You are on page 1of 20

FINANZI@MAIL

Newsletter mensile on-line di informazione sugli aiuti, i sostegni e i finanziamenti a
soggetti imprenditoriali e non del portale UfficiArredati.it

DICEMBRE 2008/GENNAIO 2009 ANNO 1 – NUMERO 10

redazione: Per motivi di spazio si segnalano solo alcuni dei bandi attivi, esaminando
i vari settori d’attività in quanto potenzialmente interfacciabili con i Centri
uffici.

Aiuti regionali e provinciali
1. ABRUZZO
info@management-service.it Le Organizzazioni di volontariato, aventi sede
legale in Abruzzo, che siano formalmente costituite
da almeno un anno dalla emissione del bando potrà
partecipare con domanda da presentare entro il 6
marzo 2009 al “Bando Perequazione sociale”.
info@ufficiesoluzioni.it I fondi di cui al presente bando dovranno servire a
Lecce Via di Porcigliano n. 58/A finanziare interventi per far fronte a situazioni di
povertà estrema, di emergenza ambientale, di
carenza di servizi per minori, disabili, anziani,
famiglie, stranieri, giovani e adolescenti e sono
distribuzione:
destinati a quattro linee di intervento: sviluppo dei
servizi socio-sanitari; cura dei beni comuni;
mediazione culturale e migranti; educazione dei
giovani.
Modena Viale Virgilio n. 58/C Per i progetti di importo complessivo non superiore a
info@ufficiarredati.it
€ 40.000 non è richiesta obbligatoriamente alcuna
IN QUESTO NUMERO ALCUNI DEI BANDI ATTIVI partnership realizzativa: essi potranno quindi essere
SUI TERRITORI DI: presentati e realizzati anche da una sola
1. ABRUZZO
2. BASILICATA organizzazione di volontariato.
3. CALABRIA I progetti di importo complessivo superiore a €
4. CAMPANIA
5. EMILIA ROMAGNA
40.000 dovranno invece essere presentati da soggetti
6. FRIULI V.G. responsabili in rappresentanza di partnership che:
7. LAZIO prevedano la partecipazione di almeno un altro
8. LIGURIA
9. LOMBARDIA soggetto (oltre al soggetto responsabile proponente);
10. MARCHE siano composte in prevalenza (anche se non
11. MOLISE necessariamente in via esclusiva) da organizzazioni di
12. PIEMONTE
13. PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO volontariato (sono esclusi da questo computo i
14. PUGLIA soggetti pubblici o privati che contribuiscono solo
15. SARDEGNA
16. SICILIA
finanziariamente alla realizzazione del progetto con
17. TOSCANA fondi e risorse proprie – partner erogatori).
18. VENETO info@ufficiesoluzioni.it

ED INOLTRE: 2. BASILICATA
- AIUTI NAZIONALI/EUROPEI
- PREMI E ALTRE OPPORTUNITA’
La Regione Basilicata lancia un Bando per
l’erogazione degli incentivi a favore delle cooperative
e loro consorzi per il finanziamento di programmi
aziendali volti a:
– elevare il tasso tecnologico delle strutture
organizzative cooperative;

1
n. 10 –2008

– supportare le cooperative nell’attuazione dei
piani di sviluppo aziendale;
- favorire il ricorso e l’accesso a tecnologie
informatiche e telematiche.
Le agevolazioni vengono erogate sotto forma di
contributo in conto capitale e sono concesse a titolo
de minimis nella misura massima del 50% delle spese
ammesse e, comunque, non eccedente i 30.000,00
euro.
Le domande possono essere presentate fino ad
esaurimento delle risorse disponibili, pari ad
euro 300.000,00.
*****
Anche per la Regione Basilicata è attivo fino
al 06.03.2009 il Bando perequazione sociale diretto
alle Associazioni di volontariato, di cui si è detto per
la Regione Abruzzo.
info@ufficiesoluzioni.it

3. CALABRIA
Gli imprenditori, i dirigenti e i dipendenti delle
Pmi, loro consorzi e cooperative con sede legale e
unità operativa nel territorio della Provincia di
Crotone che intendono incentivare la partecipazione
a corsi di formazione possono beneficiare di
agevolazioni pari al 50% dei costi sostenuti per la
partecipazione ai corsi, fino a un massimo di 1.000
euro per impresa. Sono ritenute ammissibili le spese,
debitamente documentate e quietanzate, effettuate
nel periodo dal 20 ottobre 2008 al 30 giugno 2009.
La data di scadenza del bando è fissata al 31
marzo 2009.
*****
Anche per la Regione Calabria è attivo fino al
06.03.2009 il Bando perequazione sociale diretto
alle Associazioni di volontariato, di cui si è detto per
la Regione Abruzzo.
info@ufficiesoluzioni.it

4. CAMPANIA
Tutte le Organizzazioni Professionali a
carattere nazionale operanti sul territorio regionale
nel settore agricolo e i Centri Autorizzati di Assistenza
Agricola (CAA), che ne facciano apposita richiesta
possono presentare istanza di Convenzione con la
Regione Campania al fine di prestare gli opportuni
Servizi di assistenza in agricoltura agli utenti Agricoli.
Le istanze di convenzione vanno presentate alla
Giunta Regionale della Campania Settore Bilancio e
Credito Agrario dell’AGC Sviluppo Attività Settore
Primario entro il 30 novembre dell’anno antecedente
a quello per il quale si richiede di essere
convenzionati.
*****
Anche per la Regione Campania è attivo fino
al 06.03.2009 il Bando perequazione sociale diretto

2
n. 10 –2008

allo sviluppo sostenibile.it 6. Destinatari delle attività formative sono giovani e adulti occupati e disoccupati. alle banche o alle società di leasing convenzionate con la Regione. sostenute a partire dall’1 gennaio 2009 sino al 30 giugno 2010. info@ufficiesoluzioni.it 5. Sono considerate spese ammissibili solo le spese espressamente previste dal progetto e ad esso effettivamente inerenti. di formazione e di cooperazione industriale e commerciale all’estero. fieristiche. ad introdurre sistemi di sicurezza sui luoghi di lavoro. EMILIA ROMAGNA È stato pubblicato il Bando regionale finalizzato a supportare la partecipazione di aggregazioni temporanee di piccole e medie imprese a iniziative comuni. di servizio. info@ufficiesoluzioni. rappresentative di filiera che prevedano attività promozionali. organizzativa. commerciale. da inserire nel Piano regionale di formazione professionale 2008/2009. FRIULI VENEZIA GIULIA E’ stato pubblicato l’avviso per la presentazione di progetti riguardanti attività formative previste da specifiche leggi nazionali e/o regionali per l’accesso a determinate attività professionali. 10 –2008 . Le domande possono essere presentate a partire dal 2 gennaio 2009 fino al 30 giugno 2009 Per gli anni successivi. Sono ammessi al beneficio esclusivamente i progetti presentati da aggregazioni di almeno 6 piccole e medie imprese. La partecipazione di ogni singola impresa è ammessa per un solo progetto. di cui si è detto per la Regione Abruzzo. Possono presentare progetti i soggetti titolari di sedi operative accreditate per lo svolgimento di attività di formazione professionale nel territorio della Regione Friuli Venezia Giulia. strutturate. L’iniziativa viene attuata con modalità a 3 n. Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il 6 marzo 2009. ***** E’ attivo un nuovo bando per l'erogazione di contributi in conto interesse a favore delle imprese artigiane di produzione e di servizio dell'Emilia- Romagna. alle Associazioni di volontariato. è previsto dal 2 gennaio al 30 giugno di ogni anno il periodo di apertura del bando in cui è possibile presentare le domande di contributo ad Artigiancredit. Saranno agevolabili gli investimenti per l'innovazione tecnologica. di prodotto e di processo produttivo nonché finalizzati alla riduzione dell'impatto ambientale del ciclo produttivo e dei prodotti.

• acquisizione dei servizi avanzati per le Pmi: 39 milioni di euro. dall’altra. con le rispettive dotazioni finanziarie. puntando. che sosterrà lo sviluppo e la diffusione della ricerca industriale e dell’innovazione. patrimonializzata e crescita dimensionale delle Pmi: 20 milioni di euro.” Le attività che verranno finanziate nell’ambito dell’Asse 1. • promozione di processi produttivi rispettosi dell’ambiente: 35 milioni di euro. Le risorse messe a bando ammontano a 5 milioni di euro. innovazione e rafforzamento della base produttiva».it 7. 10 –2008 . ***** Le Piccole e Medie Imprese laziali che intendono avviare processi di internazionalizzazione possono fruire di contributi che consentono loro di partecipare in forma aggregata a iniziative comuni che prevedono attività promozionali. da una parte. Di questa dotazione finanziaria. favorendo la crescita del sistema produttivo orientata allo sviluppo sostenibile. sono: • sviluppo della ricerca industriale e delle attività di trasferimento sul tessuto imprenditoriale regionale: 105 milioni di euro. info@ufficiesoluzioni. di sostegno alla qualità dell’export. Verranno finanziate le attività in grado di favorire lo sviluppo della ricerca industriale e il suo trasferimento sul tessuto imprenditoriale regionale. sotto forma di ATI formate da almeno 4 imprese. il POR FESR della Regione Lazio dispone di circa 744 milioni di euro per rafforzare la competitività del sistema regionale.000 euro. sportello con valutazione mensile dei progetti. salvo anticipato esaurimento delle risorse finanziarie. al rafforzamento della capacità innovativa delle Pmi e delle aree produttive e. I progetti presentati dovranno avere un budget di spesa minimo di 80. B) i consorzi export. 4 n. I progetti formativi possono essere presentati fino al 30 giugno 2009. di cooperazione commerciale e industriale. LAZIO Per il periodo 2007-2013. • rafforzamento della capacità innovativa delle Pmi: 35 milioni di euro. • sviluppo dell’impresa innovativa. circa 255 milioni di euro verranno destinati all’Asse 1 «Ricerca. fieristiche. • sostegno all’accesso al credito delle Pmi: 20 milioni di euro. In particolare sono ammessi ai benefici degli interventi previsti: A) le aggregazioni di PMI industriali e artigianali.

multidisciplinari. Possono presentare la domanda Enti pubblici e Organizzazioni giuridiche private che non perseguano fini di lucro con attestazione risultante dallo Statuto. La domanda deve riferirsi a un progetto specifico e non all’attività generale e/o istituzionale del soggetto richiedente. info@ufficiesoluzioni. al fine di finanziare gli interventi diretti sulle singole cooperative e loro consorzi. – c. né alla sua gestione ordinaria. Teatro d. Il prossimo avviso per l’assegnazione dei finanziamenti alle cooperative e loro consorzi prevederà una divisione dell’agevolazione e precisamente una percentuale a fondo perduto e la rimanente cifra con un meccanismo di rotazione a tasso agevolato.it 8. a pena di esclusione. La Regione provvederà con deliberazione di Giunta ad emanare l’avviso pubblico per la presentazione delle domande. senza possibilità di proroghe. I progetti devono essere di carattere annuale ed essere realizzati nell’anno 2009.000 euro per progetto. entro il limite massimo di 300. che non prevedano fini di lucro e siano realizzate nel territorio della Provincia di Genova nei seguenti campi artistici: a. Tali spese si intendono sempre al netto di IVA. la costituzione di un fondo di rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle Cooperative e relativi Consorzi. Le domande devono essere presentate. aperte al pubblico. con iniziative nei campi di cui alle precedenti lettere a. La partecipazione al bando dovrà avvenire entro il 28 gennaio 2009. Vengono ammesse al contributo i progetti e le iniziative che hanno ottenuto un minimo di 21 punti determinati in base ad una serie di parametri previsti 5 n. Musica c. 10 –2008 . entro e non oltre il 31 gennaio 2009. Notizie più approfondite nelle prossime newsletter. – b. ***** La Regione Lazio ha pubblicato il Piano Annuale di attuazione per la cooperazione individuando quale strumento innovativo per favorire il settore Cooperativo. LIGURIA La Provincia di Genova accoglie domande di contributo per la realizzazione di progetti e iniziative nel settore dello spettacolo dal vivo. con la possibilità di concludersi entro il mese di gennaio dell’anno successivo. Il contributo concedibile è pari alle percentuali massime di aiuto previste per tipologia di spesa. Danza b.

sulla base delle seguenti fasce di merito: Fascia Quantificazione del contributo A .. quali: a) adeguamento tecnologico attraverso l’acquisto e l’installazione di apparecchiature digitali adibite alla 6 n.000.p. ***** E’ attivo il bando per la presentazione delle domande di finanziamento sul fondo di rotazione per ristrutturazione e adeguamento tecnologico di sale destinate ad attività di spettacolo. si provvederà all’attuazione degli interventi previsti e alla chiamata di progetti.O.da 31 Fino ad un massimo del 50% del a 35 preventivo di spesa con il limite punti di 5.da 21 Fino ad un massimo del 20% del a 25 preventivo di spesa con il limite punti di 2. La dotazione iniziale di entrambi i Fondo ammonta a 35.000.p. I Fondi opereranno nel perseguimento degli obiettivi di innovazione e sviluppo a favore di imprese lombarde con progetti di investimento coerenti con le misure del P.00 di euro per gli anni 2007-2013 per ognuno di essi. il «Fondo di Rotazione per l’Imprenditorialità .000.00 euro info@ufficiesoluzioni.a. nel bando. Con successivi provvedimenti della Direzione Generale Industria. presso Finlombarda s. dando atto che tale Fondo costituisce gestione separata del «Fondo di Rotazione per l’Imprenditorialità» e il «Fondo di garanzia Made in Lombardy» da applicare al portafoglio dei finanziamenti che verranno attivati da Finlombarda s. Maggiori dettagli nelle prossime newsletter. e può intervenire per una quota massima non superiore al 70% del costo complessivo del progetto (è richiesto quindi un co-finanziamento minimo del 30%).da 26 Fino ad un massimo del 35% del a 30 preventivo di spesa con il limite punti di 3. 10 –2008 .it 9.00 euro C . PMI e Cooperazione. Il contributo si compone di una parte (75%) di prestito agevolato e di una parte (25%) a fondo perduto. Lombardia e con i criteri di selezione approvati dal Comitato di Sorveglianza del Programma. in cofinanziamento con un soggetto iscritto all’albo. fino ad esaurimento dei fondi per il sostegno di tali iniziative. LOMBARDIA La Giunta regionale della Lombardia ha istituito.FESR» per la concessione di finanziamenti a medio termine in compartecipazione con istituti finanziari.000. Possono richiedere i contributi soggetti pubblici e privati che abbiano la disponibilità del bene oggetto dell'intervento per interventi.R.00 euro B . I contributi sono concessi.a.000.

Beneficiarie del contributo saranno le imprese aderenti al partenariato (minimo di 8 PMI per i Microprogetti.00 massimo di € 300.000.000 euro). La domanda va presentata entro il 26. 25% a fondo perduto Il prestito è concesso senza interessi (salvo per soggetti che agiscono in regime di impresa) ed è restituibile in un periodo massimo di 10 anni (inferiore a 100.000 per i Macroprogetti.b – c.000 euro) o 15 anni (superiore a 100. proiezione. c) allestimenti (arredi. 10 –2008 .000.000. ***** Al fine di rendere più efficace la presenza delle imprese lombarde all’estero è stato attivato il bando Micro-Macro in forza del quale le PMI lombarde possono presentare a partire dal 31 gennaio 2009 progetti per l’internazionalizzazione in partenariati composti da diverse tipologie di soggetti: • Piccole e medie imprese lombarde • Camere di commercio e loro Aziende speciali • Cooperative. Consorzi. minimo di 20 PMI per i Macroprogetti). Il cofinanziamento non dovrà essere inferiore al 30% del costo complessivo dell'intervento 75% a rimborso.000 per i Microprogetti • euro 200.000. ATI • Associazioni imprenditoriali (datoriali) o società di servizi partecipate • Soggetti titolari dei LombardiaPoint Estero • Università e sistema della ricerca (accreditati Questio).02. apparecchiature). Questi i termini di scadenza: • Entro il 2 marzo 2009 presentazione della proposta progettuale con l'indicazione del numero di imprese coinvolte • Entro il 15 giugno 2009 presentazione dell'adesione formale delle imprese. impiantistica.00 ad un massimo di € 200.00 IVA inclusa per progetti tipologia . ***** Le Piccole e Medie Imprese della Provincia di Como che intendono utilizzare segni distintivi al fine di acquisire vantaggi competitivi sui mercati possono fruire di contributi stanziati per circa 30mila euro.00 IVA inclusa per i progetti tipologia .2009.a – e da un minimo di € 30. Il costo del progetto può andare da un minimo di € 30. Sono finanziati il deposito di domanda di registrazione 7 n. b) adeguamento delle strutture in materia di sicurezza. Entità del contributo: Fino ad un massimo del 70% del costo complessivo dell'intervento. Il contributo a fondo perduto sarà pari al 50% delle spese ammissibili e non potrà comunque superare: • euro 50.

retinato. le amministrazioni condominali. designer.02.00 in qualità di vincitore del concorso per l’elaborazione di un marchio/logotipo che dovrà identificare il “Parco dello zolfo delle Marche”.originalità. Le domande devono essere inviate. info@ufficiesoluzioni. imposte di bollo).PIAU - denominato "Viale di Luci" per un importo complessivo stanziato di € 371. singoli professionisti (grafici. Il progetto/logo proposto dovrà rispettare i seguenti requisiti essenziali: .attinenza alle caratteristiche ed agli scopi statutari del Parco. comprendendo tutti i piani che fanno parte di una stessa facciata.it 10. per la consulenza e quelle erogate per attività di marketing/pubblicità inerenti la realizzazione grafica del marchio. diplomati di Istituti d’arte. Licei artistici ed Accademie di belle arti. 10 –2008 . efficacia. fino a un massimo di 3. Non sono consentiti recuperi parziali e differenziati della facciata: si dovrà intervenire da terra alla linea di fronda. Si tratta di un incentivo a sostegno degli interventi privati per il recupero delle facciate degli edifici di loro proprietà.000 euro per impresa. . Hanno titolo per ricevere il contributo i proprietari. entro il 30 giugno 2009. laureati in architettura e designer hanno tempo fino al 15 febbraio 2009 per partecipare all’erogazione di una somma in denaro di € 3.000. . . di marchio nazionale presso la Camera di Commercio di Como e il deposito di domanda di registrazione di marchio internazionale. gli affittuari e gli utilizzatori a qualsiasi titolo legale degli immobili. utilizzando sia fondi comunali sia finanziamenti statali concessi nell'ambito del Programma Innovativo in Ambito Urbana . 8 n. presso l’ Ompi di Ginevra. Sono ammesse le spese sostenute direttamente per la registrazione (tasse deposito. riconoscibilità. MARCHE E' stato prorogato al 15 gennaio 2008 il bando per l'erogazione di contributi del Comune di Ancona ai privati per il recupero delle facciate degli edifici lungo l'asse stradale piazza Rosselli-Via Marconi (gli immobili sono indicati nelle planimetrie allegate al bando). ***** Società e studi di grafica e comunicazione.riproducibilità su vari supporti e media (a colori.309. pubblicitari). diritti. Il contributo erogato è pari al 30% delle spese sostenute.contenere l’acronimo “Parco dello zolfo delle Marche”. monocromatico).

hanno tempo fino al 15 gennaio 2009 per partecipare al Bando provinciale Cohabitat 2009. Il bando interessa il settore cultura nella sua accezione più ampia.03. L’intervento del Fondo di garanzia è riservato alle piccole imprese femminili e giovanili. spese di pubblicità. info@ufficiesoluzioni. formate da donne o da giovani di età tra i 18 e i 35 anni. MOLISE Anche per la Regione Molise è attivo fino al 06. senza con ciò perdere ricon0oscibilità e forza comunicativa. Il contributo sarà erogabile in misura non superiore al 50% delle spese ammissibili quali: spese generali (carburante. spese fiscali. PIEMONTE In Piemonte è attivo un Fondo di garanzia che favorisce l’accesso al credito a breve e medio termine da parte delle piccole imprese. costi del personale. spese di viaggio e soggiorno. le politiche per l’inclusione sociale e per la cooperazione alla pace. le attività sportive. di cui si è detto per la Regione Abruzzo. Gli interventi previsti dovranno trovare svolgimento nel territorio della Provincia di Ancona. enti di volontariato costituiti da almeno 6 mesi. impianti e 9 n. riguardanti: • acquisto di hardware e software. • acquisto di macchinari.essere suscettibile di ingrandimenti e riduzione.).000.. cancelleria. singolarmente o come capofila può presentare fino a 2 progetti di cui uno solo potrà essere ammesso a finanziamento. sostenute a partire dai 6 mesi precedenti la data di presentazione della domanda. ecc. comprese quelle individuali. attrezzature. .00 euro. comprese quelle individuali.000.2009 il Bando perequazione sociale diretto alle Associazioni di volontariato.it 11. includendo anche la promozione turistica. Ogni soggetto. Saranno ammissibili al Fondo i finanziamenti ottenuti dalle imprese beneficiarie finalizzati a coprire le spese.it 12. ecc. l’IVA indetraibile. formate da donne o da giovani di età tra i 18 e i 35 anni e che hanno sede legale e operativa nella Regione Piemonte. 10 –2008 .00 euro ed un massimo di 25. spese bancarie. della Provincia di Ancona. e comunque non potrà essere superiore la differenza tra uscite ed entrate preventivate e sarà compreso tra un minimo di 5. info@ufficiesoluzioni. ***** Soggetti pubblici e privati no profit quali Associazioni. Fondazioni. Attraverso il Fondo verranno garantiti finanziamenti dai 5.000 ai 40. le politiche giovanili.000 euro richiesti per far fronte a investimenti. a contingenti problemi di liquidità e a spese di ristrutturazione aziendale.

– spese per prestazione di servizi (servizi tecnico- professionali. – spese per locazione (locali e azienda). e in una seconda fase. di importo compreso tra 5. servizi reali di consulenza e partecipazione a fiere ed esposizioni. • spese generali (utenze. opere murarie. necessarie e funzionali al progetto.000 euro. – semilavorati. attrezzature e software necessari al loro utilizzo. idraulici e ristrutturazioni murarie in genere. Il prestito sarà garantito all’80% a costo zero dal Fondo di garanzia regionale. distinta in una prima fase. Ulteriori 70. della sicurezza e salute sui luoghi di lavoro o un sistema per la responsabilità etica e sociale o che conseguano per la prima volta una certificazione. 10 –2008 . a tassi particolarmente vantaggiosi. Le imprese beneficiarie otterranno un finanziamento bancario. in particolare. – spese per formazione e qualificazione del personale. nel corso della quale le imprese ammesse alla 10 n. ambientale. • acquisto di autonegozi e automezzi per trasporto di cose inerenti l’attività aziendale. fino ad un importo massimo pari al 10% del costo totale ammissibile. per cui la banca non potrà richiedere ulteriori garanzie al soggetto beneficiario. marchio o sistema di etichettatura dei prodotti e servizi idonei ad assicurarne la conformità ai requisiti stabiliti esclusivamente da norme tecniche (certificazione volontaria). della sicurezza in campo alimentare. disponibili per le PMI del territorio che realizzino per la prima volta un sistema di gestione della qualità. le spese relative a impianti. impianti elettrici. macchinari. inoltre. arredi. secondo la procedura «a sportello». • spese in conto gestione relative a: – materie prime.000 e 40. tenuta della contabilità. nel corso della quale le imprese dovranno presentare domanda di prenotazione delle risorse. che opera come garanzia «sostitutiva»”. ***** Per la Provincia di Novara sono stati messi a disposizione contributi a fondo perduto per un ammontare pari a 600. ecc.000 euro a favore delle imprese del territorio che realizzino interventi diretti al proprio ammodernamento e allo sviluppo di innovazioni di prodotto o di processo. Per tutti i bandi è prevista la medesima procedura. • opere murarie. Le domande potranno essere presentate senza soluzione di continuità.) supplementari. I contributi andranno a coprire. cancelleria. – prodotti finiti (merci destinate alla rivendita).000 euro sono.

00 costituiscono il cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo . . Le date di scadenza per la presentazione dei progetti e relativi allegati sono stabilite in quattro mensilità: – 4 dicembre 2008.000.it 14. senza soluzione di continuità rispetto al periodo di apprendistato.1.00 di cui Euro 1. – 20 febbraio 2009.annualità 2008 .000. Risorse in euro: 1. info@ufficiesoluzioni. 10 –2008 . – collaboratori a progetto. l'avviso pubblico che offre un incentivo economico in favore dei datori di lavoro che. PUGLIA La Regione Puglia sta cercando di affrontare la crisi occupazionale fornendo incentivi per la conversione di contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato su tutto il territorio regionale. e rendicontare le spese sostenute.000. Le risorse totali messe a disposizione. Risorse in euro: 850.pari a circa il 28% del totale. – imprenditori attivi nell’impresa. cofinanziate dal Fondo Sociale Europeo . PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO È stato pubblicato l’avviso per la presentazione da parte delle aziende di proposte progettuali aventi contenuto formativo per l’aggiornamento e riqualificazione dei propri lavoratori. Le domande andranno presentante dal 07. sono pari ad Euro 4.000. E' recente.E. Risorse in euro: 850. info@ufficiesoluzioni. – 20 marzo 2009. Possono presentare proposte progettuali le imprese. Tale incentivo è pari a € 7.000. per il quale avranno a disposizione sei mesi di tempo. per tali interventi.00 per ogni apprendista assunto a tempo indeterminato.000.500.01.120. Sono ammessi agli interventi formativi i seguenti soggetti: – lavoratori subordinati. le altre realtà economiche private per il finanziamento di azioni di riqualificazione dei propri lavoratori assegnati ad una unità operative aventi sede in Provincia di Trento.2009 al 20.soci che svolgono un’attività regolare nell’impresa.S.a valere sull’Asse I Adattabilità -Obiettivo specifico A: «Interventi di formazione continua aziendale»del Programma Operativo provinciale F.000.2009. ***** 11 n. Risorse in euro: 850. infatti. – 20 gennaio 2009. prenotazione dovranno realizzare l’intervento.000.it 13. abbiano trasformato il rapporto di lavoro a tempo indeterminato nel corso degli anni 2007 e 2008.

***** Nuovo Bando per la Provincia di Lecce con scadenza Gennaio 2009. quando sono riferiti alla fruizione occasionale e temporanea di benefici non rientranti nelle precedenti categorie. d) associazioni di volontariato con personalità giuridica regolarmente iscritte al relativo albo regionale. 10 –2008 . in conto capitale o conto interessi. il completamento. I contributi regionali sono concessi ogni anno. in virtù delle competenze attribuite e secondo criteri oggetto di confronto con i rappresentanti delle Province stesse. c) società e associazioni sportive dilettantistiche. discipline associate e associazioni benemerite a carattere nazionale e presenti a livello regionale. quando si sostanziano in interventi di carattere socio-assistenziale. e) parrocchie e altri enti ecclesiastici appartenenti alla Chiesa cattolica nonché enti delle altre confessioni religiose. La Regione Puglia ha approvato il Programma triennale 2008/2010 per l’impiantistica e gli spazi sportivi. I benefici possono configurarsi anche nella riduzione 12 n. l’ampliamento e il miglioramento di impianti sportivi. Le domande dovranno essere inviate entro il 28 febbraio di ciascun anno. f) enti morali che perseguono. quando la Provincia si assume integralmente l’onere di attività svolte da terzi.contributi. in conformità alla normativa di settore. alle associazioni benemerite e agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e costituite con atto pubblico. b) enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI. finalità educative. e per l’acquisto di impianti esistenti.ausili e/o vantaggi economici. Si tratta di: . purché regolarmente affiliate alle federazioni sportive nazionali. per la costruzione. . ai seguenti soggetti: a) enti locali.sussidi. Il programma per l’impiantistica sportiva e per gli impianti e gli spazi destinati all’attività motorio-sportiva è stato elaborato sulla base dei «programmi» inviati dalle Province. alle discipline sportive associate. federazioni sportive nazionali. comprese le strutture accessorie complementari. . ricreative e sportive senza fini di lucro. scrittura privata autenticata o registrata.sovvenzioni. quali l’utilizzazione di risorse umane e strumentali della Provincia. . che comunque si iscrivono nei propri indirizzi programmatici. quando sono diretti a cofinanziare in modo occasionale o continuativo attività o iniziative proprie di altri soggetti.

chimiche e ingegneristiche. info@ufficiesoluzioni. 13 n.€ 3. fisiche. I Progetti devono riguardare attività di ricerca di base ovvero attività che mirano all'ampliamento delle conoscenze scientifiche e tecniche non connesse a specifici ed immediati obiettivi industriali o commerciali.700. delle cooperative sociali e delle associazioni o enti. le fondazioni ed altre istituzioni di carattere privato dotate di personalità giuridica per le attività ed iniziative che gli stessi esplicano. senza fini di lucro.028. b)scienze della terra e dell’ambiente.2009 il Bando perequazione sociale diretto alle Associazioni di volontariato. solidaristico e/o umanitario a vantaggio della comunità provinciale. sportivi. informatiche. le associazioni. c)scienze della vita. 10 –2008 . Le risorse finanziarie disponibili ammontano a 6. Anche per la Regione Puglia è attivo fino al 06. chimiche e ingegneristiche. le cui finalità statutarie siano rivolte all’impegno sociale. i comitati culturali.03. b)scienze della terra e dell’ambiente. ad esclusione di quelle afferenti al settore biomedico e sanitario. del corrispettivo per l'uso di beni immobili provinciali solo nel caso in cui l'utilizzatore sia un soggetto pubblico o privato che persegua statutariamente finalità di interesse collettivo. di norma a livello intercomunale.it 15. comunitari e nazionali. ambientalisti.188 euro cosi ripartiti: . Il bando interviene a sostegno di progetti di ricerca di base di alto contenuto promossi dall’Università e dagli Enti Pubblici di Ricerca aventi sede operativa in Sardegna nei seguenti settori: a)scienze matematiche. La concessione di provvidenze finanziarie ed economiche di qualunque genere può essere disposta dall'Amministrazione a favore di: a) enti pubblici e privati. informatiche. SARDEGNA Pubblicato il bando da 6milioni di euro per l'assegnazione delle risorse finanziarie per i progetti di ricerca fondamentale o di base che trovino in Sardegna ottimali condizioni per la loro esecuzione e/o che abbiano avuto accesso a programmi di ricerca internazionali. b) associazioni non riconosciute. fisiche. di cui si è detto per la Regione Abruzzo. del volontariato.000 per le attività di ricerca fondamentale e/o di base nelle aree sotto elencate: a)scienze matematiche. a beneficio della comunità provinciale. d)scienze umane e sociali. gli enti e le istituzioni ecclesiastiche. c)scienze della vita.

22. Il sostegno dei progetti consiste in un contributo alla spesa nella misura del 100% del relativo costo con massimali di costo diversi a seconda dell'area di ricerca.3b del POR FESR 2007. info@ufficiesoluzioni. articolato nei seguenti ambiti d’intervento: a) area della ricerca sanitaria sull’innovazione nell’assistenza e sul trasferimento dei risultati della ricerca scientifica nella pratica clinica b) area della ricerca sanitaria sull’organizzazione e funzionamento dei servizi. 1857/2006). In particolare. 1 Reg.10 e le categorie 27. Le richieste di contributo dovranno essere presentate entro il 14 febbraio 2009. • sezione D.03. d)scienze umane e sociali . 27.2009 il Bando perequazione sociale diretto alle Associazioni di volontariato.2013.it 1. le agevolazioni previste sosterranno le consulenze finalizzate al miglioramento dell’assetto gestionale. la Regione Toscana intende attivare un nuovo strumento per incentivare l’acquisizione di servizi qualificati da parte delle micro. Possono presentare proposte: a) professori o ricercatori del ruolo universitario. piccole e medie imprese. c) Aziende Sanitarie e Ospedaliere della Sardegna. in forma singola o aggregata. assistenti ordinari del ruolo ad esaurimento che siano impegnati direttamente nella ricerca ed esercitare il ruolo di coordinatore scientifico. – la classe 27.2 14 n. SICILIA Anche per la RegioneSicilia è attivo fino al 06. b) enti di ricerca. di cui si è detto per la Regione Abruzzo 16. (CE) n. tecnologico e/o organizzativo delle imprese. fatta eccezione per: – le imprese operanti nei settori agro-industriale individuati alla Sottosezione DA Divisione codice 15. 10 –2008 . piccole e micro imprese. che esercitano un’attività economica identificata elle seguenti sezioni della Classificazione STAT 2002: • sezione C (con esclusione del codice 10. produttivo.10).188 così come indicato dal Programma di ricerca sanitaria. anche di nuova costituzione.328.1.€ 2.22. TOSCANA Con un bando emanato ai sensi della Linea di intervento 1.88 limitatamente alle attività connesse alla fabbricazione e di prodotti di imitazione o di sostituzione del latte e dei prodotti lattiero-caseari (art. – la classe 24. Beneficiari dell’ intervento sono le medie.70 (produzione fibre artificiali).

• le attività di formazione del personale connesse all’ottenimento della suddetta certificazione. 74.1. Il contributo non dovrà superare l’importo di 200. • sezione I.11. • sezione F. VENETO E’ attivo Bando regionale per la richiesta di contributi in tema di certificazioni etico-sociali (SA8000). 90.87.2. 74.01. • non siano imprese in difficoltà e in particolare non siano sottoposte a procedure concorsuali o non siano in stato di liquidazione. 74. 74. – le categorie 35.000 euro per beneficiario su un periodo di tre anni ed un’intensità massima del 75% qualora il prestatore di servizi non possieda certificazione nazionale o europea. solo il gruppo 90.4.8). • sezione O.11.60.20.1 e 35. sola la Divisione 63. con esclusione delle attività delle agenzie di viaggio.1. da approvarsi entro il 31 gennaio.1.7. I costi per l’ottenimento della certificazione SA8000 che sono riconosciute sono i seguenti: • consulenze per implementazione del sistema di gestione. e il gruppo 60.3. 10 –2008 .87. sia al momento della presentazione della domanda sia al momento della concessione del contributo.20. 30 aprile. (produzioni siderurgiche).3 e le classi 74.20. • sezione E.20.3 (costruzioni e riparazioni navali). • non abbiano pendenze con gli Enti previdenziali.1. Possono beneficiare dei contributi le imprese venete che abbiano ottenuto la certificazione SA8000 mantenendola nel corso del 2008 e fino alla data di scadenza del bando e che. • il rilascio della certificazione SA8000. info@ufficiesoluzioni.00. 31 luglio e 31 ottobre di ogni anno. con graduatorie trimestrali.it 2. 30 giugno. che abbiano sede legale e/o unità produttiva nel territorio della Regione del Veneto e siano iscritte al Registro delle Imprese ed in regola con la denuncia di inizio attività al REA (Repertorio Economico Amministrativo) degli enti camerali veneti. in cui saranno inserite le domande pervenute entro la scadenza del relativo trimestre (ossia 31 marzo. 74.02 e la categoria 93. • sezione K. K73 e K74 (esclusivamente per il gruppo 74. 74. 15 n. Le domande potranno essere presentate in ogni momento dell’anno. 30 settembre e 31 dicembre di ogni anno).24.000. Sono ammissibili i costi sostenuti per l’ottenimento della certificazione fino ad un massimo di € 20. secondo la procedura a sportello. limitatamente alle divisioni K72.01. 74.70.

le inferriate. Sono escluse dal contributo le seguenti spese: • per costi interni.000.00. con particolare riferimento ai valori della legalità. quali: • Educazione dei giovani. inclusi gli strumenti di pagamento con moneta elettronica. operanti in base a concessione amministrativa. La domanda di contributo dovrà essere presentata entro il 30 marzo 2009. rientrano gli apparecchi di videosorveglianza e i sistemi di pagamento con moneta elettronica. i servizi regolari di consulenza legale e le spese di pubblicità). definito «credito sicurezza». le casseforti e i cassetti di sicurezza. le macchinette antifalsari. Tra gli impianti e attrezzature di sicurezza agevolabili. 2009 e 2010 l’attribuzione di un credito d’imposta. 16 n. • le spese di consulenza a carattere continuativo o periodico o connesse con normali spese di funzionamento dell’impresa (come ad esempio la consulenza fiscale ordinaria. pari all’80% dell’importo delle spese. quali i terminali per carte di credito ed EFT-POS.it Aiuti nazionali. Il contributo è pari al 100 % dei costi ammessi e non potrà comunque essere superiore a € 20. 10 –2008 . Per l’anno 2009 le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10 del 2 febbraio 2009. • Sviluppo del capitale umano di eccellenza. vengono sollecitate a proporre interventi integrati che possano combinare in modo flessibile vari ambiti di intervento. tributi e spese notarili. le vetrine. Europei ed altre opportunità La Finanziaria 2008 ha previsto per gli anni 2008. • Mediazione culturale e accoglienza/integrazione degli immigrati. imposte. le porte blindate. gli infissi e i vetri di sicurezza. gli armadi e i banconi blindati. nonché altri impianti e attrezzature di sicurezza non specificati fra cui rientrano. tasse. info@ufficiesoluzioni. per l’acquisizione e l’installazione di impianti e attrezzature di sicurezza. nonché dei soggetti esercenti attività di rivendita di generi di monopolio. L’agevolazione è concessa a favore delle Pmi commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso e attività di somministrazione di alimenti e bevande. a titolo di esempio: i sistemi di allarme. ***** E’ stata fissata al 30 Gennaio 2009 la scadenza del Bando “Sviluppo locale 2008” con cui 10 idee progettuali presentate da enti del volontariato e/o del terzo settore ubicate in apposite aree indicate nel bando.

o da quartieri specifici di grandi aree metropolitane. aventi una delle seguenti forme: • associazione riconosciuta.00 euro per la realizzazione degli interventi previsti nelle Proposte di Progetto Esecutive selezionate.850. Presicce CALABRIA RC Marina di Gioiosa Ionica. Aritzo. Arena. VV Acquaro. LE Alessano. L’Invito si rivolge ad aree locali caratterizzate da forte disagio economico e sociale. dalle piccole 17 n. Desulo. Laurito. Futani. Ovodda. CT Catania: quartiere Librino. con problematiche simili. San Pietro di Carità (RC) SICILIA PA Palermo: quartiere San Filippo Neri (ex Zen).000. • Sviluppo. PUGLIA BA Bari: quartiere San Paolo. Martone. Tiana. • Cura e valorizzazione dei "beni comuni". • consorzio. Austis. composto esclusivamente da soggetti rientranti in una o più delle categorie sopra. Belvì. • fondazione. Queste le aree locali: CAMPANIA NA Napoli: quartiere Scampia. Ortueri. Le iniziative dovranno essere realizzate in un arco temporale compreso tra 18 e 36 mesi. qualificazione e innovazione dei servizi socio-sanitari. Dasà. b) fino ad un massimo di 3. I fondi messi a disposizione ammontano a complessivi 4 milioni di euro così distribuiti: a) fino ad un massimo di 150. si riscontra una presenza significativa del volontariato e del terzo settore su cui “incardinare” l’azione. Dinami. ***** Sono numerosi gli interventi che la BEI intende adottare per il periodo 2008/2013 a supporto degli investimenti per le PMI di diversi Paesi dell’Unione Europea stanziando un fondo pari a 30 miliardi di euro. SARDEGNA NU Sorgono. Il riferimento territoriale è dato dalle 10 aree. Tonara. tuttavia. 10 –2008 . • ente ecclesiastico.00 euro per la progettazione esecutiva delle 10 Idee Progettuali pre- selezionate. Meana Sardo. Grotteria. In particolare le operazioni sono dirette a ricoprire tutte le necessità. SA Alfano. I beneficiari delle agevolazioni Nuclei Promotori Locali devono essere composti da almeno 3 soggetti appartenenti al mondo del volontariato e/o del terzo settore. Montano Antilia. dove maggiormente è sentita l’urgenza di un sostegno allo sviluppo locale e dove. Rofrano. Teti. Gioiosa Ionica.000. In una prima fase di ideazione progettuale. San Giovanni di Gerace. Gadoni. La tronco. composte di uno o più comuni contigui. • associazione non riconosciuta. reti composte da almeno 3 soggetti appartenenti a organizzazioni del volontariato e/o del terzo settore (“Nuclei Promotori Locali”) predisporranno delle idee progettuali in grado di esprimere la valenza generale dell’intervento proposto. Mammola. • cooperativa sociale. San Mauro la Bruca BASILICATA PZ Episcopia. con particolare riferimento alla presenza della criminalità.

le linee d’azione del Fondo sono principalmente due: la prima da realizzare attraverso il ricorso a delle garanzie. a valere sul FIT (Fondo per l’Innovazione Tecnologica) per promuovere progetti transnazionali di innovazione industriale in tutti i campi applicativi delle biotecnologie. di Madrid e dei 18 n. • prestiti sindacati a cui partecipano le banche commerciali e la Bei. – 7 luglio 2009 per i progetti aventi inizio tra il 1° gennaio 2009 e il 7 luglio 2009.000 euro per progetto. Come detto sopra. La durata massima dei progetti è di 30 mesi. esigenze di cassa. e la seconda linea d’azione da attivarsi tramite l’utilizzo di strumenti di venture capital o alternativi che consentano di partecipare al capitale delle Pmi. Questa tipologia d’intervento sarà attuata attraverso l’intervento del Fondo europeo per gli investimenti. ***** Parte a livello Europeo il Programma Media II 2007-2013 . Gli interventi che saranno attuati possono essere distinti in tre principali categorie: • forme di credito che consentano di distribuire il rischio tra diversi intermediari. L’importo del sostegno è compreso tra 5. e non può superare il limite massimo di 50. ***** All’interno del Programma comunitario Eurotrans-Bio. Finlandia. dove il tasso di remunerazione del prestito è collegato ai risultati aziendali e nel caso in cui la società si trovasse in difficoltà finanziaria siano convertiti in capitale dell’azienda stessa. sono a disposizione 5 milioni di euro. Il bando è rivolto alle piccole e medie imprese e sostiene progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale realizzati in collaborazione con PMI di altri Paesi europei (Austria.000 e 50. erogati da istituti di credito e finanziari. • strumenti ibridi di patrimonializzazione sotto forma di prestiti partecipativi. Regione della Catalogna. Francia. Il termine ultimo per l’invio delle candidature è fissato al: – 2 febbraio 2009 per i progetti aventi inizio tra il 1° luglio 2008 e il 2 febbraio 2009. Il presente invito a presentare proposte riguarda unicamente i progetti aventi inizio tra il 1° luglio 2008 e il 7 luglio 2009. fino agli investimenti di ammontare superiore. che il Fondo stesso offre a favore delle banche commerciali.000 euro.Finanziamenti agevolati a sostegno delle società di produzione indipendenti attraverso la concessione di finanziamenti. 10 –2008 . Regione delle Fiandre e della Vallonia in Belgio. Il contributo finanziario non può essere superiore al 50%-(60%) dei costi ammissibili. che siano garantiti dalla stessa Bei. Germania.

Puglia. d) consorzi monoregionali di cui alle lettere a). anche in forma cooperativa.it 19 n. 10 –2008 . anche in forma cooperativa. Basilicata.Paesi Bassi. –domanda di liquidazione del contributo sul programma 2009: 15 aprile 2010. – euro 103. – il 60% delle spese sostenute per i consorzi le cui imprese sono ubicate per almeno i 4/5 nei territori delle Regioni Campania. ubicati in Sicilia e Valle d’Aosta (provvisoriamente. info@ufficiesoluzioni.. In ogni caso è fissato un limite massimo di: – euro 77. b). – il 70% delle spese sostenute per i consorzi che al momento della domanda di liquidazione risultino costituiti da non più di cinque anni. Sicilia. anche in forma cooperativa. costituiti da imprese turistiche e alberghiere limitatamente alle attività volte ad incrementare la domanda turistica estera. c) consorzi e società consortili a carattere multiregionale. costituiti da piccole e medie imprese agroalimentari. Ungheria).07 per i consorzi costituiti da più di 74 soci. – euro 154. La presentazione delle domande di agevolazione avvenire a far data dal 7 gennaio 2009 al 27 aprile 2009. Le scadenze per la presentazione delle domande e della relativa documentazione sono così stabilite: – domanda di approvazione del programma 2009: 20 dicembre 2008. ***** Al via i Contributi ai consorzi agro-alimentari e turistico.38. costituiti da imprese agroalimentari aventi come scopo esclusivo l’esportazione dei prodotti agroalimentari. b) consorzi e società consortili a carattere multiregionale. Possono ottenere il contributo: a) consorzi e società consortili a carattere multiregionale. Calabria. per i consorzi costituiti da 25 a 74 soci.937. tenuto conto che il trasferimento delle competenze a tali Regioni a statuto speciale non è stato ancora attuato) La misura del contributo non potrà eccedere: – il 40% delle spese sostenute per i consorzi che alla data della domanda di liquidazione risultino costituiti da più di 5 anni.291.53 per i consorzi aventi fino a 24 soci.468. c). ittiche e turistico-alberghiere aventi come scopo esclusivo l’attrazione della domanda estera.alberghieri all’interno del Programma Promozionale 2009. Paesi Baschi in Spagna. Sardegna.

00 cadauno. seminari. dovrà essere inviata entro le ore 17. Eventi formativi. Saranno escluse tesi che abbiano già ricevuto riconoscimenti in termini di sussidi economici e/o di pubblicazione. che elaboreranno una tesi sui temi del volontariato. A cura di: VUOI INSERIRE IL TUO LOGO PUBBLICITARIO NELLA FINANZI@MaIL? Richiedilo a info@ufficiesoluzioni. premi. Le tesi ammesse sono quelle discusse durante gli anni accademici 2006/07 e 2007/08 e 2008/09. destinati a laureandi di corsi di laurea specialistici e giovani dottorandi di ricerca (di massimo 35 anni).it 20 n. 2 premi di laurea dell’importo di € 2. corsi. La domanda di ammissione al concorso. 10 –2008 . di diverse provenienze disciplinari e geografiche. workshop NOTIZIE FLASH SU PREMI E ALTRE OPPORTUNITA’ L’ “OSSERVATORIO SUL VOLONTARIATO” indice il bando per il conferimento di n.500.00 del 31 luglio 2009.