You are on page 1of 2

Venezia, 27 luglio 2012

Comunicato stampa

TAV VeneziaTrieste: QUAL IL GIOCO DEL COMMISSARIO MAINARDI? Lergambiente: Esigiamo chiarezza e rispetto degli impegni assunti
Apprendiamo che Italferr ha depositato presso la Regione Veneto, conseguentemente alle osservazioni prodotte dal WWF, il nuovo Studio dImpatto Ambientale sul cosiddetto tracciato litoraneo della TAV Venezia-Trieste. Il Commissario ha recentemente labbandono di questa soluzione, aprendo al confronto con enti locali e territorio sulla migliore scelta progettuale per definire il potenziamento dellinfrastruttura esistente e valutare, successivamente, leventuale raddoppio su un opera che con la TAV non ha pi nulla a che fare. Se questa la volont, - chiede Legambiente - perch ha taciuto sul deposito di questa nuova documentazione? Perch non utilizza i poteri riconosciuti dal suo ruolo commissariale e ferma liter progettuale litoraneo, avversato da moltissimi, bloccando lo spreco di risorse pubbliche? Lassociazione ambientalista ha limpressione che lazione intrapresa sia solo fumo negli occhi e si voglia perseguire una strategia fatta di silenzi e omissioni di atti che dovrebbero essere alla portata di tutti e dovutamente pubblicizzati dalla pubblica amministrazione, insomma tutto il contrario di quanto hanno detto il ministro Passera e lo stesso Mainardi. La consultazioni con le forze sociali commenta Luigi Lazzaro, presidente di Legambiente Veneto che riguardano, per altro, argomenti che necessitano la partecipazione e la condivisione dei territori coinvolti, non sono un gioco a nascondino. Durante l'incontro ufficiale dello scorso 12 luglio, su convocazione del Commissario stesso, assieme a WWF ed Italia Nostra abbiamo consegnato nelle mani del Commissario Mainardi delle precise richieste ed indirizzi operativi contenuti in un documento sottoscritto dalle tre associazioni e dagli agricoltori veneti (CIA, Confagricoltura, CoopAgri). Ora esigiamo un coinvolgimento concreto, l'applicazione del documento ed il rispetto degli impegni presi in quella sede. Il Commissario conclude Lazzaro deve intervenire immediatamente presso il Ministero e la Commissione VIA Nazionale per bloccare liter procedurale del tracciato basso e le spese ad esso connesse. Legambiente invita tutti coloro che gi avevano presentato osservazioni a confermare le stesse previa comunicazione alla commissione VIA Regionale integrandole, possibilmente, con il richiamo alle dichiarazioni pubbliche del commissario sullinattuabilit del progetto litoraneo. Inoltre l'associazione ambientalista invita i parlamentari locali a presentare opportune interrogazioni alla camera e al senato.

L'Ufficio Stampa Legambiente Volontariato Veneto Corso del Popolo, 276 45100 - Rovigo Tel: 0425 27520 - Fax: 0425 28072 ufficiostampa@legambienteveneto.it

Stampato su carta riciclata

L'ufficio stampa di Legambiente veneto

L'Ufficio Stampa Legambiente Volontariato Veneto Corso del Popolo, 276 45100 - Rovigo Tel: 0425 27520 - Fax: 0425 28072 ufficiostampa@legambienteveneto.it

Stampato su carta riciclata

Related Interests