You are on page 1of 2

CISAL

Via Torino 95 00184 ROMA Tel. 06.3211627 Fax 06.3212521 e.mail: info@cisal.org www.cisal.org Segreteria Confederale

Roma, 29 maggio 2012

A tutte le Federazioni del pubblico impiego A tutte le Strutture territoriali della CISAL Loro Sedi
Prot. 588-2012

Oggetto: Tavolo di confronto relativo agli interventi per il personale precario del pubblico impiego. E stata avviata, in data odierna, presso il Dipartimento della Funzione Pubblica, la trattativa per affrontare lannosa questione del personale precario del pubblico impiego, a seguito di quanto previsto dal Protocollo del 10 maggio 2012. Anche alla luce di alcune recenti e discutibili esternazioni di ex ed attuali Ministri, lavvio del negoziato rappresenta, di per se, un significativo e positivo passo avanti, nel percorso, certo non privo di difficolt ed ostacoli, da compiere per favorire la stabilizzazione di migliaia di lavoratori precari, che attualmente risultano essere alle dipendenze di Amministrazioni Pubbliche. In via preliminare, si chiesto alla Funzione Pubblica di procedere ad un monitoraggio dei rapporti di lavoro precario in essere, per individuare in modo compiuto le Amministrazioni e le Professionalit investite del problema. Riguardo al metodo da adottare, la CISAL ha concordato con la Parte Pubblica circa la necessit di affrontare in via prioritaria le situazioni di maggiore emergenza, ovvero quelle che risultino in scadenza nel breve periodo. In questi casi, pertanto, dovranno essere adottate soluzioni che contemplino la proroga dei rapporti di lavoro, al fine di impedire che una loro eventuale risoluzione diventi, a sua volta, un ulteriore ostacolo per una futura stabilizzazione. Definita tale fase emergenziale, il tavolo dovr trovare gli strumenti con cui sanare i rapporti precari e rivedere, in armonia con gli ulteriori interventi previsti dal Protocollo sul pubblico impiego, le modalit di assunzione alle dipendenze delle Pubbliche Amministrazioni.

In tale contesto, secondo la CISAL, non pi tempo di una generica e rigida disciplina unitaria e si ribadita, pertanto, la necessit di regolamentare la materia avendo riguardo alla specificit dei vari settori e dei vari fabbisogni delle Amministrazioni. In relazione allaspetto, pure non secondario, concernente le compatibilit economiche, la CISAL ha voluto mettere in evidenza come, in molti casi, la sanatoria dei rapporti di lavoro precari comporterebbe solo minimi incrementi dei costi rispetto a quelli attualmente sostenuti; questo senza dimenticare che i precari risultano da anni indispensabili per il mantenimento di servizi essenziali. Infine, si voluto preavvisare la Parte Pubblica che le spese relative al Personale Precario non potranno n dovranno essere considerate come capitoli di bilancio da tagliare, classificandole alla stregua di risparmi di gestione, che dovranno essere ricercati altrove. I Super tecnici incaricati, a vario titolo, di perseguire il Risanamento dei conti pubblici sono avvisati!

p. La Segreteria Confederale M. Blasi