Karl Julius Beloch da Sorrento nell 'Antichita alIa Campania

Atti del convegno storiografico in memoria di

CLAUDIO FERONE
Piano di Sorrento, 2.8 marzo
a cura di Felice Senatore
2.009

Scienze e Lettere Roma

Neapolis e Pithecusa: un percorso storiografico «Campanien» di Karl Julius Beloch aile piu recenti acquisizioni EDUARDO FEDERICO. Ritomando suKJ. Beloch e I' antiquaria napoletana 367 392 ReJerenze Jotografiche delle illustrazioni 'fuori testa . Daile antichita neglette aile antichita nostrane. Giulio Beloch nella storia della storiografia ANGELO RUSSI. Appunti dal carteggio inedito p. Le magistrature Bund» 119 139 153 dal 161 italiche nell'opera di Beloch e negli studi successivi GIUSEPPE GALAsso. Puteoli e Cuma in epoca romana nel Campanien 173 201 223 229 299 303 333 Beloch di LUCA CERCHIAI. Ripartendo da Beloch: brevi considerazioni suI popolamento di Nuceria e della Valle del Sarno MARIo Russo. CRA WFORD. Beloch: riflessioni topografiche su Suessula e il suo teritorio FELICE SENATORE. IX XV 1 21 (1873-1877.Indice PresentazionediFELICESENATORE Saluto ai convegnisti di FELICE SENATORE. La cosiddetta 'lega campana '. ANTONINO COPPOLA LEANDRO POL VERINI. La penisola sorrentina da 'Surrentum imAlterthum' a oggi MICHAEL H. GIOVANNI RUGGIERO. A proposito di «Der Italische GIANLUCA TAGLIAMONTE.From Campania to Lucania AMEDEO ROSSI. Karl Julius Beloch e la 'nascita storiografica 'di un Gauverband Appendice CLAUDIO FERONE.Beloch: Campanien MAURIZIO BUGNO. Capri antica prima e dopo il Campanien GIUSEPPE CAMODECA.1883) ALFREDINA STORcm MARINo. Julius Beloch e Bella Bailey.

Le due strade si riavvicineranno di scienza storica. Un ponte verso il futuro sono sventramenti spesso offeso la citta e la sua storia. e stata la guerra con la ricostruzione Ma anche pili di recente. pp. E. Gunther. in Unsecolo di ricerche. Stuttgart 1880'.pp. 4 Milano 1890 7 Yd. d'Italia prende nuovo aspetto dall'opera i paesaggi del Mezzogiomo segna forse nella storia i paysages dell'antico finiranno ed epifanie da un altro rendera e Francois puo essere rappresentato lO Lenormant aripercorrere in una rinnovata coscienza storica. 8 D. Napoli 1905. metodologico tra loro 11. Attualmente. 35-56. fenomenologiche e nelle inchieste l' h is to ire prende un percorso presto in veste autonomo che supera ormai rievocazioni di un mondo chiuso nella sua fissita. Milano 1885'.162 Milano 6 MAURlZIO BUGNO : anche nel titolo. Opera postuma. A proposito della storia di vanno segnalate di Bartolommeo Capasso (1815-1900(. Napoli e if Risanamento. 2004. tal ora. Y 5. il completamento La produzione linea restituendo parti ignote della citta antica''. che pure hanno i lavori in corso d' opera per metropolitana 0 minacciato la storia pili antic a della citra.pp. 409-413. ora la messa a punto di G. . 'Dagli studi di Bartolommeo Capasso agli seavi della metropolitana: rieerehe sulle mura di Napoli e sull'evoluzione del paesaggio eostiero'.T. von Hase 1989. 191-198. R. per un verso ricerca archeologica ricerca Neapolis. Italien: Eine Wanderung von den Alpen bis zumAetna. Paris 1815. 12 Sull'antico sito di Napoli e Palepoli dubbii e conghietture. 9 Histoire critique de l 'etoblissement des colonies grecques. l' opera riecheggia i fasti dei viaggi illustrati rna risente e lavori pubblici che hanno alterato e fu infatti resisi alla gia della prospettiva delle nuove guide turistiche. The GeographicalJournal24. 23-29. 'La Magna Greeia: mito e realta nella tradizione eulturale del Mezzogiorno d'Italia'. a lavori e andata soggetta del 1980. 1-3. 57-59. Napoli necessari dell'antica distruzione per bonificare Neapolis. delle fonti scritte. di monografie scientifiche ferrovia stanno a carattere locale regionale (studio di Desire di topografia) sulla storia pili antica del Mezzogiomo nel XIX secolo. partie. Recupero di una strutturaurbana. in Napoli antica.C. Napoli 1980. Kaden. vero ineunabolo di Napoli greco-romana esposta nella topografia e nella vita. Galasso. Se un prodromo Raoul Rochette". Napoli 1855. Stuttgart 1876 (Italia. non fu concesso neanche 1'inventario. 11-29. pp. Paysages et histoire. discipline le ricerche il cui gradualmente autonome e complementari rigore e topografica. Paris 1881-1884. talora selvaggi. sventramenti. Napoli Nobilissima ser. Cfr. 2. Giampaola. 1904. 'Changes in the Level of the City of Naples'. Milano 1876). pp. 10 La Grande Grece. 1-2. di importanti il degrado dei quartieri interessata da una serie di imponenti lavori pubblici. Viaggio pittoresco dall'Alpi all 'Etna. 11 Cfr. a ridosso della linea di costa': questi lavori portarono Poi c' posti nella parte meridionale vestigia della citta alle quali. G. pp. Napoli come quelli successivi di una nuova al terremoto della e e gli ampliamenti. W. L' opera di Lenormant degli studi una diramazione nella letteratura di interessi prima sovrapposti: meridionaliste. 6 C. quelli del Risanamento. Paulus. Alisio. Stieler. Dal 1889 fino al 1906. 'La eulturanapoletana dell'800'.

uede l'Italie meridionale et de la Sicilie dans I' antiquite. Federico 2004. anche Storia della regione lucano-bruzzia nell' antichita. secondo una interpretazione del passo di Strabone'". Firenze 1914. The History of Sicily and South Italy from the Foundation of the Greek Colonies to 480B.rna con antitetica posizione nell' edizione successiva -.164 MAURlZIO BUGNO proseguire con Luigi Pareti (1885-1962)21. si sarebbero esaurite mentre e ancora evidente la fertilita dell'isola come anche la produzione 21 Studi siciliani ed italioti. e Alfonso Mele. e della stanziamento greco. anche gli studi su Pithecusa e Neapolis hanno seguito il progressivo definirsi in senso storicistico di discipline come l' archeologia e la numismatica. dagli anni Cinquanta. in Un secolo diricerche. Oxford 1948. divenendo 1'isola in tal modo metropolis di Sorrento eN apoli 25. Roma 1997: opera postuma alla quale 10 studioso lavorava quando mori allinizio de11962 (vd. Beloch individuo in Capri il primo insediamento greco in Italia da cui sarebbe partita 1'irradiazione nel Golfo. 33-49. i quali hanno ripercorso la storia delle citta greche in occidente non pili limitatamente alle fonti scritte ne solo alla storia politic a rna anche a quella economica e culturale. 'Un secolo di ricerche in Magna Grecia: la storiografia e la storia politica'. Questi storici hanno superato il criticismo e 10 scetticismo imperante del Pais rna hanno talvolta sortito l' effetto opposto. non sempre convergente. 24 Cfr. K. Fra queste. 23 The Western Greeks. XI). 15-17.pp. 25 SuBeloch e Capri yd. Russi.C.Dagli anni Quaranta. Ed e in questa fase che la presenza greca in Italia riprende a essere oggetto di studio. 22 La colonisation greciJ. La seconda edizione del Campanien vede in Pithecusa la prima meta dei Greci. quello cioe di rendere storico ogni dato della tradizione.l'IntroduzionediA. In questo dibattito si segnalano particolarmente i contributi di Jean Berard (1908-1957)22 e di Thomas James Dunbabin (1911-1955)23.p. a cura di A. come Dunbabin che ha letto fatti antichi alla luce di un comparativismo non sempre corretto sul piano metodologico". L'expansion et la colonisation grecques jusqu 'aux guerres mediques.pp. Paris 1960. PITHECUSA Nella prima edizione del Campanien . 26 Strabo Y 4. Russi. hanno rinnovato nella metodologia e nei contenuti gli interessi occidentali della storia antica. il confronto. dagli anni Settanta. Yd. Le miniere d'oro. .9. Meister. L 'histoire et la legende. deriverebbe dalle scimmie cosi come quello di Capri dai cinghiali. Il nome greco dell'isola. Paris 1941 e 1947 . da parte degli allievi di Luigi Pareti: Ettore Lepore (1924-1990). ha condotto a un affinamento della metodologia e a nuovi propositi.. senza escludere la possibilita di un precedente insediamento degli Acamani provenienti da Capri.

inAPOIKIA. d' Agostino. 74-76. Nel 1968. Settis (ed. Giangiulio. Oxford 1992). soprattutto su ispirazione di studiosi come Ettore Lepore e Bruno d'Agostino e del Centre Jean Berard. mercanti. 37 APOIKIA. Cahiers du Centre Jean Berard II. Cahiers du Centre Jean Berard VI. in partico1are. rna non solo. Mobilita umana e circo1azione di risorse ne1 Mediterraneo arcaico'. in particolare. alle stratificazioni sociali. negli anni N ovanta". The first Western Greeks. gia nota al Beloch34. Sl e dibattuto sullo natura dell'insediamento di Pithecusa: se ritenerlo cioe una polis oppure uno stanziamento d'altro tipo. 497-525. EUBOICA. M. Naples 1981.pp. 38 Vd.C. L' alba della Magna Grecia. pp. Roma 1999. Istituzioni. 34 35 . B.Una interpretazione che poggia prevalentemente. aggiungendo alla funzione della scambio anche quella della lavorazione sul posto delle materie prime in manufatti.. pp. D. pp. penisola calcidica e area levantina). nel sito di Castiglione. Una apoikia di tipo partico1are'. mercenari. Storia Cultura Arte Societa. 1-2. indigeni e Fenid sono Ridgway 1984.pp. come si e cominciato a fare negli anni Settanta del secolo scors038. un comptoir. 303-327. alle dinamiche culturali e interculturali. 'Avventurieri. un emporion.166 MAURlZIO BUGNO e XIII secolo a. Per un 1ucido e dettag1iato inquadramento del dibattito yd. pp. L'altra posizione rilegge i dati archeologici che trova non contradditori con la tradizione letteraria: la documentazione archeologica confennerebbe 10 statuto di comunita libera organizzata.Ischia 1968). Jannelli. 1969. in E. 2. 36 Contribution a l'etude de la societe et de la colonisation eubeennes. societa eforme urbane. Fin dalle pnme scoperte di Buchner. I Greci. Nouvelle contribution a I' etude de la societe et de la colonisation eubeennes. 39 Vd. un incontro di studi sulla cosiddetta colonizzazione greca in Occidente mise a confronto metodi e idee sui temi della presenza greca. Milano 1984 (traduzione ing1ese aggiomata.). a Napoli. L. Cfr.1-234. 'Pitecusa. col confronto sinergico di discipline e metodologie diverse. Naples 1975. Dialoghi diArcheologia s. D. la presenza euboica in occidente si e connotata di una conoscenza estesa anche all'antropologia. Ridgway. 19-27. Ridgway. 'La «precolonizzazionea'. a Ischia. in S. 111-126. sui dati archeologici. 'Ischia e Cuma'..Tra gli anni Sessanta e Settanta" e. non comptoir dunque ne emporion: le evidenze risultano infatti del tutto compatibili con quelle note per una polis di VIII secolo.).1. ibidem. partendo dal recupero e dall'analisi storica dei contesti metropolitani (penisola euboica. Incontro di studi sugli inizi della colonizzazione greca in Occidente (Napoli . von Hase 1989. Greco (ed. vuole l'insediamento di Pithecusa una esperienza di carattere stanziale che probabilmente non nacque ne sicuramente porto allo sviluppo di una polis a causa della crisi che segui alla fondazione di Cuma". La citta greca antica. pp. co1oni. pili di recente. Torino 1996. 13-21. con particolare riguardo alla cause che quel fenomeno mossero e quindi allo statuto di Pithecusa35.

45 M. 'RealtastoricacliPartenope'.Napoli antica allestita al Museo Archeologico Nazionale. Napoli viene ancora una volta sventrata. Cat. un riesame successivo ha dimostrato che la cronologia di quelle tombe scoperte da Mario Napoli scende anche nella seconda meta del VI secolo: in tal modo pare ridursi l'arco temporale tra la presunta distruzione di Parthenope e la fondazione di Neapolis. 7843 44 80. Nel 1985. La necessita e data dalla ricostruzione dopo il terremoto nel1980 e da lavori permigliorare larete delle infrastrutture. 48 M. su temi di storia antica soprattutto campana. gli anni Sessanta e Settanta sono quelli del confronto tra specialisti delle diverse discipline storiche e dell'incontro tra studiosi di diverse parti del mondo. pp. Per cio che riguarda la notizia della distruzione da parte di Cuma 44. Napoli 1967. al tempo stesso. Sulla scia di quegli studi dedicati alla storia pili antic a della citta. I. . da parte loro.partic. Mario Napoli ed Ettore Lepore. Rome. Lutat. PuglieseCarratelli. VIII 22.pp. N. 269-275. Frederiksen. 243-268. Uno dei tanti esempi e costituito dall'opera di Martin W. Mario N apoli" propose di attribuirla all' avanzata etrusca verso sud mentre il Pugliese Carratelli46 penso a una sopravvivenza del sito in tono minore. Giovanni Pugliese Carratelli. annualmente organizzato a Taranto Liv. Cfr. 46G. 47 Storia di Napoli.5. La Rivista Parola del Passato. 249.PP7. p. e del Convegno di Studi. Tuttavia. 1.PP7. proprio sulla base delle testimonianze letterarie 43 avevano pensato all' esistenza dell 'insediamento di Parthenope. Campania.168 MAURlZIO BUGNO cosi Pais e Ciaceri che. con la filologia e la critic a delle fonti letterarie. quindici anni dopo. IV 564. 1984. apri una nuova fase della ricerca storica su Neapolis. un primo tentativo della citra di risollevarsi dopo l' evento sismico: si tratta della mostra . due eventi segnano una tappa fondamentale per gli studi della storia pili antica della citta e rappresentano. 'Eta classica. 'Napoli antica'. Purcell. Si parte dall'evidenza archeologica per allargare il quadro alle altre serie testimoniali.con la pubblicazione del catalogo . Negli anni Ottanta. nel 1952. 1952. Come gia si e notato per la storia di Pithecusa. pubblicata postuma dopo la morte dell' Autore avvenuta nel 198048• Gli scritti risalgono agli anni 1967-74. ripresero l'argomento con rinnovata attenzione in un' opera collettiva che segno da quel momenta il punto di partenza per laricercasu Neapolis 47. von Hase 1989. fro7 (Peter) apudPhilargyros ad Georg. 1952. a cura di E. Napoli. Pontieri. Frederiksen. dopo gli eventi traumatici dell'ultimo conflitto: un altro tentativo della citta di risollevare le sorti che la storia le ha imposto. Frederiksen ha condensato nella sua ricerca l' esperienza formativa maturata in area anglosassone poggiante su una raffinata metodologia di ricerca archeologica e l'esperienza di confronto in Italia.pp.

Dalla fine del IV secolo la citra non solo per importazioni rna sviluppa il porto e il quartiere ad esso pertinente anche per esportazioni. 69-10 I. L 'Eva antico. Napoli. dedicato a Neapolis". Hesperia. 'Osservazioni storiche e archeologiche sulla fondazione di Neapolis'. Studi sulla grecita di Occidente. di liberare la distruzione di Neapolis dalla combinazione tra fonti letterarie. Si stabiliscono relazioni con Atene e con l' entroterra di Nola che portano poi la citta ad allontanarsi da Cuma e ad accogliere genti campanosannitiche all'intemo della citra. una politic a culturale che andavano integrando realta vicine e lontane. Al Convegno. in W. nel tempo e nella spazio. 55 Vd. pp. Storia e civilta della Campania. 58 D. Noctes Campanae. E.). in un quadro regionale pili ampio. pp. Miranda. con l' effetto di una duplicazione cui storia successiva si configurerebbe del Pugliese Carratelli". dei dati sulla storia pili antica della citta 57 e stato un saggio di Flavio Raviola che ha inteso revisionare innanzi tutto i dati delle fonti letterarie in merito alla fase di Parthenope dalla necropoli di Castelcapuano. vengono discusse le tradizioni su una fondazione di Parthenope di Parthenope. a cura di L. 2. nel 2005. Neapolis avvia presto una politica autonoma su tutto il Golfo di Napoli. 49-80. Il XXV Convegno di Studi sulla Magna Grecia (1985).v. archeologiche.170 MAURlZIO BUGNO della crisi cumana grazie anche alla presenza nell'area di controllo territoriale e di integrazione della Siracusa di Ierone. Roma 1995. Roma 1990 e Napoli. I. Napoli 1991. condotto da E. Roma 1995. Lucia. . Giampaola . sulla scia delle valutazioni Da allora a oggi. nuovi studi e nuove scoperte. acuradiE. Harris. 6. e non distruzione. oltre ai nuovi saggi sul tracciato delle mura di Neapolis. Lo Cascio (edd. ripropone quella pluralita di approcci gia notata per il Catalogo della Mostra rna allarga la selezione degli studiosi intervenuti rispetto a quelli presenti nel Catalogo. Taranto 1986 [1988].B. Atti del XXV Convegno di Studi sulla Magna Grecia (Taranto 1985). hanno consentito Nel 1995 56 • quale decadenza. 'I Greci in Campania' . Miranda: Iscrizioni greche d 'Italia. Braccesi. e a quella successiva di e dallo scarico di Vico di Parthenope archeologiche e la e Dopo altri dieci anni. 56 Nel primo lustro degli anni Novanta.). 57 Napoli Origini. come quella della ceramica a vemice nera. la rodia precedente quella cumana. Studi di storia antica ed archeologia dell 'Italia preromana e romana in memoria di Martin W Frederiksen. d' Agostino. Pugliese Carratelli (ed. acuradiE. Napoli 2005. anche. un aggiomamento pubblicato Neapolis. va segnalato I' importante lavoro di recupero e sistemazione scientifica delle iscrizioni greche di Napoli. rna ha consentito Il risultato ha portato non solo a una riduzione notevole della iato tra le due esperienze di inquadramento 58 • insediative anche una pili adeguata proposta storico rispetto alla politica cumana nella del VI secol0 54 Neapolis. hanno consentito riferibile a Neapolis. una rilettura dei materiali provenienti Pallonetto a S. in G. G. riferibile a Parthenope. Pugliese Carratelli. Miranda. fondazione intercorrente secondarneta numismatiche.

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful