You are on page 1of 8

Liceo Teoretico”Dante Alighieri”

Lingua italiana

Il Natale

Prof.Esanu –Gospodaru Angela

Chisinau 2012

parte integrante di un tutto che e la classe.1994.Progetto didattico La classe:II-a”B” La data:12 decebre 2012 La professoressa:Esanu-Gospodaru Angela Il soggetto:”Il Natale” Liceo:”Dante Alighieri” Le finalita educative: -Far acquisire all`alunno l`uso del linguaggio in tutte le varieta delle sue funzioni e forme.Bucuresti.Ffalcinelli. -fare disegni I metodi: -la spiegazione -la dimostrazione -la drammatizzazione -il gioco I materiali didattici: -i cartelloni -i disegni -il computer -le tavole -le sedie La bibliografia: 1.Arnoldo Mandadori.progetto didattico di Federico Roncoroni con la colaborazione di Ambra Garancini e Mirella Zocchi.correti nella forma e adeguati all`argomento.G.Giuda per l`insegnante“ A.M.F. -Organizzare e ordinare in forma piacevole le conoscenze aquinte attraversso gli elementi stessi della musica.Ceteni.la lingua e il testo”.Pogio.cl III. .A.Chiuchiu. -Far acquisire all`allievo il”possesso dinamico della lingua.Editura didactica si Pedagogica.”Lingua italiana”.Haritina Gherman. 5.V.Novembri.M. -Sviluppare le capacita espressive e testuali.Mazzetti. 6.alla situazione -Comunicazione e la comprensione -Coinvolgere l`attenzione degli alunni a renderli consapevoli di essere.Silvestrini.M.tre”.R.Silvestrini. c)psicomotori: -rappresentare i diversi ruoli dei personaggi e fare la diferenza.”Viva l`italiano.B. 2. -apprezzare lo studio della lingua nel nostro liceo.M.due. -I bambini imparano a conoscersi equindi ad accenttarsi attraverso l`ativita.scuoola.Minciarelli.F.”Viva l`italiano”.Minciarelli.”Le parole.cioi del linguaggio verbale. -drammatizzare dei testi adeguati al tema.Italiano per bambini.Chiuchiu.in cui il gioco dei ruoli alterna rapidamenti.Edizione GuerraPerugia.”Filtro magico”1. Competenze in attivita: a)Cognitive: -Produrre testiorali.Edizioni Guerd-Perugia. 4.”Una.1988.Gnovembri. b)affetive: -apprezzare diversi momenti della lezione. 3.2 Sebastiano Magon.ciascuno.A.

manual pentru clasa a III Editura Il Natale regala sempre favole e magia Natale Logos. Il Natale Il Natale e una musica dolce.amore.voglio che del buono ci sia anche per voi.Limba italiana.perche.lento.Marco Mezzadri.Bambini! Un mondo di auguri Stringi le mie mani. Buon Natale Quel lieve tuo candor.luna.Edizioni Guerra-Perugia 2005. L’alberello di Natale Un allegro alberello di Natale Si mette all’improvviso a camminare. delle filastrocche la festa che fa un po tutti.non saremo piu in due.e la neve che scende su ogni camino. ma tu resisti anche al gel.formiamo un girotondo e quiesto sara il Natale piu felice del mondo. La neve cade giu dal ciel.tutto diventa un po speciale. ma tu resisti anche al gel.Linuccio Pederzani.l`italiano nel mondo.se prendiamo molte mani.col Bambin Gesu appena nato. .gioia e speranza ha portato. un dolce canto ammaliator che ti dice:spera anche tu. 8.arriva il dolce Natale.”Girotondo”. Natale e la festa dei regali. La neve cade giu dal ciel.2005. e Natale. Uniamole con gioia.e in questo giorno speciale.neve Discende lieto nel mio cuor Nella notte santa Il cuore esulta D’amor e Natale ancor E viene qiu dal ciel... O albero. afferra con il ramo un valigione e si dirige in fretta alla stazione.o albero eternamente verde.non soffrire piu.sttelle.o albero Freddo.gelo buio. O albero O albero.o albero eternamente verde.e vento.7.Alida Cappelletti. O albero.io stringo le tue.

sciupando ogni cosa Io sono il vento Un po turbolento E soffio sul mondo Per quanto e tondo. -Cos’hai fatto?-gli chiedono i fratelli. Erminia Dell’Oro I giganti del tempo Io sono la grandine tutta a palline salto stizzosa. volevo la vostra compagnia.nevica! C’e la a neve! Guardate. Il pupazzo di neve Bambini.e in natura non deve mai fare paura! Sono la pioggia che cade a doccia lavando i sagrati.fitti e tutto diventa un tappetto bianco! Andiamo nel cortile e facciamo un pupazzo di neve! Io prendo anche la slitta. -E ora che farai coi tuoi lumini? -Faro luce d’inverno agli uccellini.cadono fiocchi Fitti. mi hanno messo una corona in testa. Mi chiamo tuono e sono un buono: non ho intenzione col mio vocione di dar deisobbalzi alle persone perche tutto quanto c. -Chi ti ha addobbato con tutti quei gioielli? -Sono stati i bambini a farmi festa. amo sciare e la terra imbiancare. Io sono la neve che fiocca lieve. ed e per questo che son venuto via. le strade e i prati.Quando arriva in montagna l’alberello scende dal treno con valigia e ombrello. .

Sul fuoco belle l’acqua per il te e sulla tavola c’e sempre una Crostata di fragole e un barattolo di miele. Babbo Natale Testo: Babbo Natale Pieno di doni Porta i regali Ai bimbi buoni. Per la strada c’e una sfilata di gente allegra e mascherata. No. .Babbo Natale Non abita in castello. Sa che oggi abbiamo la festa e vuole conoscere noi e ascoltare le poesia e le canzone imparate.la sua casa e meno veccia della slitta.Gennaio Io son gennaio il primo mese dell’anno il mese della befana allegra vecchietta riempie la calzetta. Sanno leggere e scrivere in italiano.E vero? E vero.cari bambini! So che in questa classe imparano ragazzi buoni e bravi. Benvenuto.Babbo Natale. il carnevale e arrivato ed ogni scherzo ha portato. A casa di Babbo Natale Vicino all’albero di Natale i babini Ascoltano la nonna che raconta: Sapete.Babbo Natale! Bentrovati. Babbo Natale Michele.in una villa o in grattacielo. Sono il mese della neve con gli sci e le racchette vi porto tutti sulle vette.vieni Io ti aspetto Metti i regali Sopra il mio letto. Allora abita in un condomino o in albergo. Ritornello: Vieni. Febbraio E febbraio il piu piccino ma allegro e birichino.abita in una vecchia casetta di pietra e di legno in Via dei Regali numero 1 Pero.Chiara dice che oggi arriva Babbo Natale. Sappiamo anche cantare in italiano.

Ti prometto che faro la brava .andare lontano. Lo ascolto volentieri E quando e triste mi avvicino. Il presepe e l’alberello Rendono tutto ancora piu bello.: C’e chi ha pianto C’e chi ha riso Babbo Natale Dona a tutti un sorriso.Buon Natale. E venuto qui da noi Che era bambino.: Caro Babbo Natale.nastri.non diro le bugie e non faro arrabbiare la mamma se tu mi porti i doni che desidero: un bambolotto che che piange e un passeggino per portarlo al parco con me e qualche altro dona che vuoi tu ! Grazie. Il ballo –l’uccellino Mio nonno Mio nonno e di Torino.Porta la palla Porta il trenino A che e stato Un bravo bambino Rit.: Babbo Natale Porta il carbone A che e stato Un poco birbone Rit. Ma il natale non e questa in fondo. E vera pace in tutto il mondo: Volersi bene. I pandori e i penettoni Fanno la gioia dei golosoni. Natale Ho gia visto nelle vetrine Fili d’argento.stelline.un bacione. Rit. Parla sempre dell’Italia E mi racconta Di quando era piccino.qualche volta faccio arrabbiare la mamma ma non sono cattiva. . Sono una bambina un po capricciosa e un po bugiarda. sentirsi uniti.darsi la mano.

percio indico loro frettolosamente la via da seguire e se ne torno a casa.molte caramelle.seduta accanto al fuoco. mentre il vento soffiava forte e faceva mulinelli di neve.viveva una vecchina un po strega e un po fata.ebbe rimorso: e se re magi si fossero smarriti di nuovo?Avrebbe dovuto accompagnarli! Decise cosi di raggiungerli. Nonna caro. Lo riconosco dal suo aspetto. La befana. I bimbi l’aspettan con allegria Ma lui arriva e scappa via. ma ormai la neve aveva cancellato le loro tracce e la Befana non riusci a ritrovarli. vola sulla sua scopa di casa in casa.malgrado il freddo.delle penne colorate.e la La befana mi ha portato tanti cioccolatini.avrebbe distribuito giocattoli e dolci a tutti i bambini. Ma la Befana rispose che non aveva tempo. Passarono di la i re magi: -Stiamo seguendo la stella cometa ma la tempesta di neve ci ha fatto perdere la strada.nonnino.la vecchia ando nel bosco a raccogliere sterpi per il fuoco.Puoi accompagnarci per indicarci la via? -chiesero alla vecchia.il giorno in cui aveva incontrato i re magi. Babbo Natale Io conosco un vecchietto.un pacchetto di .fata e strega Molto tempo fa.Trascorreva il tempo a filare la lana seduta accanto al camino. E un vecchietto buono buono Che ha per tutti un bel dono. Ha una lingua barba bianca E una camminata lenta e stanca.in una nascosta nel bosco.che doveva rimettere a posto la legna . Un giorno. Ha un vestito rosso rosso E un cappello grosso grosso Una cintura di pelle lucente Con una fibbia imponente. Cosi.la befana riempie di doni la sua gerla . Perfarsi perdonare la vecchia decise che ogni anno.da quel giorno. Quando si ritrovo da sola. La Befana 6 Gennaio chi arriva di notte Volando sulla scopa? Leii entra silenziosa dal camino Dalla finestra? E mette nella calza dolci Doni per tutti i bimbi buoni? Lei.Lui mi guarda e mi da un bacino.si avvolge in un veccio mantello e.

gomme americane. Rit: Sembra proprio una strega la paura un po’ti frega lei cattiva poi non e la ringrazi e piu non c’e.due quaderni.una gomma e un pezzettino di carbone.uno a righe e uno a quadretti.piano lei cammina sempre e stata lei vecchina porta un sacco sulle spaalle sembra proprio il suo sciale Ritornello: Bussa forte col bastone parla piano e col fiatone entra in casa dei bambini dona e tutti regalini. . La Befana Piano.