You are on page 1of 3

November 7th, 2012

Published by: TheGoodly

THE GOODLY - I DOMINATORI DEL COMPUTER N°73
This eBook was created using the Zinepal Online eBook Creator. Use Zinepal to create your own eBooks in PDF, ePub and Kindle/Mobipocket formats. Upgrade to a Zinepal Pro Account to unlock more features and hide this message. prelevare tali dati chiedendoli al server in un determinato metodo (protocollo). Se esso risponde alla tua richiesta trasferirà i dati sul tuo computer, sotto forma di pacchetti di bit. Tramite un programma (browser), che interpreta questi dati, potrai visualizzare sul tuo monitor le informazioni richieste. A tua volta se devi trasferire dei dati sul server (un sito o aggiornamenti per esso oppure dei file di backup) o su quello di un tuo amico (come ad esempio posta elettronica – email) potrai farlo senza particolari problemi. Il server prenderà in carico il file e lo manterrà in esso per una visione condivisa, nel caso di un sito oppure lo recapiterà al destinatario nel caso di contenuto da inviare. Ogni operazione eseguita nell’ambito di internet è attuabile grazie a programmi nati per eseguire quel determinato compito. Ad esempio: • Browser per navigare (Internet Explorer, MozillaFirefox, Google Chrome, Opera, ecc • Client di posta elettronica per la ricetrasmissione di email (Windows live, Outlook, Mozilla-Thunderbird, Opera) • Programmi FTP (File Transfer Protocol) per trasferire file su un server (FileZilla) • File Manager - programmi di gestione file che installerai sul tuo computer per gestire e trasferire file, come ad esempio le copie di sicurezza, su spazi web gratuiti o pagamento Come accedo ad internet?

GUIDA AL COMPUTER LEZIONE 73 DI ∞
November 7th, 2012

LA NAVIGAZIONE INTERNET Bentornato/a Goodlier. Il normale utilizzo di un computer prima o poi prevede che esso sia connesso ad internet. Ma cos’è internet?

In estrema sintesi è una rete di computer a livello mondiale. Una connessione tra tutti i computer che accedono ad un servizio. Banalmente è come quando connetti alla rete elettrica un’utenza (televisore, frigorifero, telefono, ecc). Colleghi il tuo dispositivo ad una rete esistente che fornisce il servizio di elettricità e, tramite un fornitore che sceglierai, pagherai ad esso per il traffico di corrente; per la quantità di elettroni che utilizzerai. Nel caso di internet il servizio è corrispondente al traffico dati (pacchetti di bit). La rete creata ha origini molto lontane (diversi decenni) e nasce da una struttura militare. Semplificando oltre misura si è realizzato un complesso sistema di trasmissione dati che attraverso molti computer collegati ad un nodo (server = computer centrale) ne permette il trasferimento bidirezionale. Replicando “n” volte tale struttura crei l’attuale rete mondiale di internet. Quindi se attivi un computer centrale (server) che contiene le informazioni e colleghi ad esso altri PC, definiti client, puoi

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

1

November 7th, 2012

Published by: TheGoodly

Non è sufficiente il solo computer. Esso deve possedere internamente o esternamente uno o più dispositivi che ti permettano di accedere alla rete. Questi dispositivi sono una scheda di rete Ethernet, modem/ router, telefonino, internet key, ma ancora non basta. Per poter accedere ad internet devi rivolgerti ad un intermediario chiamato Provider il quale ti garantirà, forse… ;-), l’accesso alla rete dietro pagamento. Il contributo può essere a canone mensile o a consumo. Nel primo caso pagherai un forfettario e potrai muoverti all’interno delle opzioni contrattuali, che sceglierai in base alle tue necessità. Nel secondo caso pagherai in base all’utilizzo della connessione, cioè in base alla quantità di tempo o ai dati trasferiti. Se opti per una tariffa Flat potrai avere accesso illimitato in termini di tempo e dati, ma non è sempre valida questa affermazione. Potresti avere un accesso illimitato in termini temporali, ma al raggiungimento di una soglia di MegaByte o GigaByte trasferiti, vederti ridotta la velocità di navigazione o un aggravio di costi. Sceglierai in base alle tue necessità e controlla attentamente le condizioni d’uso. Gli asterischi insegnano……* ..RIESCI A LEGGERE? NOOO? ALLORA DEVI INGRANDIRE I CARATTERI. AHAHAHAH! Ma qual è l’utilità di internet?

Rispondendo alla domanda direi che puoi eseguire tutto quello che è intrinsecamente personale stimolante ricercare. Riallineandomi alla lezione, il suo utilizzo è vasto e comporta un risparmio di tempo ed un’efficienza informativa straordinaria. Divertimento, relax, informazione (disinformazione, why not?), vacanze, lavoro, curiosità, didattica, acquisti, gestione amministrativa, contatti, ecc. In alcuni casi dovrai “solo” collegarti ad internet ed individuare la linea informativa che vuoi percorrere, in altri dovrai crearti un account ossia una registrazione, un profilo al sito o servizio per utilizzare ciò che viene offerto. OK, ma come devo agire?

Dopo che hai il dispositivo e la connessione per poter navigare, devi avviare un programma, chiamato browser, che ti permetta di navigare su internet. Fatto ciò, nella zona in alto del programma, trovi una casella rettangolare in cui poter scrivere qualcosa. Questa casella è chiamata barra degli indirizzi. Puoi utilizzare questo campo per scrivere delle parole chiave ed eseguire una ricerca tramite il motore predefinito nel browser, senza collegarti al sito del motore. Potrai altresì digitare l’indirizzo di un sito per collegarti direttamente ad esso. Un sito è, passami questo termine improprio, una specie di giornale con una o più pagine (web) che puoi sfogliare, leggere e con cui interagire. In base alla pesantezza della pagine, delle prestazioni del tuo computer e dalla velocità di navigazione visionerai il contenuto della pagina web. Senza entrare nel dettaglio, lo scambio di pacchetti di bit tra il server ed il tuo computer viene interpretato dal tuo browser grazie ad un linguaggio (chiamato HTML) con cui sono create le pagine e trasformato in caratteri, immagini, tabelle, suoni, video, ecc. comprensibili dai tuoi sensi. Possono nascere dei problemi durante la navigazione derivati da errori di digitazione da parte tua, perdita di connessione internet, server non raggiungibile dal tuo browser, ecc.

Boh! Chi può dirlo in via definitiva. Le potenzialità di internet sono in continua evoluzione. Dalle più virtuali fino a quelle che travasano nella nostra realtà per interagire con noi stessi. Col tempo apprezzerai alla grande questo mondo. All’inizio lo detestavo! Lo ritenevo perdita di tempo oltremisura. Ignobile presunzione era la mia. Classica della volpe che non riesce a raggiungere l’uva criticandone le qualità senza averla assaporata. Ora sono uno straordinario ed accanito fan della connessione. Ne tesso quotidianamente le lodi e quasi aggredisco chi ne sentenzia l’inattendibilità o ne ostacola la diffusione. Certo non è tutto oro, ma se non ci fosse…… ahinoi.

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

2

November 7th, 2012

Published by: TheGoodly

In questi casi non visualizzerai il sito richiesto, ma una segnalazione di errore. Potrai riprovare assicurandoti che non dipenda dal tuo hardware o dalla tua digitazione, magari cambiando anche il browser di navigazione (in alcuni casi è risolutivo). Ogni computer connesso alla rete viene etichettato dal provider, che ti consente l’accesso, con un numero univoco. Solo il tuo computer in quel momento lo possiede tra tutti quelli connessi ad internet. Questo numero è chiamato indirizzo IP. Quando digiti un indirizzo (URL) di un sito, nella barra relativa, il browser si collega ad un determinato computer (indirizzo anch’esso univoco) in cui risiede quel determinato sito. La stringa del sito ha di norma questa tipologia: www.nomesito.dominio oppure http://nomesito.dominio Il prefisso “www” indica World Wide Web, mentre “http” sta per Hypertext Transfer Protocol. Il nome del sito è deciso dal detentore dello stesso (proprietario) mentre il suffisso/ dominio è riferito a varie cose come la nazione, l’attività, l’organizzazione, ecc. Può avere molti tipi di dominio. Riconoscerai sicuramente alcuni come: • .it • .com • .org • .net • .info • .eu Due indirizzi con dominio diverso corrispondono a siti diversi, anche se il nome del sito è identico. Ad esempio www.thegoodly.com è diverso da www.thegoodly.it Digiti una stringa alfanumerica, ma questa è la traduzione comprensibile di una serie di numeri, perché in realtà di numeri si tratta un indirizzo. Il browser lo traduce grazie al linguaggio universale di programmazione HTML.

Ma qual è l’utilità di internet? – ed_needs_a_bicycle OK, ma come devo agire? – Yanily66 P.S.= Buona formazione e condivisione Goodlier.

Pensa se per collegarti a TheGoodly dovevi ricordarti qualcosa come 111001010101010001101010101101010111111110000000101010101010110 o giù di lì……. Digitato ciò puoi fatti travolgere dall’onda d’urto informativa di internet. Buona navigazione. Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao Goodlier. Carlo Foto di: Ma cos’è internet? – kalexanderson http://www.flickr.com/ photos/kalexanderson/5277334834/in/photostream Come accedo ad interne? – setothetech
Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats. 3