RECENSIONE PER IL PROGETTO MULTISONORO “LEITMOTIV 13”

ARTISTI VARI

Pagina facebook

Una poesia sonora ricercata e suadente che s’imprigiona tra le pieghe dell’anima. Presto on line su iTunes dove la si potrà ascoltare e scaricare, il cd sarà in uscita inoltre in piccoli media stores di Bologna o sarà possibile richiederlo alla produzione o agli stessi artisti che vi hanno partecipato. Voci singole ma che formano un gruppo che corrisponde a milioni di persone, che cercano di risvegliare la coscienza delle persone su quanto ci accade attorno e non ce ne rendiamo conto, presi come siamo dal dover girare di continuo come danzatori dervisci ubriachi di società. Un cd tutto da guardare, ascoltare, vivere e sognare migliaia di sfumature di un arcobaleno chiamato “vita”.
1. Istantanea- Fabio Fanuzzi (Bo) 2. Scia aurea - Cattivo Costume (Na) 3. Dondolo - La scimmia (Roma) 4. From here to eternit 2.0 - La sacra sindrome (Il Rapsodico) (Bo) 5. Parole, frammenti assenti - Leonora Giabbattino, add.vox Adele Spataro (Nicosia - Enna) 6. Archè - Memorie dal SottoSuono ft. Marco Sadori (Bo) 7. Secondo natura - Gianluca Ricciato (Le) 8. Psycho city vacuum - Karta Bianka (Bo) 9. Di foglie e altro, in precipitare lento - Valentina Gaglione (Bo) 10. Giostre di fuoco - L'ora dell'onironauta (Stefania Megale, Franz Paolino) (Bo) 11. Giù - Rocco Pagliaro, add vox Carolina Alabrese (Bo) 12. Le nouveau dieu - Giuseppe Dibenedetto (Barcellona) 13. Aborti terapeutici - Francesca Del Moro (Bo)

FRAMMENTI. PSYCHO CITY VACUUN – KARTA BIANKA Un pezzo quasi strumentale dove sonorità moderne ed antiche si legano assieme per dare una musica che si getta negli anni ’70 per ritirnare al presente con suoni alla beat box. SECONDO NATURA. PAROLE. ridestandoci da un . ricordano che non si può sfuggire all’eternità. denunciano la situazione ambientale sempre più critica ed inquinata.VALENTINA GAGLIONE Sperimentazioni sonore per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima. ASSENTI Un quasi reading poetico con sonorità che riportano a canti antichi celati tra le rocce antiche. ma ad una dimensione concreta che vive parallela come un cuntinum spazio/tempo di Heinstein. questa frase che viene ripetuta in questo brano chiarisce subito come ci si dovrebbe approcciare alla vita. l'armonica e il maranzano . ARCHE’-MEMORIE DAL SOTTOSUONO Un testo che con un reading poetico innovativo con qualche sfumatura di jazz freddo.LA SACRA SINDROME. Il brano si conclude con un apporto poetico molto intenso. rispettarla e proteggerla. preparano l’ascolto a questo progetto sonoro. suoni ed emozioni.GIANLUCA RICCIATO FT FABIO FANUZZI Un brano che è un inno alla natura e una denuncia alla falsità delle persone che parlano tanto di salvare la natura. la sezione aurea che non si riferisce solo a qualcosa di matematico e non vivente. DI PRECIPARE LENTO. DONDOLO-LA SCIMMIA "Se vuoi vai sennò resta". in questo lavoro di Valentina Gaglione che a del teatro delle parole una palestra di suoni ed emozioni che colpiscono fino in fondo. che martellando la mente.IL RAPSODICO Suoni elettronici e chimici. con la sincerità e non con quel falso modo di essere che la società impone. quindi se vuoi ballare e cantare resta. altrimenti è meglio che te ne vada! FROM HERE TO ETERNIT. con un mondo surreale e pieno di un flusso artistico che spinge e trasporta verso un oceano di sonorità disparate. in una festa psichedelica di colori.ISTANTANEA-FABIO FANUZZI In questo brano decisamente inusuale e sperimentale. SCIA AUREA-CATTIVO COSTUME Brano musicale che riporta agli antichi insegnamenti greci sulla misura perfetta. come sussurri che solo il vento conosce. e che invece sono proprio i primi a fregarsene di ciò che parlano. DI FOGLIE E ALTRO. il didgeridoo. strumenti musicali fuori dal coro. Sottofondo di cassa ed electro fanno dei giochi di parole e delle rime un qualcosa di crudo come il problema dell’ecologia e dell’inquinamento.

ma che usando sapientemente i suoni elettronici ed i cori in loop cercano di aprire le porte della mente. LE NOUVEAU DIEU. i musicanti antichi che cantavano per le vie dei borghi cose a volte scomode che si sarebbero perse nel tempo senza di loro. con la piaga dell’anoressia e della non accettazione di se stessi. apre una denuncia chiara ed aperta ai modelli imposti dalla società che richiedono corpi sempre più sottili.ROCCO PAGLIARO Il tema affrontato dalla fantastica voce di Pagliaro e dai cori soul di Carolina Alabrese. Quanto si può essere soli in mezzo a milioni di persone? GIOSTRE DI FUOCO. e di quanto il suo potere decisionale sia sempre più guidato e costretto ad osservare regole imposte dalla società moderna e non da un libero arbitrio che permetta di vivere sereni e coscienti. contagiando già il nostro vivere così malato.torpore atavico e facendoci capire quanto da aggiustare ci sia nella nostra società sotto una pelle sottile di benessere finto e sintetico..FRANCESCA DEL MORO Un mix ben equilibrato di poesia. GIU’. ABORTI TERAPEUTICI.L’ORA DELL’ORINAUTA Un quadro impressionista dipinto con la musica di chitarra che ricorda i cantastorie di strada. reading e musica che esprime come il ruolo della donna sia sempre pi spogliata della propria coscienza e della propria femminilità.GIUSEPPE DIBENEDETTO Pezzo in francese che ricorda i climi teatrali di Antonin Artaud. se non ci fossero stati. donne sempre più magre al limite della sopravivenza. cambiando lo stato da “off “ ad “on” dell’ascoltatore che non è più solo spettatore ma parte integrante di quel che succede. ALCUNE FOTO DURANTE LE JAM SESSIONS (foto di Valentina Gaglione) FRANCESCA DEL MORO .

ADELE SPATARO CAROLINA ALABRESE .

FABIO FANUZZI GIANLUCA RICCIATO & MATTEO MELOTTI GIUSEPPE DI BENEDETTO .

IL RAPSODICO LORENZO DE BONI MARCO MILONE & ROBERTA IZZO .

MARTINA CAMPI VALENTINA GAGLIONE .