I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S.

2014/15















Multimedia E-learning Resources Multimedia E-learning Resources
& &
Didactic Online New Actions Didactic Online New Actions

(Risorse Multimediali per l'E-learning (Risorse Multimediali per l'E-learning
& &
Nuove Azioni di Didattica Online) Nuove Azioni di Didattica Online)

Mer-Dona – Book: manuale del progetto Merdona Mer-Dona – Book: manuale del progetto Merdona


This work is licensed under the Creative Commons Attribuzione - Non commerciale
3.0 Unported License. To view a copy of this license, visit
http://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/.
This work is licensed under the Creative Commons Attribuzione - Non commerciale
3.0 Unported License. To view a copy of this license, visit
http://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/.




Corso F
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 1
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 2


SCHEDA RIASSUNTIVA DEL PROGETTO
DENOMINAZIONE
M.E.R.D.O.N.A.
Multimedia E-learning Resources & Didactic Online New Actions (Risorse
Multimediali per l'E-learning & Nuove Azioni di Didattica Online)
FINALITÀ
Apprendimento dell'utilizzo delle nuove tecnologie da parte degli studenti
per gestire autonomamente la propria formazione scolastica, culturale
professionale e il proprio percorso di apprendimento
OBIETTIVI 1 Supporto online alla didattica - blended learning
2
Apprendimento collaborativo per la creazione di strutture e
risorse condivise
3
Competenze e abilità nell'uso di software e webware per la
formazione e l'apprendimento
Diretti 70 Studenti del triennio del corso F
Utenza scolastica online del Liceo Brotzu DESTINATARI
Indiretti
Utenza scolastica online italiana
DOCENTE 1 Conduttore e coordinatore del progetto Gianfranco Marini
FASI III F
Prima fase: istruzioni e apprendimento del Virtual Learning
Environment e costruzione di un prioprio Personal learning
Environment
Seconda fase: utilizzo degli strumenti e delle strutture create a
supporto dell'azione formativa in presenza e online
IV - V F
Potenziamento e sviluppo del lavoro svolto l'anno scolastico
precedente
BREVE
DESCRIZIONE
Apprendimento dell'uso di software e webware per la produzione
(videoscrittura, mappe concettuali, editing video e videolezioni); strumenti
di pubblicazione, condivisione e collaborazione (Scribd, Youtube, Anobii,);
creazione e condivisione di presentazioni multimediali (glogster,
voicethread, timeline, Cmap, Mindomo, Pinterest); giornalismo (giornale on
line); social content curation (scoop.it, Pinterest, Huzzaz); videoconferenza e
social network.
Apprendimento, sul piano pratico, delle modalità con cui tali strumenti
possono essere utilizzati nella costruzione autonoma del proprio percorso di
apprendimento e formazione culturale
COSTO
COMPLESSIVO
Nessun costo per la scuola (invece per il docente molto costoso in termini di
tempo e di euri)
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15



Merdona, in sardo campidanese, indica il rattus rattus, insomma la
pantegana, il topo di fogna. Perchè questo rimando alle fogne in un
progetto scolastico? Chiunque conoscesse la scuola italiana non si
porrebbe questa domanda! Ma noi fiduciosi continuiamo a tirare avanti,
perché, come diceva il sommo poeta (Fabrizio de Andrè): “dai diamanti
non nasce niente, dal letame nascono i fior” :)





Descrizione e finalità del progetto
Mer – Dona è un “progetto in progresso” che viene aggiornato ogni anno scolastico per includere i
nuovi servizi, webware e social network di interesse didattico che si affermano nel Web. Obiettivo è
quello di fornire agli studenti le competenze e abilità necessarie ad utilizzare i servizi del Web 2.0
nella pratica formativa quotidiana in modo che divengano parte del loro bagaglio culturale e della
“cassetta degli attrezzi” con cui procedere autonomamente nel percorso formativo e professionale.

Il progetto Mer – Dona viene realizzato grazie al supporto di S.E.S.S.O., la piattaforma di servizi
Scolastici online che da anni viene utilizzata dal docente e dagli studenti del triennio del corso F.
La'Apprendimento guidato e il tutoraggio online, che il ricorso a S.E.S.S.O. rendono possibili,
consentono di conseguire lì'obiettivo di Mer – Dona integrando la pratica in presenza con quella
online.

L'approccio didattico privilegiato e il medium scelto per svilupparlo, il Web, conferiscono al
progetto una dimensione cooperativa e dialogica. La logica della produzione e condivisione di
risorse lo caratterizza, inoltre, come orientato alla creazione di oggetti ipermediali, strumenti
comunicativi e metodologici resi disponibili nello spazio del Web.

Costi
Non si ritiene necessario stimare i costi del progetto in termini di ore, risorse economiche e tecniche
dato che il progetto viene realizzato gratuitamente, figuriamoci se possono importare qualcosa, a chi
ha così degnamente e nobilmente governato la scuola italica, queste iniziative. Quindi, per non
sottrarre preziose risorse a ben più utili e grandi obiettivi, come la Tav o il ponte sullo stretto di
Messina o il sollazzo degli austeri e incorruttibili politici che ci governano, questo progetto viene
realizzato gratis.


IL DOCENTE
Gianfranco Marini
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 3
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15
Progetto MER - DONA

Progetto Mer-dona

Multimedia E-learning Resources - Didactic Online New Actions



INDICE

STRUMENTI DI PRODUZIONE
videoscrittura
Coogle Drive
Mappe Concettuali (Bubbl.us, Lovely Chart, Cmap, Mindomo, Popplet)
Screencastomatic
Movie Maker
Wall - Bacheca - Padlet

SOCIAL NETWORK - PUBBLICAZIONE E CONDIVISIONE DI RISORSE
Scribd
Youtube
Anobii

CREARE E CONDIVIDERE PRESENTAZIONI
Voicethread
Glogster

WEBWARE - SOFTWARE ON LINE
Pixlr
Timeline

GIORNALE ON LINE
Brotzu School

SOCIAL CONTENT CURATION - STORYTELLING
Scoop.it
Storify
Crateplayer
Huzzaz
Pinterest
Pearltrees

Social network Professionali
Linkedin



Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 4
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15



Strumenti di Produzione
Videoscrittura

Software: Microsoft Word, Open Office Writer, LibreOffice Writer
istruzioni reperimento software
Open Office: http://aula.forumfree.it/?t=33182305
LiberOffice: http://gianfrancomarini.blogspot.com/2011/10/libre-office.html
Videotutorial: chi volesse approfondire l'uso di word può consultare i videotutorial di
NiktorTheNat, si tratta di 19 video per un totale di più di tre ore di videolezioni: clicca QUI

Obiettivo: operazioni base di videoscrittura per la creazione di un documento ipertestuale e
multimediale:

Impaginazione e Layout
Copertina, Indice,
intestazione, piè di pagina, numero di pagina, note a piè pagina,
Margini,
interruzioni, Sezioni,
Bibliografia, Sitografia o Linkografia

Carattere e Paragrafo
punto, font, stili, ecc.
allineamento testo
interlinea, distanze
creazione di uno stile

Ipertestualità
link interno
link esterno

Multimedialità
inserimento e formato immagine
didascalia
impaginazione immagine
inserimento mappe concettuali

Tabelle e Elenchi
Creazione e formattazione di tabelle
Creazione e Formattazione elenchi puntati e numerati

Valutazione
griglia di valutazione

Esempi
ipertesto multimediale: esempi
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 5
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15

Strumenti di Produzione
Mindmapping - Mappe Concettuali


Obiettivo: creare mappe concettuali su tematiche disciplinari come strumento per lo studio eo la
presentazioni di contenuti

Servizi web2.0 e software per la realizzazione di mappe concettuali:

1.Bubbl.us: servizio web2.0 (direttamente online) per la realizzare in modo facile e veloce mappe
concettuali semplici. Non richiede registrazione, al termine la mappa si esporta come immagine e si
inerisce in un documento:
 link al sito: http://www.bubbl.us/
 presentazione di bubbl.us: clicca QUI
 esempio: cliccaQUI

2. Lovely Chart: servizio web2.0, richiede registrazione (gratuita). Si possono costruire mappe
concettuali più elaborate e complesse inserendo anche immagini dal proprio PC, al termine la
mappa si esporta come immagine e si inerisce in un documento:
 istruzioni su lovely chart: clicca QUI
 al link precedente sono presenti anche due videotutorial (in spagnolo)
 per leggere altre spiegazioni su Lovely Chart e visualizzare altri esempi di mappe
concettuali: clicca QUI

3. cmap tools: si tratta di un software da scaricare (gratis) e installare sul proprio PC e che consente
di costruire mappe concettuali molto elaborate con immagini e altro ancora, è complesso da
apprendere ma molto efficace da utilizzare:
 istruzioni su come scaricare e installare cmap tools: clicca QUI
 manuale online in italiano su Cmaptool: clicca QUI
 esempio di mappa creata con cmap tool: clicca QUI
 su Youtube ci sono vari tutorial in italiano su cmap QUI
 video tutorial su come pubblicare on line la propria mappa QUI

4. Mindomo: si tratta di un servizio web2.0 molto evoluto che consente di creare mappe che sono
delle vere e proprie presentazioni interattive, multimediali e ipertestuali:
 per vedere un esempio di mappa creata con Mindomo: clicca QUI
 per avere più informazioni e farsi un'idea di come funziona: clicca QUI

5. Popplet: servizio web 2.0 free per creare anche in modalità collaborativa, mappe di
apprendimento, Consente la creazione di mappe ipertestuali e multimediali e si può visualizzare la
mappa in modalità presentazione
 presentazione su slideshare 20 slides di berengof
 video tutorial in italiano realizzato da pinocchio nella rete (12:46)
 esempi di popplet ad uso didattico napoleone

Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 6
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15




Strumenti di Produzione
Screencast-o-Matic

Obiettivo: realizzare screencast su argomenti didattici (lezioni/presentazioni di storia e filosofia)

Screencast-o-Matic è un servizio web2.0 che consente di effettuare gratuitamente e in modo molto
semplice degli screencast (registrazioni di quanto avviene nel desktop e della voce di commento
dell'utente) creando, per esempio, videolezioni:
 link al sito di screencast-o-matic: http://www.screencast-o-matic.com/
 per capire cosa si intende con screencast e in che nodo può essere utilizzato nell'attività
scolastica (creazione di videolezioni) clicca QUI
 esempi di videolezioni: clicca QUI e QUI
 esempi di correzione e valutazione di videolezioni realizzate dagli studenti: clicca QUI
 altri numerosi esempi di videolezioni realizzate dagli studenti: cliccaQUI

Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 7
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15

Strumenti di Produzione
Movie Maker

Obiettivo: realizzazione di un breve video su un argomento di storia o filosofia
Movie Maker è un software di cui sono dotati i sistemi operativi di Mirosoft (le varie versioni di
Windows) che presenta gli strumenti base per il video editing. E' molto semplice da utilizzare e si
impara facilmente.
Per avviare Movie Maker start >programmi >Movie Maker. Se non lo avete potete scaricarlo
digitando su google: download movie maker e stando attenti a scaricare la versione compatibile con
il vostro sistema operativo (windows XP, Vista, win 7 o win 8). Per windows 7 è disponibile
windows live moviem maker, scaricabile cliccando QUI
tutorial e guide:
 per una guida introduttiva a Moviem Maker: clicca QUI
 video tutorial su Movie Maker (vecchia edizione del software): clicca QUI
 video tutorial windows live movie maker: 1^parte, 2^parte, 3^parte, 4^parte
 altro video tutorial widows live Movie Maker: http://aula.forumfree.it/?t=67213629
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 8
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15

Wall - Bacheca - Padlet

Obiettivo: utilizzare, anche collaborativamente, uno spazio per creare raccolte / gallerie organizzate
di risorse, stream di informazioni, timeline,e altre strutture per la raccolta selezionata di risorse per
l'apprendimento.
Che cos'è: Padlet fornisce uno spazio nel quale è possibile caricare e posizionare dove si vuole
qualsiasi tipo di file: immagini, link, video, ecc. Non richiede registrazione ma è meglio registrarsi e
loggarsi per fruire di tutte le funzionalità

Istruzioni e modalità d'uso
1. Una presentazione delle caratteristiche e funzionalitò di Padlet si può trovare cliccando QUI
2. Tutorial video di 4:39 minuti (in inglese)
3. Tutorial padlet in italiano prima parte (11:03)
seconda parte (11:51)
4. Presentazione su Slideshare (laura Antichi 17 slides)






















Scribd – Pubblicazione documenti




obiettivo: pubblicazione online documenti

Già da diversi anni ogni studente del triennio del corso F possiede un account su Scribd in cui
pubblica i propri documenti e lavori, scarica e carica appunti, condivide il materiale didattico con il
docente (S.M.E.S.)
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 9
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15
Istruzioni per la creazione e gestione di un account su scribd, upload documenti, inserimento
informazioni sul documento, ecc:
1. Home Page dell'account Scribd di S.M.E.S.: cliccare QUI
2. Presentazione del servizio e delle sue funzionalità: cliccare QUI
3. Utilizzo nella didattica: cliccare QUI
4. Videotutorial: cliccare QUI
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 10
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15


Youtube – Pubblicazione video




Social Network per la condivisione di video, Youtube può essere utilizzato per la didattica in quanto
offre la possibilità di creare un proprio canale in cui pubblicare i propri video, organizzare i video
che hanno un interesse disciplinare o scolastico, commentare e discutere, votare i video, e altre cose
ancora. Già da alcuni anni il triennio del corso F dispone di un proprio canale Yuotube in cui
vengono pubblicati i video realizzati dagli studenti i quali, a loro volta, possiedono tutti un proprio
canale Yutube
1. Per vedere il canale Youtube del Corso F cliccare QUI
2. Per vedere alcuni tra i tanti canali di Youtube utili per lo studio: cliccare QUI
3. per imparare a creare e gestire il proprio canale YouTube attraverso due videotutorial
realizzati dalla Mia Maestosa e Serenissima Eccellenza: cliccare QUI
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 11
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15


Anobii – Condivisione Libri




aNobii è un social network dedicato a chi legge e vuole archiviare i libridella sua biblioteca e
tenere un diario delle sue letture. Come tutti i social network possiede funzioni quali: messaggistica,
notifiche, votazioni, suggerimenti, commenti, amicizie, gruppi, ecc. ma tutto è incentrato sulla
condivisione dei propri libri e della propria biblioteca.
L'uso del servizio, che richiede una registrazione gratuita ed è disponibile anche in lingua italiana,
è abbastanza semplice. Per archiviare un libro occorre digitare il codice ISBN ed automaticamente
aNobii inserirà tutti i dati bibliografici compresa u'icona della copertina. L'utente può aggiungere
data di inizio e fine lettura, il proprio giudizio espresso in stelline, tag personalizzati per classificare
il genere di libro, volendo, una recensione che sarà condivisa con gli altri utenti. E' anche possibile
aggiungere per ogni libro schedato note e commenti personali che rimangono privati. In altre
parole aNobii consente di schedare in modo completo la propria biblioteca personale.
aNobii possiede anche un sistema di statistiche che tiene conto del numero di libri e delle pagine
lette ogni anno dall'utente. E' possibile scambiare libri, opinioni, esplorare le librerie degli altri
utenti, iscriversi o fondare gruppi di discussione, ecc.
Il nome del servizio deriva dall’Anobium punctatum, il tarlo della carta, espressione con cui nei
paesi anglofoni vengono indicati coloro che amano stare attaccati ai libri: "vermi dei libri" :)
un video tutorial sull'uso di Anobii è disponibile cliccando QUI (forse un tantino eccessivamente
lunghetta)
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 12
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15

Creare e Condividere Presentazioni
Voicethread


Obiettivo: creare uno slideshow con commento scritto e/o vocale

Voicethread è un servizio che consente di realizzare presentazioni formata da immagini caricata da
internet o dal proprio pc e inserire un commento testuale o vocale. E' anche possibile per l'utente
che vede la presentazioni in voicethread inserire, a sua volta, un commento (domande,
considerazioni ecc. su quanto ha visto e sentito). Una volta registrati (gratis) cliccando su Myvoice
verranno visualizzate alcune presentazioni in cui viene spiegato, in pochi minuti, l'uso del servizio
(inserimento immagini e video, commento vocale, ecc.)
 presentazione del servizio e istruzioni: clicca QUI
 utilizzo di voicethread nella didattica, contiene anche diverse presentazioni realizzate dagli
studenti: clicca QUI
 altro esempio: clicca QUI
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 13
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15

Creare e Condividere Presentazioni
Glogster



Obiettivo: creare una presentazione multimediale e ipertestuale su argomenti disciplinari

Glogster è uno strumento web2.0 che serve per realizzare poster in cui possono essere inseriti
elementi multimediali e realizzati collegamenti ipertestuali. Si tratta di un innovativo sistema di
presentazione alternativo a quelli basati su Power point e simili. Per conoscere e utilizzare Glogster:
 per leggere una presentazione più completa di Glogster: clicca QUI
 per vedere dei videotutorial su Glogster: clicca QUI
 per vedere degli esempi di presentazione realizzati con glogster: clicca QUI e QUI
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 14
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15


Webware - Pixlr



Pixlr è un editor di immagini online che può essere utilizzato gratuitamente. Presenta gli strumenti
di base per il disegno e il fotoritocco (pennello, matita, timbro clone, bacchetta magica, gomma,
lazo, ecc.), si può lavorare anche con i livelli. Si può usare senza registrazione, ma conviene
comunque registrarsi (tanto è gratis). Pixlr – o – matic è invece un software gratuito che deve essere
scaricato e installato nel vostro PC. Serve per aggiungere vari tipi di effetti alle vostre immagini. Vi
sono tre tipi di filtri che servono per modificare stile, luminosità e cornice in cui inserite
l'immagine:
 link http://pixlr.com/
 presentazione di Pixlr: clicca QUI
 link da cui scaricare Pixlr-o -Matic per sistemi windows: QUI
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 15
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15


Webware - Timeline


Le Timeline o Linee del tempo sono un utile strumento per lapresentazione di argomenti che si
prestino ad una rappresentazione cronologica degli eventi, non si deve tuttavia pensare che siano
utilizzabili solo nello studio della storia, possono infatti essere impiegate anche in altre discipline, in
generale in tutte le discipline che hanno una dimensione temporale come le letterature, la filosofia o
la rappresentazione di fenomeni evolutivi (biologia, astronomia, economia, ecc.). Si possono anche
utilizzare questi strumenti come dei sistemi di presentazione di contenuti mulimediali ordinati
secondo un criterio di successione, che non deve essere necessariamente cronologica, questo li
rende abbastanza versatili.
Interessante è l'utilizzo di questo sistema per documentare un progetto didattico, un'esperienza
formativa, un viaggio di istruzione, insomma qualsiasi attività di apprendimento - insegnamento che
abbia un consistente sviluppo cronologico.
Naturalmente esistono decine di servizi del genere ed è difficile districarsi tra essi per scegliere
quelli più adatti per un utilizzo didattico: semplicità di utilizzo, efficacia grafica, gratuità,
inserimento di commenti consentito, possibilità di realizzare numerose linee del tempo e inserire
oggetti multimediali, funziona incorporamento disponibile.
Tutti i software qui segnalati sono applicazioni web, cloud software come è di moda dire, si tratta
cioè di software che non richiedono alcuna installazione si lavora, infatti, direttamente online e si
dispone di un proprio account con un pannello di controllo che consente di gestire le principali
operazioni consentite: creazione e pubblicazione di timelines, commenti, configurazione permessi,
esplorazione dell'archivio online di timelines realizzate da altri, ecc. Tutti questi servizi prevedono
una registrazione gratuita che ha determinate limitazioni e una versione pro a pagamento.

Whenintime: gratuito, non sembrano esserci limitazioni per quanto riguarda il numero di timlines
che si possono realizzare. Consente inserimento di immagini e video, possibile rendere pubblica o
privata la timeline e consentire ad altri di copiarla e consentire anche ad altri utenti di whenintime di
editarla. Non è possibile inserire link a siti esterni e file audio, né inserire un commento vocale.
Ciascun evento inserito può essere accompagnato da un testo, anche ampio. Il sistema di
visualizzazione della timelines è semplice e funzionale, brutto lo sfondo che non è personalizzabile.
Possibile incorporare la timeline (embed) o linkarla e sono disponibili i pulsanti per la
pubblicazione su Facebook e Twitter. Consentita anche l'aggiunta di commenti ma solo per chi è
registrato come utente.
Esempio di timeline realizzata con whenintime: clicca QUI

Dipity è un'applicazione web 2.0 o web tool o web app che consente di realizzare in modo semplice
e gratuitamente delle timeline interattive e multimediali. Come sempre esiste una versione free,
completamente libera, e varie versione premium a pagamento, la principale differenza consiste nel
numero delle timeline che si possono realizzare (nella versione free sono 3) e nel numero i eventi
che si possono inserire (nella versione free fino a un massimo di 150). Dipity è molto versatile e
semplice da usare, inoltre, anche nella versione free, sono disponibili molte funzionalità per la
configurazione e personalizzazione.
Queste le principali caratteristiche:
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 16
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15
1. funzionalità multimediali: possibilità di inserire immagini, testo, link e video per ogni evento
della nostra timeline;
2. personalizzazione: possibilità di configurare colore, dimensione e sfondo della timeline;
3. funzionalità di condivisione: è possibile inserire commenti sia nella pagina principale della
timeline che per ogni singolo evento. Possibilità di segnalare sui principali social network la nostra
timeline (Facebook, Twitter, ecc.) e/o di incorporarla in un sito, blog, forum ecc. secondo diverse
modalità di visualizzazione:
- Defauly View: vista lungo una linea temporale (quella tradizionale delle timeline);
- Flipbook: visualizzazione come in uno slideshow, evento per evento, si sfoglia con le frecce
"avanti" e "indietro";
- List: gli eventi sono presentati come un elenco;
- Map: gli eventi sono posizionati in una mappa
è anche possibile agire sullo zoom evidenziando gli eventi su varie scale, da mezz'ora e 5000 anni.
Esempio di Timeline realizzata con Dipity: clicca Qui

Timerime anche in questo caso siamo di fronte a una web application che consente la creazione di
timeline con inserimento testo, link, immagini, file mp3, video da youtube (ma non in alta
definizione), fornisce un codice per incorporare la timeline in siti, blog o forum. Nella versione
gratuita è possibile disporre di 50 MB di archiviazione per i nostri file, è anche possibile inserire
fino a un massimo di 100 eventi per ogni timline. Timerime, rispetto ad altri servizi similari,
presenta il vantaggio di non avere limiti nel numero di timeline che possono essere realizzate con un
account gratuito. Originale anche il sistema di visualizzazione, alle solite funzionalità per la
navigazione della timeline (zoom in e out, trascinamento) si accompagna un particolare sistema per
la visualizzazione dei singoli eventi, cliccando sull'evento si apre al di sotto della timeline un'ampia
finestra in cui è contenuto il testo relativo all'evento e non un singolo contenuto multimediale, ma
diversi, per esempio un'immagine e un video.
Esempio di timeline realizzata con Timerime: clicca QUI
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 17
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15


Brotzu School




Brotzu Schoool è il giornale scolastico online del nostro Istituto giunto al sesto anno di
pubblicazione. Broptzu School dal 2007 partecipa anche ad Albo Scuole (Associazione Nazionale
Giornalismo Scolastico) in cui vengono pubblicati i migliori articoli dei giornali scolastici di tutta
Italia. Il giornale del nostro Istituto ha ricevuto numerosi riconoscimenti a livello nazionale.
 ha vinto la VI edizione del concorso “fare il giornale nelle scuole” ha ricevuto il più
prestigioso e importante riconoscimento esistente in campo nazionale per il giornalismo
scolastico che viene ogni anno assegnato dall’Ordine dei Giornalisti (clicca QUI);
 Ha vinto l'edizione 2010 di Gold,progetto ministeriale che premia i migliori e più innovativi
progetti realizzati nella scuola italiana (clicca QUI).
Gli studenti del triennio F da diversi anni contribuiscono alla realizzazione del giornale online con
la pubblicazione di articoli.
- link giornale Brotzu School: http://brotzu.netsoul.net/
- per imparare a usare il giornale online con un videotutorial clicca QUI
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 18
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15


Social Content Curation



La Social content curation rappresenta un nuovo paradigma che si va affermando in questi ultimi
anni nel Web e consiste “nella raccolta, ordinamento e condivisione di materiali presenti e
individuati online e ritenuti rilevanti per un certo tema”. La realizzazione della content curation
avviene grazie a piattaforme fruibili sul Web che consentono di aggregare informazioni e risorse in
un unico spazio. Si tratta di informazione organizzata e collettivamente costruita, un esempio
dell'impiego sul web dell’intelligenza collettiva. La content curation agevola inoltre
l’apprendimento di determinate tematiche a differenza della semplice e disordinata navigazione su
Internet o della consultazione di Wikipedia, dal momento che i curatori selezionano per noi il
meglio delle informazioni su un determinato tema, di cui sono esperti, presenti su Internet.

Scoop.it Una della piattaforme di content curation più diffuse è http://www.scoop.it, l'idea di fondo
è quella di creare un magazine (un topic) intorno a un tema in cui riportare tutte le notizie su quel
tema che compaiono in rete recensendole brevemente. In pratica si tratta di selezionare e curare le
più interessanti informazioni su un tema creandone una raccolta ragionata
- Per saperne di più su scoop.it e conoscere le principali istruzioni per utilizzare il programma clicca
QUI troverete video di presentazione di scoop.it e le principali istruzioni su come realizzare un
magazine con scoop.it
- a questo link è possibile vedere un video tutorial in spagnolo di 8 minuti che vi spiega e mostra
l'uso di scoop.it

Storify si tratta di un altro strumento di curation dei contenuti e/o storytelling, che è basato sull'idea
della creazione di una lista di risorse e informazioni su un tema tratte dal web. Si ricercano e
selezionano le fonti, le si includono nella nostra lista, si assegnano titoli e sottotitoli e si possono
includere recensioni delle varie fonti.
- qui trovate una descrizione completa e dettagliata di storify e le principali istruzioni per il suo
utilizzo http://gianfrancomarini.blogspot.it/2013/03/storify-storytelling-e-content-curation.html
- qui trovate un video tutorial in italiano che vi insegna ad utilizzarlo http://youtu.be/f4UK_455L78
- qui trovate un esempio di storia da me realizzato usando storify http://storify.com/iangida/la-
condizione-dei-giovani-in-italia

Crateplayer servizio web che consente la creazione di collezioni di video su temi specifici, i video
vanno ricercati e selezionati tra quelli presenti nei principali social network di condivisione di video
come Youyube, Vimeo, ecc. Molto semplice da utilizzare
esempio di raccolta video realizzata con crateplayer: https://www.crateplayer.com/gianfranco-
marini/crate/rivoluzione-industriale

Huzzaz: anche in questo caso abbiamo a che fare con un servizio che consente di realizzare raccolte
video tematiche. Molto semplice da utilizzare.
presentazione di Huzzaz: http://gianfrancomarini.blogspot.it/2013/10/huzzaz-web-app-per-
cercare-filtrare.html
esempio di raccolta realizzata con Huzzaz: http://gianfrancomarini.blogspot.it/2013/10/huzzaz-web-
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 19
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15
app-per-cercare-filtrare.html

Pinterest: da PIN +Interest, social network affermatosi in questi ultimi anni, Pinterest nasce come
strumento per condividere immagini, foto, video, infografiche. Funziona facendo il PIN di ciò che
troviamo mentre navighiamo e ci interessa, in questo modo possiamo realizzare Board (bacheche)
che contengono i segnalibri in forma di immagini, alla pagina web che abbiano pinnato. Scopo è
quello di creare bacheche tematiche intorno ad argomenti di interesse (dalle ricette allo sport, dal
cinema alla storia medioevale). Si tratta di uno strumento di content curation e di intelligenza
(conoscenza) collaborativa, che consente anche di crearsi una propria cerchia di follower e di
seguire altre bacheche che ci possono interessare.
- presentazioni di pinterest:
Pinterest social fuori dai canoni
Come funziona e a cosa serve pinterest
- esempio: le bacheche presenti sul mio account
- guide testuali:
guida online a Pinterest
- video tutorial:
Cos'è Piterest e come funziona, di Patrizio Gherardi, video 9 minuti circa, aggiornato al 2013
Imparare Pinterest, da VideoRipetizioni, 17 video (solo per chi vuole approfondire) della durata
media compresa tra i 3 minuti e i 9 minuti
- App per smartphone e tablet
App Android
iOS

Pearltrees: social network che attraverso un sistema di schede consente di organizzare le risorse che
vengono reperite nel web. Molto utile come strumento di content curation.
- presentazione di Pearltrees mappe, presentazione
- esempio: lezioni di filosofia
- tutorial: presentazione in 23 slides che spiega come utilizzare pearltrees, in italiano
- guida testuale: guida base a pearltrees

Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 20
I.I.S. “G. Brotzu” Corso F A.S. 2014/15
Gianfranco Marini progetto Mer-Dona 21


Social Network per la professione




Si tratta di un insieme di servizi web che consentono di condividere online le proprie capacità,
certificazioni, esperienze lavorative e formative, il proprio CV, ecc. Consentono di cercare lavoro,
creare una propria rete professionale per l'aggiornamento e la collaborazione migliorando le proprie
competenze, cambiare la propria situazione lavorativa, partecipare a gruppi di interesse e lavoro su
questioni attinenti alla nostra professione,ecc.

Linkedin è il social network professionale che consente di realizzare un proprio profilo online,
ricercare lavoro e creare una propria rete di collegamenti in ambito professionale.
- qui trovate una presentazione generale di Linkedin:
http://gianfrancomarini.blogspot.it/2012/10/linkedin.html
- per sapere cos'è Linkedin guardate questo video http://youtu.be/8moRnGY3jtQ
- per sapere a cosa serve guardate quest'altro video http://youtu.be/4Syue4mKT5U
Istruzioni per l'uso di Linkedin:
- Guide per imparare a usare linkedin - prima parte: video tutorial:
http://gianfrancomarini.blogspot.it/2013/10/giudei-per-imparare-usare-linkedin.html
- Guide per imparare a usare linkedin - seconda parte: guide testuali:
http://gianfrancomarini.blogspot.it/2013/10/imparare-usare-linkedin-seconda-parte.html

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful