You are on page 1of 7

Esercizi di Metodi Matematici per l’Ingegneria FUNZIONI ANALITICHE, SERIE E TRASFORMATE Esercizio 1: Determinare l’insieme di olomorfia della funzione

: f (z) = log(z 2 + 4) Esercizio 2: Verificare che la funzione di due variabili u(x, y) = e−x cos 2y ` una funzione armonica. Determinare la classe delle funzioni v(x, y) armoniche coniugate della u(x, y). e Esercizio 3: Verificare che la funzione di due variabili u(x, y) = x x2 + y 2

` una funzione armonica. Determinare la funzione di variabile complessa f (z) di cui u(x, y) ` il coefficiente e e dell’immaginario. Esercizio 4: Determinare l’insieme di convergenza della serie:
∞ 2 i=1 (z

− 1)n

Esercizio 5: Scrivere la serie di Fourier della funzione f (x) dispari, periodica di periodo 2π che coincide in [0, π] con la funzione g(x) = x2 . Esercizio 6: Scrivere la serie di Fourier della funzione f (x) pari, periodica di periodo 2π, che coincide in [0, π] con la funzione g(x) = 2x. Esercizio 7: Scrivere la serie di Fourier della funzione, periodica di periodo π, che nell’intervallo − π < x < 2 coincide con la funzione f (x) = |x|.
π 2

Esercizio 8: Scrivere la serie di Fourier della funzione f (x) pari, periodica di periodo 2, che coincide in [0, 1] con la funzione g(x) = 1 − x. Esercizio 9: Calcolare la trasformata di Fourier della funzione f (x) = e−4x . Esercizio 10: Calcolare la trasformata di Laplace della funzione F (t) = 2 [H (t − 2) − H (t − 4)] . dove H ` la funzione di Heaviside. Determinare inoltre l’insieme di convergenza di tale trasformata. e Esercizio 11: Dopo aver calcolato la convoluzione delle due funzioni χ[−1,1] e χ[−2,2] , con χ[−a,a] (x) = calcolarne la trasformata di Fourier. Esercizio 12: Dopo aver calcolato la convoluzione delle due funzioni χ[0,1] e χ[0,2] , con χ[0,a] (x) = calcolarne la trasformata di Fourier. 1 0 x ∈ [0, a] altrove 1 0 x ∈ [−a, a] altrove
2

1

Si stabilisca quindi la natura del suo punto critico. Si stabilisca quindi la natura del suo punto critico. sia applicando la trasformata di Laplace. sia applicando la trasformata di Laplace. Esercizio 5: Si determini l’integrale generale del sistema di equazioni differenziali: x = 2x + y + t ˙ y = 4x + 2y ˙ z = −2x + 3y + z ˙ Esercizio 6: Dato il sistema di equazioni differenziali: x = x + 2y + 3z ˙ y = y + 2z ˙ z=z ˙ Determinare. y(0) = 0. applicando la trasformata di Laplace. z(0) = −1. le linee di flesso e di stazionariet` dell’equazione a xx − t(1 + x) = 0 ˙ Esercizio 2: Determinare l’integrale generale del sistema di ODE: x = 2x + y ˙ y = x + 2y ˙ sia direttamente. la soluzione del problema di Cauchy: x(0) = 1. Esercizio 7: Si consideri il seguente problema di Cauchy:   y = x2 y + x4 y y(0) = 5  y (0) = 1 si determinino i primi 4 termini dello sviluppo in serie di Taylor della soluzione.EQUAZIONI DIFFERENZIALI ORDINARIE E SISTEMI DINAMICI Esercizio 1: Determinare le isocline. Esercizio 4: Determinare l’integrale generale del sistema di ODE: x = −y ˙ y = 5x − 2y ˙ sia direttamente. Esercizio 8: Si consideri il seguente problema di Cauchy:   y + cos x y + sin x cos x y = 0 y(0) = π  y (0) = 0 2 . Esercizio 3: Determinare l’integrale generale del sistema di ODE: x = 2x + y − 1 ˙ y = x + 2y + 2 ˙ Si stabilisca quindi la natura del suo punto critico.

y(1) = 1. b) scrivere le equazioni delle traiettorie del sistema. di secondo grado. per a = 1 ed a = −1. b) Studiare qualitativamente i grafici delle traiettorie in un intorno del punto critico. c) Determinare i primi quattro termini dello sviluppo di Taylor della sua soluzione verificante le condizioni iniziali: x(1) = 0. y(0) = a. al variare di a. Esercizio 9: Si consideri il seguente problema di Cauchy per il sistema di equazioni differenziali:   x = t2 y − x2 + 2   y = 2t + xy − 1   x(0) = 2  y(0) = 1 si determinino i polinomi di MacLaurin. di terzo grado. al variare del parametro k. che ne approssimano la soluzione. Esercizio 12: Dato il sistema dinamico x = x(1 + y) ˙ y = −y(1 + x) ˙ a) determinarne i punti critici e studiarne la natura. Esercizio 13: Si studi. c) Si scriva l’equazione differenziale delle traiettorie e se ne trovi l’integrale generale. e b) Stabilire la natura di tale punto critico al variare del parametro α. Esercizio 11: Si consideri il sistema dinamico: x=x+1 ˙ y = x + ay + 2 ˙ a) Determinare. la natura del suo punto critico. Esercizio 15: Dato il sistema dinamico: x = −2x + eαy − 1 ˙ y = ex−y − 1 ˙ a) verificare che l’origine ` un punto critico.si determinino i primi 4 termini dello sviluppo in serie di Taylor della soluzione. 3 . b) Determinare i polinomi di MacLaurin. al variare di a la natura del suo punto critico. che ne approssimano la soluzione che soddisfa le condizioni iniziali x(0) = 1. Esercizio 10: Si consideri il seguente sistema dinamico: x = ax + y ˙ y=y ˙ a) Determinare. la natura dei punti critici del sistema dinamico: x = −y + kx − x3 ˙ y = x − x2 y ˙ Esercizio 14: Determinare e classificare i punti critici del sistema dinamico: x = 2x − x2 ˙ y = −y + xy ˙ Discutere inoltre il comportamento qualitativo delle soluzioni.

si determinino i punti critici e se ne determini la natura al variare del parametro k. a Esercizio 18 : Un punto P si muove lungo l’asse x con la legge x = k(x − 2)x − tan x ¨ ˙ Dopo aver scritto l’equazione differenziale del moto di P sotto forma di sistema. Descrivere il comportamanto delle traiettorie nell’intorno di tali punti critici. e determinarne le traiettorie nel piano (x. y) che danno luogo ad un moto non ˙ oscillatorio. Individuare inoltre le regioni del piano (x. si determinino i punti critici e se ne determini la natura. Esercizio 20: Si studi il problema ai limiti:   y + 2y + (1 + α)y = 0 y(0) = 0  y(1) = 0 Esercizio 21: Si studi il problema ai limiti:   y + 2y + (1 + λ2 )y = e−x y(0) = 0  y (π) = 0 Esercizio 22: Dopo aver risolto l’equazione differenziale x2 y − λxy = 0 studiare il problema ai limiti y(1) = 1. y(2) = 0 Esercizio 23: Si studi il problema ai limiti per l’equazione di terzo ordine:   y − λy + y − λy = 0  y(0) = 0  y (0) = 0  y(π) = 0 4 . y). Esercizio 19: Un punto P si muove con la legge: x = x2 − 4x ¨ Scrivere il sistema equivalente di due equazioni differenziali di primo ordine. Esercizio 17: Un punto P si muove sull’asse x con la legge: x + (x2 + x2 − 4)x = 0 ¨ ˙ Scrivere il sistema equivalente di due equazioni differenziali di primo ordine. con y = x. determinarne i punti critici e studiarne la stabilit`.Esercizio 16: Un punto P si muove lungo l’asse x con la legge x = −x2 x + x3 ¨ ˙ Dopo aver scritto l’equazione differenziale del moto di P sotto forma di sistema.

Esercizio 9: Si consideri la PDE: 1 xuxx − uyy − ux = 0 2 nel semipiano x > 0. se ne scriva l’integrale generale. y) = eαx+βy v(x. parabolica o e ellittica. le regioni del piano xy in cui l’equazione ` iperbolica. Ricondotta quindi l’equazione a forma canonica. 5 . Esercizio 3: Si consideri la PDE: uxx − 3uxy + 2uyy + ux + x = 0 si scrivano le equazioni delle caratteristiche e se ne determini il tipo. al variare del parametro a. Esercizio 6: Si consideri la PDE: 2uxx − 2yuyy + uy = 0 nel semipiano y > 0.EQUAZIONI DIFFERENZIALI A DERIVATE PARZIALI Esercizio 1: Determinare l’integrale generale della PDE di primo ordine: (x2 + 2xy) ∂u ∂u − (2xy + y 2 ) =0 ∂x ∂y Esercizio 2: Si consideri la PDE: uxx − 5uxy + 6uyy = 0 si scrivano le equazioni delle caratteristiche e se ne determini il tipo. Mostrare che effettuando in essa la sostituzione u(x. scrivere equazioni delle linee caratteristiche. Esercizio 4: Trovare le regioni di iperbolicit`. Esercizio 7: Si consideri la PDE: (a − x)uxx + 2xyuxy − y 2 uyy = 0 Determinare. Ricondotta quindi l’equazione a forma canonica. c. Si scrivano le equazioni delle linee caratteristiche e se ne determini il tipo. ellitticit` e parabolicit` dell’equazione: a a a (α + x)uxx + 2xyuxy − y 2 uyy = 0 e studiarne la dipendenza dal parametro numerico α. ellitticit` e parabolicit` dell’equazione: a a a xuxx + yuyy = 0 Nella regione di iperbolicit` ridurre inoltre l’equazione a forma canonica. Scelto a = 0. nella regione di iperbolicit`. a Esercizio 5: Trovare le regioni di iperbolicit`. Si scrivano le equazioni delle linee delle caratteristiche e se ne determini il tipo. a Esercizio 8: Si consideri la PDE: auxx + 4auyx + auyy + bux + cuy + u = 0 Si scrivano le equazioni delle linee caratteristiche e se ne determini il tipo al variare delle costanti a. b. y) non se ne modifica la natura. se ne scriva l’integrale generale.

y) = 0. 0) = 0 −L<x<L  u(−L.Esercizio 10: Si consideri la PDE: uxx + 3uxy + 2uyy = 0 si scrivano le equazioni delle caratteristiche e se ne determini il tipo. Esercizio 12: Si consideri la PDE: uxx + 4uyy = 0 a) si scrivano le equazioni delle caratteristiche e se ne determini il tipo. 1) = 0. 0 < y < 2L} con le condizioni di Dirichlet u(0. 0 < x < π. ∀x 6 . mentre x e y sono due variabili spaziali. t) ∈ R2 . u(x. 0) = e−|x| . Esercizio 13: Si consideri la PDE ut = uxx + uyy nella funzione incognita u(x. nel rettangolo R = {(x. 0 < y < 2. Esercizio 11: Si consideri la PDE: 1 uxx − yuyy + uy = 0 2 nel semipiano y > 0. Si scrivano le equazioni delle linee caratteristiche e se ne determini il tipo. dove t ` la variabile temporale. 0) = 0. t ≥ 0} con le condizioni di Cauchy-Dirichlet  −L<x<L  u(x. 0) = sin x + 2 sin 4x. u(x. u (x. −L ≤ x ≤ L. u(x. Ricondotta quindi l’equazione a forma canonica. y) ∈ R2 . y) = 0. 0 < y < 1} con le condizioni di Dirichlet u(0. 0) = 0. nel rettangolo R = {(x. x) = u(π. b) se ne determini la soluzione che soddisfa le seguenti condizioni: u(x. Si risolva il seguente problema di Cauchy: u(x. ∀x ∈ R. ∀x ∈ R. se ne scriva l’integrale generale. se ne scriva l’integrale generale. 0) = L − |x| ut (x. t) = 0 t>0 Esercizio 15: Si consideri la PDE: utt − 4uxx = 0 a) si scrivano le equazioni delle caratteristiche e se ne determini il tipo. y. 0 < x < π. nella semistriscia R = {(x. 0 < x < π. 0 < y < 2L. 0) = sin 3x. 2L) = 0. t). ∀x ut (x. u(x. 0) = 1. 0 < x < π. e Applicando il metodo di separazione delle variabili se ne determini una soluzione stazionaria. b) applicando il metodo di separazione delle variabili se ne determini una soluzione. Esercizio 14: Si consideri la PDE: uxx − 4utt = 0 applicando il metodo di separazione delle variabili se ne determini una soluzione. Esercizio 16: Data la PDE: utt − 4uxx = 0 si scrivano le equazioni delle caratteristiche e se ne determini il tipo. y) ∈ R2 . u(L. Ricondotta quindi l’equazione a forma canonica. x) = u(π. t) = 0.

0 ≤ x ≤ 1. u(0. 0) = sin 2πx. t) = 0. Esercizio 19: Si consideri la PDE: ut = 4uxx a) si scrivano le equazioni delle caratteristiche e se ne determini il tipo. y) ∈ R2 . t) = u(1. 0) = sin x + 4 sin 2x. b) applicando il metodo di separazione delle variabili se ne determini una soluzione. t > 0} con le condizioni di Cauchy-Dirichlet u(x. 0 ≤ x ≤ π. nella semistriscia R = {(x. t) = 0. y) ∈ R2 . u(0. t) = u(π. applicando il metodo di separazione delle variabili. nella semistriscia R = {(x. 0) = sin x + 2 sin 4x. Esercizio 20: Si consideri la PDE: ut = uxx a) si scrivano le equazioni delle caratteristiche e se ne determini il tipo. 0) = 0.Esercizio 17: Data la PDE: utt − uxx = 0 si risolva il seguente problema di Cauchy: u(x. 0 ≤ x ≤ π. t) = u(π. il seguente problema di Cauchy-Dirichlet: u(x. 0<x<π t>0 ∀x ∀x 7 . u(0. t > 0. 0) = 1. t) = 0. t > 0. ut (x. Esercizio 18: Data la PDE: ut − 4uxx = 0 Si risolva. b) applicando il metodo di separazione delle variabili se ne determini una soluzione. t > 0} con le condizioni di Cauchy-Dirichlet u(x. 0 ≤ x ≤ 1.