La giraffa

1. Nome comune:giraffa
2. Nome scientifico giraffa camelopardalis
3. Classe: Mammiferi
4. Ordine: artiodattili - erbivori
5. Dimensioni: la giraffa è celebre per la lunghezza del collo ;
è il più alto di tutti gli animali. Raggiunge nei maschi i 5, 8
metri di altezza.
6. Descrizione dell’aspetto Come la maggior parte di mammiferi,
la giraffa conta solo 7 vertebre cervicali che, per sostenere il
collo, sono più lunghe e robuste della media. Le corna, corte,
permanenti e rivestite di pelle, sono presenti in entrambi i
sessi. La lingua, lunga fino a 40 cm ed il labbro superiore
muscoloso, sono usati per strappare i germogli dai rami spinosi
degli alberi di acacia, uno dei componenti fondamentali della
dieta della giraffa. I sensi dell’odorato e della vista sono
particolarmente sviluppati e la vista è pure molto acuta. Il
mantello, mimetico, è diverso in ciascun individuo; è
caratterizzato da macchie marroni su uno sfondo più chiaro,
che con l’età si scurisce gradualmente. Gli arti anteriori sono
più lunghi dei posteriori.
7. Descrizione del comportamento:
Dove vive L’habitat è rappresentato dalla savana.
Come vive Le giraffe vivono generalmente in gruppi di 2
– 10 individui. Ogni branco è guidato da un maschio
adulto, alcune femmine, i piccoli e qualche giovane
maschio.
Come si muove quando le giraffe camminano, muovono
insieme le due zampe dello stesso lato; per correre,
invece, vanno al galoppo. Raggiungono una velocità di
circa 55 km/h.
Cosa mangia Si nutrono di germogli di acacia. Le giraffe
non migrano durante la stagione secca, perché riescono a
ricavare il nutrimento e l’acqua necessari dalle foglie di
acacia. La loro resistenza alla sete è notevole; possono
vivere perpiù di un mese senza bere. Poiché sono
ruminanti, sono capaci di ingurgitare grandi quantità di
cibo che poi rimasticano quando sono a riposo.
Come si riproduce durante la stagione degli amori, i
maschi combattono per il possesso delle femmine,
colpendosi con il collo e la testa. Dopo circa 15 mesi
dall’accoppiamento, la femmina partorisce un solo piccolo,
alto da 1,70 a 2 metri che è già in grado di reggersi in
piedi 20 minuti dopo la nascita. Come molti altri animali,
subito dopo il parto la madre lecca il cucciolo per fargli
capire che è lamadre e per togliere le tracce di sangue
dal suo corpo, perché potrebbero attirare i predatori. I
giovani raggiungono la maturità sessuale a 4 anni. Allo
stato selvatico la vita delle giraffe varia tra 15 e 25
anni; in cattività può raggiungere anche i 36 ani.
Come si difende le giraffe dormono stando in piedi e si
difendono scalciando con i pesanti zoccoli.
8. Altre curiosità: quando la giraffa deve bere è in pericolo,
perché deve divaricare gli arti anteriori ed è in una posizione
precaria, che la espone all’attacco del suo principale nemico: il
leone.
Autori: Sara C. e Giulia

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful