You are on page 1of 8

Diario di Viaggio

:
Capodanno in Sicilia
2003/2004
28/12/2003 -> 13/01/2004
Paolo Pedaletti
paolo@pedaletti.it

Copyright (c) 2004 Paolo Pedaletti.
Si garantisce il permesso di copiare, distribuire e/o modificare questo documento
nei termini della Licenza GNU per la Documentazione Libera, Versione 1.2 o
qualsiasi versione successiva pubblicata da Free Software Foundation senza
Sezioni Non Modificabili, senza Testi di Copertina e senza Testi di Retro-
Copertina.
Una copia della licenza è inclusa nella sezione intitolata:
"Licenza GNU per la Documentazione Libera".
ADDÌ 28 DICEMBRE 2003, DOMENICA

ore 8:40 locali: atterro a Catania (isola di Sicilia)
Subito mi vengono incontro degli indigeni che mi offrono ori (?), incenso (?),
birra, CD, accendini....
(forse perché mi hanno visto venire dal cielo ed è da poco passato Natale...)
Cerco di seminarli, ma non sembrano pericolosi.
Il mio contatto locale (tale Don Angelo con moglie Vera) mi accoglie a
braccia aperte.
Nel pomeriggio visito alcuni villaggi limitrofi con una giovane guida locale
(tale GianPaolo o GiamPaolo, mai capito...)
Visite guidate ad Aci Trezza, Aci Castello, S.M. la Scala.
Gli indigeni parlano una strana lingua raramente comprensibile ma sono
ospitali.

ADDÌ 29 DICEMBRE 2003, LUNEDÌ

A causa del cambio di fuso orario solo in tarda mattinata riesco ad uscire e a
perlustrare i dintorni di Acireale, grazie all'aiuto del mio contatto locale
(Don Angelo) perché la guida più giovane deve ancora riprendersi dalla
fatica della sera precedente.
ore 15:00 mi aggrego ad una carovana con destinazione Palermo [Catania-Palermo
11.90 €]

ore 18:00 salto sulla prima carovana con destinazione Trapani [Palermo-Trapani 7.00 €]
dove arrivo alle ore 20:00.
Giunto nella remota città di Trapani ("Qui inizia l'Italia"), cerco un posto per
dormire.
Indicazioni: secondo scoglio a destra e poi dritto fino all'àncora ...
Mentre vago alla ricerca di una cozza libera per la notte mi prendo il primo
acquazzone del millennio del posto.
In breve tempo mi accorgo di avere le scarpe modello spugna.
La prima cozza è piena, la seconda no (purtroppo).
Pensione ad una stella punta (arrotondata, per giunta).
Mi addormento su una branda sognando un domani migliore per tutta
l'umanità (e quindi anche per me).

ADDÌ 30 DICEMBRE 2003, Martedì

Sveglia all'alba, grazie al mio fisico atletico che si è subito ripreso dal
cambiamento di fuso orario.
Pago il conto [16.00 €] e saluto.
L'arzillo bisnonno dell'amministratore delegato (e unico rappresentante
legale) della pensione mi augura "Tante Cose" (sicuramente un messaggio
allusivo sospetto, chissà quanto mi costeranno...)
Il volo per Lampedusa è alle 20:50, nel frattempo vagabondo la città
mangiando 2 arancini [2 x 0.80 €]
Sul promontorio, 5 ragazzini mi accerchiano e con aria minacciosa mi
chiedono 'na siga (prima volta in vita mia che mi pento di non fumare)
Con Aria Minacciosa rispondo loro che ero molto dispiaciuto, ma in quel
momento non potevo soddisfare la loro richiesta, seppur basata su valide
esigenze, e che ero disposto a raccontare loro una favola in cambio della
vita...
La sera vado in pellegrinaggio all'aeroporto [3.20 € bus]
Chiedo il biglietto per Lampedusa, me lo fanno per Pantelleria.
Faccio notare che lo spelling è diverso....
Tutti i posti sono prenotati.
Cena frugale in aeroporto [panzarotto + H2O, 2.50 €]
Ritorno nell'albergo ad 1 stella punta (sempre più arrotondata).
Il bisnonno dell'amministratore delegato mi (ri)accoglie a braccia aperte,
modello "figliol prodigo".

ADDÌ 31 DICEMBRE 2003, Mercoledì

Anche questa mattina, come tutte le mattine, il bisnonno
dell'amministratore delegato augura "Tante Cose" all'unico inquilino
dell'albergo che abbia mai avuto il coraggio di tornare a dormire nella cozza
a 1 stella punta.
Decido di andare a Erice a fare capodanno, visto che anche i posti per il volo
di questa sera sono incerti (e non voglio rischiare di passare capodanno in
aeroporto).
Meteo: l'unico temporale del sud Italia che non sa dove fare capodanno è
venuto a Trapani.
Pensieri cupi si affacciano alla mente ("Peggio di così non si può")
...
GRANDINA! (↺↻☠!☢✖!!!☠ %$"¶•×☠§☠ %†‡↺↻! ¿&/£ @#|!!!)
...
Arrivo a Erice (750 m. s.l.m.).
Un cane di nessuno, vento, nebbia, freddo, pioggia.
Che bello, sembra proprio di essere a casa, su al nord!
Poi però le condizioni migliorano.
Un cane di nessuno, vento, nebbia, freddo.
Faccio merenda [cannolo siciliano + paste di mandorla, 4.00 €]
Cerco un ristorante dove dilapidare i miei soldi per il cenone di capodanno.
Cena "frugale" di capodanno [26.00 €] :
vassoio con antipasto di frutti mare, primo piatto ricolmo di pasta con
melanzane, secondo piatto ricolmo di pesce, frutta, H2O.
"Vuole anche il dolce?"
"No, grazie (BURP!)",
peccato che non accettino i buoni pasto... (chissà se fanno catering,
continente incluso).

ADDÌ 1 GENNAIO 2004, Giovedì

Dopo aver fatto una colazione "virtuale" (?) e saldato il conto dell'albergo
[60.00 €], la simpatica e graziosa ragazza novantenne alla reception mi saluta

calorosamente augurandomi "Tante Cose" (ammò).
In mattinata, giro per Erice alla ricerca del Portone della Conoscenza
(Centro Studi Ettore Majorana)
Pranzo [11.00 €]: caponata di melanzane, strozzapreti con basilico prezzemolo
mandorle pinoli olio e uovo di tonno albino con pedigree.
Da bere: H2O levissima di Sondrio (giuro! ma possibile che tra Erice e
Sondrio non ci sia una fontana potabile più vicina???).
E' il 1 gennaio e per la prima volta in vita mia mi accorgo che i mezzi
pubblici festeggiano, anzi, latitano.
Dietro suggerimento della ragazza novantenne mi metto a fare l'autostop
alla porta di Erice in attesa di un Buon Samaritano.
Riesco a commuovere un macellaio in Mercedes che mi offre un passaggio
fino all'aeroporto.
Durante il tragitto l'autista cerca di convincermi che la mafia non esiste. Io,
OVVIAMENTE, concordo con lui.
All'aeroporto mi saluta augurandomi "Tante Cose" (ammò!!??)
ore 20:50 partenza per Lampedusa.
ore 21:40 atterro a Lampedusa.
Sono in attesa del bagaglio e penso che non so ancora dove passare la notte
e a come fare per trovare un posto letto senza aver prenotato niente.
Nessun problema.
Un indigeno (Carmelo) mi ha già puntato e in poco tempo riesce a
convincermi a seguirlo.
Mi offre a modico prezzo [20.00 €/notte] un appartamento vista entroterra (buio
completo).
Accetto.

ADDÌ 2 GENNAIO 2004, Venerdì

Giro turistico per Lampedusa con Carmelo che ammette:
"Quando era più povera era più pulita..." (triste verità) (vento)
ore 12:30 Rinfresco al bar [2 arancini + cassata, 3.50 €] (vento)
Pomeriggio in giro per il paese (sempre vento)
ore 13:00 assisto allo sbarco di 6 clandestini che credevo pescatori, ma poi
capisco che i pescatori non vengono accolti da una motovedetta della
guardia costiera... (vento)
La sera, cena in un ristorante tutto per me [20.00 €] (vento)
Tornato in appartamento, mi rendo conto che anche a Lampedusa ogni tanto
sarebbe comodo avere un emettitore di raggi infrarossi (alias
riscaldamento).
Come si dice, la necessità aguzza l'ingegno.
Decido di inventare "La Sauna".
Mi chiudo in bagno, apro tutti i rubinetti con l'acqua calda, mi spoglio e
aspetto...
In 5 minuti riesco ad appannare i vetri e finire completamente l'acqua del
boiler che per riprendersi impiegherà tutta la notte ...
Ok, decido di riscaldarmi andando a letto sotto 3 coperte.
Mi addormento pensando a come perfezionare l'invenzione ...
ADDÌ 3 GENNAIO 2004, Sabato

Colazione [latte + 2 brioches, 2.50 € ]
In giro per Lampedusa a piedi fino al canile lungo la scogliera (vento).
ore 10:00 piove e tira vento e mi bagno.
ore 11:00 smette di piovere e il vento mi asciuga.
ore 14:00 piove e tira vento e mi bagno.
ore 15:00 smette di piovere e il vento mi asciuga.
(a saperlo mi portavo il sapone...)
Torno in paese.
Idea!
Casualmente in un negozio di antiquariato locale trovo un emettitore di aria
calda [asciugacapelli 25.00 €]
Spesa alimentari supermercato [16.29 €] . (vento)
Festa per il paese: sono arrivati i rifornimenti via aereo [frutta 2.50 €]
(Ah! Si! Lampedusa è isolata dalla Sicilia a causa del mare mosso da diversi
giorni, quindi i rifornimenti arrivano via aereo).
Cena in casa con televisione recuperata (niente extra sull'affitto, WOW!)
Dopo cena, provo il nuovo strumento di riscaldamento:
alla terza velocità "girmi" dopo soli 20 minuti riesco ad asciugare un calzino.
Un vero successo della mente umana contro le avversità della natura.
Mi imbosco sotto le coperte cercando l'oblio... (fuori, vento)

ADDÌ 4 GENNAIO 2004, Domenica

Decido (anch'io) di riposarmi finalmente un giorno. (vento)
Mentre mi dedico alle faccende domestiche (stendo la biancheria lavata sul
balcone) un colpo di vento più forte del solito fa chiudere la porta e rimango
chiuso fuori.
Attimi di panico (sono in boxer e maglietta) (e tira vento)
Ok, ho un piano.
Rientro alla Diabolik (dalla finestra, dopo aver banalmente smontato le
veneziane in plastica)

ADDÌ 5 GENNAIO 2004, Lunedì

ore 5:00 Sveglia per fotografare l'Alba (vento)
Vestito e con la macchina fotografica in mano mi siedo sul letto guardando
la finestra (buio pesto)
ore 5:15 cerco di calcolare mentalmente le effèmeridi locali
ore 5:30 è ancora buio pesto
ore 5:45 ... bah! avrò sbagliato giorno?
ore 6:00 il sole è in ritardo...
ore 6:15 ecchecavolo! come minimo su al nord a quest'ora il sole è già
stanco di lavo.... splendere, e qui ancora non si fa vedere...
ore 6:25 vado in bagno ...
ore 6:26 CAVOLO, IL SOLE! ma da dove è saltato fuori? Corro alla spiaggia
più vicina per fotografarlo.
ore 9:00 girovagando per il paese mi fermo un attimo all'incrocio tra due vie
per cercare di orientarmi.
FATAL ERROR.
In pochi secondi mi rapisce tale Don Pino del bar dell'Amicizia che mi
mostra i sui appartamenti nel caso avessi bisogno (anche se gli faccio
notare che ho già un alloggio), poi mi trascina al bar a parlare della guerra,
delle poesie che compone (bellissime, ovviamente), degli articoli di giornale,
di Claudio Baglioni, dei turisti tedeschi, ...
ore 12:00 mi arrendo e riesco ad evadere dal bar dopo aver pagato un
riscatto di 2 arancini, una bottiglia d'H2O e una fetta di cassata siciliana
[5.00 €].

Noleggio una bici [5.00 €/gg] e vado all'Isola dei Conigli.
Ne vedo 1 (in avanzato stato di decomposizione).
Scatto molte foto ma dei conigli c'è solo il ricordo nei cartelli e negli abitanti
del posto (oppure essendo inverno sono andati a svernare in Africa, magari,
forse, boh!).
Sulla strada di casa faccio la spesa al supermercato [8.45 €]
compro del pane [1.35 €] e un berretto [3.00 €] (non si sa mai...)

ADDÌ 6 GENNAIO 2004, Martedì

Il mare è un po' più calmo, ed è previsto l'arrivo della motonave.
Partenza di corsa dopo aver saldato il conto [130.0 €] con Carmelo che mi
augura "Tante Cose" (ammò!!!???).
Colazione in paese.
Traghetto Lampedusa-Porto Empedocle [27.90 €] .
Sono sul molo e ho già una strana sensazione, come di mal di mare...
ore 13:00 partenza da Lampedusa (dal mare si vede che è praticamente un
piano inclinato)
ore 16:00 partenza da Linosa (bella, next time...)
ore 23:00 arrivo a Porto Empedocle.
Gli autobus sono già a dormire, cerco un taxi che mi porti in città (che è
distante dal porto, in collina). Ne trovo uno, abbastanza anonimo (niente
insegne "TAXI", niente tassametro, autista improvvisato).
Mi siedo davanti. Mi dice di aspettare. Non capisco, IO SONO PRONTO.
Il tassista recupera altri clienti e altre valige.
Ho capito...
Aspettiamo ancora...
Non capiamo, NOI SIAMO PRONTI.
Dietro gli altri clienti borbottano lamentandosi del servizio, in lingua locale.
Io faccio la sfinge.
Il tassista carica sul tetto altre valige degli occupanti di un'altra macchina e
partiamo in carovana con l'altro taxi improvvisato.
ore 23:45 dopo diverse tappe per scaricare i vari bagagli e passeggeri
dell'altro taxi arriviamo al famigerato albergo (categoria 2 muffe)
ore 00:30 finalmente posso fare riposare le mie stanche membra su un letto
dopo questa lunga tappa.
(Appunto: strano! Il letto ondeggia)
ADDÌ 7 GENNAIO 2004, Mercoledì

L'albergo a 2 muffe [25.00 €/gg] è a mezza pensione ma la colazione è virtuale.
Sono tradizionalista e appena svoltato l'angolo mi faccio una colazione
classica in un bar [2 x 1.50 € brioches + latte]
Visita alla Valle dei Templi [2 x 0.80 € biglietti bus, 10.00 € entrata valle dei templi + museo + audioguida]
con stupore mi accorgo che la Valle dei Templi in realtà non è una valle, ma
una serie di colline.
All'uscita decido di prendere dei ricordini per i miei amici lassù al nord.
Ci sono 5 bancarelle e 5 venditori.
Le giro tutte, la merce è più o meno la stessa, i prezzi pure.
Ne scelgo uno a caso e compro 5 vasettini simil-terracotta.
Immediatamente gli altri 4 venditori accorrono a dare una mano per
confezionare le scatole dei vasetti (alla faccia della concorrenza!) [vasetti regalo, 5 x
10.00 €]

Mi informo per i bus in direzione Catania.
Troppo tardi, devo stare a Agrigento per un'altra notte [12.50 € ristorante/pizzeria]
[3.80 € brioches di dolce]

ADDÌ 8 GENNAIO 2004, Giovedì

Ultima notte nell'albergo a 2 muffe [25.00 €], stessa colazione ("virtuale") del
giorno prima, stessa colazione classica nel bar più vicino [latte + brioches, 1.60 €]
ore 9:45 riparto [bus Agrigento -> Catania 10.00 €]
ore 12:30 arrivo a Catania
Incontro di nuovo la mia guida locale Don Angelo.
Nel pomeriggio in giro per Acireale in cerca di una nuova batteria per
ricetrasmettitore tascabile da viaggio (cellulare) [28.00 €]

ADDÌ 9 GENNAIO 2004, Venerdì

Decido di avventurami da solo nella vicina città di Acireale [bus Acireale→CT 1.85 €]
Giro per il mercato del pesce (SPETTACOLO!) poi salgo fino in periferia
della città.
In una trattoria per soli indigeni decido di provare la cucina locale:
cannelloni, carciofo ripieno, H2O, fetta torta [5.55 €].
La cucina locale all'unanimità è promossa a pieni voti. [bus CT→Acireale 1.85 €]
Sera a casa.

ADDÌ 10 GENNAIO 2004, Sabato

Mattina in giro con Don Angelo per un non ben precisato trasloco...
pomeriggio da Zia Maria con Paolo e Giuseppina.
Sera giro a Caltagirone (SPETTACOLO!) scalinata e vasi (SPETTACOLARI)
Rientriamo a Catania per la cena, in un ristorante nel porto.
Menù a base di pesce in quantità spropositata.
Mi crescono le branchie... esco dal ristorante con le dita palmate.
ADDÌ 11 GENNAIO 2004, Domenica

Con la guida Senior locale e moglie Vera visitiamo Siracusa.
Entrata teatro greco e grotta di Dionisio [4.50 €]
Pranzo con zii a Grottaglie [45.00 €]
Sera passaggio da Giusy per l'immancabile PC da sistemare...

ADDÌ 12 GENNAIO 2004, Lunedì

ore 11:20 bus per Taormina [2.90 €]
Giro per Taormina (SPETTACOLO!).
Ammiro estasiato il colpo di genio dell'innesto apportato dai romani al
teatro greco atto a nascondere il meraviglioso litorale sottostante...
Giardino pubblico delizioso (con pennichella).
Ritorno al campo base di Acireale in bus per vie incredibilmente strette.

ADDÌ 13 GENNAIO 2004, Martedì

Ritorno nel Grande Nord.
Prima di partire riesco a trafugare alcune bontà locali (2 Kg di paste di
mandorle e 2 Kg di zeppole al miele)
All'aeroporto Don Angelo mi saluta e mi augura (ovviamente) "Tante cose".
Mi avvicino al check-in.
Mi sono ripromesso che se non mi fanno passare con il "dolce" carico in
eccesso piuttosto che lasciarglielo me lo mangio tutto davanti a loro.
Fortunatamente riesco a passare il check-in con i viveri di sopravvivenza
senza destare sospetti.
ore 17:30 decollo
ore 19:00 atterraggio a Milano-Linate
Ahhhh! finalmente l'aria familiare di Milano
(strano, non mi ero mai accorto che fosse così polverosa, e con quell'odore
di ... mah!)

Conclusione:

“Un gran bel viaggio.
Ho viaggiato molto e visto
"Tante Cose".

Related Interests