You are on page 1of 25

SERENUSSERENISSIMUS

TRUTH ABOUTTHE

ILLUMINATIORDER

AVVERTENZA
Questolibrogratuito,edesentedacopyright.Vistalasuanatura,elintentopercuiesso nato,nonpotrebbeesserealtrimenti.Chiunquenegiungainpossessoautorizzatoafarne lusochemegliocrede,purchnonviappongamodifiche.Questotestocompostodixx pagine,edixxxparole:chiediamoquindiachiunquenegiungainpossessodilasciarlocos comeesso.Chiunquepu,volendo,tradurlo,tuttooinparte,inaltrelingue,edanzi invitatoanontenerlopersqualoraneapprezzigliargomenti,maanziatrasmetterload altri,poich,daquandoilmondoesiste,vigelaleggedel11111:

S.S. ROMA,ANNO2013.

.PROLOGO. Lasciatemi:troppohosofferto! Lagloriamiaspettalaggi! Forzaumananonc Chemitrattenga! Ioseguolamiasorte! Sontuttounafebbre, Sontuttoundelirio! Ognisensounmartirioferoce! Ognifibradellanima Hatuttaunavocechegrida Niente come appare, nel mondo. E quella mente che si adagi a nutrirsi delle sole suggestionichelevengonodallesperienzadellavitaquotidiana,esiaffidineisuoigiudiziai soli precetti del senso comune, vivr per tutta la vita nellillusione, prigioniera di convinzioni che certamente donano pace ed assenza di travagli, ma allo stesso tempo costringonolintellettoaviverelontanodallaveritdellecose.Poichlaveritportasempre dolore, a chi ne morda il frutto. Esiste un pegno da pagare per varcare la soglia che dal mondo illusorio introduce al mondo reale, dal momento che i sogni e le suggestioni nelle quali si perpetua la mente delluomo comune sono nate proprio al fine di donare un analgesico interiore alluomo, e fargli apparire dolce e buona la sua vita di schiavo. Esiste unaveritassoluta,esistonoprincipuniversali,inconfutabili,edessinonsoloesistono,ma sono accessibili alla mente delluomo, essi sono conoscibili, sono pensabili, e sono esprimibili.Nonesistetuttaviaautoritsapienziale,siaessareligiosaofilosofica,chepossa riternersi depositaria di tale verit, e non esiste maestro che possa arrogarsi il ruolo di esclusivo ed incontrastato dispensatore dei princpi di tale verit sovrana. Esiste invece la solaverit,custoditainunasortaditempiometafisico,chenonedificatoconmuriepietre, ma di pensiero, e la cui entrata non mai sbarrata da portoni e da guardiani severi, ma aperta a chiunque solo sia disposto a rinunciare alla serena pace della illusione, ed accetti lidea di esperire un travaglio della coscienza, spezzando le catene che lo legano al sogno dellincoscienza, e lo conducano invece al mondo amaro della consapevolezza, e della responsabilit.Laveritchedonalacoscienzanonvieneinsegnata,madasemprelanimo eroiconeriscopredentrodisleleggieterne:verituniversalescrignochiusonellapsiche diogniuomo,edilfenomenocheportaciascunodinoiadentrarneinpossessodetto,da sempre, illuminazione: il trovare la luce prima da cui tutto nasce, mondo, uomo, idea, libert. Poich questo il dono pi grande che ci viene elargito nellapprendere la verit delle cose: la libert, libert che comporta sempre perdita della innocenza dellignaro, e dellassenzaditurbamentichecontraddistingueognianimaledalavoro,natoecresciutoal solofinediobbedire,ciecamenteelietamente,alpropriopadrone,convintochelasuasorte dibestiadasomasialapilietaegioiosachesipossadare.Veritdunquecoleichedona, essasola,lalibert.Elalibert,quellavera,comportasempredolore,evitainsonne.Maa

queiforticheabbianoilcoraggiodipercorrerelaviadellacoscienzavigile,aquegliuomini veri e liberi che abbiano la costanza di percorrere tutta per intero la via della libert, un premio assai grande riservato, al termine del tragitto: una felicit pi grande, frutto di sapienzachedonaequilibriodeisensi,virtnelsensopialto,ecioconoscenzadelvero bene,edelgiustosupremo.Conoscenzachenonsemplicesapere,maaderiretotaleatale beneegiustosommo,edquindigraziaestatodisantaegaiailluminazione.Luomovero ilsololibero,luomoliberoilsolosapienteautenticodellaveraverit,luomosapienteil solofelice,possedutodaunafelicitcheconsapevolezza,egiammaiillusione.Ogniuomo vivenellastoria,enellasocietdicuieglisempreparte,inevitabilmente:poichqualunque siailvostroruolonellasociet,siatevoiprincipi,presidenti,serviobarboni,siatevoiipi grandi protagonisti della storia, o i pi disperati emarginati e reietti, siete sempre ed inevitabilmente parte della societ. Non si d uomo vivente che possa considerarsi essere totalmente isolato, ed esente dalla partecipazione al mondo della storia, e della umanit. Ecco pertanto che il solo modo degno per esercitare tale ruolo quello di compierlo in massima libert, e consapevolezza. Lintelletto illuminato il solo che ha coscienza del significatostoricoesocialedelleproprieazioni,edilsoloingradodiattribuireunsenso, unaragiondessere,allasuaesistenza,edagliatticheegliproduce,nelcorsodellasuavita. Ogni individuo partecipa della storia, e poco importa che egli guidi una nazione, vinca guerre,oppureconducaunaesistenzaanonima,chenonlasciatracciasuilibridistoria,osui giornali.Autenticaesublimefelicitconsistenelconoscerelaragionepercuinoiesistiamo, esserconscidelnostroruolonelmondo,edagirediconseguenza,operandoperottenereil megliopossibiledallanostracondizione,pernoistessieperilmondo.Ogniuomoredel mondo, se adempie al compito che la sua parte di destino gli ha assegnato. Tutto ci, tale felicitindividuale,sichiamarealizzazione,cheildonopigrandechecivieneofferto dallailluminazione.Lametapialta,edovereassolutodelluomo,larealizzazionedis.E realizzazione di s comporta sempre e necessariamente il raggiungimento della felicit. E vera felicit libert della coscienza, e libert della coscienza conoscenza della verit. E conoscenza della verit illuminazione. Massima realizzazione di s dunque illuminazione. Ed illuminazione massima realizzazione di s. E la luce che illumina custodita nellintimo della nostra psiche. Si pu viaggiare per decenni, imparare lingue a centinaia, conoscere migliaia di popoli, si possono leggere, ancora, migliaia di libri, apprendere della storia delle epoche passate, si pu conoscere la struttura chimica della materia,sipuconoscerelaformaedilfunzionamentostessodelluniverso,sipustudiare labiologiadeiviventi,ecosvia.Tuttoci,taleapprendereesteriore, soloerudizione,se taleapparatodinozioninonvieneirradiatodellalucedellaconsapevolezza.Nonnelcosa della coscienza situata la verit delle cose, ma nel perch. Ed il grande studioso non degno di lustrare i sandali del pi umile saggio analfabeta, se il primo non possiede la chiarezza di visione propria del secondo. Ma, al contempo, il secondo, solo un vuoto saggio,unodeitantisantonicheaffollanoilmondo,unespertodisensocomune,senon acquisisce la padronanza del mondo simbolico, che solo lo studio, e lalfabetizzazione possonodonare.Sololamentechesiacapacedipossedereilsimbolo,valeadirelesistenza

immateriale, celestialmente astratta, delle idee pure che sono princpi e leggi universali, delle quali il mondo, lumanit, la storia e luniverso tutto sono servi, potr giungere alla illuminazione. Ed i simboli eterni sono custoditi nella psiche umana. Il processo di illuminazionealtrononcheoperadiintrospezione,dunque:consapevolezzasuperareil limitedelleapparenzeedelleillusionidelsensocomune,perchessacomportauncostante, continuo chiedersi, di ogni propria azione: qual il senso di ci?. Consapevolezza altro non che operazione della coscienza che ci porta, in ogni istante, ad attribuire un senso cosmicoadogninostraazione,adognieventoincuisiamocoinvolti.Poichognievento partecausalediunacatenainfinitadieventi,diunasuccessionecontinuadifatti,pensieri, ed azioni che collegano da sempre e per sempre i viventi, che da sempre e per sempre si trovano, nei cicli storici, a ripetere gli stessi atti, rinnovando in ogni istante quel rito universalechelavita,elesistenzastoricadellindividuoumano.Quelcheiostofacendo adesso,scrivendoquesteparole,statofattodamigliaia,milionidiuomini,primadime,e sarfatto,parimenti,damigliaiaemilionidiuominidopodime.Tuttoscorre,tuttocambia, ma, cos facendo, tutto permane, perpetua se stesso, e torna oggi ad essere ci che stato ieri,perdiventare,domani,cicheessooggi. IOSONOQUELCHEFUI IOFUIQUELCHESAR IOSARQUELCHESONO IOFUIQUELCHESONO IOSONOQUELCHESAR IOSARQUELCHEFUI IOSONOQUELCHESONO, o, detto altrimenti: io sono colei che sempre , stata, e sar; nessun mortale mai il mio velo sollever. La storia la stessa. Tutto scritto, nella storia degli uomini, ed ogni atto, pur essendoessoassolutamentelibero,regolatodaleggieternedeldivenire,leggidinecessit. Luomoagisce,esceglieliberamentediagire,valuta,edecidedelproproiofuturo,maegli, cos facendo, ubbidisce a leggi eterne, leggi cosmiche. Noi nasciamo, cresciamo, amiamo, formiamofamiglie,comunit,edasempreproviamoglistessisentimenti,nutriamolestesse speranze, ecompiamo le stessescelte che tuttigli uomini, da sempree per sempre, hanno compiutoecompiranno.Mainquestostalanostrasommalibert:lesserconsapevolidici, ed agire sapendo qual la nostra natura, e qual la parte che lordine universale ci ha assegnata.Personasignificamascherateatrale:ilconoscereleleggidelmondo,ecapire qualeruololanostrapersonaricoprenelgrandeteatrochelastoria,cirendeliberi,poich libert conoscenza delle regole del mondo, e consiste nello scegliere di avere un ruolo attivo,sceltacheasuavoltaconsistenellaccettareconsciamenteilproprioruolonelmondo, nonvivendoinmanieraignara,lasciandochealtridecidanopernoi,comefannolebestieda soma, ma operando in maniera critica, e quindi libera. Il destino altro non che un rito universale.Noituttisiamoattoricherecitanouncopionescrittoincaratterimetafisici,validi dasempreepersempre.Macinoncomportachenoinonsiamodotatidiliberoarbitrio.Gli ignari sono attori che eseguono ciecamente il copione che altri hanno loro assegnato: gli

esseri illuminati recitano a soggetto, e qualora essi siano in grado di diventare grandi illuminati,essiperverrannoalruoloeccelsodiautoriteatrali.Libertquesto:averepiena contezza del significato causale dei nostri atti, dei nostri pensieri, delle nostre scelte, dei nostri progetti. E sapere come agire, e conoscere a quali conseguenze pu portare ogni nostra decisione, ogni nostra azione. Illuminazione non mai, pertanto, banale, semplice conoscenza, o visione, o esperienza mistica, emozionale, che porta a conoscere, incontrare, esperire il sacro, il divino, limmortale ed universale. Illuminazione pi che mai, invece, sapienza. Sapienza di libert: il conoscere le leggi del mondo, e sapere come agire, al fine di ottenere dei risultati, storici e tangibili, per s, e per tutti gli altri uomini. Libertresponsabilit.Perquestaragione,dasempre,gliuominiilluminatisiriuniscono, costituendocenacoliecomunittransnazionali,transculturali,tenuteinsiemedallacomune consapevolezza,edaquelsensodiresponsabilitcheportaciascunodinoiatrasformarela nostra realizzazione personale in realizzazione sociale, costruzione della societ perfetta, poichlasocietmondialetuttaunindividuo,comeloluomo,eddotatadicoscienza, come lo luomo. Lindividuo sociale e storico si chiama civilt, e la coscienza sociale e storica si chiama cultura, leggi, istituzioni. Trasmettere la propria realizzazione personale allindividuomondo significa illuminare il mondo, donando quindi ad esso una sapienza pialta,chesignificadonareadessolalibert.Leleggidelluniversotuttosonostilate,da sempre e per sempre, in modo da lasciare agli esseri sommamente illuminati la libert di scegliere tra tante opzioni, la libert cio di decidere quale sia, trai vari esiti possibili che possono conseguire da un presente stato di cose, quello migliore. Gli esseri sommamente illuminati sono i soli che in virt della loro consapevolezza sono capaci di scegliere e determinare il corso degli eventi. Il destino lascia sempre lultima parola a noi. E se a noi viene attribuito tale ruolo, e tale libert, perch destino, vale a dire giusto,ed nella legge cosmica delle cose, che ci avvenga. Tutto insomma gi scritto, nel grande libro immaterialedellaverituniversale.Tuttogiascritto:quelchestato,quelche,equelche sar. Ma in esso, pi che mai, scritto che noi possiamo correggere tale libro, scrivendo nuove pagine. Pagine che sono gi scritte. Questo il pi grande mistero, mysterion auges, come lo si chiamava un tempo. E tale mistero un paradosso solo in apparenza: comprenderequestorompicapo,capirneilsensopiintimo,epossederloins,coscomeil grade solista possiede in s le note del pi difficile e virtuosistico dei componimenti musicali,illuminazionesomma.Editaleilluminazionenoiesporremo,inquestolibro,la teoria.Nonvogliamoproporciamaestridiilluminazione,nonvogliamoinsegnareilcome sifadellailluminazione.Vogliamosolospiegareincosaconsiste,taleilluminazione,quale nelanatura,qualeilsuosignificato,perlamenteelacoscienza,epichemaiqualeil suo fine sociale, storico, cosmico. Per il resto, chiunque voglia entrare nel naos auges, potr farlo. La porta aperta. Non si dimentichi, tuttavia, che alto, assi alto, il dazio da versare, nel varcare tale soglia. Dazio esistenziale, dazio psicologico, dazio emozionale. Dazio eroico. Varcare la soglia della luce comporta il rinunciare al pacifico, sereno mondo dellaillusione.Significaintraprendereunanavigazionetravagliataeperigliosa.Solopochi, in questo viaggio, giungono alla pace della libert che concessa agli unici che portano a

compimentoiltragitto.Epochi,benpochi,sonocolorochepossono,allafine,gridare:terra, terra!.Questonon,nonvuoleessere,nmaipotrebbeessere,unlibrofacile,ameno.Tutti quellichevagheggianodipretesesettedifantomaticiilluminatichetramanoasovvertire istituzioni e regole del mondo, che tramano per dannare lumanit, gettandola nella schiavit, e nel caos della disperazione e della incivilt, si rivolgano ai tanti venditori di fumocheoggiprosperanoovunque,porgendobiadaaimulichenientaltrochiedonochedi esser mantenuti nella loro bestiale ignoranza, illusione e colpevole inconsapevolezza. Se questonostroscrittodifficile,escrittoconstilearduo,astrattoedoscuro,perchquesto ilsolomododegno,appropriato,evero,ditrattarediquestiargomenti.Tuttiquelliinvece che usano linguaggi ed argomenti accattivanti, e favolistici, lo fanno per vendere illusioni, biada, alle bestie da soma che li sostentano. Cos come da sempre esistono individui illuminati, votati al progresso ed allincessante, trionfale perfezionamento della specie umana, cos, a contraltare, sempre esistono i ciarlatani, votati alla diffusione dellillusione, neltentativo,dasempreepersemprefallimentare,difaraffermareunregimesocialefatto diillusione,schiavit,ignoranzadellaverit,diquellaveritchevirendeliberi. .I. ILSIMBOLO .a. Domandateloame; ilsuonomeMusetta, cognomeTentazione epersuavocazione falarosadeiventi cambiaalmondosovente damantiedamore. Ecomelacivetta uccellosanguinario, ilsuociboordinarioilcore. Mangiailcore! (daLaBohemediGiacomoPuccini) Nonesiste,enonmaiesistitounlibrosacrochecustodiscalaverit.Esistonotantilibri sacri,unoperognireligione,chevengonoconsideratidairispettivicredenticomeparoladi Dio,equindifontediogniverit,sapienza,esoprattuttoleggesiagiuridicachemorale.Ed iministriditalireligioni,avocandoaslautoritdiinterpretiincontestabili,infallibili,di talipretesesacreverit,scaturitedallaboccastessadellorodio,ritengonodiessereisoliin

diritto,nelmondo,digiudicarecosagiusto,cosamorale,cosadaperseguire,ecosada condannarsi. La verit che rende liberi non appartiene ad un testo scritto. Il libro della verit,chetuttaviaesiste,immateriale,enonesclusivadiunareligione,maaccessibile aqualunqueuomo,diqualunquecultura,nazione,etnia.Tuttoilrestoreligione.Vedremo in seguito come le religioni siano importanti, nel mondo. E vedremo come proprio della naturaumanaavereunareligione.Restailfattochelateoriadellailluminazioneelevala coscienzaaldildelladimensioneprecettistica,dogmatica,edemozionalepropriadiogni religione.Lereligioniparlanoalcuore,lateoriadellailluminazioneparlaallintelletto.La verit del cuore soddisfa chi si rifiuta, o non ha la forza ed il coraggio di conoscere il mondoreale(lunicocheesista)perquelloche,conisuoiconflitti,econlabellezzacheesso cela in s, bellezza che, per esser conquistata, richiede tenzoni eroiche, pretende che si affrontilaprovadellapaura.Solounaminimapartedellumanit,dasempreepersempre, sar disposta ad affrontare una simile prova. La stragrande maggioranza dei viventi ha bisognodi unaguida,diunaautoritchesappiaparlare alcuore,celandoloro,comesifa conifanciulli,tuttoildolorosoedilpaurosodelreale.Etuttiiministridiundiohannoda semprefacilegiocoadoffrireatalieternibambiniunaspiegazionefacile,cheparlialleloro emozioniprimacheallalororagione,alfinedifornirelorounmotivoperviverequeltipodi vitacheessivivono,peraccettareildolore,larinuncia,lasottomissioneelarassegnazione come prove di virt, prove di santificazione, in attesa della assunzione ad un mondo ultraterreno, in cui si venga ricompensati per le pene vissute in questo. Da sempre tale messaggiodisperanzastatoutilizzatoconsapevolmente,edinmanieraprogrammatica,da quei tanti uomini sacri i quali proprio mentre parlavano di promessa di vita eterna, a condannarequestomondoterrenoediniquo,operavanoperaffermareilloropropriopotere in questo mondo che essi mostravano di disprezzare tanto. Non stiamo dicendo nulla di nuovo. Il detto tantum potuit religio suadere malorum antico quanto il mondo occidentale. La religione fenomeno necessario: non esister mai una civilt senza una religione.Chisiillusosoprattuttonelsecoloscorsochepotesseesistereunpopolosenza religione,havistofalliretuttiisuoiprogetti.Luomo,pernatura,habisognodelsacro.Ci nontoglietuttaviachelereligionicambiano,nelcorsodeisecoli,edicerto,conlevolversi dellaculturamondiale,essemutanolaproprianatura.Iritibarbariciepaganidellantichit, contuttalaviolenza,lirrazionalit,elabestialitcheessiportavanoins,sonotramontati. Maalorovoltalereligionimonoteistecheoggisonopredominantisononatedallamentalit propriadiunmondocheogginonesistepi.Enonsisonoevolute,neisecoli.Unareligione nonpuevolversi:essanascecomemovimento,adoperadiunindividuodotatodicarica messianica e profetica, e, negli anni, essa, qualora tale movimento si diffonda tra le popolazioni,divienerito,equindisiorganizzacomeistituzione.Essa,giuntaaquestosuo terzo stadio, si cristallizza, non accetta pi innovazioni, non accetta pi libere intererpretazioni, da parte dei suoi ministri, e finisce sempre con il farsi integralista, schiava della lettera, come diceva Ges di Nazareth. Quindi si fa dogmatica, crea una inquisizione, e predica la guerra contro gli infedeli. Certamente tale fenomeno, cos complesso ed articolato, viene banalizzato, se raccontanto cos come abbiamo fatto noi

adesso. E non certo nostra intenzione banalizzare le religioni, appunto perch ne comprendiamo limportanza storica. Per quel che riguarda noi, invece, una cosa va tenuta benpresente,edessaleggeuniversale:lascuoladellailluminazionesempreesistita.Evisono statiperiodistoriciincuiessadiventataistituzionereale,organizzata.Ebbene,ognivolta cheessasiespandeoltreogniaspettativa,riscuoteunsuccessopopolare,edivienerito,essa si illude di poter diventare culto, una sorta di religione superiore, ed essa, ogni volta, si illudedipotersostituirelereligionivereeproprie.Ognivoltacheciavviene,lascuoladi illuminazione, da pura, immortale comunit transnazionale dei sapienti, provvidenti illuminati, diviene una religione come le altre. Altrimenti diviene vuoto rituale, club esclusivo retto da tristi regole burocratiche, altrimenti diviene setta. La scuola della illuminazione ha il suo ruolo allinterno della umanit. Essa sempre cosa distinta dalla religione,e,ripetiamo,ognivoltacheessapretende,osiilludedipotersisostituireadessa, essa degenera, e si fa dogmatica, ritualistica, fondamentalista, come tutte le religioni sono. Avremo modo di parlare di tutto ci in seguito, in maniera pi approfondita. Le religioni sono necessarie agli uomini, dunque. Ci deve esser chiaro alle menti illuminate. E questultimedevonoaversemprechiaroche,seessesiimpegnasseroadestirpareilbisogno delsacro,tragliuomini,oatentaredisostituireilcultoemozionaleeillusorio,propriodelle religioni,conilcultointellettivoerazionale,propriodellailluminazione,essifallirebbero.La stragrande maggioranza della popolazione non ha accesso, per predisposizione, ma anche per scelta, alla verit illuminativa. La stragrande maggioranza della popolazione chiede di restareignara,poichessasa,edsempreconsapevoledici,cheessanonsopporterebbeil peso della sapienza pi alta. E per questa ragione ama affidarsi a persone che si fanno, presso di essa, interpreti del sacro, ed autorit che parla in nome di un dio che per essa semprepadre,provvidente,protettore,egaranziadiunafelicitchesia,peressa,riscatto,in unavitafutura.Lastragranzamaggioranzadellumanitchiede,desidera,enonpuvivere senzatalesperanza,senzatalesogno.Tuttocieragistatospiegatotantotempofa,quando Platone, ne La Repubblica, scrisse a proposito del mito della caverna. Molti uomini scelgonodiadorareleombredellacaverna,noiscegliamodiadorarelalucecheinnoi. Bisognaoffrireculturaallumanit,ebisognaoperarealfinedicivilizzareilpipossibilela popolazione. E bisogna fare di tutto affinch la mente degli uomini diventi sempre pi aperta,tollerante,amantedellagiustizia,delluguaglianza,dellaonest,edelrispettoaltrui. Questa civilt. Ma sarebbe inutile, anzi dannoso, pretendere di fondare una comunit mondiale fatta tutta di filosofi, poeti, e santi. Il mondo si regge sulle opposizioni. E se esisteranno sempre i giusti, esisteranno sempre anche gli iniqui. E se esisteranno sempre i pochiprovvidentieconsapevoli,esisterannosempreancheitantissimiignarierinunciatari. Vedremotrabrevecomeilconcettodinecessitediordinecosmicodeterminituttoci. Quelcheunamenteilluminatadevesapereche,severocheilmaleesistersempre,se verocheunmondosenzamalecrollerebbe,perancheverochepossibileperfezionare allinfinito il mondo, alleviando, per cos dire, la violenza e la virulenza di quella parte di male necessario. Anni fa cerano grandi pensatori che sostenevano che non potesse esistere un mondo senza guerre. Ancora dieci anni fa, ad esempio, vi sono stati pretesi

saggi, negli USA soprattutto, che hanno fatto di tutto per creare i presupposti affinch nascesseunconflittotranazionioccidentalienazioniislamiche.Taliamantidellaguerrasi rifiutano di accettare lidea che il mondo possa vivere in quella pace perpetua di cui sognarono gli Illuministi, ED ESSI SOLTANTO! . Il fatto che lEuropa di oggi dimostra come sia possibile un mondo senza conflitti. Coloro invece che, in varie parti del pianeta (anchequellemassimamentecivilizzate),fannodituttoperfarnascereconflitti,esacerbando attriti, lo fanno perch si ispirano ad una precisa teoria millenaristica, che essi hanno ereditatodallareligionecheessiscambianoperleggeasssoluta,religionecheinsegnaloro che il loro popolo eletto da dio, e che il loro dio il solo degno, e cos via. La scuola dellilluminatismo, scuola eterna, insegna che, se un dio sempre espressione di un popolo,alloppostoilprincipioprimo,laleggeassoluta,nonproprietesclusivadiunaetnia, diunanazione,maapertaadogniesserevivente,esiconcedealuiintotale,gratuitagenerosit.La porta della ecclesia invisibilis realmente aperta a tutti, poich tale santuario luogo metafisico,enonsacro,mauniversale,eterno,immortale.Maogniindividuocheabbia accesso a tale scuola immateriale finisce sempre con il recepirne le dottrine in maniera diversa.Inquestoconsistelaregolapercuinontuttihannoaccessoatalescuola;questo il secondo mysterion auges: in pochi lo comprendono appieno. Parliamo in termini metaforici,perrenderepichiarotaleprincipio:qualladifferenzatraunaquila,unfalco, unpassero,unacicogna,edunagallina?Eperchlaquilaconsideratalareginadeivolatili, comeilleoneredeglianimali?Chiunquesarispondereataliquesiti.Ebbene:nessunopu affermare che laquila sia pi degna del falco, o della cicogna, e cos via. E nessuno pu affermare che la vita dellaquila abbia pi importanza, e pi merito di quella degli altri pennuti. E chiunque sa che ognuna di tali creature necessaria, affinch il mondo degli animali esista, e sia completo. Il concetto di completezza, lo vedremo tra breve, fondamentale, nel mysterion auges. Ugualmente la comunit transnazionale degli illuminati sar composta da una congerie eterogenea di individui, ognuno dei quali trarr, inevitabilmente, il proprio messaggio dal libro immateriale della verit. Alcuni di essi diverranno aquile, altri falchi, altri cicogne e cos via. Le civette sono sempre una strettissima minoranza: essa si dedicano a tempo pieno alla propria vocazione, come Musetta. Non abbiamo intenzione di spiegare oltre tali simbolismi: ognuno tragga da essi, appunto, il messaggio che pi gli consono. Libert di interpretazione, questa la prima regola della schola lucis. Per questo essa non diventer mai religione. Da essa sono nati deiriti,questosi,masisaqualefineessiabbianofatto,conglianni:clubsmassimamente esclusivi, chiusi ai ceti meno abbienti, istituzioni miseramente ritualistiche, burocratiche, e deteriormente rigide e severe. Parleremo in seguito di tali associazioni. I grandi uomini carismatici ispirati da spirito messianico, fondatori delle grandi religioni, erano tutti grandi illuminati,ovviamente.Lareligionechenascedaloro,dasempreepersempre,unaforma didegenerazione,fraintendimento,banalizzazionedelmessaggiooriginario,messaggioche pu riscuotere un successo tale da farlo diventare vangelo solo se esso assolutamente universale. Anche del concetto di universalit parleremo tra breve. La religione sta alla scientialuciscomeunoperadiungrandefilosofo,odiunromanziere,staalmanualeche

locommenta.Se,adesempio,sivuolecomprendererealmenteilpensierodiKant,bisogna leggere per intero la Critica della Ragion Pura, e non basta leggerla, ma bisogna comprendere la genesi di tale opera, nella mente di Kant, e conoscere il suo retroterra culturale.SecisilimitaaleggereunaintroduzioneaKant,ointroduzioneallaCRP,cisi farunaideariflessadiessa.Noncheleideeriflessesianomenodegnedelleoriginarie. Ineffetti,pocoimportaqualemessaggiounautorevolesserealmentecomunicare,conquel che egli ha scritto. Storicamente, quel che importa sempre ci che gli altri hanno recepito,leconseguenzeinsommachelasuaoperahacomportato,neldiffondersi.Esistono comunque,nellastoriadellaletteratura,levindicationes:operazionicompiutedastudiosi, alfinedigettarenuovalucesuoperefraintese,omistificate.Infondo,anchequestonostro libro,sottopidiunaspetto,unavindicatio,avantaggiosoprattuttodelnostroAdam Weishaupt,sudicuisidettotuttoedilcontrarioditutto,echeoggipichemaioggetto di mistificazioni obbrobriose da parte di ingenui ciarlatani, a volte, e ad opera di consci traviatori dello spirito illuminatistico originario, in altre. Bisogna che il lettore abbia in menteunacosabenprecisa,infatti:inquestocamposonotanticolorochenondiconoquel che pensano. La materia di cui stiamo trattando talmente complessa, e tanto soggetta a fraintendimenti, come a strumentalizzazioni e mitizzazioni, che sovente chi decide di parlarne lo fa vestendo gli abiti del suo pi feroce persecutore. Dir male di Adam Weishaupt,insomma,statopertresecoliilmodopiefficaceperconsevarnelamemoria, anche se a prezzo di una mistificazione che ne ha traviato limmagine in maniera quasi irrimediabile,alpuntocheoggieglidiventatosimbolodituttocicheeglihacombattuto, quando era in vita. E tanti, pi smaliziati, giudicheranno questo nostro libro come cosa ingenua:pretenderedivindicareunpensatore(enonsolo)comeWeishauptconsiderato, dagliscaltricheconosconobenegliingannidelmondocomeoperafallimentare,efrutto pi che mai di ingenuo candore non cos, per noi. Noi sappiamo bene quali rischi si corrono, nel parlare in maniera aperta, senza simulazioni n mascheramenti, di certi argomenti.Masappiamoanchecheoggitempodirompereunadeterminataconsuetudine, e pi che mai di infrangere un tab che, come tutti i tab, alle lunghe porta alla degenerazione del rito che si barrica dietro di esso. Quanti di quelli che sparlano di Weishaupt ne hanno letto le opere? Domanda retorica. E quanti che ne hanno letto, e si credonosuoicontinuatori,capisconochearrecanoundannograveallacausailluminatistica con il loro oscurantismo? Lilluminazione non ha bisogno di essere prottetta dal segreto, poich essa protetta dal mistero. La vera porta che sbarra laccesso al sancta sanctorum del tempio della luce non quella della censura, della proibizione, del silenzio propri del segreto. Segretoesacrohannolastessaetimologia.Tuttoci,taleetimologia,nonhanullaache vedere con il mysterion auges, poich mistero via che porta alla sapienza, e ci che essaviahadiesclusivo,misterioso,inaccessibile,nonstanelsuoesseretabonelsuoessere protettadaunsegreto.Voleteconoscerelanticomottodeimisteridellaluce?eccolo: SigeNekrois,MysteriaEpoptais.

Soloquellideipiccolimisterieranotenutialsilenzio.Ilveroepopta,ilveroveggente, insomma,haildiritto,edildovere,diparlare,certodelfattochesoloCHIDEGNOpotr capire il vero senso, il vero mistero delle sue parole. Tutti gli altri non capiranno, o ne coglieranno solo una parte, dove coglierne una parte significa non capire, visto che la totalit, o completezza, componente irrinunciabile della toria della illuminazione. E chi non capir, finir sempre con il traviare il messaggio originario nella sua perfezione, o conilfraintenderlo,vedendoinessounmalecheessononha.Manoisappiamochetuttoci fapartedelgioco:perunochecapisce,edagiscediconseguenzaperpetuandolOrdinedegli Illuminati,millefraintendono,edagisconodiconseguenza,facendonascerepartitipolitici, religioni,associazionidivarianatura,edunmilionedimentica.Questalaproporzione: ci significa che, in un mondo come lattuale, popolato di sette miliardi di persone, vi possonoessere7000illuminativeri,settemilacivette:enonpoco!.Laverit?laLVXdella illuminazionefuocochebruciaedacceca:soloiforti,sologlieroi,possonosopportarnela vista,senzafuggireviaterrorizzati,osenzaconsiderarlocomecosadannosa.Citiamoqui,in proposito,unanticacanzone: Ecosapocoapoco tornofarfallasemplicettaalfoco. enelfallacesguardo unaltravoltamiconsumoedardo. Ah,qualepiagadamor! quantosicurapitantomensana. Ognifaticavana quandofupuntogiovinettocore dalprimoedolcestrale. Chispegneanticoincendioilfaimmortale. QuestalIlluminazione,conlaImaiuscola,comebensapevanoirinascimentaliitaliani,che sonocolorochehannofattorinascereinoccidentegliantichimisteridellaluce. Pochi dunque possono avere la forza di spegnere lantico incendio. Tantissimi non si sentirannomaiattrattidalfoco,pochi,dopoaverloincontrato,fuggirannovia,pochissimi andranno oltre, ed indosseranno la corona dalloro degli epopti. Il prezzo da pagare per ottenere la grande libert, quella libert che in oriente si chiama moksa, assai alto. Biasimerestevoilastragrandemaggioranzaperchessanonhaquestocoraggio?perquesto sarebbe assurdo pretendere che tutti, nel mondo, giungessero alla illuminazione. E per questolereligionisonounsicuroeplacidoportopertutticolorochetemonoilcaloredella fiamma.Nostrocompitononmai,dunque,quellodicombatterelereligioni:noinonsiamo, n saremo mai, degli utopisti. Questi ultimi sono sognatori, prigionieri di una illusione al pari degli ignari. Lutopia degli ideologici per loro quel che la religione per gli ignari: dogma indiscutibile. Noi non siamo cos, la nostra mente aperta, e noi non viviamo di

convinzioniincrollabili,poichsappiamochelenostreconvinzioni(anchenoineabbiamo, ineluttabilmente)sonosoggetteaconfutazioneeverifica,dapartedellastoria:noisappiamo che il processo dellapprendimento, della ESPERIENZA, non giunge mai a conclusione, e che,banalmente,nonsifiniscemaidiimparare,ediricredersi.Ebbene,nostrocompitonon vaneggiare di una societ senza religioni. Nostro compito, da quando il mondo esiste, quello di sorvegliare le religioni, sapendo che, prima o poi, esse, per quanto buone, ed in buonafedesiano,degenerano,edaentesalvifico,eportatoredipaceesperanza,perimeno coscienti,diventanostrumentodioppressione,ecausadiignoranza,edidecadimentodella civilt.Quandociaccade,quando,ciclicamente,unritopositivodiventafontedimaleper lacivilt,nostrodovereintervenire.Cossemprestato,cossempresar.Iritinascono, crescono,epoipassano.Sololascholalucisresta,immutabile,perleternit,rinascendoogni volta dalla sue ceneri. Ecco dunque che, come dicevamo allinizio di questo capitolo, non esiste,enonmaiesistitounlibrosacrochecustodiscalaverit.Equestonostrolibronon ha lambizione di diventare tale. Questo nostro libro vuole essere solo una esposizione di alcunifatti,unriscostruireunastoria,edunaenunciazionedialcuniprincipiuniversali,che da sempre sono conosciuti dagli individui intelligenti. Noi vogliamo soltanto fornire a chi sia, per natura, votato alla luce, degli spunti, delle indicazioni che servano ad orientarlo nella caotica selva informativa che oggi diventato il mondo della cultura, nel quale si pubblicano milioni di libri, e nel quale, purtroppo, troppo spesso prevalgono, ed hanno successo, quei libri che pi sono capaci di parlare ai sentimenti vili e futili dellanimo umano, quei libri insomma che hanno facile accesso alla componente bestiale degli esseri intelligenti. Si sempre scritto male, ed in maniera mistificatoria, della illuminazione. Ne abbiamoappenaparlato,edabbiamodettochetaleoperadiconsapevolefraintendimento, haunasuaragione.Ilfattochetroppi,oggi,sirivestonodelrangodiilluminati,ecreano associazioni,pubbliche,econpubblicavisibilit(cosachelaveracomunitdegliilluminati non fa mai!) con sommo ludibrio di tutti quegli allocchi (sempre per rimanere nella metafora avicola) che passano la vita a fantasticare su quei grossi magnati, che nessun merito hanno, se non quello di aver lucrato, che si riunisono, periodicamente, in lussuosi alberghi, o castelli, con il massimo della pubblicit, per... decidere delle sorti del mondo. Tuttocipateticaillusione,dapartedichifantasticasuci,edridicolapretesa,daparte diqueitronfichesiatteggianoadarbitrideldestinomondialeRICORDATE:laricchezza spudoratamalsiconiugaconlailluminazione,poichquestultimarichiedesempredelle rinunceabissali,edeisacrificicheconsistonosemprenelpronunciareleternomotto:NON NOBIS!.Chiconserviunistintoutilitaristico,edegocentrico,cheloportiatrarreprofittoper sdallapropriaconoscenza,NONGIUNGEMAIALLAVETTApialtadellailluminazione. Nondimenticatemaituttoci.Poichverochepifacilecheuncammellopassiperla crunadiunago,cheunriccoentrinelregnodeicieli.E,miraccomando:regnodeicieli espressionerituale,tipicanellascuolaacuilautoreditalefraseapparteneva,esignifica: TEMPIO DELLA LUCE. Potete non credermi: siete liberi di farlo. Come per il fuoco: non servechechinestatobruciatoraccontiadaltricosasiprova:essinoncrederanno,perch nonhannoprovato.Edirannochelaveritdicoluichestatobruciatoopinioneche

non inconfutabile, e che pu esser creduta, come possono esserlo tutte le altre opinioni. SOLO CHI HA PROVATO IL FUOCO sa invece cosa esso significhi, e riconoscer sempre i suoi simili, grazie proprio agli argomenti che essi, e solo essi, adoperano. Per questo, parimenti, ogni illuminato che sentir altri usare lespressione regnodeicieli,saprcosaessasignificarealmente:perch c stato.Tuttigli altri,chenonhannoesperito,chenonhannovissutoilbattesimoinacquaefuoco,tuttigli altri che non sono, insomma, essenoi, non sapranno cosa ci significhi realmente, e ne trarrannosolodogmi,edarticolidifede.Beatiipuri(essenoi)perchdiessiilregnodei cieli. Puro pi che mai colui che rinuncia, pronuciando il suo non mihi. La vocazione illuminatistica autentica, ed efficace, solo se comporta un rinunciare a se stessi.Latripliceregolainfatti:1.conoscitestesso,2.vincitestesso,3.rinunciaatestesso. E allora, adempiuto a questi tre dettami, si otterr lilluminazione, con tutti i benefici che essacomporta.Poichilgrandeilluminatosemprepersonachevince,nelmondoreale,e realizza il fine per cui egli nato. La vittoria storica sempre il fine ultimo della illuminazione,ilpremioconcesso,insomma,achihasuperatolaterribileprovadelfuoco.

H H H H

H H

.b. nifesto,np pinmeno odiquesto.Noinonm millantiamo o,qui,di Questo nostrolibrounman morosi, rig guardo a te esori nasco osti, riguard a formu magich o ad do ule he, offrire segreti clam cchiature e congegni capaci di donare po e oteri miraco olosi o t tante altre fantasie apparec pacchia ane.Noiqu uidiciamolaveritsu diunfenomenodase empreepe ersemprefr rainteso, da sem mpre e per sempre mi istificato, d a sempre e per semp strumen e pre ntalizzato dai tanti d dilettan e superf nti ficiali, e dai pochi in m i mala fede. E quel che diremo tra breve non cosa a n inuovo,no sensazionale:noin nonriveliam monientedi oinonscopr riamoniente tedirivoluz zionario. E siamo coscienti di questo. Le cose che stiamo pe scrivere sono note a tanti: tanti che si o e er a occupan nodimistic cismo,edi religioni,ta antichesio occupanod diesoterism mo,esidilet ttanoad indagar sulle societ segrete per non parlare po del mond dei mas re e n oi do ssoni: essile sanno, e queste cose.Ecred donodiess sereisolia saperle.M Manessunod diquellidi icuisopran neparla apertam mente.Esen neparlanonlofaperd direlaverit t.Laverit quellach hesegue: lilll luminazioneunfenom menonatur rale,fisiolog gico,nelluo omo. Essou unametamo orfosichecoinvolgela apsiche,lac coscienza,la apersonalit t,persinoilcorpo, di un in ndividuo, e lo porta a vivere un travaglio interiore, tr e a n ravaglio da cui partor a rir idee nuove, giungendo sempre, ed inevitab o e bilmente, ad elaborare una teor su com va il e ria me mondo ,rivivendo olastoriat tuttadellum manit,in primapersona,giunge endoarico ordarele vitedeg gliuominid delleerepassate,giung gendoallaf fineadimm medesimarsi iconunast tella,per viverne le esplosio e oni, le implosioni, gli oscuramen e le illum nti minazioni c che la portano, nel ciclopiglorioso, adiventare eunasuper rnova.Questalilluminazione.Si innoila irisvegliai memori iadelnostr ropassatoa atavico,poi chnelnos stroDNA conservata anonsololanostra

memoria genetica, ma anche quella storica. Solo che pochi, pochissimi, giungono risvegliarla.GiPlatonechiamavatalefenomenoanamnesis:reminiscenza.Edinambito orientale si parla di reincarnazione noi occidentali la pensiamo in maniera diversa. AnchePlatoneparldimetempsicosi.Rinascerepernoirisorgeredalleceneri,comela Fenice. Cosa significhi tutto questo, il terzo mysterion auges, insegnato nei tempi dellantichit nei grandi misteri, quelli epoptici. Si sono scritti libri a migliaia, su questi argomenti.Siprendaadesempio,unateoriatipicaditantispiritualistinewagecheparla direincarnazionedientiangelicidettiascendedmasters.Noinonci esprimiamoinquei termini. Ed in generale non viviamo esperienze soprannaturali. Il fine della nostra illuminazionepichemaiilproprioperfezionamentopersonale,araggiungereungrado di intelligenza e di consapevolezza il pi possibile alto, al fine di diventare protagonisti storicidelmondo,alfine,insomma,diperfezionarlo,coscomeabbiamoperferzionatonoi stessi. Illuminazione, dicevamo, processo fiosologico, che consiste nel vivere una metamorfosi. I sintomi sono sempre gli stessi: euforia, palpitazioni, stato febbricitante, insonnia, innamoramento. Senza per che vi sia una persona amata. Questa per una delleduefaccedellamedaglia,eriguardaquellefasi,queimomentidellametamorfosiche sono piacevoli, tanto vicini allo stato di grazia, e di estasi di cui parlano i santi, e tutti i mistici. Ma poi vi laltra faccia della luna: laspetto doloroso, terrificante. I momenti di euforiaedigioiasialternanoamomentiincuisivieneassalitidaunsensoditerrore,sivive nellansia,sisoffrediinsonnia,inappetenza,epichemaisitemediaverpersoilcontrollo deipropripensieri,echesiimpazzir.Tuttoquestofisiologico,edavvieneintuttiquelli chehannovissutolalorometamorfosistellare,percosdire:intuttiquellichehannovissuto lalorocrisidiilluminazione.Tuttoquestofisiologico,dicevo,manoncosabanale.Tanti cadono,durantequestopercorso,enongiugonoallameta,metachesoladonalequilibrio,la pace.Lametamorfosidiilluminazione,secondottaatermine,ciportaadiventareintuttoe per tutto unaltra persona. Ma chi non riescce a completare levoluzione, e cade prima, soventerestatuttalavitainquellostadiointermedio,rimamendoprigionierodellepsicosi,o perdendo la ragione, e vivendo in uno stadio che gli psichiatri ritengono patologico, o, in altricasipitristi,piombandonelladisperazione,egiungendoaddirittura,nonsopportando glisconvolgimentichequestametamorfosicomporta,acommetteresuicidio.Noipossiamo dire solo una cosa, in proposito: le stelle hanno il percorso evolutivo segnato, visto che alcune possiedono in s la quantit di energia sufficiente a permettere loro portare a compimentoillorociclometamorfico,altrepossiedonounaquantitdienergiaminore,esi arrestano a stadi intermedi, diventando nane bianche, ad esempio, o stelle dotate di luce minore, ad esempio. Altre formeranno stelle gemelle. Altre ancora brilleranno di luce particolarmente intensa, e diventeranno quasar, ad esempio, altre saranno stelle singole, dotatediunaluminosittaledarenderlestellediriferimento,nellagalassia.Epoi,casopi raro che mai (ne nasce realmente uno ogni 500 anni, nel mondo!), alcune stelle saranno dotateditaleenergiadagiungere,allafinedelloroprocessodiilluminazione,adoscurarsi, diventandobuchineri.Anchequibisognasfatareunmitofasullo:ibuchinerinonsonoenti negativi,essisonoinveceilcentrodellegalassie,essisononellegalassiequelcheilsolenel

sistemasolare:essinesonoilcentroattrattivo,dotatodiforzataledacontrarrelanebulain cui le galassie sono immerse, al punto da generare, in virt di tale sua infinita forza di contrazione,nuovestelle,coaugulandolamateriasparsaerarefattadellanebulacomefail caglioconillatteondecrearnestelle.Stelleche,unavoltacoaugulateadoperadelgrande maestro, osommo potenfice della galassia, vivranno di vita autonoma, o, come si dice, BRILLERANNO DI LUCE PROPRIA. Tutto questo non parlare scientifico e rigoroso, lo sappiamo: noi ci limitiamo soltanto ad offire spunti, e ci adoperiamo a trattare questi argomenti,coslontanidalsensocomune,inmanierailpisemplicepossibile,ancheacosto dibanalizzare,avolte,anchearischiodiapparirebanali,esuperficiali,comesempresono,e nonappaionosoltanto,itantiescrocschevendonoabassoprezzoquestamercecospregiata, pregiatatantodaessereinalienabile.Insomma,setantigiungonoavivereunaesperienzadi illuminazione, tantissimi cadono prima di averla compiuta, e riportano danni che sovente essinonriesconoasanare,nelcorsodellainteravita,alcunimuoionosulcammino,pochi portanoacompimentolametamorfosi,edognunolofainmanieradiversa,chidiventando artista,chiuomopolitico,chisanto,chiuomodispettacolo,chiinfineuomosegreto,che sceglieinsommadivivereunavitaumile,esercitandolapropriafunzionenellanonimatoe nella semplicit della vita quotidiana, senza ricercare la fama, senza farsi personaggio eminente. Ognuno segue, legittimamente, in piena libert, la via che pi gli appropriata, seguendolapropriaindole.Chiscrive,adesempio,sacheglistatoassegnatouncompitoa dirpocoeroico:farrinascerelOrdineinquestodegradatoventunesimosecolociriuscir? perfarlo,bisognaaverelaforzadelbuconero.Sivedr.Soventebastascrivereunlibro,per cambiare la storia. Ma, ovviamente, non tutti i libri hanno questo effetto, nellessere pubblicati: e quelli che vengono concepiti sin dallinizio con lintento di sortir tale effetto, quasisemprefalliscono.Tantivivonounaesperienzailluminativamanonseneaccorgono: essiinterpretanolalorometamorfosicomeunesaurimentonervoso,ounacrisiesistenziale. Pochi infatti giungono ad un livello tale di consapevolezza da portarli a percepire, nel mondo della realt, lesistenza ineffabile della schola lucis, o ecclesia invisibilis, come sovente stata chiamata, in passato. Poi vi sono i vari esoteristi, da un lato, ed i tanti massoni, dallaltro, che queste cose le studiano, senza viverle direttamente sulla propria persona. Questi sono pianeti che non brillano di luce propria. Nessuno nega che non possano esistere esoteristi o massoni illuminati. Il fatto che assai difficile riuscire a far brillare chi crede di possedere gi la luce, e non si accorge che solo luce riflessa! Lilluminazionefenomenofisiologico,raroaverificarsi,mapartedellanaturaumana, parte della biologia umana, insomma. Cos come tutti vivono linnamoramento, cos come tuttivivonoilpiacerecorporale,etanteesperienzedipiacerecorporaleliformano,facendoli diventare uomini e donne adulte, cos ancora come tutti vivono i loro dolori, che sovente sonotantointensidamutarelorolesistenza,cospossibile,quasipertutti,viverelevento della illuminazione. Lesperienza damore, o di dolore, o di piacere, cosa assai comune. Lesperienzadilluminazionepirara.Essacomportaunsovrumanare. Nelsuoaspettotaldentromifei,

qualsifGlauconelgustardelerba chelfconsortoinmardelialtridi. Trasumanarsignificarperverba nonsiporia;perlessempiobasti acuiesperienzagraziaserba. (DanteAlighieri) Questoancheunpolospiritodiquestonostrolibrochenonpretendecertodiessereuna nuovadivinacommedia!:lesempiobastiacuiesperienzagraziaserba,valeadirechenoi,in questo libro, scriveremo quel tanto che basti a chi predisposto da natura a vivere una esperienzadiilluminazione.Tantinehannovissutauna,enonsenesonoaccorti,perch altri, magari, hanno dato loro a credere che ci che stavano vivendo era cosa negativa, patologica, o frutto di peccato. Tanti psichiatri, sovente, cos come tanti confessori, sovente, sono la rovina dellumanit Per quanto serva tutto ci, avvisiamo sin da ora chechicercasseintuttiimodidivivereunaesperienzadiilluminazione,giungendocome Glauco a mangiare lerba, per cos dire, sappia che corre un rischio che pu essere mortale.LibricomeThedoorsofperceptionhannoinfluenzatogenerazioni.Emiticome Jim Morrison, eroi della via corta, non rappresentano il giusto, vero modello della illuminazione. Se un individuo predisposto a cadere negli eccessi delle droghe, o dellassunzione di sostanze che agiscono in maniera esterna sulla psiche, nessuno potr impedirgli, prima o poi, di dedicarsi a tale sua inciliazione. E noi non siamo dei moralizzatori,chepretendonodiimporreadaltricostumiemodidivivere.Ilnostromotto restasempre: SEGUILATUAVIAOVUNQUEESSATIPORTI poich bisogna essere coerenti con se stessi: chi non riesce ad accettarsi per quello che , vivrunesistenzalacerata.PerquestoletreregoleaureedellOrdinedegliIlluminatisono: 1.conoscitestesso,2.vincitestesso,3.rinunciaatestesso.Tantigiungonoaconoscerese stessi, giungendo cos alla meta propria del punto 1. , quella che si definisice stato di maturit,acquisendounaidentit,eaccettandodiesserequelchesi.Pochigiungonoal puntodivalutaresestessi,dopoessersiconosciuti,scegliendodisottoporsiadelleprove,al fine di mutare la propria natura, la propria personalit, al fine raggiungere un livello di perfezione,orealizzazioneindividualesuperiore.Questoquantoavvienenelpunto2.esi definisce iniziazione. Pochissimi entrano nel punto 3., stadio ultimo, che si definisce cavalierato.Noidiciamo:chipredispostopernatura,adiveniredipendentedasostanze cheagisconosullapsiche,sappiache,qualoraeglisiabbandoniataledipendenza,perder inmanierairrimediabilelacapacitdidiscernerecheesclusivadellilluminatonaturale, che brilla di luce propria, e che non brilla.. della luce di quel sole che tutti i drogati hannovistonellelorocrisilacrisi eroicatuttaltracosa.Ebbene,coloroche, conosciuti se stessi, hanno accettato lidea di essere predisposti alluso di stimolanti, possonovinceresestessi,mutandolaproprianatura,pertrovarequelsolenaturaleche

nasce internamente alla psiche, senza che essa venga fatta piombare nelloblio e nellincoscienza. Ricordate voi tutti una cosa: il vero obiettivo, il sommo grado della illuminazione,consistenelCONTROLLO.Chiricercainvecelaperditadelcontrollononfa altro che ricercare la propria dissoluzione, ed autodistruzione. Quindi teorici della illuminazione artificiale come colui che ha scritto the doors of perception sono solo un tipo particolare di corruttori e di mistificatori. Parlando in maniera mitica: due sono i numitutelarideltempiodellailluminazione:ApolloedAtena.Ildiodellarazionalit,ela deadellintelletto.Ildiodellamusica,edellispirazionelirica,eladeadellingegno,edella sapienza.Dioniso,Ade,elinvidiosoNettunoabitanoinaltredimore.Liberi,voitutti,di visitare quei luoghi, se la vostra coscienza vi conduce l. Ma non chiamate quei luohi tempio della luce, poich in essi di luce ve n poca, e vi regna un tipo di sapienza che, seppurdegna,portaavenerarelirrazionale,ilcaotico,loesotericonelsensodelteriodella parola,lostranoemeraviglioso,ilmonstruum.Noiamiamoilbello,laperfezione,ela vittoria. In una parola: noi amiamo lordine. Per questo non siamo dipendenti da sostanze. Tuttavia non siamo degli asceti, che rinunciano al corpo: esiste un trantrismo occidentale. Ma di questo non parleremo, nel presente libro. Quindi, coloro che si accontentanodivarcareleportedellapercezione,allaricercadiallucinazioni,cheseguano pure la loro strada, ovunque essa li porti. Noi Illuminati vogliamo invece varcare le porte dellaimmaginazione,allaricercadellavisionesuprema,dellincontrodirettocondio,alfine diottenerelatrasumanazione,chepoteresommodellamente,cheCONTROLLO. Osommalucechetantotilevi daconcettimortali,alamiamente riprestaunpocodiquelcheparevi, efalalinguamiatantopossente chunafavillasoldelatuagloria possalasciarealafuturagente ch,pertornarealquantoamiamemoria epersonareunpocoquestiversi, pisiconceperdituavittoria. (D.A.) Non la mia vittoria, ma quella della luce, io cerco. Poich, vincendo nella somma luce che levandosi dai concetti mortali varca the doors of imagination, noi tutti membri della comunit ineffabile vinciamo. Sta a voi se accontentarvi delle porte che quelli come il povero Huxley vi schiudono, con la loro mescalina, o sostanza analoga, o anelare alle portechedasempreepersemprequellicomeDantevispalancano,conilloroSignorAmore. Pubastare,quantoquidetto,insedepreliminare.Quandosiscriveunlibrocheambiscead essere esposizione, non si finisce mai di inserire premesse, avvertenze, e , purtroppo, entrare in medias res sempre opera lunga e laboriosa. Le premesse sono indispensabili, anche se rischiano sempre di annoiare il lettore, scoraggiandolo sovente a continuare la

lettura, in attesa che la trattazione si faccia pi avvincente. Io vi dico soltanto: abbiate la pazienzadileggere,meticolosamente,questenostreistanzepreliminari,poichessesono propedeuticheaquantoseguir,coscomeipreliminari,nellavitaamorosa,sonoquelliche rendono pi gioioso ed esaltante il seguito. Se si legge uno dei tanti catechismi massonici oggipubblicati,visitrovanosempre,nelleprimepagine,dichiarazionicomeleseguentinoi non siamo come quel tale che fond una scuola, ed affisse allentrata il cartello con scritto qui si trovalaverit.Lamassonerianonpromettelasapienzaelaveritaisuoiapprendistiecosvia. LOrdine degli Illuminati non si maschera dietro certe forme di ipocrisia, tipiche dello spirito massonico, che noi pur rispettiamo, conoscendone ed accettandone i suoi limiti congeniti.Anchediquestoparleremo,inseguito.Tuttaviaquestonostrolibrononvuole essere vangelo della illuminazione, ma solo, ripetiamo, manifesto dellordine, che, come ognimanifestochesirispetti,hafunzionefondativa,o,inquestocaso,rifondativa,vistoche lOrdinedeglIlluminati,dasempreepersempre,rinascedalleproprieceneriognivoltache lumanit ricade nelloblio. Noi quindi diciamo che la verit esiste, esiste insomma una autenticaveritanapodittica,chepuesserecoltadallintelletto,purchessosiapreparato adessa,purchessogiungaallasommavisione.Etalesommavisione,chelucemetafisica, presente in tutti noi. E pu esser fatta rinascere, in noi, pu esser risvegliata, purch lo si desideri realmente, intensamente, sinceramente. E le porte del tempio della luce non sono chiuse, come quelle dei massoni. Per accedere al nostro tempio non c bisogno di fare domanda, e di essere valutati, o ritenuti degni. Come disse un tempo Ges di Nazareth, nessuno indegno. E se vi sono tanti massoni che credono, pretendono di poter riservare lusodisimboli,sudicuiessicredonodiaverelesclusiva,soloacolorocheessiritengono degni,perchappartenentiauncetosociale,operchgiudicativirtuosiebbene,sevi sono degli indegni, tali sono proprio coloro che credono di poter chiudere le porte del tempioadaltri,rendendoriservatocicheRESPUBLICA,patrimonioditutti.Ilfinedi questapremessaquelladifar capireallettorechepossibileperchiunquegiungerealla illuminazione, poich la metamorfosi di luce nasce naturalmente in ogni uomo. Essa pu verificarsi, se lo si desidera, e se si accetta, responsabilmente, di vivere tutti i pericoli, i travagli,eleesaltazionicheessaporta.Ilgioco,inquesticasi,valesemprelacandela,mava tenutopresenteaquestoservonolepremesse,adavvertireilettorideirischicheeglicorre nelproseguirenelcamminointrapresochepochi,varcatalasoglia,giungonopoiallameta, e tanti invece si perdono per strada. Lilluminazione una fiamma che aspetta di essere accesa, ed fiamma che ogni essere umano possiede in s, latente. Fino a quando una scintillanonvengaadinnescarelaterribilereazione. Iocredoperlacumechiosoffersi delvivoraggio,chisareismarrito, seliocchimieidaluifosseroaversi. Emiricordachiofuipiardito perquestoasostener,tantochigiunsi lapettomiocolvaloreinfinito.

Ohabbondantegraziaondiopresunsi ficcarlovisoperlaluceetterna, tantochelavedutaviconsunsi. (D.A.) IlritodellIlluminazionerinacque,nelmondomoderno,conquesteparolediDante. ETUTTOILRESTOLETTERATURA. c. INHOCSIGNOVINCES Magdaleine Nonsaichisonoelanimanascondi Efremelatuapelleselasfiora Lamiamano.Nonsaichisonoeindaghi Conqueituoiocchicristalliniilnome Chelamiaboccaalsensotuonondice. Nonsaichisonoelanimasisporge Atedagliocchieperlasmaniavibra. Latuainsaziataseteormaisopita Sepoltanellacoltredeltuorito, Edinfeltritainconsuetudinarie Cerimonie.Haismarritoilmionome Econessosapienza,luceevita. Rimpiangiiltuosignoreeinvanovaghi Perstradeevallietucosmicerchi Enonmitrovimentretumiinvochi. Mortomipiangienonmivedivivo, Nonsaichiiosonoadesso,etinascondi. (S.S.) Esaurita la trattazione delle questioni preliminari, giungiamo finalmente a parlare del simbolo