Urbino

MERCOLEDÌ 19 SETTEMBRE 2012

21
TRUFFATRICE IN AZIONE ATTENTI ALLO SCAMBIO DI BANCONOTE
ATTENTI ALLA BIONDA. Ha 19 anni, occhi azzurri, veste in modo sensuale, magari con leggins che mettono in evidenza le gambe. La ragazza entra nei bar, beve un succo di mirtillo e poi — con un’abilità degna di un prestigiatore — fugge via con i vostri soldi mentre chiede di cambiare le banconote. La polizia di Urbino cerca di rintracciarla (avrebbe già le impronte digitali), ma è certo che tenterà di nuovo un bel colpo. Ieri, ad esempio, prima di schizzare via dal bar “Soldano” di Valbona a bordo di una Golf 4 blu a tre porte, è riuscita ancora una volta a portarsi via cento euro. Il colpo è riuscito in più di un negozio in centro. Occhio quando la vedete... chiamate le forze dell’ordine.

••

OPPORTUNITA’ Grande risparmio
Secondo le statistiche, chi si deve muovere ed utilizza questo sistema, risparmia fino al 75 per cento. Interessati il 55 per cento degli studenti

SALUTE Sempre più ricercati i prodotti biologici

AGRICOLTURA

Semplicità d’uso
Gli utenti devono inserire nel sito web dedicato l’itinerario desiderato. La domanda si incontra con l’offerta ed il gioco (che fa risparmiare) è fatto

Sabato si acquista biologico
SABATO in piazza della Repubblica e nel Collegio Raffaello, per l’intera giornata si svolgerà «Oggi si acquista bio», manifestazione che rappresenta uno degli appuntamenti che da alcune settimane stanno interessando tutto il territorio regionale nell’ambito del programma «Conoscere il Biologico nelle Marche» per promuovere la conoscenza e l’utilizzo dei prodotti provenienti biologici ed in particolare marchigiani. L’iniziativa, promossa dalla Regione, è coordinata dalla Rete dell’Economia Solidale Marchigiana, attraverso la collaborazione dei vari Gruppi di acquisto attivi in zona, della provincia e del comune di Urbino. Nel corso della giornata si terrà il convegno «La sostenibilità in mensa», che rappresenta un punto di approdo del lavoro portato avanti negli ultimi mesi dall’associazione FuoriTana e dal Comitato Sostenibilità InMensa. Dalle ore 9, inoltre, sarà aperta la fiera con gli stand di agricoltori biologici, aziende dell’economia solidale, laboratori artigianali e giochi di legno. Mentre lo stand gastronomico sarà operativo dalle 11.30. Dalle 17 si susseguiranno spettacoli per adulti e bambini. Mentre alle 18.30 si potrà partecipare alla battitura dei ceci come in un’aia del sud Italia accompagnati dalla musica popolare dei Vagabanda. Musiche popolari dalle ore 20. Info: 340 1223544 o daama@libero.it.

E’ ormai finita l’epoca dell’autostop L’Ateneo lancia il “car-pooling”
Accordo con il portale specializzato per facilitare la mobilità
«CERCASI persone di Terni per poter accordarsi per viaggiare in macchina insieme e dividere le spese». L’antesignano di carpooling (auto di gruppo), il portale per risparmiare viaggiando insieme in automobile che ha spedito in soffitta il vecchio autostop, è un foglietto spillato sulla bacheca di giurisprudenza. E come lui tanti altri messaggio identici. Da ieri però è una prassi entrata a far parte dei servizi che l’Università di Urbino offre ai suoi studenti. La partnership, prima in Italia, tra ateneo e carpooling.it, è infatti cominciata nella mattinata dopo una conferenza stampa a cui, tra gli altri, ha preso parte il country manager Italia carpooling.it, Daniela Mililli. L’IDEA è di utilizzare la grande piattaforma del web per cercare e trovare persone che possano condividere lo stesso tragitto. La Mililli, in collegamento webcam da Monaco, ha spiegato come funziona il meccanismo in pochissime battute: «C’è chi inserisce il suo tragitto, partenza, arrivo e orario, offrendo un passaggio per poter risparmiare e condividere le spese. E, dall’altra parte, c’è chi consultando il sito può trovare il passaggio più comodo». Tutto con un click e senza mettere il naso fuori da casa. Così — ha commentato il Rettore Stafano Pivato — «puntiamo a migliorare i nostri servizi e ad agevolare la raggiungibilità di Urbino, facendo da apripista tra gli atenei ad un’iniziativa che è anche un stimolo alla socializzazione». L’APPLICAZIONE, molto diffusa all’estero, consentirà tra l’altro di avviare quella che il professor Giovanni Boccia Artieri, delegato rettorale alla Comunicazione integrata, ha definito «una buona pratica comportamentale». Che è poi l’abitudine a muoversi responsadi Urbino si tratta di un fiore all’occhiello, ripreso anche dalla stampa nazionale che lo ha inserito tra le peculiarità accademiche: «Promuovendo il carpooling — recita una nota di presentazione — l’università di Urbino risponde in particolare all’esigenza di mobilità della gran parte dei suoi studenti pendolari e fuori sede (circa il 55 per cento) e fornisce loro una valida alternativa di trasporto, permettendo di risparmiare fino da e offerta. Ma, ci si augura, tutta la città. Ed infatti tra i punti ripresi ieri c’è anche «l’interazione con il territorio». ALTROVE i risultati sono stati positivi. Tanto che oggi carpooling.it ha quasi 4 milioni di utenti iscritti e 650mila opportunità giornaliere di viaggio. Si stima inoltre che il carburante fatto risparmiare (uno degli aspetti che più può attrarre oggi) ammonti a

NOVITA’ A lato, Giovanni Boccia Artieri e Stefano Pivato durante la conferenza stampa di ieri. In alto, uno degli avvisi di “car pooling” spontaneo

bilmente facendo di Urbino, il primo ateneo green, ovvero il primo ateneo ecocompatibile. Sono infatti tre i valori di cui carpooling si fa portatore: l’economicità; la riduzione di emissione di Co2, cercando di ridurre le vetture in circolazione; la socializzazione. Per l’università

al 75 per cento sulle spese di viaggio». D’ALTRONDE a godere di questo servizio non dovranno essere soltanto studenti, personale e docenti, che potranno decretare il successo di questo sistema di mobilità facendo incontrare doman-

qualcosa come 430milioni di litri di carburante. Tutto vero? Bisogna accontentarsi dei conti fatti da chi segue il progetto. Ma che possa funzionare realmente sono in diversi a pensarlo. E ieri pomeriggio, a poche ore dal via ufficiale, erano già cinque le richieste/offerte dei pendolari. Emanuele Maffei

Related Interests