You are on page 1of 3

October 24th, 2012

Published by: TheGoodly

THE GOODLY - I DOMINATORI DEL COMPUTER N°71
This eBook was created using the Zinepal Online eBook Creator. Use Zinepal to create your own eBooks in PDF, ePub and Kindle/Mobipocket formats. Upgrade to a Zinepal Pro Account to unlock more features and hide this message. Una volta compresa questa differenza spingiti a comprendere come devono essere installati. Lo scopo dell’installazione è trasferire il contenuto (i file) del programma all’interno della partizione dove è installato il sistema operativo, di norma la partizione indicata con la lettera “C”, in una cartella generalmente denominata “Programmi”. Per fare ciò viene eseguita una procedura, che varia da pochi secondi a qualche minuto, durante la quale avviene la scrittura dei file per far funzionare il programma all’interno del O.S. e del suo registro. Questa procedura ha inizio cliccando sul file d’installazione. Quest’ultimo ha la caratteristica di avere un’estensione indicata con il suffisso “.exe” (executable) o “.msi” (Windows installer già Microsoft installer) ed essa etichetta il file alla categorizzandolo (vedi Esplora Risorse Lezione n°70) come applicazione. L’estensione è la stringa alfanumerica di caratteri che definisce la tipologia del file stesso. Con queste estensioni si comprende quindi che l’istruzione contenuta nel file è un programma, altresì definita applicazione. Questo programma è in grado d’installare ciò per cui è stato creato. Quindi può avere natura benevola o malevola. Se lo installi per tua necessità con coscienza sarà un programma che hai deciso d’installare, altrimenti ahimè o forse è meglio scrivere ahitè, è un programma malevolo che nella migliore delle ipotesi ti darà fastidio, nella peggiore ti farà male. Se è stato creato per installare dei driver esso ti permetterà, al termine dell’installazione, di pilotare la periferica a cui è strettamente correlato come stampanti, smartphone, pendrive, lettori, scanner, tavolette, ecc. Se è stato creato per installare un programma, al termine della procedura, ti permetterà di utilizzare l’applicazione che hai deciso d’installare. Normalmente se non vari le impostazioni nel sistema operativo, non troverai evidenziate le estensioni dei file. Per poterle visionare cerca nel “Pannello di Controllo” la sezione “Opzione Cartella” e cliccaci sopra.

GUIDA AL COMPUTER LEZIONE 71 DI ∞
October 24th, 2012

IL SISTEMA OPERATIVO: L’INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI Bentornato/a Goodlier. Vuoi iniziare ad utilizzare il sistema operativo? Allora devi installare i programmi che ti permettano di raggiungere i tuoi scopi. Ma come si fa? I programmi, anche detti applicativi, sono composti da una serie di istruzioni che permettono al computer di eseguire dei compiti in relazione alla necessità per cui un dato programma è stato creato. Esso si può presentare in vario modo, memorizzato su un CD/ DVD, disco rigido, pendrive ,ecc. Esplorando il supporto si potrà presentare come un singolo file pesante pochi KB fino ad una serie di cartelle e file che possono raggiungere valori di GB. Il senso è che, tutto sommato, non t’importa quanto debba essere pesante, a meno di saturazione del disco rigido, ma come installarlo. I programmi li possiamo dividere in due famiglie: 1. Installabili 2. Portabili I primi per essere utilizzati (avviati) necessitano di essere installati (non intendo memorizzati) all’interno del disco rigido o detto meglio all’interno del sistema operativo; i secondi invece non presentano questa necessità e quindi possono essere avviati direttamente dal supporto dove risiedono. Per questo motivo sono definiti portabili (portable o standalone in inglese).

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

1

October 24th, 2012

Published by: TheGoodly

Una serie di schermate che sorveglierai e con le quali interagirai si susseguirà. Ebbene si Goodlier, questa è la metodologia che ti suggerisco per non trovarti di fronte a situazioni di cui non ti troverai cosciente. Ciò può capitare per aver cliccato con superficialità (per la dannata fretta) sui vari pulsanti che si presenteranno durante il processo d’installazione. Ci saranno una serie di schermate nella quale il processo può filar liscio senza che tu debba interferire, se non per interrompere o cliccare su un pulsante per portare a termine l’installazione stessa oppure si soffermerà in attesa di una tua azione. Qui la fretta gioca a tuo sfavore. Ti potrebbe venire proposta l’installazione di uno o più programmi di terze parti di aziende affiliate con quella che ti fornisce i programma. Nella finestra che si presenta, seleziona la sezione “Visualizzazione” e scorri la lista finché non leggi “Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti”. Deseleziona la casella e clicca su “OK”. Da questo momento ogni file sarà visualizzato con la sequenza: Nome Punto Estensione (esempio: nome del programma.exe) Potresti involontariamente accettare l’installazione di una barra proprietaria (toolbar) che può migliorare, apparentemente, la tua esperienza di navigazione ed uso del computer (possibile ma siine cosciente); o accettare, con un consenso preselezionato, che il programma di contorno acceda ad alcuni tuoi dati come frequentemente accade con le applicazioni integrate nei social network. Di norma nulla di grave sia chiaro, ma che fastidio ricevere materiale o comunicazioni un po’ troppo personalizzate in quanto tale programma individua il tuo profilo “studiando” (sono stato galante) e tracciando le tue navigazione ed i tuoi clic. A te la scelta. Come uscirne? Segui sempre questi due processi operativi: 1. Esegui l’installazione personalizzata (non classica/ standard/consigliata). Sempre, anche per i programmi banali ed apparentemente innocui ancorché gratuiti 2. Controlla/leggi ogni passo (schermata) che si presenta durante il processo d’installazione Al termine alcuni programmi richiedono un ulteriore passaggio che è quello del riavvio. Questo perché a volte devono inserire la loro icona nella systray cambiare alcuni parametri nel registro del sistema operativo e non è possibile a caldo. Puoi decidere di acconsentire il riavvio subito o rimandare. Come vedi non è affatto difficile e per attuare tali azioni non è necessario essere Guru o laureati in informatica, giustappunto come non lo sono io. Alternativa che spesso utilizzo ed in alcuni casi prediligo, sono le applicazioni/programmi stand-alone quindi quelli portabili che non necessitano d’installazione.

Cosa accade? La procedura d’installazione si avvierà cliccando rapidamente due volte sul file d’installazione, che sarà denominato quasi certamente col nome del programma o sigla riconducibile ad esso o in alternativa “Setup.exe”. In assenza di questo nome, individua il file d’installazione dalla colonna “Tipo” del programma “Esplora Risorse” in visualizzazione dei dettagli (vedi Lezione n°70) la scritta “Applicazione”.

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

2

October 24th, 2012

Published by: TheGoodly

Si presentano con un unico file, nella migliore delle ipotesi o come un insieme di file e/o cartelle che comunque lavorano egregiamente, senza la necessità di essere installate all’interno del tuo sistema operativo. Tra l’altro non appesantiscono le dimensioni di quest’ultimo e le puoi avviare da disco rigido interno o esterno, pendrive, flash memory, ecc. Il programma si avvia nella sua piena funzionalità cliccando due volte rapidamente sul file eseguibile (.exe). Esiste un sito dedicato e foltissimo di applicazioni portabili come Portable Apps che trovi a questo indirizzo: http:// portableapps.com/ A questa pagine del sito, http://portableapps.com/apps trovi un “WOW!” di programmi che puoi semplicemente scaricare ed utilizzare. Prima di terminare una precisazione. Se per qualche motivo l’installazione non dovesse andare a buon fine puoi tranquillamente ripercorrere il processo dall’inizio. Riavviando il processo, le situazioni che potrebbero verificarsi sono: • Installazione come se nulla fosse accaduto • Sovrascrittura o riparazione dell’installazione interrotta o rimozione del programma • Disinstallazione programma. e successiva re-installazione del

Il primo caso ne viene da sé. Nel secondo caso il programma d’installazione può rilevare che il programma è installato ed eventualmente ti chiede di sovrascriverlo, ripararlo (se fosse danneggiato) o rimuoverlo. A te la scelta con un clic. Infine nel terzo caso rilevando la presenza del programma o di una versione precedente, può chiederti di disinstallare il programma o la sua precedente versione ed al termine automaticamente avviare l’installazione ex novo. Alla prossima per far tua la metodologia di come disinstallare i programmi. Sembra semplice, ma invece…… Se non lo è, lo sarà! Don’t worry Goodlier. Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao Goodlier. Carlo Foto di: Screenshot realizzati da TheGoodly.com P.S.= Buona formazione e condivisione Goodlier.

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

3