You are on page 1of 280

Fedora 11 Guida d'installazione

Installazione di Fedora 11 su x86, AMD64, e architetture Intel® a 64 bit

Installazione di Fedora 11 su x86, AMD64, e architetture Intel ® a 64 bit Fedora Documentation
Installazione di Fedora 11 su x86, AMD64, e architetture Intel ® a 64 bit Fedora Documentation

Fedora Documentation Project

Guida d'installazione

Fedora 11 Guida d'installazione Installazione di Fedora 11 su x86, AMD64, e architetture Intel® a 64 bit Edizione 1.0

Autore

Fedora Documentation Project

Copyright © 2009 Red Hat, Inc. and others.

The text of and illustrations in this document are licensed by Red Hat under a Creative Commons Attribution–Share Alike 3.0 Unported license ("CC-BY-SA"). An explanation of CC-BY-SA is available at http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/. The original authors of this document, and Red Hat, designate the Fedora Project as the "Attribution Party" for purposes of CC-BY-SA. In accordance with CC-BY-SA, if you distribute this document or an adaptation of it, you must provide the URL for the original version.

Red Hat, as the licensor of this document, waives the right to enforce, and agrees not to assert, Section 4d of CC-BY-SA to the fullest extent permitted by applicable law.

Red Hat, Red Hat Enterprise Linux, the Shadowman logo, JBoss, MetaMatrix, Fedora, the Infinity Logo, and RHCE are trademarks of Red Hat, Inc., registered in the United States and other countries.

For guidelines on the permitted uses of the Fedora trademarks, refer to https://fedoraproject.org/wiki/ Legal:Trademark_guidelines.

Linux® is the registered trademark of Linus Torvalds in the United States and other countries.

Java® is a registered trademark of Oracle and/or its affiliates.

XFS® is a trademark of Silicon Graphics International Corp. or its subsidiaries in the United States and/or other countries.

All other trademarks are the property of their respective owners.

Fornisce la documentazione per il processo di installazione.

Intestazione

xi

1. Convenzioni del documento

xi

1.1. Convenzioni tipografiche

xi

1.2. Convenzioni del documento

xii

1.3. Note ed avvertimenti

xiii

2. Inviateci i vostri commenti!

xiv

Introduzione

xv

1. Background

xv

1.1. Informazioni su Fedora

xv

1.2. Ottenere più aiuto

xv

2. Informazioni su questo documento

xv

2.1. Scopi

xv

2.2. Pubblico

xv

1. Avvio rapido per esperti

1

1.1. Anteprima

1

1.2. Scaricare i file

1

1.3. Preparazione per l'installazione

2

1.4. Installare Fedora

2

1.5. Eseguire i passi post installazione

2

2. Nuovi Utenti

3

2.1. Come posso scaricare i file di installazione?

3

2.1.1. Da un mirror

3

2.1.2. Da BitTorrent

4

2.2. Di quale architettura è il mio computer?

4

2.3. Quali file devo scaricare?

5

2.4. Come posso creare un supporto Fedora?

6

2.4.1. Realizzare dischi CD e DVD

6

2.4.2. Preparare supporti USB

6

2.5. Cosa fare se non si può scaricare Fedora?

8

2.6. Come avviare il programma di installazione?

8

I. Prima di iniziare

9

3. Fasi necessarie per prepararvi all'installazione 11

3.1. Aggiornare o installare?

11

3.2. L'hardware è compatibile?

11

3.3. Lo spazio sul disco è sufficiente?

11

3.4. E' possibile eseguire l'installazione usando il CD-ROM o il DVD?

11

3.4.1. Metodi di avvio alternativi

12

3.4.2. Creazione di un CD-ROM di installazione

12

3.5. Preparazione per una installazione di rete

13

3.5.1. Preparazione per una installazione HTTP e FTP

14

3.5.2. Preparazione per una installazione NFS

14

3.6. Preparazione per una installazione dal disco fisso

14

4. Elenco specifiche di sistema

17

5. Driver Media per i sistemi Intel® e AMD

19

5.1. Perchè si necessita di un driver media?

19

5.2. Cos'è il driver media?

19

5.3. Come posso ottenere un driver media?

19

Guida d'installazione

 

5.3.1.

Creazione di un dischetto dei driver da un file d'immagine

19

5.4.

Utilizzo di una immagine del driver durante l'installazione

20

II. Il processo di installazione

21

6. Iniziare l'installazione

23

6.1. Il menù di avvio

23

6.2. Installare da una sorgente differente

24

6.3. Verifica dei supporti

24

 

6.3.1. Verificare il Live CD

25

6.3.2. Verifica del DVD

25

6.4. Avviare dalla rete usando PXE

25

6.5. Interfacce grafiche e di testo

26

7. Installazione sui sistemi Intel® e AMD

27

7.1. Interfaccia utente del programma di installazione in modalità grafica

27

 

7.1.1.

Una nota sulle console virtuali

28

7.2. Interfaccia utente del programma di installazione in modalità di testo

28

 

7.2.1.

Uso della tastiera per spostarsi da un menu all'altro

30

7.3. Avvio del programma di installazione

31

 

7.3.1. Avviare il programma d'installazione su sistemi x86, AMD64 e Intel® 64

31

7.3.2. Opzioni di avvio aggiuntive

32

7.4. Scelta del metodo di installazione

34

7.5. Installazione dal DVD/CD-ROM

35

 

7.5.1.

Cosa fare se il CD-ROM non viene rilevato?

35

7.6. Installazione dal disco fisso

36

7.7. Eseguire una installazione di rete

37

7.8. Installazione tramite NFS

38

7.9. Installazione tramite FTP o HTTP

39

7.10. Benvenuti in Fedora

39

7.11. Language Selection

40

7.12. Keyboard Configuration

41

7.13. Installazione del disco fisso

42

7.14. Aggiornamento di un sistema esistente

43

 

7.14.1. Esaminare il passaggio ad una versione superiore

43

7.14.2. Effettuare il passaggio ad una versione successiva usando il programma

di installazione

44

7.14.3.

Aggiornamento della configurazione del boot loader

45

7.15. Network Configuration

46

 

7.15.1.

Configurazione manuale

47

7.16. Configurazione del fuso orario

48

7.17. Impostare la password di root

49

7.18. Disk Partitioning Setup

51

 

7.18.1.

RAID ed altri dispositivi su disco

53

7.19. Advanced Storage Options

53

7.20. Create Default Layout

54

7.21. Partizionamento del sistema

56

 

7.21.1. Display grafico dei dischi fissi

57

7.21.2. La schermata di partizionamento

58

7.21.3. Campi delle partizioni

64

7.21.4. Schema di partizionamento consigliato

64

7.21.5. Aggiunta di partizioni

68

7.21.6. Modifica delle partizioni

71

7.21.7. Cancellare una partizione

71

7.22. Configurazione Boot Loader per x86, AMD64, and Intel® 64

71

7.22.1. Configurazione avanzata del boot loader

74

7.22.2. Rescue Mode

75

7.22.3. Boot loader alternativi

76

7.23. Package Group Selection

76

7.23.1. Installare da repository aggiuntivi

78

7.23.2. Personalizzazione della scelta del software

79

7.24. Prepararsi all'installazione

81

7.24.1.

Prepararsi all'installazione

81

7.25. Installazione dei pacchetti

82

7.26. Installazione terminata

82

8. Troubleshooting dell'installazione su di un sistema Intel® o AMD 83

8.1. Impossibile avviare Fedora

83

 

8.1.1. Problemi di avvio con la scheda RAID

83

8.1.2. Viene visualizzato il segnale di errore 11?

83

8.2. Problemi nell'avvio dell'installazione

84

 

8.2.1.

Problemi nell'avvio dell'installazione grafica

84

8.3. Problemi durante l'installazione

84

 

8.3.1. No devices found to install Fedora Messaggio d'errore

84

8.3.2. Salvare i messaggi di errore traceback senza un supporto rimovibile

85

8.3.3. Problemi con la tabella delle partizioni

85

8.3.4. Uso dello spazio residuo

85

8.3.5. Altri problemi di partizionamento

85

8.3.6. Presenza di errori con Python

86

8.4. Problemi post installazione

87

 

8.4.1.

Avete dei problemi con la schermata grafica di GRUB su di un sistema

basato su x86?

87

8.4.2.

Avvio in un ambiente grafico

87

8.4.3.

Problemi con il sistema X Window (GUI)

88

8.4.4.

Problemi con il crash del Server X e con utenti non-root

88

8.4.5.

Problemi con il login

88

8.4.6.

La vostra RAM non è stata riconosciuta?

89

8.4.7.

La vostra stampante non funziona

90

8.4.8.

Problemi con la configurazione audio

90

8.4.9.

Sospensione di Sendmail/servizio httpd basato su Apache durante

l'avvio

90

III. Opzioni avanzate di installazione

91

9.

Opzioni di avvio

 

93

9.1. Configurare il sistema di installazione nel menù di avvio

93

 

9.1.1. Specificare la lingua

94

9.1.2. Configurare l'interfaccia

94

9.1.3. Aggiornare anaconda

94

9.1.4. Specificare il metodo di installazione

95

9.1.5. Configurazione manuale dei parametri di rete

95

9.2. Abilitare l'acceso remoto al sistema di installazione

95

 

9.2.1.

Abilitare l'accesso remoto con VNC

96

Guida d'installazione

9.2.2. Connettere il sistema di installazione ad un VNC in ascolto (VNC Listener)

 

96

9.2.3. Abilitare l'accesso remoto con telnet

97

9.3. Inviare i file di log (logging) ad un sistema remoto durante l'installazione

97

9.3.1.

Configurare un log server

98

9.4. Automatizzare l'installazione con Kickstart

98

9.5. Migliorare il supporto hardware

99

9.5.1. Aggiungere supporto hardware con driver specifici

100

9.5.2. Aggirare il riconoscimento automatico dell'hardware

101

9.6. Usare le modalità di avvio di manutenzione

102

9.6.1. Caricare la modalità di test della memoria (RAM)

102

9.6.2. Verifica del disco di avvio

102

9.6.3. Avviare il computer in modalità di ripristino

103

9.6.4. Avanzamento di versione del computer

103

10. Installazione senza supporti

105

10.1. Reperire i file di avvio

105

10.2. Modificare la configurazione di GRUB

105

10.3. Avviare l'installazione

106

11. Impostare un server di installazione

107

11.1. Preparazione di cobbler

107

11.2. Preparazione della distribuzione

108

11.3. Mirror di una locazione di rete

109

11.4. Importare la distribuzione

109

11.5. Configurare manualmente un server PXE

110

11.5.1. Impostare il server di rete

110

11.5.2. Configurazione di avvio PXE

110

11.5.3. Aggiunta di host PXE

111

11.5.4. TFTPD

112

11.5.5. Configurare il server DHCP

112

11.5.6. Aggiungere un messaggio di avvio personalizzato

112

11.5.7. Eseguire una installazione PXE

112

12. Installazione tramite VNC

113

12.1. VNC Viewer

113

12.2. Modalità VNC in Anaconda

114

12.2.1. Modo diretto

114

12.2.2. Modo connessione

114

12.3. Installazione usando VNC

115

12.3.1. Esempi di installazione

115

12.3.2. Considerazioni kickstart

116

12.3.3. Firewall Considerations

116

12.4. Riferimenti

117

13. Installazioni kickstart

119

13.1. Cosa sono le installazioni kickstart?

119

13.2. Come eseguire un'installazione kickstart?

119

13.3. Creazione di un file kickstart

119

13.4. Opzioni di kickstart

120

13.4.1.

Esempio di partizionamento avanzato

140

13.5. Package Selection

140

13.6. Script di pre-installazione

141

 

13.6.1.

Esempio

142

13.7. Script di post-installazione

143

13.7.1.

Esempi

143

13.8. Come rendere disponibile un file kickstart

144

13.8.1. Creazione di un supporto d'avvio di kickstart

144

13.8.2. Rendere il file kickstart disponibile sulla rete

145

13.9. Rendere disponibile l'albero di installazione

145

13.10.

Avvio di una installazione kickstart

146

14.

Configuratore di Kickstart

153

 

14.1. Basic Configuration

153

14.2. Metodo di installazione

154

14.3. Boot Loader Options

155

14.4. Informazioni sulla partizione

156

14.4.1.

Creazione delle partizioni

157

14.5. Network Configuration

161

14.6. Autenticazione

162

14.7. Configurazione firewall

162

14.7.1.

Configurazione SELinux

163

14.8. Configurazione display

163

14.9. Package Selection

165

14.10. Script di pre-installazione

166

14.11. Script di post-installazione

168

14.11.1. Ambiente chroot

168

14.11.2. Utilizzo di un interprete

169

14.12.

Salvataggio del file

169

IV. Dopo l'installazione

 

171

15. Firstboot

173

 

15.1. Accettazione licenza

173

15.2. Utente di sistema

174

15.3. Data ed ora

175

15.4. Profilo hardware

178

16. Passi successivi

 

179

 

16.1. Aggiornamento del sistema

179

16.2. Terminare l'aggiornamento a versione superiore

180

16.3. Passare ad un login di tipo grafico

181

16.4. Sottoscriversi a Fedora Announcements and News

182

16.5. Reperire documentazione e supporto

182

16.6. Unitevi alla Comunità Fedora

182

17. Recupero di base del sistema

185

 

17.1. Problemi comuni

185

17.1.1. Impossibile effettuare un avvio di Fedora

185

17.1.2. Problemi hardware/software

185

17.1.3. Root Password

185

17.2. Avvio della modalitá di ripristino

186

17.2.1.

Re-installazione del boot loader

188

17.3. Avvio della modalità utente singolo

188

17.4. Avvio nella modalitá di emergenza

189

Guida d'installazione

18. Aggiornamento del sistema in uso

191

18.1. Scegliere se aggiornare o reinstallare

191

18.2. Aggiornamento del sistema

192

19. Rimozione di Fedora

193

19.1. Fedora è il solo sistema operativo sul computer

193

19.2. Il computer avvia Fedora e un altro sistema operativo

194

19.2.1.

Il computer avvia sia Fedora che un sistema operativo Microsoft

Windows

194

19.2.2. Il computer avvia sia Fedora che Mac OS X

199

19.2.3. Il computer avvia sia Fedora che una diversa distribuzione Linux

199

19.3. Sostituire Fedora con MS-DOS o versioni obsolete di Microsoft Windows

203

V. Appendici tecniche

205

A. Introduzione al partizionamento del disco

207

A.1. Concetti di base sui dischi fissi

207

A.1.1. Non conta ciò che si scrive, ma come lo si scrive

207

A.1.2. Partizioni: ottenere più unità da una sola

209

A.1.3. Partizioni all'interno di partizioni — Panoramica sulle partizioni estese

211

A.1.4. Creazione di spazio per Fedora

212

A.1.5. Schema dei nomi per le partizioni

216

A.1.6. Partizioni ed altri sistemi operativi

217

A.1.7. Partizioni su disco e punti di montaggio

217

A.1.8. Quante partizioni?

217

B. Dischi ISCSI

219

B.1. dischi iSCSI in anaconda

219

B.2. dischi iSCSI durante l'avvio

220

C. Guida alla crittografia del disco

221

C.1. Cosa è la cifratura del dispositivo a blocchi?

221

C.2. Crittografare dispositivi a blocchi usando dm-crypt/LUKS

221

C.2.1. Panoramica di LUKS

221

C.2.2. Come accedere ai dispositivi criptati dopo l'installazione? (Avvio del sistema)

222

C.2.3. Scegliere una buona password

222

C.3. Creazione di dispositivi a blocchi criptati in anaconda

222

C.3.1. Quali tipi di dispositivi a blocchi possono essere cifrati?

223

C.3.2. Limitations of Anaconda's Block Device Encryption Support

223

C.4. Creazione di dispositivi a blocchi cifrati sul sistema installato dopo l'installazione

223

C.4.1. Creazione dei dispositivi a blocchi

223

C.4.2. Opzionale: Riempire il dispositivo con dati casuali

223

C.4.3. Formattare il dispositivo come dispositivo cifrato dm-crypt/LUKS

224

C.4.4. Create a mapping to allow access to the device's decrypted contents

224

C.4.5. Creare filesystem sul dispositivo mappato, o continuare a costruire strutture complesse usando il dispositivo mappato

225

C.4.6. Aggiungere le informazioni di mappatura a /etc/crypttab

225

C.4.7. Aggiungere una voce a /etc/fstab

225

C.5. Compiti comuni post installazione

226

C.5.1. Impostare una chiave generata in modo casuale come metodo aggiuntivo per l'accesso ad un dispositivo cifrato

226

C.5.2. Aggiungere una nuova frase d'accesso al dispositivo preesistente

226

 

C.5.3. Rimozione di una frase d'accesso o chiave da un dispositivo

226

D. Comprensione di LVM

227

E. Il boot loader GRUB

229

E.1. GRUB

229

E.1.1. Processo di avvio di GRUB e x86

229

E.1.2. Caratteristiche di GRUB

230

E.2. Installing GRUB

230

E.3. Terminologia GRUB

231

E.3.1. Nomi dei dispositivi

231

E.3.2. Nomi dei file ed elenchi dei blocchi

232

E.3.3. Il file System root e GRUB

232

E.4. Interfacce di GRUB

233

E.4.1. Ordine di caricamento delle interfacce

234

E.5. Comandi

234

E.6. File di configurazione del menu di GRUB

236

E.6.1. Struttura del file di configurazione

236

E.6.2. Direttive del file di configurazione

237

E.7. Changing Runlevels at Boot Time

238

E.8. Risorse aggiuntive

238

E.8.1. Documentazione installata

238

E.8.2. Siti Web utili

238

E.8.3. Libri correlati

239

F. Processo di avvio, init e spegnimento

241

F.1. Il processo di avvio

241

F.2. Esame dettagliato del processo di avvio

241

F.2.1. Il BIOS

241

F.2.2. Il boot loader

242

F.2.3. Il kernel

243

F.2.4. Il programma /sbin/init

243

F.3. Esecuzione di programmi aggiuntivi durante l'avvio

246

F.4. SysV Init Runlevels

246

F.4.1. Runlevel

247

F.4.2. Utilità dei Runlevel

248

F.5. Arresto del sistema

248

G.

Altra documentazione tecnica

249

H. Contributori e metodi di produzione

251

H.1. Contributori

251

H.2. Metodi di produzione

254

I. Storia revisione

255

Indice analitico

257

Intestazione

1. Convenzioni del documento

Questo manuale utilizza numerose convenzioni per evidenziare parole e frasi, ponendo attenzione su informazioni specifiche.

Nelle edizioni PDF e cartacea questo manuale utilizza caratteri presenti nel set Font Liberation 1 . Il set Font Liberation viene anche utilizzato nelle edizioni HTML se il set stesso è stato installato sul vostro sistema. In caso contrario, verranno mostrati caratteri alternativi ma equivalenti. Da notare: Red Hat Enterprise Linux 5 e versioni più recenti, includono per default il set Font Liberation.

1.1. Convenzioni tipografiche

Vengono utilizzate quattro convenzioni tipografiche per richiamare l'attenzione su parole e frasi specifiche. Queste convenzioni, e le circostanze alle quali vengono applicate, sono le seguenti.

Neretto monospazio

Usato per evidenziare l'input del sistema, incluso i comandi della shell, i nomi dei file ed i percorsi. Utilizzato anche per evidenziare tasti e combinazione di tasti. Per esempio:

Per visualizzare i contenuti del file my_next_bestselling_novel nella vostra directory di lavoro corrente, inserire il comando cat my_next_bestselling_novel al prompt della shell e premere Invio per eseguire il comando.

Quanto sopra riportato include il nome del file, un comando della shell ed un tasto, il tutto riportato in neretto monospazio e distinguibile grazie al contesto.

Le combinazioni di tasti possono essere distinte dai tasti tramite il trattino che collega ogni parte della combinazione. Per esempio:

Premere Invio per eseguire il comando.

Premere Ctrl+Alt+F1 per smistarsi sul primo virtual terminal. Premere Ctrl+Alt+F7 per ritornare alla sessione X-Windows.

Il primo paragrafo evidenzia il tasto specifico singolo da premere. Il secondo riporta due combinazioni di tasti, (ognuno dei quali è un set di tre tasti premuti contemporaneamente).

Se si discute del codice sorgente, i nomi della classe, i metodi, le funzioni i nomi della variabile ed i valori ritornati indicati all'interno di un paragrafo, essi verranno indicati come sopra, e cioè in neretto monospazio. Per esempio:

Le classi relative ad un file includono filesystem per file system, file per file, e dir per directory. Ogni classe possiede il proprio set associato di permessi.

Proportional Bold

Ciò denota le parole e le frasi incontrate su di un sistema, incluso i nomi delle applicazioni; il testo delle caselle di dialogo; i pulsanti etichettati; le caselle e le etichette per pulsanti di selezione, titoli del menu e dei sottomenu. Per esempio:

Intestazione

Selezionare Sistema

lanciare Preferenze del Mouse. Nella scheda Pulsanti, fate clic sulla casella di dialogo mouse per mancini, e successivamente fate clic su Chiudi per cambiare il pulsante primario del mouse da sinistra a destra (rendendo così il mouse idoneo per un utilizzo con la mano sinistra).

Preferenze

Mouse dalla barra del menu principale per

Per inserire un carattere speciale in un file gedit, selezionare Applicazioni

Accessori

selezionare Cerca

del carattere nel campo Cerca e cliccare Successivo. Il carattere ricercato verrà evidenziato nella Tabella caratteri. Fare un doppio clic sul carattere evidenziato per posizionarlo nel campo Testo da copiare, e successivamente fare clic sul pulsante

Incolla dalla barra del

Copia. Ritornare ora al documento e selezionare Modifica menu di gedit.

Mappa carattere dalla barra menu principale. Successivamente,

Trova… dalla barra del menu Mappa carattere, inserire il nome

Il testo sopra riportato include i nomi delle applicazioni; nomi ed oggetti del menu per l'intero sistema;

nomi del menu specifici alle applicazioni; e pulsanti e testo trovati all'interno di una interfaccia GUI, tutti presentati in neretto proporzionale e distinguibili dal contesto.

Corsivo neretto monospazio o Corsivo neretto proporzionale

Sia se si tratta di neretto monospazio o neretto proporzionale, l'aggiunta del carattere corsivo indica un testo variabile o sostituibile . Il carattere corsivo denota un testo che non viene inserito letteralmente, o visualizzato che varia a seconda delle circostanze. Per esempio:

Per collegarsi ad una macchina remota utilizzando ssh, digitare ssh username@domain.name al prompt della shell. Se la macchina remota è example.com ed il nome utente sulla macchina interessata è john, digitare ssh john@example.com.

Il comando mount -o remount file-system rimonta il file system indicato. Per esempio, per rimontare il file system /home, il comando è mount -o remount / home.

Per visualizzare la versione di un pacchetto attualmente installato, utilizzare il comando rpm -q package. Esso ritornerà il seguente risultato: package- version-release.

Da notare la parola in Corsivo neretto — nome utente, domain.name, file-system, pacchetto, versione

e release. Ogni parola racchiude il testo da voi inserito durante l'emissione di un comando o per il testo mostrato dal sistema.

Oltre all'utilizzo normale per la presentazione di un titolo, il carattere Corsivo denota il primo utilizzo di un termine nuovo ed importante. Per esempio:

Publican è un sistema di pubblicazione per DocBook.

1.2. Convenzioni del documento

Gli elenchi originati dal codice sorgente e l'output del terminale vengono evidenziati rispetto al testo circostante.

Note ed avvertimenti

L'output inviato ad un terminale è impostato su tondo monospazio e così presentato:

books

books_tests Desktop1 downloads

Desktop

documentation drafts mss

photos

stuff svn

images notes scripts svgs

Gli elenchi del codice sorgente sono impostati in tondo monospazio ma vengono presentati ed evidenziati nel modo seguente:

package org.jboss.book.jca.ex1;

import javax.naming.InitialContext;

public class ExClient

{

 

public static void main(String args[]) throws Exception

{

 

InitialContext iniCtx = new InitialContext();

Object

ref

= iniCtx.lookup("EchoBean");

EchoHome

home

= (EchoHome) ref;

Echo

echo

= home.create();

System.out.println("Created Echo");

System.out.println("Echo.echo('Hello') = " + echo.echo("Hello"));

 

}

}

1.3. Note ed avvertimenti

E per finire, tre stili vengono usati per richiamare l'attenzione su informazioni che in caso contrario potrebbero essere ignorate.

Nota Bene

Nota Bene

Una nota è un suggerimento o un approccio alternativo per il compito da svolgere. Non dovrebbe verificarsi alcuna conseguenza negativa se la nota viene ignorata, ma al tempo stesso potreste non usufruire di qualche trucco in grado di facilitarvi il compito.

Importante

Importante

Important boxes detail things that are easily missed: configuration changes that only apply to the current session, or services that need restarting before an update will apply. Ignoring a box labeled 'Important' won't cause data loss but may cause irritation and frustration.

Avvertenza

Avvertenza

Un Avvertimento non dovrebbe essere ignorato. Se ignorato, potrebbe verificarsi una perdita di dati.

Intestazione

2. Inviateci i vostri commenti!

Se individuate degli errori di battitura in questo manuale, o se pensate di poter contribuire al suo miglioramento, contattateci subito! Inviate i vostri suggerimenti tramite Bugzilla: http:// bugzilla.redhat.com/bugzilla/ sul componente Fedora Documentation.

Quando inviate un bug report, assicuratevi di indicare l'identificatore del manuale: install-guide

Se inviate un suggerimento per contribuire al miglioramento della guida, cercate di essere il più specifici possibile. Se avete individuato un errore, indicate il numero della sezione e alcune righe di testo, in modo da agevolare la ricerca dell'errore.

Introduzione

Questa guida riguarda l'installazione di Fedora, una distribuzione Linux basata su software libero ed open source. Questo manuale aiuta ad installare Fedora su sistemi desktop, portatili e server. Il sistema di installazione è abbastanza flessibile da usare, anche se non si ha alcuna precedente conoscenza di Linux o di reti di computer. Selezionando le impostazioni predefinite, Fedora fornisce un sistema operativo completo per il desktop, incluse applicazioni per la produttività, programmi d'utilità per Internet e strumenti per il desktop.

Questo documento non riporta in dettaglio tutte le caratteristiche del sistema di installazione.

1. Background

1.1. Informazioni su Fedora

To find out more about Fedora, refer to http://fedoraproject.org/ . To read other documentation on Fedora related topics, refer to http://docs.fedoraproject.org/.

1.2. Ottenere più aiuto

For information on additional help resources for Fedora, visit http://fedoraproject.org/wiki/ Communicate.

2. Informazioni su questo documento

2.1. Scopi

Questa guida aiuta un lettore a:

1. Capire come trovare una distribuzione Fedora online

2. Creare dei dati di configurazione che consentono ad un computer di avviare Fedora

3. Capire ed interagire con il programma di installazione di Fedora

4. Completare configurazioni post installazione di base del sistema Fedora

Altre sorgenti di documentazione This guide does not cover use of Fedora. To learn how

Altre sorgenti di documentazione

This guide does not cover use of Fedora. To learn how to use an installed Fedora system, refer to http://docs.fedoraproject.org/ for other documentation.

2.2. Pubblico

This guide is intended for new and intermediate Fedora users. Advanced Fedora users with questions about detailed operation of expert installation features should consult the Anaconda development mailing list at http://www.redhat.com/archives/anaconda-devel-list/.

Capitolo 1.

Avvio rapido per esperti

Questa sezione offre una breve anteprima dei passi dell'installazione per lettori esperti che hanno fretta di iniziare. Si noti che nei seguenti capitoli della guida appariranno molte note di spiegazione e suggerimenti utili. Se si verificasse un problema durante il processo di installazione, consultare il capitolo appropriato nella guida completa per l'aiuto.

Solo per esperti This section is intended only for experts. Other readers may not be

Solo per esperti

This section is intended only for experts. Other readers may not be familiar with some of the terms in this section, and should move on to Capitolo 2, Nuovi Utenti instead.

1.1. Anteprima

La procedura di installazione è semplice e consiste solo di pochi passi:

1. Scaricare i file per creare i supporti o un altra configurazione avviabile.

2. Preparare il sistema per l'installazione.

3. Avviare il computer ed eseguire il processo di installazione.

4. Riavviare ed eseguire la configurazione post installazione.

1.2. Scaricare i file

Fare uno dei seguenti passi:

Verificare i download I download potrebbero fallire per svariati motivi. Verificare sempre lo sha1sum dei

Verificare i download

I download potrebbero fallire per svariati motivi. Verificare sempre lo sha1sum dei file scaricati.

1. Scaricare l'immagine ISO per una immagine Live. Creare un supporto CD dal file ISO utilizzando l'applicazione che si preferisce. Si può inoltre usare il pacchetto livecd-tools per scrivere l'immagine su altri supporti avviabili come dischi flash USB. Per installare la distribuzione sul disco fisso, usare la scorciatoia sul desktop dopo aver effettuato l'accesso.

2. Scaricare le immagini ISO per la distribuzione completa su CD o DVD. Creare i supporti CD o DVD dai file ISO utilizzando l'applicazione che si preferisce, o salvando le immagini su una partizione Windows FAT32 o Linux ext2/ext3.

3. Scaricare l'immagine boot.iso per il CD di avvio minimale o per il disco flash USB. Scrivere l'immagine sul supporto appropriato per creare il dispositivo avviabile. Il supporto di avvio non contiene pacchetti ma deve puntare ad un disco fisso o repository online per completare l'installazione.

4. Scaricare l'immagine netinst.iso per un CD di avvio di dimensioni ridotte. Scrivere l'immagine su un supporto fisico appropriato per creare un supporto avviabile.

Capitolo 1. Avvio rapido per esperti

5. Download the vmlinuz kernel file and the initrd.img ramdisk image from the distribution's isolinux/ directory. Configure your operating system to boot the kernel and load the ramdisk image. For further information on installation without media, refer to Capitolo 10, Installazione senza supporti.

For information on setting up a network boot server from which you can install Fedora, refer to Capitolo 11, Impostare un server di installazione.

1.3. Preparazione per l'installazione

Fare il backup dei dati utente che si necessita preservare.

Ridimensionamento Partizioni The installation program provides functions for resizing ext2, ext3, ext4, and NTFS formatted

Ridimensionamento Partizioni

The installation program provides functions for resizing ext2, ext3, ext4, and NTFS formatted partitions. Refer to Sezione 7.21, «Partizionamento del sistema» for more information.

1.4. Installare Fedora

Boot from the desired media, with any options appropriate for your hardware and installation mode. Refer to Capitolo 9, Opzioni di avvio for more information about boot options. If you boot from the Live CD, select the "Install to Hard Disk" option from the desktop to run the installation program. If you boot from minimal media or a downloaded kernel, select a network or hard disk resource from which to install.

Seguire tutti i passi del programma di installazione. Il programma di installazione non cambia il sistema finché non si darà la conferma finale per procedere. Riavviare il sistema quando l'installazione sarà finita.

1.5. Eseguire i passi post installazione

Dopo il riavvio del sistema, verranno mostrate le opzioni di configurazione aggiuntive. Fare le modifiche appropriate al sistema e procedere alla schermata di login.

Capitolo 2.

Nuovi Utenti

This chapter explains how to get the files you need to install and run Fedora on your computer. Concepts in this chapter may be new, especially if this is your first free and open source operating system. If you have any trouble with this chapter, find help by visiting the Fedora Forums at http:// www.fedoraforum.org/.

Link di download To follow a Web-based guide to downloading, visit http://get.fedoraproject.org/ . For guidance

Link di download

To follow a Web-based guide to downloading, visit http://get.fedoraproject.org/ . For guidance on which architecture to download, refer to Sezione 2.2, «Di quale architettura è il mio computer?».

2.1. Come posso scaricare i file di installazione?

Il Fedora Project distribuisce Fedora in molti modi, la maggior parte dei quali sono gratuiti e reperibili tramite internet. Il metodo più comune di distribuzione è tramite supporti CD e DVD. Sono disponibili differenti tipi di supporti CD e DVD, inclusi:

• Un set completo di software installabile da supporto DVD

• Immagini Live che si possono utilizzare per provare Fedora ed installarlo sul sistema se si desidera

• CD minimale di avvio ed immagini di dispositivi flash USB che consentono l'installazione tramite connessione internet

• Codice sorgente su supporti DVD

Molti utenti desiderano sia l'immagine Live che il set completo del software installabile su DVD o

CD. L'immagine di avvio ridotta è ottimale per l'utilizzo tramite una connessione veloce ad internet

e se si desidera esclusivamente installare Fedora su un computer. I dischi di codice sorgente non

vengono usati per l'installazione di Fedora, ma sono risorse utili per gli utenti esperti e gli sviluppatori di software.

Download dei supporti Gli utenti con una connessione ad internet a banda larga possono scaricare

Download dei supporti

Gli utenti con una connessione ad internet a banda larga possono scaricare le immagini ISO di CD e DVD o immagini di dispositivi flash USB. Una immagine ISO è una copia completa del disco in un formato adatto per la scrittura direttamente su un CD o DVD. Una immagine di disco flash USB è una copia di un intero disco in un formato adatto per la scrittura diretta su un supporto flash USB.

For more information on burning CDs and DVDs, refer to Sezione 2.4, «Come posso creare un supporto Fedora?».

Il software Fedora è disponibile per il download in modo gratuito in molti modi.

2.1.1. Da un mirror

To find the freely downloadable distributions of Fedora, look for a mirror . A mirror is a computer server open to the public for free downloads of software, including Fedora. Mirrors offer both free open

Capitolo 2. Nuovi Utenti

source software and closed source software. To locate a mirror, visit http://mirrors.fedoraproject.org/ publiclist using a Web browser, and choose a server from the list. The web page lists mirrors by geographic location. Mirrors geographically closer to you are ideal for faster downloading speeds.

I mirror pubblicano il software Fedora sotto una gerarchia di cartelle ben organizzata. Per esempio, la distribuzione Fedora 11 compare normalmente nella cartella fedora/linux/releases/11/.

Questa directory contiene una cartella per ogni architettura supportata da quella versione di Fedora.

I file dei supporti CD e DVD appaiono all'interno di tale cartella, in una cartella chiamata iso/. Per esempio, è possibile trovare il file per la distribuzione DVD di Fedora 11 per x86_64 in fedora/

linux/releases/11/x86_64/iso/F-9-x86_64-DVD.iso.

2.1.2. Da BitTorrent

BitTorrent è un modo per scaricare informazioni in cooperazione con altri computer. Ogni computer

che coopera nel gruppo scarica pezzi di informazione in un particolare torrent da altri peer del gruppo.

I computer che hanno terminato il download di tutti i dati in un torrent rimangono nello sciame per

fare il seed oppure per fornire i dati ad altri peer. Se si scarica utilizzando BitTorrent, come cortesia si dovrebbe tenere in seed il torrent per inviare lo stesso quantitativo di dati scaricati.

If your computer does not have software installed for BitTorrent, visit the BitTorrent home page at http://www.bittorrent.com/download/ to download it. BitTorrent client software is available for Windows, Mac OS, Linux, and many other operating systems.

You do not need to find a special mirror for BitTorrent files. The BitTorrent protocol ensures that your computer participates in a nearby group. To download and use the Fedora BitTorrent files, visit http:// torrent.fedoraproject.org/.

Immagini minime di avvio I CD e le immagini di dischi flash USB di avvio

Immagini minime di avvio

I CD e le immagini di dischi flash USB di avvio minimi non sono disponibili tramite BitTorrent.

2.2. Di quale architettura è il mio computer?

Releases are separated by architecture, or type of computer processor. Use the following table to determine the architecture of your computer according to the type of processor. Consult your manufacturer's documentation for details on your processor, if necessary.

Produttore del processore e modello

Tipo di architettura per Fedora

Intel (eccetto Atom 230, Atom 330, Core 2 Duo, Centrino Core2 Duo e vintage Xeon recenti); AMD (eccetto Athlon 64, Athlon x2, Sempron 64 e Opteron); VIA C3, C7

i386

Intel Atom 230, Atom 330, Core 2 Duo, Centrino Core 2 Duo e Xeon; AMD Athlon 64, Athlon x2, Sempron64 e Opteron; Apple MacBook, MacBook Pro e MacBook Air

x86_64

Apple Macintosh G3, G4, G5, PowerBook e altri modelli non-Intel

ppc

Tabella 2.1. Processore e tipi di architetture

Quali file devo scaricare?

Se non si è sicuri del tipo di processore che possiede il computer, scegliere i386 . i386.

i386 funziona per molti dei computer compatibili con Windows

The exception is if your computer is a non-Intel based Apple Macintosh. Refer to Tabella 2.1, «Processore e tipi di architetture» for more information.

Le architetture del processore Intel Atom variano

The N and Z Series Atom processors are based on the i386 architecture. The 230 and 330 Series Atom processors are based on the x86_64 architecture. i386 architecture. The 230 and 330 Series Atom processors are based on thex86_64 architecture. Refer to http:// ark.intel.com/cpugroup.aspx?familyID=29035 for more details.

2.3. Quali file devo scaricare?

Si hanno differenti opzioni per scaricare Fedora. Leggere le opzioni di seguito per decidere quale è la migliore.

Each file available for download in a Fedora distribution includes the architecture type in the file name. For example, the file for the DVD distribution of Fedora 11 for x86_64 is named Fedora-11-x86_64- DVD.iso. Refer to Sezione 2.2, «Di quale architettura è il mio computer?» if you are unsure of your computer's architecture.

1.Distribuzione completa su DVD

Se si dispone di parecchio tempo e di una connessione ad internet veloce e si desidera avere una più ampia scelta di software sul supporto, scaricare la versione completa su DVD. Una volta scritto il DVD, il supporto sarà avviabile ed includerà il programma di installazione. La versione DVD contiene una modalità per effettuare operazioni di ripristino sul sistema Fedora in caso di emergenza. Si può scaricare la versione su DVD direttamente da un mirror, oppure tramite BitTorrent.

2.Immagine Live

Se si vuole provare Fedora prima di installarlo sul computer, scaricare la versione immagine Live. Se il computer supporta l'avvio da CD o USB, si può avviare il sistema operativo senza effettuare nessun cambiamento al disco fisso. L'immagine Live fornisce inoltre un icona sul desktop Installa su Disco. Se il sistema si giudica positivamente e si desidera installarlo, basta semplicemente attivare la sezione per copiare Fedora nel disco fisso. Si può scaricare l'immagine Live direttamente da un mirror oppure utilizzando BitTorrent.

3.Supporto di avvio minimo

Se si dispone di una connessione veloce ad internet ma non si vuole scaricare l'intera distribuzione, è possibile scaricare una piccola immagine di avvio. Fedora offre immagini per un ambiente di avvio minimo su CD. Una volta avviato il sistema con il media minimale, è possibile installare Fedora direttamente tramite internet. Anche se questo metodo richiede ancora il download di una significativa quantità di dati tramite internet, saranno comunque molto meno della dimensione del supporto della distribuzione completa. Una volta terminata l'installazione, sarà possibile aggiungere o rimuovere software sul sistema come si desidera.

Capitolo 2. Nuovi Utenti

Dimensioni del download Installare il software predefinito per Fedora tramite internet richiede più tempo rispetto

Dimensioni del download

Installare il software predefinito per Fedora tramite internet richiede più tempo rispetto all'immagine Live ma meno tempo rispetto all'intera distribuzione su DVD. Gli attuali risultati dipendono dal software che si è scelto e dalle condizioni di traffico di rete.

La tabella seguente spiega dove trovare i file desiderati su un sito mirror. Sostituire arch con l'architettura del computer su cui va installato.

Tipo di supporto

Locazioni dei file

Distribuzione completa su DVD

fedora/linux/releases/11/Fedora/arch/iso/

Fedora-11-arch-DVD.iso

immagine Live

fedora/linux/releases/11/Live/arch/iso/

Fedora-11-arch-Live.iso, fedora/linux/releases/11/

Live/arch/iso/Fedora-11-KDE-arch-Live.iso

Supporto CD di avvio minimo

fedora/linux/releases/11/Fedora/arch/os/images/

boot.iso

Tabella 2.2. Individuare i file

2.4. Come posso creare un supporto Fedora?

E' possibile trasformare i file ISO di Fedora in dischi CD o DVD. E' possibile trasformare i file ISO Fedora Live in dispositivi USB avviabili, così come in CD o DVD.

2.4.1. Realizzare dischi CD e DVD

To learn how to turn ISO images into CD or DVD media, refer to http://docs.fedoraproject.org/readme- burning-isos/.

2.4.2. Preparare supporti USB

Per rendere avviabile un supporto USB, usare una immagine Fedora Live. Si può usare sia un sistema Windows che Linux per rendere il dispositivo USB avviabile.

La scrittura dell'immagine USB non è distruttiva La scrittura dell'immagine USB non è distruttiva .

La scrittura dell'immagine USB non è distruttiva

La scrittura dell'immagine USB non è distruttiva. Qualsiasi dato presente nel supporto non sarà compromesso.

It is always a good idea to back up important data before performing sensitive disk operations.

Per iniziare, assicurarsi di avere spazio libero sufficiente sul supporto USB. Non è necessario partizionare o formattare il supporto. E' sempre una buona idea salvare i dati importanti prima di eseguire operazioni sensibili su disco.

Preparare supporti USB

2.4.2.1. Creazione immagine USB da Windows

1. Download a Live ISO file as explained in Sezione 2.3, «Quali file devo scaricare?».

2. Download the Windows liveusb-creator program at http://fedorahosted.org/liveusb-creator.

3. Seguire le istruzioni fornite sul sito e nel programma liveusb-creator per creare un supporto USB avviabile.

2.4.2.2. Creazione di immagini USB in Linux

I supporti USB spesso sono nella forma di dispositivi flash a volte chiamati pen drive, penne USB o

chiavette; oppure come un disco rigido esterno. Quasi tutti i supporti di questo tipo sono formattati con

il filesystem vfat. E' possibile creare un supporto USB avviabile su supporti formattati come ext2, ext3 o vfat.

ext4 and Btrfs

Il bootloader GRUB non supporta il file system ext4 o Btrfs. Non è possibile creare supporti USB GRUB non supporta il file system ext4 o Btrfs. Non è possibile creare supporti USB avviabili su supporti formattati come ext4 o Btrfs.

Supporto USB insolito In pochi casi di supporti USB formattati o partizionati in modo strano la scrittura dell'immagine

In pochi casi di supporti USB formattati o partizionati in modo strano la scrittura dell'immagine potrebbe fallire.

1. Download a Live ISO file as shown in Sezione 2.3, «Quali file devo scaricare?».

2. Installare il pacchetto livecd-tools sul sistema. Per i sistemi Fedora, usare il seguente comando:

su -c 'yum -y install livecd-tools'

3. Collegare il dispositivo USB.

4. Trovare il nome del dispositivo per il supporto USB. Se il supporto ha un nome di volume, cercare il nome in /dev/disk/by-label oppure usare findfs:

su -c 'findfs LABEL="MyLabel"'

Se il supporto non ha un nome di volume, oppure non lo si conosce, consultare il file log /var/ log/messages per i dettagli:

su -c 'less /var/log/messages'

5. Usare il comando livecd-iso-to-disk per scrivere l'immagine ISO sul supporto:

su -c 'livecd-iso-to-disk the_image.iso /dev/sdX1'

Capitolo 2. Nuovi Utenti

Sostituire sdX1 con il nome della partizione del dispositivo USB. Molti dispositivi flash e dischi rigidi esterni utilizzano una sola partizione. Se si è cambiato questo comportamento o si ha un supporto mal partizionato, sarà necessario consultare altre risorse per l'aiuto.

2.5. Cosa fare se non si può scaricare Fedora?

If you do not have a fast Internet connection, or if you have a problem creating boot media, downloading may not be an option. Fedora DVD and CD distribution media is available from a number of online sources around the world at a minimal cost. Use your favorite Web search engine to locate a vendor, or refer to http://fedoraproject.org/wiki/Distribution.

2.6. Come avviare il programma di installazione?

Per avviare il programma di installazione dal supporto di avvio minimale, una immagine Live oppure il DVD di distribuzione, seguire questa procedura:

1. Spegnere il computer.

2. Disconnect any external FireWire or USB disks that you do not need for installation. Refer to Sezione 7.18.1.3, «Dischi FireWire ed USB» for more information.

3. Inserire il supporto nel computer e accenderlo.

You may need to press a specific key or combination of keys to boot from the media, or configure your system's Basic Input/Output System, or BIOS, to boot from the media. On most computers you must select the boot or BIOS option promptly after turning on the computer. Most Windows-compatible computer systems use a special key such as F1, F2, F12, or Del to start the BIOS configuration menu. On Apple computers, the C key boots the system from the DVD drive. On older Apple hardware you may need to press Cmd +Opt+Shift+Del to boot from DVD drive.

Configurare il BIOS Se non si è sicuri sulle caratteristiche possedute dal proprio computer, o

Configurare il BIOS

Se non si è sicuri sulle caratteristiche possedute dal proprio computer, o su come configurare il BIOS, consultare la documentazione resa disponibile dal produttore dell'hardware. Fornire informazioni dettagliate su specifiche hardware e sulla relativa configurazione va oltre lo scopo del presente documento.

Parte I. Prima di iniziare

Questa parte della Guida all'installazione Fedora copre decisioni che bisogna prendere e risorse che bisogna garantire prima di installare Fedora, esse includono:

• la decisione di avanzare di versione una precedente installazione di Fedora o di installare una nuova copia.

• considerazioni hardware e dettagli hardware di cui si potrebbe avere bisogno durante l'installazione.

• preparare l'installazione di fedora tramite rete.

• preparare i supporti driver.

Capitolo 3.

Fasi necessarie per prepararvi all'installazione

3.1. Aggiornare o installare?

For information to help you determine whether to perform an upgrade or an installation refer to Capitolo 18, Aggiornamento del sistema in uso.

3.2. L'hardware è compatibile?

La compatibilità hardware è particolarmente importante se si ha un sistema più obsoleto o un sistema assemblato personalmente. Fedora 11 generalmente è compatibile con la maggior parte degli hardware nei sistemi assemblati negli ultimi due anni dai maggiori rivenditori. Tuttavia le specifiche hardware variano molto spesso, per questo motivo è molto difficile poter garantire una compatibilità totale con l'hardware.

La lista più recente dell'hardware supportato si può trovare nelle note di rilascio per Fedora 11, disponibile su http://docs.fedoraproject.org/release-notes .

3.3. Lo spazio sul disco è sufficiente?

Nearly every modern-day operating system (OS) uses disk partitions, and Fedora is no exception. When you install Fedora, you may have to work with disk partitions. If you have not worked with disk partitions before (or need a quick review of the basic concepts), refer to Appendice A, Introduzione al partizionamento del disco before proceeding.

Lo spazio su disco usato da Fedora deve essere separato da quello usato da altri sistemi operativi installati sul sistema, come ad esempio Windows, OS/2, oppure da una versione diversa di Linux. Per sistemi x86, AMD64, e Intel® 64, almeno due partizioni (/ e swap) devono essere adibite a Fedora.

Prima di avviare il processo di installazione, è necessario

• avere sufficiente spazio su disco non partizionato 1 per l'installazione di Fedora, o

• essere in possesso di una o più partizioni che possono essere rimosse, e di conseguenza rendere disponibile spazio su disco sufficiente per installare Fedora.

To gain a better sense of how much space you really need, refer to the recommended partitioning sizes discussed in Sezione 7.21.4, «Schema di partizionamento consigliato».

If you are not sure that you meet these conditions, or if you want to know how to create free disk space for your Fedora installation, refer to Appendice A, Introduzione al partizionamento del disco.

3.4. E' possibile eseguire l'installazione usando il CD-ROM

o il DVD?

Esistono diversi metodi per installare Fedora.

Per una installazione dal CD-ROM o DVD sarà necessario avere un CD-ROM o DVD di Fedora 11 e di una unità CD-ROM/DVD da cui sia possibile effettuare l'avvio.

Capitolo 3. Fasi necessarie per prepararvi all'installazione

Your BIOS may need to be changed to allow booting from your DVD/CD-ROM drive. For more information about changing your BIOS, refer to Sezione 7.3.1, «Avviare il programma d'installazione su sistemi x86, AMD64 e Intel® 64».

3.4.1. Metodi di avvio alternativi

CD-ROM/DVD d'avvio If you can boot using the DVD/CD-ROM drive, you can create your own CD-ROM to boot the installation program. This may be useful, for example, if you are performing an installation over a network or from a hard drive. Refer to Sezione 3.4.2, «Creazione di un CD-ROM di installazione» for further instructions.

USB pen drive Se è impossibile eseguire un processo d'avvio dall'unità CD-ROM/DVD, ma è possibile avviare utilizzando un dispositivo USB, come ad esempio una penna USB, allora sarà disponibile il seguente metodo d'avvio alternativo:

Per eseguire una procedura d'avvio utilizzando una penna USB, utilizzare il comando dd per copiare l'immagine diskboot.img dalla directory /images/ sul CD-ROM 1 o DVD. Per esempio:

dd if=diskboot.img of=/dev/sda

Per far funzionare correttamente questo metodo d'avvio, il BIOS deve essere in grado di supportare l'avvio da un dispositivo USB.

3.4.2. Creazione di un CD-ROM di installazione

La cartella images/ sul DVD di installazione contiene il file boot.iso.Questo file è una immagine del disco che è possibile scrivere in un CD ed usare per avviare il programma di installazione. Per usare questo CD d'avvio, il computer deve essere in grado di avviarsi dal lettore CD, e le impostazioni del BIOS devono essere configurate per tale operazione.

Selezionare una opzione per scrivere un CD da una immagine When you burn the boot.iso

Selezionare una opzione per scrivere un CD da una immagine

When you burn the boot.iso image, make sure that you select the option to burn an image file to disc in your CD burning software. The exact wording of this option varies, depending on the software that you use, but should contain the word

"image". Note that not all CD burning software includes this option. In particular, the

CD

burning software built into Microsoft Windows XP and Windows Vista does not offer

this

capability. There are many programs available that add this capability to Windows

operating systems; Infrarecorder is a free and open-source example available from http:// www.infrarecorder.org/.

Preparazione per una installazione di rete

3.5. Preparazione per una installazione di rete

Note Make sure an installation CD (or any other type of CD) is not in

Note

Make sure an installation CD (or any other type of CD) is not in your system's CD/DVD drive if you are performing a network-based installation. Having a CD in the drive may cause unexpected errors.

Il supporto di installazione di Fedora deve essere disponibile per una installazione di rete (tramite NFS, FTP, o HTTP) o per una installazione tramite lo storage locale. Se si sta effettuando una installazione NFS, FTP, o HTTP, seguire le seguenti fasi.

Il server NFS, FTP, o HTTP da usare per l'installazione attraverso la rete, deve essere una macchina separata in grado di fornire i contenuti completi del DVD-ROM d'installazione o dei CD-ROM d'installazione.

 

Note

Il programma d'installazione di Fedora è in grado di controllare l'integrità del supporto d'installazione.

Il programma d'installazione di Fedora è in grado di controllare l'integrità del supporto d'installazione. Funziona con l'ISO su disco fisso, CD / DVD, e con i metodi d'installazione ISO NFS. Si consiglia di testare tutti i supporti d'installazione prima di avviare il processo di installazione, e prima di riportare la presenza di bug relativi all'installazione stessa (numerosi bug sono causati da CD masterizzati in modo non corretto). Per eseguire questa prova, digitare il seguente comando al prompt di boot::

linux mediacheck

 

Note

Nei seguenti esempi, la cartella presente sul server di staging d'installazione che conterrà i file

Nei seguenti esempi, la cartella presente sul server di staging d'installazione che conterrà i file d'installazione, verrà specificata come /location/of/disk/space. La cartella destinata ad essere disponibile al pubblico tramite FTP, NFS, o HTTP, verrà specificata come /publicly/available/directory. Per esempio /location/of/disk/ space potrebbe essere una cartella creata dall'utente e chiamata /var/isos. / publicly/available/directory potrebbe essere /var/www/html/11 per una installazione HTTP.

Per copiare i file dal DVD o dai CD-ROM d'installazione su di una macchina Linux che si comporta come un server di staging di installazione, eseguire le seguenti fasi:

• Creare una immagine iso dal disco d'installazione utilizzando il seguente comando (per i DVD):

dd if=/dev/dvd of=/location/of/disk/space/f11.iso

dove dvd si riferisce al dispositivo del lettore DVD:

Per istruzioni su come preparare una installazione di rete usando i CD-ROM, fare riferimento alle istruzioni sul file README-en nel disk1.

Capitolo 3. Fasi necessarie per prepararvi all'installazione

3.5.1. Preparazione per una installazione HTTP e FTP

Estrarre i file da immagine iso del DVD di installazione o dalle immagini iso dei CD di installazione e posizionarli in una cartella condivisa tramite HTTP o FTP.

Successivamente assicurarsi che la directory sia condivisa tramite FTP o HTTP verificando altresì l'accesso client. è possibile controllare se la cartella è accessibile dal server stesso e quindi da un'altra macchina presente sulla sottorete dalla quale sarà eseguito il processo d'installazione.

3.5.2. Preparazione per una installazione NFS

Per una installazione NFS non sarà necessario montare l'immagine ISO. Per tale scopo sarà sufficiente rendere la stessa immagine iso disponibile tramite NFS. Per eseguire tale operazione spostate le immagini iso nella directory NFS esportata:

• Per DVD:

mv /location/of/disk/space/f11.iso /publicly/available/directory/

• Per CD-ROM:

mv /location/of/disk/space/f11-disk*.iso /publicly/available/directory/

Assicurarsi che la directory /publicly/available/directory sia esportata tramite NFS utilizzando una voce in /etc/exports.

Per eseguire un processo di esportazione su di un sistema specifico:

/publicly/available/directory client.ip.address(ro,no_root_squash)

Per eseguire un processo d'installazione su tutti i sistemi, utilizzate una entry simile alla seguente:

/publicly/available/directory *(ro,no_root_squash)

Avviare il demone NFS (su di un sistema Fedora, utilizzare /sbin/service nfs start). Se NFS è in esecuzione, ricaricare il file di configurazione (su di un sistema Fedora utilizzare /sbin/service nfs reload).

3.6. Preparazione per una installazione dal disco fisso

Le installazioni dal disco fisso richiedono l'utilizzo delle immagini ISO (o CD-ROM/DVD). Una immagine ISO non è altro che un file contenente una copia esatta di una immagine CD-ROM/DVD. Dopo aver posizionato le immagini ISO necessarie (i CD-ROM/DVD binari di Fedora) in una cartella, scegliere di installare dal disco fisso. Quindi indicare al programma di installazione la directory in questione in modo da procedere con l'installazione.

Per preparare il sistema ad una installaziome dal disco fisso, impostare il sistema in uno dei seguenti modi:

• Utilizzo di un set di CD-ROM o di un DVD — Creare i file di immagine ISO da ogni CD-ROM di installazione, o da ogni DVD. Per ogni CD-ROM (o una volta per il DVD), eseguire il seguente comando da un sistema Linux:

dd if=/dev/cdrom of=/tmp/file-name.iso

Preparazione per una installazione dal disco fisso

• Utilizzo immagini ISO — trasferire le suddette immagini sul sistema da installare.

Per evitare spiacevoli inconvenienti, verificare che le immagini ISO siano intatte prima di effettuare una installazione. Per verificare che le immagini ISO siano intatte, usare un programma md5sum (molti programmi md5sum sono disponibili a seconda dei sistemi operativi). Un programma md5sum dovrebbe essere disponibile sulla stessa macchina Linux delle immagini ISO.

 

Note

Il programma d'installazione di Fedora è in grado di controllare l'integrità del supporto d'installazione.

Il programma d'installazione di Fedora è in grado di controllare l'integrità del supporto d'installazione. Funziona con l'ISO su disco fisso, CD / DVD, e con i metodi d'installazione ISO NFS. Si consiglia di testare tutti i supporti d'installazione prima di avviare il processo di installazione, e prima di riportare la presenza di bug relativi all'installazione stessa (numerosi bug sono causati da CD masterizzati in modo non corretto). Per eseguire questa prova, digitare il seguente comando al prompt di boot::

linux mediacheck

In aggiunta, se esiste un file chiamato updates.img nella cartella usata per eseguire l'installazione, questo file viene utilizzato per gli aggiornamenti del programma di installazione anaconda. Consultare il file install-methods.txt presente nel pacchetto RPM anaconda per informazioni dettagliate sui diversi metodi di installazione di Fedora, insieme ai suggerimenti su come apportare gli aggiornamenti al programma d'installazione stesso.

Capitolo 4.

Elenco specifiche di sistema

The installation program automatically detects and installs your computer's hardware. Although you should make sure that your hardware meets the minimum requirements to install Fedora (refer to Sezione 3.2, «L'hardware è compatibile?») you do not usually need to supply the installation program with any specific details about your system.

Comunque, quando si eseguono alcuni tipi di installazioni, alcuni dettagli specifici potrebbero essere utili o essenziali.

• Se si intende usare una struttura di partizioni personalizzata, ricordare:

• Il numero modelli, dimensioni, tipi e interfacce dei dischi collegati al sistema. Per esempio, Seagate ST3320613AS 320 GB su SATA0, Western Digital WD7500AAKS 750 GB su SATA1. Ciò consentirà di identificare i dischi durante il processo di installazione.

• Se si sta installando Fedora come un sistema operativo aggiuntivo su un sistema esistente, nota:

• Il punto di mount delle partizioni presenti sul sistema. Per esempio, /boot su sda1, / su sda2, e /home su sdb1. Questo consente di identificare le partizioni durante il processo di installazione.

• Se si intende installare da una immagine du disco locale:

• The hard drive and directory that holds the image – see Tabella 7.2, «Posizione delle immagini ISO per diversi tipi di partizione» for examples.

• Se si intende installare da una posizione di rete, o installare su un target iSCSI:

• Il marca e numeri di modello degli adattatori di rete sul sistema. Per esempio. Netgear GA311. Ciò consente di identificare gli adattatori quando si configura la rete.

• Indirizzi IP, DHCP, e BOOTP

• Maschera di rete

• Indirizzo IP gateway

• Uno o più indirizzi IP del name server (DNS)

Se uno qualsiasi di questi requisiti di networking, o termini non vi sono familiari, contattate per assistenza, l'amministratore di rete.

• Se si intende installare da una posizione di rete:

• The location of the image on an FTP server, HTTP (web) server, or NFS server – see Sezione 7.9, «Installazione tramite FTP o HTTP» and Sezione 7.8, «Installazione tramite NFS» for examples.

• Se si intende installare su un target iSCSI:

• The location of the iSCSI target. Depending on your network, you might also need a CHAP username and password, and perhaps a reverse CHAP username and password – see Sezione 7.19, « Advanced Storage Options ».

• Se il computer fa parte di un dominio:

Capitolo 4. Elenco specifiche di sistema

• Si dovrebbe verificare che il nome dominio venga fornito tramite il server DHCP. Se non è così, è necessario inserire il nome dominio manualmente durante l'installazione.

Capitolo 5.

Driver Media per i sistemi Intel® e AMD

5.1. Perchè si necessita di un driver media?

Durante il caricamento del programma di installazione di Fedora, potrebbe comparire una schermata la quale richiede l'uso di un driver media. La schermata del driver media viene visualizzata principalmente nei seguenti casi:

• Non ci sono driver disponibili per un pezzo di hardware necessario al procedimento dell'installazione.

• Se si esegue il programma d'installazione tramite linux dd al prompt d'avvio.

5.2. Cos'è il driver media?

Il driver media è in grado di aggiungere supporto sia per hardware supportati che per quelli non supportati dal programma d'installazione. Il driver media può includere un dischetto driver oppure una immagine creata da Red Hat, esso può essere un dischetto o un CD-ROM creato dall'utente tramite immagini del driver trovate su internet, oppure un dischetto o CD-ROM incluso da un rivenditore hardware.

I dischi driver possono essere usati se è necessario accedere ad un dispositivo particolare per installare Fedora. I driver possono essere usati per dispositivi non standard, molto nuovi o poco comuni.

Note Se un dispositivo non supportato non è richiesto per l'installazione di Fedora, continuare con

Note

Se un dispositivo non supportato non è richiesto per l'installazione di Fedora, continuare con l'installazione e aggiungere il supporto per il nuovo componente hardware al termine dell'installazione.

5.3. Come posso ottenere un driver media?

Driver images may be available from a hardware or software vendor's website. If you suspect that your system may require one of these drivers, you should create a driver diskette or CD-ROM before beginning your Fedora installation.

Note È anche possibile usare una immagine del driver tramite un file di rete. Invece

Note

È anche possibile usare una immagine del driver tramite un file di rete. Invece di usare il comando di avvio linux dd, usare il comando linux dd=url, dove url è sostituito da un indirizzo HTTP, FTP, o NFS dell'immagine del driver da usare.

5.3.1. Creazione di un dischetto dei driver da un file d'immagine

Per creare un dischetto driver da una immagine del dischetto driver usando Linux:

1. Inserite un dischetto vuoto e formattato nella prima unità del dischetto.

Capitolo 5. Driver Media per i sistemi Intel® e AMD

2. Nella stessa directory contenente l'immagine del dischetto dei driver, come drvnet.img, digitare dd if=drvnet.img of=/dev/fd0 come root.

Note

Note

Il programma di installazione supporta l'utilizzo di una penna USB per l'aggiunta delle immagini del driver durante il processo d'installazione. Il modo migliore per farlo è quello di montare la penna USB e copiare il driverdisk.img desiderato sulla penna USB. Per esempio:

 

dd if=driverdisk.img of=/dev/sda

Verrà richiesto durante l'installazione, di selezionare la partizione e specificare il file da usare.

5.4. Utilizzo di una immagine del driver durante l'installazione

Se avete bisogno di usare una immagine del driver, per esempio durante una installazione da un

dispositivo PCMCIA oppure durante una installazione NFS, il programma di installazione vi richiederà

di inserire il driver (sotto forma di un dischetto, CD-ROM o nome di un file) quando necessario.

For example, to specifically load a driver diskette that you have created, begin the installation process by booting from the Fedora DVD (or using boot media you have created). For x86-based systems,

at the boot: prompt, enter linux dd if using an x86 or x86-64 system. Refer to Sezione 7.3.1,

«Avviare il programma d'installazione su sistemi x86, AMD64 e Intel® 64» for details on booting the installation program.

Il programma di installazione chiederà di inserire il dischetto del driver. Una volta letto il dischetto, il programma potrà applicare i driver ai componenti hardware rilevati successivamente nel sistema durante il processo di installazione.

Parte II. Il processo di installazione

Questa parte della Guida all'installazione di Fedora descrive il processo d'installazione vero e proprio, dai vari metodi di avvio del programma d'installazione al punto dove il computer deve essere riavviato per terminare l'installazione. Questa parte del manuale include inoltre un capitolo sulla risoluzione dei problemi con il processo di installazione.

Capitolo 6.

Iniziare l'installazione

Annullare l'installazione Per annullare l'installazione è possibile premere Ctrl + Alt + Del oppure spegnere

Annullare l'installazione

Per annullare l'installazione è possibile premere Ctrl +Alt+Del oppure spegnere il computer dall'apposito tasto. È possibile annullare il processo di installazione senza conseguenze in qualsiasi momento prima di selezionare Scrivi i cambiamenti su disco dalla schermata Scrivi partizionamento su disco. Fedora non compie modifiche permanenti sul sistema fino a questo punto. Notare che interrompere l'installazione dopo il partizionamento potrebbe risultare nel lasciare il proprio sistema in uno stato inutilizzabile.

6.1. Il menù di avvio

Il supporto di avvio mostra un menù grafico di avvio con differenti opzioni. Se non viene premuto nessun tasto entro 60 secondi, verrà eseguita l'opzione di avvio predefinita. Per scegliere il predefinito, basta attendere che il timer si azzeri o premere Enter sulla tastiera. Per selezionare una opzione differente dalla predefinita, usare i tasti freccia sulla tastiera e selezionare Enter quando l'opzione corretta viene selezionata. Se si desidera personalizzare le opzioni di boot per una particolare opzione, premere il tasto Tab.

Utilizzo opzioni di avvio For a listing and explanation of common boot options, refer to

Utilizzo opzioni di avvio

For a listing and explanation of common boot options, refer to Capitolo 9, Opzioni di avvio.

Quando si utilizza il supporto Fedora Live, premendo un tasto durante il conto alla rovescia all'avvio per portarsi al menu Opzioni di avvio. Le opzioni di avvio includono:

Avvia

Questa opzione è la predefinita. Se si seleziona questa opzione, solo il kernel e i programmi di avvio verranno caricati in memoria. Questa opzione impiega meno tempo per caricare. Mentre si usano i programmi, essi vengono caricati dal disco, il che richiede più tempo. Questa modalità può essere utilizzata su macchine con memoria totale limitata.

Verifica e avvia

This option lets you verify the disc before you run the Live CD environment. Refer to Sezione 6.3, «Verifica dei supporti» for more information on the verification process.

Test della memoria

This option runs an exhaustive test on the memory on your system. For more information, refer to Sezione 9.6.1, «Caricare la modalità di test della memoria (RAM)».

Avvio da disco locale

Questa opzione avvia il sistema dal primo disco installato. Se questo disco è stato avviato in modo accidentale, utilizzare questa opzione per avviare immediatamente dal disco rigido senza avviare il programma di installazione.

Se si avvia il DVD, il CD di ripristino o il media di avvio minimo, le opzioni del menù di avvio includeranno:

Capitolo 6. Iniziare l'installazione

Installare o aggiornare un sistema esistente

Questa è l'opzione predefinita. Selezionare questa opzione per installare Fedora nel computer usando il programma di installazione grafico.

Installa il sistema con i driver video di base

Questa opzione consente di installare Fedora in modalità grafica anche se il programma di installazione non è in grado di caricare i driver corretti per la scheda video. Se la schermata appare distorta o diventa bianca usando l'ozione Installa o aggiorna un sistema esistente, riavviare il computer e provare questa opzione.

Ripristino del sistema installato

Selezionare questa opzione per riparare un problema con il sistema Fedora installato che impedisce il normale avvio. Anche se Fedora è una piattaforma di calcolo eccezionalmente stabile, è possibile che per problemi occasionali possa non avviarsi. L'ambiente di ripristino contiene programmi di utilità che consentono di risolvere un'ampia gamma di questi problemi.

Avvio da disco locale

(come per il CD live)

Test della memoria

(come per il CD live)

6.2. Installare da una sorgente differente

Tutti i supporti di avvio ad eccezione del DVD presentano un menù che consente di selezionare la sorgente di installazione, come la rete o il disco fisso. Se si sta avviando il DVD della distribuzione e non si desidera installare dal DVD premere Tab dal menù di avvio. Aggiungere uno spazio e l'opzione linux askmethod alla fine della linea che appare sotto il menù.

Si può installare Fedora da immagini ISO conservate su disco fisso, o da rete usando metodi NFS, FTP o HTTP. Gli utenti esperti usano frequentemente questi metodi poiché è spesso più veloce leggere i dati da hard disk o da server di rete che da CD o DVD.

La seguente tabella è un sommario dei differenti metodi di avvio e dei metodi di installazione raccomandati da usare con ognuna:

Metodo di avvio

Installation method

DVD

DVD, rete o disco fisso

CD di avvio minimo o USB, CD di ripristino

Rete o disco fisso

Live CD o USB

Applicazione Installa su disco

Tabella 6.1. Metodi di avvio e metodi d'installazione

Sezione 7.4, «Scelta del metodo di installazione» contains detailed information about installing from alternate locations.

6.3. Verifica dei supporti

Il supporto della distribuzione DVD ed il supporto CD Live offrono una opzione per verificare l'integrità del media. A volte capitano errori di scrittura durante la produzione dei dispositivi CD o DVD con l'equipaggiamento dei computer casalinghi. Un errore in un pacchetto di dati scelto nel programma di

Verificare il Live CD

installazione può causare il fallimento dell'installazione. Per minimizzare le probabilità che errori di dati influenzino l'installazione, verificare il supporto prima dell'installazione.

6.3.1. Verificare il Live CD

Se si avvia da Live CD, selezionare Verifica e avvia dal menù di avvio. Il processo di verifica verrà eseguito automaticamente durante il processo di avvio, e se avrà successo, il Live CD continuerà il caricamento. Se la verifica fallisce, creare un nuovo Live CD usando l'immagine ISO scaricata in precedentenza.

6.3.2. Verifica del DVD

Se si avvia dal DVD della distribuzione Fedora, l'opzione di verifica dei dispositivi appare dopo la scelta di installazione di Fedora. Se la verifica ha successo, il processo di installazione procede normalmente. Se il processo fallisce, creare un nuovo DVD usando l'immagine ISO scaricata in precedenza.

6.4. Avviare dalla rete usando PXE

To boot with PXE, you need a properly configured server, and a network interface in your computer that supports PXE. For information on how to configure a PXE server, refer to Capitolo 11, Impostare un server di installazione.

Configurare il computer per l'avvio dall'interfaccia di rete. Tale opzione è disponibile nel BIOS, in cui potrebbe essere etichettata Network Boot o Boot Services. Una volta che si sarà configurato correttamente l'avvio tramite PXE, il computer può avviare il sistema di installazione Fedora senza alcun altro supporto.

Per avviare un computer da un server PXE:

1. Assicurarsi che il cavo di rete sia inserito. L'indicatore luminoso del connettore di rete dovrebbe essere illuminato, anche se il computer non è acceso.

2. Accendere il computer.

3. Apparirà una schermata di menù. Premere il tasto del numero corrispondente all'opzione desiderata.

Risoluzione dei problemi di PXE

Se il PC non si dovesse avviare dal server netboot, assicurarsi che il BIOS sia configurato per avviarsi come prima opzione dalla corretta interfaccia di rete. Qualche BIOS potrebbe specificare l'interfaccia di rete come possibile dispositivo di avvio, ma non supportare lo standard PXE. Fare riferimento alla documentazione del proprio hardware per ulteriori informazioni.Risoluzione dei problemi di PXE

NIC multipli e installazioni PXE

Alcuni server con più interfacce di rete potrebbero non assegnare eth0 alla prima interfaccia di rete riconosciuta dal BIOS, il che potrebbe causare il tentativo da parte del programma di installazione di utilizzare un'altra interfaccia di rete rispetto a quellaNIC multipli e installazioni PXE

Capitolo 6. Iniziare l'installazione

usata da PXE. Per evitare questo comportamento, usare i seguenti file di configurazione pxelinux.cfg/*:

IPAPPEND 2

APPEND ksdevice=bootif

Le seguenti opzioni di configurazione fanno usare al programma di installazione la stessa interfaccia di rete che usa il BIOS e PXE. Inoltre è possibile usare l'opzione seguente:

ksdevice=link

Questa opzione fa usare al programma di installazione il primo dispositivo di rete che è collegato ad uno switch di rete.

6.5. Interfacce grafiche e di testo

Fedora 11 fornisce installazioni grafiche e in modalità testo. Comunque, l'immagine del programma

di

installazione deve entrare nella RAM oppure essere presente nella memoria locale, come il DVD

di

installazione o il disco Live. Quindi, solo i sistemi con più di 192 MB di RAM o che avviano il DVD

di

installazione o il disco Live possono usare l'installazione grafica. I sistemi con 192 MB di RAM

o meno passeranno automaticamente alla modalità testo del programma di installazione. Notare che bisogna avere almeno 64 MB di RAM per proseguire nell'installazione in modalità testo. Se si preferisce utilizzare l'installazione in modalità testo, digitare linux text alle opzioni di boot: .

Se si dovesse verificare una delle seguenti situazioni, l'installazione utilizzerà la modalità testo:

• Il sistema di installazione non riesce ad identificare l'hardware video sul computer

• Il computer ha meno di 192 MB di memoria

• E' stata selezionata l'installazione in modalità testo dal menù di avvio

Le schermate in modalità testo forniscono molte delle funzioni delle schermate grafiche, sebbene il partizionamento del disco sia semplificato, la configurazione del bootloader e la scelta dei pacchetti sono gestiti automaticamente in modalità testo. Se si sceglie di installare Fedora in modalità testo è possibile comunque configurare il sistema per usare una interfaccia grafica dopo l'installazione.

Uso dell'interfaccia grafica

Installing in text mode does not prevent you from using a graphical interface on your system once it is installed. not prevent you from using a graphical interface on your system once it is installed. If you have trouble configuring your system for graphical interface use, consult other sources for troubleshooting help as shown in Sezione 1.2, «Ottenere più aiuto».

L'installazione richiede almeno 64MB di RAM

Se il sistema ha meno di 64 MB di RAM, l'installazione non continuerà.L'installazione richiede almeno 64MB di RAM

Capitolo 7.

Installazione sui sistemi Intel® e AMD

This chapter explains how to perform a Fedora installation from the DVD/CD-ROM, using the graphical, mouse-based installation program. The following topics are discussed:

• Becoming familiar with the installation program's user interface

• Avvio del programma di installazione

• Scelta del metodo di installazione

• Configurazione del sistema durante l'installazione (lingua, tastiera, mouse, partizionamento, ecc)

• Termine dell'installazione

7.1. Interfaccia utente del programma di installazione in modalità grafica

If you have used a graphical user interface (GUI) before, you are already familiar with this process; use your mouse to navigate the screens, click buttons, or enter text fields.

You can also navigate through the installation using the keyboard. The Tab key allows you to move around the screen, the Up and Down arrow keys to scroll through lists, + and - keys expand and collapse lists, while Space and Enter selects or removes from selection a highlighted item. You can also use the Alt+X key command combination as a way of clicking on buttons or making other screen selections, where X is replaced with any underlined letter appearing within that screen.

Note

Note

If you are using an x86, AMD64, or Intel® 64 system, and you do not wish to use the GUI installation program, the text mode installation program is also available. To start the text mode installation program, press the Esc key while the Fedora boot menu is displayed, then use the following command at the boot: prompt:

 

linux text

Refer to Sezione 6.1, «Il menù di avvio» for a description of the Fedora boot menu and to Sezione 7.2, «Interfaccia utente del programma di installazione in modalità di testo» for a brief overview of text mode installation instructions.

It is highly recommended that installs be performed using the GUI installation program. The GUI installation program offers the full functionality of the Fedora installation program, including LVM configuration which is not available during a text mode installation.

Users who must use the text mode installation program can follow the GUI installation instructions and obtain all needed information.

Capitolo 7. Installazione sui sistemi Intel® e AMD

7.1.1. Una nota sulle console virtuali

Il programma di installazione di Fedora fornisce diverse finestre di dialogo durante il processo di installazione. Sono presenti vari tipi di messaggi diagnostici come la possibilità di accedere ai comandi da un prompt della shell. Il programma di installazione visualizza questi messaggi su cinque console virtuali ed è possibile passare da una schermata all'altra tramite una semplice combinazione di tasti.

Una console virtuale è un prompt della shell in un ambiente grafico, accessibile dalla macchina fisica, non in modo remoto. Si può accedere simultaneamente a console virtuali multiple.

These virtual consoles can be helpful if you encounter a problem while installing Fedora. Messages displayed on the installation or system consoles can help pinpoint a problem. Refer to Tabella 7.1, «Console, combinazioni di tasti e tipo di messaggio» for a listing of the virtual consoles, keystrokes used to switch to them, and their contents.

Generalmente, non è necessario lasciare la console di default (console virtuale #6) per installazioni grafiche, a meno che non si stia cercando di individuare eventuali problemi riguardanti l'installazione.

console

combinazioni tasti

contenuti

1

ctrl+alt+f1

messaggio di installazione

2

ctrl+alt+f2

prompt della shell

3

ctrl+alt+f3

log di installazione (messaggi dal programma di installazione)

4

ctrl+alt+f4

messaggi relativi al sistema

5

ctrl+alt+f5

altri messaggi

6

ctrl+alt+f6

display grafico

Tabella 7.1. Console, combinazioni di tasti e tipo di messaggio

7.2. Interfaccia utente del programma di installazione in modalità di testo

Nota Graphical installation remains the recommended method for installing Fedora. If you are installing Fedora

Nota

Graphical installation remains the recommended method for installing Fedora. If you are installing Fedora on a system that lacks a graphical display, consider performing the installation over a VNC connection – see Capitolo 12, Installazione tramite VNC.

If your system has a graphical display, but graphical installation fails, try booting with the xdriver=vesa option – see Capitolo 9, Opzioni di avvio

The Fedora text mode installation program uses a screen-based interface that includes most of the on-screen widgets commonly found on graphical user interfaces. Figura 7.1, «Installation Program Widgets as seen in Boot Loader Configuration», and Figura 7.2, «Installation Program Widgets as seen in the partitioning screen», illustrate the screens that appear during the installation process.

Il cursore viene utilizzato per selezionare (ed interagire con) un widget particolare. Quando il cursore viene spostato da un widget all'altro, il widget interessato cambierà colore, oppure sarà possibile visualizzare il cursore stesso accanto o sul widget selezionato.

Interfaccia utente del programma di installazione in modalità di testo

Note

While text mode installations are not explicitly documented, those using the text mode installation program can easily follow the GUI installation instructions. However, because text mode presents you with a simpler, more streamlined insatallation process, certain options that are available in graphical mode are not also available in text mode. These differences are noted in the description of the installation process in this guide, and include:Note • customizing the partition layout. • customizing the bootloader configuration. • selecting packages during

• customizing the partition layout.

• customizing the bootloader configuration.

• selecting packages during installation.

Note also that manipulation of LVM (Logical Volume Management) disk volumes is only possible in graphical mode. In text mode it is only possible to view and accept the default LVM setup.

Note

Non tutte le lingue supportate nel'installazione grafica sono supportate in modalità testo. In particolare, le lingue scritte con un set di caratteri diverso dall'alfabeto Latino o Cirillico non sono disponibili in modalità testo. Se si seleziona una lingua scritta con un set di caratteri non supportato in modalità testo, le schermate del programma d'installazione verranno visualizzate in Inglese.Note

d'installazione verranno visualizzate in Inglese. Figura 7.1. Installation Program Widgets as seen in Boot

Figura 7.1. Installation Program Widgets as seen in Boot Loader Configuration

Legenda

1. Finestra — Le finestre (di solito definite finestre di dialogo in questo manuale) compaiono sullo schermo durante l'intero processo di installazione. A volte si sovrappongono; in questi casi è possibile interagire solo con l'ultima finestra visualizzata. Quando la finestra in questione scompare, sarà possibile proseguire con quella posizionata sotto.

Capitolo 7. Installazione sui sistemi Intel® e AMD

2. Casella di controllo — Le caselle di controllo consentono di selezionare o deselezionare un

contenuto. La casella può mostrare un asterisco (selezionata) o vuota (non selezionata). Quando

il cursore si trova all'interno della casella, premere la Barra spaziatrice per selezionare o deselezionare un contenuto.

3. Input di testo — le righe per l'input di testo sono aree dove inserire le informazioni richieste dal programma di installazione. Se il cursore si posiziona su una riga, è possibile inserire e/o modificare le informazioni in quella riga.

inserire e/o modificare le informazioni in quella riga. Figura 7.2. Installation Program Widgets as seen in

Figura 7.2. Installation Program Widgets as seen in the partitioning screen

Legenda

1. Widget di testo — I widget di testo sono aree della schermata dove viene visualizzato il testo.

A volte questi oggetti possono contenerne altri, come le caselle di controllo. Se un oggetto di

testo contiene più informazioni di quante ne possano essere visualizzate, compare una barra

di scorrimento; posizionando il cursore all'interno dell'oggetto, è possibile usare i tasti freccia

Su e Giù per scorrere lungo tutte le informazioni disponibili. La posizione attuale sulla barra di scorrimento è contrassegnata dal carattere #, che si muove in alto e in basso a seconda di dove ci

si trova.

2. Scroll Bar — Scroll bars appear on the side or bottom of a window to control which part of a list or document is currently in the window's frame. The scroll bar makes it easy to move to any part of a file.

3. Pulsante Widget — i pulsanti Widget rappresentano il metodo principale per interagire con il

programma di installazione. Infatti servono per procedere da una finestra all'altra del programma

di installazione, usando i tasti Tab e Invio. I pulsanti possono essere selezionati quando sono

evidenziati.

7.2.1. Uso della tastiera per spostarsi da un menu all'altro

Per spostarsi attraverso i vari menu è sufficiente utilizzare alcune combinazioni di tasti molto semplici. Per il cursore usare i tasti freccia Sinistra, Destra, Su e Giù. Utilizzate il tasto Tab e Shift-Tab per andare avanti o indietro attraverso ogni widget sullo schermo. Nella parte inferiore nella maggior parte delle schermate è visualizzato il riepilogo dei tasti di posizionamento del cursore.

Avvio del programma di installazione

To "press" a button, position the cursor over the button (using Tab , for example) and press Space or Enter . To select an item from a list of items, move the cursor to the item you wish to select and press Enter . To select an item with a checkbox, move the cursor to the checkbox and press Space to select an item. To deselect, press Space a second time.

Premendo F12 vengono accettati i valori impostati e si procede con le domande successive. Perciò equivale a premere il tasto OK.

Warning Non premere alcun tasto durante il processo di installazione (potrebbero verificarsi comportamenti indesiderati),

Warning

Non premere alcun tasto durante il processo di installazione (potrebbero verificarsi comportamenti indesiderati), a meno che non ci sia una finestra di dialogo in attesa di un input.

7.3. Avvio del programma di installazione

To start, first make sure that you have all necessary resources for the installation. If you have already read through Capitolo 3, Fasi necessarie per prepararvi all'installazione, and followed the instructions, you should be ready to start the installation process. When you have verified that you are ready to begin, boot the installation program using the Fedora DVD or CD-ROM #1 or any boot media that you have created.

Note Occasionally, some hardware components require a driver diskette during the installation. A driver diskette

Note

Occasionally, some hardware components require a driver diskette during the installation. A driver diskette adds support for hardware that is not otherwise supported by the installation program. Refer to Capitolo 5, Driver Media per i sistemi Intel® e AMD for more information.

7.3.1. Avviare il programma d'installazione su sistemi x86, AMD64 e Intel® 64

E' possibile avviare il programma di installazione usando uno dei seguenti supporti (a seconda di cosa supporta il sistema):

Fedora DVD/CD-ROM — La macchina supporta una unità DVD/CD-ROM avviabile e si è in possesso di un DVD o di un set di CD-ROM di Fedora.

Avvio CD-ROM — La macchina supporta una unità CD-ROM avviabile e si desidera eseguire una installazione di rete o da disco fisso.

Penna USB — La macchina supporta l'avvio da dispositivi USB.

PXE boot via network — Your machine supports booting from the network. This is an advanced installation path. Refer to Capitolo 11, Impostare un server di installazione for additional information on this method.

To create a boot CD-ROM or to prepare your USB pen drive for installation, refer to Sezione 3.4.2, «Creazione di un CD-ROM di installazione».

Capitolo 7. Installazione sui sistemi Intel® e AMD

Inserire il supporto di avvio e riavviare il sistema. Le impostazioni del BIOS potrebbero aver bisogno di essere cambiate per consentire l'avvio dal CD-ROM o dispositivo USB.

Note Per cambiare le impostazioni del BIOS su un sistema x86, AMD64 o Intel ®

Note

Per cambiare le impostazioni del BIOS su un sistema x86, AMD64 o Intel® 64, guardare le istruzioni fornite sullo schermo alla prima schermata di avvio del sistema. Apparirà una linea di testo che dirà quale tasto premere per entrare nelle impostazioni del BIOS.

Una volta entrati nel programma di impostazione del BIOS, trovare la sezione dove è possibile modificare la sequenza di avvio (boot). Il valore predefinito spesso è C, A oppure A, C (a seconda di dove si desidera avviare se dal disco fisso [C] o da un dischetto [A]). Cambiare questa sequenza in modo che il CD-ROM sia il primo nell'ordine di avvio e che C o A (da dove si avvia normalmente) sia secondo. Con ciò si dice al computer di controllare prima il lettore CD-ROM per supporti avviabili; se non vengono trovati supporti avviabili nel lettore CD-ROM, verrà controllato il disco fisso o il lettore floppy.

Salvare i cambiamenti prima di uscire dal BIOS. Per maggiori informazioni, fare riferimento alla documentazione fornita con il sistema.

Dopo una breve attesa, dovrebbe comparire una schermata contenente il prompt boot:. La schermata contiene informazioni su varie opzioni di avvio. Ogni opzione di avvio ha inoltre una o più schermate di aiuto associate. Per accedere alle schermate di aiuto premere il tasto funzione appropriato come elencato nella linea in basso sullo schermo.

Mentre si avvia il programma di installazione, fare attenzione a due cose:

• Una volta comparsa la schermata boot:, il programma di installazione inizierà automaticamente se non si tocca nulla entro un minuto. Per disattivare questa caratteristica premere uno dei tasti funzione di aiuto (f1, f2, ecc).

• Se si preme un tasto funzione di aiuto (f1, f2, ecc

),

ci sarà un leggero ritardo prima che la

schermata di aiuto venga letta dal supporto di avvio.

Normally, you only need to press Enter to boot. Be sure to watch the boot messages to review if the

Linux kernel detects your hardware. If your hardware is properly detected, continue to the next section.

If it does not properly detect your hardware, you may need to restart the installation and use one of the boot options provided in Capitolo 9, Opzioni di avvio.

7.3.2. Opzioni di avvio aggiuntive

A causa della semplicità nell'eseguire un avvio usando un CD-ROM o DVD ed effettuare una

installazione grafica, talvolta si possono presentare alcune situazioni dove puó essere necessario effettuare un avvio in modo diverso. Questa sezione presenta delle opzioni d'avvio aggiuntive, disponibili per Fedora.

Pe dare le opzioni ad un sistema x86, AMD64 o Intel® 64, usare le istruzioni come fornite nel seguente esempio nel boot loader.

Opzioni di avvio aggiuntive

Note Refer to Capitolo 9, Opzioni di avvio for additional boot options not covered in

Note

Refer to Capitolo 9, Opzioni di avvio for additional boot options not covered in this section.

• Per eseguire una installazione in modalità testo, nel menù di avvio digitare:

linux text

• Le immagini ISO hanno al loro interno un md5sum. Per testare l'integrità del checksum di una immagine ISO, alla schermata di boot dell'installazione digitare:

linux mediacheck

Il programma di installazione chiederà di inserire un CD o di selezionare una immagine ISO da verificare, quindi selezionare OK per eseguire l'operazione checksum. Questa operazione può essere eseguita su qualsiasi CD di Fedora e senza seguire un ordine specifico (per esempio, il CD #1 non deve essere il primo CD da verificare). Si raccomanda di eseguire questa operazione su di un qualsiasi CD di Fedora creato da immagini ISO precedentemente scaricate. Questo comando funziona con i metodi di installazione basati su CD, DVD, da disco fisso ISO, NFS con immagini ISO.

• Also in the images/ directory is the boot.iso file. This file is an ISO image than can be used to boot the installation program. To use the boot.iso , your computer must be able to boot from its CD-ROM drive, and its BIOS settings must be configured to do so. You must then burn the boot.iso file onto a recordable/rewriteable CD-ROM.

• If you need to perform the installation in serial mode, type the following command:

linux console=<device>

Per una installazione in modalità testo, usare:

linux text console=<device>

In the above command, <device> should be the device you are using (such as ttyS0 or ttyS1). For example, linux text console=ttyS0.

Text mode installations using a serial terminal work best when the terminal supports UTF-8. Under UNIX and Linux, Kermit supports UTF-8. For Windows, Kermit '95 works well. Non-UTF-8 capable terminals works as long as only English is used during the installation process. An enhanced serial display can be used by passing the utf8 command as a boot-time option to the installation program. For example:

linux console=ttyS0 utf8

Capitolo 7. Installazione sui sistemi Intel® e AMD

7.3.2.1. Opzioni del kernel

Si

possono fornire delle opzioni al kernel. Per esempio, per applicare aggiornamenti per il programma

di

installazione anaconda da un dischetto floppy inserire:

linux updates

Per una installazione in modalità testo, usare:

linux text updates

Questo comando richiederà di inserire un dischetto che contenga gli aggiornamenti per anaconda. Non è necessario se si stà eseguendo una installazione da rete e le immagini di aggiornamento sono state già sistemate in rhupdates/ sul server.

Dopo aver inserito delle opzioni, premere Invio per avviare utilizzando queste opzioni.

If you need to specify boot options to identify your hardware, please write them down. The boot options are needed during the boot loader configuration portion of the installation (refer to Sezione 7.22, «Configurazione Boot Loader per x86, AMD64, and Intel® 64 » for more information).

For more information on kernel options refer to Capitolo 9, Opzioni di avvio.

7.4. Scelta del metodo di installazione

A questo punto occorre scegliere il metodo di installazione desiderato. Questi sono i metodi disponibili:

DVD/CD-ROM

If you have a DVD/CD-ROM drive and the Fedora CD-ROMs or DVD you can use this method. Refer to Sezione 7.5, «Installazione dal DVD/CD-ROM», for DVD/CD-ROM installation instructions.

Hard Drive

If you have copied the Fedora ISO images to a local hard drive, you can use this method. You need a boot CD-ROM (use the linux askmethod boot option). Refer to Sezione 7.6, «Installazione dal disco fisso», for hard drive installation instructions.

NFS

you are installing from an NFS server using ISO images or a mirror image of Fedora, you can

If

use this method. You need a boot CD-ROM (use the linux askmethod boot option). Refer to Sezione 7.8, «Installazione tramite NFS» for network installation instructions. Note that NFS installations may also be performed in GUI mode.

URL

If

a

tramite FTP o HTTP», for FTP and HTTP installation instructions.

you are installing directly from an HTTP (Web) server or FTP server, use this method. You need

boot CD-ROM (use the linux askmethod boot option). Refer to Sezione 7.9, «Installazione

If you booted the distribution DVD and did not use the alternate installation source option askmethod, the next stage loads automatically from the DVD. Proceed to Sezione 7.10, «Benvenuti in Fedora».

Installazione dal DVD/CD-ROM

Attività CD/DVD Se si avvia Fedora da un supporto di installazione, il programma di installazione

Attività CD/DVD

Se si avvia Fedora da un supporto di installazione, il programma di installazione caricherà il suo stadio successivo da questo disco. Ciò accade senza preoccuparsi di quale metodo di installazione si sceglie, fintanto che non si estrae il disco prima di procedere. Il programma di installazione scaricherà i dati pacchetti dalla sorgente selezionata.

7.5. Installazione dal DVD/CD-ROM

To install Fedora from a DVD/CD-ROM, place the DVD or CD #1 in your DVD/CD-ROM drive and boot your system from the DVD/CD-ROM. Even if you booted from alternative media, you can still install Fedora from CD or DVD media.

The installation program then probes your system and attempts to identify your CD-ROM drive. It starts by looking for an IDE (also known as an ATAPI) CD-ROM drive.

Note To abort the installation process at this time, reboot your machine and then eject

Note

To abort the installation process at this time, reboot your machine and then eject the boot media. You can safely cancel the installation at any point before the About to Install screen. Refer to Sezione 7.24, «Prepararsi all'installazione» for more information.

If your CD-ROM drive is not detected, and it is a SCSI CD-ROM, the installation program prompts you to choose a SCSI driver. Choose the driver that most closely resembles your adapter. You may specify options for the driver if necessary; however, most drivers detect your SCSI adapter automatically.

If the DVD/CD-ROM drive is found and the driver loaded, the installer will present you with the option to perform a media check on the DVD/CD-ROM. This will take some time, and you may opt to skip over this step. However, if you later encounter problems with the installer, you should reboot and perform the media check before calling for support. From the media check dialog, continue to the next stage of the installation process (refer to Sezione 7.10, «Benvenuti in Fedora»).

7.5.1. Cosa fare se il CD-ROM non viene rilevato?

Se si possiede un DVD/CD-ROM (ATAPI) IDE ma il programma d'installazione non è in grado di trovarlo, viene richiesto altresì di specificare il tipo di drive DVD/CD-ROM in possesso, provare il seguente comando d'avvio. Riavviare l'installazione ed al prompt boot: inserire linux hdX=cdrom. Sostituire X con una delle seguenti lettere, a seconda dell'interfaccia utilizzata per il collegamento da parte dell'unità, e della sua configurazione master o slave (conosciute anche come primaria e secondaria):

a — primo controller IDE, master

b — primo controller IDE, slave

c — secondo controller IDE, master

d — secondo controller IDE, slave

Se si dispone di un terzo e/o quarto controller, continuare ad assegnare lettere in ordine alfabetico, passando da un controller all'altro e da master a slave.

Capitolo 7. Installazione sui sistemi Intel® e AMD

7.6. Installazione dal disco fisso

The Select Partition screen applies only if you are installing from a disk partition (that is, if you selected Hard Drive in the Installation Method dialog). This dialog allows you to name the disk partition and directory from which you are installing Fedora.

I file ISO devono essere salvati su un disco fisso che può essere o interno al computer o collegato alla macchina attraverso una porta USB. In aggiunta il file install.img dal quale i file ISO devono essere copiati in una cartella di nome images. Si può utilizzare questa opzione per installare Fedora su computer che non hanno né connessione di rete, né lettore CD o DVD.

Per estrarre il file install.img dalle ISO seguire la procedura:

mount -t iso9660 /path/to/Fedora11.iso /mnt/point -o loop,ro cp -pr /mnt/point/images /path/images/ umount /mnt/point

Before you begin installation from a hard drive, check the partition type to ensure that Fedora can read it. To check a partition's file system under Windows, use the Disk Management tool. To check a partition's file system under Linux, use the fdisk utility.

Impossibile installare da partizioni LVM Non è possibile usare file di ISO su partizioni controllate

Impossibile installare da partizioni LVM

Non è possibile usare file di ISO su partizioni controllate da LVM (Logical Volume Management).

partizioni controllate da LVM (Logical Volume Management). Figura 7.3. Selezione del dialogo di partizione per una

Figura 7.3. Selezione del dialogo di partizione per una installazione dal disco fisso.

Selezionare la partizione contenente i file ISO dalla lista delle partizioni disponibili. I nomi dei dispositivi IDE interno, SATA, SCSI e USB iniziano con /dev/sd. Ogni singolo drive ha la propria lettera, per esempio /dev/sda. Ogni partizione sul drive è numerata, per esempio /dev/sda1.

Inoltre specificare la Cartella contenente l'immagine. Inserire il percorso completo della cartella del drive che contiene i file di immagini ISO. La seguente tabella mostra alcuni esempi di come inserire questa informazione:

Eseguire una installazione di rete

Tipo partizione

Volume

Percorso originale ai file

Cartella da usare

VFAT

D:\

D:\Downloads\F11

/Downloads/F11

ext2, ext3, ext4

/home

/home/user1/F11

/user1/F11

Tabella 7.2. Posizione delle immagini ISO per diversi tipi di partizione

If the ISO images are in the root (top-level) directory of a partition, enter a /. If the ISO images are located in a subdirectory of a mounted partition, enter the name of the directory holding the ISO images within that partition. For example, if the partition on which the ISO images is normally mounted as /home/, and the images are in /home/new/, you would enter /new/.

Usare uno slash interlinea Una voce senza uno slash di interlinea potrebbe causare una installazione

Usare uno slash interlinea

Una voce senza uno slash di interlinea potrebbe causare una installazione non riuscita.

Select OK to continue. Proceed with Sezione 7.10, «Benvenuti in Fedora».

7.7. Eseguire una installazione di rete

Il programma di installazione è utilizzabile via rete e può usare le impostazioni di rete per varie funzioni. Per esempio, si può installare Fedora da un server di rete usando i protocolli FTP, HTTP o NFS. Si può anche dare istruzione al programma di installazione di consultare repository aggiuntivi di software più avanti nel processo.

Se si sta eseguendo una installazione di rete, verrà visualizzata la finestra di dialogo Configura TCP/ IP. Questa schermata richiederà l'indirizzo IP e altri indirizzi di rete. Si può scegliere di configurare gli indirizzi IP e la maschera di rete del dispositivo, tramite DHCP o in modo manuale.

Come impostazione predefinita, il programma di installazione usa DHCP per settare automaticamente le impostazioni di rete. Nel caso in cui si stia usando una connessione via cavo o un modem DSL, un router, un firewall o altro hardware di rete per comunicare con Internet, DHCP è una opzione adeguata. Se la rete non è munita di un server DHCP, bisogna lasciare in bianco la casella denominata Usa la configurazione IP dinamica (DHCP).

Inserire l'indirizzo IP che si utilizza durante l'installazione e premere Invio.

The installation program supports only the IPv4 protocol. Refer also to Sezione 7.15, «Network Configuration» for more information on configuring your network.

7.15, «Network Configuration» for more information on configuring your network. Figura 7.4. Configurazione TCP/IP 37

Figura 7.4. Configurazione TCP/IP

Capitolo 7. Installazione sui sistemi Intel® e AMD

Quando il processo di installazione è completo, queste immpostazioni verranno trasferite al sistema.

È possibile installare dal web, FTP o server NFS sia da una rete locale che da una connessione ad internet, se connessi. È possibile installare Fedora dal proprio mirror privato, oppure usare uno dei mirror publici mantenuti dai membri della comunità. Per assicurarsi che la connessione sia il più veloce e affidabile possibile, usare un server vicino alla propria posizione geografica.

The Fedora Project maintains a list of Web and FTP public mirrors, sorted by region, at http:// fedoraproject.org/wiki/Mirrors . To determine the complete directory path for the installation files, add /11/Fedora/architecture/os/ to the path shown on the web page. A correct mirror location for an i386 system resembles the URL http://mirror.example.com/pub/fedora/linux/

releases/11/Fedora/i386/os.

• If you are installing via NFS, proceed to Sezione 7.8, «Installazione tramite NFS».

• If you are installing via Web or FTP, proceed to Sezione 7.9, «Installazione tramite FTP o HTTP».

7.8. Installazione tramite NFS

La finestra di dialogo NFS si attiva solo se si stà eseguendo una installazione da un server NFS (se si è selezionato Immagine NFS nella finestra di dialogo Metodo di installazione).

Inserire il nome del dominio o l'indirizzo IP del server NFS. Per esempio, se si stà eseguendo una installazione da un host chiamato eastcoast nel dominio example.com, inserire eastcoast.example.com nel campo del Server NFS.

Next, enter the name of the exported directory. If you followed the setup described in Sezione 3.5, «Preparazione per una installazione di rete», you would enter the directory /export/directory/.

Se il server NFS esporta un mirror dell'albero d'installazione di Fedora, inserire la directory contenente la root dell'albero d'installazione. Più avanti sarà necessario inserire una chiave d'installazione la quale determinerà le sottocartelle usate per eseguire l'installazione. Se fin qui tutto è stato specificato correttamente, sarà visualizzato un messaggio il quale indicherà il corretto svolgimento dell'installazione di Fedora.

il corretto svolgimento dell'installazione di Fedora. Figura 7.5. Finestra di configurazione di NFS Se il server

Figura 7.5. Finestra di configurazione di NFS

Se il server NFS esporta le immagini ISO dei CD-ROM di Fedora, accedere alla cartella che contiene le immagini ISO.

Installazione tramite FTP o HTTP

Next, the Welcome dialog appears.

7.9. Installazione tramite FTP o HTTP

La finestra di dialogo URL si attiva solo se si sta eseguendo una installazione da un server HTTP

o FTP (se è stato selezionato URL nella finestra di dialogo Metodo di installazione). Tale finestra richiederà informazioni sul server HTTP o FTP dal quale si sta installando Fedora.

Inserire il nome o l'indirizzo IP del sito FTP o HTTP dal quale si stà effettuando l'installazione e

il nome della cartella che contiene la corretta architettura. Per esempio, se il sito FTP o HTTP

contiene la cartella /mirrors/Fedora/arch/, inserire /mirrors/Fedora/arch/ (dove arch va sostituito con l'architettura del sistema, come i386). Se il tutto è stato specificato correttamente, verrà visualizzato un messaggio che indica la ricezione dei file dal server.

un messaggio che indica la ricezione dei file dal server. Figura 7.6. Finestra di dialogo URL

Figura 7.6. Finestra di dialogo URL

Next, the Welcome dialog appears.

Note Si può guadagnare spazio su disco usando le immagini ISO che sono state precedentemente

Note

Si può guadagnare spazio su disco usando le immagini ISO che sono state precedentemente copiate sul server. Per fare ciò, installare Fedora usando le immagini ISO senza copiarle in un albero singolo, effettuando un montaggio loopback. Per ogni immagine ISO:

mkdir discX

mount -o loop Fedora11-discX