Mappa Concettuale Tessuto Connettivo

supporto meccanico e nutrizionale (passaggio nutrienti e metaboliti) controllo crescita e differenziamento barriera impenetrabile rene: regola permeabilità epitelio

GAG eparansolfato fibra collagene IV glicoprot. strutt. fibronectina (unica sintetizzata nel connettivo, altre nelle cellule), laminina, entactina collagene IV + laminina e entactina collagene III (reticolina) - legato a integrine su membrana tramite fibronectina lamina lucida (vicino a membrana plasmatica) lamina densa (intermedia) lamina reticolare (in continuità con connettivo)
adiposo catene proteiche legate a polisaccaridi ramificati

origine mesodermica
tessuto epiteliale, muscolare, nervoso

supporto strutturale

mediazione scambio metaboliti (vasi)

lasso

separazione supporto epiteli capsule organi resistenza trazione

strato di materiale extracellulare altamente condensato

confine tra epitelio e connettivo

membrane basali

propriamente detto

denso

tipi
3 strati

cartilagine scheletrici osso bianco bruno

deposito grasso temperatura neonato

aumentano adesività tra componenti matrice fibrillina costituente delle fibre elastiche (deposizione ordinata) responsabili di sintesi e mantenimento matrice

fibroblasti miofobroblasti (contrattili)

deposizione e orientamento collagene in matrice integrine recettori della fibronectina su membrana (legame con actina all'interno) continuità citoscheletro/matrice controlla legame cellule a matrice 2 molecole fibrillari principali fibronectina

accumulo e metabolismo grassi

adipociti mastociti

legame con componenti matrice

glicoproteine strutturali

Tessuto Connettivo

cellule

componenti

funzioni difensive e immunitarie

macrofagi tissutali globuli bianchi

legame a recettori di membrana (molecole di adesione)

maggior componente lamina basale

laminina sostanza fondamentale entactina tenascina proteine non filamentose matrice extracellulare fibre glicoproteine strutturali

si lega a laminina e collagene IV nelle membrane basali accrescimento cellule nervose nell'embrione si lega a integrine

3 catene α - 300 nm polimerizzano a formare fibre di collagene

presente in maggior parte dei connettivi secreto nella matrice come tropocollagene proteina più prodotta nel corpo materiale amorfo resistenza alla trazione

gel semiliquido mezzo per passaggio materiali proprietà meccaniche determinate da fibre presenti collagene

in connettivo fibroso, derma, tendini, legamenti, osso tipo I fibre rinforzate da ponti, poi ulteriormente avvolte cartilagine ialina, fini fibrille disperse in sostanza fondamentale non forma fibrille, struttura a rete nelle membrane basali fibrille che si ancorano a membrane basali tipo II 19 tipi tipo IV tipo VII

sostanza fondamentale

o mucopolisaccaridi non ramificate 7 tipi catene polisaccaridiche lunghe formate da ripetizioni di disaccaridi disaccaridi: acido uronico e N-acetil glucosamina/galattosamina carichi negativamente non solfati acido ialuronico condroitin-, dermatan-, eparan-, eparin-, cheratan-

fibre
fibre reticolari

glicosaminoglicani GAGS

supporto reticolare in organi ad alta cellularità (fegato, midollo osseo, organi linfoidi)

collagene di tipo III

fibrille e fogli discontinui in matrice della pelle, dei polmoni e dei vasi proprietà di allungamento e ritorno elastico polimerizza nei tessuti extracellualri polimerizzazione richiede presenza fibrillina sintetizzata da fibroblasti sotto forma di tropoelastina

solfati legati a proteine --> proteoglicani elastina non flessibili forma espansa idrofiliche: legano acqua e ioni costituiscono fluido extracellulare

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful