You are on page 1of 20

FINANZI@MAIL

Newsletter mensile on-line di informazione sugli aiuti, i sostegni e i finanziamenti a
soggetti imprenditoriali e non del portale UfficiArredati.it

FEBBRAIO 2009 ANNO 1 - NUMERO 11

redazione: Per motivi di spazio si segnalano solo alcuni dei bandi
attivi, esaminando i vari settori d’attività in quanto
potenzialmente interfacciabili con i Centri uffici.

Aiuti regionali e provinciali

1. ABRUZZO
La Regione Abruzzo ha approvato il
Agevolazioni, Uffici arredati e Consulenze
i n u n c li c k Programma per la prevenzione e riduzione della
produzione dei rifiuti, denominato: «Ridurre e
riciclare per vivere meglio». Il Programma ha
l’obiettivo generale di ridurre la produzione dei
il tuo strumento manageriale full optionals!
Lecce Via di Porcigliano n. 58/A rifiuti nella Regione Abruzzo e diffondere le buone
info@management-service.it pratiche ambientali, in particolare, l’obiettivo
info@ufficiesoluzioni.it
previsto dal piano prevede una riduzione del 5%
della produzione dei rifiuti da conseguire entro il
2011, prendendo a riferimento il dato del 2005. Le
distribuzione: azioni del Programma sono definite tramite la
realizzazione di alcuni prioritari progetti, proposti
dalla Regione Abruzzo. I bandi pubblici, al fine di
assicurare la massima conoscenza, saranno
Modena Viale Virgilio n. 58/C pubblicati sul sito web della Regione Abruzzo e sul
info@ufficiarredati.it B.U.R.. Il Programma, finanziato con risorse di
diversa origine (es. bilancio corrente regionale,
PRTTRA, altri fondi anche comunitari, ..etc.),
prevede il co-finanziamento regionale del 70% la
VUOI UN AGGIORNAMENTO giornaliero restante quota del 30%, sarà a carico dei soggetti
SUI BANDI? che parteciperanno ai bandi pubblici e saranno
VISITA
ammessi a finanziamento.
info@ufficiesoluzioni.it
     


…Entrerai nel mondo delle agevolazioni 2. CALABRIA
Al via la concessione di contributi alle PMI
della provincia di Crotone per la realizzazione di
IN QUESTO NUMERO ALCUNI DEI BANDI azioni integrate per l’ Internazionalizzazione.
ATTIVI SUI TERRITORI DI: L’Ente erogatore della presente iniziativa è la
1. ABRUZZO
2. CALABRIA
CCIAA di Crotone che prevede l’assegnazione di
3. CAMPANIA un contributo in conto capitale pari al 50% delle
4. EMILIA ROMAGNA spese ammissibili sostenute (al netto dell’ IVA)
5. FRIULI V.G.
6. LAZIO
sino ad un massimo di 10.000,00 per azienda.
7. LIGURIA Potranno beneficiare del contributo interventi il cui
8. LOMBARDIA costo minimo sia pari o superiore ad € 1.000,00 e
9. MARCHE
10. MOLISE realizzati entro 12 mesi dalla data di apertura del
11. PIEMONTE presente bando. Tutte le spese devono essere
12. PUGLIA

1
n. 01–2009
13. SARDEGNA adeguatamente motivate rispetto agli obiettivi del
14. SICILIA
15. TOSCANA programma di internazionalizzazione attuato, con
16. UMBRIA la presentazione di una relazione scritta. Ogni
17. VENETO impresa può presentare una sola domanda di
contributo entro il 30 giugno 2009.
ED INOLTRE: L’ammissione al contributo avverrà sino ad
- AIUTI NAZIONALI esaurimento dei fondi disponibili secondo l’ordine
- PREMI E ALTRE OPPORTUNITA’
cronologico di presentazione delle richieste.
*****
Le PMI crotonesi e i loro consorzi che
desiderano accrescere la propria competitività
attraverso la realizzazione di Attività Formative
consistenti nella partecipazione a corsi di
formazione per migliorare la conoscenza delle
lingue straniere dei propri dirigenti e dipendenti
possono fruire di un contributo in conto capitale
pari al 50% delle spese ammissibili sostenute (al
netto di IVA) sino ad un massimo di € 1.000,00.
Le spese ritenute ammissibili, debitamente
documentate e quietanzate, devono essere state
sostenute dal 20 ottobre 2008 al 20 giugno 2009.
Ogni impresa potrà presentare una sola domanda
di contributo entro il 31 marzo 2009.
*****
Hanno tempo fino al 31 marzo 2009 le
PMI e loro consorzi e le cooperative, con sede
legale e unità operativa nella provincia di
Crotone per usufruire di un contributo in conto
capitale pari al 50% delle spese ammissibili
sostenute (al netto dell’IVA) e fino ad un
massimo di € 1.000,00 finalizzate alla
partecipazione a corsi di formazione per migliorare
le conoscenze informatiche degli imprenditori,
dirigenti d’azienda e dipendenti. Sono ritenute
ammissibili le spese documentate e quietanzate
entro il 30 giugno 2009 e rendicontate entro il 31
luglio 2009. Termine ultimo per la presentazione
delle domande, una per ogni impresa, è il 31
marzo 2009.
info@ufficiesoluzioni.it

3. CAMPANIA
Le imprese della Provincia di Avellino
possono presentare richiesta per ottenere i
contributi a valere sul Bando Fiere 2009.
Il contributo potrà essere concesso alla stessa
impresa per n. 2 partecipazioni fieristiche
nell’anno solare 2009.
Sono ammesse al contributo le spese, sostenute
per:
§ l’affitto dell’area espositiva;
§ l’allestimento dello stand;
§ le spese di trasporto dei prodotti esposti in
fiera.

2
n. 01–2009
L’agevolazione consiste in un abbattimento dei
costi, a favore dei soggetti beneficiari, nella
misura del 50% delle spese sostenute e
documentate (al netto dell’IVA), con i seguenti
massimali:
• € 2.000,00 per le fiere che si svolgono in Italia
• € 4.000,00 per le fiere che si svolgono nei Paesi
dell’Unione Europea;
• € 5.000,00 per le fiere che si svolgono nei Paesi
terzi.
I massimali di cui al comma precedente sono
raddoppiati per i consorzi di imprese.
La domanda deve essere presentata in data
antecedente a quella di inizio della fiera e
comunque, non oltre il 15 ottobre 2009.
info@ufficiesoluzioni.it

4. EMILIA ROMAGNA
La Regione Emilia Romagna ha approvato
il bando relativo alla Misura 5.2 D del Programma
triennale Attività Produttive 2003-2005. Verranno
finanziati i programmi proposti da associazioni
temporanee di Pmi che prevedono iniziative
comuni riguardanti le attività promozionali e
fieristiche, la formazione e la cooperazione
industriale e commerciale sui mercati esteri. Il
contributo coprirà fino al 50% della spesa
ammissibile e, per ciascun progetto, non potrà
essere inferiore a 25.000 euro e superiore a
200.000 euro. Il sostegno regionale coprirà le
spese, sostenute a partire dal 1° gennaio 2009 e
fino al 30 giugno 2010. Le domande per accedere
al contributo regionale dovranno pervenire entro
il 6 marzo 2009.
*****
E’ operativo il bando per favorire
l’innovazione tecnologica delle imprese della
Provincia di Ferrara. Come condizione
necessaria, il bando prevede che il soggetto
erogatore debba rivolgersi per la realizzazione del
progetto all’Università degli studi di Ferrara. In
seguito l’ente s’impegna a fornire all’azienda
richiedente assistenza preliminare nella
predisposizione del piano di intervento e ad
erogare il servizio finalizzato allo sviluppo di
progetti innovativi.
Sono finanziate le spese necessarie (assunzione e
formazione personale qualificato, acquisto o
leasing di attrezzature e licenze di diritti di
proprietà industriale), sostenute nell’arco di 12
mesi, per la realizzazione di un progetto di ricerca
industriale, di sviluppo competitivo e di
trasferimento tecnologico. Attività, queste, che
devono avere lo scopo di mettere a punto nuovi

3
n. 01–2009
prodotti, processi produttivi e servizi. Le iniziative
progettuali accedono a un contributo pari al 60%
delle spese ammesse, sino a un limite massimo di
18.000 euro. Le domande devono essere inviate
entro il 26 Giugno 2009.
*****
Nell’ambito delle iniziative promozionali
volte a favorire lo sviluppo del sistema economico
locale, la CCIAA di Ferrara intende sostenere ed
incentivare , attraverso l’erogazione di contributi, i
processi rivolti all’ottenimento di brevetti per
invenzione industriale e registrazione di modelli e
disegni all’estero da parte delle imprese e loro
consorzi, con sede legale e/o operativa nella
provincia di Ferrara. La somma stanziata
ammonta a € 30.000,00 ma l’importo riconoscibile
è pari al 50% dell’importo complessivo delle spese
sostenute (al netto IVA), sino ad un massimo di €
3.000,00. Sono ammesse a contributo le spese (al
netto di IVA) sostenute nel periodo dal 1 luglio
2008 al 28 febbraio 2010. Le domande dovranno
essere presentate dal 16 giugno 2008 al 31
dicembre 2009.
*****
Le imprese e loro consorzi della provincia
di Ferrara che intendono realizzare progetti di
innovazione tecnologica e organizzativa nei
processi, nei prodotti, nei sistemi aziendali ed
interaziendali oppure che vogliano collaborare
con l’Università di Ferrara per il trasferimento
tecnologico e l’ applicazione dei risultati della
ricerca scientifica possono presentare domanda
per ottenere contributi fino ad un massimo di €
18.000,00 pari al 60% dell’importo complessivo
delle spese sostenute (IVA esclusa). Il soggetto
cui l’impresa dovrà rivolgersi per la realizzazione
del progetto è l’Università degli Studi di Ferrara.
Le domande dovranno pervenire dal 1 dicembre
2008 e non oltre il 26 giugno 2009.
*****
Con la pubblicazione del calendario fieristico
del 2009, la Camera di commercio della Provincia
di Ravenna ripropone gli incentivi per la
partecipazione a fiere nazionali e internazionali.
L’accesso all’iniziativa è riservato alle singole
imprese, ai gruppi d’imprese, ai consorzi e alle
associazioni temporanee d’imprese.
Sono finanziabili le spese di locazione e di
allestimento di spazi espositivi destinati alla
promozione delle attività aziendali. Sono esclusi gli
eventuali servizi e forniture opzionali (energia
elettrica, pulizia spazio espositivo, assicurazioni
supplementari ecc.). Il contributo erogato è pari al

4
n. 01–2009
50% delle spese sostenute, mentre i massimali
variano in funzione del numero delle imprese
richiedenti e della località in cui la manifestazione
di svolge. Le domande devono essere inviate -
prima dello svolgimento della fiera.
info@ufficiesoluzioni.it

5. FRIULI VENEZIA GIULIA
Al via la concessione di contributi in materia
di sicurezza stradale che possono essere concessi
in favore delle Province, di Comuni, loro consorzi,
altri enti pubblici, nonché associazioni e istituzioni
senza fini di lucro che operano per
l’organizzazione e lo sviluppo della sicurezza
stradale, nel territorio della Regione autonoma
Friuli Venezia Giulia. Sono ammessi a
finanziamento gli interventi previsti, o comunque
coerenti, con il Piano regionale della sicurezza
stradale. Le domande di contributo, sottoscritte
dal richiedente, devono pervenire alla struttura
regionale competente, entro il 1 marzo di ogni
anno.
*****
Una legge della Regione Friuli consente
alle Pmi di ottenere contributi in conto capitale a
copertura di costi sostenuti per servizi di
consulenza strategica o programmi di
potenziamento delle competenze manageriali,
l’utilizzo di manager a tempo, la realizzazione di
progetti di ricerca o il ricorso a meccanismi di
trasferimento tecnologico collegati a progetti
finalizzati a promuovere la crescita competitiva.
Il sostegno verrà rivolto alle Pmi in qualunque
forma costituite, singole o associate (le
agevolazioni sostengono la crescita dimensionale
delle imprese, i processi di internazionalizzazione,
i processi di razionalizzazione degli assetti
gestionali e organizzativi dell’impresa, i processi di
creazione e sviluppo di nuove imprese, ecc.
Saranno ammissibili le spese sostenute a partire
dal giorno successivo a quello di presentazione
della domanda, relativamente ad iniziative avviate
dopo la presentazione della domanda stessa. La
Regione potrà concedere contributi in conto
capitale, per un importo complessivo compreso tra
un minimo di 50.000 (ridotto a 20.000 per i
progetti presentati da microimprese) ed un
massimo di 500.000 euro. Le domande potranno
essere presentate al soggetto gestore (Friulia
S.p.A.) in qualsiasi momento, e comunque prima
dell’avvio dell’iniziativa agevolabile.
*****
La Regione Friulia Venezia Giulia ha
approvato il bando a valere sull’Asse II – Misura

5
n. 01–2009
2.3 Investimenti nei settori della trasformazione e
della commercializzazione per l’attuazione degli
interventi previsti dal FEP per il periodo 2007-
2013.
La misura è volta al miglioramento delle condizioni
del settore della trasformazione e della
commercializzazione nel settore pesca.
Sono ammesse ai benefici le micro, piccole e
medie imprese e imprese del settore.
La misura si articola nelle seguenti tipologie di
intervento:
– costruzione e acquisto di impianti ed immobili
per la trasformazione e la commercializzazione dei
prodotti della pesca e dell’acquacoltura;
– acquisto di nuove attrezzature per la
trasformazione e la commercializzazione dei
prodotti della pesca e dell’acquacoltura;
– applicazione di nuove tecnologie destinate, in
particolare, a migliorare le condizioni ambientali,
la competitività, a incrementare il valore aggiunto
dei prodotti, a favorire l’uso di energie rinnovabili;
– adeguamento igienico-sanitario delle strutture e
degli impianti;
– ampliamento/ammodernamento di impianti
esistenti. Sono ammesse ai benefici le spese
sostenute successivamente al 1° gennaio 2007.
Le domande dovranno essere presentate entro il
termine ultimo del 2 marzo 2009.
info@ufficiesoluzioni.it

6. LAZIO
La Regione Lazio ha pubblicato l’avviso
per il finanziamento di progetti, anche integrati,
che possano contribuire alla rimozione degli
ostacoli che si frappongono all’inserimento
lavorativo, allo sviluppo ed alla qualità della
condizione occupazionale dei lavoratori
diversamente abili, intervenendo, in particolare, a
sostegno delle forme innovative, flessibili e
personalizzate di organizzazione del lavoro (e, fra
queste, del telelavoro), a sostegno della mobilità
verso e dal luogo di lavoro, della disponibilità di
sevizi di tutoraggio, della verifica ed
accompagnamento attivi anche rispetto ai rapporti
di lavoro in essere e della promozione di forme di
lavoro autonomo o di partecipazione ad imprese.
Le domande potranno essere presentate a partire
dal 12 gennaio 2009 e per i successivi 24
mesi.
info@ufficiesoluzioni.it

7. LIGURIA
La Regione Liguria ha approvato le
disposizioni attuative degli interventi previsti dal

6
n. 01–2009
Tit. II della L.R. 11 marzo 2008, n. 3, con
l’obiettivo di migliorare la qualità e l’efficienza
della rete distributiva, attraverso la concessione di
contributi alle piccole imprese commerciali che
effettuano investimenti diretti alla qualificazione,
alla specializzazione, alla trasformazione delle loro
attività. I contributi sono finalizzati ad acquisti di
beni strumentali funzionali all’esercizio
dell’impresa e ad interventi sulle strutture edilizie
delle unità locali in cui la medesima opera. La
domande di ammissione vanno presentate dal 2
febbraio 2009 al 31 dicembre 2009 incluso.
info@ufficiesoluzioni.it

8. LOMBARDIA
Al fine di finanziare le imprese impegnate in
investimenti innovativi è stato pertanto istituito, il
Fondo di rotazione dell’imprenditorialità (FRIM
FESR). Le agevolazioni concedibili potranno essere
erogate sotto forma di finanziamenti agevolati a
medio termine o di prestiti partecipativi, aventi
durata compresa dai 3 ai 7 anni. A sostegno di ciò
la Regione Lombardia ha approvato il bando per
la presentazione delle domande di aiuto finanziario
a valere sulla Misura di Ingegneria finanziaria
FRIM-FESR con il quale vengono esplicitati i criteri
applicativi delle Sottomisure n. 1 “Innovazione di
prodotto e di processo” e n. 2 “ Applicazione
industriale dei risultati della ricerca”. Le imprese
interessate potranno far pervenire richiesta di
agevolazione a partire dal 10 Febbraio 2009
mediante il sistema informativo per le imprese. La
dotazione finanziaria iniziale del FRIM-FESR è pari
ad € 35.000.000,00 e potrà essere oggetto di
successive implementazioni in funzione degli
obiettivi da conseguire, dei risultati attesi e
dell’andamento delle domande pervenute.
*****
La Regione Lombardia e le Camere di
Commercio Lombarde, in attuazione della legge
regionale legge regionale 2 febbraio 2007, n. 1,
nell’ambito degli impegni assunti con l’Accordo di
Programma per la Competitività del Sistema
Economico Lombardo hanno emanato un bando
per promuovere la presentazione, da parte di
partenariati composti da differenti tipologie di
soggetti, di progetti di internazionalizzazione
articolati e coordinati, finalizzati ad una più
efficace presenza delle imprese lombarde
all’estero, suddivisi in Microprogetti e
Macroprogetti a seconda della loro tipologia. Il
bando mette a disposizione complessivamente 7
milioni di euro. La procedura per la presentazione
delle proposte progettuali e` la seguente:

7
n. 01–2009
– presentazione della proposta progettuale
comprensiva dell’indicazione del numero di
imprese coinvolte (pena la non ammissibilità della
domanda): entro il 2 marzo 2009;
– presentazione dell’adesione formale delle
imprese (lettere di partenariato): entro il 15
giugno 2009 (pena la revoca del contributo
assegnato).
*****
La giunta regionale della Lombardia ha
approvato le disposizioni attuative riguardanti i
criteri, le modalità, i limiti e i termini per la
concessione e l’erogazione degli incentivi per la
sicurezza delle imprese. Al contributo hanno
accesso le piccole imprese aperte al pubblico il
cui inizio di attività dichiarato al Registro
imprese sia antecedente al 10 dicembre 2007,
dei seguenti settori:
o Piccole imprese commerciali;
o Piccole imprese artigiane;
o Piccole imprese turistiche;
o Piccole imprese agricole che esercitano
attività di agriturismo e/o vendita al
dettaglio in locali aperti al pubblico
prevalentemente dei propri prodotti.
Le agevolazioni previste consistono in un
contributo pari al 60% delle spese sostenute per
l’acquisto e l’installazione di apparecchiature per la
sicurezza, fino ad un massimo di € 6.000,00. Le
domande potranno essere presentate dal 02
febbraio 2009 al 02 maggio 2009.

*****
E’ attivo il bando per la promozione della
registrazione dei marchi nazionali ed
internazionali da parte delle piccole e medie
imprese della provincia di Como. Sono
ammesse ai benefici del presente bando le
imprese di qualunque settore che
intraprendono le seguenti attività:
o deposito di domanda di registrazione di
marchio nazionale presso la Camera di
Commercio di Como;
o deposito di domanda di registrazione di
marchio internazionale, presso l’ Ompi di
Ginevra, per il tramite della Camera di
Commercio di Como, secondo la
procedura definita dagli Accordi di
Madrid.
L’intervento si concretizza nell’erogazione di un
contributo pari al 50% delle spese ritenute
ammissibili e non potrà superare l’importo di €
3.000,00. Le richieste di contributo devono essere

8
n. 01–2009
spedite alla CCIAA entro il 30 giugno 2009.

*****
La Camera di Commercio di Bergamo
mette a disposizione un fondo di € 150.000,00 da
erogare alle imprese industriali che stimolino la
formazione e l'aggiornamento professionale
mediante la partecipazione master, corsi e
seminari.
Possono accedere ai benefici del bando le imprese
industriali di produzione e di servizi alla
produzione, che abbiano unità produttive in
provincia di Bergamo per personale operante in
tali sedi. Saranno escluse le imprese non in regola
con il pagamento del diritto camerale annuale.
Il contributo non potrà superare il 50% del costo
complessivo sostenuto, con un limite massimo di
€ 2.500,00 per impresa ed è concesso a fronte di
spese sostenute e fatturate per la partecipazione
di imprenditori (titolari, soci, amministratori, legali
rappresentanti), dirigenti, quadri e dipendenti a
master, corsi o seminari con esclusione delle
spese di trasferimento e soggiorno. Non è
cumulabile per i medesimi interventi con altre
contribuzioni pubbliche.
Gli interventi formativi devono essere organizzati,
riconosciuti o patrocinati da Unione Europea,
Stato, Regione, Provincia, Università, enti
certificatori dei sistemi di qualità, organizzazioni di
categoria delle imprese industriali e loro società
collegate o aziende speciali delle Camere di
Commercio, o altri Enti pubblici di livello
nazionale.
Sono ammesse a contributo le spese fatturate dal
1º gennaio 2009.
Le domande sono accettate fino ad esaurimento
del fondo, che sarà comunicato.
info@ufficiesoluzioni.it

9. MARCHE
La Regione Marche ha emanato il bando
per la richiesta di contributi a valere sulla Misura
2.1 sottomisura 1) Investimenti produttivi nel
settore dell’acquacoltura del P.O.R. 2007-2013 -
F.E.P..
La misura si propone di incentivare investimenti
miranti a migliorare le condizioni di lavoro,
l’igiene, la salute dell’uomo o degli animali e la
qualità dei prodotti, ridurre l’impatto negativo o
accentuare gli effetti positivi sull’ambiente, con
preferenza per interventi indirizzati alla protezione
e miglioramento dell’ambiente, all’integrazione
verticale delle attività di allevamento, agli
interventi che favoriscono la partecipazione delle

9
n. 01–2009
donne.
Possono accedere al regime contributivo le
imprese che operano od opereranno ad intervento
realizzato nel settore dell’acquacoltura. Nel
rispetto del Reg. (CE) n. 1198/2006, articolo 29,
comma 4, la priorità è assegnata alle micro e
piccole imprese. Sono oggetto di finanziamento i
seguenti interventi sulle strutture e/o impianti,
esistenti o da realizzare, a terra od in mare, adibiti
ad attività di acquacoltura, per la produzione di
organismi acquatici da destinarsi al consumo
umano diretto sotto forma di prodotto alimentare
o ad altri utilizzi, quali mangimi per pesci di
allevamento, pesci ornamentali, animali acquatici
da ripopolamento o esche vive:
a) nuova costruzione; b) ampliamento; c)
ristrutturazione; d)ammodernamento; e) fruizione
ovvero organizzazione di attività immateriali
riconducibili all’apprendimento permanente nel
settore dell’acquacoltura, fornite da soggetti di
comprovata esperienza nel settore.
Le domande di contributo, redatte in conformità al
modello predisposto, sottoscritte ai sensi del
D.P.R. n. 445/2000, devono essere presentate,
ovvero spedite tramite raccomandata, entro le
seguenti scadenze:
a) 9 marzo 2009, quale prima scadenza utile;
b) entro il 30 novembre 2009, quale seconda
scadenza utile;
c) entro il 30 novembre 2010, quale ultima
scadenza utile.
info@ufficiesoluzioni.it

10. MOLISE
Previsti contributi in favore di persone
fisiche residenti nella regione Molise, che
intendano intraprendere l’esercizio di un’attività
imprenditoriale con l’apertura di una ditta
individuale, una società di persone, una
cooperativa o uno studio professionale e che
abbiano un’età compresa tra i 18 e i 35 anni.
Il contributo è determinato in misura pari a €
30.000,00 per ogni persona non occupata che da
vita ad una nuova impresa individuale o che inizia
attività di professionista e fino ad un max di €
30.000,00 per ogni persona non occupata che da
vita ad una nuova società di persone o ad una
nuova cooperativa. Il termine di presentazione
delle domande scade il 30.06.2009.
info@ufficiesoluzioni.it

11. PIEMONTE
Fino al 20 marzo 2009 sarà possibile

10
n. 01–2009
presentare la pre-proposal per il bando rivolto a
consorzi o ATS costituiti da due o più Pmi di cui
almeno una ubicata in Piemonte ed almeno una
ubicata in una delle Regioni non italiane che
aderiscono alla rete Manunet (Paesi Baschi, Lower
Austria, Flanders, Province of Gelderland, Estonia,
Slovenia, Navarra, Slovacchia, Lower Slesia,
Catalonia, North Rein Westfalia, Northern Ireland,
Francia, Romania, Spagna).
Sono agevolabili i progetti di ricerca industriale
e/o di sviluppo pre-competitivo nel settore
manifatturiero, di durata non superiore a 36 mesi
e di valore non inferiore, per quanto riguarda la
componente regionale piemontese, a 50.000 euro.
Inoltre la quota di progetto realizzata da ciascuna
impresa piemontese non potrà essere inferiore al
20% e non dovrà superare il 70% dei costi
ammissibili totali, fermo restando che sarà
ammessa a beneficiare dell'intervento agevolativo
esclusivamente la componente regionale di
progetto realizzata da imprese piemontesi.
E' prevista l'erogazione di contributi a fondo
perduto in misura pari al 50% dei costi ritenuti
ammissibili, fino ad un massimo di 450.000 euro.
Il procedimento si articola in due fasi: prima deve
essere presentata la pre-proposta e, in caso di
valutazione positiva della stessa, deve essere
inoltrata la proposta finale, definitiva e dettagliata.

*****
Le Organizzazioni di Volontariato della
Provincia di Alessandria a partire dal 9 febbraio
2009, possono presentare progetti per ricevere
contributi sino a un massimo di 20 mila euro.
Il bando è riservato a progetti che abbiano
specifiche finalità: il miglioramento della qualità
della vita; la prevenzione e la riduzione delle
diverse forme di bisogno, disagio ed esclusione
sociale di soggetti svantaggiati; la promozione e la
tutela della salute; la valorizzazione del patrimonio
ambientale, artistico e culturale.
Sono ammesse le richieste delle Organizzazioni di
Volontariato iscritte al Registro provinciale del
Volontariato, ma anche le domande delle
Associazioni di Volontariato non iscritte ma in
possesso dei requisiti per l’iscrizione.
I progetti dovranno essere presentati entro il 31
marzo 2009.
info@ufficiesoluzioni.it

12. PUGLIA
La Regione Puglia sovvenziona progetti di
Associazioni ed Enti volti alla realizzazione di tre
obiettivi principali:

11
n. 01–2009
o Promozione di eventi culturali tesi a
favorire il “turismo di ritorno”, fondo di
finanziamento di € 100.000,00;
o Attivazione delle comunità pugliesi a
supporto della promozione del made in Puglia,
fondo di finanziamento € 171.000,00;
o Gemellaggio tra scuole ed enti
presenti in Puglia e nel Resto del Mondo per la
promozione di scambi tra i giovani, fondo di
finanziamento € 80.000,00.

Ogni singola proposta progettuale deve
essere effettuata esclusivamente per via
telematica entro il 15 marzo 2009.
*****
Le Associazioni “pugliesi nel mondo” iscritte
all’Albo Regionale possono avvalersi di un
contributo per dotazioni strumentali, di
logistica e sussidi didattico – culturali finalizzati
a contribuire alla strutturazione delle sedi
associative e al potenziamento delle relative
attività. Tra le spese correnti ammissibili oltre
alle spese ordinarie di gestione e per il
pagamento dell’affitto, saranno considerate
prioritarie le spese per la costruzione e la
gestione di siti web, per iniziative di mutuo -
aiuto per gli associati e le loro famiglie, per
iniziative di promozione delle tradizioni
culturali, storiche e sociali delle comunità di
provenienza e di integrazione nelle comunità
di arrivo. Ogni Associazione può presentare
una sola istanza per un massimo di € 4.000,00
attraverso regolare richiesta entro il 15 marzo
2009.
*****
I Consorzi export monoregionali della
Regione Puglia che favoriscono il processo di
internazionalizzazione in forma aggregata delle
piccole e medie imprese associate sono
beneficiari di agevolazioni rivolte unicamente
alla copertura dei costi delle azioni
promozionali. Requisiti fondamentali dei
Consorzi sono:
- assenza dello scopo di lucro;
- numero di imprese costituenti il consorzio
almeno 5;
- attività principali delle imprese : artigiane,
industriali, commerciali, di trasporto, di
servizi.
La spedizione delle domande di
partecipazione al bando deve essere
effettuata entro e non oltre il 16 marzo
2009.
info@ufficiesoluzioni.it

12
n. 01–2009
13. SARDEGNA
Per le Pmi operanti in Sardegna, la Manovra
regionale 2008 ha previsto la riduzione di un
punto percentuale dell’Irap. L’agevolazione è
diretta a favorire la stabilizzazione dei posti di
lavoro a tempo determinato, l’incremento
occupazionale, l’innovazione tecnologica e
l’internazionalizzazione. L’agevolazione è
riconosciuta a chi apre o trasferisce un’azienda in
Sardegna, a chi assume almeno il 10% di
personale aggiuntivi per almeno 3 anni, a chi
stabilizza posti di lavoro, a chi punta
sull’innovazione tecnologica e sulla ricerca, a chi
intensifica i rapporti commerciali con i paesi
extracomunitari.
La riduzione decorre dal periodo di imposta
successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007 e
le imprese potranno accedervi nell’anno nel quale
si realizzano le condizioni stabilite dalla legge
regionale e nel biennio successivo, ma non oltre il
periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2010.
Le imprese che intendono ottenere la riduzione
dell’aliquota Irap dovranno presentare, a mezzo
raccomandata con ricevuta di ritorno, una
domanda all’Agenzia Ras per le Entrate.
info@ufficiesoluzioni.it

14. SICILIA
In relazione al peso che riveste il settore
turistico per l’economia siciliana, l’Asse 3 del POR
Sicilia 2007-2013 assumerà un ruolo centrale nella
programmazione economica regionale in materia
di sviluppo dei territori a vocazione turistica dei
prossimi anni. Al fine di accrescere il potenziale
turistico della Regione, sono state pianificate una
serie di azioni volte alla valorizzazione del
patrimonio culturale, artistico e ambientale della
Sicilia. Complessivamente l’Asse è composto da 3
obiettivi specifici, che a sua volta sono suddivisi in
9 obiettivi operativi a cui sono associate le diverse
linee d’intervento, le quali saranno attuate
attraverso lo strumento del bando o con procedure
assimilate. Tenuto conto che il P.O.R. 2007-2013
della Regione Sicilia è divenuto ufficiale da poco
meno di un anno, ad oggi sono in corso le attività
che riguardano i relativi bandi per l’erogazione dei
finanziamenti e per l’acquisto dei beni e dei servizi
necessari attuare le linee guida del programma.
info@ufficiesoluzioni.it

15. TOSCANA
Per sostenere la creazione di nuove imprese in
Provincia di Siena vengono selezionate le

13
n. 01–2009
migliori “idee innovative di business” in settori
strategici dell’economia del territorio. In
particolare sono favoriti il settore manifatturiero,
quello delle biotecnologie e del terziario avanzato.
L’idea innovativa, per accedere al contributo, deve
dimostrare la fattibilità dell’iniziativa e la
redditività dell’investimento. Inoltre deve avere
come oggetto la creazione di una nuova realtà
imprenditoriale con i requisiti di piccola e media
impresa. La domanda di accesso alle agevolazioni
può essere presentata da persone fisiche che
intendono costituire una Pmi operante nel settore
manifatturiero, delle biotecnologie e del terziario
avanzato, con sede legale e operativa ubicata
nella provincia di Siena. La partecipazione
all’iniziativa è ammessa anche per le Pmi già
costituite che svolgono l’attività nel settore
manifatturiero delle biotecnologie e del terziario
avanzato.
Per gli investimenti realizzati è concesso un
contributo pari al 50% delle spese sostenute.
Medesima percentuale di aiuto è prevista per le
spese di gestione sostenute successivamente ed
entro 12 mesi dal decreto di concessione dei
benefici. La domanda deve essere inviata, entro il
31 dicembre 2009.
*****
Le Pmi della provincia di Massa-Carrara con
prevalente partecipazione femminile, possono far
richiesta di contributo in forma di «premi»
assegnati alle imprese maggiormente innovative
da un nuovo bando.
Alla prima classificata spetta una somma pari a
5.000 euro, 3.000 alla seconda e due2.000 alla
terza. I punteggi sono conferiti attraverso criteri
guida inerenti all’investimento realizzato: 1)
originalità e innovazione dell’attività svolta (0-5
punti); 2) qualificazione e valorizzazione dello
sviluppo del territorio e tutela dell’ambiente (0-5
punti); 3) utilizzazione di strumenti innovativi di
commercializzazione e assistenza alla clientela (0-
3 punti); 4) attività rivolta a un mercato
extraprovinciale, extraregionale, nazionale o
internazionale (2 punti); 5) valorizzazione della
ricerca universitaria tramite l’attivazione di
rapporti di collaborazione con l’università e la
costituzione di società aventi lo scopo
dell’utilizzazione imprenditoriale dei risultati della
ricerca stessa in contesti innovativi (5 punti); 6)
aver favorito l’occupazione (5 punti); 7) aver
valorizzato le risorse umane anche attraverso la
sperimentazione di progetti di conciliazione dei
tempi di lavoro e di vita (0-5 punti).

14
n. 01–2009
Le domande devono essere entro il 31 marzo
2009.
info@ufficiesoluzioni.it

16. UMBRIA
Pioggia di contributi alle imprese
manifatturiere della provincia di Perugia che
partecipano a fiere internazionali in Italia e
all’estero. Le iniziative che potranno essere
ammesse al contributo sono le fiere all’estero e
quelle di riconosciuta importanza internazionale
Italia, con esclusione di quelle che si svolgono in
Umbria. Saranno ammesse a contributo
unicamente le spese documentate, al netto
dell’IVA e di ogni altro onere accessorio, svolte nel
periodo compreso tra l’ 01/11/2008 e il
31/10/2009 e riguardanti:
-Affitto area espositiva;
-Attività promozionale;
-Noleggio delle attrezzature per l’allestimento
dello stand;
-Servizio di interpretariato (per le sole fiere
all’estero);
-Trasporto dei prodotti esposti in fiera (per le sole
fiere all’estero).
Il contributo è calcolato in percentuale scalare
sulle spese ammissibili secondo il seguente
schema:
Manifestazioni in Italia:
· 50% delle spese sostenute fino ad un massimo
di € 2.000,00 in caso di prima contribuzione;
· 40% delle spese sostenute fino ad un massimo
di € 1.600,00 in caso di seconda contribuzione;
· 30% delle spese sostenute fino ad un massimo
di € 1.200,00 in caso di terza contribuzione;
Manifestazioni in paesi appartenenti all’Unione
Europa:
· 50% delle spese sostenute fino ad un massimo
di € 3000,00 in caso di prima contribuzione;
· 40% delle spese sostenute fino ad un massimo
di € 2400,00 in caso di seconda contribuzione;
· 30% delle spese sostenute fino ad un massimo
€ 1.800,00 in caso di terza contribuzione;
Manifestazioni in paesi non appartenenti all’Unione
Europea:
· 50% delle spese sostenute fino ad un massimo
di € 4.000,00 in caso di prima contribuzione;
· 40% delle spese sostenute fino ad un massimo
di € 3.200,00 in caso di seconda contribuzione;
30% delle spese sostenute fino ad un massimo
€ 2.400,00 in caso di terza contribuzione.
Le domande dovranno essere presentate entro e
non oltre il 31 ottobre 2009.
*****

15
n. 01–2009
Le PMI operanti nella provincia di Perugia,
costituite sotto forma di società di capitale che
realizzino operazioni di patrimonializzazione
aziendale, possono presentare richiesta di
agevolazione entro il 30 giugno 2009. In
particolare sono finanziabili le seguenti operazioni:
- Aumento di capitale sociale a pagamento;
- Versamento dei soci in conto capitale.
L’agevolazione consiste nell’assegnazione a
ciascuna impresa di un contributo pari
all’abbattimento di 2,00 punti del costo del
finanziamento erogato, che potrà variare tra un
minimo di € 25.000,00 ad un massimo di
€ 250.000,00.
info@ufficiesoluzioni.it

17. VENETO
Scade il 02.03.2009 il bando della
Regione Veneto volto a favorire iniziative volte a
promuovere, nelle Piccole e Medie Imprese e nelle
Imprese artigiane, la diffusione di strumenti,
metodologie e sistemi finalizzati a migliorare e
garantire la qualità dei sistemi aziendali e dei
prodotti, anche al fine di ottenere le certificazioni
e di elevarne il livello tecnologico. L’azione è
finalizzata al “sostegno finanziario per spese di
consulenza, assistenza tecnica e addestramento
specifico del personale finalizzate all’adeguamento
dei sistemi aziendali ai principi e alle norme della
qualità”, mediante la concessione di contributi a
fondo perduto.
Sono ammessi a contributo gli interventi di
importo superiore ad euro 5.165,00. I contributi
sono concessi nella misura del 50% (cinquanta per
cento) del costo effettivamente sostenuto per la
realizzazione del progetto ammesso e, comunque,
entro un importo minimo di euro 2.582,00 ed un
importo massimo di euro 15.494,00.
*****
Le aggregazioni di imprese ed enti (ATI,
ATS, Consorzi) della Provincia di Vicenza che
soddisfino congiuntamente i seguenti requisiti:
·abbiano presentato progetti a favore dei distretti
e metadistretti proposti alla Camera di Commercio
di Vicenza e poi riconosciuti dalla Regione Veneto;
·abbiano presentato progetti a valere sul bando
regionale in favore dei distretti produttivi e dei
metadistretti per il 2008 (All. A DGR n. 1966 del
15/07/2008), per le misura 2a o 2b o 2c; ·abbiano
presentato progetti effettivamente ammessi al
finanziamento da parte della Regione Veneto.
possono fare richiesta di contributo per
fronteggiare le spese esterne (documentabili)
riguardanti: consulenze e collaborazioni; vitto e

16
n. 01–2009
alloggio personale esterno impegnato nel
progetto; brevetti, software, licenze d'uso; spese
amministrative e documentate relative alla
costituzione del progetto; strumenti e macchinari
funzionali al progetto.
Quanto all’entità del contributo, si parla di
€ 20.000 per il progetto più meritevole; € 10.000
per il secondo progetto in graduatoria.
I termini di presentazione della domanda vanno
dal 21/01/2009 al 13/03/2009.
info@ufficiesoluzioni.it

17
n. 01–2009
Aiuti nazionali, Europei
ed altre opportunità

Assessorato al Turismo ed Industria
Alberghiera della Regione Puglia propongono
l'invito alla presentazione di candidature per la
selezione di una "Destinazione di Eccellenza per le
Aree Protette" nell' ambito del Progetto
Comunitario Eden. L'obiettivo è quello di
promuovere destinazioni meno note e non
soggette al turismo di massa e proprio per questo
annualmente viene selezionata per ciascun stato
membro una destinazione da proporre come
esempio di buone prassi per il turismo sostenibile.
Le destinazioni , per essere eleggibili, devono fare
parte della Rete "Natura 2000" e "Aree Protette",
così come previsto dalla legislazione nazionale e
regionale. Le candidature possono pervenire entro
il 27 febbraio 2009.
*****
La Commissione Europea ha pubblicato
nuovi inviti a presentare proposte
nell’ambito del Tema 5 «Energia» del VII
Programma Quadro. Tra questi, la call «FP7-
ENERGY-2009-2», si inserisce nel quadro
delineato dal VII PQ, con l’obiettivo di rendere i
sistemi energetici disponibili maggiormente
sostenibili ed efficienti, nell’ottica del rispetto
dell’ambiente e del conseguente miglioramento
qualitativo del livello di vita dei cittadini europei.
In particolare, il Bando finanzia le seguenti
attività:
• attività energia 2: produzione di energia
elettrica da fonti rinnovabili;
• attività energia 4: rinnovabili per il
riscaldamento ed il raffreddamento;
• attività energia 6: tecnologie pulite del
carbone;
• attività energia 7: reti di energia
intelligenti;
• attività energia 8: efficienza e risparmi
energetici;
•attività energia 9: conoscenze per
l’elaborazione di una politica energetica.
Potranno beneficiare del Bando in esame le
imprese, le Università, i centri di ricerca o
qualsiasi altro soggetto giuridico, stabilito in uno
Stato membro, in un Paese associato o in un
Paese terzo. Le attività che beneficeranno del
sostegno del Programma in esame, saranno
finanziate attraverso la concessione di un
contributo a fondo perduto fino al 50% per attività
di dimostrazione e per attività di ricerca e di

18
n. 01–2009
sviluppo tecnologico (fino al 75% per organismi
pubblici non profit, istituti di istruzione secondaria
e superiore, Pmi, organismi di ricerca) e fino al
100% per attività di coordinamento e supporto e
per le altre attività. L’invito «FP7 –ENERGY - 2009
- 2» in esame, potrà essere accolto entro il 29
Aprile 2009, termine di scadenza fissato per la
presentazione delle Attività sopra specificate.
*****
E’ stato pubblicato un invito a presentare
proposte nell’ambito del programma di lavoro
«Persone» 2009 del VII programma quadro di
azioni comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico
e dimostrazione (2007-2013). Codice identificativo
dell’invito è FP7-PEOPLE-2009-IRSES. Lo
stanziamento in bilancio previsto è di 30.000.000
euro. La data di scadenza per la presentazione
delle proposte è il 27 marzo2009.
*****
Di recente è stato pubblicato un invito a
presentare proposte nell’ambito del programma di
lavoro «Capacità» 2009 del VII programma
quadro di azioni comunitarie di ricerca, sviluppo
tecnologico e dimostrazione (2007-2013). Codice
identificativo dell’invito: FP7-INFRASTRUCTURES-
2009-1. Lo stanziamento in bilancio previsto è di
9.600.000 euro. La data di scadenza per la
presentazione delle proposte è il 17 marzo 2009.
info@ufficiesoluzioni.it

Eventi formativi,
premi, corsi, seminari, workshop
Gli studenti universitari che abbiano
realizzato e discusso nell’anno accademico
2008/09 una tesi di laurea di particolare valore
scientifico ed un rilevante impegno, anche sotto il
profilo economico, per la ricerca e la realizzazione
possono fare richiesta di contributo-premio
entro e non oltre la data del 30 aprile 2010.
Per accedere al beneficio sono requisiti necessari:
1) iscrizione all’Università degli Studi di Teramo,
ovvero all’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.
Braga” di Teramo, non oltre il 1° anno fuori corso
per il vecchio ordinamento e l’ultimo semestre per
il nuovo ordinamento;
2) valore ISEEU, riferito all’ultima dichiarazione
dei redditi effettuata, non superiore al limite
massimo di € 16.239,11.
NOTIZIE FLASH SU PREMI E ALTRE OPPORTUNITA’
E' stato pubblicato il nuovo bando rottamazione
caldaie che finanzia la sostituzione di caldaie di vecchio
tipo con caldaie a condensazione per la Regione
Abruzzo. La richiesta di contributo può essere

19
n. 01–2009
trasmessa fino all’ 11/04/2009.
Contributi economici alle famiglie in condizioni
economiche disagiate che devono sostenere il
pagamento delle tariffe di acqua, gas e rifiuti. Tariffe
meno salate per tutti i nuclei famigliari residenti del
Comune di Cesena con indicatore Isee fino a 8.000
euro, che a partire dal 19 gennaio fino al 31 marzo
2009 possono presentare domanda per conseguire il
beneficio.
La concessione dei contributi è ripartita in base al
numero dei componenti del nucleo famigliare: alle
famiglie con un solo componente spettano 105 euro, ai
nuclei famigliari con due componenti 223 euro, a quelli
con tre componenti 329 euro, e alle famiglie con
quattro o più componenti 400 euro.
Tutti gli emigranti pugliesi che intendono
reinserirsi nel contesto economico della Regione
possono beneficiare di risorse stanziate da un fondo di
€ 170.000,00 che garantisce il reinserimento sociale e
produttivo nelle attività agricole, artigianali, turistiche e
commerciali, in forma singola o associata e l'accesso
all'abitazione dei pugliesi emigrati e delle loro famiglie.
Per quanto attiene l'erogazione dei contributi, saranno
prese in considerazione le domande pervenute entro e
non oltre il 31 ottobre dell'anno in corso. Le
richieste inoltrate dopo tale data saranno inserite di
diritto tra quelle finanziabili nell'ambito del Piano 2009.

A cura di:

VUOI UN AGGIORNAMENTO giornaliero SUI BANDI?

VISITA

     


…Entrerai nel mondo delle agevolazioni!
agevolazioni!

20
n. 01–2009