You are on page 1of 2

Gruppo consiliare di minoranza IlPaesechevogliAMO

Cari cittadini, Proviamo per un istante a dare un qualche carattere di seriet alle dichiarazioni fatte dal Sindaco in merito alle carenze nella Pubblica Illuminazione, partendo da elementi riscontrabili dal contratto e di seguito semplificati: Il contratto con SARIDUE srl e CO.GE.MA ENGINEERING srl (chiamiamolo Concessionario) stato stipulato il 10 dicembre 2009 dalla precedente Amministrazione, di cui facevano parte tutti gli attuali amministratori di maggioranza, fatta eccezione dellattuale Vice Sindaco Venditti (allepoca allopposizione) e del consigliere Angelini. Con tale contratto lAmministrazione affidava a SARIDUE il servizio di gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione. Il Concessionario era tenuto inoltre a pagare i consumi annui di energia Nellottica del risparmio energetico, il Concessionario si impegnava a sostituire le lampade con altre pi efficienti Oggetto del contratto erano anche la fornitura e posa in opera gratuite del sistema di videosorveglianza (su questo punto Vi forniremo ulteriori ragguagli pi approfonditi , dal momento che , subito dopo le recenti elezioni, questo servizio stata affidato per cinque anni ad altra Ditta al prezzo di 40.000 circa , rinunciando alla possibilit di averlo gratis) Gli interventi del Concessionario dovevano essere garantiti entro le 48 ore dalla segnalazione dellanomalia e/o guasto impianti, mentre per la gestione delle situazioni di emergenza limpegno era quello di eseguire lintervento entro 24 ore. La fornitura comprendeva anche 40 nuovi punti luce ( da realizzarsi entro 60 giorni dalla richiesta dellUfficio Tecnico Comunale) e 30 nuovi punti luce di tipo artistico (da realizzarsi entro 120 giorni dalla richiesta dellUfficio Tecnico Comunale)

Per le attivit sopra riassunte, il Corrispettivo Annuale, vale a dire quello che il Comune tenuto a versare al Concessionario ogni anno, e per venti anni, composto dalle seguenti voci: Per la fornitura energetica 29.124,20 (cio limporto corrispondente allenergiaconsumata da tutti i corpi illuminanti, valutata sulla base del consumo del 2008) Per la manutenzione ordinaria 15.840,00 (soprattutto per tutti gli interventi su segnalazione, a prescindere dal numero di interventi) Per lammortamento lavori 55.239,17 (cio per far recuperare al Concessionario quanto speso nella sostituzione dei corpi illuminanti e lavori iniziali) Per la gestione dellEnergia e la Gestione del Progetto 12.000

Il Comune ha dovuto e dovr pertanto pagare 112.203,17 al Concessionario per ogni anno di validit del contratto. Durata del contratto? 20 anni! Per un totale di 2.244.063 (duemilioni duecentoquarantaquattromila sessantatre ), a dire il vero non attualizzati per semplificazione.

In sintesi, la precedente Amministrazione del Comune di Trasacco, nel Dicembre 2009, ha impegnato nella gestione della pubblica illuminazione le 4 successive Amministrazioni, per la modesta cifra di 2.244.063. Ma chi la societ SARIDUE srl? Costituitasi nel maggio del 2008, la SARIDUE aveva come oggetto sociale una gamma particolarmente ampia di attivit: dagli impianti di illuminazione a quelli di teleriscaldamento, dai depuratori alla gestione del ciclo dei rifiuti, dallofficina meccanica al ciclo integrato dellenergia e delle fonti rinnovabili e queste sono solo alcune delle attivit. Quante di queste attivit, per conto di chi e con quali risultati, sono state svolte dal 2008 al 2009, per meritare, nel 2009, tanta fiducia da parte della precedente Amministrazione? Sono state verificate tali competenze? Sarebbe bastato fare preliminarmente una verifica della solidit economica, dei lavori fatti nel corso degli anni e della capacit operativa del Concessionario per escluderlo dallassegnazione dellincarico! A fronte di competenze dichiarate in tutti questi settori, infatti, i risultati scadenti della gestione della pubblica illuminazione di Trasacco sono sotto gli occhi di tutti. Ci sono zone del paese rimaste senza illuminazione non per 48 ore ma per un mese! E la SARIDUE srl che fine ha fatto? In data 28 settembre 2012, presso il Tribunale di Frosinone, essa depositava domanda per lammissione alla procedura di concordato preventivo. Che cosa vuol dire? SARIDUE srl, in quanto insolvente (non in grado di pagare i propri debiti), ricorre ad una procedura concorsuale, per trovare con i creditori un accordo che eviterebbe il fallimento e consentirebbe il superamento della situazione di crisi. Adesso il Sindaco dichiara il suo impegno per la soluzione di un problema che ha contribuito a creare nella precedente Amministrazione, e lo fa solo dopo sollecitazione di questo Gruppo consiliare. Ammette di aver appoggiato una scelta sbagliata nel 2009? Certo che no! Preferisce fare battute che non riescono neanche a simulare quel minimo di seriet necessaria per una discussione riguardante il pubblico interesse. In una situazione simile il Sindaco ci ha gi risposto in maniera evasiva, e siamo ormai abituati a risposte che niente hanno a che vedere con il problema sollevato. Formuliamo noi unipotesi coerente con le risposte che riceviamo? Proviamo a pensare ad unAmministrazione che voglia realizzare unopera pubblica con lo scopo solo secondario di migliorare i servizi al cittadino. Lobiettivo principale a quel punto sarebbe quello di aggiudicare lappalto, non quello di fare s che i lavori, dopo una verifica della professionalit delle ditte, vengano eseguiti al costo minimo e nei tempi previsti. La successiva verifica degli adempimenti contrattuali? Superflua! E gli obblighi dellappaltatore? Gi dimenticati, con la speranza che a nessuno salti in mente di studiare i contratti e, se pure qualcuno lo facesse, allora si combinano a caso due parole sperando che abbiano un senso. E non riconoscete, come noi, nel manifesto del Sindaco sulla pubblica illuminazione, la casualit delle parole combinate per non rispondere, senza sbilanciarsi minimamente sul reale rapporto con SARIDUE srl? E lo stesso schema evasivo attuato per non rispondere con responsabilit sui ritardi del rifacimento della ex piazza Umberto I . Durante la campagna elettorale ci siamo limitati a sottolinearvi alcuni casi singolari: la pubblica illuminazione, con il suo contratto ventennale, la durata infinita dei lavori delle due piazze ecc. Non avevamo elementi per giudicarli, ma a naso sembravano paradossali. Poi abbiamo studiato i documenti. Come vedete, avevamo ragione! F. Capriotti-F. Ciofani-F. Lobene P.I.P., in data 03.01.2012, presso via M.Febonio 26, Trasacco