sono stati integrati altri progetti finanziati, interessano la sperimentazione di azioni urgenti di contrasto alle vecchie e nuove poverta, il cui coordinamento e affidato al Consorzio Sol.Co. Catania. Nello specifico le attivita promo sse sono state: - "Staff Famiglia" promosso dal Consorzio Sol.Co. Catania; - "Banco delle Opere di Carita Sicilia" promosso dal Banco delle Opere di Carita; - "ARCA - Agenzia di inclusione sociale" promosso dal Consorzio Sol. Calatino; - "Sinergie" promosso dalla Coop. sociale Marianella Garcia; - "L'approdo" promosso dalla Coop. sociale ASSI Gela; II programma di assistenza "Staff Famiglia" e nato per garantire agli utenti azioni qualitativamente elevate ed incentrate sulle reali necessita riscontrate, attraverso la valorizzazione della singola persona e del suo complesso sistema di valori, erogando servizi, attraverso 10 strumento del voucher: mezzo utile ed efficace per accompagnare i nostri utenti in un percorso di autonomia, per aiutarli a ottenere l'integrazione sociale e per superare il rischio di emarginazione sociale. Per raggiungere questi obiettivi e stata messa a disposizione dei Comuni del territorio regionale, in particolare a 41 Comuni a partire dalle 3 citta metropolitane Palermo, Catania e Messina, la Carta dei Servizi, in cui sono esplicitati i servizi da erogare agli utenti e soprattutto i documenti che i Comuni devono utilizzare per poter avviare tale sistema di assistenza. A Scordia sono state coinvolte 50 famiglie e sono stati erogati i seguenti servizi : sostegno alimentare, sostegno sociale, sostegno abitativo, sostegno socio pedagogico. -" PON SICUREZZA -Interventi in favore degli immigrati La progettazione ha previsto: laboratori cittadinanza attiva, laboratori professionalizzanti, attivita di formazione linguistica e di formazione per i dipendenti pubblici, nonche attivita di mediazione culturale all'interno del centro e nei comuni limitrofi. Ente capofila Territorio Partner Provincia Regionale di Catania Comprensorio del Calatino sud Simeto-comuni del Calatino Enti del terzo settore

SuI fronte ricoveri di persone anziani e disabili con oneri a carico del Comune, come sopra accennato, nell'anno 2011 e iniziata una campagna di sensibilizzazione per la riduzione delle rette con gli Istituti presso i quali sono ricoverati nostri concittadini, bisognosi di particolari assistenza, che ha portato ad una sensibile diminuzione della spesa a carico del Bilancio comunale. E' stata effettuata, anche , una accurata analisi sulle somme
/,

~

8

..
,

I.

vantate ad oggi dal Comune, quali somme di compartecipazione, che sono state rese oggetto di azioni di recupero, purtroppo, intentate anche per le vie legali. Ancora, nell'anno 2011, per la prima volta, sono state effettuate accurate veri fiche sullo state abitativo degli alloggi popolari , al fine di accertare eventuali disponibilita di alloggi non abitati dagli aventi diritto 0 occupati abusivamente. E' state inoltre portato a conclusione la procedura di assegnazione ddegli alloggi disponibili, dietro pubblicazione di apposito banda ed approvazione della graduatoria degli aventi diritto, di concerto con 10 IACP di Catania. Nell'anno 2011 sono state concluse le operazioni di gara che hanno consentito a dare inizio alle attivita della LUDOTECA e del CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOV ANILE che si protrarranno fino al mese di giugno 2013. Per cia che concerne i servizi sport e spettacolo e' stata aggiudicata ed affidata la gestione della piscina comunale per anni 15, le cui attivita hanno avuto inizio ad ottobre 2011. E' stato affidato temporaneamente l'utilizzo del campo sportivo "A.Binanti". Nell' anno 2011, grazie ad un finanziamento dell' Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali del Lavoro. Sono stati completati i lavori di Manutenzione straordinaria, ristrutturazione e trasformazione dell' ex pescheria per la realizzazione di un "ambulatorio veterinario" in Via Tenente De Cristofaro (approvazione atti di contabilita finale). Nello stesso anno utilizzando un cofinanziamento del Ministero dell' Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Direzione Salvaguardia Ambientale - sono stati completati i lavori per la Realizzazione dell'impianto solare termico. Impianto per la produzione di acqua calda ad uso sanitario e riscaldamento ambienti. Impianto per il riscaldamento dell' acqua della piscina (approvazione atti-di contabilita finale. Attualmente l'impianto e funzionante eben sfruttato dal gestore. Nel corso degli anni 2009 e 2010 si e proceduto all'affidamento a privati degli altri impianti sportivi cittadini (Centro sportivo Peppino Impastato", Centro sportivo "Ponticello"), che versavano in stato di pressoche totale abbandono. Nel 2011 sono stati arredati i locali dell' Asilo Nido Comunale di via Galliano, attraverso la richiesta e la concessione di un finanziamento da parte dell' Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro. Nell'anno 2011 sono iniziate tutte le procedure per la istituzione di n.2 Istituti Comprensivi, cosi come previsto dal D.L. n.98/2011 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria ), convertito in legge n.111 /20 11 e dal dettato della Circolare n.28/2011 dell' Assessorato Regionale dell'Istruzione e della Formazione professionafe-. --- Lavori pubblici Da evidenziare eil completamento del depuratore insieme al Comune di Militello V.C. Il Comune di Scordia e state inoltre tra i primi in Sicilia a preparare gli atti necessari all'avvio dei Cantieri Regionali per disoccupati. Nel nostro territorio ne sono stati avviati sette, i quali hanno avuto regolarmente inizio nel mese di febbraio e sono stati completati nel periodo settembre-ottobre. Nei successivi mesi l'ufficio ha predisposto la rendicontazione. Sono stati completati i lavori di costruzione dell' Asilo Nido di via Galliano ed avviato il relativo servizio. Una particolare attenzione e stata rivolta all'aggiornamento e contestuale sfoltimento del Programma Triennale delle Opere Pubbliche, attuando un consistente e funzionale aggiornamento e ampliamento del parco progetti. Tra i progetti presentati tengo a segnalare: La videosorveglianza sul territorio comunale e sull' agglomerato industriale; La ristrutturazione dell'edificio comunale di via Vittorio Emanuele angolo VIa Alfieri, in corso di esecuzione; II ripristino dell'impianto fotovoltaico sulla tensostruttura di via Aldo Moro; II completamento e la messa in sicurezza del pozzo "ex Contarino" 111 c.da Pinnatazza; II completamento, avvenuto nel mese di dicembre 2011, dei lavori di realizzazione 9

.~_I

della fognatura in via Berlinguer; II completamento dell'impianto di depurazione in C.da Margiona, per il quale e stata avviata la procedura per la progettazione di livello esecutivo, utile ad ottenere il finanziamento. Sono stati eseguiti i lavori di messa in sicurezza della copertura anti stante l'ingresso della scuola di via Bologna, i lavori di sistemazione funzionale della piscina comunale e infine completate le procedure tecnico-amministrative per il finanziamento del progetto di riqualificazione dell'area ex mercato e parcheggio di via Principessa di Piemonte. Per quanta riguarda la Protezione Civile Comunale nell' mU10 2011 e stato aggiornato il Piano Comunale di Protezione Civile - Rischio sismico , nonche il Catasto Incendi anna 2008 - 2009 - 2010 ed e in corso l'aggiornamento del catasto per l'anno 2011. E' stata richiesta ed ottenuta dal Dipartimento Regionale di Protezione Civile, che ha affidato i lavori all'Universita degli Studi di Catania - Dipartimento Scienze della Terra - l'estensione degli studi di Microzonizzazione sismica in quella parte del territorio comunale non interessato dal terremoto di " Santa Lucia" 13 e 16 dicembre 1990, per la quale e stata richiesta la collaborazione del Nostro Responsabile Comunale, redattore degli studi allegati al P.R.G. di questa Comune. Urbanistica ed edilizia privata. L'Ufficio Tecnico con l'ausilio del Consorzio ASI mira a sempre pili, al completamento della zona industriale e ci sono in corso progetti che aspettano di essere finanziati, oltre l'impegno di realizzare altri progetti come quello della trasformazione dei prodotti agricoli, di un stabilimento di bio-masse per la produzione di energia alternativa. Si e proceduto, come sopra gia detto, all' assegnazione dei lotti della "zona 167" a seguito dell'approvazione della graduatoria definitiva degli aspiranti assegnatari. Nel corso del 2011 e stato approvato (delibera di G.M. n. 17/2011), il Piano delle valorizzazioni immobiliari previsto dall'art. 58 del D.Lgs 112/2008 e s.m.i. e con la successiva delibera di G.M. n. 19 e stato approvato il Piano delle alienazioni immobiliari, finalizzato, come e facile comprendere, alla realizzazione di importanti risorse per il 'Comune. In data 30109/2011 e stata depositata all' Amministrazione comunale la variante al P.R.G. della z.t.o. A - Centro Storico, pure sopra menzionata, esaminata e rinviata per i problemi di incompatibilita con diversi consiglieri, tenuti ad astenersi dalla trattazione dell' argomento. Nel medesimo periodo e stata esitata la variante al Regolamento Edilizio Comunale e la variante al P.R.G. in attuazione del Piano delle valorizzazioni immobiliari, riguardante l'ex macello comunale. In data 28/1 0/20 11, dopo due aste andate deserte, si e proceduto all' assegnazione del lotto "D-Polivalente" tramite trattativa privata, indetta ai sensi dell' art. 23 c. 1 lett. d) del Regolamento per l'alienazione del patrimonio immobiliare, E' del 23.2.2012 la stipula del contratto definitivo di cessione con l'assegnatario. Controllo del territorio. Si riportano i dati analitici frutto dell' attivita di rilevazione e controllo del Corpo di Polizia Municipale dell'anno 2011. n.626; >- Verbali al codice della strada contestati n.117; >- Verbali contestati per illeciti amministrativi n.93; >- Ordinanze dirigenziali al codice della strada emesse >- Ordinanze dirigenziali emesse per sosta disabili n. 7; n.6; >- Ordinanze per aree di manovra a servizio dei passi carrabili >- Passi carrabili autorizzati n. 15; >- Incidenti stradali rilevati n.; 25 n.5; >- Media di unita impiegate giornalmente per tale attivita n.41; >- Micro discariche individuate e bonificate n.l0; >- Auto abbandonate rimosse e avviato pratiche per demolizione n.64; >- Violazioni accertate per errato conferimento rifiuti 10
",
Q "

~

nO

~ ~ ~ ~ ~

Violazioni accertate per volantinaggio non autorizzato n.9; Violazioni accertate per la non raccolta delle deiezioni dei cani n.7; Violazioni accertate per violazioni al reg. pubbliche affissioni n. 3; n.7; Violazioni al regolamento comunale idrico Persone denunciate per furto d'acqua n.2; ~ Cantieri edili controllati n.40; ~ Notizie di reato inviate in Procura n.20; ~ Cantieri sequestrati 11. 11; ~ Ordinanze di demolizione controllate n. 11; ~ Ordinanze di sospensione controllate 11.7; ~ Controlli di Polizia Annonaria presso area di mercato n.49; ~ Controlli di Polizia Annonaria presso esercizi a posto fisso 11.37; ~ Controlli di Polizia Annonaria commercio ambulante n.27;

Scordia, il

~

11
-e ;

-------------

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful