You are on page 1of 42

CRITICA E TESTI

Theodor Herzl
DAS NEUE GHETTO
IL NUOVO GHETTO
A cura di Maria Teresa Dal Monte
Testo originale a fronte
ARCIPELAGO EDIZIONI
T
h
e
o
d
o
r

H
e
r
z
l
D
A
S

N
E
U
E

G
H
E
T
T
O

/

I
L

N
U
O
V
O

G
H
E
T
T
O
:nvobov nvvzi
AS NU GHTT
Introduzione, traduzione e note
di Maria Teresa Dal Monte
:ii~xo :o+:
Das neue Ghetto stato tradotto in italiano, pcr la prima volta, con scnsibilita cd
cllicacia da ugcnia Angclillo nclla sua tcsi di laurca (Theodor Herzl als Thea-
terschriftsteller: Das neue Ghetto, a.a. 1995/96, Univcrsita Ca Foscari di \cnczia).
A qucsta traduzionc, chc ho scguito comc rclatricc, la prcscntc dcvc molto.
2012 Maria Tcrcsa al Montc
2012 pcr la prcscntc cdizionc: Arcipclago dizioni
!S8N 9788876954696
Prima edizione: giugno 2012
\ia G.8. Pcrgolcsi, 12
20090 Trczzano sul Naviglio Milano
inloCarcipclagocdizioni.com
www.arcipclagocdizioni.com
Tutti i diritti riservati
Ristampc:
7 6 5 4 3 2 1 0
2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012
victata la riproduzionc, anchc parzialc, con qualsiasi mczzo cllcttuata, comprcsa la
lotocopia, anchc ad uso intcrno o didattico, non autorizzata.
Lcditorc a disposizionc dcgli avcnti diritto con i quali non gli stato possibilc comunicarc,
pcr cvcntuali involontaric omissioni o incsattczzc nclla citazionc dcllc lonti c/o dcllc loto
ixbicv
Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
i Gcncsi dcl dramma ovvcro
dcllimpcgno politico di Hcrzl pcr la causa cbraica ++
a) Ccrco mc stcsso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22
b) ducazionc politica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30
c) !l romanzo dcllautorc
o il dramma dcl dramma . . . . . . . . . . . . . . . 46
d) Arthur Schnitzlcr lcggc Das Ghetto. . . . . . . 50
c) Un altro uomo, un altro artista . . . . . . . . . 60
l ) a Das Ghetto a Das neue Ghetto . . . . . . . . . 71
ii Un dramma c insicmc una lasc di politica cbraica. . 79
a) \icnna 1893: lantiscmitismo politico. . . . . 79
b) !l principio di Samucl. . . . . . . . . . . . . . . . 86
c) La situazionc politicosocialc
condiziona gli uomini . . . . . . . . . . . . . . . 98
d) Vasscrstcin o la vcrsionc tragicomica
dcll homo oeconomicus . . . . . . . . . . . . . . . . . 102
c) Un linalc apcrto. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 107
l ) Das neue Ghetto sullc sccnc . . . . . . . . . . . . . 112
iii Considcrazioni conclusivc. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 121
Lcttcratura c politica in Thcodor Hcrzl . . . . . 121
Bibliograf ia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 133
Thcodor Hcrzl, Il nuovo Ghetto.
Traduzionc con tcsto a lrontc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 141
Indice delle illustrazioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . +
Thcodor Hcrzl, Il primo testamento letterario
Traduzionc con tcsto a lrontc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 333
a Pinchas Selinger
Friedrich Beer, busto di Theodor Herzl,
Parigi, novembre 1894.
!NTRUZ!N
i
GeneSi del drAMMA
ovvero delliMPeGno PoliTiCo di Herzl
Per lA CAUSA eBrAiCA
quando nellottobre 1891 assume a Parigi lincarico di cor-
rispondente della Neue Freie Presse viennese, Theodor Herzl
sta vivendo una profonda crisi esistenziale sul piano affettivo,
come autore drammatico e come ebreo
1
. e la sua crisi, dolorosa
ma feconda, a tratti esaltante, da cui nasce la conversione ad
un ebraismo consapevole e militante, rivelata in primo luogo
dalle lettere e dai diari. Perch anche a lui non estranea la
passione per lautoanalisi che contrassegna i rappresentanti
dello Jung-Wien (la Giovane vienna)
2
, nella cui area culturale
gravita. imbevuti di cultura francese, cresciuti alla scuola di
1
Facendo un bilancio dellesperienza parigina ormai al termine, scri-
ver a Heinrich Teweles da Parigi il 19 maggio 1895: Allorch quattro
anni fa facevo un viaggio in Spagna, che avrebbe dovuto portarmi in
Africa, e non pensavo al lavoro di giornalista mi si offr di divenire cor-
rispondente parigino della Neue Freie Presse, stavo attraversando di-
verse dure crisi.Una di queste era legata alla mia produzione teatrale:
Herzl, THeodor, Briefe und Tagebcher. Briefe 1895-1898, Bd. 4,
Frankfurt/Main-Berlin, 38-39. da qui in avanti BT 4. Cfr. anche Herzl,
T., Briefe und Tagebcher. Briefe 1866-1895, Berlin, Frankfurt/Main,
Wien, 426-479. da qui BT 1
2
Cfr. le rider, JACqUeS, Das Ende der Illusion: Die Wiener Moderne
und die Krisen der Identitt, Wien, 1990 (Modernit viennoise et crises
de lidentit, Paris, 1990), 55.
12 THeodor Herzl, Il nuovo ghetto
nietzsche, conterranei e contemporanei di ernst Mach e di Sig-
mund Freud, gli Jung-Wiener (i Giovani viennesi) sono infatti
in gran parte di ascendenza ebraica o ebrei. e a questi lanti-
semitismo contribuisce ulteriormente a scalzare ogni certezza.
la crisi dello scrittore teatrale si rivela a pieno nel docu-
mento deccezione che il carteggio con Arthur Schnitzler tra
il 1892 e il 1895. esso si trasforma dal novembre 1894 in un
confronto sul suo primo e ultimo dramma dargomento
ebraico, Das Ghetto (il ghetto), pi tardi Das neue Ghetto (il
nuovo ghetto), che rappresenta la focalizzazione e linizio del
superamento dei suoi problemi esistenziali pi urgenti. la sio-
nista Martha Hofmann che nel 1925 si intrattiene con Schnitz-
ler su Herzl, tema delle sue conferenze, sostiene nel 1931, alla
morte dello scrittore, che nessuno aveva avuto maggior co-
noscenza degli anni pi tragici nella vita di Herzl, quelli pari-
gini, di Arthur Schnitzler. Come ebbe modo di approfondire
nei colloqui che ebbe con lui Herzl credeva di essere un uomo
irrimediabilmente fallito, finch ritrov il suo vero io
3
. Par-
ticolarmente significativi sono a questo proposito i diari, scritti
da Herzl a Parigi, a cominciare dal giugno 1895, con il titolo
Die Judensache (la causa ebraica). essi sono entrati a far
parte dei diari sionistici come primo libro e parte del secondo
e descrivono retrospettivamente, a volte con maggiori dettagli
di quanto avvenga nelle lettere contemporanee alla stesura del-
lopera, anche la genesi del dramma Das Ghetto che viene
quindi acquisito al travaglio della svolta al sionismo. questi
diari sono un documento letterario, umano, politico
4
, unico
3
HoFMAnn, MArTHA, Arthur Schnitzler und Theodor Herzl (1931) in:
lindken, HAnS UlriCH, Arthur Schnitzler. Aspekte und Akzente, Frank-
furt/Main, 1987, 77-78; Schnitzler accenna a Martha Hofmann nei diari
il 21/2/1925, Tagebuch. 1923-26, 230. da qui S. Tg.
4
Bein, Alex: Einfhrung in Herzl, T., Briefe und Tagebcher-Zionis-
tisches Tagebuch 1895-1899, Berlin, Frankfurt/Main, Wien, Bd. 2, 9. da
qui zT 1.
Maria Teresa dal Monte, Introduzione 13
nel suo genere. Presentano infatti, anche con flash-back, la
presa di coscienza da parte di Herzl della sua identit ebraica,
linizio della sua azione politica in difesa dellebraismo e
dellelaborazione del grande disegno che nel giro di poco
tempo prender forma essenziale in Der Judenstaat. Versuch
einer modernen Lsung der Judenfrage (lo stato degli ebrei.
Progetto per una soluzione moderna della questione ebraica).
Colpisce nei diari parigini lautocoscienza dellintellet-
tuale di fine 800, cui familiare lo psicologismo, formulato
in campo letterario nel 1890 da Hermann Bahr, teorico dello
Jung-Wien, per il quale i mutamenti dellanima
5
non sono
razionalizzabili e descrivibili secondo un preciso ordine cro-
nologico, in base a chiari rapporti di causa-effetto e i cambia-
menti interiori si rivelerebbero allimprovviso senza che sia
possibile ripercorrere con procedimenti logici il processo che
li ha prodotti. quanto allo Judenstaat, che in questi diari in
embrione, la sua nascita si delinea mediante una sorta di col-
lage aforistico-associativo dei bigliettini sui quali in ogni mo-
mento della giornata aveva annotato con una sorta di
automatismo, pensieri pregnanti quanto frammentari, senza
esercitare di proposito, autocritica, come egli stesso rivela
per non paralizzare il flusso delle idee
6
. elaboro il pro-
getto? no! il progetto che elabora me. Sarebbe unidea co-
atta, se dal principio alla fine non fosse cos ragionevole. Per
stati del genere si usava prima lespressione ispirazione (zT
1, 124). Sono considerazioni ancora una volta, mutuando un
termine di Herzl stesso, di un raffinato fin de siclist per il
quale la via verso il sionismo procede attraverso un intreccio
5
die Wandlungen der Seele in: BAHr, HerMAnn, Die neue Psycho-
logie in: Das Junge Wien i, Tbingen, 1976, 100. da qui in avanti citato
con J.W. i, J.W. ii.
6
Herzl, T., Briefe und Tagebcher. Zionistisches Tagebuch 1895-1899,
Berlin, Frankfurt/M., Wien, Bd.2, zT 1, 62.
14 THeodor Herzl, Il nuovo ghetto
di letteratura e disegno politico, di cui il dramma Das neue
Ghetto gi unespressione significativa. Ma che si coglie
anche nella struttura stessa dei primi diari sionistici, in cui
evidente come la fantasia e la creativit dello scrittore alimen-
tino lidea di un nuovo stato fa notare lo stesso Herzl fa-
cendosi strada prepotentemente come erba verde fra le pietre
della pavimentazione stradale delle idee pratiche, politiche,
legislative (zT 1,107), fatto che troverebbe elettivamente
comprensione tra gli artisti. Das Ghetto preceduto e seguito
non a caso da progetti di romanzi dargomento ebraico. Gi
durante il viaggio nel corso del quale riceve la proposta di di-
venire corrispondente della Neue Freie Presse a Parigi,
pensava soprattutto ad unopera narrativa dal titolo Samuel
Kohn che avrebbe avuto a protagonista un amico carissimo,
Heinrich kana, suicidatosi a Berlino nel febbraio 1891, uno
degli intellettuali poveri, che a differenza degli ebrei ricchi,
non avevano nessuna difesa contro lantisemitismo. Come
io sia passato dalle idee per un romanzo a concezioni pratiche
per me gi un mistero, sebbene ci sia avvenuto nelle ultime
settimane. qualcosa che si produce nellinconscio(zT 1,
52), annota Herzl. Se gi nella commedia Der Schwanenhals
(la tagliola a collo di cigno) del 1888 un personaggio scopre
il ruolo giocato nella sua vita sentimentale dallinconscio
7
,
Herzl sente ora spesso il bisogno di ricorrere a questo con-
7
konrad dice infatti per gioco ad una donna di amarla, finch si ac-
corge che il sentimento autentico: non sapevo damarla. stato come
se le mie parole avessero ridestato in me linconscio lho amata sem-
pre fin dal primo giorno, Achtbare Leute, Gente rispettabile (Der
Schwanenhals) 130-131 (Archivi sionistici di Gerusalemme H iv B 20e).
Herzl sembra considerare lopera, mai rappresentata, un esempio della
propria produzione valida ma non riconosciuta. HeinriCH TeWeleS la cita
invece nel suo libro di ricordi Theater und Publikum, Prag, 1927, 119,
come prima commedia di Herzl, messa in scena al landestheater di
Praga, presumibilmente per un lapsus.
Maria Teresa dal Monte, Introduzione 15
cetto, nellimpossibilit di razionalizzare laccavallarsi, il non
chiaro succedersi dei passaggi interiori al momento della
svolta che far di lui il fondatore del sionismo politico. Per
non parlare del fatto che lantisemitismo, con cui sempre pi
si confronta, ovviamente un fenomeno che come pochi si
presta ad evocare pulsioni inconsce e irrazionali. Allincon-
scio Herzl accenna infatti pi volte nel carteggio parigino e
ad apertura dei diari sulla causa ebraica. Scrive qui che ma-
tur oscuramente nel [suo] inconscio una visione, non tanto
politica quanto speculativo-teorica (zT 1,48) della storia
degli ebrei in rapporto allantisemitismo, fenomeno questul-
timo che a sua volta gli appare forte quanto inconscio nelle
masse (ivi, 49). Si tratta di una diagnosi dei condizionamenti
subiti dagli ebrei nel corso dei secoli, degli effetti che avreb-
bero prodotto sul loro carattere e che in qualche misura spie-
gherebbero lantisemitismo moderno, esposta per la prima
volta al critico teatrale ludwig Speidel nellestate 1894 du-
rante una vacanza in Austria, e confluita poi in parte nel
dramma Das Ghetto. Herzl ci tiene a sottolineare che essa
emerge in lui con organicit e coerenza allimprovviso, anche se
evidentemente il frutto di una lunga riflessione, di cui forse
impossibile stabilire con precisione gli inizi.
A Baden, presso vienna, al ritorno dallincontro con Spei-
del, Herzl viene insultato in carrozza da due giovani scono-
sciuti che passando per strada hanno appena intravvisto nella
semioscurit il suo naso e la sua barba da ebreo (ivi,50). e
questo scoppio irrazionale di crudelt nei suoi confronti os-
serva a posteriori nei diari rischia di vanificare la tentata,
disperata razionalizzazione dellantisemitismo, da lui com-
piuta quel giorno, che avrebbe dovuto permettere di combat-
terlo e prevenirlo.
i cambiamenti dellanimo di Herzl sembrano procedere a
balzi. il 17 ottobre 1894, poco prima di iniziare la stesura del
dramma, che egli stesso vede poi come il chiaro preludio a
16 THeodor Herzl, Il nuovo ghetto
Der Judenstaat e pochi mesi prima dellinizio dei diari, de-
nominati Die Judensache, era apparsa sulla Neue Freie
Presse nel feuilleton dedicato ai teatri parigini una sua re-
censione teatrale della Femme de Claude di Alexandre dumas
figlio, in cui si definisce illusoria, non senza consapevolezza,
la speranza di uno dei personaggi, lebreo daniel, nella rico-
stituzione di una patria ebraica in Palestina e nel riunirsi di
genti che non avrebbero avuto pi nulla in comune se non
loppressione, la vessazione, di cui erano vittime nelle diverse
nazioni in cui vivevano.
la prima stesura del dramma, come testimoniano inequivo-
cabilmente le lettere, avviene tra il 21 ottobre e l8 novembre
1894. la revisione immediatamente successiva terminata, se-
condo quanto Herzl stesso annota sul manoscritto, entro il 31
dicembre in conformit ad alcuni suggerimenti di Schnitzler.
Posteriore unulteriore ridimensionamento degli interventi
pi lunghi dei personaggi ancora in obbedienza alle critiche di
Schnitzler, senza che i contenuti essenziali mu tino.veramente
trasformato invece successivamente, anche per influsso del
presidente della comunit ebraica di Praga, il rapporto di cop-
pia del protagonista Jakob Samuel, che nella redazione iniziale
tradisce in Herzl, in particolare nella figura della moglie Her-
mine, il contemporaneo di ibsen e Strindberg. valenza politica
diversa ha poi nella versione definitiva il finale del dramma,
che aveva indignato Schnitzler per leccessiva rassegnazione
e remissivit con cui il protagonista ac cettava di dover morire
in seguito ad un duello con un antisemita. A questo riguardo
potrebbe avere avuto un ruolo, oltre alle critiche di Schnitzler,
il caso dreyfus, come sembra rivelarglisi il 19 dicembre 1894
nel corso del primo processo, a cui egli assiste.
8
intrigante
8
lo storico Pierre Miquel scrive che dreyfus fu arrestato il 15 ottobre,
ma che la stampa reag solo due settimane dopo. e Le Figaro parla di
sospetti seri nei confronti dellufficiale francese il primo novembre. Mi-
qUel, Pierre, La troisime rpublique (1989), Fayard, 2004, 390.
Maria Teresa dal Monte, Introduzione 17
il rapporto del dramma con il celebre affaire. nel 1894 e nel
1895, gli anni in cui scrive Das Ghetto, Herzl d infatti grande
rilievo alloccasione che glielo avrebbe ispirato. Si tratta di
una seduta presso lo scultore austriaco Friedrich Beer che a
Parigi gli fa un busto. Con lui ha una folgorante conversa-
zione sulle condizioni dellebreo moderno a vienna, ideale
continuazione del colloquio con Speidel, giudicata determi-
nante per la genesi dellopera. ne testimoniano il carteggio e
il diario Die Judensache del 1895. Ma a cominciare dalla fine
del 1897 in avanti mette invece in rapporto sempre pi stretto
Das Ghetto con il caso dreyfus. entrano in gioco quindi fat-
tori come il filtro, ora illuminante, ora mistificante del ri-
cordo, la dimensione interiore del tempo, particolarmente
sensibili in relazione ad avvenimenti traumatici, ma soprat-
tutto una progressiva presa di coscienza di ci che aveva si-
gnificato veramente per lui come per tutti gli ebrei il caso
dreyfus. legami dellopera con questultimo vengono rile-
vati nel diario del novembre 1897, quando Herzl la legge con
successo in pubblico presso il governatore dellAustria infe-
riore kielsmansegg, su invito del direttore del Carltheater
Franz von Jauner, che aveva gi preso visione del dramma,
si era entusiasmato, aveva riso, pianto. ed espresso preoc-
cupazioni solo per la censura, in previsione di rappresentarlo
di l a poco. Al termine della lettura Herzl si intrattiene con il
governatore sullaffare dreyfus che tornato alla ribalta,
come lo era tre anni prima, quando aveva composto Das
Ghetto (zT 1, 555/556). nel maggio 1898 scriver allunghe-
rese Adolph Agai che Das neue Ghetto, definito appunto in
questa lettera frutto preliminare dello Judenstaat, era stato
ispirato dal primo processo dreyfus. nella cronaca che Herzl
ne aveva fatto allora per la Neue Freie Presse (nr. 10893,
20.12.1894) si coglie lammirazione per la dignit dellim-
putato, la sua sicurezza, la sua serenit, rivelata anche dal lin-
guaggio dei gesti, nonostante i segni di un invecchiamento
18 THeodor Herzl, Il nuovo ghetto
repentino, testimoni di grandi sofferenze. Anche se Herzl non
dice mai, forse volutamente per non apparire partigiano, che
dreyfus ebreo, n di credere alla sua innocenza. Cita invece
il difensore del capitano il quale lamenta che da sette setti-
mane lonore di un ufficiale dellesercito francese fosse stato
lasciato in balia di gente che raccontava storie raccapric-
cianti. di queste Herzl era ben informato e, come rivelano i
suoi comunicati sulla Neue Freie Presse, aveva contribuito
a diffonderle da cronista imparziale fin dallinizio.
il trentun ottobre si limita in verit a comunicare larresto
di un ufficiale per alto tradimento, senza farne il nome (n.F.P.,
1.11.1894, 9). Ancora il cinque novembre riferisce di una
nuova fantasiosa e pittoresca versione del caso dreyfus che
vede il capitano in qualit di preda caduta nella trappola di
unaffascinante spia italiana (n.F.P., 6.11.1894, 7). Proprio
lotto novembre, data in cui termina la prima stesura del
dram ma, come comunica lo stesso giorno a Schnitzler (BT 1,
553), la Neue Freie Presse pubblica alcune sue note che san-
ciscono linequivocabile colpevolezza di dreyfus, ricono-
sciuto reo di aver venduto segreti militari alla Germania
(n.F.P., 8.11.1894, 9). in un posteriore scritto politico fonda-
mentale, Zionismus (Sionismo) del 1899, sostiene comunque
senza mezzi termini che stato il primo processo dreyfus a
fare di lui un sionista. e ancora qui afferma che fin da princi-
pio qualsiasi ebreo aveva ritenuto il tradimento del capitano
dreyfus, felicemente integrato e socialmente appagato, psi-
cologicamente impossibile
9
. Si dovrebbe ipotizzare dunque
che tutte le cronache, inviate da Herzl alla Neue Freie
Presse prima del 19 dicembre nascondessero, se mai incon-
sapevolmente, il suo vero pensiero?
9
Herzl T., Zionismus in: THeodor HerzlS Zionistische Schriften,
hrsg. v. leon kellner, Berlin, 2. Teil, 122-123.
Maria Teresa dal Monte, Introduzione 19
Das neue Ghetto, che mette in scena lantisemitismo vien-
nese, di certo influenzato dal progressivo, perturbante rive-
larsi a Herzl del vero volto dellantisemitismo francese, al
primo impatto non valutato a pieno, che culmina nel caso
dreyfus. i segni premonitori del celebre affaire, percezioni
dellinnocenza di dreyfus, avute probabilmente fin dallinizio
e rivelatesi dopo pochi anni fondate, si sovrappongono pi
tardi per Herzl. comunque di sicuro possibile che le vicende
del capitano abbiano condizionato per qualche aspetto la rie-
laborazione dellopera che continua oltre il 31 dicembre 1894.
il primo e ultimo dramma di argomento ebraico di Herzl,
viennese nato e vissuto fino a 18 anni a Budapest, rid un
ruolo primario allebraismo di un suddito dellimpero absbur-
gico, mai negato, sempre reattivo allantisemitismo, ma ri-
masto fino allora sotto la soglia della [sua] coscienza (BT
4,50). Ci scompagina la dimensione astratta di cittadino au-
stro-ungarico che, grazie a quel vuoto di nazionalit, egli era
riuscito come pochi fino allora ad impersonare. questo pro-
cesso, di cui Herzl per primo riconosce la complessit, il ruolo
che in esso giocano pulsioni inconsce contrastanti, viene qui
ripercorso, in un tentativo di razionalizzazione dello stesso,
a cominciare dal viaggio del 1891, durante il quale riceve lin-
carico di corrispondente parigino della Neue Freie Presse
e di cui Parigi diviene la meta finale, non senza flash-back.
non si pu non accennare infatti a temi che riemergono
dal passato come fiumi carsici, se pure con una nuova forza
e consapevolezza: ad esempio, il ruolo che i problemi socio-
economici rivestono nel provocare il nuovo antisemitismo di
fine secolo gi argomento essenziale del commento al libro
di eugen dhring Die Judenfrage als Racen-Sitten-und-Cul-
turfrage (la questione ebraica come questione razziale, mo-
rale e culturale), contenuto nei diari del 1882 (BT 1, 611-616).
lo rileva Herzl stesso, considerandolo linizio vero del suo
confronto con la questione ebraica. questo commento, di cui
20 THeodor Herzl, Il nuovo ghetto
non manca di sottolineare la perdurante validit, anche
frutto della sua frequentazione delle lezioni di giuristi, socio-
logi e professori di economia politica come lorenz von Stein
e Anton Menger. Perch, se come dir Hermann Bahr, recen-
sendo nel 1898 la prima di Das neue Ghetto, Herzl diventa a
Parigi un uomo vero, un uomo intero da uomo a met
che era, riappropriandosi della propria dimensione ebraica,
vale a dire dei propri istinti (JW ii, 811-812) profondi e ri-
mossi, non meno la dimensione del giurista che riemerge a
Parigi, stimolata e arricchita dalla sua presenza assidua a Pa-
lais Bourbon. Herzl, che dal 1885 si era considerato ormai
solo un autore drammatico e un prosatore, non solo diventa
giornalista politico, come fino allora non era stato, ma riac-
quisisce unaltra componente molto ebraica della cultura della
borghesia liberale austriaca, formata in misura notevole da
ebrei, vale a dire quella legale di marchio moralistico-scien-
tifico, abbandonata da molti intellettuali a favore di quella
psicologico-estetizzante
10
. in Das neue Ghetto, dramma poli-
tico che si distacca in maniera decisa dalla sua produzione
teatrale precedente, infatti un avvocato, con cui lautore in
gran parte si identifica, che affronta e si fa carico dei problemi
sociali per realizzare il convivere del massimo possibile di
giustizia sociale e di libert individuale, anche in funzione di
una soluzione della questione ebraica. il giurista Herzl che di
l a poco in Der Judenstaat organizzer lesodo degli ebrei
in un nuovo stato ebraico e si ricordi che il titolo dellopera
era in origine seguito da di Theodor Herzl, dottore in legge
ha quindi un antesignano nel protagonista di Das neue Ghetto.
in questo senso non ha torto il drammaturgo inglese david
Hare, il quale nel monologo Via Dolorosa (1998) sostiene che
10
SCHorSke, CArl e., Politica e psiche: Schnitzler e Hofmannsthal in
Vienna fin de sicle. Politica e cultura, Milano, 1981 (Fin de sicle
Vienna. Politics and culture, new York, 1961), 6-7.
Maria Teresa dal Monte, Introduzione 21
il Sionismo politico di Herzl, stato fondato idealmente con
un dramma dallautore teatrale
11
.
Gi nel giugno 1895, quando Herzl inizia i diari, definiti
poi sionistici, ed proiettato appassionatamente sulla solu-
zione pratica e tecnica della questione ebraica, il dramma
sembra essere da lui considerato un primo stadio, importante
ma superato di questo processo
12
. lautore teatrale lascia il
passo al politico, non senza nostalgie e ambivalenze. in realt
lamore di Herzl per il teatro, la fede nel suo ruolo catartico
e didattico insieme, che tanto avevano contribuito ad ispirar-
gli Das neue Ghetto, non verranno mai meno. nel 1904, in
punto di morte, disquisir infatti con Bahr, il cui nome era
stato sionistizzato alcuni anni prima da kraus, critico feroce
dello Jung-Wien e del sionismo, a Hermann Bar-kochba, se
egli fosse un autore drammatico di prima o di seconda cate-
goria. e gli racconter che in un momento clou della sua at-
tivit politica, mentre aspettava sul Bosforo di essere ricevuto
dal sultano, non aveva potuto non pensare un sol giorno che
le opere teatrali di ernst lothar, oggi dimenticato, venivano
rappresentate e le sue no
13
.
11
HAre, dAvid, Via Dolorosa & When Shall We Live ? london, 1998,
5.
12
nel novembre dello stesso anno, discutendo con lamico Heinrich Te-
weles di modifiche da apportare al testo,perch possa ottenere lappro-
vazione del presidente della Comunit ebraica di Praga ed essere qui
rappresentato, non ricorda pi il nome della protagonista femminile (BT,
4, 65).
13
BAHr, H., Prophet der Moderne. Tagebcher 1888-1904, (Hg. v. r.
Farkas), Wien, 1987, 193-194.
theoDoR heRZl
Das neue Ghetto
schauspIel In vIeR akten
theoDoR heRZl
Il nuovo Ghetto
DRamma In 4 attI
Dr. Max Nordau
in herzlicher Freundschaft zugeeignet
Al dott. Max Nordau
con sincera amicizia
peRsonen
hellmann
FRau hellmann
chaRlotte RheInbeRG
heRmIne samuel
samuel
FRau samuel
DR. Jakob samuel
RheInbeRG
WasseRsteIn
DR. FRIeDheImeR
RIttmeIsteR von schRamm
DR. bIchleR
DR. FRanZ WuRZlechneR
peteR veDnIk
eIn sollIZItatoR
WabI
kathI
ResI
eIn DIeneR
Zeit: 1893 ort der handlung: Wien
deren tchter }
peRsonaGGI
hellmann [imprenditore tessile]
la sIGnoRa hellmann [sua moglie]
chaRlotte RheInbeRG
heRmIne samuel
[sImon] samuel [orologiaio, padre di Jakob]
la sIGnoRa samuel [sua moglie]
Il DottoR Jakob [alias JacQues] samuel
[avvocato, marito di hermine]
[FRItZ] RheInbeRG
[agente di borsa, marito di charlotte]
[emanuel] WasseRsteIn [agente di borsa]
Il DottoR FRIeDheImeR [rabbino]
von schRamm, capitano di cavalleria [a riposo]
Il DottoR bIchleR [medico]
Il DottoR FRanZ WuRZlechneR [avvocato]
peteR veDnIk [minatore]
un collaboRatoRe
[dellavvocato Jakob samuel]
WabI [domestica degli hellmann e poi di hermine e
Jakob samuel]
kathI [domestica degli hellmann]
ResI [cuoca degli hellmann]
un DomestIco
lazione si svolge a vienna nel 1893
le loro figlie }
eRsteR akt
Salon. Tapezierer-Einrichtung vom Ende der Siebzigerjahre. Alles
glnzend und stark vergoldet. Haupteingang rechts. In der Mitte
hinten eine offene Balkontr. Der Balkon ist lang und schmal. Links
hinten breite ffnung nach dem Speisesaal. Man sieht ein Stck
des Bfetts. Links vorne eine ebenfalls offene Tr. berall Hoch-
zeitsgeschenke und Blumen.
eRste sZene
Kathi, Wabi, Resi, spter Bichler
kathI (beugt sich ber das Balkongitter, lugt aus)
WabI (ruft hinaus): siehst es?
kathI: ka spur noch!
ResI (sitzt): Der Rabbiner lasst sich halt Zeit. Reiche leut
habn lange hochzeit.
WabI: Ja, reich! solche brillanten habn s alle. Wie die kie-
selsteiner.
ResI: sind halt Juden!
kathI: na, Frau Resi, machens Ihners bequem?
ResI: Is ja nix zum kochen. (Deutet verchtlich hinaus):
alles fertig bstellt.
atto pRImo
Salotto tappezzato in stile fine anni settanta. tutto un luccicare
di dorature vistose. Ingresso principale sulla destra. In fondo al
centro una porta aperta d sul balcone lungo e stretto. A sinistra
un ampio passaggio conduce alla sala da pranzo. Si intravvede
una parte del buffet. Davanti a sinistra c unaltra porta aperta.
Regali di nozze e fiori dovunque.
scena pRIma
Kathi, Wabi, Resi, poi Bichler
kathI (si sporge dalla ringhiera del balcone per scrutare la
strada)
WabI (grida dallinterno): vedi qualcosa?
kathI: ancora niente!
ResI (seduta): Il rabbino se la prende con calma. tirano lo
sposalizio per le lunghe i ricchi.
WabI: Ricchi s! hanno tutti certi brillanti. Grossi come ciottoli.
ResI: sono ebrei, no?!
kathI: beh, signora Resi, si messa comoda?
ResI: non c da cucinare (fa un cenno di disprezzo verso
lesterno). tutto ordinato gi pronto.
150 theoDoR heRZl, Das neue Ghetto
kathI (setzt sich zu ihr): schn wars, unser Fruln hermin
in derer weien seiden.
WabI (setzt sich auch): mir gfallt der brutigam.
ResI: lassens mi aus: a Jud! so a nasen!
WabI: ah na, Frau Resi, sauber is er schon.
kathI: und a freindlicher guater herr. I kenn ihm.
bIchleR (ist eingetreten, steht schmunzelnd): Guten tag,
meine Damen!
kathI und WabI (springen kreischend und verlegen auf ): Jes-
sas, der herr Doktor!
ResI (erhebt sich langsam): kiss d hand!
bIchleR: na, wie gehts denn, Frau Resi?
kchIn: D Fa sind halt schlecht. na ja, in ganzen tag auf
die steiner in der kuchel.
bIchleR: Ich werde Ihnen salizyl geben.
kchIn: kiss d hand, herr Dokter! (Links hinten ab)
bIchleR (zieht seine Uhr heraus): um drei uhr Gratulation.
Ist denn noch niemand aus dem tempel zurck?
WabI: nein, herr Dokter!
bIchleR: Ist mein Geschenk gut angekommen?
kathI: Was war s denn, herr Dokter?
bIchleR: eine porzellanvase, alt-Wien.
kathI: Dpurzlansachen stehn da drin.
bIchleR: Zeigen sie mir s. (Links vorn ab, gefolgt von Kathi)
theoDoR heRZl, Il nuovo ghetto 151
kathI (si siede accanto a lei): era bella la nostra signorina
hermine col vestito di seta bianca.
WabI (anche lei si siede): a me piace lo sposo.
ResI: ma lasci perdere, un ebreo! con quel naso!
WabI: beh, signora Resi, attraente lo di certo.
kathI: ed anche un signore buono e gentile. lo conosco
bene
bIchleR ( entrato,sorridendo compiaciuto): buongiorno, si-
gnore!
kathI e WabI (balzano in piedi rumorosamente, imbaraz-
zate): Ges! Il signor dottore!
ResI (si tira su lentamente): bacio le mani!
bIchleR: allora come va, signora Resi?
la cuoca: I piedi sono conciati proprio male. capisce, tutto
il giorno sul pavimento di pietra della cucina.
bIchleR: le dar del salicilato.
la cuoca: bacio le mani, signor dottore! (esce dietro sulla
sinistra)
bIchleR (tira fuori lorologio): alle tre ci sono le felicita-
zioni. non ancora tornato nessuno dal tempio?
WabI: no, signor dottore.
bIchleR: arrivato bene il mio regalo?
kathI: che cosera, signor dottore?
bIchleR: un vaso di porcellana, vecchia vienna.
kathI: le cose di porcellana sono l dentro.
bIchleR: mi faccia vedere (esce davanti a sinistra,seguito da
Kathi).
152 theoDoR heRZl, Das neue Ghetto
ZWeIte sZene
Wasserstein, Wabi
WasseRsteIn (von rechts, in abgentzten, aber sorgfltig ge-
haltenen Kleidern; sein Zylinderhut ist fett, jedoch frisch-
gebgelt): Guten tag wnsch ich. Die herrschaften sind
noch nicht da?
WabI: nein, was wollen s?
WasseRsteIn: Wie heit, was ich will? Gratulieren will ich.
Ich bin ein Gratulant mein name ist Wasserstein.
WabI: nachher warten s a bisserl.
WasseRsteIn (blickt umher, fr sich): Fein! (Seufzt): nobel!
(Geht umher, betrachtet alles wie ein Schtzungskommissr):
elegant!... Wenn auch nicht neu. Fr diese Garnitur geb ich
doch noch heute achthundert Gulden sagen wir siebenhun-
dertfnfzig. Das ist sie wert (Seufzt): mein pech!... (Be-
trachtet einen Vorhang): ausgezeichnete Qualitt!
WabI: (beobachtet ihn misstrauisch, geht immer drei Schritte
hinter ihm her)
WasseRsteIn (bemerkt das pltzlich, fr sich): ah so! sie hat
kein vertrauen zu mir!... (Seufzt): Wasserstein, so siehst
Du aus? so weit bist Du herunter?... (Nimmt sich einen
Stuhl). sie erlauben doch, Frulein? Ich bin ein Gratu-
lant (Erblickt den Tisch mit den Hochzeitsgeschenken):
aha, das sind die hochzeitsgeschenke? nicht wahr, Fru-
lein?
WabI (sehr misstrauisch): Ja freili.
WasseRsteIn (geht an den Tisch): Groartig!... mein pech!
WabI (hlt sich dicht an ihn)
WasseRsteIn: aufstze! ein besteck psss fr vierundzwanzig
personen! und diese Girandolen! massiv! silber ist doch
schn trotz billigkeit! (Nimmt einen Leuchter in die Hand)
theoDoR heRZl, Il nuovo ghetto 153
scena seconDa
Wasserstein, Wabi
WasseRsteIn (entra da destra, indossa un vestito consunto
ma tenuto con la massima cura; il cappello a cilindro,
unto, stirato di fresco): buongiorno! I signori non sono
ancora arrivati?
WabI: no. cosa vuole?
WasseRsteIn: come, cosa voglio? voglio congratularmi.
sono venuto per felicitarmi... mi chiamo Wasserstein.
WabI: Dopo, aspetti ancora un po.
WasseRsteIn (si guarda intorno, tra s): Fantastico! (sospira)
che raffinatezza! (Va avanti e indietro esaminando tutto
come un ufficiale giudiziario che fa una stima) elegante!...
anche se non nuovo.per questo servizio oggi spenderei
ancora ottocento fiorini diciamo:settecentocinquanta. li
vale (sospira) che scalogna!... (osserva una tenda) ot-
tima qualit!
WabI (lo guarda con diffidenza e lo segue sempre a tre passi
di distanza)
WasseRsteIn (allimprovviso se ne accorge, tra s): ah, non
si fida proprio di me (sospira) Wasserstein, fai questa
impressione? sei finito cos in basso?... (si prende una
sedia) permette,signorina? voglio fare le congratula-
zioni (osserva il tavolo con i regali di nozze) Questi sono
i regali di nozze, non vero signorina?
WabI (pi diffidente che mai): s, certo.
WasseRsteIn (va al tavolo): Favolosi! ...che scalogna!
WabI (gli sta alle costole)
WasseRsteIn: alzate! un servizio di posate per ventiquattro
persone! e questi candelabri! largento massiccio proprio
bello anche se costa poco! (prende in mano un candeliere).
WasseRsteIn (entra da destra, indossa un vestito consunto ma te-
nuto con la massima cura; il cappello a cilindro, unto, stirato di
fresco): buongiorno! I signori non sono ancora arrivati? (atto I,
scena 1)
156 theoDoR heRZl, Das neue Ghetto
WabI: stehn lassen!
WasseRsteIn (lchelnd): Wie kommen sie mir vor, liebes
kind! Ich bin doch ein Gratulant.
WabI: alleseins. stehn lassen! (Will ihm in den Arm fallen)
WasseRsteIn: Wenn sie mich so freundlich bitten Ich bitte
sehr. aber sehn darf ich? mit den augen kann ich doch
nichts wegtragen, liebes kind? (Legt die Hnde auf den
Rcken, beugt sich ber den Tisch)
DRItte sZene
Vorige, Bichler
bIchleR (von links): alles echt, herr Wasserstein!
WasseRsteIn (berrascht): herr Doktor bichler! Ich habe die
ehre, herr Doktor! sie erkennen mich?
bIchleR: sonderbare Frage!
WasseRsteIn: mein Gott, einen menschen,dem es schlecht
geht, erkennen die wenigsten auf einmal sind alle kurz-
sichtig eine epidemische augenkrankheit. Ich mach jetzt
so eine epidemie durch.
bIchleR (setzt sich): Wollen wir uns nicht setzen?
WasseRsteIn: Gewiss. (Zu Wabi): sie sehen, liebes kind, ich
bin wirklich ein Gratulant (Zu Bichler): sie hat gehabt
kein vertrauen zu mir. (Setzt sich)
bIchleR (lacht): Ich stehe fr den herrn gut.
WabI (verlegen): I hab s ja net wissen knna. (Ab links hin-
ten)
bIchleR: also parterre, mein lieber?
WasseRsteIn: parterre? sagen sie, souterrain. Was ist noch
unter souterrain? Grundwasser? Ich bin im Grundwasser!
theoDoR heRZl, Il nuovo ghetto 157
WabI: lasci stare!
WasseRsteIn (sorridendo): come si permette, bambina cara?
Io sono qui per congratularmi.
WabI: comunque sia, non tocchi niente (Vuole trattenerlo per
un braccio)
WasseRsteIn: se me lo chiede con tanta cortesia prego! ma
guardare permesso,no? con gli occhi non posso portare via
niente, vero bambina cara? (Mette le mani dietro la schiena
e si china sul tavolo).
scena teRZa
I precedenti, Bichler
bIchleR (da sinistra): tutto autentico, signor Wasserstein!
WasseRsteIn (stupito): Dottor bichler! Riverisco, signor dot-
tore! mi riconosce?
bIchleR: che domanda!
WasseRsteIn: mio Dio, uno a cui le cose van male sono in
pochissimi a riconoscerlo allimprovviso diventano
tutti miopi come per una malattia epidemica agli occhi.
adesso io faccio esperienza di unepidemia del genere.
bIchleR (si siede): vogliamo sederci?
WasseRsteIn: certo. (A Wabi) vede, bambina cara, sono pro-
prio uno che vuole felicitarsi (A Bichler) non le ho ispi-
rato fiducia. (si siede)
bIchleR (ride): mi faccio garante io per il signore.
WabI (imbarazzata): non potevo davvero saperlo. (Esce die-
tro a sinistra).
bIchleR: Dunque a terra, mio caro?
WasseRsteIn: a terra? Dica pure seminterrato. anzi, cosa c
ancora sotto? lacqua sotterranea? ecco, allora io mi ri-
trovo nellacqua sotterranea.
158 theoDoR heRZl, Das neue Ghetto
bIchleR: alles an der brse verspielt?
WasseRsteIn: Ich hab gezahlt, bis ich fertig war. Dann
bIchleR: hrten sie auf zu spielen.
WasseRsteIn: Was fllt Ihnen ein? schuldig bin ich geblie-
ben, aus hab ich endlich bleiben mssen von der brs.
bIchleR: bitter! und was treiben sie jetzt?
WasseRsteIn: Ich geh an die brse.
bIchleR: aha, auen hin.
WasseRsteIn: nein, innen hinein. Rheinberg, der hellman-
nische schwiegersohn, hat mich ausgeglichen (seufzend):
fr billiges Geld Ich bin jetzt sein agent hierher bin
ich heute auch nur gekommen, um ihm die letzten kurse
anzusagen denn sonstWr ich sonst in diesem hause?
bIchleR: Warum?
WasseRsteIn: Ja, sie wissen ja nicht, dass ich ich das
Frulein hermine heiraten wollte und sollte!
bIchleR: ah bah!
WasseRsteIn: Wie sie mich da sehn. Das heit: nicht wie
sie mich da sehn, sondern wie ich vor einem Jahr war,
wie dieser anzug noch neu war. sie ist ja auch schuld an
meinem Ruin.
bIchleR: Wer? Frulein hermine?
WasseRsteIn: natrlich. um eine hellmannische tochter zu
heiraten, muss einer viel Geld haben.
bIchleR: herr hellmann ist doch nicht so reich.
WasseRsteIn: Ich schtze ihn auch nicht hoch. sagen wir
hunderttausend Gulden. und das steckt im Geschft. Wenn
er einmal stirbt was hoffentlich nie geschehen wird
bIchleR: hahaha!
WasseRsteIn: also kurz: nicht viel vermgen, groer Ge-
brauch, und die tchter sind erzogen fr millionre. Wie
theoDoR heRZl, Il nuovo ghetto 159
bIchleR: ha perduto tutto in borsa?
WasseRsteIn: ho pagato finch ho finito i soldi. poi
bIchleR: ha smesso di speculare.
WasseRsteIn: che cosa le viene in mente? ho fatto debiti,
alla fine sono dovuto restare fuori dalla borsa.
bIchleR: peccato! Di che cosa si occupa ora?
WasseRsteIn: vado in borsa.
bIchleR: ah, ma allesterno.
WasseRsteIn: no, dentro. Rheinberg, il genero degli hell-
mann ha pagato i miei debiti (sospirando) a poco prezzo
ora sono il suo agente anche oggi sono venuto qui solo
per fargli sapere le ultime quotazioni perch in caso con-
trario sarei in questa casa?
bIchleR: perch?
WasseRsteIn: Gi,ma lei non sa che io proprio io volevo
e dovevo sposare la signorina hermine!
bIchleR: caspita!
WasseRsteIn: come vero che lei mi vede qui. anzi: non
come lei mi vede ora, ma comero un anno fa, quando
questo vestito era ancora nuovo. la colpa della mia rovina
anche sua.
bIchleR: Di chi? Della signorina hermine?
WasseRsteIn: certamente. per sposare una figlia degli hell-
mann uno deve avere molti quattrini.
bIchleR: ma il signor hellmann non tanto ricco.
WasseRsteIn: anchio non lo considero molto facoltoso. Di-
ciamo centomila fiorini. e questa cifra investita nel-
lazienda. se lui morisse speriamo non succeda mai
bIchleR: ah!
WasseRsteIn: per farla breve: non un gran patrimonio, grandi
spese e figlie educate per sposare un milionario. Quando
160 theoDoR heRZl, Das neue Ghetto
ich mich also in Frulein hermine verliebt hab, sag ich
zu mir: Wasserstein, jetzt musst du ein millionr werden.
Ich hab mir genommen zum muster Rheinberg, der vor
drei Jahren die andere hellmannische geheiratet hat. Ich
hab also gekmpft, um Frulein hermine zu erobern. Ich
bin mit groen posten portugiesen in die lieb gegangen.
bIchleR: In die liebe?
WasseRsteIn: Das sagt man so. es heit kaufen. Ich hab
gekauft und gekauft, und die portugiesen sind gefallen und
gefallen. Ich hab gekmpft
bIchleR: und sie haben die schlacht verloren?
WasseRsteIn: Wie ein General.
bIchleR (steht auf, geht umher): Welche Formen die liebes-
werbung annehmen kann. Romeo kauft portugiesen.
WasseRsteIn: ach, mein lieber herr Doktor, ich konnte nicht
mehr rechnen, ich hab gehabt nur sie im kopf. Ich war ja
ganz vernarrt in dieses mdchen. sie ist so schn, so fein,
sie hat haare wie von Gold.
bIchleR: sie werden lyrisch!
WasseRsteIn: Was werd ich?
bIchleR: Ich meine: sie sprechen wie ein Dichter.
WasseRsteIn (tiefbetrbt): und jetzt ist alles weg: mein Geld
und das mdchen! Wenn ich wenigstens das Geld behalten
htte. aber alles verlieren! Das ist bitter.
bIchleR: Wenn sie ein philosoph wren, herr Wasserstein,
so wssten sie, dass Ihr Fall die notwendige ergnzung
der anderen Flle ist Ihr Fall ist der vershnende.
WasseRsteIn: entschuldigen sie: wieso?
bIchleR: Wenn man fr glckliches brsenspiel mit allen
Genssen der erde belohnt wird, so muss man fr un-
glckliches noch auerdem bestraft werden. Dem Rhein-
theoDoR heRZl, Il nuovo ghetto 161
mi sono innamorato della signorina hermine, mi sono
detto: Wasserstein, adesso bisogna che tu diventi miliona-
rio. ho preso a modello Rheinberg, che tre anni fa ha spo-
sato laltra figlia degli hellmann. Quindi ho lottato per
conquistare la signorina hermine. ho fatto la corte a
grandi partite di azioni portoghesi.
bIchleR: la corte?
WasseRsteIn: si dice cos. vuol dire comprare. ho conti-
nuato a comprare, e le portoghesi sono continuate a scen-
dere. Insomma ho combattuto
bIchleR: e ha perso la battaglia?
WasseRsteIn: come un generale.
bIchleR (si alza e cammina su e gi): ma guarda in quanti
modi si pu corteggiare una donna! Romeo compra le
portoghesi.
WasseRsteIn: ah, caro signor dottore, non ero pi in grado
neanche di contare, avevo in testa solo lei. ero innamorato
pazzo di questa ragazza. cos bella, cos fine, i suoi ca-
pelli sono come loro.
bIchleR: Diventa lirico!
WasseRsteIn: cosa divento?
bIchleR:voglio dire che parla come un poeta.
WasseRsteIn (sconsolato): e ora non ho pi niente, n i soldi
n la ragazza! se almeno mi fossero rimasti i soldi, ma
perdere tutto duro!
bIchleR: se lei fosse un filosofo, signor Wasserstein, sa-
prebbe che il suo caso il complemento necessario degli
altri casi il suo caso la compensazione.
WasseRsteIn: scusi perch?
bIchleR: se per un abile gioco in borsa si viene premiati con
tutte le gioie terrene, per uno sbagliato si deve essere pu-
162 theoDoR heRZl, Das neue Ghetto
berg ist s gelungen Ihnen ist s misslungen. Das gleicht
sich aus.
WasseRsteIn: auf ehre, gut.
bIchleR: so mssten sie das als philosoph ansehen.
WasseRsteIn: Ich bin aber kein philosoph. Im Gegenteil. und
wie ich jetzt im tempel war, ist mir das herz gebrochen.
Wie ich sie da gesehen hab neben dem Doktor samuel
stehen sie ganz wei, er ganz schwarz und wie ich
mir dabei gedacht hab: Wasserstein, wenn Du damals por-
tugiesen konterminiert httst mein pech! (Wischt sich
eine Trne aus dem Auge): Ich bin lieber weggegangen,
damit man mein elend nicht sehn soll. Ich bin verzweifelt
ber die aspernbrcke gegangen.
bIchleR: nein!
WasseRsteIn: Ja. Zur brse starke hausse in trkenlosen.
bIchleR (lacht): Ich dachte schon, sie wollten sich das leben
nehmen.
WasseRsteIn: Ich hab andere sorgen.
bIchleR: komisch, wie das zusammenhngt. Wenn sie rich-
tig spekuliert htten, wre das leben dreier menschen an-
ders ausgefallen.
WasseRsteIn: Wieso drei?
bIchleR: sie, Frulein hermine und Doktor samuel.
WasseRsteIn: kennen sie den Doktor samuel?
bIchleR: Ich fhrte ihn ja im hause hellmann ein.
WasseRsteIn: Ich hab geglaubt, durch einen heiratsvermitt-
ler.
bIchleR: samuel? Wo denken sie hin! Der ist anders. hrten
sie denn nie von ihm?
WasseRsteIn: Ich hrte oh ja. ein advokat. hat er viel zu
tun?
theoDoR heRZl, Il nuovo ghetto 163
niti. a Rheinberg andata bene, a lei no. le cose si bi-
lanciano.
WasseRsteIn: Giusto, certamente.
bIchleR: Dunque dovrebbe considerare la faccenda da filo-
sofo.
WasseRsteIn: ma io non sono un filosofo, al contrario. e
poco fa al tempio mi si spezzato il cuore. Quando lho
vista l,vicino al dottor samuel lei tutta in bianco, lui
tutto in nero e ho pensato: Wasserstein, se tu allora
avessi speculato al ribasso sulle portoghesiche scalo-
gna! (Si asciuga una lacrima). ho preferito andarmene
perch nessuno vedesse come soffrivo. In preda alla di-
sperazione, ho attraversato il ponte di aspern.
bIchleR: no!
WasseRsteIn: s, per andare in borsa i titoli turchi erano
in forte rialzo.
bIchleR (ride): Io credevo che volesse suicidarsi.
WasseRsteIn: ho altro a cui pensare.
bIchleR: strano come tutto sia collegato. se lei avesse
fatto un buon investimento, il destino di tre persone sa-
rebbe stato diverso.
WasseRsteIn: perch tre?
bIchleR: lei, la signorina hermine e il dottor samuel.
WasseRsteIn: conosce il dottor samuel?
bIchleR: lho presentato io agli hellmann.
WasseRsteIn: credevo fosse stato un mediatore di matri-
moni.
bIchleR: samuel? ma cosa le viene in mente? lui diverso.
non ne ha mai sentito parlare?
WasseRsteIn: ne ho sentito parlare s. un avvocato. ha
molto lavoro?