You are on page 1of 3

II Sport La Provincia

Lunedì 12 gennaio 2009

Prima divisione, giornata 18 6’


LA PARTITA AI RAGGI X

Pesaresi per Fietta, colpo di testa messo in angolo da Offredi


CREMONESE 1
Traversa colpita da Argilli su calcio d’angolo battuto da Vitofrancesco
PRO SESTO 1 18’ e velo in area di Viali. La palla calciata di da pochi passi colpisce il
Cremonese: G. Bianchi, montante e ribatte sulla linea
A. Bianchi, Pesaresi, Fiet-
ta, Viali, Argilli, Vitofrance- Tiro di Saverino deviato da un difensore. La palla si impenna, il
sco (dal 34’ st izzo), Tac- 20’
portiere Offredi la blocca ma scivola all’indietro. Dentro o fuori?
chinardi, Temelin, Saveri-
no, Guidetti (dal 17’st Pao- 21’ Tiro da lontano di Bedin, para Bianchi a terra
loni). A disposizione: Ca-
rotti, Chomakov, Ferare- 1’st Saverino per Guidetti, spettacolare rovesciata e parata di Offredi
se, Coda, Graziani. All.
Mondonico.
Pro Sesto: Offredi, Cam- Cremonese in vantaggio. Alberto Bianchi lancia in area dalla
6’ destra. Guidetti controlla, si gira, si porta la palla sul destro e
pi, Lambrughi, Bedin, infila di precisione la porta di Offredi
Preite, Perfetti, Fracassa-
etti (dal 1’st Marinoni e dal
34’ st Valtulina), Boisfer, 8’ Punizione di Saverino, palla sulla barriera e calcio d’angolo
Beretta, Bertolini, Maah.
A disposizione: Russo, Campi da destra per Beretta, che gira in porta. Bianchi è attento e
9’
Tursi, Di Quinzio, De Filip- para in due tempi
pis, Mbaye. All. Sala.
Arbitro: Bolano di Livor- 13’ Guidetti cerca il tiro a rientrare, ma in area era liberissimo Temelin
no (assistenti Poles di Por-
denone e Paiusco di Vi- Cremonese in dieci. Il portiere Giorgio Bianchi esce dall’area per
cenza). 17’ anticipare il lanciato Beretta e tocca la palla con le mani. Cartellino
Reti: nel st Guidetti al 6’, rosso, dentro Paoloni e fuori Guidetti
Boisfer al 39’.
Note: spettatori 4 mila cir- Punizione di Bedin per Bertolini, che calcia al volo di sinistro. La palla
ca (729 paganti, 2.733 ab- 30’
finisce fuori
bonati) per un incasso di
20.590 euro. Espulso G. Pareggio della Pro Sesto. Boisfer, in probabile posizione di
Bianchi al 17’ st per tocco 39’ fuorigioco, infila dopo che Lambrughi aveva superato il
di mano fuori area. Ammo- portiere Paoloni (forse sarebbe stato rigore)
niti Viali, Tacchinardi, Pao-
loni, Valtulina. Calci d’an- 41’ Punizione di Saverino, colpo di testa di Rizzo e palla fuori
golo 5-3 a favore della Cre-
monese.
47’ Doppio miracolo di Paoloni su tiri di Bertolini e Boisfer
Mazzo di fiori del club ‘Luzzara’ per ricordare la moglie Nanda

Supergoldi Guidetti,poiGiorgio Bianchi para di manofuori area e vieneespulso.La squadrain dieciviene raggiuntada Boisferall’84’

Cremo: più gioco, stesso risultato


Conla Pro Sestoallo Zini è 1-1, ma si vede già la manodel Mondo
di Giorgio Barbieri
CREMONA — Il gioco migliora,
Il mister avversaio
la condizione fisica sta raggiun-
gendo livelli accettabili, il modu- Sala: «Un punto
lo di Mondonico comincia ad en-
trare nella testa dei giocatori. che ci fa proseguire
Quello che purtroppo è rimasto
uguale a molte domeniche prece-
denti è il risultato. Ma non solo.
la striscia positiva»
Anche ieri nella sfida con la Pro
Sesto (1-1) abbiamo rivisto gli er-
rori ‘da panico’ che sono costati
tanti punti ai grigiorossi, troppe
disattenzioni difensive, una buo-
na dose di superficialità. E an-
che il solito arbitraggio da ‘dilet-
tanti allo sbaraglio’. Dei diretto-
ri di gara livornesi avevamo già
brutti ricordi dai tempi di Berga-
mo (ma allora si era in serie A) e
di tale Vuoto nella passata sta-
gione. Da ieri si è aggiunto an-
che Bolano, capace di ammonire
un solo giocatore della squadra Temelin si lamenta per il mancato assist di Guidetti La punizione di Saverino che finirà sulla barriera e poi in angolo
di Sala (nonostante ripetuti fal-
li, anche da dietro) contro i tre mento i giocatori anche senza tempo per la Pro Sesto c’è solo Bianchi decide l’uscita fuori golare e Paoloni lo aveva steso.
della Cremonese, incapace di ve- palla. Basterebbe guardare la un tiro da lontano ed una mi- area. Solo che, come contro il Ci poteva stare il rigore e il por-
dere (con lui l’assistente Poles) metamorfosi di Saverino, ieri schia in area grigiorossa. Un gol Foggia ai playoff, tocca di mano. tiere lo ha ammesso a fine gara.
un pallone dentro per i grigioros- per un tempo e mezzo l’uomo ca- straordinario su assist dalla de- Espulsione e squadra in dieci. Nel recupero Paoloni salva due Sala, mister della Pro Sesto
si e il gol del pareggio in fuorigio- pace di infilarsi fra le linee per stra di Alberto Bianchi: control- Mondonico decide di togliere volte la squadra.
co. dettare il passaggio e ricevere lo, passaggio di palla dal sinistro Guidetti per fare posto a Paolo- Ma nel primo tempo Argilli CREMONA — Il tecnico
Partiamo comunque dalle no- anche davanti al portiere avver- al destro e rasoterra vincente. ni fra i pali. Ma la Cremonese aveva colpito la traversa da po- della Pro Sesto Antonio
te positive. Il modulo con il cen- sario. Il vantaggio segnato da Poi, come spesso avviene a non riesce a ripartire, si chiude chi passi e il portiere Offredi su Sala ha creduto fino all’ul-
trocampo a rombo sta comincian- Guidetti, con un movimento ca- questa squadra, il patatrac al mi- sempre più. E ci sono giocatori tiro di Saverino deviato era sci- timo nella vittoria-sorpas-
do a funzionare, anche se non polavoro, al 6’ della ripresa face- nuto 17. Su una percussione gri- che scelgono la finezza alla con- volato all’indietro con la palla so. «La mia squadra ha fat-
tutti gli automatismi sono oliati va dunque presagire il ritorno al- giorossa rinvio lungo della dife- cretezza. Così da un fallo latera- fra le mani. Dentro o fuori? Il to una grande partita e
al punto giusto. La Cremonese la vittoria della formazione gri- sa milanese con Argilli tagliato le battuto male arriva il gol della dubbio rimane. Ma è possibile l’ha gestita bene, Guidetti
di Mondonico intanto non gioca giorossa. Peraltro nettamente fuori dalla traiettoria ed in ritar- Pro Sesto. Boisfer forse è in fuori- che quando c’è un dubbio que- ha segnato un bellissimo
più palla indietro, non fa fronzo- meritata sino a quel momento. do su Beretta. Attaccante quasi gioco quando spinge da due pas- st’anno sia sempre contro la Cre- gol ma noi abbiamo ribat-
li ma è concreta, tiene in movi- Sul taccuino infatti nel primo in area e "kamikaze" Giorgio si, ma Lambrughi era partito re- monese? tuto e alla fine potevamo
fare il colpaccio. In sinte-
si, bene così: in casa di
una grande abbiamo otte-
nuto un punto che fa pro-
Hanno detto che... Giaretta, ds dei milanesi: Abbiamo meritato il pareggio contro una grande’ seguire la striscia positi-
va. Siamo a cinque punti

Morfeo: «Ho visto una bella grinta» dai playoff: so dove può ar-
rivare questa squadra, so-
no gli altri a dover avere
paura».
L’ex dg Randazzo: ‘Rammarico per la vittoria sfuggita’ Un giudizio sull’arbitro,
dato che i grigiorossi han-
● Domenico Morfeo (fantasista grigioros- no protestato in occasione
del vostro pareggio? «Non
so). «E’ presto per dare dei giudizi perchè ci ha assegnato un rigore
quando ci sono le feste di mezzo è tutto fal- alla fine perchè non se la
sato. Non ci siamo allenati a causa dei cam- sentiva visto che aveva
pi innevati, però ho visto grinta e voglia. già espulso il portiere. Il
Questa è la base giusta». fuorigioco? Bisogna rive-
● Giacomo Randazzo (ex dg grigiorosso). dere la posizione di Boi-
«C’è rammarico. La vittoria era legittima, sfer quando è partito, è
la squadra era giustamente premiata per- chiaro invece che al mo-
chè superiore. Ma mi sembra un film già vi- mento del tiro era davanti
sto lo scorso anno... E’ pur sempre un punto a tutti».
importante». Un paragone tra la Cre-
● Cristiano Giaretta (ds della Pro Sesto). monese vista all’andata e
«Sono contento perchè abbiamo disputato quella di ieri? «Mi ha fat-
una partita da grande squadra, anche se to una buona impressione
noi siamo stati costruiti per un obiettivo di- per la volontà e la tenacia.
verso da quello della Cremonese. Mi è pia- Può sicuramente giocare i
ciuta la sicurezza e la personalità della Pro playoff perchè ha i margi-
Sesto, il pareggio è giusto». L’esultanza dei giocatori della Pro Sesto ni per recuperare». (m.f.)
Boisfer respinge dalla linea la palla dopo la traversa di Argilli
La Provincia
Lunedì 12 gennaio 2009 Sport III

LE PAGELLE
di Giorgio Barbieri

G. Bianchi - Una grande


parata su Beretta ma anche
una grossa ingenuità in occa-
sione dell’espulsione. Meglio 6
prendere gol e restare undici
contro undici

A. Bianchi - Solita partita


generosa, con tante corse su
e giù per il campo. Suo il cross 6,5
per il gol di Guidetti

Pesaresi - Un po’ più mo-


bile rispetto alle gare prece-
denti, ma nel finale paga la
mancanza di fiato con parec-
5,5
chi ‘buchi’ sugli avversari

Fietta - Si impegna, corre


e sgomita, ma non sempre fa
la cosa giusta quando deve
riannodare l’azione. Troppo
5,5
frettoloso

Viali - Ancora un po’ troppo


nervoso, anche se svolge il
suo compito con diligenza
6
Argilli - Fra qualche buona
giocata una traversa colpita
due passi e la disattenzione
che costa l’espulsione di Gior-
5
L’espulsione del portiere grigiorosso Bianchi. Nella foto grande
a sinistra il gol segnato da Guidetti (fotoservizio Ib frame) gio Bianchi

Il mister. «Passo avanti rispetto a Novara, poi l’espulsione ha influito anche sul fiato» Vitofrancesco - Una
partita di corsa, anche se un
po’ confusa nei movimenti. Il la-
6,5

«Settanta minuti alla grande»


terale destro comunque può
essere l’arma vincente in qual-
siasi momento

Tacchinardi - Il tiro a re-


te non è il suo forte, l’impegno
e l’osservanza dei compiti sì. 6
Mondonico: «Sono fiducioso La solita prestazione diligente
e generosa

la situazione si è già ribaltata» Temelin - Mondonico gli


concede la massima fiducia.
Buoni i movimenti, un po’ me- 5,5
di Ivan Ghigi acquisendo sicurezza. Poi l’espulsione no i controlli di palla
ha influito anche sul fiato e sulla lucidi-
CREMONA — Sabato ci chiedevamo tà. Ma intanto abbiamo allungato sul
quanto sarebbe stata diversa la Cremo- quintultimo posto». Saverino - In quella posi-
nese di Emiliano Mondonico pur ripar- Mister per tre settimane hai predica- zione il centrocampista rende
tendo con gli stessi giocatori. Il mister to di giocare palla in avanti. Valeva an- molto di più. Nel primo tempo
di Rivolta risponde così: «Ho visto 70 che per le rimesse laterali, se è conces-
minuti buoni, 20 meno buoni. Poteva- sa la battuta? «Questa squadra non è l’uomo che si infila fra le li-
nee e si presenta spesso an-
6,5
mo chiudere la gara sul 2-0. Ho visto vuole buttare mai via la palla e si osti-
quello che possiamo diventare, ma poi na a giocarla, finendo a volte con sce- che davanti al portiere avver-
è bastato giocare con un uomo in meno gliere soluzioni non positive, proprio sario
per mandare tutto all’aria. Per 70 mi- come la rimessa che innescato la puni-
nuti non ho visto la Pro Sesto, poi le ab- zione da cui è nato il gol della Pro Se-
biamo dato la possibilità di mettere in sto che, ripeto, per settanta minuti Guidetti - Un gol capola-
mostra le sue qualità e fare valere la lo- non ha fatto un tiro in porta». voro. In quel movimento in
ro superiorità nell’uno contro uno. Ma La scommessa sulle due punte ha area c’è dentro tutto: classe, in-
sul finale ha inciso probabilmente an-
che la condizione fisica. Visto che però
già incassato una mezza vittoria? «Nel
primo tempo abbiamo cercato le pun-
telligenza, precisione. Nel-
l’azione dopo prevale l’egoi-
7
di una gara si ricorda spesso solo il fina- te sugli esterni e dunque la posizione smo, anzichè tirare doveva
le, non dimenticherò che questi 20 mi- di Saverino non ha avuto benefici. Ad servire Temelin libero
nuti potrebbero essere un segnale da inizio ripresa invece lo abbiamo cerca-
non sottovalutare». to di più e ho visto quello che potremo
Una situazione già ribaltata rispetto diventare in futuro». Paoloni - Entra a freddo
a Novara? «Sì, a Novara era successo Rizzo per Vitofrancesco: serviva ma se la cava bene. Nel finale
esattamente il contrario. In particola- spinta? «Vitofrancesco era in debito salva due volte la porta dalla
re il primo quarto d’ora del secondo di ossigeno, a Rizzo avevo chiesto fre-
tempo ha detto che se Guidetti e Teme- schezza e spinta». capitolazione. Forse non era
valido il gol di Boisfer ma lui
6,5
lin ricevono palla fra i piedi sono deva- Sulle decisioni arbitrali? «Non ho vi-
stanti, poi vedremo come comportarci sto situazioni assurde, ma anche se le aveva commesso fallo da rigo-
fuori casa. E spero che non si sia tratta- avessi viste non starei qua a commen- re su Lambrughi
Mondonico un po’ contrariato in panchina to solo di un episodio. La squadra sta tarle».
Rizzo - Entra in campo e,
I giocatori. Saverino: «Abbiamo visto una squadra diversa, è mancato solo il risultato» forse per la scelta sbagliata
dei tacchetti, si trasforma in un sv

Paoloni: ‘Gol non regolare, ma era rigore’


pattinatore su ghiaccio.

Mondonico - Indubbi i
segnali di risveglio della squa-
dra. Mondonico ha portato me-
CREMONA — Il portiere Marco de, poi l’espulsione ha creato qual- no fronzoli e più concretezza
nel gruppo. Purtroppo gli errori
6,5
Paoloni ha bagnato l’esordio in che difficoltà, anche se la squadra
campionato con due interventi ha lottato. Potevamo vincere e for- della passata gestione non si
provvidenziali, «anche se - ha se lo avremmo meritato, ma la cancellano all’improvviso
chiosato l’estremo difensore ro- squadra ha già un atteggiamento
mano - avrei preferito stare in pan- diverso nell’affrontare la parti-
china e festeggiare i tre punti». ta». Arbitro - Bolano di Livor-
In occasione del gol del pareg- Sei stato il primo, se non l’uni- no è l’ennesimo personaggio
gio segnato dalla Pro Sesto avete co, a correre verso il guardalinee
protestato per un presunto offsi- quando ha segnato la Pro Sesto. negativo che calca il terreno
de... «Mi sono trovato davanti tre «Io non ero proprio in linea ma mi dello Zini. Per la Pro Sesto
o quattro uomini e mi sono avven-
tato sul portatore di palla. Se l’ar-
pare che fossero in tre davanti al-
la porta oltre la linea del pallone.
non esistono cartellini gialli, e
nemmeno i falli sono sanziona-
4
bitro avesse fischiato il fuorigioco C’era una posizione irregolare, ti. Livorno è sfortunato. Dopo
sul secondo passaggio avrebbe do- ma ormai è andata così. Adesso ci Vuoto anche Bolano. Mandate-
vuto fischiare anche il rigore per attendono due partite difficili sul- li dove volete, ma non più a
la Pro Sesto perchè ho commesso la carta, ma partiamo da questi Cremona.
fallo». settanta minuti giocati bene».
Un’ammonizione evitabile quel- Una Cremonese che convince
la che ti è stata comminata? «Sta- prima di tutto voi? «Dobbiamo es- Pro Sesto - Offredi 6, Campi 6,
vo cambiando il pallone perchè sere i primi a crederci, spero che Lambrughi 6, Bedin 6,5, Preite 6, Perfet-
era sporchissimo, non credo di altri si siano ricreduti e che capi-
aver perso tempo». scano che le cose possono andare ti 6, Fracassetti 6,5, Bosifer 7, Beretta
Un giudizio complessivo sul ma- diversamente». 6,5, Bertolini 6,5, Maah 5, Marinoni 5,
tch? «E’ stata una partita un po’ Il centrocampista della Pro Se- Valtulina sv. All. Sala 6,5.
brutta e noi siamo stati un po’ for- sto Rodrigue Boisfer dà la sua ver-
tunati. Fino all’espulsione di Gior- La grande parata di Paoloni nei minuti di recupero su tiro di Boisfer sione dell’azione che ha portato
gio avevamo fatto noi il match». gli ospiti a pareggiare. «Credo di
Cosa ti ha detto Bianchi al mo- tro». segnata per lui da Mondonico. essere stato all’altezza di Lambru-
mento del tuo ingresso a freddo? Davide Saverino ha già avuto «E’ importante sottolineare la ghi quando ha scartato il portiere,
«Mi ha confortato». modo di ribadire che non è un nu- prestazione dell’intera squadra, per il resto non ho certezze. Nel fi-
Adesso? «Andiamo a Venezia mero 10, ma ieri non si è sentito non quella del singolo. Abbiamo nale con quel pallonetto volevo - C r e m o n a -
per il riscatto, siamo un po’ indie- troppo a disagio nella posizione di- giocato settanta minuti alla gran- metterla nell’angolino...».
IV Sport La Provincia
Lunedì 12 gennaio 2009

Rimescolare le carte non è bastato, qui ci vuole...


POLPACCI
&
NUVOLE
di Giovanni Ratti
La metaMorfeosi Domenico
Morfeo in
il minatore può essere geniale o
fallimentare, come una ricetta di
per via di un soprassalto di egoi-
smo dello stesso Max, ed è rima-

N el periodo in cui non sia-


mo stati collegati abbia-
mo appreso che Clint Ea-
stwood è figlio (anzi non è figlio,
anzi è figlio adottivo, anzi è figlio
tribuna
insieme al
presidente
Giovanni
Arvedi
nouvelle cuisine: pandoro farcito
di cotechino, capitone ai frutti di
bosco, mousse di gianduia e gor-
gonzola, Cremonese alla Morfeo.
Ci vuole coraggio ad assaggiarli -
sto in fiduciosa attesa che i fanta-
smi grigiorossi rientrassero dalla
licenza breve che si erano presi.
E uno di questi fantasmi, la man-
canza di uno di quei signori che
naturale dato in adozione) di (Ib frame) tre sono senz’altro postumi da ab- sanno trasformare un certo nume-
Stan Laurel in arte Stanlio, che la buffata natalizia - ma uno ogni ro di difensori in un reparto, è tor-
crisi dell’agricoltura è colpa di no- tanti funziona e allora è un capo- nato in tempo per rovinare la fe-
ialtri mangiatori di ananassi (la lavoro. D’altronde questa squa- sta.
crisi della nostra pesca è colpa di dra che doveva fiorire in una sta- La squadra qualcosina di inedi-
chi pesca nel mar dei Sargassi?, gione e ne ha gettate via una e to lo aveva mostrato, un filo più
la crisi della nostra morale è col- mezza ha un terzo del tempo fin di attenzione verve risolutezza in-
pa di quelli che fanno i gradas- qui sprecato per rimediare a tut- traprendenza. Ma i difetti di co-
si?), che Allevi è la reincarnazio- to. E chi se non questo genietto struzione sono creditori bisbeti-
ne di Mozart (peccato che l’origi- dalla faccia discola, se non que- ci, non ti mollano così facilmente.
nale avesse già scritto quasi tutti sto Giamburrasca di ventura, E allora per voltare davvero pagi-
i capolavori disponibili per parec- può rendere vincente questa ere- na non bastano i piccoli passi, i
chie generazioni, così la ristampa sia grigiorossa? Questa Cremo lievi miglioramenti, la lenta ri-
si deve limitare a comporre musi- non ha tempo nè modo per diven- presa. Ci vuole qualcosa di rivolu-
chette suggestive, che spreco), tare una squadra ortodossa secon- zionario, la metamorfosi o in mo-
che Moggi ha appena incomincia- do i canoni della C, non le resta do più attinente la metaMorfeo-
to a pentirsi di non aver accettato che essere un’eresia vincente. si. Questa squadra deve essere
la corte pluriennale di Moratti. Per adesso è un’eresia pareg- messa in condizione di diventare
Il qui presente, prima di ponti- giante, perché in attesa di novità altra da sé, di cambiare non solo
ficare sul pallone, dovrebbe ogni Mondo si è dovuto limitare a ri- connotati ma carne ossa sangue
volta togliere dal portafogli una mescolare le carte del mazzo usa- testa cuore. E per questo Morfeo
sgualcita schedina del Totocalcio to. Per ricavarne una squadra forse serve ma non può bastare.
del 24 settembre 1972, in cui alla zio-Internazionale 1 (0-0), Mi- destate dall’arrivo di Morfeo. to fin qui altrettante impronte di davvero diversa da quella al di Può dare più gioco ma non più
colonna numero 2 da lui compila- lan-Palermo X (4-0), Napoli-Ter- Che è anzitutto una sberla all’or- quelle che io ho lasciato sulla fac- sotto di ogni sospetto che ha ere- senno più copertura in mediana
ta davanti a testimoni (i vili com- nana X (1-0), Sampdoria-Fiorenti- goglio personale del cronista il cia della Luna. In compenso è no- ditato non sarebbe bastata l’abili- più affidabilità difensiva. Ci vuo-
pagni di classe che da quel giorno na X (0-1), Torino-Lanerossi Vi- quale pensava che i dirigenti del- me illustrissimo, er mejo fico del tà del gambler del West, che in le anche molto altro. Solo se que-
gli tolsero l’incombenza di stilare cenza 2 (3-1), Verona-Roma 2 la Cremonese avessero mandato bigoncio dei calciatori migratori un saloon di Sonora o su un battel- sto ‘molto altro’ (sul cui contenu-
la schedina della Quinta A) risul- (2-2), Catania-Brescia 1 (1-1), Ce- a memoria i suoi consigli per gli che non avevano ancora fatto il ni- lo con ruota a pale del Missouri ri- to non è certo uno che fa zero alla
ta un totale di pronostici azzecca- sena-Genoa 2 (1-1), Perugia-Co- acquisti, prima di muoversi sul do. Ora, averlo convinto a toglie- mescola le carte in modo da spen- schedina a poter dare suggeri-
ti che non suona proprio profeti- mo 1 (0-0), Pisa-Spal 1 (0-2), Sam- mercato. Il cronista aveva ammo- re dalla valigia protezione solare nare il pollo di turno. Ma il pre- menti) arriverà, potremo forse
ca per una carriera di giornalista benedettese-Livorno 1 (finì 1-1). nito ‘adesso basta con i grandi no- e bermuda infilandoci invece le sunto pollo venuto da Sesto San leggere un pezzo che inizierà al-
sportivo. Il dettaglio: Bologna-Ju- Detto questo, che andava det- mi, bisogna arruolare solidi vali- scarpe coi tacchetti è una prodez- Giovanni non è stato al gioco. E’ l’incirca «Quando la Cremonese
ventus pronostico (vabbè, scara- to, il qui presente spera di azzec- di giocatori di categoria’. E infat- za mediatica, un azzardo calcisti- stato spennato da Guidetti che si svegliò una mattina da sogni in-
mantico) X (risultato finale 0-2), care allo stesso modo di quell’an- ti ti arriva Morfeo Domenico, uno co. La scelta di questo talento che gli ha ricamato l’1-0 su un fazzo- quieti, si trovò trasformata sul
Cagliari-Atalanta 1 (0-0), La- tica colonna infame le sensazioni che sui campi di serie C ha lascia- da bambino non sognava di fare letto, è scampato al raddoppio suo campo in una vera squadra».

I TABELLINI DI SERIE C1

Per Spal e Novara importanti vittorie in trasferta, Cesena ko


REGGIANA 1 MONZA 1 PORTOGRUARO 2
CESENA 0 SPAL 2 VENEZIA 1
Reggiana: Ambrosio; Esposito (17’pt Mei) Zini, Stefani, Monza: Rossi Chauvenet; Taccucci, Bacis, Puleo, Scanu Portogruaro: Rossi; Cardin, Pavan, Gargiulo, Gotti; Mattie-
Scantamburlo; Ponzo, Grieco, Maschio, Nardini; Ingari, Flo- (23’ st Cesaretti); Chianese, Menassi, Pizza (35’ st Vicari), lig (15'st Cherubini), Giardina, Scozzarella (37'st Carboni);
rian (27’st Ferrari). All. Pane. Capocchiano; Iacopino; Torri. All.: Sonzogni. Cunico; Cesca (32'st Da Silva), Abate. All.: Domenicali.
Cesena: Tardioli; Ceccarelli, Cusaro, Lauro, Biserni; Sacilot- Spal: Capecchi; Quintavalla, Zamboni, Ghetti, Cabeccia; Sa- Venezia: Aprea; Lebran, Tricoli, Galuppo (34' st Anderson);
to, Segarelli (37’st Djuric), Bonura (41’pt Palumbo; 19’st vi; Schiavon, Centi, Cazzamalli, Bracaletti (35’st Agodirin); Collauto, Ruffini, Drascek, Semenzato; Ibekwe (23' st Rebec-
Chiavarini), Giaccherini; Veronese, Motta. All. Bisoli.
Arbitro: Lupo di Matera. Arma. All.: Dolcetti. ca), Malatesta (30' st Chinellato), Poggi. All.: Cuoghi.
Rete: 6’ st Stefani. Arbitro: Paparazzo di Catanzaro. Arbitro: Giacomelli di Trieste.
Note: spettatori 3500 circa. Ammoniti Ponzo, Nardini, Cusa- Reti: pt 4’ Torri, 8’ Arma; st 13’ Ghetti. Reti: pt 13' Abate; st 18’ Galuppo, 21' Abate.
ro. Note: spettatori 1.552. Espulsi: il team manager del Monza, Note: spettatori 2.000. Espulso: Ruffini al 25’ st per doppia
● Stasera si gioca il posticipo tra Lecco e Pro Patria (di- Foresti, per proteste dalla panchina, e, Schiavon al 49’ st per ammonizione. Ammoniti: Cherubini, Cunico, Gotti, Da Silva,
retta tv ore 20,45). somma di ammonizioni. Lebran, Ruffini.

VERONA 0 SAMBENEDETTESE 0 PADOVA 0


LUMEZZANE 0 NOVARA 1 LEGNANO 0
Verona: Rafael; Mancinelli, Ceccarelli, Conti, Moracci; Sambenedettese: Dazzi; Tinazzi, Moi, Bonfanti, Sirignano Padova: Cano; Petrassi, Cotroneo, Faisca, Di Venanzio; Ji-
Garzon (30’st Da Dalt), Bellavista, Campisi (15’ st Cor- (35’ st Pistillo); Forò, Carozza, Visone (17’ st Magnani); Tito- dayi, Pederzoli (21' st Gentile), Bovo (16' st Filippini); Baù, Di
rent); Parolo; Gomez (36’ st Anaclerio), Girardi. All.: Re- ne (24’ st Morini); Pippi, Cammarata. All.: Piccioni. Nardo (21' st Raimondi), Rabito. All. Carlo Sabatini.
mondina. Novara: Brichetto; Gheller (13’ st Morganti), Lorenzini, Ludi, Legnano: Redaelli; Enow, Rossini, Battaglia, Cilona; Nizzet-
Lumezzane: Gazzoli; Nicola, Pisacane (44’ st Emerson), Maggiolini; Brizzi (20’ st Matteassi), Evola, Porcari; Chiappa- to, Roselli, Agazzone, Matteo Lombardo (43' st Comi sv); Vir-
Chiecchi, Pini; Pintori (33’ st D’Attoma), Ciasca, Calliari, ra (35’ st Centurioni), Bertani; Rubino. All.: Notaristefano. dis (22' st Romeo), Lanteri (37' st Chiazzolino). All. Attilio
Silvestri; Pesenti (44’ st Dal Rio). All.: Menichini. Arbitro: Ruini di Reggio Emilia. Lombardo.
Arbitro: Russo di Milano. Rete: st 26’ Bertani. Arbitro: Zanichelli di Genova.
Note: spettatori 9.681. Ammoniti: Ceccarelli, Girardi en- Note: spettatori 2.200 circa. Ammoniti: Tinazzi, Visone, Moi, Note: spettatori 3.411. Ammoniti Roselli, Battaglia, Rossini,
trambi per gioco falloso. Forò, Lorenzini. Agazzone, Filippini.

1ª divisione, classifica marcatori. Guidetti e Bertani si portano al terzo posto


2ª divisione. Varese e Alessandria guidano il girone
Torri agguanta Motta in testa (10)
Avanza Arma con due reti Il Rodengo ok a Como
10 reti: Motta (Cesena), Torri (Monza). Ecco i risultati della prima ● Pro Vercelli-Montichiari
9 reti: Correa (Pro Patria), Arma (Spal). giornata di ritorno del cam- rinviata per campo imprati-
7 reti: Guidetti (Cremonese), Bertani (Novara), pionato di Seconda divisio- cabile.
Rabito (Padova). ne. Due le gare non disputa- ● Sambonifacese-Olbia 0-3.
6 reti: Nizzetto (Legnano), Rubino (Novara), Fo- te per impraticabilità del Marcatori: 12' Mascianto-
fanà (Pro Patria), Zizzari (Ravenna), Tiboni (Vero- campo. nio; 43' Paumbo; 28’st Gi-
na). ● Alessandria-Carpenedolo glio.
0-0. ● Varese-Itala San Marco
● Alghero-Mezzocorona 3-0. Marcatori: 1'st Grossi,
I MARCATORI GRIGIOROSSI 2-2. Marcatori: 34’ Giacomo- 19’st e 25’st Del Sante.
7 reti: Guidetti. ni, 8’st Puddu, 10’st Tulli,
3 reti: Saverino. 20’st Ditolo.
2 reti: Temelin, Gori, Pesaresi. ● Alto Adige-Valenzana
1 rete: Vitofrancesco, Viali, Graziani, Coda, A. 1-1. Marcatori 5’st Ghidini, I MARCATORI DEL PIZZI-
Bianchi. 23’st (rig.) Riva. GHETTONE
● Como-Rodengo Saiano 5 reti: Graziano.
0-3. Marcatori: 10'st Sinato; 2 reti: Russo, Piccolo.
I MARCATORI GIALLOBLU 16'st Sinato; 22'st Bonomi. 1 rete: Zanoletti, Ghezzi, On-
3 reti: Bonazzi. ● Pavia-Canavese rinviata dei, Santinelli, Fumasoli, Luc-
2 reti: Tarallo, Le Noci, Sambugaro, Facchinetti. per campo impraticabile. ci, Zerbini. Graziano del Pizzighettone
1 rete: Andreini. Guidetti della Cremonese