You are on page 1of 1

Alla STS

Al Comando della Polizia municipale


All’assessore competente per materia

Comune di Frascati

Questa mattina ho notato che in viale Annibal Caro erano parcheggiate autovetture
che esponevano sul cruscotto il contrassegno relativo all’abbonamento per la sosta
nelle “zone blu” che, come è noto, è scaduto lo scorso 31 dicembre.

Mi preme, altresì, ricordare che nell’ultima seduta consiliare il Consiglio comunale,


nel deliberare il nuovo regolamento per la sosta nei parcheggi pubblici a pagamento e
per l’accesso nelle zone a traffico limitato, ha stabilito che la sottoscrizione di nuovi
abbonamenti sia, per il futuro, subordinata all’indizione di un bando pubblico e per
un numero limitato di concessioni con prescrizione di criteri di priorità nella relativa
assegnazione.

È, invero, sorprendente che in nessuno dei casi da me esaminati fosse stata elevata
contravvenzione per sosta in “zona blu” in assenza di un valido titolo di
legittimazione: non vorrei, però, che in fatti del genere non si tenesse conto della
carenza di informazione (di cui è colpevole l’amministrazione comunale) del mutato
atteggiamento della amministrazione comunale in ordine al rilascio di permessi per
abbonamenti annuali.

Suggerisco, pertanto, di procedere per un limitato periodo di tempo (al massimo una
settimana) ad apporre sul parabrezza delle autovetture sulle quali fossero ancora
presenti i permessi scaduti un avviso che renda edotti i proprietari delle stesse circa la
carenza del titolo alla sosta e dell’intervenuto cambiamento regolamentare: dopo
questa fase, non credo che si possa continuare ad accettare che si continui a
parcheggiare nonostante il titolo sia scaduto e senza che sia elevata la prescritta
contravvenzione.

Bernardo Iodice
Frascati, 3 gennaio 2008