You are on page 1of 7

January 2nd, 2013

Published by: TheGoodly

THE GOODLY - I DOMINATORI DEL COMPUTER SINTESI 71-80
This eBook was created using the Zinepal Online eBook Creator. Use Zinepal to create your own eBooks in PDF, ePub and Kindle/Mobipocket formats. Upgrade to a Zinepal Pro Account to unlock more features and hide this message. Alternativa sono le applicazioni/programmi stand-alone quindi quelli portabili che non necessitano d’installazione. Un unico file o come un insieme di file e/o cartelle, senza la necessità di essere installate all’interno del tuo sistema operativo. Se vuoi rimuovere dal sistema operativo un programma che non utilizzi più, lo devi disinstallare. Per un programma stand-alone sarà sufficiente cancellarlo come un qualsiasi altro file.Se è installato allora dovrai rimuoverlo. La procedura è semplice. Clicca su “Start” e poi individua “Pannello di controllo”. Dalla finestra che si presenta, individua la voce “Programmi e funzionalità” e cliccaci sopra. Entrerai nell’area in oggetto. La lista dei programmi si evidenzierà. Ora dovrai individuare il programma che devi rimuovere. Cliccaci sopra col pulsante destro e poi di nuovo su “Disinstalla”. Fatto ciò, inizierà il processo di disinstallazione del programma che porterà alla rimozione dello stesso dal tuo sistema operativo.

GUIDA AL COMPUTER – SINTESI LEZIONI 71-80
January 2nd, 2013

Bentornato/a Goodlier. La decade è terminata e quindi spalmiamo il riepilogo. L’installazione dei programmi I programmi si configurano come una serie d’istruzioni che permettono al computer di eseguire dei compiti. Memorizzati su un CD/DVD, disco rigido, pendrive ,ecc. come un singolo file pesante pochi KB fino ad una serie di cartelle e file che possono raggiungere valori di GB. Si possiamo dividere in due famiglie: 1. Installabili 2. Portabili I priminecessitano di essere installati all’interno del sistema operativo;i secondipossono essere avviati direttamente dal supporto dove risiedono. Lo scopo dell’installazione è trasferire il contenuto del programma all’interno della partizione dove è installato il sistema operativo. Viene eseguita una procedura con cui avviene la scrittura dei file all’interno del O.S. e del suo registro. Ha inizio cliccando sul file d’installazione indicato con il suffisso “.exe” o “.msi” Questo file è in grado d’installare ciò per cui è stato creato. Se è stato creato per installare dei driver ti permetterà di pilotare la periferica a cui è strettamente correlato. Se è stato creato per installare un programma, ti permetterà di utilizzare l’applicazione che hai deciso d’installare. Nella procedura d’installazione una serie di schermate che sorveglierai e con le quali interagirai si susseguirà. Segui sempre questi due processi operativi: • Esegui l’installazione personalizzata anche per i programmi banali ed apparentemente innocui ancorché gratuiti • Controlla/leggi ogni passo (schermata) che si presenta durante il processo d’installazione

La procedura non ha dei canoni standard, ma non si distaccherà di molto da questa sequenza. Se tutto procede correttamente al termine avrai notificata l’avvenuta rimozione e cliccando sul pulsante di chiusura terminerà il processo. Il normale utilizzo di un computer prima o poi prevede che esso sia connesso ad internet. Cos’è internet? Una rete di computer a livello mondiale. Una connessione tra tutti i computer che accedono ad un servizio. Un complesso sistema di trasmissione dati collegati a più nodi (server = computer centrale) che ne permettono il trasferimento bidirezionale. Ogni operazione eseguita nell’ambito di internet è attuabile grazie a programmi nati per eseguire quel determinato compito. Ad esempio: • Browser per navigare • Client di posta elettronica • Programmi FTP • File Manager Come accedo ad internet?
1

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

January 2nd, 2013

Published by: TheGoodly

Non è sufficiente il solo computer. Esso deve possedere internamente o esternamente uno o più dispositiviche ti permettano di accedere alla rete. Questi dispositivi sono una scheda di rete Ethernet, modem/ router, telefonino, internet key, ma ancora non basta. Per poter accedere ad internet devi rivolgerti ad un intermediario chiamato Provider il quale ti garantirà, l’accesso alla rete dietro pagamento. Come navigare? Essa è la rappresentazione digitale delle lettere o cartoline. Per poter usufruire di tale servizio devi possedere: 1. Un dispositivo smartphone,ecc informatico: Computer, tablet,

2. Una connessione ad internet 3. Un account (profilo) di posta elettronica 4. Eventuale client (programma) di posta elettronica Avvia un programma che ti permetta di navigare su internet. Nella zona in alto del programma, trovi una casella rettangolare in cui poter scrivere qualcosa. Questa casella è chiamata barra degli indirizzi. Scrivi delle parole chiave per eseguire una ricerca tramite il motore predefinito nel browser oppure digita l’indirizzo di un sito per collegarti direttamente ad esso. Ogni computer connesso alla rete viene etichettato dal provider, che ti consente l’accesso, con un numero univoco. Solo il tuo computer in quel momento lo possiede tra tutti quelli connessi ad internet. Questo numero è chiamato indirizzo IP. Quando digiti un indirizzo (URL) di un sito, nella barra relativa, il browser si collega ad un determinato computer (indirizzo anch’esso univoco) in cui risiede quel determinato sito. La stringa del sito ha di norma questa tipologia: www.nomesito.dominio oppure http://nomesito.dominio Il prefisso “www” indica World Wide Web, mentre “http” sta per Hypertext Transfer Protocol. Il nome del sito è deciso dal detentore dello stesso (proprietario) mentre il suffisso/ dominio è riferito a varie cose come la nazione, l’attività, l’organizzazione, ecc. Può avere molti tipi di dominio: • .it • .com • .org • .net • .info • .eu Parliamo ora dell’ufficio postale virtuale. Cos’è la posta elettronica?
Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats. 2

Per avere un account devi rivolgerti a dei fornitori che mettono a disposizione gratuitamente o a pagamento la creazione di un indirizzo di posta elettronica ed uno spazio virtuale di casella di posta elettronica. La tua cassetta della posta virtuale. In essa verranno recapitati i vari messaggi (Email – Electronic mail = Posta elettronica appunto) e che tu leggerai. Scegli uno o più provider e registrati. Di seguito in mini elenco a cui puoi accedere per creare un indirizzo Email: • Hotmail o Live La struttura di un indirizzo Email è così costituita: Parametro nome @ provider.dominio Il parametro nome e la scelta della password per accedere al servizio sono di tua competenza. È possibile che col tempo tu possa dimenticarti della password di accesso. I provider prevedono il recupero tramite una procedura. Come decidere il fornitore? Se dovrai utilizzare il servizio come la maggior parte degli utenti, scegli ad occhi chiusi. Non perderei molto tempo nella selezione a meno che tu debba effettuare qualche specifica operazione. Posso farne a meno?

January 2nd, 2013

Published by: TheGoodly

Ne siamo talmente dentro che spesso per accedere ad un servizio è fondamentale inserire un indirizzo Email valido. Ecco ciò che ti consente fare un indirizzo Email: • Sottoscriverti a newsletter • Iscriverti a Forum • Gestire un contocorrente online • Gestire un account nelle compravendite (tipo Ebay) • Gestire un conto virtuale e/o prepagate • Accedere a servizi di pubblica utilità I.N.P.S., Poste, ecc. • Accedere, prenotare e gestire prestazioni mediche e risultati analisi • Creare/gestire un sito/blog • Creare/gestire spazi web • Iscriverti ai vari social network • Inviare/ricevere fax dal tuo computer • Accedere ai servizi di giochi online • Pagamenti utenze e tasse • Richiedere/ricevere preventivi • Acquistare assicurazioni sulla vita, casa, veicoli, motoveicoli, ecc. • Gestire negozi online • Molto, molto altro Come consulto e invio Email? Lo puoi fare in due modi: 1. Tramite il sito del provider 2. Tramite un programma (client) di posta elettronica Puoi accedere al sito del provider, accreditarti sul tuo account e cliccare sul pulsante relativo alla posta in arrivo. Tutte le Email ricevute saranno elencate. Se ti necessita rispondere ad un’Email, individua il pulsante “Rispondi” (in inglese reply) e cliccaci sopra. Scrivi il testo e poi seleziona “Invia messaggio”. Per scrivere un messaggio ex novo cerca un pulsante tipo “Crea messaggio”, “Nuovo messaggio”, “Scrivi messaggio” o cose del genere. Nel campo destinatario inserisci l’indirizzo relativo; nel campo oggetto scrivi pochi caratteri/parole per descrivere il tema del messaggio (ad es. saluti, info, invio documenti, ecc.) scrivi ora il testo nella sezione centrale ed invia. Se devo inviare un’Email a molti? Per inviare la stessa Email a più destinatari puoi utilizzare i campi definiti con le sigle “Cc” (Carbon copy: per conoscenza) e “Ccn” o “Bcc” (Blind carbon copy: per conoscenza nascosta). In questi campi potrai scrivere tutti gli indirizzi Email degli altri destinatari ai quali spedirai il tuo contenuto. La differenza nei due sta nel fatto che utilizzando il primo campo, ogni destinatario ricevendo il messaggio potrà visionare gli indirizzi Email di tutti gli altri, mentre il secondo campo impedirà la lettura di tali indirizzi. Tutta la procedura di lettura ed invio è replicabile utilizzando un programma (client) di posta elettronica che installerai sul tuo sistema operativo. Alcuni per la cronaca: • Windows live mail • Mozilla-Thunderbird • Outlook della suite Office • Opera browser Per utilizzare tali programmi devi configurarli con le impostazioni che rileverai sul sito del tuo provider nella sezione “configura account di posta”. Dovrai anche inserire il tuo indirizzo e la tua password.

Una volta configurato il client, potrai leggere i tuoi messaggi e successivamente rispondere e/o cancellarli. Sia nel tuo account del sito che nel programma di posta elettronica è presente una sezione dedicata alla posta indesiderata etichettata come “spam”. I provider hanno un loro database dinamico che aggiorna la lista di mittenti che col tempo sono stati considerati più o meno correttamente come spam. L’etichetta di spam viene attaccata ai server e/o mittenti che continuamente inviano, a valanga e senza essere stati esplicitamente richiesti dal destinatario, messaggi inutili con scopi pubblicitari o richiesta di contatti.

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

3

January 2nd, 2013

Published by: TheGoodly

Per trasferire i file verso i supporti ottici devi utilizzare un processo chiamato masterizzazione. Cos’è la masterizzazione?

La scrittura di dati su un supporto di memorizzazione ottico eseguito tramite un software ed un hardware. I dati quindi vengono scritti (registrati) su un supporto, come CD/DVD/ Blu-Ray, tramite un dispositivo chiamato masterizzatore sfruttando un raggio laser che incide (brucia) la superficie del supporto stesso. Come masterizzo un supporto? Semplificando oltremisura le fasi sono: • Inserire il disco nel masterizzatore • Avviare il programma di scrittura • Selezionare i file da copiare nel supporto • Avviare la masterizzazione Esistono programmi molto semplici e leggeri che eseguono il processo di masterizzazione senza badare troppo alle finezze. La funzione integrata nel sistema operativo esegue proprio tale sequenza. Nell’utilizzare applicazioni esterne a Windows potrai selezionare impostazioni più o meno determinanti. Il minimo sindacale rappresenta la possibilità di impostare il tipo di sessione se in unica o multisessione, selezionare i file da masterizzare e la rapidità di scrittura indicata con un numero seguito dalla lettera X. Così 4X ha una velocità di circa 4 volte il normale. La velocità di masterizzazione è molto importante. Se troppo rapido, alcuni lettori potrebbero non essere in grado di leggere correttamente i file fino a rendere inutilizzabile il disco. Se per qualsiasi ragione il processo di masterizzazione venisse interrotto esso potrebbe senz’altro essere replicato ma il disco, già iniziato (parzialmente scritto/bruciato), di fatto viene reso inutilizzabile a meno di eventi straordinari. La finalizzazione del disco

Nell’atto finale del processo il programma esegue un’operazione chiamata chiusura del disco. In pratica esegue la finalizzazione in modo tale che il supporto sia considerato finito impedendo la scrittura di ulteriori dati. Avrai realizzato un disco a sessione unica. Se il programma prevede la possibilità di non chiudere il supporto, lasciandolo aperto entrerai nel campo della creazione di dischi multisessione. Ciò permette di scrivere (copiare, masterizzare) in fasi successive sul supporto finché non deciderai di chiuderlo. Il file immagine

Il file immagine rappresenta un singolo file che viene memorizzato sul disco rigido e che contiene tutte le informazioni (dati) che poi dovranno essere masterizzate su un disco. Il processo è bidirezionale. Possedendo un file immagine lo puoi trasferire su un disco. Da un disco con dei dati (programma, documenti, video, ecc) è possibile creare un file immagine da conservare. Al suo interno è presente tutto in contenuto della fonte, che in questo caso è proprio il supporto ottico. Potrai fare “n” copie del disco stesso come fosse una copia di sicurezza.Una volta che hai un file immagine potrai esplorarlo con i programmi dedicati, ma soprattutto potrai testarne il contenuto con un lettore virtuale!

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

4

January 2nd, 2013

Published by: TheGoodly

guasto o per scelta. Lo scopo di questo upgrade è quello di riparare un eventuale guasto o migliorare caratteristiche e prestazioni della macchina. Quello più classico è l’aggiornamento software (di programmi). Si ottiene potenziando, sostituendo in parte o totalmente il precedente software. Un aggiornamento software può avvenire limitatamente ad alcune funzioni dello stesso o in maniera imponente con il cambio di versione del programma. Gli aggiornamenti software possono riguardare: • Il Sistema operativo • I Driver delle periferiche • I Programmi installati Nelle impostazioni del lettore potrai “montare” il file immagine, ossia caricare (trasferire, spostare) quel file che hai creato prima e che potrai consultare liberamente aprendo Esplora Risorse come fosse un CD/DVD fisico che inserisci nel lettore reale del PC. Accedendo al contenuto, da Esplora Risorse, lo visionerai totalmente e qualsiasi formato dei file esso contenga, lo potrai utilizzare premesso che sia installato il programma per la sua gestione. Se fosse un file avviabile (bootable) lo potresti utilizzare anche all’interno di una macchina virtuale per poter testare l’installazione di un sistema operativo prima di installarlo realmente sul tuo computer. Quali programmi scelgo? Direi come punto di partenza di rivolgerti a programmi gratuiti a meno di necessità particolari, che quindi ricercherai nello specifico. Ecco una piccola lista di operazioni che probabilmente ti troverai ad eseguire nella masterizzazione: • Creare un file immagine da disco (iso, nrg, bin, mds, udf, ecc) • Creare compilation di dati (documenti, foto, mp3, mp4, presentazioni, email, ecc) • CD/DVD Audio (cda) • CD/DVD Video (vob o Blu-Ray) • Copiare un disco • Cancellare un disco Ti piace rimanere aggiornato? Gli aggiornamenti di un programma si possono definire come un cambiamento, una modifica, una variazione, un’implementazione di funzioni. Un aggiornamento (upgrade) nel mondo informatico è suddivisibile in due grandi famiglie: 1. Hardware 2. Software Nel primo caso lo possiamo realizzare sostituendo o aggiungendo uno o più componenti al computer o per un • Gli Archivi (database) dei programmi • I Plugin e componenti aggiuntivi dei programmi Come avviene un aggiornamento? Potresti trovare la funzionalità di aggiornamenti automatici o la ricerca degli stessi già attivata. In questo caso il programma stesso controllerà ad ogni suo avvio la presenza di aggiornamenti dal server del produttore e te li notificherà. Se la funzione di ricerca aggiornamenti non è abilitata, potrai decidere autonomamente e manualmente di effettuare tale verifica nei tempi e modi che riterrai opportuni alle tue necessità. Per il sistema operativo Windows 7 per accedere alla sezione dedicata agli aggiornamenti recati nel “Pannello di Controllo” e seleziona “Windows Update”. Da questa sezione potrai determinare e gestire gli aggiornamenti e le impostazioni di ricerca degli stessi.

Per i programmi in genere, la funzionalità di ricerca degli aggiornamenti è posizionata normalmente nelle “Impostazioni avanzate” del programma, nelle “Opzioni”, nella sezione “Aiuto” o “Informazioni su…”, ma non è sempre riscontrabile questa informazione. L’effettivo aggiornamento avverrà con lo scaricamento (download) della nuova versione del software via internet, attraverso la connessione al server del produttore o fornitori alternativi. È necessario aggiornare? In generale le linee guida indirizzano ad una risposta affermativa per la questione sicurezza e per implementare, ma aggiungerei una postilla condizionale. Se il PC è sconnesso dal mondo direi di no, se ne può fare a meno. Manterrai tra l’altro una macchina sempre con prestazioni elevate in quanto non graverai il suo sistema operativo di appesantimenti naturali
5

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

January 2nd, 2013

Published by: TheGoodly

dovuti agli aggiornamenti. C’è da considerare poi l’interazione che tutti gli aggiornamenti attuano nel sistema operativo ed in particolar modo nel suo registro.Può sembrarti strano o inverosimile, ma a volte generano danni. Gli aggiornamenti si realizzano con il download di file. Cos’è un download? L’azione progressiva di ricezione (scaricamento) di materiale informatico (file o gruppi di file) da un dispositivo esterno al computer o da un server (sito). In pratica si configura con l’azione di voler trasferire materiale da un dispositivo fisico (tipo pendrive) o da un sito al proprio computer (disco rigido). La “semplice” navigazione è un download. Infatti le pagine web sulle quali navighi e che verranno visualizzate dal tuo browser sono in realtà bit/byte/Kbyte ed in taluni casi Mbyte, scaricati nel tuo disco rigido. Come si realizza un download?

ma a volte è molto semplice in quanto potrai cliccare col pulsante destro del mouse sulla stessa e dal menù che si genera individuare proprio il pulsante per il salvataggio dell’iimagine nel tuo disco rigido. Altra possibilità è realizzare un fermo immagine dello schermo utilizzando la tastiera premendo il tasto “Stamp R Sist”. Aprendo successivamente un programma di grafica o scrittura e premendo la coppia di tasti “CTRL+V” (azione di incolla), visionerai quanto memorizzato. Successivamente ritaglierai la parte di tuo interesse ed il gioco è fatto. Se invece vuoi salvare la pagina web che stai consultando ti sarà sufficiente recarti nella barra dei menù (in alto) del browser e dal pulsante “File” clicca su “Salva pagina con nome” (o “Salva come”) e dalla finestra che si apre seleziona la modalità/formato di salvataggio. Potrai salvare la pagina web come archivio o file unico (con estensione .mht) o come pagina completa (con estensione .htm o .html) allorché si creerà un file con estensione appena evidenziata ed una cartella contenente i file della pagina stessa (immagini, icone). Se dovessi avere difficoltà potrai comunque selezionare col mouse tutta la porzione della pagina di tuo interesse e poi col copia e incolla potrai trasportare il contenuto in un documento. Un discorso particolare può essere eseguito con i video. Esistono siti che mettono a disposizione opzioni di download semplicemente inserendo in un campo, l’indirizzo della pagina web dove è presente il video da scaricare oppure puoi far uso di programmi di terze parti o plugin o componenti aggiuntivi come scritto poche righe indietro. In estrema ipotesi potresti utilizzare programmi in grado di registrare tutto quanto si vede a schermo e successivamente editarlo con lo stesso o programmi alternativi. Ora il simmetrico del download, definito caricamento dei file (upload). Cos’è un upload?

Se parliamo di un sito web il materiale da poter scaricare potenzialmente può essere: • L’intera pagina pagina • Un’immagine • Materiale multimediale (audio e/o video) • Una presentazione • Un documento • Un programma • Pacchetti di file • Stringhe di codice • Ecc. Il materiale lo puoi ottenere in maniera semplificata ed in maniera limitata se si impedisce o tenta d’impedire il download. Esistono artifici software per inibire azioni di download del materiale presente sulle pagine web, ma chi sa domina nel bene e nel male e se una strategia impedisce qualche azione, esiste una contro strategia per scardinare l’impedimento. Se il materiale è messo a disposizione volutamente dal detentore, troverai dei chiari pulsanti per scaricare lo stesso ed in alcuni casi spiegato dall’editore dell’articolo. Alternativa è utilizzare programmi dedicati o componenti aggiuntivi/plugin per i vari browser. Se hai la necessità di ottenere un’immagine potrai ricorrere a programmi specifici

È la procedura che prevede la trasmissione (invio) di uno o più file da un mittente ad un destinatario. Il processo d’invio di file è chiamato caricamento, in inglese upload. In sintesi dal tuo computer potrai inviare file, di varia natura, via posta elettronica o via server. Se un file è di
6

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

January 2nd, 2013

Published by: TheGoodly

grosse dimensioni dovrai far uso di programmi o piattaforme dedicate al trasferimento di file pesanti. Ricorda che la velocità del flusso di bit dipende da vari parametri come: • Prestazioni del computer • Banda acquistata/disponibile dal provider • Ottimizzazione del computer • Eventuali limitazioni del server Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao Goodlier. Carlo Foto di: Come navigare?

Yanily66

http://www.flickr.com/

photos/yanily66/5813934547/in/photostream/ Cos'è la posta elettronica? - SocialMediaOnlineClasses http:// www.flickr.com/photos/ socialmediaonlineclassescom/6164110943/ Posso farne a meno? – Timsackton Se devo inviare un’Email a molti? – Lukemontague Cos’è la masterizzazione? NightRStar http:// www.flickr.com/photos/ninjanoodles/153893226/ La finalizzazione del disco - twm1340 http://www.flickr.com/ photos/tom-margie/5309973981/ Come si realizza un download? - Nicolas●B http:// www.flickr.com/photos/nicolas-baltenneck/4914565860/ Cos’è un upload? - DLR_de http://www.flickr.com/photos/ dlr_de/5476084104/ Screenshot realizzati da TheGoodly.com

Created using Zinepal. Go online to create your own eBooks in PDF, ePub, Kindle and Mobipocket formats.

7