Marco Ciaffone

Update “World Wide Control” e “Access Denied”
Viene qui presentato l'aggiornamento di “World Wide Control” e di “Access Denied” relativo al periodo che va dall'ottobre 2010 al 2 !ebbraio 201"# $er non tradire lo stile blog ho lavorato sul documento come si lavora sui post% si procede ad una scansione degli argomenti !edele a quella originale per permettere al lettore un !acile inserimento delle nuove in!orma&ioni nel contesto precedente' altri nuovi dati poi( pi) che rappresentare un aggiornamento temporale vanno ad arricchire il testo al di l* del periodo al quale si ri!eriscono' gli aggiornamenti( in!ine( sono presentati in ordine cronologico oppure ordinate secondo l'argomento( in base a quale dei due !attori risulti volta per volta pi) rilevante# Durante il percorso il lettore potr* trovare anche punti che si pongono come aggiornamento di “Access Denied”# +iamo ora pronti per l'update# ,el giugno 2011 si pro!ila all'ombra della Casa -ianca l'idea di una “valigetta del dissidente” .!acente parte della pi) ampia 1

opera&ione de!inita come “/ete 0mbra” e “0pera&ione 1nternet 1nvisibile”2% un 3it che permette comunica&ioni mobili collegate al World Wide Web sostan&ialmente di contrabbando' i destinatari sono i dissidenti che operano tramite la /ete nella lotta contro regimi dispotici e “!iltratori” di 1nternet# 1l 1 dicembre 2011 Wi3ilea3s denunciava la presen&a di ben 140 a&iende in 20 paesi impegnate a !ornire so!t5are di intercetta&ione delle comunica&ioni anche a paesi dittatoriali .tra di esse( l'italiana 6ac3ing team2# ,elle stesse ore il Consiglio dell'7nione 8uropea comunicava un giro di vite sui divieti di e9port di tecnologie verso il regime siriano( accusato di pratiche contro i diritti dell'uomo# ,el !ebbraio 201" Wired#it pubblicava la mappa dei $aesi che usano i so!t5are dell'6ac3ing :eam# 1l 12 mar&o 2012 /eporters +ans ;rontiers ./+;2 pubblicava l'elenco aggiornato dei “nemici di 1nternet”# ;anno il loro ingresso in lista -ahrein e -ielorussia' tra i paesi “sotto osserva&ione” !iniscono invece <a&a3istan e 1ndia( con l'uscita di =ibia e Vene&uela# 1n occasione della >iornata ?ondiale contro la Censura online 201 ( /eporter +en&a ;rontiere di!!ondeva un nuovo report speciale sul controllo di 1nternet che mostrava le modalit* con le quali i governi stavano incrementando il grado di censura sulle attivit* online per censurare le comunica&ioni elettroniche e arrestare giornalisti e dissidenti# Venivano individuati @ governi che attuano un controllo e una censura tale sui nuovi media da essere considerati nemici di 1nternet e dei diritti umani% +iria( Cina( 1ran( -ahrain e Vietnam# Altrettante le a&iende accusate di !iancheggiare i regimi nell'attivit* censoria tramite la !ornitura di so!isticate tecnologie% >amma( :rovicor( 6ac3ing :eam( 2

AmesAs e -lue Coat# ,el luglio 2012 Boutube prova a tutelare gli attivisti mettendo a disposi&ione degli utenti un so!t5are per l''oscuramento !acciale nei video che documentano a&ioni di protesta# “=a guida pratica per dittatori alla conserva&ione del potere tramite 1nternetC di =aurier /ochon# 1l report sul Web libero della ;reedom 6ouse del settembre 2012# ,ell'autunno del 201 il report di ;reedom o! the ,et dipingeva una situa&ione di generale peggioramento della libert* della rete in giro per il mondo# ,el novembre 2012 /eporters +ans ;rontiDres lanciava il suo portale antiEcensura# ;oto( video e testimonian&e dai paesi sottomessi da un regime totalitario# ?eno libert* in nome della sicure&&a# ,on D solo lo slogan che ogni buon politico populista D pronto a sbandierare in campagna elettorale( ma lForientamento al quale sembrava tendere lF1nternational Communication 7nion( lForganismo dellF0nu che si occupa di regolamenta&ione delle 1ct( nel dicembre 2012# 1 1G paesi membri si erano riuniti a Dubai' sul tavolo della discussione( come ri!eriva Daniele ?anca dalle colonne del Corriere della +era( tra le altre anche le proposte di Cina e /ussia' lFargomento di punta dei due giganti D che per come D regolata in questo momento la /ete resta appannaggio dei $aesi pi) sviluppati perchH gli altri non avrebbero me&&i su!!icienti a garantire la sicure&&a delle proprie in!rastrutture# =a curaI ?aggiore controllo su quello che viaggia nel cAberspa&io# =a portata censoria del ragionamento D chiara# 8 il

contesto non aiuta lFottimismo# Appare paradossale in!atti che ad ospitare la con!eren&a siano gli 8mirati Arabi 7niti( dove da pochi giorni vige il divieto di criticare( deridere o sbe!!eggiare i leader politici del $aese a me&&o 1nternet# $ena( il carcere# CiJ non toglie che lFargomento della regolamenta&ione interna&ionale di 1nternet e dei nuovi media in generale vada a!!rontata( prima o poi# 1n !ondo( al momento( a gestire il cuore dellFin!rastruttura di /ete D lF1cann( un organismo che !a capo al dipartimento del Commercio degli +tati 7niti# K dunque anche legittima( sotto certi punta di vista( la volont* di concorrenti come gli ormai celeberrimi “-ric” di allargare la governance del me&&o# /imandare questa s!ida apre al rischio di una sorta di “>uerra !redda 2#0L combattuta dividendo i neti&en mondiali su due reti diverse# :anto pi) che( per restare nel gergo da secolo scorso( cFD gi* un gruppo di “non allineati”( ovvero di $aesi che si sono gi* dotati o hanno in cantiere intranet locali alternative alla /ete( vedi 1ran e Corea del ,ord# +ul piatto della bilancia !iniscono dunque anche il rapporto tra gli stati democratici e quelli autoritari e le dinamiche commerciali che si mettono in moto tra le a&iende degli uni e quelle degli altri# K il modello di conviven&a di regimi diversi nello scacchiere interna&ionale ad essere messo in crisi dalle nuove tecnologie( dunque( come dimostra il caso scoppiato nelle stesse ore del summit di Dubai tra 7sa e +iria' durante il graduale ritorno online del paese mediorientale .vedi oltre2 si scopriva che alcuni grandi siti si appoggiano a server residenti a Dallas o in ;lorida( a dispetto dellFembargo digitale imposto da 0bama a Damasco# :uttavia( la domanda D se il luogo adatto a questo tipo di dibattito( !ondamentale per la libert* di espressione dei sette miliardi di abitanti del pianeta( sia un vertice nato sostan&ialmente come luogo di discussione di standard "

industriali#:anto pi) che l'1tu a novembre aveva approvato uno standard di deep pac3et inspection che esponeva 1nternet ad una censura su larga scala# 1n ogni caso( il Wcit 2012 si concludeva con la mancata rati!ica degli accordi da parte degli +tati 7niti e di molti altri paesi che !inivano per con!inare la validit* delle decisioni dell'assemblea all'interno dei contesti dove i governi na&ionali la !anno gi* da padroni sul controllo della /ete# ,el gennaio 201 ( un rapporto di Citi&en=ab rivelava come lFa&ienda americana -lue Coat !osse in prima linea nella !ornitura di tecnologie per il controllo e la censura del tra!!ico online allFinterno dei $aesi sottomessi a regimi autoritari o dittatoriali# Dalla Cina allFArabia +audita !ino allF8gitto( 41 gli +tati ri!orniti dalla -lue Coat# +empre dal Citi&en =ab arrivava( nel mar&o 201 ( un dossier sullo “spA5are di +tato”( mentre qualcuno avan&ava sospetti di una “intercetta&ione di de!ault” che sarebbe impostata sulle ultime versioni di +3Ape# ,el novembre 201 l'organi&&a&ione $rivacA 1nternational di!!ondeva “l'indice dell'industria della sorveglian&a”( un database delle tecnologie utili&&ate per il monitoraggio massivo delle comunica&ioni e delle a&iende che le producono#

Asia
M2@(1 milioni di utenti in Asia .rapporto $ingdom 20102# COREA DEL NORD - Domini #3p usati per la prima volta dall'ottobre 2010( quando $AongAang apriva un account ;lic3r u!!iciale da utili&&are( esattamente come quello :5itter( per la propaganda di regime# Anche se nel gennaio 2011( nel giorno @

del compleanno di <im Nong 7n( erede di <im Nong 1l( il canale Boutube del governo veniva bucato da anonimi crac3er e utili&&ato per trasmettere video di scherno proprio per il del!ino del dittatore di $AongAang# 1l tutto potrebbe essere ricondotto agli attriti tra ,ord e +ud che in quelle settimane toccavano il culmine# Alla !ine di maggio 2011 partiva a $AongAang la messa a punto di tre diversi modelli di computer e device mobili interamente costruiti nel paese .o almeno passati al vaglio del regime prima della messa in commercio2' un altro tassello nell'autarchia digitale perseguita dal Caro =eader# Ad ini&io luglio 2011 un rapporto della ?cA!ee attribuiva gli attacchi subiti nelle settimane precedenti dai siti sudcoreani al governo di $AongAang( che starebbe cosO !acendo le prove generali di una cAberguerra# ,el !rattempo( sempre dalla ,ord Corea arrivavano in!iltra&ioni di hac3er nei circuiti di giochi online dei vicini del +ud per racimolare !ondi in maniera illecita# All'ini&io del 201 l'amministratore delegato di >oogle 8ric +chmidt preparava un viaggio verso $AongAang# ,el !ebbraio 201 alcune aperture verso i turisti sull'utili&&o di schede sim e connessioni >' una bella occasione anche per i pochi giornalisti stranieri a $AongAang# $eccato che il barlume di libert* durava lo spa&io di poche settimane( prima del dietro!ront del regime# COREA DEL SUD - 7na nuova stretta sui siti del vicino nordcoreano D stata poi avviata a seguito delle avvisaglie di 4

guerra del dicembre 2010' il governo di +eoul si D attre&&ato per censurare sistematicamente i !lussi di messaggi online provenienti dal ,ord( in particolare quelli provenienti da :5itter# ,el paese dal 2010 vige il divieto di utili&&o dei giochi di ruolo online per i minori di 14 anni da me&&anotte alle sei del mattino# +imili provvedimenti in ?alaAsia e Vietnam# Coinvolti ora anche i produttori di console +onA e ?icroso!t# +i puJ andare in galera per un ret5eetI A +eoul si# 7n ventiquattrenne nel !ebbario 2012 ret5ittava dall'account u!!iciale di $AongAang il messaggio “=unga vita a <im NongE 1l”( quanto basta per essere accusato di aver messo in pericolo la sicure&&a na&ionale di!!ondendo la propaganda del nemico# 1l giovane a novembre veniva condannato a dieci anni di reclusione( pena sospesa in seguito alla promessa !atta dal raga&&o di “non ripetere una tale gesto”# 7na viola&ione della ,eutralit* della /ete tarata su un determinato dispositivo di una determinata marca# 1l ritorno dell'anonimato online in terra coreana# ,el gennaio 201" l'autorit* che vigila sulle telecomunica&ioni del $aese multava >oogle per 1"0mila euro al termine del procedimento relativo all'intercetta&ione di dati tramite reti Wi;i e!!ettuata con le >oogle Cars# VIE NAM ! Dalla !ine del !ebbraio 2011 D vietato nel paese l'utili&&o dei videogiochi online tra le 22%00 e le M%00 per evitare le conseguen&e che si suppone abbia un uso eccessivo P

sui minori# ='onere della predisposi&ione di blocchi e monitoraggi D scaricata sugli 1+$( che criticano il provvedimento soprattutto per le negative ricadute economiche che avr*# 1l provvedimento D simile a quello proposto in Corea Del +ud# ='estate del 201 si chiudeva con una norma !ortemente censoria% vietato discutere sui social net5or3 di qualunque cosa non sia un'in!orma&ione personale# M"ANMAR ! ='ultima settimana di mar&o vedeva il blocco di +3Ape e degli altri servi&i di Vo1$( tra le pochissime modalit* con le quali gli abitanti del paese hanno contatti con l'estero# =a motiva&ione principale risiederebbe nella volont* di arginare le noti&ie sugli scontri in ?edio 0riente( oltre ai timori per una nuova ondata di proteste che secondo le autorit* starebbe nascendo tra la popola&ione# #AILANDIA ! =e liste nere di siti vengono bocciate nell'ultima settimana del novembre 2010( quando il governo !a sapere di ritenere il controllo dei genitori sul 5eb migliore di quello implementabile a livello governativo( oltre al !atto che stilare una lista di siti pericolosi D un lavoro lungo e costoso con poche probabilit* di riuscita perchH di!!icilmente riuscirebbe ad essere onnicomprensivo# ,el novembre 2011 il governo richiedeva a ;aceboo3 di eliminare circa 10000 pagine accusate di essere di!!amatorie nei con!ronti della !amiglia reale# Allo stesso tempo( si di!!idavano tutti gli abitanti del paese a commentare( condividere o anche solo cliccare il “mi piace” sulle pagine in questione' pena una persecu&ione per lesa maest*# M

$ILI%%INE ! ,el settembre 2012 il governo adottava un disegno di legge contro le “esibi&ioni sessuali” online# 1n poche settimane si sollevavano ondate di proteste contro la legge che( volta a combattere il cAbercrimine( rischierebbe di tradursi in un nuovo giro di vite di carattere censorio# 7n appello raccolto dalla Corte suprema del $aese asiatico( che in poche ore bocciava la norma# INDONESIA - =a /1? cede anche al governo 1ndonesiano% !iltrer* i contenuti pornogra!ici su almeno due milioni di dispositivi -lac3berrA presenti nel paese( come richiesto da >iacarta( dal gennaio 2011( per evitare che l'ultimatum del governo di ritiro delle licen&e potesse diventare realt*# 1l tutto in linea con le leggi antipornogra!ia del 200M# ?a a dicembre 2011 il governo si diceva insoddis!atto e rilanciava chiedendo una maggiore collabora&ione e accesso ai dati che viaggiano sui -lac3berrA# Casi analoghi in Arabia +audita( $a3istan e 1ndia# ,el gennaio 2012 1enne Ale9ander Aan veniva arrestato per aver postato su ;aceboo3 la !rase “Dio non esiste”# +egnalato alle autorit* da un consiglio degli 7lema del paese( D ora accusato di blas!emia e rischia !ino a cinque anni di carcere# 1n 1ndonesia( paese a larghissima maggioran&a islamica( non sono vietate le altre religioni( ma l'ateismo D considerato reato# Alla vigilia del /amadan del 2012 il governo indonesiano inviava ai provider del $aese una lista con oltre un milione di siti pornogra!ici da oscurare# SIN&A%ORE Q ,el giugno 201 G il governo di +ingapore

imponeva a tutti i siti di in!orma&ione che superavano i @0mila visitatori unici al mese di ottenere una speci!ica licen&a a continuare la propria attivit*# A stretto giro arrivava la protesta degli 0ver the :op# &IA%%ONE - Dal ministero delle comunica&ioni nipponico arrivava nel gennaio 2011 una richieste in via u!!iciale ai vertici di Apple per lo studio di meccanismi di !iltraggio da implementare negli i$hone al momento dell'acquisto per impedire l'accesso a contenuti considerati dannosi per i minori# ;redda la rea&ione a Cupertino( soprattutto per i costi che l'opera&ione comporterebbe# >uai diplomatici per un video su Boutube che ritrae lo scontro tra un peschereccio cinese e due piccole navi della guardia costiera giapponese' il video appare nel novembre 2010 dopo un paio di mesi dall'accaduto e con l'allarme diplomatico rientrato dopo che $echino aveva chiesto scuse u!!iciali a :o3Ao# ?a il !ilmato( caricato da un utente che si !irma col nic3name +engo3u M( sembra avallare l'ipotesi di un attacco al peschereccio( con l'intero equipaggio arrestato# 0ra le autorit* giapponesi sono a caccia dell'utente che ha rimosso il video e cancellato l'account# +e trovato( verr* processato in base alle leggi nipponiche che vietano la di!!usione di materiale che puJ compromettere la stabilit* diplomatica del paese# 1l sistema autocomplete di >oogle !iniva sotto osserva&ione nel mar&o 2012( quando la corte distrettuale di :o3Ao sospendeva alcune !un&ioni del servi&io all'interno del paese# 1l motivoI Associare alcune parole ritenute di!!amatorie al nome di una persona puJ con!igurarsi( appunto( di!!ama&ione# 1n aprile arrivava la multa per -ig># 10

,el giugno 2012 il $arlamento nipponico dava il via libera all'inasprimento delle pene per gli “scariconi”( prevedendo !ino a due anni di prigione per chi viene colto ad e!!ettuare do5nload illeciti# ,el settembre 2012( il governo di :o3Ao aderiva ad Acta# MALA"SIA ! Alla met* di giugno 2011 il governo di <uala =umpur trasmetteva agli 1+$ del paese una lista nera di siti da bloccare perchH ritenuti in viola&ione del ?alaAsian CopAright Act del 1GGM# 1 10 spa&i online indicati sono% :he $irate -aA( 5are&E bb#org(movie23#to(megavideo#com(putloc3er#com(deposit!iles#c om(duc3load#com(!ileserve#com(!ilestube#com e megaupload#com# 1l 2012 ini&iava con l'obbligo imposto dal governo a tutti i ristoranti nuovi o prossimi al rinnovo della licen&a di !ornire una connessione Wi;i ai propri clienti# INDIA ! A met* giugno 2011 arriva a >oogle dal commissariato di -angalore una lettera che impone lo stop alle >oogle Cars del servi&io +treet Vie5# A detta delle autorit* indiane( gli uomini di ?ountain Vie5 avrebbero violato non meglio speci!icati punti della legge che regolamenta le riprese sul territorio na&ionale da parte di societ* straniere# All'ini&io di agosto 2011 il ministro dell'interno dava ordine a quello delle comunica&ioni di sorvegliare i social net5or3 in una logica antiterroristica' le leggi indiane prevedono gi* un ampio potere di intercetta&ione( !ino al punto che i provider potrebbero essere costretti a consegnare i dati d'accesso degli 11

account# 0ra perJ si vuole arrivare ad avere accesso anche ai dati comunicati in !orma ci!rata( in una dinamica molto simile a quella che aveva coinvolto i -lac3-errA nel 2010# $roprio in merito a quella vicenda( alla !ine di ottobre 2011 circolava la noti&ia di ulteriori accordi tra la /esearch in ?otion ./1?2 e il governo# 1ndiscre&ioni che si ripetevano a !ebbraio 2012( disegnando lo scenario di una /1? ormai “alleata” del governo# ,el luglio 201 ( le intercetta&ioni a tutto campo per gli utenti dei -lac3-errA non avevano pi) ostacoli# Al pugno duro nei con!ronti dei social net5or3 si a!!iancava( nel settembre 2011( un'interessante ini&iativa dello stato del /aRastan( il pi) popoloso del paese' le autorit* sponsori&&avano la crea&ione di un clone di ;aceboo3 che sia perJ tutto orientato all'apprendimento tramite la messa in condivisione tra gli studenti delle esperien&e scolastiche# Ad ottobre 2011( invece( il governo inaugurava un progetto mirato a distribuire gratuitamente un tablet con sistema operativo Android ad ogni studente del paese# ,el dicembre 2011 il ,e5 Bor3 :imes ri!eriva della richiesta avan&ata dal governo di ,uova Delhi ai colossi del Web di monitorare i contenuti che circolano in /ete# =a risposta dei vari >oogle( ;aceboo3( BahooS e ?icroso!t sarebbe stata categoricamente negativa# A ridosso della !ine dell'anno( poi( un giudice di ,uova Delhi ordinava a 22 operatori della /ete .tra i quali quelli appena citati2 di rimuovere entro il 4 !ebbraio 2012 dei contenuti giudicati “antiEsociali” e “antiEreligiosi”# =a saga continuava con la richiesta del governo di presentarsi in aula entro la met* di mar&o 2012 per di!endersi dall'accusa di aver concorso alla di!!usione di contenuti ritenuti blas!emi( con relativa risposta delle a&iende% siamo solo intermediari# 12

:uttavia il Wall +treet Nournal ri!erisce che i colossi avrebbero obbedito .mentre ?icroso!t veninva estromessa dalla !accenda2# A !ebbraio il governo assicurava di non voler censurare il Web “alla cinese”# All'ini&io del 2012 la rete di hac3er C:he =ords o! DharmaraRaC ri!eriva di un accordo stipulato tra i maggiori produttori di tele!oni cellulari del paese .tra cui /1?( ,o3ia ed Apple2 ed il governo per la !ornitura di un'ampia e so!isticata serie di attre&&ature per il controllo delle comunica&ioni sulle reti cellulari# ,elle stesse ore il governo metteva a punto una “agen&ia per il monitoraggio di 1nternet” con lo scopo di passare al setaccio tutto il tra!!ico del Web indiano# ,ellFagosto 2012 i vertici della /im smentivano la consegna dei dati di ci!ratura alle autorit* indiane# Alla !ine del mar&o 2012 l'Alta corte di Calcutta obbligava i quasi "00 provider locali all'oscuramento tramite D,+ e al blocco degli indiri&&i 1$ di 10" siti indicati dalle maRor indiane come spa&i votati allo scambio illecito di !ile protetti da diritto d'autore# ,el maggio 2012 l'alta corte di ?adras obbligava tutti i provider del $aese a bloccare gli accessi a piatta!orme come Vimeo( 1sohunt e $irate -aA a !ronte della proli!era&ione di materiale coperto da copAright# ?a in appello( dopo il ricorso degli 1+$( si optava per una pi) so!t .e ra&ionale2 decisione% non pi) blocco totale delle piatta!orme ma inibi&ione di speci!iche 7/= che rimandano ai !ile protetti# ,el giugno 2012 >oogle e ;aceboo3 venivano portati in tribunale da un attivista perchH accusati di scarso controllo 1

sulla reale esisten&a degli account e di violare al privacA dei neti&en asiatici# +top e rallentamenti alle reti di comunica&ione nell'agosto 2012 per una “epidemia” di allarmi# Criticare su ;aceboo3 le celebra&ioni per la morte di un leader religioso puJ costare il carcere# Anche solo mettendo “mi piace”# SRI LAN'A ! 1l governo provvedeva ad un giro di vite nel novembre 2011% nuovi obblighi per i siti che parlano di politica .interventi censori2 e si macchiano di di!!ama&ione nei con!ronti del presidente ?ahinda /aRapa3sa o altri politici# %A'IS AN ! Alla !ine di agosto 2011 le autorit* del paese vietavano l'uso delle Virtual $rivate ,et5or3 .V$,2( s!ruttate da milioni di utenti per aggirare una censura governativa che arriva a bloccare intere piatta!orme come ;aceboo3 e Boutube per la sola presen&a di gruppi o video sgraditi# 1 provider dovranno cosO segnalare ed impedire ogni uso di reti ci!rate# Alla !ine di ottobre 2011 risultavano bloccati circa 1@0mila siti# 1l pericolo dei !iltri pa3istani# $otrebbero sparire !ino a @0 milioni di 7/= contemporaneamente# ,el maggio 2012 :5itter diventava irraggiungibile per alcune ore causa “immagini blas!eme”# “Cinque cose” al riguardo secondo ;abio Chiusi# ,el settembre 2012 Boutube !iniva o!!line nel $aese per il 1"

trailer “1nnocence o! muslims”( considerato blas!emo e causa di proteste nel mondo islamico# Alla !ine di dicembre la piatta!orma di video tornava online( ma solo per qualche minuto# ,el giugno 201 nuova o!!ensiva del governo verso >oogle% 1slamabad si dichiarava pronta a rimuovere i “sigilli” dal tubo a patto che lo stesso venisse !iltrato di tutti i contenuti considerati blas!emi' in caso contrario -ig> rischiava di veder oscurati nel $aese tutti i suoi servi&i#

R(ssia
=a dissolu&ione dellFimpero sovietico ha lasciato spa&io ad un sistema di governo tendente allFautoritarismo( dove lFattuale primo ministro Vladimir $utin sembra avere ben salde nelle sue mani le leve del potere .anche tramite il suo “prolungamento” nelle vesti di Capo dello +tato DimitrA ?edvedev2 a dispetto della !acciata democratica dello stato# =Fin!luen&a del potere politico sul sistema mediatico russo si esplica in maniera multi!orme e complessa( con un sistema legislativo che di per se stesso non D censorio o dispotico# ?a gli interventi burocratici e !inan&iari sulle reti mediatiche !anno la di!!eren&a( oltre ad un ovviamente poco di!!uso senso della libert* democratica sia nei cittadini sia negli operatori dei media( al di l* delle ecce&ioni di chi mette a repentaglio la propria vita( spesso perdendola% nel 2000( come si evince da un rapporto di /eporters 5ithout -orders( sono stati 2 i giornalisti assassinati in /ussia' enorme clamore ha su citato poi lFassassinio( nellFottobre del 2004( di Anna $olit3ovs3aRa# 1l primo passo di $utin D stato sottrarre agli oligarchi che lo avversavano il controllo di imprese mediatiche e reti televisive na&ionali come la ,:V che avevano potuto scalare gra&ie alla 1@

debole&&a di -oris 8ltsin# AllFindomani delle ele&ioni del 1GGG( $utin ria!!ermJ il controllo sui media di propriet* governativa( estromettendo di !atto questi oligarchi .due nomi su tutti% -ere&o5s3A e >usins3A2 e !avorendo “i suoi”# 1n questa manovra s!ruttJ il gigante dellFenergia controllato dal governo >a&prom e il sistema secondo il quale le reti regionali sono controllate dai rispettivi governi locali# =o stato russo si presenta cosO come possessore di un estesissimo e rami!icato impero mediatico% “,el complesso( tutti i gruppi mediatici sono o sotto il controllo diretto dello stato o dipendono dalla buona volont* dello stato e dei suoi ispettori”T20U# 1n pi)( un giornale scomodo potrebbe ricevere improvvisi controlli dellFu!!icio dFigiene( le rotative potrebbero incepparsi( lFascensore andare !uori uso e impedire il rispetto dei tempi di lavoro( tutte cose meno attribuibili alle pressioni governative rispetto ad una legge contro la libert* di stampa# =e associa&ioni sorte a tutela dei giornalisti( poi( hanno dovuto chiudere i battenti quando hanno ini&iato a lavorare in maniera indipendente( come le cosiddette Camere =egali sui /eclami dellF 1n!orma&ione# 1n questo ambiente dominano di conseguen&a autocensura e propaganda governativa# Certo non mancano anche leggi volte ad oliare il meccanismo# Ad esempio( la censura D proibita( ma sono previste ecce&ioni in casi che riguardano la sicure&&a na&ionale# ,iente di assurdo( se non !osse che quei casi sono spesso presi a pretesto per una epura&ione di portata pi) ampia# 8 nonostante il controllo dello stato sia principalmente sulle in!rastrutture della comunica&ione( i vertici del paese attuano una estesa sorveglian&a anche sui contenuti# Ad esempio( le leggi +orm 1 del 1GG4 e +orm 2 del 1GGM impegnavano i 14

provider allFinstalla&ione di dispositivi che( a spese dei provider stessi( permettessero allF;+- di intercettare eEmail e transa&ioni online# =F;+-( lFagen&ia di sicure&&a na&ionale erede del <>-( viene cosO autori&&ato a controllare tutte le comunica&ioni T21U' i suoi poteri sono poi ra!!or&ati dalla “dottrina sulla sicure&&a dellFin!orma&ione”( aggiunta nel 2000 alla +orm 2( volta a prevenire pirateria e hac3ing su 1nternet( nonchH la “propaganda “ e la “disin!orma&ione”# Di cosa poi si parli realmente con questi due termini( dipende in ultima istan&a dal giudi&io del potere# ?a le restri&ioni maggiori arrivano nel 200P( quando una manovra per combattere lF “estremismo” riduceva nettamente le critiche che i media possono muovere ai pubblici u!!iciali( pena sospensione della pubblica&ione o carcere !ino a tre anni# ,egli anni seguenti( la lotta alla cAber criminalit* non ha !atto che ra!!or&are questo sistema nel quale una conversa&ione privata su 1nternet non D realmente tale nei con!ronti dellFautorit*( che ha la possibilit* di applicarvi tutte il ventaglio di norme per i rati a me&&o stampa# Ancor pi) immediati i provvedimenti quando si tratta di contenuti “alla luce del sole”% a met* del 2010 un giudice ordinava allF1+$ /osnet di rendere irraggiungibile lFintera piatta!orma di Boutube( rea di aver ospitato un video dal titolo “/ussi !or /ussian”( giudicato ra&&ista e 9eno!oboe dunque pericoloso per lo sviluppo di una /ussia multietnica# $er non parlare dellFe!!ettivo controllo sui contenuti che passano per i media mainstream( che porta alla rimo&ione di personaggi scomodi dalla televisione e la tolleran&a &ero anche per la satira# ,on che sia il governo ad avere la lista nera di questi personaggi% sono le emittenti stesse a compilarla volta per volta interpretando lFaria che arriva dal Cremlino# 8cco lFambiente dentro il quale si inserisce 1nternet in /ussia# 7n ambiente che evidentemente non ne pregiudica 1P

lFespansione% in costante crescita risultano siti come V3onta3te#ru( il ;aceboo3 russo( e il numero di blog presenti in /ussia D pari al 2V del mondo# Di questi blog solo una piccola parte gravita attorno ai temi della politica( ma in essi gli internauti trovano uno spa&io di libero scambio di idee( se non una !onte di noti&ie irreperibili altrove# A questo si aggiunge lFimportan&a della capacit* di un me&&o di mettere in contatto le persone( in un paese dove non si puJ prescindere( per “tirare avanti”( dallFavere una !itta rete di rela&ioni personali( una specie di 5el!are a rete sociale# ?a anche sul 5eb il controllo del governo passa per il possesso dei media% gra&ie agli ingenti capitali di strutture come la >a&prom il governo puJ acquistare i siti pi) popolari( stabilendo cosO un controllo “legittimo” sui contenuti che veicola# 7n esempio su tutti( /u:ube( equivalente russo di Bou:ube( creato nel dicembre 2004 e acquistato da >a&prom ?edia nel 200M( quando catali&&ava lFatten&ione di 00000 utenti al giorno# 7ltima( ra!!inata e subdola strategia( lFimmissione continua( massiccia e sistematica di opinioni !avorevoli al governo nellFambiente digitale( tramite un gran numero di “tastiere” che saturano i blog con i loro commenti e ne creano di propri propagandando e con!utando opinioni contrarie con la !or&a che gli d* lFappoggio .e il denaro2 del governo# ;rasi stereotipate e insulti ai dissidenti( con esplosioni di violen&a verbale innescate da “parole chiave” come Cecenia( !ino allFalimenta&ione di un qualunquismo che( come si sa( critica tutto ma lascia che le cose restino come sono# 7n vantaggio anche a livello economico per il governo% un gran numero di blogger pagati discretamente conviene molto di pi) di una 1M

campagna propagandistica per me&&o di giornali e televisioniT22U# ,el settembre 2010 le autorit* di ?osca si ritrovavano perJ sen&a un “appoggio” importante% in unFintervista al ,e5 Bor3 :imes( in!atti( il patron di ?icroso!t -ill >ates annunciava lFinten&ione di !ornire licen&e speciali e assisten&a legale a tutte quelle organi&&a&ioni no pro!it per i diritti umani che operano in terra russa i cui me&&i in!ormatici vengono spesso sequestrati proprio con la scusa dellFutili&&o di so!t5are pirata# Da parte loro le autorit* hanno risposto alla loro maniera% hanno chiesto alle suddette 0,> di presentare entro poche ore tutta la documenta&ione relativa alla loro attivit*( !ino a !ormare una massa di carte assolutamente impossibile da mettere insieme in poco tempo# 1l quadro che risulta D quello di un sistema ibrido% regolamenta&ione e controllo convivono in un paese con un sistema politico che D a sua volta un ibrido di democra&ia e autoritarismo# Certo( quando il 5eb russo diventer* onnipresente queste strategie “so!t” potrebbero non bastare( e allora la di!!eren&a la !ar* il grado di maturit* raggiunto dallFopinione pubblica russa in materia di libert* e democra&ia# ?a se il governo avr* ancora la possibilit* di esercitare un controllo cosO pervasivo sui media( molto probabilmente per non essere travolto dalla /ete si orienter* verso altri sistemi di controllo# +i muove la lotta allo spamming% il 2P settembre 2010 le autorit* moscovite chiudevano il sito +pamm1t#com che( gestito dal milionario 1gor >ussev( era da solo responsabile di ben @0miliardi di mail spa&&atura quotidiane volte a promuovere !armaci pi) o meno u!!iciali in giro per il globo( pratica che ha permesso a >ussev di guadagnare circa 120 milioni di dollari in tre anni e me&&o di attivit*# ='a&ione dell'autorit* russa 1G

sembra essere una conseguen&a dei vertici tenuti in quelle stesse settimane tra ?edvedev e il governatore della Cali!ornia Arnold +ch5ar&enegger( ultimo tra i politici occidentali a chiedere a ?osca di intervenire contro questa pratica# Da parte sua( il Cremlino ha risposto con un gesto che sembra dare il segnale della volont* di ripulire la propria /ete cercando soprattutto di allontanare i sospetti che aleggiano sulla sua presunta prote&ione per alcuni hac3er utili&&abili in a&ioni di cAberguerra( come quando( nell'agosto 200M( !inirono o!!line molti server georgiani# 0 come quando !iniva o!!line il sito della ,ovaRa >a&eta( la pi) importante testata indipendente russa( probabilmente attaccato da un gruppo di giovani crac3er assoldati dal governo di ?osca# ,ell'ottobre 2010( a seguito di una richiesta di pagamento inoltrata a V3onta3te dall'etichetta >ala /ecords per via di alcuni brani caricati dagli utenti del social net5or3( arrivava ai protagonisti dell'entertainment del paese una lettera !irmata da tutti i maggiori provider del 5eb russo( >oogle compreso( nella quale si chiedeva ad essi di smetterla di considerare i provider stessi come nemici responsabili insieme agli utenti delle viola&ioni di copAright( riconoscendo il loro ruolo di meri intermediari e( nel caso( di alleati nella lotta alla pirateria# =a situa&ione D con!usa in terra russa visto che in tema di responsabilit* degli intermediari non esistono leggi speci!iche e chiare come in 8uropa o negli 7+A' nella missiva si chiede cosO anche al parlamento di provvedere al pi) presto a colmare questa lacuna legislativa# ,el gennaio 2011 il premier Vladimir $utin !irmava un decreto che dava ini&io al percorso che entro il 201@ porter* l'in!rastruttura in!ormatica del Cremlino e di tutte le 20

amministra&ioni !ederali a !un&ionare con programmi opensource come =inu9( di !atto tagliando !uori ?icroso!t( a pochi mesi dall'annuncio di -ig? di voler investire 00 milioni di dollari nel mercato russo# ,el settembre 2011 il presidente russo DimitrA ?edvedev dimostrava interesse per lo sviluppo del sistema operativo !ree /eact0+# /ussia inserita tra i paesi “sotto sorveglian&a” nell'ultimo rapporto di /eporters +ans ;rontiers .vedi oltre2# ,el mar&o 2011 veniva vietata dal ?inistro della >iusti&ia russo la registra&ione del $artito $irata( negando cosO alla stessa !orma&ione di concorrere per le prossime ele&ioni politiche# ,on solo( il governo russo sembra non distingue tra i pirati dei mari e un gruppo politico che chiede la ri!orma del diritto d'autore( tanto da a!!ermare motivando la decisione% “la legisla&ione corrente de!inisce la pirateria come un attacco condotto in mare o in un !iume con intenti criminali”# $er il $artito non si tratta di ga!!e ma di chiaro intento di escluderli dal sistema politico( con ogni me&&o( anche il pi) bi&&arro# 8 cosO( a luglio $avel /assudov( leader della !orma&ione politica russa( ipoti&&ava bi&&arri nomi per svincolarsi da questo tipo di censura' nomi come “$irrate $artA” o “$irate partA o! /ussia”# ='ini&io di giugno 2011 vede il presidente ?edvedev premere sul ?inistero delle Comunica&ioni a!!inchH si rendano lecite in terra russa le licen&e Creative Commons e la distribu&ione di opere in !ree licensing' secondo ?edvedev in!atti D arrivato il momento di superare leggi sul diritto d'autore vecchie di decenni e dunque inadatte alla nuova realt* della /unet .come viene chiamato l'1nternet russo2# Contestualmente il Cremlino annunciava un provvedimento per alleggerire le responsabilit* 21

degli intermediari in materia di commenti e contenuti postati da utenti ter&i# ?edvedev aveva espresso queste inten&ioni gi* all'e>M di $arigi# :uttavia( in materia di pirateria( pugno duro del Cremlino nel giugno 201 ( quando veniva approvato il “+opa russo”% P2 ore concesse ai siti per la rimo&ione di contenuti illegali e dei lin3 agli stessi( pena l'oscuramento dell'interno spa&io online# 1n occasione delle ele&ioni del dicembre 2011 si scatena una guerra tra le autorit* del Cremlino e i cAberattivisti# $ochi giorni dopo arriva la proposta di una blac3list contenente siti pedopornogra!ici e su altre “in!orma&ioni proibite”( i quali dovranno essere oscurati dai provider del paese# ?a l'attivismo digitale sembra aver pervaso la /ussia che si a!!accia al 2012' qui e qui il reportage di /epubblica# ,el luglio 2012 arrivava una nuova legge che rappresenta un “giro di vite” sui contenuti ritenuti pericolosi e una nuova lista nera dei siti a rischio oscuramento# Clamorosa la protesta di Wi3ipedia( che decideva di oscurare la sua versione russa ritenendo le nuove norme paragonabili alla >rande muraglia digitale del governo di $echino# 1n ogni caso( ad ottobre la legge entrava in vigore# ,el !ebbraio 201 le proteste di Boutube per la rimo&ione di un video ritenuto pericoloso# 1l 201 russo si apriva con l'esperimento nella regione <ostroma di una “/ete pulita” dove non ci sono siti vietati in me&&o al mare magnum di 1nternet( ma di de!ault D tutto vietato tranne circa @00 milioni di siti ammessi# Chi decide di uscire dalla “5hite list” dov* !irmare un accordo dove dichiara di sapere che o !ar* a “suo rischio e pericolo”#

22

Co))on*ealt+ of Indipendent States
,el C1+ !iltri evidenti solo in 7&be3istan e :ur3menistan .qui l'accesso a 1nternet D !ornito da un unico grande provider di stato2# ,IELORUSSIA - Arriva un caso di “pirateria di stato”% nel mar&o 2011 il broadcaster televisivo na&ionale trasmetteva in prima serata “:he hurt loc3er”( ultima !atica di <athrAn -igelo5( poco prima che un blog scoprisse che la copia proveniva dai circuiti del torrentismo pirata( nello speci!ico da 1nter!ilm#ru( uno dei pi) noti trac3er in terra russa !inito gi* pi) volte nel mirino della statunitense ?$AA# +tretta sui social media all'ini&io di luglio 2011% il presidente Ale9ander =u3ashen3o( a seguito delle mani!esta&ioni di pia&&a contro la politica economica intrapresa dal governo( imponeva di mettere o!!line nel paese ;aceboo3( :5itter e a!!ini .come il russo V3onta3te2# +i puJ de!inire scellerata la decisione con la quale il governo di ?ins3 inaugura il 2012% dal 4 gennaio divieto assoluto di accesso a siti 1nternet stranieri per gli utenti bielorussi# Dunque( va da sH che chiunque vorr* operare nel cAberspa&io bielorusso dovr* dotarsi di domini locali# >i* responsabili&&ati in toto i !ornitori di connessione pubblica# &ERO&IA ! Alla !ine di ottobre 2012 un crac3er /usso veniva individuato dalle autorit* del paese caucasico gra&ie ad un'intrusione nella 5ebcam del ricercato# 'A-A'#S AN ! A giugno 2011 >oogle esprimeva 2

preoccupa&ione nei con!ronti della decisione presa dal governo dello stato centroasiatico di imporre a tutti i domini “#3&” di operare su server residenti entro i con!ini na&ionali# Da ?ountain Vie5 il provvedimento veniva giudicato pericoloso nei con!ronti della libert* d'espressione e della privacA degli utenti( oltre al !atto che le ricerche e!!ettuate tramite >oogle#3& diventerebbero molto pi) lente oppure imprecise a seguito di un reindiri&&amento su >oogle#com perchH non pi) adattate al dominio locale# A ridosso delle ele&ioni politiche tenutesi il 1G agosto 2011( che hanno visto trion!are il partito del presidente ,ursultan ,a&arbaiev( un tribunale emetteva un ordine di messa o!!line di 1 siti esteri accusati di propagandare odio e terrorismo# :ra i siti bloccati anche il popolare servi&io di blogging =iveNournal# ,uova stretta censoria del governo nel novembre 2012# A&I'IS AN ! ,el maggio 201 Boutube veniva bloccato nel $aese per tentare di !ermare la di!!usione di un video che ritraeva il presidente 8momalii /ahmon alle prese con il micro!ono durante il matrimonio di suo !iglio# Come sempre( in questi casi( si innescava “l'e!!etto +treisand”#

Medio Oriente e Nord Africa
E&I O - <areem Amer( blogger condannato a " anni di prigione nel 2004( restava in carcere dieci giorni oltre la pena e veniva rilasciato a met* novembre 2010 dopo 1"4 giorni di deten&ione# ='accusa era di aver insultato il presidente ?ubara3 e aver incitato all'odio verso l'1slam( le solite accuse generiche#

2"

1mportante ruolo di 1nternet svolto durante le proteste di ini&io 2011 per l'organi&&a&ione delle mani!esta&ioni in un paese dove una riunione non autori&&ata di pi) di cinque persone puJ portare ad arresti e pestaggi# ;aceboo3 e :5itter su tutti in questo ruolo# ?ubara3( al potere dal 1GM1( governava con leggi di emergen&a che permettevano le pi) antidemocratiche e illiberali a&ioni contro i dissidenti( !ino all'arresto sen&a un !ormale capo d'accusa# 0 al blocco totale di 1nternet% l'escalation della censura delle tv .Al Na&eera2( delle piatta!orme online .;aceboo3 e :5itter su tutte2 e dei servi&i mobili .richieste esplicite agli operatori( come ammesso dalla Voda!one( e compagnie obbligate in alcuni casi a mandare messaggi propagandistici agli abbonati2 durante i giorni di protesta tocca l'apice il 2M gennaio( quando il tra!!ico 1nternet del paese veniva sostan&ialmente bloccato nella sua quai totalit*# 1 cinque gestori di connessione che operano nel paese .Voda!oneW/aAa( =in3 8gApt( :elecom 8gApt( 8tisalat ?isr e ,oor>roup2 venivano costretti dal governo a sospendere i servi&i# /imanevano attivi solo i servi&i di ,oor >roup( che gestisce le connessioni della borsa valori egi&iana( ma solo per i due giorni successivi# =a resisten&a continuava gra&ie a server pro9A e ad alcuni “alleati”% >oogle elaborava in quei giorni uno strumento( in collabora&ione con :5itter( che permette agli egi&iani di pubblicare sulla piatta!orma di microblogging tramite la voce nonostante il blocco di 1nternet' tele!onando ad uno dei tre numeri tele!onici interna&ionali messi a disposi&ioni da -ig> si lascia un messaggio che il servi&io riporta immediatamente su :5itter col tag “egApt”# 1l tutto portava comunque ad interrogarsi su una questione di !ondo% 1nternet ha permesso la mobilita&ione ma allo stesso tempo si D mostrati !ragile di !ronte ad un potere che in ogni 2@

caso puJ “spegnerlo” gra&ie a leggi che gli permettono di imporre la disconnessione dei servi&i agli operatori( che peraltro essendo pochi e grandi sono stati !acilmente raggiungibili uno per uno( con la manovra di blac3out portata a termine in soli 1 minuti' quale dei due aspetti prevalga D ancora da chiarire sul campo# ;atto sta che la protesta in 8gitto continua nella settimane successive( l'incendio ormai D scoppiato# 1l 2 !ebbraio tornava la connessione al 5eb( anche se non era chiaro se per decisione del governo o a seguito di uno strappo unilaterale delle compagnie# Xualcuno ha ipoti&&ato che si trattasse di una manovra volta a s!ruttare la /ete per il sostegno a ?ubara3# 7na cosa D certa% il blocco di cinque giorni delle connessioni ha causato ingenti danni economici al paese# +econdo l'0rgani&&a&ione per la Coopera&ione e lo +viluppo 8conomico .08CD2( questi ammonterebbero a G0 milioni di dollari( coinvolgendo il 2E"V del $1= na&ionale# 8 sen&a contare i danni in prospettiva !utura% ridotta sicuramente la capacit* dell'8gitto di attrarre compagnie vista la poca stabilit* delle connessioni in tempo di crisi( oltre a tutte le attivit* che ne hanno sicuramente risentito ma i cui danni non sono quanti!icabili con certe&&a# ,el !rattempo arrivano casi di censura dall'estero% un blogger chiamato 6ossan Araba5A ha recentemente visto una propria cartellina di !oto sparire dai server di ;lic3r( celebre piatta!orma di photo sharing# =e immagini si ri!erivano a testimonian&e sui disumani trattamenti ordinati nei con!ronti degli oppositori di ?ubara3 durante il suo lungo “regno”' in un comunicato diramato a seguito delle proteste i vertici del sito giusti!icavano cosO la rimo&ione% “=e immagini in questione sono state rimosse perchH non sono !rutto del lavoro dell'utente # Come stabilito dalle linee guida della nostra communitA( gli utenti di ;lic3r devono condividere !oto o video 24

originali che siano stati creati da loro stessi# ;lic3r non D un luogo di archivia&ione delle immagini( ma un posto dove sia possibile condividere contenuti originali”# +piega&ioni che non hanno convinto tutti( soprattutto chi !a notare come siano migliaia le !oto che stanti questi requisiti sono illecite ma che sono da anni su quei server# Alle proteste di pia&&a ha preso parte attiva anche Wael >honim( e9 manager di >oogle in ,ord A!rica e ?edio 0riente# >honim D stato anche !ermato per due settimane dalle autorit* egi&iane( dinamica che ha spinto ?ountain Vie5 a dichiararsi “orgogliosa del proprio uomo”# :uttavia( ha spinto anche il vice primo ministro russo 1gor +echin a dichiarare che dietro le rivolte ci sarebbe la mano di >oogle stessa# Alla !ine di maggio 2011 una corte de 1l Cairo comminava una multa di @"0 milioni di lire egi&iane .circa 4"0 milioni di euro2 al governo guidato dall'e9 presidente 6osni ?ubara3' l'esecutivo dimissionario veniva punito per aver disconnesso totalmente la /ete in gennaio( a&ione che( come detto sopra( ha comportato ingenti danni all'economia del paese# 1l 0 ottobre 2011 il blogger e attivista ventinovenne Alaa Abd 8l ;attah veniva preso in custodia perchH accusato di incitamento alla violen&a contro i militari# Dopo il massacro dei copti al Cairo del G ottobre( 8l ;attah aveva dichiarato sul suo blog% “6anno commesso .i militari( nda2 un massacro( un crimine orrendo( e ora stanno lavorando per incolpare qualcun altro per ciJ che D successo# =Fintera situa&ione D distorta% mandano gli attivisti a processo invece di dire la verit* nuda e cruda% che lFesercito ha commesso un crimine a sangue !reddo”# =a sua deten&ione sarebbe dovuta durare 1@ giorni ma puJ essere estesa !ino a tempo indeterminato .dinamica che 2P

in!atti si veri!icava ancora a dicembre2# 1l giovane era gi* stato incarcerato per "@ giorni nel 2004 mentre partecipava ad una protesta in !avore dei magistrati egi&iani# ='8gitto del dopo ?ubara3 non D certo paci!icato' nel novembre 2011 scoppiavano nuove proteste che con!ermavano da un lato il bavaglio che il nuovo governo .peraltro dimissionario il 21 novembre proprio a causa delle proteste di pia&&a2 vuole mettere alla /ete e dall'altro la !un&ione di quest'ultima per l'in!orma&ione in momenti di crisi# 0ltre ai trattamenti che si continua a riservare ai blogger# Alla !ine del mar&o 2012 il governo !aceva partire l'iter per la crea&ione di un comitato incaricato di bloccare i contenuti pornogra!ici sul Web# A novembre( arrivava la stretta sui siti a luci rosse( i cui contenuti venivano banditi# Anche in 8gitto la mancata rimo&ione di “1nnocence o! muslims” causava !ri&ioni con le autorit*# ,el !ebbraio 201 arrivava la “puni&ione” u!!iciale da parte di una corte de 1l Cairo% un mese o!!line# +enten&a che perJ veniva osteggiata( oltre che dagli attivisti della libert* di espressione( anche dal governo# 1l motivoI ='esecutivo egi&iano non voleva sobbarcarsi i costi dell'inibi&ione della piatta!orma ai neti&en d'8gitto# UNISIA - 1l primo cAberEdissidente tunisino arrestato per le sue attivit* online D Youhair BaAahoui nel giugno del 2002( dopo aver !ondato il sito 5eb di opposi&ione :une&ine#com# /ilasciato l'anno successivo( moriva di in!arto nel 200@ a soli P anni# ,el 200G 2M "(1V della popola&ione connessa( la pi) alta

percentuale a!ricana( ma in un regime di strettissimo controllo# +accheggio di account ;aceboo3 e :5itter all'ordine del giorno( cosO come arresti e repressioni( con un'impennata nei giorni di protesta .la “rivolu&ione dei gelsomini”2# +lim Amamou( blogger tunisino( veniva arrestato per i post in cui attaccava le grigie manovre del deposto presidente -en AlO' dopo un anno circa di attivit*( i suoi post sono evidentemente diventati scomodi allo scoppio delle proteste che in gennaio hanno mobilitato il paese contro il presidente !ino a provocarne la !uga# 0tto giorni di carcere durante i quali a!!erma di essere stato sottoposto a tortura psicologica# 1n ogni caso Amamou( gi* membro del partito $irata( veniva nominato dal nuovo governo di transi&ione sottosegretario al ?inistero per la giovent) e lo sport( riconoscendo il ruolo della /ete e dei suoi protagonisti nei giorni di protesta# :uttavia( si dimetteva nel maggio 2011 per protestare contro la chiusura di alcuni siti 1nternet nel paese# 8 dopo l'ottima per!ormance durante la $rimavera araba( la /ete aiuta anche per le prime ele&ioni postEdittatura# SIRIA - Dopo cinque anni di blac3out ;aceboo3 e Boutube tornavano visibili in +iria dal !ebbraio 2011# 7n gesto di distensione da parte del governo di -ashar elEAssad probabilmente anche alla luce di ciJ che accadeva nel mondo arabo in quelle settimane# ='operatore pubblico +Arian :elecommunications 8stablishment .+:82 eliminava cosO i meccanismi di !ire5all che coinvolgevano le due piatta!orme# :uttavia( cosO come quando !u decisa la censura( la noti&ia non D passata per canali di comunica&ione u!!iciali# 1noltre( pochi giorni dopo la blogger 1Genne :al alE?allouhi veniva 2G

condannata a cinque anni di carcere dopo essere stata arrestata ad ottobre 2010 con l'accusa di spionaggio a !avore di 8gitto e 7+A# ='arrivo delle proteste di pia&&a in +iria( poi( !aceva tornare indietro di qualche passo il governo' ad esempio( ;aceboo3 +Arian /evolution 2011 D la pagina creata sul social net5or3 dai rivoltosi siriani impegnati nel tentativo di rovesciare la presiden&a di -ashar elEAssad' obiettivo principe D catali&&are le voci della protesta# =a rappresaglia governativa D tornata cosO ad arginare in maniera sempre pi) stringente i canali di comunica&ione del paese( mentre si susseguono violen&e e arresti a catena per i mani!estanti ai quali vengono chiesti i dati di accesso ai propri account online' una volta ottenute le pass5ord( si postano messaggi !avorevoli al governo sui pro!ili dei rivoltosi# 8 per chi si ri!iuta( pronta la tortura# ,el mirino del governo di Damasco sembra essere !inita non solo la comunit* degli utenti di ;aceboo3 .che come :5itter D sottoposto a quotidiane manomissioni2( ma la stessa a&ienda' Yuc3erberg e soci sarebbero colpevoli di aver cancellato la pagina +Arian 8lectronic ArmA .+ea2( creata a sostegno del governo( il quale ha annunciato misure straordinarie contro il social net5or3# A giugno( poi( venivano segnalati nel pese giorni interi durante i quali le connessioni risultavano totalmente !uori uso# $ratica di relativamente !acile attua&ione per il governo vista la presen&a di un unico provider( la +Arian :elecom 8stablishment( totalmente controllato dallo +tato e operante gra&ie all'acquisto di banda da :ur3 :ele3om e Deutsche :ele3om' gli altri provider operanti nel paese nel mercato del mobile . > e #@>2 sono vincolati da un'autori&&a&ione governativa che li rende !acilmente raggiungibili da ingiun&ioni di disconnessione# ,el giugno 2011 una incredibile storia di burla mondiale a 0

me&&o 1nternet% si di!!onde la noti&ia che la poli&ia siriana avrebbe arrestato la @enne Amina Arra!( gestore del blog “A >aA >irl in Damascus”# A costarle caro sarebbe stato il suo impegno nel criticare il governo e alcuni aspetti della vita sociale siriana( impegno cresciuto in parallelo alle proteste di pia&&a e aggravato dalla sua dichiarata omossessualit* che( come l'istiga&ione alla rivolta contro il presidente( D un reato nel paese mediorientale# +alvo poi scoprire che dietro l'inesistente Amina .sulle cui !oto di!!use online si erano gi* sollevati sospetti e smentite che !ossero quelle della raga&&a2 c'erano invece lo sco&&ese :om ?c?aster e sua moglie -ritta ;roelicher# ,ell'ottobre 2011 alcuni hac3er svedesi allungavano sospetti sulle tecnologie usate dal regime per !iltraggio e censura( a loro detta di !abbrica&ione statunitense# ,el dicembre 2011 il governo proibiva l'uso degli i$hone# ;abio Chiusi descrive “l'esercito digitale di Assad” .rilancia Arturo Di Corinto2# ,el !ebbraio 2012 viene arrestata per la seconda volta la blogger e attivista /a&an >ha&&a5i# $ochi giorni dopo durante gli scontri con la poli&ia( moriva un altro !amoso blogger( /ami Ahmad AlsaAeed# ?entre venivano tra!ugate e pubblicate oltre 000 mail relative alla casella del presidente# +empre a proposito dell'esercito digitale siriano( la +Arian 8lectronic ArmA .+ea2( nel maggio 201 si segnalava l'attacco al ;inancial :imes# $ochi giorni dopo il registar siriano metteva o!!line il sito u!!iciale del collettivo hac3tivista( 1l cAberdissidente siriano che aiuta a proteggere i dati dei 1

ribelli# ?entre i sostenitori del governo “bucano” lFaccount :5itter della /euters pubblicando storie a !avore di Assad# ,ella +iria della repressione D pericoloso anche togliersi il velo su ;aceboo3# 8 il social in blu censura# Alla !ine di novembre 2012 nel $aese si registrava il totale blac3out di 1nternet# =a +iria della guerra civile !iniva o!!line per "M ore# /enesAs spiegava che il pericolo di oscuramento totale della /ete in un $aese diminuisce quando l'in!rastruttura D maggiormente decentrali&&ata# ,uovo blac3out totale nel maggio 201 # =a +iria tornava online dopo 20 ore( per registrare un nuovo blac3out il 1@ maggio# ISRAELE E ='attivista ebreo americano =arrA <laAman nell'aprile 2011 denunciava ;aceboo3( chiedendo un risarcimento di 1 miliardo di dollari per i danni subiti da tutto il popolo d'1sraele da una pagina sul social net5or3 che incitava ad una sanguinosa ter&a inti!ada contro lo stato ebraico# =a colpa di Yuc3erberg sarebbe stata quella di aver lasciato la pagina visibile per troppo tempo( limitandosi a cancellare i contenuti pi) violenti volta per volta giudicando la pagina di per se stessa paci!ica# “=a :er&a 1nti!ada $alestinese” aveva in!atti raccolto "0mila sostenitori in pochi giorni dopo la sua apertura( nel mar&o 2011 e ha portato migliaia di giovani palestinesi in marcia verso i con!ini di >a&a( Cisgiordania e 1sraele il 1@ maggio( in occasione del giorno di commemora&ione per i palestinesi che hanno perso le loro case durante la guerra# /estando in tema di 1sraele( il governo di :el Aviv ha creato alla !ine di !ebbraio 2011 una tas3 !orce con l'obiettivo di anali&&are quali ripercussioni sulla sicure&&a na&ionale possa 2

avere il servi&io di mappatura di >oogle +treet Vie5# ,on solo privacA dunque( ma la reale possibilit* che il servi&io possa essere utili&&ato da attentatori# ,ell'agosto 2011 arrivava il via libera all'attivit* del servi&io di mappatura di -ig>( anche se vincolato a certe condi&ioni che vanno dalla divulga&ione anticipata dei percorsi che !aranno le >oogle Cars !ino alla messa a disposi&ione dei cittadini di strumenti che permettano loro di o!!uscare targhe e dati personali prima della messa online# 1n!ine( tutte le eventuali controversie dovranno essere a!!rontate in tribunali israeliani# ='esercito israeliano annunciava i raid s!errati contro la striscia di >a&a a met* del novembre 2012 con un t5eet( nei giorni successivi( la guerra viaggiava sui social media# 8 mentre AnonAmous annunciava la rappresaglia nei con!ronti delle autorit* di 1sraele( i video di!!usi dai militari a me&&o cinguettOo aprivano il dibattito sulla compatibilit* delle immagini di violen&a con le policA d'uso del sito# +empre in 1sraele( a ridosso del natale 2012 arrivava un nuovo provvedimento contro pedppornogra!ia e gioco d'a&&ardo online# ,elle stesse settimane si apriva lo scontro di nervi tra le autorit* e un blogger anonimo impegnato in un'inchiesta sulle morti veri!icatesi tra i soldati del $aese tra il 2011 e il 2012# 1l 201 a :el Aviv veniva salutato con l'apertura di un programma di addestramento alla guerra digitale# %ALES INA Q ;inire in prigione per una serie di “li3e” su ;aceboo3# LI,IA - Dalla =ibia arrivano censure alla radice% i domini di primo livello #lA saranno ripuliti da qualunque sito giudicato contro la +harOa dall'apposita commissione del ,1C#=B(

l'organo che gestisce i domini nel paese di >hedda!i# Come sempre in questi casi( le condi&ioni per essere estromessi dalla /ete sono generiche e dunque malleabili a piacimento dell'autorit*# Circostan&a che non ha comunque impedito a -it#=A( uno dei pi) popolari servi&i di url shortening .abbreviamento delle 7/= troppo lunghi e dunque di!!icili da di!!ondere e memori&&are2( di continuare a crescere( e parliamo in termini di milioni di dollari# 1l terremoto interno che si scatena da !ebbraio 2011 D destinato a cambiare le cose% gi* poche ore dopo l'ini&io delle proteste arrivava il blocco totale( ordinato da >hedda!i( di social net5or3 e altri siti utili&&ati dai mani!estanti per organi&&arsi# =a connessione stessa viene rallentata' misure molto simili( nelle stesse ore( anche in -arhain# :uttavia( gli attivisti che !anno capo alla rete :elecomi9 riuscivano a di!!ondere una serie di video con i quali documentavano gli orrori dei raid di rappresaglia governativi# 1l P mar&o arrivava il blocco totale delle connessioni( che avveniva perJ con un sistema non conven&ionale% an&ichH il blocco dei server praticato ad esempio in 8gitto( si lasciano le linee aperte e libere ma il tra!!ico viene a&&erato causando la dispersione dei dati# $oche settimane dopo il regime dichiarava !uorilegge le connessioni con tele!oni satellitari e 1+$' le connessioni venivano !iltrate tramite 14 blocchi di inidri&&i 1$ istituiti dalla =ibAan :elecom and :echnologA .=::2# 1l 1G mar&o ini&iava la missione interna&ionale in =ibia' nel giro di qualche giorno su :5itter apparivano praticamente in tempo reale i messaggi che aerei militari americano spedivano via radio a nemici ed alleati' opera di un blogger olandese che "

s!ruttando il !atto che quando sono in volo questo tipo di aerei trasmettono su onde non criptate( con una semplice antenna( un ampli!icatore e uno scanner di !requen&e puJ intercettare le comunica&ioni# 7na sorta di Wi3ilea3s live# 8 per seguire gli eventi arrivano anche lo “user generated reporter” e i reporter !inan&iati dagli utenti# Dal 20 agosto arrivava l'o!!ensiva !inale dei ribelli su :ripoli' risultavano cosO riattivate le connessioni alla /ete( per quanto ad intermitten&a( mentre il sito del registro dei nomi a dominio nic#lA !iniva sotto attacco hac3er# Alla !ine del mese il Wall +treet Nournal riportava la visita che alcuni suoi inviati sul campo avevano avuto modo di !are nell'edi!icio di sei piani che !ungeva da quartier generale per il controllo delle comunica&ioni' dalle ricerche al suo interno emergevano chiari i legami che il regime di >hedda!i intratteneva con molte societ* occidentali speciali&&ate nella messa a punto di so!t5are per la sorveglian&a ed intercetta&ione delle comunica&ioni online# Xui un bel pe&&o di Wired nel quale si ragiona( oltre !acili considera&ioni ormai diventate luoghi comuni( sul reale valore che possono avere i social net5or3 .e i media in genere2 in situa&ioni come quelle appena descritte# URC#IA ! ,ei primi giorni di mar&o 2011 una corte della provincia di DiAarba3 disponeva il blocco dell'intera piatta!orma -logspot per la presen&a su di essa di alcuni blog che trasmettevano partite di calcio sen&a licen&a# =a decisione D arrivata a seguito della denuncia avan&ata dall'emittente satellitare televisiva Digitur3( detentore dei diritti sui match# >i* nell'ottobre 2010 un tribunale di An3ara aveva disposto il blocco di Boutube per le stesse motiva&ioni' la legge sul diritto @

d'autore in :urchia in!atti autori&&a questo tipo di disconnessioni# +tessi poteri sono con!eriti dalla legge @4@1( che autori&&a il legislatore a censurare ogni contenuto ritenuto o!!ensivo nei con!ronti della memoria del $adre della $atria ?usta!a <emal Atatur3' tanto che la piatta!orma di video di -ig> D o!!line ad intermitten&a gi* dal 200P per via di video ritenuti in viola&ione della norma appena citata# 0vviamente >oogle sottolinea come questo tipo di provvedimenti siano eccessivi e che la rimo&ione dei singoli contenuti praticata in tutti gli altri paesi democratici sia la strada migliore# 8 nel novembre 2010 il governo turco sembrava dargli ragione ristabilendo le connessioni con Boutube sul territorio na&ionale e di!endo inaccettabili questo tipo di censure' peccato che la libera&ione di contenuti durava solo 2" ore( dopo le quali una corte di An3ara rimetteva o!!line il sito( dopo uno scontro con il governo' alcuni “volontari” su ordine dell'esecutivo avevano in!atti rimosso nelle ore precedenti alla !ine del blocco alcuni video compromettenti sul leader dell'opposi&ione Denis -aA3al( ricevendo per risposta da ?ountain Vie5 l'inten&ione di riabilitare i contenuti incriminati# 1l prodotto dello scontro D la nuova chiusura dei rubinetti( che dava ragione cosO agli scettici che vedevano nella brevissima riapertura del sito un e!!imero contentino per i neti&en che non risolveva alla radice il problema della censura# +tando ai dati di engelli5eb#com( in!atti( !acendo leva sulla sopra men&ionata legge @4@1 il governo turco rende irraggiungibili almeno PMM@ spa&i online# ,ell'ottobre 2012 il governo di An3ara otteneva che Boutube operasse in terra turca con un dominio locale# ?a nel dicembre 2012 D la Corte 8uropea dei diritti dell'uomo a dare torto alla eautorit* turche( stabilendo che il ta3edo5n di -logspot D una viola&ione della libert* di mani!esta&ione del pensiero#

4

,el giugno 2011 2 persone venivano arrestate dalla poli&ia turca perchH accusate di aver preso parte agli attacchi che AnonAmous aveva messo in atto nel paese durante le settimane precedenti# $ochi giorni dopo( l'Autorit* per le :ecnologie e le Comunica&ioni .-t32 annunciava che dal 22 agosto successivo tutti i cittadini che avrebbero volto connettersi ad 1nternet avrebbero dovuto scegliere tra quattro diversi tipi di !iltro% bambini( !amiglia( na&ionale( standard# 1l progetto di !iltraggio di determinati spa&i online .in un paese che come visto poco sopra ha da sempre ha una lunga lista di siti resi irraggiungibili2 D giusti!icato dalla necessit* di proteggere i minori da pornogra!ia e pedopornogra!ia( ma mostra evidenti pericoli di scivolamento verso una censura tout court in altri ambiti dell'espressione del pensiero( tanto da allarmare molti organismi interna&ionali tra i quali l'0cse e l'7nione 8uropea# >li scontri che a cavallo tra maggio e giugno 201 sconvolgevano la :urchia innescavano la censura governativa sui social net5or3 e il conseguente dilagare di Virtual $irvate ,et5or3 tra gli attivisti per l'aggiramento della censura stessa# ?entre arrivavano i primi arresti per t5eet e post su ;aceboo3 considerati “incitamento al disordine e alla propaganda”# ,el !ebbraio 201" il $arlamento turco approvava un pacchetto di norme volte a concedere al governo pi) ampi poteri in termini di blocco di siti e piatta!orme online# ARA,IA SAUDI A - A met* novembre 2010 ;aceboo3 veniva bloccato per qualche ora dall'autorit* per le comunica&ioni perchH de!inito blas!emo e lussurioso( sulla scia di $a3istan e -angladesh# 1l blocco di qualche ora avveniva dopo che un blogger ventiseienne aveva postato contenuti ad P

alto contenuto di blas!emia arrivando ad a!!ermare “io sono Dio”# 1l giovane D stato subito arrestato# Dall'aprile 2011 nuove leggi sui media permettono al governo di censurare e multare pubblica&ioni che nuocciono alla stabilit* del regno o si pongono in contrapposi&ione con la religione islamica# ,el luglio 2011 veniva messo o!!line il sito di AmnestA 1nternational( dopo che l'organi&&a&ione aveva denunciato le nuove dure leggi antiterrorismo al vaglio del governo( che autori&&erebbero la persecu&ione di dissidenti paci!ici al pari dei terroristi# Alla met* di ottobre 2011 alcuni attivisti !inivano in carcere per aver postato alcuni reportage di denuncia su Boutube# 1l 2012 viene inaugurato da !orti tensioni con 1sraele in merito a ripetuti episodi di hac3eraggio partiti dalla penisola e continuati durante gennaio# :5eettare sul compleanno di ?aometto e !inire in galera rischiando la pena di morte# ,ell'agosto 2012 la commissione che si occupa delle 1ct del $aese presentava ricorso contro 1 nuovi domini approvati dall'1cann( perchH ri!eriti alla pornogra!ia( all'omosessualit* e ad altre religioni# ,el mar&o 201 le autorit* ordinavano un maggiore controllo delle comunica&ioni private sul Vo1p# $ena( la messa al bando di servi&i come +3Ape e WhatsApp# M

,el maggio 201 un hac3er e ricercatore di sicure&&a svelava l'inten&ione della telco saudita ?obilA di espandersi nelle intercetta&ioni telematiche# EMIRA I ARA,I UNI I ! ,el giugno 2011 cinque blogger venivano condannati a svariati anni di prigione con l'accusa di aver insultato le alte cariche dello stato con l'intento di boicottare le ele&ioni del Consiglio ;ederale ,a&ionale# A novembre arrivava il rilascio# 'UWAI ! -rutto episodio di censura in quello che viene considerato uno degli stati pi) liberali dell'area% a met* giugno 2011 6amad alE,aqi veniva arrestato per aver criticato su :5itter la politica adottata dai vicini stati -ahrain e Arabia +audita nei con!ronti della minoran&a sciita# ='imputato veniva inoltre accusato di aver o!!eso l'1slam# 7na storia che si conclude a giungo del 2012 con una condanna a 10 anni di prigione# $arte inoltre l'iter di un progetto di legge che inasprisce le pene per la blas!emia a me&&o 1nternet( mentre alla !ine di novembre arrivava il divieto di sbe!!eggiare il leader politici del $aese# $ena% il carcere# 7na dinamica che si ripropone quasi identica all'ini&io del 201 e nel giugno successivo( quando una blogger veniva condannata ad 11 anni di prigione per una serie di t5eet contro l'emiro +hei3 +abah# ,A#RAIN ! ,el maggio 2012 ,abeel /aRab( presidente del centro del -ahrain per i diritti umani( veniva arresatato per aver “criticato il ministro dell'1nterno” su :5itter# ,el maggio 201 il >uardian denunciava lFutili&&o di tecnologie britanniche per le repressioni in -ahrain# G

Africa s(.-sa+ariana
NI&ERIA - 1l governo nigeriano D ormai stu!o che il proprio paese sia una specie di base dalla qual operano i tru!!atori dell'online tanto che D stata coniata l'espressione “tru!!a alla nigeriana” per certi tipi di raggiri a me&&o email# Veniva cosO organi&&ato nella seconda settimana di dicembre 2010 il primo West A!rica CAbercrime +ummit( al quale hanno partecipato pi) di 200 paesi# +i trova in ,igeria il pi) grande 1nternet Ca!H al mondo% il ChamsCitA Digital ?all di =agos mette a disposi&ione 1#02P computer# Dal luglio 2012 in ,igeria( <enAa e >hana per gli utenti di >mail sar* possibile visuali&&are i messaggi di posta elettronica anche in assen&a di connessione 1nternet( ricevendole in !ormato sms# -IM,A,WE ! +arebbe stato arrestato e torturato per aver mostrato ai suoi studenti dei video sui tumulti in ,ord A!rica# 8' la denuncia di un pro!essore di giurispruden&a nei primi giorni di mar&o 2011# ,el paese di ?ugabe( dove nove individui su dieci non hanno accesso ad 1nternet e la :V via cavo D considerato un lusso( mostrare video provenienti da 1nternet introducendo cosO nuovi argomenti di discussione puJ essere considerato reato# SUDA$RICA ! =e autorit* di Citt* del Capo hanno ordinato nel settembre 2011 una pi) stretta sorveglian&a sui canali di messaggistica del -lac-errA# Dunque la /easearch in ?otion "0

./1?2( produttrice dei dispositivi( dovr* !ornire alle stesse autorit* le chiavi d'accesso per la lettura delle comunica&ioni( come gi* successo ormai in pi) parti del mondo( dall'1ndia !ino alla >ran -retagna# E IO%IA Q Dal giugno 2012 in 8tiopia baster* utili&&are anche solo per una chiamata un qualunque servi&io di Vo1$ per rischiare !ino a 1@ anni di prigione# 7no scenario che perJ le autorit* del $aese smentiscono( o quanto meno ridimensionano( a!!ermando che le norme riguardano solo i provider che non sono registrati a livello centrale e che dunque scavalcano il monopolio di 8thio :elecom o!!rendo tari!!e diverse# ,el !ebbraio 201" la vicenda di un cittadino statunitense vicino ai dissidenti etiopi e !inito per essere intercettato tramite uno spA5are apriva uno squarcio sulle pratiche di spionaggio in!ormatico portate avanti dal governo di Addis Abeba# SUDAN Q ,el settembre 201 nel $aese si registrava una completa disconnessione da 1nternet in coinciden&a con violente proteste di pia&&a# 7n blac3out durato 2" ore#

A(stralia e N(o/a -elanda
AUS RALIA ! Con l'obiettivo di portare entro il 2021 la connessione a banda larga nel G V del territorio na&ionale D partito da Canberra un progetto che mira a ridisegnare il panorama na&ionale della telecomunica&ione# 1 costi si aggirerebbero attorno ai "0 miliardi di dollari( stando alle stime dei vertici della ,ational -roadband ,et5or3 CompanA .,-,C2( la societ* controllata dallo stato che potrebbe( inoltre( essere privati&&ata alla !ine del progetto# 1noltre( sono in arrivo "1

per il provider :elstra 11 miliardi di dollari dal governo per la predisposi&ione di nuovi cavi che avranno una capacit* minima di 100?egabit al secondo' in un secondo momento( :elstra dovr* competere con gli altri gestori per il mercato delle connessioni' nel !rattempo( a giugno 2011( il provider stesso raggiungeva l'accordo con l'altra grande telco del paese( la 0ptus( per il tras!erimento dei propri clienti alla ,-,C# Ad ottobre 2011 il piano veniva approvato con oltre il GGV di voti a !avore dagli sta3eholders di :elstra# 7n'importante senten&a nel !ebbraio 2011 nell'ambito del caso A;AC: vs ii,8: ribadisce il ruolo di mero intermediario degli 1+$ nell'ambito delle in!ra&ioni al copAright a me&&o $2$# ?a alla !ine di mar&o 2011 l'Australian ;ederation Against CopAright :he!t annunciava tramite un comunicato che la sua lunga battaglia contro ii,et sarebbe !inita presso l'Alta Corte australiana' l'A;AC: sperava che il massimo organo giudi&iario oceanico avrebbe ribaltato le due senten&e precedenti a !avore di uno dei pi) grandi provider del paese( accusato dalla ;ederation di aver ignorato le numerose richieste antipirateria giuntegli negli anni( cosa che lo escluderebbe dalle tutele riservate agli intermediari duri e puri che lo hanno protetto !in'ora nelle cause giudi&iarie# ,el luglio 2011 invece i vertici dell'A;AC: inviavano ai provider del paese una lettera nella quale con toni minacciosi si chiedeva di chiarire la propria disponibilit* a prendere parte a quella che si prospetta una nuova crociata contro la pirateria( la quale vedrebbe gli 1+$ nel ruolo di poli&iotti# ?a nell'aprile 2012 la senten&a della 6igh Court o! Australia dava ancora una volta ragione al provider# =a modi!ica pi) sconvolgente sarebbe l'introdu&ione nelle "2

nuove norme a tutela del diritto d'autore del ribaltamento del principio di colpevole&&a% imputati non pi) innocenti !ino a prova contraria ma costretti( in una situa&ione rovesciata( a dimostrare di non essere colpevoli# 1l tutto col pretesto di accelerare i tempi di processi che vederebbero !issata a 10mila euro la massima multa comminabile# 1n Australia risultano !iltrati migliaia di siti di pedopornogra!ia e gioco d'a&&ardo( ma dalle rivela&ioni di Wi3ilea3s si apprende che lo stesso trattamento D riservato anche a contenuti religiosi e materiale di aggiramento della censura' l'AC?A starebbe dunque pensando ad un !iltraggio sempre pi) pervasivo( cosa ovviamente smentita da Canberra .non da meno il vicino neo&elandese2' in ogni caso( dal luglio 2011 i principali 1+$ del paese .:elstra( 0ptus e $rimus2 hanno imboccato la strada del !iltraggio dei @00 siti accusati di pedopornogra!ia inseriti nella /e!used Classi!ication ./C2 dall'AC?A stessa# 1l problema D la segrete&&a degli 7/= inseriti nella lista( cosa che !a storcere il naso a chi ricorda( ad esempio( l'episodio che vide !inire nelle maglie della censura il sito di uno studio dentistico nel mar&o 200G# =e polemiche e le proteste !acevano retrocedere il governo dalle posi&ioni maggiormente rigide verso la !ine del 2012# ?a le polemiche sulla gestione dei ta3edo5n continuava' nell'ottobre 2012 il maldestro oscuramento di un blog causava il ta3e do5n di 1(@ milioni di spa&i online collegati alla stessa piatta!orma# ,el maggio 201 ( l'Australian +ecuritA and 1nvestments Commission ammetteva altri errori in materia di oscuramenti multipli( questa volta in materia di commercio# 1l governo australiano metteva a punto per la !ine del luglio 2011 un paper di discussione volto ad innal&are il limite d'et* "

per l'iscri&ione a ;aceboo3 a 1M anni e a concedere ai genitori l'autori&&a&ione ad accedere agli account dei propri !igli# 1n Australia sono 10 milioni gli iscritti a ;aceboo3( il 1"V dei quali risultano essere minori di 1M anni# Arriva in Australia un “tre colpi e poi causa dal giudice”( ma a mandare gli avvisi sono gli 1+$# Alla !ine di mar&o 2012 >oogle veniva condannata per viola&ione delle norme sulla pubblicit* ingannevole' sotto la lente( il posi&ionamento di alcune inser&ioni# ?a nel !ebbraio 201 -ig> veniva assolto dall'Alta Corte di Canberra# 7n ventenne pubblica su ;aceboo3 !oto che ritraggono la sua e9 sen&a veli# 7na ripicca 2#0 per essere stato lasciato# ?a il giudice lo condanna a sei mesi di carcere# ,ellFagosto 2012( il garante della privacA australiano chiedeva a >oogle di distruggere tutti i dati intercettati nelle connessioni 5i !i dalla >oogle Car nel suo tour nel paese dei canguri# $oche ore prima la se&ione inglese di -ig > aveva ammesso di essere ancora in possesso di una piccola parte dei dati raccolti durante il servi&io di mappatura# Xuello che viene pubblicato sulle pagine ;aceboo3 di marchi commerciali deve sottostare alle leggi sull'advertising vigenti nel $aese# Alla !ine di ottobre 2012 >oogle veniva condannato per di!!ama&ione non avendo rimosso dai suoi risultati di ricerca un contenuto ritenuto in viola&ione# $artiva subito il ricorso in appello da parte di -ig>( che perJ veniva !rustrato dalla Corte ""

+uprema# >li stratagemmi del “dar3 Web” non sempre signi!icano impunit*( come dimostra la vicenda del tra!!icante di droghe australiano arrestato nel !ebbraio 201 # ,el mar&o 201 partiva da Canberra il piano per l'estensione della copertura del $aese con la banda larga a me&&o satelliti# NUOVA -ELANDA ! Anche in in ,uova Yelanda si a!!accia il capovolgimento del principio della presun&ione d'innocen&a% in caso di processi per $2$ in!atti l'utente verr* considerato colpevole !ino a prova contraria# Dopo aver pensato di archiviare la se&ione G2 della nuova legge sul copAright( quella nella quale si prospettava un three stri3e alla !rancese .che verr* comunque ridiscussa entro il 20122( le autorit* neo&elandesi hanno deciso di implementare nello stesso CopAright .1n!ringing ;ile +haring2 Amendment -ill questo discutibile principio in “stile +ar3o&A” con l'intento( dicono dal governo( di ridurre i tempi della giusti&ia in materia# =e nuove regole prevedono la disconnessione !ino a 4 mesi e multe !ino a Gmila euro# ,el maggio 2011 arrivava l'allarme della =ibrarA and 1n!ormation Association o! ,e5 Yealand Aotearoa .=1A,YA2( associa&ione locale che tutela gli interessi di biblioteche e pro!essionisti dell'in!orma&ione# =a =1A,YA sostiene che se le biblioteche neo&elandesi dovessero seguire alla lettera le suddette regole dovrebbero implementare dei meccanismi di tracciamento delle naviga&ioni di tutti gli utenti connessi ai net5or3 messi a disposi&ione dalle strutture' i costi legati a questi sistemi sarebbero insostenibili( e tanto varrebbe chiudere gli accessi per non rischiare di essere ritenuti "@

responsabili di eventuali reati commessi dagli utenti# 8 sarebbe decisamente un passo indietro# ,ell'agosto 2011 si eviden&iava comunque la possibilit* di un curioso contrappasso per le norme che erano in procinto di entrare in vigore% un neti&en avviava un do5nload illegale all'interno della rete dell'1+$ che !ornisce connettivit* al governo' la provoca&ione era rivolta alla parte della legge che prevede la disconnessione in base all'identi!ica&ione su 1$( il che espone il governo al pericolo di essere esso stesso disconnesso in caso di utili&&o di un 1$ ad esso correlato per un do5nload illegale# =a correla&ione 1$Eidentit* D un nodo sollevatosi un po' dovunque# :uttavia( il 2 novembre 2011 i maggiori provider del paese annunciavano di aver ricevuto la prima noti!ica dall'entrata in vigore della nuova legge .1 settembre2# ,el luglio 2012 i primi numeri del “nuovo corso”# ,ell'ottobre 2012( nuove statistiche e la decisione( da prte delle eitchette( di !ar cadere le accuse per gli scariconi arrivati all'ultimo step# ,el gennaio 201 ( la prima multa# 1n ,uova Yelanda il primo caso di condanna al carcere per reati commessi su ;aceboo3% accade ad un ventenne colpevole di aver postato una !oto della sua e9 nuda sul social net5or3( prima per la sua rete di amici e poi a disposi&ione di tutta la /ete di ;aceboo3# $er lui quattro mesi di reclusione .la condanna contempla anche altri reati tra cui minacce di morte2( con il giudice che ha obbligato l'imputato a non coprirsi il volto dopo la lettura della senten&a perchH vi era una certa simmetria tra quello che stava subendo e ciJ che aveva !atto alla sua e9”( sottolineando come il comportamento irresponsabile del giovane abbia messo in !orte imbara&&o la raga&&a dimostrando come una tecnologia possa essere usata nel peggiore dei modi# "4

/ipetendo l'esempio australiano( quasi unanime il consenso degli sta3eholder al 0ne ,et5or3 na&ionale#

A)erica Latina
CU,A ! +ull'isola al luglio 2011 D connesso al 5eb il 14V della popola&ione .1(M milioni di persone su un totale di 11(2 milioni di residenti2( almeno stando alle ci!re !ornite dall'7!!icio na&ionale di statistiche .0!icina ,acional de 8stadisticas2' il numero delle connessioni sarebbe in costante crescita dal 200@( cosO come l'uso dei cellulari( liberali&&ati nel 200M da /aul Castro# :uttavia( la stabilit* della /ete rimane tra le peggiori al mondo( come sottolinea un rapporto di A3amai' inoltre( la di!!usione dei dispositivi di connessione rimane con!inata all'interno di u!!ici( imprese( scuole e 1nternet point( con la possibilit* di connettersi( ovviamente( solo alle risorse locali che restano dopo il setaccio del !iltraggio# ,on sar* certo piaciuto al regime castrista il con!erimento del premio +ha3arov .riconoscimento che la con!eren&a dei $residenti dell'78 tributa a chi si distingue nella lotta a !avore della libert* di pensiero e contro !anatismo e intolleran&a# 1stituito nel 1GMM( il premio D intitolato al dissidente russo Andrei +a3harov( premio ,obel per la pace nel 1GP@2( al dissidente >uillermo ;arinas( gestore dell'agen&ia 5eb Cubanacan $ress .illegale nel paese2 e promotore di ben 2 scioperi della !ame come protesta nei con!ronti degli orrori antidemocratici di regime# $arte dal governo de ='6avana un progetto di enciclopedia online di propaganda# 8cured#cu punta a di!!ondere cosO il punto di vista di un paese in lotta contro l'imperialismo e il "P

colonialismo americano e occidentale( ma ospita per il momento poco pi) di 20000 voci# 1n lingua spagnola( 8cured si pone come la Wi3ipedia dell'isola caraibica( in quanto basata su un progetto collaborativo sottoposto comunque ad un controllo sui contenuti caricati dagli utenti# Controllo le cui sembian&e e caratteristiche sono !acilmente immaginabili# Ad esempio( gli +tati 7niti sono de!initi come “l'impero del nostro tempo( che si D impossessato con la !or&a di territori e risorse naturali appartenenti ad altre na&ioni# Al servi&io dei suoi a!!ari e dei suoi monopoliC( mentre si !a un'apologia della vita di Castro e del signi!icato della /evoluciJn# ?a nonostante tutto le poten&ialit* emancipatrici che la /ete potrebbe o!!rire al popolo cubano( che risente ormai da decenni dei disagi dell'embargo a cui D costretto dagli 7+A( non s!uggono neanche ad un governo rete!obico come quello de ='6avana# CosO( una dorsale lunga 1400 chilometri collega il paese caraibico al Ven&uela di Chave&( cambiando la !accia delle connessioni nel paese .il primo cavo sottomarino era stato installato nell'ottobre 200G' un report all'ini&io del 201 ( quando arriva l'attiva&ione2# Dalla dialettica tra la censura di governo( lo sviluppo delle in!rastrutture e le rea&ioni dei cittadini si potrebbero produrre i !uturi scenari di Cuba( soprattutto alla luce delle timide aperture al mercato che in questi anni sono protagoniste nell'isola# 8 proprio gra&ie alla dorsale cubanovene&uelana sono possibili i collegamenti a banda larga che dall'ini&io di giugno 201 venivano previsti dal governo per 11M accessi pubblici' tuttavia( oltre alla stretta sorveglian&a sul tra!!ico( la possibilit* di usu!ruire di queste connessioni restava ristretta ad una piccola cerchia di benestanti alla luce di tari!!e incompatibili con il salario medio dell'isola# "M

1l 21 gennaio del 2011 arrivava a -arac3 0bama e al C80 di >oogle +hmidt un appello del cantante !ol3 cubano +ilvio /odrigue&( che sul suo blog u!!iciale segundacita#blogspot#com scriveva% ”=a situa&ione mondiale non garantisce a tutti pari diritti e molta so!!eren&a potrebbe essere evitata con a&ioni che la migliorino# Voi proprietari della /ete( costruite un net5or3 satellitare che porti gratuitamente 1nternet ai paesi in via di sviluppo# +ono sicuro che D alla vostra portata( per le vostre brillanti menti e il vostro budget”# ='M !ebbraio 2011 Boani +anche& !aceva sapere su :5itter che sull'isola il suo blog tornava visibile dopo quasi tre anni di oscuramento' dal governo nessun commento sui perchH( ma c'D chi ha collegato l'evento al !atto che in quei giorni Cuba si trovava ad ospitare una con!eren&a interna&ionale su in!ormatica e computer science# ,ell'ottobre 2012 la blogger veniva arrestata e liberata dopo 0 ore di deten&ione# ,el settembre 2011 vedeva la luce Cuba +in Censura' ideato dal blogger 8rnesto 6ernande& -usto( il servi&io permette di inviare tramite sms noti&ie ai cellulari aggirando la censura( semplicemente inserendo il numero sull'homepage# 1l milione di tele!oni cellulari presenti sull'isola potrebbero cosO rivelarsi molto utili per la lotta dei dissidenti# ,ei primi giorni del 2012 circolava su :5itter la .!alsa2 noti&ia della morte di ;idel Castro# Dopo le smentite( il portale !ilogovernativo “Cubadebate” accusava :5itter di aver contribuito alla circola&ione della noti&ia pia&&ando tra i primi posti l'hastag relativo# :5itter smentiva sen&a dare troppo peso "G

alla noti&ia# 7n bellissimo ritratto dello stato di 1nternet a Cuba nel settembre 201 # VENE-UELA - =e misure repressive nei con!ronti della /ete crescono nel paese sudamericano% nel dicembre 2010 l'Assemblea ,a&ionale del Vene&uela approvava una legge che aumentava le restri&ioni gi* introdotte con le norme del 200"# 1n sostan&a( non si potranno immettere contenuti che incito alla violen&a contro il presidente 6ugo Chave&( che gettino !ango sui membri del governo o materiale volgare( estremista o comunque legato ad attivit* di stampo criminoso# /esponsabilit* estesa a gestori di siti internet( accusabili di apologia di reato e incitamento alla violen&a contro il popolo vene&uelano# 1l tra!!ico 5eb sar* incanalato per intero in in hub gestito dal governo( col pretesto che questo render* le connessioni migliori e pi) veloci# ,el ri!iutare le accuse di censura avan&ate dalle opposi&ioni( Chave& ha !atto rientrare le nuove leggi nell'ottica di lotta al crimine online e prote&ione dei cittadini del paese nelle loro attivit* in /ete# ,el !ebbraio 201" la repressione delle proteste contro il nuovo governo di ,icolas ?aduro si risolveva in un'escalation di censura e limita&ione dell'accesso alla rete# AR&EN INA ! Verso la !ine di agosto 2011 un episodio che testimonia quali conseguen&e possono avere maldestri tentativi di censura% per bloccare due blog epigoni di Wi3ilea3s un giudice ordinava agli 1+$ il blocco dell'indiri&&o 1$ 214#2 G# 2#2( il che metteva o!!line circa un milione di spa&i online residenti sulla piatta!orma di >oogle -logspot# @0

1l 2012 si pare con una curiosa ini&iativa del !isco argentino% Arbatrac3s# 8' una piatta!orma tramite la quale l'omologo della nostra Agen&ia delle 8ntrate .appunto l'A/-A2 provveder*( gra&ie ad una partnership con la +onA ?usic( a permettere il do5nload legale di brani musicali ai contribuenti onesti# +i punta cosO a ridurre da un lato l'evasione !iscale e dall'altro la pirateria digitale# ,RASILE ! Alla !ine di agosto 2011 le autorit* carioca multavano >oogle perchH si era ri!iutata di rivelare le identit* di diversi blogger che avevano immesso online contenuti considerati illeciti .accuse di corru&ione al sindaco di Var&ea Alegre2# All'ini&io di !ebbraio 2012 :5itter veniva citato in giudi&io come i suoi utenti che utli&&ano il servi&io per segnalare gli autovelo9 sulle strade pauliste e carioca# ,el settembre 2012 un giudice di ?ato >rosso do +ul ordinava l'arresto dell'e9ecutive di >oogle ;abio Nose +ila Coelho( reo di non aver voluto autori&&are la rimo&ione da Boutube di due !ilmati ritenuti di!!amanti# 1l giudice disponeva inoltre il blocco dell'intera piatta!orma di video per 2" ore# 1l 2P settembre( Coelho veniva rilasciato dopo la rimo&ione dei video dal tubo# ,ell'ottobre 2012 gli editori brasiliani al&avano un muro tra loro e >oogle% basta indici&&a&ione delle noti&ie sul motore di -ig># MESSICO ! ,el settembre 2011 due cittadini messicani venivano accusati di incita&ione alla violen&a e viola&ione delle leggi sul terrorismo# =a loro colpaI Aver !atto credere con @1

diversi cinguettii su :5itter che nella citt* di Veracru& !osse in corso una sparatoria vicino ad una scuola# 1n una specie di riproposi&ione di 0rson Welles con “=a guerra dei mondi” alla radio( ma in salsa 2#0( i due hanno scatenato il panico( !ra gente in strada( incidenti e centralini del pronto intervento in tilt( e rischiano ora !ino a 0 anni di carcere# ,e rischia !ino a cinque invece un raga&&o che nelle stesse ore veniva !ermato dall';-1 per aver postato pi) di ventimila messaggi minatori nei con!ronti dell'e9ecutive di >oogle ?arissa ?aAer# =e denunce sulla /ete non sono vulnerabili alla sola censura governativa' nel settembre 2011 due ventenni abitanti di ,uevo =aredo .al con!ine con il :e9as2 veniva uccisi( mutilati ed appesi ad un ponte per il passaggio pedonale con questa rivendica&ione% “Xuesto accadr* a tutti gli spioni di 1nternet# ;ate atten&ione( i miei occhi sono su di voi”# =a !irma era quella del cartello di narcotra!!icanti Yetas# 1 giovani avrebbero postato dettagli sulle attivit* dei narcos nel popolare !orum ;rontera al /oRo Vivo# $urtroppo( le promesse dei narcos venivano mantenute#

Altri App(nti
Attacc+i DDOS - 7na recente ricerca pubblicata dal -er3man Center !or 1nternet and +ocietA della 6arvard 7niversitA dimostra come gli attacchi DD0+ siano ormai all'ordine del giorno in tutto il mondo contro siti di organi&&a&ioni umanitarie( per la di!esa di diritti umani( per il dissenso o appartenenti a media indipendenti# :ra l'agosto del 200G e il settembre dello scorso anno sono stati condotti 1"0 attacchi DD0+ contro 120 spa&i 5eb# Concentrati soprattuto contro @2

piccole organi&&a&ioni !acilmente messe online( sono spesso messi in atto da gruppi come AnonAmous( in altri casi sono messi in atto da pochi “smanettoni”( in altri !anno parte di progetti di gruppi di potere pi) grandi( tra i quali governi di stati autoritari .e !orse non solo autoritari2# +otto attacco DDos D poi !inito( nell'ottobre 2010( il sito dell'associa&ione per i diritti umani +urvival 1nternational( rea di aver denunciato le violen&e delle quali sono vittime gli indigeni della $apua ,uova >uinea da parte delle soldati 1ndonesiani# +urvival aveva gi* subito lo stesso trattamento quando denunciJ lo “s!ratto” dalle loro terre ancestrali dei -oscimani da parte del governo del bots5ana# 7n attacco che secondo i gestori del sito non puJ essere ascritto a pochi “smanettoni”( ma !a parte di un piano pi) grande( costoso e so!isticato# 7n DD0+ D stato anche la causa del blac3 out che nel novembre del 2010 ha messo !uori uso il 5eb in ?Aanmar# ,el periodo che precedeva le prime ele&ioni dopo vent'anni di dittatura militare( sul 5eb del paese asiatico si toccavano picchi di tra!!ico record .!ino a 1"(@M >bWs2' l'attacco( probabilmente coordinato dalla giunta militare al governo per evitare che si di!!ondessero voci di brogli e quant'altro( sarebbe stato dunque massiccio e di!!uso tra i 10 e i 1@ >b di poten&a( e dunque sensibilmente pi) potente di quelli registrati in 8stonia e >eorgia nel 200P# ,el novembre 2010 >oogle pubblicava un appello rivolto a tutti i governi occidentali a!!inchH si impegnino nella lotta alla censura di 1nternet che nel mondo sarebbe aumentata di dieci volte in dieci anni( sottolineando soprattutto i pericoli che le restri&ioni apportano alla crescita dell'aspetto economico della /ete# 1l -rasile si !aceva promotore alla !ine del 2010 di un gruppo di @

lavoro che mettesse a punto degli standard intergovernativi globali per la regolamenta&ione del 5eb' tuttavia( guardando la lista dei principali promotori .Cina( Arabia +audita e 1ndia per citarne un paio2 viene da pensare che di questo tipo di standard !orse sarebbe meglio !arne a meno e che il loro obiettivo sarebbe quello non di regolamentare meglio e insieme ma di controllare pi) e in pi) parti( cercando di evitare magari episodi come le rivela&ioni di Wi3ilea3s# 1nsomma( c'D il timore che possa essere pi) che un passo in avanti un esperimento rea&ionario# 8 cosO sono stati in molti a storcere il naso nel mondo della rete( compreso Vincent Cer!# +tando ad un articolo apparso su +3A ,e5s online il 2@ novembre 2010 il codice sorgente di +tune9 starebbe pericolosamente circolando nel mercato nero# 1l pericolo che !inisca nelle mani sbagliate D cosO !ortissimo ed espone a qualunque tipo di attacco contro i sistemi in!ormatici di qualunque tipo di bersaglio# ,el mar&o 2011 /+; presentava un nuovo rapporto sui nemici della /ete' non molte le novit*( due su tutte% 8gitto e :unisia venivano inserite in una categoria meno allarmante rispetto ai controlli esercitati sulla /ete# Xuesto per via del ruolo che e!!ettivamente essa D riuscita a svolgere durante le rivolte di ini&io 2011# 1 paesi magrebini !inivano cosO nella stessa categoria di Australia e ;rancia( monitorate dal gruppo per le modalit* con le quali si combatte la viola&ione del diritto d'autore .come abbiamo avuto modo di vedere2# Certo il segretario generale dell'organi&&a&ione NeanE;ranZois Nulliard non ha avuto parole rassicuranti sul contesto globale% “7n utente 1nternet su tre non ha attualmente accesso ad una /ete priva di restri&ioni E ha spiegato Nulliard E Circa 40 paesi @"

nel mondo censurano il 5eb a vari livelli# Almeno 11G persone sono attualmente detenute per aver s!ruttato 1nternet per esprimere liberamente il proprio pensiero# +ono numeri che disturbanoC# 1= /A$$0/:0 1, $D; 1l 2M mar&o 2011 in un report della 0pen,et 1nitiative si parlava dei sistemi di !iltraggio utili&&ati da nove paesi del mondo arabo e norda!ricano .Arabia +audita( 0man( Xatar( :unisia( -ahrein( <u5ait( 7A8( Bemen e +udan2 !orniti da a&iende occidentali( come il ?acA!ee +mart;ilter di 1ntel e il canadese ,ets5eeper( sistemi in grado di raggruppare in un database !ino a 2@ milioni di siti ri!eriti a G0 diverse categorie# 1l " aprile 2011 su Wired#it :i&iana ?oriconi dava il “4 consigli per attivisti su ;aceboo3”( che andavano dallo scaricare le in!orma&ioni del proprio pro!ilo all'impostare la naviga&ione in https( dal restare anonimi al di l* delle policA d'uso alla limita&ione dell'uso di ;aceboo3 pre!erendo altri canali meno monitorati# 8 proprio in questo senso parecchi attivisti dei movimenti maghrebini di ini&io 2011 sconsigliavano di usare ;acebo3 e :5itter in quanto siti controllati e spesso utili&&ati proprio dai rea&ionari' all'imbuto dei siti proprietari si consiglia di pre!erire la comunica&ione punto punto e altri tipi di “crea&ione” di reti# A !ebbraio era stato Arturo Di Corinto su /epubblica a parlare di vari sistemi di aggiramento della censura online durante le ribellioni# 1l 0 ottobre 2011 il Corriere della +era presentava questa analisi di 8vReniR ?oro&ov .qui una sua videointervista2# Concetti ribaditi in questa altra ri!lessione dello stesso @@

?o&orov# >uarda anche queste ri!lessioni di ;abio Chiusi# :he Dar3net $roRect .:dp2% D il progetto messo in campo da alcuni attivisti per creare un rete privata parallela a quella di 1nternet che sia a prova di censura# ,el dicembre 2011 il commissario ,eelie <roes annunciava l'imminente lancio della ,oDisconnect+trategA( volta ad aiutare nella lotta alla censura i neti&en dei paesi sottoposti a regimi dittatoriali# $ochi giorni dopo partiva un progetto per una rete satellitare di hac3ing al di !uori dei circuiti di “censura terrestre”# %er approfondire /isita http%WWopennet#netWaccessdenied http%WW555#accessEcontrolled#netW

&(arda t(tti i )ateriali ,i.lio0rafia e We.0rafia

@4

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful