UNIVERSITÀ

DEGLI
______

STUDI
 ______

DI

SALERNO
Rep. n° 2851 Prot. n° 44205

Area III – Didattica e Ricerca Coordinamento Attività Post-Laurea Ufficio Formazione Post-Laurea IL RETTORE
VISTO VISTA

VISTA VISTO VISTO
CONSIDERATO

VISTA

CONSIDERATO

VISTA

l'art. 22 dello Statuto; la L. 27 dicembre 1997, n° 449, ed, in particolare, l’art. 51, comma 6°, secondo cui “le Università …, nell’ambito delle disponibilità di bilancio, assicurando, con proprie disposizioni, idonee procedure di valutazione comparativa e la pubblicità degli atti, possono conferire assegni per la collaborazione ad attività di ricerca”; il D.M. 11 febbraio 1998 con il quale è stato determinato l’importo ed i criteri per il conferimento di assegni per la collaborazione ad attività di ricerca; il D.M. 26 febbraio 2004 con il quale è stato rideterminato l’importo lordo annuo degli assegni per la collaborazione ad attività di ricerca; il D.R. 9 luglio 2008, Rep. n° 2571, con il quale è stato emanato il Regolamento di Ateneo per il conferimento di assegni per la collaborazione ad attività di ricerca; che, ai sensi dell’art. 4, comma 3, del Regolamento di Ateneo per il conferimento di assegni per la collaborazione ad attività di ricerca, “i Dipartimenti possono richiedere l’attivazione di assegni anche utilizzando fondi a ciò specificamente destinati nell’ambito di convenzioni, contratti o contributi di ricerca”; la delibera con la quale la Consulta della Ricerca, nella seduta del 16 dicembre 1999, al fine di perseguire una politica di incentivazione degli assegni per la collaborazione ad attività di ricerca, ha disposto che per il finanziamento dei predetti assegni “si possano utilizzare fondi ordinari del Dipartimento proponente, fondi di ricerca ex 60%, fondi di ricerca provenienti da Enti e/o fondazioni private, fondi ex 40%, fondi derivanti da progetti di ricerca comunitari”; che a far data dal 1° gennaio 2010 l’importo annuo lordo, comprensivo di tutti gli oneri a carico dell’Amministrazione, degli assegni per la collaborazione ad attività di ricerca è rideterminato in €. 19.013,00, in quanto, secondo quanto previsto dall’art. 1, comma 79, della L. 24 dicembre 2007, n° 244, contenente disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge Finanziaria 2008), “l’aliquota contributiva pensionistica per gli iscritti alla gestione separata di cui all’art. 2, commi 26 e seguenti, della L. 8 agosto 1995, n° 335, che non risultino assicurati presso altre forma obbligatorie, e la relativa aliquota contributiva per il computo delle prestazioni pensionistiche sono stabilite per l’anno 2010 in misura pari al 26.72%”; la delibera del 28 settembre 2010, trasmessa con nota del 30 settembre 2010, con la quale il Consiglio del Dipartimento di Matematica e Informatica ha chiesto l’attivazione di n° 3 assegni annuali per la collaborazione ad attività di ricerca per la realizzazione del Progetto “Metodi e strumenti per la gestione di informazioni relative alla logistica, alla commercializzazione ed alla tracciabilità alimentare” (Responsabile: Prof.ssa Genoveffa Tortora) e l’emissione del relativo bando di concorso;

100% Dipartimento Unità organizzativa: Ufficio Formazione Post-Laurea Responsabile del procedimento: dott. Giovanni Salzano (e-mail:gsalzano@unisa.it) Istruttoria a cura di: dott. Giuseppe Manicatori (e-mail: g.manicatori@unisa.it)

1

n° 335.CONSIDERATO ATTESA che la spesa complessiva per i tre assegni. presso il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università degli Studi di Salerno. Giovanni Salzano (e-mail:gsalzano@unisa. L’importo complessivo annuale lordo dell’assegno per la collaborazione ad attività di ricerca è pari ad €. DECRETA SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI N° 3 ASSEGNI PER LA COLLABORAZIONE AD ATTIVITÀ DI RICERCA (EX ART. per titoli e colloquio. 13 agosto 1984. così come modificato dall’art. per il conferimento di n° 3 assegni per la collaborazione ad attività di ricerca. L.ssa Genoveffa Tortora Metodi e strumenti per la gestione di informazioni relative alla logistica. Giuseppe Manicatori (e-mail: g. 4 della L.. 3 Compiti dei titolari di assegno I titolari di assegni partecipano a programmi di ricerca ed alle connesse attività tecnicoscientifiche concordati con il Responsabile del Progetto.it) Istruttoria a cura di: dott. della L. la necessità di procedere alla emissione del bando di concorso. pari ad € 57. 11 FEBBRAIO 1998 – D. 27 DICEMBRE 1997. n° 449 – D. 59. 26 OTTOBRE 2004) Art.ssa Tortora). della durata di mesi 12. 100% Dipartimento Unità organizzativa: Ufficio Formazione Post-Laurea Responsabile del procedimento: dott. in diretta collaborazione con il personale docente e ricercatore. 1 Durata e importo degli assegni È indetta una selezione pubblica.it) 2 . graverà sul bilancio del Dipartimento di Matematica e Informatica (fondi progetto ministeriale PITER – Responsabile Prof. n° 449. alla commercializzazione ed alla tracciabilità alimentare 3 12 mesi INF/01 ING-INF/05 Informazioni sulle attività di ricerca relative ai temi del Progetto possono essere richieste presso il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università degli Studi di Salerno. 8 agosto 1995. Art. svolgendo in condizione di autonomia e senza orario di lavoro predeterminato i compiti assegnati dal Responsabile del Progetto. n° 476. comma 16. COMMA 6°. 16. 2 Caratteri generali Gli assegni per la collaborazione ad attività di ricerca verranno conferiti per la realizzazione del Progetto di ricerca di seguito indicato: Responsabile del Progetto Titolo Numero assegni Durata Progetto Settore disciplinare Prof. 51.138. Art.00. 2.M.00 ed è corrisposto in rate mensili posticipate. della L.M.039. commi 26 e ss. 27 dicembre 1997.manicatori@unisa. ed è soggetto alla ritenuta previdenziale prevista dall’art. L’importo degli assegni è esente da prelievo fiscale secondo quanto previsto dall’art.

anche in sovrannumero rispetto al numero dei posti messi a concorso. e successive modificazioni e integrazioni. Art. 2 L. 5 Presentazione delle domande La domanda di ammissione. È escluso dal conferimento degli assegni il personale di ruolo dell’Università.it) Istruttoria a cura di: dott. Via Ponte don Melillo – 84084 Fisciano (SA). In caso di consegna a mano. a pena di esclusione.it/AREAIII/uff_coordinamentoattivitapostlaurea/uff_formazionepostlaurea/assegni/home deve essere consegnata a mano o fatta pervenire. 100% Dipartimento Unità organizzativa: Ufficio Formazione Post-Laurea Responsabile del procedimento: dott. degli Osservatori astronomici.unisa. n° 148) + curriculum scientificoalimentare professionale idoneo per lo svolgimento dell’attività di ricerca Tali requisiti devono essere posseduti. purché informazioni relative alla logistica. redatta in carta semplice avvalendosi della modulistica predisposta dall’Amministrazione Universitaria e reperibile nel sito Internet dell’Ateneo alla voce: http://www3. le domande potranno essere presentate personalmente dai candidati. 30 dicembre 1993.P. e fermo restando il superamento delle relative prove di ammissione.it) 3 . entro e non oltre le ore 12:00 del 27 ottobre 2010. specifiche attività didattiche integrative.manicatori@unisa. entro il termine suindicato.Al titolare di assegno possono essere affidati.M. alla riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali o con le modalità di cui all’art. Giovanni Salzano (e-mail:gsalzano@unisa. Non è ammesso il cumulo con borse di studio a qualsiasi titolo conferite. degli Enti pubblici e delle Istituzioni di ricerca di cui all’art. limitatamente a temi attinenti con la ricerca in corso. Gli assegni previsti dal presente bando di concorso non danno diritto all’accesso ai ruoli del personale universitario. fatta salva la possibilità che il titolare venga collocato in aspettativa senza assegni per tutta la durata del contratto.C. anche a tempo determinato. 8 del D. 11 commercializzazione ed alla tracciabilità luglio 2002. alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione pubblica. con il suo consenso e senza che da ciò derivino a suo favore diritti di alcun genere. n° 593. presso gli Uffici competenti della predetta Area. 4 Requisiti per l’ammissione alla selezione Possono partecipare alla selezione pubblica coloro che siano in possesso dei requisiti di seguito indicati: Titolo del Progetto Requisito per l’ammissione  Laurea specialistica/magistrale ovvero diploma di laurea conseguito secondo il vecchio ordinamento in Metodi e strumenti per la gestione di Informatica (conseguito in Italia o all’Estero. a mezzo posta. tranne quelle concesse da Istituzioni di ricerca nazionali ed straniere utili ad integrare. La consegna potrà essere effettuata nella fascia oraria compresa tra le ore 9:00 e le ore 12:00. Art. Giuseppe Manicatori (e-mail: g. L’assegno è incompatibile con rapporti di lavoro dipendente. astrofisici e vesuviano. I titolari di assegno per la collaborazione ad attività di ricerca possono partecipare a Corsi di Dottorato di Ricerca. con soggiorni all’Estero. la specifica attività di ricerca prevista dal programma di lavoro svolto dal titolare. all’Università degli Studi di Salerno – Area III “Didattica e Ricerca”.

per il quale il candidato intende partecipare. tra gli altri. la sottoscrizione della domanda per la partecipazione al concorso non è soggetta ad autenticazione. dell’attività scientifica e professionale svolta.P. sotto la propria responsabilità e a pena di esclusione: a) cognome e nome. 5) eventuali pubblicazioni che il candidato ritenga opportuno presentare. 5 febbraio 1992. n° 445. I candidati in possesso di titoli di studio conseguiti all’estero dovranno allegare la documentazione che ne attesti l’equipollenza. borse di studio o incarichi. di tutti i documenti e titoli presentati. n° 445. (con l’indicazione della votazione riportata nei singoli esami di profitto. nonché lo svolgimento di una documentata attività di ricerca presso soggetti pubblici e privati con contratti. b) cittadinanza.P. a specificare. e) il possesso della laurea (specialistica o vecchio ordinamento) e/o del titolo di dottore di ricerca (ove richiesto dal bando di concorso). la seguente documentazione: 1) certificato di laurea con l’indicazione delle votazioni riportate nei singoli esami di profitto. debbono essere precisate le condanne riportate e/o i procedimenti penali pendenti) . 28 dicembre 2000. f) il titolo del progetto di ricerca.R. resa ai sensi dell’art. Ai sensi dell’art. redatta in conformità all’allegato modello. d) di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali in corso (in caso contrario. luogo e data di nascita. 4) eventuali titoli che il candidato ritenga opportuno presentare.it) 4 . in originale o copia conforme all’originale. 3) tesi di laurea e/o di dottorato di ricerca (ove richiesto dal bando di concorso) ed almeno un lavoro a stampa o dattiloscritto. completo con l’indicazione del settore scientifico-disciplinare. secondo quanto previsto dall’art. relativa all’avvenuto conseguimento del diploma di laurea ed all’indicazione della votazione riportata nei singoli esami di profitto in quanto titoli valutabili. il candidato deve dichiarare. n° 104. Il candidato è tenuto. Alla domanda deve essere allegata. g) di quali altre borse di studio abbia eventualmente usufruito e la durata delle stesse.P. l’ausilio necessario in relazione al proprio handicap nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi. debitamente sottoscritto dal candidato. conseguiti in Italia o all’Estero. 28 dicembre 2000. comma 2. si considerano prodotte in tempo utile le domande spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il predetto termine. ovvero dichiarazione sostitutiva di certificazione. intesa a ottenere tale equipollenza. Giuseppe Manicatori (e-mail: g. la 100% Dipartimento Unità organizzativa: Ufficio Formazione Post-Laurea Responsabile del procedimento: dott. 2) curriculum dettagliato. della L. c) residenza.R.it) Istruttoria a cura di: dott. infine. 28 dicembre 2000. 46 del D. anno di pubblicazione) . (per ciascun lavoro dovranno essere precisati: titolo. la dichiarazione di conformità all’originale delle copie di atti e/o documenti conservati o rilasciati da una Pubblica Amministrazione.manicatori@unisa. i diplomi di specializzazione. 6) elenco.R. della votazione riportata nell’esame di laurea e della data in cui quest’ultimo è stato sostenuto. gli attestati di frequenza a corsi di perfezionamento post-laurea. della votazione riportata nell’esame di laurea e della data in cui è stato sostenuto). il dottorato di ricerca.In caso di invio a mezzo posta. sia in Italia che all’Estero ). numero di pagine. Giovanni Salzano (e-mail:gsalzano@unisa. 20. A tal fine farà fede il timbro dell’Ufficio Postale accettante. (sono valutati come titoli. autore rivista/libro. l’Istituzione universitaria presso la quale la stessa è stata conseguita e la data del conseguimento. Ai sensi dell’articolo 39 del D. ovvero produrre istanza rivolta al Rettore dell’Università di Salerno. sottoscritto del candidato. 19 del D. con effetti limitati alla partecipazione alla selezione. Il candidato è altresì tenuto a indicare il recapito presso il quale egli desidera che vengano effettuate eventuali comunicazioni relative al concorso e ad impegnarsi a segnalare tempestivamente le variazioni che dovessero intervenire successivamente. n° 445. Nella domanda.

P. Giovanni Salzano (e-mail:gsalzano@unisa. a pena di esclusione. in mancanza di entrambi. Giuseppe Manicatori (e-mail: g. comma 7. n° 127. ivi compresi il settore scientifico-disciplinare ed il numero del bando di concorso.it) 5 . Tutti i documenti sopra elencati dovranno essere inviati. Ai sensi dell’art. cognome e indirizzo) e la denominazione del concorso al quale egli intende partecipare.R. Qualsiasi difformità fra la domanda e la documentazione presentata e tra la documentazione presentata e quella richiesta dal presente bando costituirà motivo di esclusione. Ai fini della graduatoria finale di merito. nel rispetto dei limiti previsti dal comma 2 del presente articolo. della L. unitamente alla domanda di ammissione al concorso. 16 giugno 1998. Il risultato della valutazione dei titoli viene reso noto ai candidati prima dello svolgimento del colloquio. fissando eventualmente un punteggio minimo per l’ammissione al colloquio. 15 maggio 1997. tali da consentire l’accertamento dell’identità personale del candidato e da garantire che il colloquio sia sostenuto dallo stesso senza alcun ausilio e previo consenso della Commissione Giudicatrice. il punteggio conseguito nella valutazione dei titoli viene sommato al punteggio conseguito nel colloquio. Qualora il giorno previsto per il colloquio non sia fissato nel bando. 3.it) Istruttoria a cura di: dott. 7 Selezione La selezione ha luogo per titoli e per colloquio. a conclusione delle operazioni concorsuali. l’Amministrazione provvede alla convocazione. 100% Dipartimento Unità organizzativa: Ufficio Formazione Post-Laurea Responsabile del procedimento: dott. nonché le modalità di svolgimento dello stesso. 2 della L. dandone preavviso di almeno 15 (quindici) giorni. ovvero. Essa è composta dal Responsabile del Progetto di ricerca e da due docenti e/o ricercatori confermati appartenenti al settore scientifico-disciplinare cui afferisce il Progetto di ricerca o a settore affine. i candidati stranieri o italiani residenti all’estero potranno sostenere il colloquio anche attraverso mezzi telematici. 28 dicembre 2000. n° 191. Art. come modificato dall’art. da un docente di seconda fascia. è preferito il candidato più giovane d’età. La Commissione è presieduta da un docente di prima fascia o. da un ricercatore confermato. 47 del D.copia di una pubblicazione ovvero la copia di titoli di studio o di servizio può essere resa nei modi e con le forme di cui all’art. n° 445. Per ciascun candidato la Commissione Giudicatrice ha a disposizione un massimo di 100 punti. su proposta del Consiglio del Dipartimento interessato. Il plico. così suddivisi: titolo di dottore di ricerca (ove non richiesto quale requisito per l’ammissione) o titoli equipollenti fino a punti 20 altri titoli accademici e scientifici: “ 30 esito del colloquio: “ 50 La Commissione Giudicatrice stabilisce preliminarmente i criteri e le modalità di valutazione dei titoli e delle prove concorsuali. Art. previo utilizzo di postazioni informatiche situate presso strutture idonee. a pena di esclusione.manicatori@unisa. 6 Commissione Giudicatrice La Commissione Giudicatrice del concorso è nominata dal Rettore. dovrà inoltre recare. le generalità del candidato (nome. In particolare. con la domanda di ammissione e l’annessa documentazione. in mancanza. se due o più candidati ottengono. pari punteggio.

nonché la decorrenza dell’assegno. i quali verranno convocati per la sottoscrizione dell’accordo e dovranno produrre contestualmente. In entrambi i casi l’assegno verrà conferito mediante scorrimento della graduatoria degli idonei.Al termine dei lavori. acquisito il parere favorevole del Consiglio di Dipartimento. 9 Stipula del contratto di diritto privato Il conferimento degli assegni avviene mediante la stipula di un contratto di diritto privato tra il Rettore e i soggetti utilmente collocati nella graduatoria finale. su ciascuna relazione. Il contratto di diritto privato dovrà specificare analiticamente il programma di lavoro assegnato. Il Responsabile del Progetto è tenuto ad esprimere. in originale o in copia conforme all’originale. 11 Revoca dell’assegno e/o recesso In caso di giudizio negativo a seguito della verifica periodica di cui al precedente art. Il titolare dell’assegno ha facoltà di recedere dal rapporto. il proprio motivato giudizio. gli assegni potranno essere ribanditi dall’Università secondo modalità all’uopo stabilite. 10 Verifica periodica I titolari di assegno sono soggetti a valutazione. Art. la Commissione Giudicatrice è tenuta a redigere apposito verbale contenente una circostanziata relazione degli atti della procedura di selezione e. quanto in caso di recesso. L’Università provvederà a notificare ai vincitori l’esito della selezione. presso la Sala delle riunioni del Consiglio del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università degli Studi di Salerno. il numero e la cadenza delle verifiche periodiche di cui al successivo art.it) Istruttoria a cura di: dott. dandone preavviso di almeno 30 (trenta) giorni. La presente comunicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti di legge. Art. da disporsi con apposito Decreto Rettorale.manicatori@unisa. Tanto in caso di revoca dell’assegno. Gli atti relativi alla procedura di selezione nonché la graduatoria finale di merito sono approvati con Decreto del Rettore e sono resi disponibili per la consultazione degli interessati. il Responsabile del Progetto potrà proporre la revoca dell’assegno. I candidati verranno considerati rinunciatari qualora non si presentino entro il termine fissato. con la precisazione che in caso di giudizio negativo si procederà alla risoluzione del rapporto. 10. Fisciano (SA) e verterà sui seguenti argomenti: ingegneria del software e basi di dati. 8 Colloquio Il colloquio si svolgerà il giorno 4 novembre 2010. in mancanza. o per altro giustificato motivo. sotto forma di dettagliate relazioni da sottoporre al Responsabile del Progetto di ricerca con cadenza periodica non superiore all’anno. via Ponte don Melillo. nonché un giudizio relativo al colloquio sostenuto da ciascun candidato e. dei criteri e delle modalità di valutazione dei titoli. in particolare.it) 6 . e verranno dichiarati decaduti nel caso non producano la documentazione richiesta. Giovanni Salzano (e-mail:gsalzano@unisa. i documenti eventualmente dichiarati in forma di autocertificazione. verrà trattenuta una somma corrispondente a una mensilità. 100% Dipartimento Unità organizzativa: Ufficio Formazione Post-Laurea Responsabile del procedimento: dott. le eventuali esclusioni e la graduatoria finale di merito. inoltre. 10. Giuseppe Manicatori (e-mail: g. l’elencazione analitica dei punteggi assegnati. Art. alle ore 12:00. Art.

15 Norme finali Per tutto quanto non previsto dal presente bando di concorso.Lgs.R. e dall’art. 14 Trattamento dei dati personali Ai sensi dell’art. Art. l’Amministrazione si riserva la facoltà di procedere o meno alla conservazione dei predetti documenti. Giovanni Salzano (e-mail:gsalzano@unisa. Ufficio Formazione Post-Laurea dell’Università degli Studi di Salerno – via Ponte don Melillo. e-mail: gsalzano@unisa. nel rispetto delle modalità di cui all’art.it) 7 . 29 del D. Giuseppe Manicatori (e-mail: g. della L. 30 giugno 2003. aggiornare. Lgs. esclusivamente per le finalità connesse e strumentali al presente bando di concorso ed all’eventuale gestione del rapporto con l’Ateneo. nel D. a loro spese ed entro 60 giorni dalla data del provvedimento di approvazione degli atti concorsuali. nonchè le altre disposizioni vigenti in materia di assegni per la collaborazione ad attività di ricerca.M. Responsabile amministrativo del procedimento. all’eventuale ritiro dei titoli e delle pubblicazioni allegati alla domanda di ammissione al concorso. è il dott.Lgs.P.Art. 089/966242. 11 del D. 9 maggio 1994. I candidati hanno diritto di far rettificare. In particolare.manicatori@unisa. n° 449. n° 196. nonché di opporsi per motivi legittimi al loro trattamento. Giovanni SALZANO. n° 196. 30 giugno 2003. si applicano le norme contenute nella L. l’Università degli Studi di Salerno garantisce che il trattamento dei dati personali si svolga nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali. 11 febbraio 1998. n° 487. 13 Pubblicità Il presente bando di concorso ed il fac-simile della domanda di ammissione sono affissi nell’Albo Ufficiale di Ateneo e consultabili nel sito Internet dell’Ateneo alla voce: http://www3.unisa. fax 089/966405. 1 del D. n° 196. incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge. 4 e ss. 84084 Fisciano (Sa) – tel. 12 Ritiro dei titoli I candidati dovranno provvedere. secondo quanto previsto dagli artt. tutti i dati personali forniti dai candidati saranno trattati. n° 241. 7 agosto 1990. Decorso inutilmente tale termine. nonché della dignità dei candidati. Fisciano. completare o cancellare i dati erronei.it/AREAIII/uff_coordinamentoattivitapostlaurea/uff_formazionepostlaurea/assegni/home Art.it Art. 27 dicembre 1997. 06/10/2010 IL RETTORE Raimondo PASQUINO 100% Dipartimento Unità organizzativa: Ufficio Formazione Post-Laurea Responsabile del procedimento: dott. 30 giugno 2003. nel D. con particolare riferimento alla riservatezza all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati stessi.it) Istruttoria a cura di: dott.

DICHIARA a) di essere in possesso della cittadinanza ____________________________________.FAC . __________________________ Codice Fiscale N. 100% Dipartimento Unità organizzativa: Ufficio Formazione Post-Laurea Responsabile del procedimento: dott. consapevole delle sanzioni penali per il caso di dichiarazioni mendaci nonché per il caso di formazione e/o uso di atti falsi previste dall’art. telefonico ____________________________ fax ___________________ cell. b) di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali in corso (in caso contrario specificare le condanne riportate e/o i procedimenti penali in corso)______________________________________________________________________________________ _____________________________________________________________________________________. Giuseppe Manicatori (e-mail: g. d) di aver conseguito il diploma il di laurea in__________________________________________________________.manicatori@unisa. 28 dicembre 2000.it) _______________________ 8 presso l'Università degli Studi di _____________________________________________________________. _____________________________________________ e-mail __________________________ CHIEDE ai sensi del bando di concorso pubblicato all'Albo di codesta Università.it) Istruttoria a cura di: dott. 76 del D. e precisamente:_______________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________. Giovanni Salzano (e-mail:gsalzano@unisa. di essere ammesso alla selezione pubblica.SIMILE DOMANDA DI AMMISSIONE Al Magnifico RETTORE dell’Università degli Studi di SALERNO Il/la sottoscritto/a________________________________________________________________________ nato/a _______________________________________________________ (Prov. di ______ ) il ____________________ residente in ______________________________________________________________________________ alla via ________________________________________________________________________________________ domicilio eletto ai fini del concorso_______________________________________________________________________________________ _________________ CAP __________ Città ____________________________________________________ n. n° ______) per la realizzazione del seguente Progetto di ricerca ______________________________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________________ presso il Dipartimento di ____________________________________________________ dell’Ateneo. per titoli e colloquio. c) di avere/non avere già usufruito di altre borse di studio. per il conferimento di n° ____ assegno per la collaborazione ad attività di ricerca relativo al settore scientifico – disciplinare___________ (Bando Rep.R.P. . A tal fine. n° 445.

Giovanni Salzano (e-mail:gsalzano@unisa. relatore il prof. n° 104. 5 febbraio 1992.it) 9 . __________________________________________________________________________.con la votazione di ________________ discutendo una tesi dal titolo ______________________________________________________________________________________. comma 2.it) Istruttoria a cura di: dott. Giuseppe Manicatori (e-mail: g.manicatori@unisa. l’ausilio necessario in relazione al proprio handicap nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi _________________________________________________________________________________________ ___________________________________________________________________________________ Il sottoscritto allega alla presente domanda: 1) ______________________________________________________________________ 2) ______________________________________________________________________ 3) ______________________________________________________________________ 4) ______________________________________________________________________ 5) ______________________________________________________________________ 6) ______________________________________________________________________ 7) ______________________________________________________________________ data ______________ Firma ____________________________________________ 100% Dipartimento Unità organizzativa: Ufficio Formazione Post-Laurea Responsabile del procedimento: dott. secondo quanto previsto dall’art. f) di aver frequentato i Corsi di seguito indicati presso l'Università degli Studi di ______________________________________________________________________________________ _________________________________________________________________________________________ ___________________________________________________________________________________ g) di impegnarsi a comunicare tempestivamente ogni eventuale variazione della residenza ovvero del domicilio eletto ai fini dei concorso h) di specificare. e) di aver conseguito il titolo di dottore di ricerca in in: data ______________________________________________________________________________ __________________ presso l’Università degli studi di _______________________________ e di aver / non aver fruito della borsa di studio ad esso connessa. della L. 20.