You are on page 1of 1

: ZIBALDONE

Il romanzo verità di Togliattigrad
1993: l’Urss è finita da un paio d’anni ma la nuova Russia stenta a vedere a luce. In un paese sull’orlo del caos, vecchi burocratici, abilmente riciclati, e trafficanti di ogni genere si spartiscono ciò che resta della vecchia potenza, uranio compreso, e molti approfittano del momento per saldare vecchi conti rimasti in sospeso. E cosi mentre Eltsin si accinge a presentare al mondo la nuova Russia democratica e al tempo stesso sta progettando di vendere la Siberia per far fronte alle difficoltà del suo popolo, l’investigatore privato Matteo Donogan, ex commissario di polizia italiano, viene ingaggiato da Tatiana, figlia di Egidio Savoretti, il creatore della città di Togliattigrad costruita per gli operai della FIAT. Il padre è morto in un incidente stradale ma lei è convinta che sia stato ucciso. L’investigatore è restio ad accettare l’ingaggio: non è convinto che si tratti di un omicidio e nella nuova Russia è altrettanto difficile muoversi come nella vecchia URSS, ma troppi eventi di natura misteriosa lo spingono ad accettare l’incarico. Inizia così un’avventura a metà strada tra la realtà e la fantasia, ricca di giochi di controspionaggio da parte della CIA e del KGB, di stupende ragazze e situazioni degne di 007, che si snoda lungo il file rouge di un colossale giro di denaro pagato per costruire gli stabilimenti automobilistici, traccia che qualcuno vuole nascondere a qualsiasi costo. Una storia verisimile (ma non troppo) alla quale fa da sfondo il grande affresco socioeconomico della società russa all’indomani della caduta del muro di Berlino. Con un inquietante dubbio: che abbattere il comunismo non sia stato un buon affare per nessuno. O quasi.
GIACOMO WANENNES

rossastro e inospitale Harris IV, la cui popolazione è ridotta in condizioni di semi-schiavitù, costretta ad un estenuante lavoro di estrazione del metallo nelle viscere della terra. Da tempo immemore, infatti, l’uomo è sottomesso alle regole di una produttività esasperata e senza limiti e, a causa di ciò, è arrivato addirittura a perdere una funziona fisiologica come il sonno e, con esso, i sogni. Ma qualcosa non quadra nella miniera di Ferro Sette, dove la produttività è scesa in maniera vistosa negli ultimi mesi. Tobruk Ramarren, un cacciatore di taglie esperto e cinico, viene inviato in missione dal Governo a indagare le ragioni della preoccupante anomalia. Quello che scoprirà cambierà per sempre il suo futuro, e quello del pianeta. Sembra infatti che qualcuno, di nascosto dall’esterno, abbia avuto il coraggio folle di immaginare un mondo diverso da quello imposto da tiranni sanguinari e spaventose leggi sulla produttività, un mondo in cui l’uomo possa recuperare la sua umanità e i suoi sogni... Tra visioni distopiche, viaggi interplanetari, battaglie epiche e storie d’amore, Francesco Troccoli descrive una trama originale e avventurosa, pur attingendo a piene mani dai topos classici della letteratura di fantascienza. Curiosità: l’autore ha abbandonato una brillante carriera in una casa farmaceutica multinazionale, per dedicarsi a pieno ritmo alle sue passioni letterarie; nel romanzo, la frequente e accurata descrizione di sostanze e medicine rivela questa sua competenza professionale.
FRANCESCO TROCCOLI

Ferro sette

Armando Curcio Editore , 2012 pp. 320, euro 15,90

Biografia di uno Yogi
DI MARCO PISCITELLO

Russia all’incanto
Mauro Pagliai , 2012 pp. 336, euro 12,00

Mondi immaginati
DI EMANUELE SPEDICATO

Buone notizie per la narrativa di fantascienza made in Italy. Attivo blogger di genere, autore di numerosi racconti pubblicati su riviste e raccolte, più volte vincitore di premi letterari, Francesco Troccoli esordisce con Ferro Sette, suo primo romanzo. In un futuro remoto, l’umanità ha colonizzato la galassia, spargendosi su innumerevoli pianeti. Tra questi, il
44 : LEGGERE TUTTI N.70 AGOSTO-SETTEMBRE 2012

Sono trascorsi 66 anni dall’uscita di Autobiografia di uno Yogi, storico testo di Paramhansa Yogananda divenuto un best seller internazionale da oltre un milione di copie. A distanza di così tanto tempo Swami Kriyananda (nome spirituale di J. Donald Walters, diretto discepolo del Maestro e fondatore di 8 comunità Ananda nel mondo) pubblica per Ananda Edizioni Paramhansa Yogananda. Una biografia: 33 capitoli che raccontano l’intera esistenza del Guru dai primi agli ultimi giorni, ma che tracciano anche (se questo è possibile) i confini della sua visione teologico filosofica e provano a spiegare, a più di mezzo secolo dalla sua dipartita da questa terra, il senso più profondo della sua figura astraendolo da ogni legame con la contemporaneità. Di solito le biografie svelano i connotati umani di uomini che la fama ha reso simili a divinità, in questo suo libro Swami Kriyananda realizza in realtà l’operazione contraria, rivelando in forma di testimonianza diretta quali siano stati i tratti divini di Yogananda. Se il Maestro aveva fatto di tutto per sfumare la sua stessa