You are on page 1of 7

I PREPARATIVI PROGGETTA IL TUO MATRIMONIO Essere organizzate la chiave per districarsi nelle sceltee godersi poi il gran giorno.

. Decidi quale stile dare al tuo matrimonio e poi rompi gli indugi, dai il via ai preparativi! Lo stile del matrimonio Labito, i fiori, il dolce sono tanti gli elementi che concorrono a definire una festa di nozze: sceglierli significadare un tocco personale alla cerimonia. Larmonia Il segreto di un bel matrimonio quello di armonizzare tutti gli elementi, infondo un po come pensare ad un film. Non bisogna sommare semplicemente quello che ci piace , ma bisogna fare una scelta dinsieme. Si pu partire dallabito o dal tipo di cerimonia solenne, classica, bucolica, marina e poi coordinare via via tutto il resto. Oppre si pu prender spunto dalla stagione. Anche una passione comune pu essere una fonte di ispirazione Il colore La scelta del colore o dei colori un ottima lineaguida che assicura continuit. Se labito bianco assoluto, avorio o champagne si pu disporre di tutta la scala cromatica, mentre se il modello colorato bisogna fare attenzione a no esagerare, a trovare il giusto equilibrio. Si consideri che oro ed argento danno un tocco di luminosa ricchezza , che i toni pastellorosa, giallo, azzurro, verde acqua sono molto delicati, che il rosso allegro ma impegnativo. Si pu anche scegliere un colore e poi declinarlo nelle varie sfumature Gli accostamenti cromatici Giallo sole e blu. Rosa e verde menta. Tutti i pastelli. Giallo, arancioe ramato. Rosso, oro e verde foresta. Rosae rosso. Argento e blu, azzurro o lilla. I matrimoni a tema Per ambientare una festa si pu anche partire da una passione, dal luogo in cui ci ritrova, dal periodo dellanno. Sesi sceglie un castello si deve provvedere ad una musica di sottofondo a tema , cosi come per le partecipazioni che devono essere classiche ed il men di ispirazione storica. E chiaro che ritratta di una scelta impegnativa: occorreranno dei particolari speciali, retr, ma anche un pizzico di ironia. Si pu personalizzare un matrimonio vicino al mare decorando la tavola condelle conchiglie, un banchetto a base di pesce ed un centro tavola con delle candele galleggianti. Un matrimonio in campagna si presta ad un buffet campestre, con prodotti tipici, ma anche qualche tocco country per sedie, tovaglie e posate. Se ci si sposa in montagna il centrotavola potrebbe avere come base delle pigne di pino, sedie decorate con fiori di prato e tanto altro. Anche il calendario pu dire la sua, nastri doro e coccarde a natale, per questo il matrimonio unoccsaione unica per dare un grande party, giusto non porre limiti alla fantasia.

IL FIDANZAMENTO IL FIDANZAMNETO: PARTY O NO Tutto il tempo che precede il matrimonio un tempo congestionato, pieno di cose da fare, da decideree da risolvere, ma- pensando al futuro- mai dimenticarsi di assaporare il persente. Lanello Lidea che un uomo regali un anello come simbolo del proprio amore piace ancora. Anche le donne meno tradizionaliste capitolano, lo desiderano e si commuovono nel riceverlo. Il classico anello di fidanzamento un solitario composto da diamante taglio brillante, ma si pu scegliere tranquillamente un rubino, una ametista uno smeraldo: tutto dipende dai gusti. Le fedi Oggi le pi diffuse sono la francesina e la mantovana; sottile e leggermente bombata la prima mentre la seconda pi alta re pi piatta. Il party di fidanzamento Non obbligatorio, ma ci sono dei motivi che potrebbero renderlo utile, nel caso in cui uno dei due sposi viva in altre citt in altro paese. Si pu offrire un buff o semplicemente qualcosa da bere. Laddio al nubilato La festa fr amiche di addio al nubilato sta diventando sempre di pi piacevole abitudine. Pu essere organizzata a sorpresa dalla mica pi vicina anche se bene informarsi prima sugli impegni della sposa ed i suoi desideri. Il party pu tenersi in una location affittata per loccasione oppure in una grande casa. Si pu preparare ad una cena da preparare tutte insieme in allegria, o un finesettimana in campagna oppure in una beauty farm. Le partecipazioni, gli inviti, i menu,i segna posti rappresentano una irrinunciabile tradizione, ma allo stesso tempo loccasione per esprimere la tua personalite dare un tocco in pi. Le partecipazioni Possono essere considerate il biglietto da visita degli sposi. Se si in pochi si posso scrivere anche a mano, altrimenti decisamente pi pratico farle stampare; sono i genitori ad annunciare le nozze dei rispettivi figli: lei sulla sinistra, lui sulla destra. Le madri compaiono dopo il padre con il nome da sposate e quello da nubili. Al centro luogo ed ora della cerimonia, sotto la futura residenza degli sposi, assolutamente da evitare i titoli professionali. GLI INVITATI Ebello condividere una giornata di felicit con la famiglia e gli amici: tanti o pochi, contribuiscono alla riuscita della festa. Deve essere per tutti una giornata indimenticabile. La lista degli ospiti Compilarla non semplice, puoi desiderare di fare un matrimonio raccolto in una piccola chiesa oppure con tanti amici. Per razionalizzare la compilazione dellelenco, si possono consultare prima i rispettivi genitori, ma lultima parola spetta a voi due. Occorre infatti ricordare che la vostra giornata e che giusto accontentare i parenti, ma proteggendosi da eventuali forzature.

Una volta fissato il numero ideale si pu iniziare la lista di massima, per poidepennare gli esuberi, tenendo presente che la media delle conferme corrisponde a circa il settanta per cento degli inviti. Non eccedere una regola importante una regola importante per non uscire dal budget, finendo poi col penalizzare altre voci. Si dovrebbe trovare il tempoe il modo di dedicare qualche minuto a ciascun ospite. Invitare i bambini Una festa con i bambini pi festa. Simpatici, allegri, divertenti, portano sempre qualche piccolo buffo imprevisto. Se hai deciso di farti accompagnare dalle damigellee/o paggetti dando loro qualche piccolo compito, devi prevedere qualche prova e poi saranno bravissimi. In un ingresso trionfale la damigella apre il corteo nuziale tenendo in mano un piccolo bouquet o un cestino di petali, accanto a lei i paggetto porta il cuscino con le fedi. Al termine della cerimonia i paggetti riaprono il corteo nuziale per luscita. Ma il loro compito non finito, poich durante il ricevimento aiutano gli sposi nella distribuzione delle bomboniere e dei confetti. LA CERIMONIA Labito per te, labito per lo sposo, per i paggetti e le damigelle; lacconciatura, il trucco: insieme a tanti altri dettagli sono parte integrante della cerimonia. Damigelle e paggetti Sono solitamente i nipoti o figli di amici che hanno una et compresa fra i quattro e i dieci anni. E la sposa a pensare al loro abbigliamento: un investito intonato al suo per le femmine, pantaloni eleganti e giacca o solo camicia, ma elegante, per i maschi . Labito della sposa La scelta di quello giusto un mix di diversi elementi: il tono della cerimonia, le caratteristiche fisiche della sposa, i suoi sogni, le tendenze della moda. Per iniziare ad orientarti, sfoglia le pagine del nostro sito, nella sezione moda, in modo da farti un idea su linee, lunghezze, tessuti, decori, colori. Anche restando sul classico bianco , scoprirai che esistono tanti tipi di sfumature, quelle calde tendenti al panna, al crema, allavorio, al rosato e quelle fredde come il bianco ottico, il ghiaccio, gli azzurrati, i perlati e i tendenti al grigio. Rivolgetevi al nostro atelier risulta la scelta pi sicura, qui puoi trovare un ampia gamma di modelli da provare per capire, se sono adatti alla tua figura. Gia dal primo appuntamento vi aiuteremo a sciogliere ogni dubbio, ricordandovi che sar necessaria un'altra prova per mettere labito a misura, con lultima e definitiva prova a pochi giorni dal matrimono, in modo che la taglia siaveramente quella giusta. Gli stili PRINCIPESSA : E labito svasato per eccellenza , dalle linee svasate sui fianchi, classico e sofisticato. IMPERO : Un effetto sontuoso per un tagliodel punto vita spostato sotto il seno e la gonna montata con differenti ampiezze TUBINO : Una struttura semplice che consente tante variazioni sul tema, innanzitutto sulla sceltadi tessuti , scolli, bordure e ricami. SOTTOVESTE : Di taglio essenziale, per una figura affusolata, in tessuti fluidi. PALLONCINO : Si caratterizza per la combinazione di corpino aderente e gonna ampia

I tessuti La scelta pu essere causale o detta dallestetica, innanzitutto bisogna tener presente la stagione. Lo strascico Conferisce allabito un tono maestoso, specialmente nelle sue versioni pi impegnative ma anche una coda di poche decine di centimetri pu essere bella. La lingerie E importante scegliere bene la lingerie da indossare sotto labito, esistono aziende specializzate in questo settoredi ultima generazione, presenti nel nostro atelier. Il velo E assolutamente facoltativo, si porta solo se lo desiderate, esistono varie lunghezze di velo, quello allamericana con la tipica calata che deve sollevare lo sposo dinanzi allaltare, quello triangolare pi disinvolto e spiritoso ed il velo pi formale lungo da due a sette metri. Lacconciatura I capelli possono essere acconciati con fiori freschi in armonia con il bouquet, ma la scelta conseguente a quella dellabito. Le scarpe Rappresentano un elemento fondamentale e no secondario, devono avere una bellalinea e di buona qualit, sempre intonate con labito. Le calze Se ne pu fare a meno solo in piena estate solo con i sandali, scelte velate, impalpabili e finissime in un colore che si avvicini alla tonalit di abito e scarpe I guanti Sono sempre meno obbligatori, belli quelli lunghi sino al gomito, da portare con abito senza manica, quelli al poslso si adattano a qualsiasi modello. IL GRANDE GIORNO In chiesa o in comune, la cerimonia rappresenta il cuore del grangiorno. Poi i festeggiamenti possono iniziare.. Varie formule e varie idee Il luogo E importante scegliere il luogo adatto: si tartta di decidere la cornice della giornata , lambientazione, latmosfera. Il colpo docchio, la prima impressione e poi i ricordi dipendono anche da dove si svolgono la cerimonia e la festa Tipi di location Luoghi affascinanti, originali, pieni di magia ed atmosfera: ville depoca, casali, ristoranti, lofferta ricca e varia bisogna solo sapersi orientare. I fiori per il ricevimento Unarea cui sicuramente dedicare la massima attenzione lingresso del luogo del ricevimento. Se il ricevimento prosegue sino alla sera le luci sono dei punti di grande suggestione, cosi come le candele creano sempre unatmosfera magica. Il tavolo degli sposi deve sempre prevedere un centrotavola importante, o un grande

composizione di fioriche verranno ripresi sugli altri tavoli pi in piccolo. La musica La sua importanza oggi ampiamente riconosciuta, scegliendo anche la musica dal vivo. Cerimonia, banchetto, intrattenimento, pur in modo diverso hanno bisogno di un accompagnamento musicale4, indispensabile per dare solennit e dare atmosfera. Le foto ed il video Fermare tante emozioni per ricordare una giornate davvero speciale per ricreare atmosfere e sentimenti, non un compito facile. Devi scegliere con accuratezza e affidarti solo a professionisti di comprovata esperienza. Sarebbe un vero peccato ritrovarsi con del material non allaltezza: diventerebbe un imperdonabile rimpianto. Le cose che portano bene

La tradizione vuole che la sposa porti con se il giorno del matrimonio 6 cose: - una cosa prestata: ad indicare l 'affetto delle persone care che rimangono vicine in questo passaggio dal vecchio al nuovo. una cosa regalata: a ricordare il bene delle persone care. - una cosa blu: anticamente il colore blu era il colore che simboleggiava la purezza ed era il colore dell' abito della sposa. - una cosa vecchia: che simboleggia la vita che si lascia alle spalle e l'importanza del passato che non deve essere dimenticato nella transizione verso la nuova. - una cosa nuova: che simboleggia la nuova vita che sta per iniziare, indica tutti i nuovi traguardi e le novit che porter con s.

Le

Fedi

L'usanza di portare la fede all'anulare sinistro risale addirittura all'epoca degli antichi Egizi. Essi credevano infatti di aver individuato una vena che, partendo dall'anulare sinistro, arrivasse fino al cuore: lungo questa vena pensavano che corressero i sentimenti. "Legare" l'anulare significava quindi garantirsi la fedelt. Per incoronare e sigillare l 'unione tra gli sposi gi gli antichi Romani si scambiavano anelli di ferro, per l'antica legge ebraica le fedi avevano ancor pi importanza, infatti ritenevano che solo lo scambio di questi anelli fosse sufficiente a rendere legale il matrimonio. Nel Medioevo, quando non aveva ancora preso totalmente piede lo scambio degli anelli, la "fede" era di grande fattura e di pari preziosit, spesso lo sposo inanellava la sposa con tre anelli. In alcune regioni d'Italia anche chiamata "vera", termine veneto-slavo, che significa fedelt, all'interno si soliti incidere la data del matrimonio ed il nome della Sposa in quella di lui ed il nome dello Sposo in quella di lei. La tradizione vuole che sia lo Sposo a pagarle ed a conservarle fino al momento dello scambio, ma spesso sono i testimoni a regalarle. Saranno poi i pagetti a portarle sull'altare per la benedizione. Le fedi pi indossate sono la "francesina", la classica oppure la piatta. Chi preferisce qualcosa meno tradizionale pu optare per un modello incrociato a pi cerchi, oppure pu scegliere la vera con un piccolo diamante, o addirittura con una serie di diamanti.

L'abito

da

sposa

La tradizione dell'abito bianco per la sposa risale all'Ottocento e rappresenta verginit e purezza. Le spose romane erano avvolte invece da veli gialli e arancione. Le donne cinesi vestivano in rosso. Rosso ancora oggi il colore nuziale delle spose indiane. Le spose longobarde vestivano solo una tunica nera. Le spose bizantine delle classi pi ricche indossavano vesti di seta rossa con ricami in oro e pietre preziose. Nel Medio Evo e nel Rinascimento gli abiti nuziali erano molto colorati, cos da essere indossati anche in seguito, durante le feste. Il colore pi usato, in ogni modo, era il rosso, perch si riteneva che propiziasse le nascite. Oggi oltre al colore bianco si predilige il beige.

Il

Velo

nuziale

Il velo proviene dalle usanze del popolo romano che veniva usato non come segno di pudore da parte della sposa, ma a quei tempi i matrimoni venivano concordati per interessi e per motivi politici tant che i due futuri sposi non avevano neanche la possibilit di incontrarsi prima delle nozze. La sposa copriva allora il suo volto fino alla fine della cerimonia per evitare possibile ripensamenti. Al termine della cerimonia la sposa mostrava il suo aspetto evi immaginate che sorprese quei poveri sposi!!!

Confetti

Per tradizione, nell'antichit venivano confezionati in preziosi sacchetti di tulle, oggi in pizzo, per il giorno del matrimonio, devono essere rigorosamente di colore bianco e sempre in numero dispari di solito cinque, per rappresentare le qualit della vita che non devono mancare nella vita degli sposi: Salute Fertilit vita Felicit Ricchezza

Lunga

La tradizione prevede che la coppia di sposi giri tra i tavoli dopo il taglio della torta. Lo sposo regger un vassoio d'argento con i confetti, la sposa li servir agli invitati con un cucchiaio anch'esso in argento sempre in numero dispari.

La

dote

Secondo la tradizione lo sposo, per tutto il primo anno di matrimonio non doveva sostenere spese per l 'abbigliamento della moglie e quindi la famiglia di lei forniva gli abiti, biancheria e accessori.

Bomboniere
La tradizione le vuole classiche realizzate in cristallo, argento, limoges e soprattutto uguali per tutti, non esistono parenti e amici meno importanti di altri.

Il Bouquet

Riso

Il riso ai tempi dei pagani veniva gettato sugli sposi per simboleggiare una pioggia di fertilit. Il bouquet secondo la tradizione, l'ultimo omaggio dello sposo per la sposa e chiude il ciclo del fidanzamento. L'usanza vuole che lo sposo lo faccia recapitare al mattino a

casa della sposa anche se in realt la sposa stessa a sceglierlo in quanto deve armonizzare con il suo abito. In alcuni paesi addirittura la suocera a regalarlo. Alla fine del ricevimento sar lanciato a caso tra tutte le ragazze nubili: chi riuscir ad afferrarlo dovrebbe sposarsi entro l'anno. L'usanza di ornare la sposa con i fiori antichissima e nasce dal mondo arabo. Qui la donna che doveva sposarsi veniva ornata, il giorno delle nozze, con i fiori d'arancio, bianchi e delicati, simbolo di fertilit. L'usanza nata come augurio per la sposa di avere una prole numerosa. Mentre antichi Egizi ornavano la sposa di fiori profumati ed erbe odorose, per allontanare gli spiriti maligni .

Le

Damigelle

della

Sposa

Gli antichi egizi, credevano che gli spiriti cattivi si radunassero il giorno delle nozze nel luogo del matrimonio per rovinare la buona e lieta atmosfera. Per questo motivo, le amiche della sposa vestivano con abiti lussuosi e seguivano la sposa per confondere gli spiriti maligni, che non potendo riconoscere la sposa non potevano augurale sfortune e nefasti.

Luna

di

miele

Gli sposini dell'antica Roma erano soliti mangiare del miele per tutta la durata di " una luna " dopo il matrimonio (forse anche per riprendere le forze dopo la lunga giornata). Da qui l'origine del detto -luna di miele- ad indicare i primi, dolci momenti della vita di coppia.

Ed

altro

ancora...

La tradizione di sollevare tra le braccia la sposa e solcare la soglia della nuova casa risale all'antica Roma: facevano cos per evitare che inciampasse, presagio infausto, perch significava che le divinit non la volevano accogliere. La tradizione vuole che gli sposi non si vedano e si parlino prima della cerimonia nuziale. Il fiore d'arancio simboleggia purezza e verginit. La tradizione vuole che il fidanzato ne regali un mazzetto, legato con un nastrino bianco, alla futura Moglie. Ai tempi delle corti secondo la tradizione l'uomo rapiva la sua preferita e scappava in groppa al suo cavallo cingendola con braccio sinistro, mentre con il destro guidava il suo destriero lontano dal villaggio , in pi per difendere la sua amata, usava, il destro per impugnare le armi. In alcuni paesi per tradizione, la sera precedente al matrimonio lo sposo organizza una serenata sotto la finestra della futura sposa. Lo accompagnano parenti e amici e naturalmente un musicista con il violino, la chitarra o la fisarmonica. A fine serenata un ricco buffet per tutti in segno di ringraziamento viene offerto dai genitori della sposa.