You are on page 1of 2

La rimessa laterale

Osservazioni e considerazioni sulla ripresa del gioco

Nella mia attività di allenatore di calcio giovanile, sono solito trovarmi spesso, quasi sempre, ad assistere a
partite in cui nessun giocatore è in grado di battere la rimessa laterale. Trovo squadre organizzate dal
punto di vista del gioco, ma che hanno lacune sui movimenti, esecuzione, dei gesti basilari del gioco del
calcio.
Ogni battitore esegue la rimessa laterale commettendo i più comuni errori. Vedo squadre che
puntualmente attuano sulle rimesse laterali dei sofisticati , ma a volte inefficaci , schemi , pur non sapendo
eseguire il gesto tecnico corretto per eseguire la rimessa laterale.
Io credo, che come dall’inizio della carriera di un giovane calciatore si cerca di insegnargli i fondamenti della
tecnica calcistica, così si dovrebbe insegnare l’esecuzione della rimessa laterale. Perché a mio modo di
vedere oltre ad essere una fase della ripresa del gioco, è una regola, e come tale deve essere rispettata ed
eseguita correttamente. In tutte le categorie ogni arbitro dovrebbe fermare il gioco e far ripetere la
rimessa, ma spesse volte questo non accade mai. Come quando l’arbitro ferma il gioco perché su un calcio
d’angolo la palla era fuori dalla lunetta, così deve fermare il gioco e far ripetere l’esecuzione sulla rimessa
laterale. Mi sembra quasi che venga data un’importanza maggiore ad alcune situazioni di rimessa in gioco
rispetto alla rimessa laterale. Questa al pari delle altre riprese del gioco ( calcio d’angolo, calcio d’inizio,
rimessa dal fondo, punizioni,ecc) è una fase del gioco in cui può essere segnata una rete, anche essa ricade
in quel 30% delle reti segnate su palle inattive.
Come per tutti gli aspetti del calcio viene dato del tempo all’interno di una seduta per migliorare
quell’aspetto, così a mio modo di vedere deve essere fatto per le rimesse laterali: è inutile lamentarsi con
l’arbitro che fa ripetere la battuta , se questa non è mai stata allenata; il giocatore se non lo ha mai fatto , in
partita può sbagliarlo.
A mio modo di vedere un giocatore completo, è colui che oltre a saper svolgere al meglio i gesti tecnici,
tattici e coordinativi, sa attuare al meglio le piccole regole del gioco del calcio , come appunto la rimessa
laterale.
La rimessa laterale è l’azione di ripresa del gioco quando il pallone oltrepassa con tutta la sua circonferenza
la linea che delimita il campo da gioco. Per eseguire una corretta rimessa laterale, la palla deve essere
lanciata con entrambe le mani non superando il centro della propria testa, restando con i piedi fuori dalla
linea del campo con entrambi al contatto con il suolo. La rimessa può essere eseguita sia da fermo che in
rincorsa. In entrambi i casi ovviamente bisogna fare attenzione ad eseguire il giusto gesto tecnico con le
mani e a non sollevare mai i piedi da terra.
Per eseguire una giusta rimessa laterale bisogna stare attenti a :

• Non sollevare i piedi dal terreno;
• Tenere conto della distanza alla quale si vuole lanciare il pallone, una distanza troppo breve
comporterebbe alla quasi sicura esecuzione sbagliata del gesto;
• Avere cura di non essere con uno o entrambi i piedi all’interno del campo di gioco,
• Coordinare il movimento e la forza di esecuzione di entrambe le braccia;
• Mantenere il pallone non dai suoi lati, bensì da dietro;
• Inarcare al meglio il corpo per far si che la rimessa sia corretta ed efficace.

Da regolamento:

• un giocatore deve essere ammonito se ostacola la battuta della rimessa laterale di un avversario
• Se la palla rimessa in gioco con una rimessa laterale non entra direttamente nel campo di gioco, la
rimessa dovrà essere ripetuta dalla stessa squadra;
• Ad eccezione che la palla non entri direttamente nel campo di gioco, per tutte le altre infrazioni da
parte del battitore, la rimessa verrà ripetuta ed assegnata alla squadra avversaria dallo stesso
punto;
• Sulla rimessa laterale il fuorigioco non è punibile, in base a quanto è detto nella regola 11 del
Regolamento del Gioco del Calcio;
• Se la rimessa è battuta verso il portiere, questo non può prendere il pallone con le mani, se al
contrario lo facesse sarà assegnato un calcio di punizione indiretto alla squadra avversaria;
• Nel caso il pallone lanciato con una rimessa laterale vada nella propria rete, non può essere
assegnata un’autorete, ma il tal caso verrà assegnato un calcio d’angolo per la squadra avversaria.

Ovviamente, come detto in precedenza, prima di inserire all’interno del bagaglio tecnico del giocatore e
della squadra, schemi sulla rimessa laterale è bene allenare il gesto tecnico basilare.
Ogni allenatore può ideare esercitazioni per la rimessa laterale, lavorando sempre sulla coordinazione dei
movimenti, sulla distanza e precisione del gesto. Bisogna anche allenare a rapportarsi nel più breve tempo
possibile alla distanza del compagno e alla situazione di gioco.
Come per gli alti gesti tecnici, anche per la rimessa laterale sarebbe opportuno programmare una
progressione didattica delle esercitazioni: dal facile al difficile, dalla breve distanza alla lunga distanza,
all’utilizzo di soli due giocatori all’utilizzo di più giocatori, da una lenta esecuzione ad una veloce
esecuzione.

Angelo Iervolino
Allenatore calcio giovanile