SINTESI DELLE TRE MONTAGNE V. M.

Rabolù

INDICE
INTRODUZIONE .................................................................................................. 2 IL DISCEPOLATO................................................................................................. 4 LE PROVE PER ACCEDERE AL CAMMINO INIZIATICO ............................ 7 PRIMA MONTAGNA............................................................................................ 8 SECONDA MONTAGNA ................................................................................... 11 TERZA MONTAGNA ......................................................................................... 12 APPELLO ALLE DAME GNOSTICHE ............................................................ 13

SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ 1

INTRODUZIONE

Caro lettore: ho scritto quest’opera sintetizzando tutto il Cammino, quello che deve fare ogni studente per arrivare alla Liberazione. Spero che quest’opera non diventi una delle tante che sono state scritte sullo stesso tema, da imparare a memoria; questa è da praticare. Questo non ammette discussioni né discorsi: solo pratica. Voglio con quest’opera mostrare il cammino più breve, più rapido, per raggiungere la Liberazione. Per questo mi sono messo nel lavoro di investigare molto profondamente, per mezzo della pratica, per lasciare come mia eredità quest’opera, che è il Cammino reale che ogni studente deve seguire. Abbiamo già sentito molte teorie, molti discorsi. Andiamo a vedere i risultati: che cosa è rimasto di tutto questo? Nulla! È rimasto nulla più del vuoto che quegli elementi hanno lasciato. In modo che, con quest’opera, voglio si arrivi al Cammino Iniziatico. Questo insegnamento è per gente umile, gente che anela a liberarsi dalle leggi meccaniche che tanto ci hanno pregiudicato; perché siamo arrivati a convertirci in semplici organi della Natura, e abbiamo veramente dimenticato da dove veniamo e dove andiamo. Dobbiamo lasciare da parte l'orgoglio e metterci con pazienza a praticare l’insegnamento che do in questo libro, perché lo sperimentiate e possiate più avanti darne testimonianza ad altri che lo chiederanno. Uno non deve mai imparare solo per sé stesso ma deve pensare sempre all’Umanità, primariamente.

2 SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ

Quando si pensa all'Umanità in generale, cresce la scintilla d'Amore in noi, si rafforza e l’ascesa è più effettiva. Di modo che, noi imparariamo per insegnare, non per tenere dentro di noi tutte quelle conoscenze e lasciare l'Umanità a perire. Io sono uno di quelli che vorrebbe che non si perdesse nemmeno una sola Anima. Per questo mi sacrifico e lotto, affinché capite veramente ciò che deve fare ogni studente: perché non perda il suo tempo con teorie vaghe, incoerenti, di cui non rimane nulla nella Coscienza della persona perché non sa di cosa si sta parlando. Meglio è parlare con cognizione di causa, come lo sto facendo qui con il mio cuore in mano, supplicandovi di praticare perché usciate dallo stato incosciente in cui vi trovate. Va detto che la saggezza si esprime attraverso una persona quando è preparata. Se non è preparata, come può manifestare la Sapienza? Abbiamo sentito molti sapientoni da strapazzo che si atteggiano a Maestri, a gerarchie e sono pieni di orgoglio, di avarizia, di lussuria, e di tutti i difetti che si vedono palesemente manifestarsi attraverso di loro. Quando si ostenta saggezza o umiltà è quando più si è lontani da esse, perché l'umiltà e la saggezza nascono quando si è ben preparati, senza neccessità di commentarle e metterle in mostra. Chiedo per favore a coloro che leggono quest’opera, di perdonarmi gli errori che vi troveranno, perché non sono uno scrittore, non sono un intellettuale. Semplicemente sto descrivendo quello che conosco, con i miei termini semplici e pratici: IL CAMMINO DELLA LIBERAZIONE. Fraternamente, Joaquin Amortegui Valbuena (V. M. Rabolù)

SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ 3

IL DISCEPOLATO

Molto si è detto del Cammino Iniziatico. Ora vorrei spiegare più dettagliatamente, il sentiero verso la Liberazione. Dobbiamo iniziare ad elaborare la nostra propria energia. Sappiamo che l'essere umano è una macchina con sette centri: due superiori e cinque inferiori. Questi cinque centri non lavorano con il proprio idrogeno, per questo la macchina umana va male, lavora molto male. Sappiamo molto bene che di questi cinque centri inferiori, i primi quattro rubano l'energia del quinto, che è il centro sessuale. Per questo nessuno può raggiungere la castità se non organizza primariamente la propria macchina umana; affinché questi centri o cilindri funzionino correttamente, ognuno con la propria energia. Così potremo fabbricare l'idrogeno 12, che è quello del centro sessuale. Finché non realizziamo questo lavoro perdiamo tempo, perché la parte sessuale sarà squilibrata, così come gli altri centri. L'idrogeno 12 è l'idrogeno del sesso, col quale lavora il sesso normalmente, e il Si-12 è lo stesso quando si trasmuta per mezzo della castità scientifica. Attraverso la morte di quei piccoli elementi psichici, che si manifestano in noi ad ogni istante, ad ogni momento, che siano di lussuria, di orgoglio, di vendetta, di odio, di ladrocinio, così via; tutti questi dettagli rubano e sbilanciano l'energia sessuale e non permettono alla persona di arrivare alla castità, dal momento che ogni centro non lavora con la propria energia.

4 SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ

L'uno ruba all'altro, l'altro ruba all'uno, tutti rubano al centro sessuale e anche il centro sessuale - per poter funzionare -, ruba allo stesso modo l'energia agli altri centri, quando la macchina umana si squilibra totalmente. Un crogiolo di idrogeni che non giunge a un equilibrio, ma che continua ad alimentare questi elementi psichici, senza speranza di raggiungere il Cammino dell'Iniziazione. Ecco come stanno andando tutti gli studenti gnostici attualmente, senza eccezione, perché nessuno ha fatto il lavoro come lo sto indicando qui. Chi voglia arrivare a bilanciare la sua macchina umana, deve cominciare eliminando sistematicamente ogni dettaglio che si manifesta, per piccolo che sia, chiedendo alla propria Madre Divina l'eliminazione. È così che andiamo equilibrando la macchina umana, per conseguire veramente il nostro obiettivo, che è il Cammino Iniziatico. Durante il giorno si manifestano tutti questi elementi psichici, che sono quelli che alimentano l'Ego. Con questo tipo di morte si va riordinando l'energia per ogni centro, affinché possono lavorare normalmente e possiamo quindi elaborare il Si-12 attraverso la trasmutazione; ciò ci permette di raggiungere il Cammino Iniziatico, di risvegliare il Fuoco Sacro e iniziare a scalare la Prima Montagna. Quando si inizia a lavorare con la morte, -così come l’ho insegnata e la spiego-, arrivano i cambiamenti dell'energia nel discepolo. Si inizia con il mercurio nero, per secondo il bianco, per terzo il giallo e per quarto il rosso. Il rosso è il Fuoco Sacro. Si sveglia e inizia l'ascesa lungo il midollo spinale.

SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ 5

Questo è il principio del lavoro che dobbiamo realizzare. Non c'è altra via per iniziare la Prima Montagna o il lavoro esoterico. Potete cercare dove volete, se non si comincia da qui non si ha cominciato il lavoro. Qui muoiono le teorie; sono i fatti che portano avanti il discepolo. Così, qui ci sono fatti, non parole. I discorsi sono molto belli ma con i discorsi nessuno si muove da dove si trova. Con la pazienza si ottiene tutto quello che si vuole, ed è logico che il percorso è difficile, ma non impossibile. Il V. M. Samael parlò di tutto questo, ci insegnò, lottò, ma nessuno ha voluto mettere in pratica, obbedire a ciò che il Maestro Samael ci indicò in tutte le sue opere; ma le hanno convertite in pure teorie, discussioni, facendo gara a chi sa più dell'altro e così via. Sono diventati un mucchio di pappagalli, parlando di ciò che non conoscono.

6 SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ

LE PROVE PER ACCEDERE AL CAMMINO INIZIATICO

Tra le prove cui è sottoposto il discepolo, c’è innanzitutto la Prova del Guardiano, nella quale deve fare i conti con la propria bestia da lui creata nel corso dei secoli. In secondo luogo, le quattro prove: Fuoco, Aria, Acqua e Terra. Nel debito ordine, vengono sottoposte all’aspirante. Avverto che la prova del Guardiano che ho menzionato, viene mandata una prima volta, e se non superata, una seconda, una terza e la quarta volta l’aspirante viene escluso se fallisce. Le prove dai quattro elementi vengono ripetute molte volte dallo studente. Non importa se le ha passate, vengno sempre riproposte perché con queste prove si verifica come si avanza qui nel fisico. Però questo non è tutto. Dopo queste quattro o cinque prove, segue la serie di prove a cui uno viene sottoposto, per verificare l'orgoglio, la vanità, la lussuria, l’odio, ecc. Infine, tutta una serie di prove, ma questo è un processo lungo, non è dopo uno o due giorni che si viene sottoposti a una prova che smettono di mandarcela, no signori, continuano a mandarcela. Si tratta di una disciplina continua a cui lo studente deve sottoporsi quotidianamente, al fine di fare bene in queste prove che di solito sono piccolissime, e perciò sono più difficili da superare: il sentimentalismo, l’attaccamento ai beni materiali, alla famiglia, ecc. In questo bisogna pulirsi, e averli compresi molto a fondo per poter salir bene interiormente; al contrario si perde tutto e si potrebbe rimanere in stallo fino a nuovo avviso, fino a quando non ci si corregge.

SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ 7

PRIMA MONTAGNA
ATMAN

BUDDHI

MANAS

Quando una persona lavora con l’idrogeno Si-12, ha risvegliato il Fuoco Sacro, ha cominciato a scalare la prima montagna, allora è accettata come discepolo. Ricorda, caro lettore, che la prima montagna sono le iniziazioni del Fuoco, dove in accordo col lavoro psicologico che va compiendo il discepolo, il Fuoco Sacro ascende con più rapidità. Così egli deve raggiungere l’equilibrio tra la morte e la nascita, se vuole veramente avanzare per il cammino, poiché questa energia - il Fuoco Sacro-, ascende in accordo con i meriti del cuore. Un egoista impiega moltissimo tempo, tre volte tanto, per far ascendere il fuoco, poiché si tratta di una persona che vuole tutto per sé senza insegnare agli altri. Voglio dire che non gli importa dell'umanità e invece questa è la cosa principale che deve fare un iniziato: tenere presente che se mira a salvarsi, deve cercare di aiutare gli altri affinché non falliscano. Questo si chiama Amore.

8 SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ

Quando la prima vertebra è ottenuta, riceve la Spada: una spadina piccina, manico bianco, che si deve tenere nella cintura perché la Loggia Nera viene su, per far perdere questa vertebra che ha ottenuto e con quella spada deve difendere il proprio lavoro, perché gli è costato. Le maghe nere arrivano in massa, sia fisicamente sia internamente, per provare a rubare il fuoco che ha ottenuto. E mentre va nutrendo il fuoco, la spada si allunga, - finché incarna il suo Intimo -, allora diventa la spada fiammante, la spada dei magici poteri, che ha potere sulla Natura. Quando uno incarna l'Intimo viene colto dalla Legge del Sette, per la quale ogni sette anni l'Intimo si va manifestando con più forza, più saggezza, più splendore, più potere dentro di sé, fino a quando questo non raggiunge l'età di 42 anni. Non c’è da farsi illusioni che quando s’incarna l'Intimo lo si manifesta con tutta la saggezza e tutta la forza, perché Egli nasce come qualsiasi bambino e va crescendo ed esprimendosi secondo la Legge del Sette, raggiungendo l’età matura a 42 anni, nella quale si manifesta in tutto il suo splendore. Quando si parla di anni, non ci riferisce ad anni fisici o tridimensionali, ma di anni esoterici. Così andiamo ottenendo vertebra dopo vertebra, e si risvegliano i chakra e le chiese. L'Iniziato va dominando i quattro elementi della Natura, man mano che va ascendendo; fino a quando raggiunge la quinta iniziazione dei Misteri Maggiori, dove è qualificato come uomo autentico. Nella quinta iniziazione dei Maggiori l'iniziato sceglie il cammino: il diretto o la spirale. Il Cammino si sceglie in accordo con la rivoluzione della Coscienza: se è una persona passiva, sceglie la spirale, se è rivoluzionaria sceglie il Cammino diretto. Chi prende la spirale non è interessato alla sua liberazione. Non la consiglio nemmeno ad un nemico, perché non porta nessuno alla Liberazione. Così, quindi, invito quelli rivoluzionari, che riflettano e si giochino il tutto per tutto.

SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ 9

Il Cammino diretto porta trionfi, pagamenti che vengono fatti dalle Gerarchie. Per la spirale non ci sono vittorie, né pagamenti né altro. Quando sceglie il percorso diretto, viene a incarnare la Triade Primaria, che è ATMAN, BUDDHI, MANAS. Quando l’iniziato fabbrica il suo corpo causale (Manas), incarna le due forze superiori e diventa un iniziato dei Misteri Maggiori. È diventato un Maestro dei Misteri Maggiori, dei Misteri del Fuoco, ma non sono da confondere i Misteri del Fuoco con le iniziazioni d’Oro, che sono completamente diverse. Faccio questa precisazione in modo che tutti coloro che leggono questo libro sappiano ciò che si deve fare prima, per iniziare la prima montagna. Quando l’iniziato incarna queste tre forze, si converte in un grande Maestro. Ha il diritto, al culmine di quella montagna, di trasferirsi in una cappella rotonda, molto bella, dove si può prendere una pausa: meditare, fare un resoconto o retrospezione di tutto il lavoro appena fatto. Questo è un lavoro minuzioso, perché qui c'è molta saggezza che il Maestro manifesterà più tardi, quando rinuncerà a questa felicità e prenderà la Seconda Montagna. Si tratta di una pausa per l'iniziato, un recupero di forze per intraprendere la Seconda Montagna, dove si vanno a fabbricare i Corpi d’Oro o Corpi Esistenziali dell'Essere. Questo lavoro è molto più rigido, più dettagliato.

1 SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ 0

SECONDA MONTAGNA
Traduzione in corso…

SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ 1 1

TERZA MONTAGNA
Traduzione in corso…

1 SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ 2

APPELLO ALLE DAME GNOSTICHE
Traduzione in corso…

SINTESI DELLE TRE MONTAGNE – V.M. RABOLÙ 1 3