You are on page 1of 47

SALUTIAMOCI: mangiar bene per stare bene http://lericettedisalutiamoci.blogspot.

it/

Novembre 2012: le ricette con la ZUCCA
http://blog.laviamacrobiotica.it/salutiamoci-di-novembre-la-zucca/

ZUPPE/MINESTRE: 1. Zuppa di zucca alle arachidi. Nico di ricetteveg.com http://www.ricetteveg.com/2011/09/zuppa-zucca-cavolo-e-arachidi.html Ingredienti 80gr di arachidi tostate (meglio se non salate in superficie, di provenienza biologica) 2 patate di Entracque (bio) 2 foglie di cavolo (raccolto nell'orto) 2 piccoli spicchi di Aglio bianco di Vessalico (bio) 1 bel pezzo di zucca "di Napoli", perfetta per le zuppe (raccolta nell'orto) 1 pezzetto di zenzero fresco (bio) 1 manciata di lievito alimentare in scaglie (bio) 1 piccolo peperoncino fresco (raccolto dalla piantina in cucina) 1 cucchiaino di dado vegetale (casalingo) rosmarino q.b. (seccato quest'estate in balcone) sale integrale di Trapani e pepe q.b. (bio) olio evo q.b. (bio) Anzitutto pulire, lavare e tagliare a tocchetti zucca e patate. Pulire, lavare e tagliare in striscioline il cavolo. Riservare. A parte preparare un trito di aglio, zenzero grattuggiato, prezzemolo e peperoncino. Ora, in una casseruola imbiondire il trito aromatico con un filo di olio evo, aggiungendo di segutio il rametto di rosmario, quindi le patate, la zucca a tocchetti ed infine il cavolo a striscioline. Unire un cucchiaino di dado vegetale casalingo, coprire tutto con acqua e portare ad ebollizione tenendo il tegame coperto. Quando sarà passata una mezz'ora e tutte le verdure saranno ormai cotte, passare la zuppa al minipimer con poca precisione, quindi ritirarne due mestoli scarsi e frullarli ulteriormente nell'apposito bicchiere aggiungendovi mezzo spicchietto di aglio, le arachidi, il lievito alimentare in scaglie, il sale di Trapani ed il pepe, sino ad ottenere una sorta di hummus. Riservare. Aggiungere alla zuppa metà dell'hummus ottenuto, quindi terminarne la cottura per una decina di minuti, infine spegnere il fuoco e lasciare riposare un paio di minuti. Servire la zuppa ben calda, decorando con un cucchiaio dell'hummus di arachidi, un filo d'olio evo a crudo e qualche crostone di pane integrale casalingo, passato nel forno. Se fosse necessario, nel caso di un dado casalingo più leggero, aggiustare ulteriormente la sapidità con un pizzico di sale integrale di Trapani. 2. Crema di zucca al profumo di nocciole. Nadir di Nadirblog & Sister http://nadirblog.blogspot.it/2012/11/salutiamoci-novembre-la-zucca.html 3 patate bianche un bel pezzo di zucca

1/2 cipolla timo (2-3 rametti) salvia un pizzico sale NoccioOlio Pelare e lavare le verdure, metterle nella pentola a pressione,unire le spezie ed il sale, versare una tazzina da caffè di acqua, chiudere e far cuocere 15 minuti al fischio. Aspettare che la pressione scenda, togliere il coperchio, separare le foglioline di timo dai rametti e frullare il tutto. Impiattare e condire con 1/2 cucchiaio di olio di nocciole. Gustare! 3. Crema di zucca, finocchio e mela verde. Azbel di Kitchen bloody kitchen http://www.kitchenbloodykitchen.com/2009/10/crema-di-zucca-finocchio-e-mela-verde.html Ingredienti : 1 porro (circa 200 gr pulito) 500 gr di zucca mantovana, pulita 100 gr di finocchio, pulito 200 gr di mela granny smith, pulita olio evo leggero, ligure o del Garda sale Procedimento: Affettare il porro e soffriggerlo in un cucchiaio d'olio. Aggiungere zucca, finocchio e mela mondati e a pezzi badando di tagliare quest'ultima poco prima di metterla in pentola per evitare che annerisca. Lasciar insaporire il tutto qualche minuto quindi aggiungere 600 gr d'acqua bollente, salare e cuocere per circa 20 minuti. Passare bene il tutto con un frullatore ad immersione, aggiungendo un po' d'acqua nel caso fosse necessario. Servirla a piacere calda, tiepida o a temperatura ambiente. 4. Zuppa di zucca, porcini e castagne. Roberta di Cobrizo http://cobrizoperla.blogspot.it/2011/01/zuppa-di-zucca-e-porcini.html mezza zucca (visto che era bio ho lavato e tenuto la buccia) due patate medie 250 ml acqua 5-5 caldarroste sbucciate (ovviamente non sono stata a cucinarle appositamente per questa ricetta ma le avevo avanzate e congelate, ma anche quelle precotte potrebbero andar bene) tre funghi porcini freschi (ma anche congelati, perchè no?) rosmarino un rametto olio e.v.o. sale q.b. pepe macinato al momento Cuocio in acqua salata la zucca a pezzettoni con le patate sbucciate e a tocchi. Passo al mixer per una vellutata finissima e densa quanto basta. La zuppa risulterà con un leggero tono di verde, e non arancione, per la presenza della buccia. Intanto su un foglio di carta da forno sfrego uno spicchio d'aglio tagliato in due. Vi adagio i porcini affettati grossolanamente condendoli con un filo d'olio, sale e qualche rametto di rosmarino. Cuocio in forno a 190° (grill) finchè risultano morbidi e un pochino croccanti. Verso la fine unisco ai funghi le castagne spezzettate tanto da renderle un po' croccantelle. (prima bagnate in un goccio di salsa di soia e mirin mescolati insieme così da caramellizzarle un poco a parte, in un padellino appena unto) Impiatto la zuppa e decoro coi funghi e le castagne. Condisco con un filo di buon olio e una macinata di pepe fresco. 5. Zuppa Zeta, di zucca, zenzero e zafferano. Roberta di Cobrizo http://cobrizoperla.blogspot.it/2008/11/zuppazeta.html 300 gr di zucca mondata e tagliata a dadi 2 zucchine 2 cipolle bianche 1 cipollotto 2 spicchi di aglio 2 tazzine da caffè di lenticchie decorticate (quelle arancioni) 1 cucchiaio di dado 1 litro di acqua calda 1 cucchiaio di succo di zenzero (grattugiato e spremuto) zafferano, un pizzico di stimmi (o una bustina se, ahimé, in polvere) Rosolare dolcemente la cipolla nell'olio insieme all'aglio tritato. Aggiungere le lenticchie (lavate e sciacquate) e bagnare con metà dell'acqua e il dado. Far cuocere per 10 minuti. Unire la zucca con il resto dell'acqua, il cipollotto tagliato a rondelle e le zucchine a dadini. Cuocere ancora per 10 minuti a pentola coperta, o finchè le lenticchie sono morbide,

quindi passare finemente al mixer metà della zuppa e riunirla al resto. Intanto grattugiare e spremere lo zenzero. Unirlo alla fine, con lo zafferano (stemperato in un dito d'acqua, se in stimmi), alla zuppa. Cospargere con prezzemolo fresco tritato finemente. Servire, a piacere, con pane integrale tostato. 6. Minestra di fagioli con finferli, zucca e un uovo. Patrizia di Via delle Rose http://myviadellerose.wordpress.com/2012/11/10/minestra-di-fagioli-con-finferli-zucca-e-un-uovo-salutiamoci/ Per questa minestra non ho calcolato le dosi vi do' solo indicazioni degli ingredienti per il resto fate come di solito siete abituate nel preparare una minestra con fagioli. Fagioli secchi bianchi messi in ammollo la sera prima. Funghi finferli ma potrete mettere anche dei porcini sarà ancora più profumata Un pezzo di zucca mantovana acqua di cottura dei fagioli due spicchi d'aglio una costa di sedano con le sue foglie qualche rametto di coriandolo (facoltativo io lo utilizzo molto quasi in tutti i miei piatti) due foglie di alloro olio extravergine d'oliva sale e pepe un uovo per ogni persona assolutamente fresco di galline felici all'aria Il mio procedimento: Dopo aver lasciato i fagioli in ammollo per 12 ore, li ho sciacquati dalla loro acqua di ammollo e li ho messi in una pentola a fondo spesso coprendoli di acqua fresca insieme a metà della costa di sedano, una foglia di alloro ed uno spicchio d'aglio intero. Ho lasciato terminare la loro cottura con coperchio a temperatura dolce. ( Non ho aggiunto sale) Ho tagliato la zucca a dadini dopo averla lavata ed asciugata. Ho lavato bene i finferli cercando di togliere bene il terriccio e li ho asciugati un po' con della carta assorbente. In una padella ho messo dell'olio evo lo spicchio d'aglio metà della costa di sedano tagliata a dadini e la foglia di alloro, ho versato i funghi facendoli insaporire a fuoco medio alto per 1 minuto circa, finché l'acqua che fuoriesce dai funghi venga completamente evaporata. poi ho versato la zucca tagliata a dadini. Ho mescolato il tutto facendo ben assorbire i profumo sempre a fiamma medio alta per altri due minuti, sorvegliando sempre e mescolando spesso. Ho abbassato la fiamma, ho aggiunto anche le foglie del sedano ed i steli del coriandolo ho salato e ho lasciato cuocere per qualche minuto finché ho sentito i dadini della zucca abbastanza morbidi ma comunque al dente. Ho aggiunto i fagioli con parte della loro acqua, aggiustato di sale ed infine l'uovo che ho lasciato cuocere per 3 minuti a fiamma bassa ed aggiungendo acqua di cottura dei fagioli nel caso occorresse. Per finire ho spolverato di pepe nero macinato al momento e servito con pane rustico integrale. 7. Zuppa di orzo, zucca e borlotti. Ciboulette di Un filo d’erba cipollina http://www.unfiloderbacipollina.it/il-colore-dellautunno-e-arancione-zucca-e-borlotti-e-orzo/ Zucca, 300 g Orzo decorticato (bio) 100 g (peso a crudo) 250 g di borlotti lessi (io ho usato quelli conservati al naturale, ma sarebbe molto meglio cucinare quelli secchi) Mezzo gambo di sedano mezza carota me sale Olio extravergine di oliva Mettere in ammollo l’orzo otto ore prima della cottura. Potete cuocerlo in abbondante acqua bollente salata a parte, anche il giorno prima, e poi conservarlo in frigo. Tritare al coltello la cipolla, il sedano e la carota (pelata). Tagliare la zucca a dadini e sgocciolare l’acqua di cottura dei fagioli. Mettere tutto insieme in una casseruola insieme a 2 cucchiai di olio (o mettetelo alla fine, a crudo), salate, coprite con acqua e fate cuocere a fuoco moderato per 30-40 minuti. Se avete l’orzo già cotto aggiungetelo alla zuppa un quarto d’ora prima di spegnere: se lo avete solo messo in ammollo fatelo cuocere dall’inizio, abbondando con l’acqua. In ogni caso tenete a portata di mano un pentolino d’acqua calda per aggiungerla al bisogno. Servire – ovviamente – fumante! 8. Vellutata di cachi e zucca alle spezie. Francesca Q. di I pachiocchi di Francy http://www.paciocchidifrancy.com/2012/11/salutiamoci-novembre-bis.html#more Ingredienti per 2 persone 500 gr circa di zucca privata di semi e buccia (che non butterete ma utilizzerete per altre preparazioni) 1 caco 1/2 cipolla 350 ml di acqua o brodo vegetale

olio semi di senape q.b. Garam masala (o curry ) q.b. Preparazione In una pentola dai bordi alti fate rosolare la cipolla tritata in un poco di olio- Aggiungete i semi di senape e fate stufare fino a quando la cipolla sarà trasparente. Aggiungete la zucca tagliata a tocchetti, il brodo o l'acqua e fate cuocere per circa 15', o fino a che la zucca sarà morbida, aggiungendo altro liquido nel caso in cui si asciugasse troppo. Pelate il caco ed aggiungete la polpa alla zucca; fate cuocere ancora per 2' circa . Passate al mixer la minestra fino ad ottenere un composto vellutato. Rimettete sul fuoco, aggiustate di sale, aggiungete un po' di garam masala in polvere e fate restringere la preparazione fino ad ottenere il composto della giusta densità (non troppo liquido, insomma!). Volendo potete aggiungere un po' di panna o di latte per aumentare la rotondità del sapore. Spegnete, impiattate e guarnite ogni porzione con semini di senape e fettine di zucca arrostita. 9. Pasta e fagioli alla zucca. Lo di Galline 2ndlife http://galline2ndlife.blogspot.it/2012/11/passaggi-di-ombre.html per 4 persone: 120 gr di fagioli borlotti secchi 5 cm di alga kombu 1\2 zucca delica 1 cipolla rossa 1 spicchio d'aglio 1 rametto di rosmarino 200 gr di ditalini integrali sale miso di riso prezzemolo fresco La sera precedente mettere in ammollo i fagioli borlotti e l'alga kombu* dopo averla sciacquata sotto l'acqua. Il giorno successivo lavare i fagioli e l'alga e cuocerli insieme nel coccio con abbondante acqua per circa 40\45 minuti o fino a quando saranno teneri. Nel frattempo lavare la zucca sotto l'acqua spazzolandola accuratamente, tagliarla a pezzetti (buccia compresa). Pulire e affettare sottilmente la cipolla. Unire le verdure, compreso lo spicchio d'aglio e il rosmarino, ai fagioli e cuocere per 10 minuti. (Valutate se il brodo che si è formato è sufficiente per la vostra zuppa o se è necessario aggiungere altra acqua). Con il frullatore ad immersione frullare grossolanamente in modo da rendere cremoso il brodo, ma nello stesso tempo lasciando qualche pezzo di zucca e parte dei fagioli interi. Unire i ditalini e proseguire la cottura in base ai tempi di cottura della pasta che avete scelto. Una volta cotta prelevare un mestolo di brodo, sciogliervi dentro due cucchiaini di miso* e quindi versare la cremina che si è formata nella pentola, lasciandolo sobbollire lentamente (assolutamente non bollire) per 3 o 4 minuti. Servire caldo e fumante, decorando con il prezzemolo tritato. *L'alga kombu è ricca di ferro, calcio, iodio, magnesio, vitamine C, A e varie del gruppo B. E' un depurativo intestinale, stimola reni e apparato digerente, regola la pressione sanguigna. Siccome è ricca di acido glutammico può essere usata nell'ammollo e nella cottura dei cibi e soprattutto dei legumi, perchè in grado di ammorbidire le fibre e renderli più digeribili. Siccome è ricca di sodio non si consiglia di mangiarla spesso perchè risulterebbe eccessiva se sommata al sale che già normalmente si consuma. Un pezzo di alga kombu può essere utilizzato due volte: dopo il primo ammollo e la prima cottura, lavatela sotto l'acqua e mettetela ad asciugare su un pezzo di carta assorbente. Riutilizzata per la preparazione successiva. *Il miso secondo me è un alimento salvavita e lo trovo particolarmente delizioso. Dovrebbe essere consumato almeno una volta al giorno e si può usare per arricchire zuppe, risotti, verdure o per preparare salsine. Stimola la digestione di proteine, grassi e carboidrati ma soprattutto arricchisce la flora batterica intestinale. E' possibile usarlo al posto del dado, magari abituandosi a poco a poco al suo sapore. Unica attenzione importante: il miso non va mai cotto o bollito, per questo è importante unire a cottura ultimata e farlo sciogliere. 10. Crema di zucca, porro, yogurt e zenzero. Deborah di Il giardino di pietra http://www.ilgiardinodipietra.com/2012/11/crema-di-zucca-porro-yogurth-e-zenzero.html Ingredienti: Una piccola zucca (di circa 700 gr) yogurth naturale tipo greco (un cucchiaio colmo a commensale) un piccolo porro olio EVO una carota zenzero fresco (circa 2 cm di radice sbucciata) olio di semi di zucca e semi di zucca da aggiungere a piacere sale

Ecco la ricetta! Taglia il porro a rondelle poi queste a piccole striscioline (se usate la mandolina con la lama a julienne è ideale e rapidissimo) e grattugia grossolanamente la carota. Rosola dolcemente nell'olio il porro e la carota grattugiata insieme al sale. Il porro a differenza della cipolla è molto dolce e non appesantisce la crema. aggiungi la zucca sbucciata e tagliata a tocchi non troppo piccoli e lascia stufare coperto per 5- 10 minuti. Aggiungi acqua o brodo vegetale quanta ne serve per coprire la zucca e porta a cottura. Aggiungi lo zenzero tagliato sottilissimo e passa il tutto con il frullatore a immersione fino a ridurre la zuppa in una crema. servi in ciotole carine, aggiungi un cucchiaio di yogurth e se ti piace un giro di olio si zucca. 11. Vellutata di zucca e fave. Letissia di Ricette al verde http://ricettealverde.blogspot.it/2012/11/vellutata-di-zucca-e-fave.html Ingredienti: 400 grammi di zucca 200 grammi di fave secche un pezzetto di alga kombu semi di finocchietto olio evo sale marino integrale Mettete le fave in ammollo per un'intera notte. Sciacquatele e cuocetele in una pentola possibilmente di coccio, con l'alga (la kombu serve a rendere più digeribili i legumi ma se non l'avete in casa fatene pure a meno), ed una quantità d'acqua pari al doppio del loro volume. Al primo bollore abbassate la fiamma, schiumate e proseguite la cottura a fuoco moderato per circa un'ora. Aggiungete a questo punto la zucca tagliata a fettine, un pizzico di semi di finocchio e proseguite la cottura per altri venti minuti circa, fino a quando fave e zucca saranno ben cotte e cominceranno a disfarsi. Spegnete il fornello, salate e riducete in crema con l'aiuto del minipimer. Regolatevi sulla densità della crema ottenuta e aggiungete dell'acqua calda se necessario. Servite con una spolveratina di semi di finocchietto. E se proprio volete renderlo d'effetto, friggete in olio caldo qualche fettina sottilissima di zucca e guarnite! :) 12. Zuppa povera di zucca gialla e insalata. Sandra di Indovina chi viene a cena http://sonoiosandra.blogspot.it/2012/11/21122012-until-end-of-world-e-una-zuppa.html le foglie esterne di un cesto di insalata dell'orto (ma anche se non è dell'orto va bene lo stesso) 2 patate 2 cipolle rosse medie una scodella di zucca gialla tagliata a quadretti olio extra vergine di oliva pane integrale alcune fettine sale e pepe Tagliate le cipolle rosse ad anelli alti almeno 1/2 cm e fatele soffriggere con un filo di olio extra vergine di oliva. Appena la cipolla accenna ad appassire aggiungere i cubetti di zucca e i cubetti di patate (lavati sotto acqua corrente fredda per togliere un po' di amido) e farli insaporire con la cipolla aggiungendo un po' di sale e una macinata di pepe. Dopo 5 minuti di cottura aggiungete acqua fino a coprire le verdure e aggiungete anche le foglie dell'insalata spezzata in pezzi abbastanza grandi. Aggiustate di sale, coprite e fate bollire per una ventina di minuti. Ecco, la vostra zuppa è pronta, potete arrostire il pane e condire il tutto con un po' di pepe e un bel giro d'olio nuovo. Buon appetito. 13. Zucca al curry madras con quinoa. Luca di Kitchen Journal http://www.kitchenjournal.it/?lang=it&p=1522 difficoltà: facile tempi di preparazione: 30 min. ingredienti per 2: 400 gr. di zucca tipo moscata ( una volta pulita e priva di semi ) 400 ml. di latte di cocco 1 cucchiaino semi di mostarda 1/2 cucchiaino aglio in polvere 1 pizzico di comino 1 pizzico di zafferano in pistilli 1 cucchiaio di curry madras 1 cipolla media 2 cucchiai d’olio e.v. olio di semi di girasole ( spremuto a freddo ) quanto basta 1 tazza di quinoa 2 tazze d’acqua sale qualche ciuffo do coriandolo Tagliate la zucca a cubetti grossolani ( una volta priva di buccia e semi ). Friggeteli in olio di semi per un minuto o poco

più. Questo permetterà sprigionare il suo sapore e far si che non si rompano una volta aggiunti al resto della cottura in salsa. Ritirateli con una schiumarola e adagiateli su un piatto con della carta assorbente. Ritirate l’olio dal wok e aggiungeteci 2 cucchiai d’ olio di oliva e.v. , un cucchiaino di semi di mostarda un pizzico di semi di comino e appena iniziano a saltare e scoppiettare i semi, aggiungete la cipolla tritata. Rosolate un minuto e poi incorporate il curry, l’aglio in polvere lo zafferano e al minuto il latte di cocco. Regolate di sale e aggiungete la zucca. Cuocere a fuoco medio basso per dieci minuti. Servire con del coriandolo tritato e la quinoa a parte. Per la quinoa ho usato la classica pentola asiatica elettrica per il riso a vapore, con una proporzione di una unità di quinoa x due di acqua. Con una pentola tradizionale ( possibilmente con un buon fondo alto ), usate le stesse proporzioni, tutto a freddo e appena inizia a bollire abbassate la fiamma al minimo, tappate. Calcolate 12 minuti circa, spegnete e lasciate riposare tappato per 1o min circa. 14. Zuppa di miso con zucca e cavolo trunzu. Sara di Defelicitateanimi http://defelicitateanimi.blogspot.it/2012/11/presidi-e-zucche-al-rapporto-per.html 6 cm di alga kombu 2 funghi shiitake secchi 1 pezzo di daikon bio 1 cavolo Trunzu di Aci(e sue foglie), voi usate altra crucifera e foglie verdi relative. 1 pezzo di zucca Hokkaido(Potimaron) 1 cucchiaino da tè di miso d'orzo(non pastorizzato) Lievito alimentare Tagliate l'alga a pezzetti e fatela amollare 20/30 minuti in una tazza d'acqua.Fate lo stesso con gli Shiitake. Mondate le verdure e fatele a tocchetti. Ponete in un pentola l'alga, gli shiitake, e le verdure aggiungendo l'acqua di ammollo più altre tre tazze di acqua.Portate a bollore e fate cuocere un 20 minuti. Spegnete, servite sciogliendo sul fondo del piatto con un po' di brodo caldo un cucchiaino di miso a testa;mettete la zuppa e spolverate col lievito alimentare in scaglie. 15. Vellutata di zucca & arancia. Brii di Briggishome http://briggishome.wordpress.com/2012/11/13/vellutata-di-zucca-arancia-it/ 200gr di zucca pulita e tagliata a pezzi un pezzo di porro 1 patata a tocchi 150gr di succo spremuto di arancia 300gr di acqua 1/2 cucchiaino di curry 20gr di zenzero fresco grattugiato 1 cucchiaio di dado vegetale o zuccoso olio extravergine di oliva mandorle a scaglie In una padella far insaporire l’olio con il curry, quando prende colore aggiungere la zucca e patate a pezzi, mescolare e far rosolare. poi aggiungere il succo d’arancia, l’acqua, il dado e lo zenzero. cuocere per ca 30-40min finché la zucca è morbida frullare fino ad ottenere una crema liscia. Se avete tempo lasciatela riposare fino al giorno dopo. Riscaldatela e servite con le scaglie di mandorle. 16. Zuppa di zucca colorata. Arianna di Bambini golosi http://bambinigolosi.blogspot.it/2012/11/zuppa-di-zucca-colorata.html un bel pezzo di zucca (la mia era un pochino pallida, ma dolcissima) una carota piccola un pezzo di porro una foglia di alloro una patata piccola un pizzico di paprika dolce un pizzico di curcuma un pizzico di pepe nero sale marino integrale olio extravergine di oliva 100% brodo vegetale quanto basta (io avevo congelato quest'estate dei sacchettini già pronti con sedano, carotine, pomodorini e zucchine dell'orto e l'ho preparato così) Per prima cosa ho preparato velocemente il brodo vegetale mettendo la verdura in poca acqua e un pizzicotto di sale facendolo bollire a fuoco alto per un quarto d'ora circa. In una padella ho fatto stufare qualche minuto il porro tagliato a rondelle sottili con due cucchiai d'olio, la foglia di alloro e qualche cucchiaio di brodo. Ho unito la carota, la zucca e infine

la patata tagliate a cubetti ed ho coperto con il brodo. Dopo circa dieci minuti le verdure erano tenere, quindi ho spento il fuoco ed ho aggiunto le spezie sciolte in un cucchiaio d'olio! Eventualmente si può aggiustare di sale! Ho servito con una fetta di pane integrale tostato!!!! 17. Crema di riso integrale e zucca con miso d’orzo e umeboshi. Samantha di LaboratorioVeg http://laboratorioveg.altervista.org/blog/crema-di-riso-integrale-zucca-con-miso-dorzo-e-umeboshi/ Lista della spesa (per 2 persone): 150g di riso integrale, 400g di zucca, 1 cucchiaino di miso d’orzo, 1/2 cucchiaino di purea di umeboshi, 5g di semi di zucca, 5g di semi di girasole, 10g di olio extravergine d’oliva, acqua q.b. Far cuocere il riso integrale in pentola a pressione per 1 ora. L’acqua deve essere circa a metà pentola. Nel frattempo cuocere a vapore la zucca e, una volta molto morbida aggiungere un cucchiaino di miso d’orzo e l’olio extravergine d’oliva e frullare aggiungendo acqua fino a raggiungere la consistenza desiderata. Scolare il riso integrale con una schiumarola e frullarlo bene. Filtrarlo con un colino o con il passaverdure fino ad ottenere una crema biancastra. Disporre nel piatto di portata, coprire con la crema di zucca, aggiungere la purea di umeboshi e servire con una spolverata di semi misti. 18. Zuppazucca. Cristina di Broccolo & Carota http://broccolocarota.wordpress.com/2012/11/25/zuppazucca/ Ingredienti: -500 gr. zucca bio -50 gr. porro -1/2 cucchiaino di semi di finocchio -una pizzicata di coriandolo fresco -sale q.b. -olio e.v.o. q.b. Procedimento: Lavare accuratamente la zucca, aiutandosi con uno spazzolino, useremo la zucca intera: polpa, buccia e semi. Tagliarla a pezzi. Lavare il porro e tagliarlo a striscioline. In una pentola sistemare la zucca, il porro, i semi di finocchio (aiutano l’intestino) e aggiungere acqua fino a coprire. Salare. Lasciar cuocere coperto fino alla cottura della zucca. Nel frattempo separare i semi della zucca pulirli con una pezzuola e sistemarli su una carta da forno, infornare a 160-180°C, lasciarli tostare. Aggiungere alla zuppa il coriandolo fresco, e passare al mixer. Servire calda con l’aggiunta di un filo d’olio. Aggiungere i semi di zucca, che scrocchieranno sotto i denti. 19. Zuppa di ceci e zucca. Virgikelian di Ai sapori http://aisapori.blogspot.it/2012/11/zuppa-di-ceci-e-zucca.html Ingredienti per 2 persone : 250 g. di ceci 300 g di zucca una carota un gambo di sedano una zucchina una piccola cipolla 2 spicchi d'aglio 2 foglie di basilico fresco olio extra vergine d'oliva sale e pepe Ho messo a bagno in acqua fredda i ceci per tutta la notte poi, ho gettato la loro acqua. Ho lessato i ceci in pentola a pressione per 60 minuti e li ho tenuti da parte. La sera, quando ho deciso di preparare la zuppa, ho messo in pentola un filo di olio extra vergine d'oliva, la cipolla affettata , due spicchi d'aglio interi ed ho fatto insaporire. Ho affettato la carotina, la zucchina e il sedano ed ho tagliato la zucca, ma, per la prima volta in vita mia, ho utilizzato la zucca con la sua buccia, come consigliato da Lo (galline2ndlife.blogspot.com). Ho raschiato bene con una spazzolina la buccia per eliminare ogni traccia di terra, la zucca era tenera e l'ho tagliata molto facilmente. Ho aggiunto le verdure alla cipolla e ho lasciato insaporire il tutto, sempre mescolando. Ho aggiunto i ceci prelessati e le due foglioline di basilico. Ho aggiunto del brodo vegetale caldo preparato a parte, salato e lasciato cuocere sempre in pentola a pressione per 12 minuti. Ho servito in tavola con l'aggiunta di un filo d'olio extra vergine .

20.Zuppa di zucca e patate. Chiara di Chiara e Cucina http://www.chiaraecucina.it/2012/11/27/la-zuppa-di-zucca-e-patate-quasi-a-km-zero/ per 6/8 persone (a seconda della fame): 1 kg di zucca (la mia era quella dell’orto) 4 patate grandi (le patate sono un ingrediente permesso ma non consigliato, ma considerato che le mie erano dell’orto, quindi brutte ma buone e sane, penso che possano andar bene comunque) 2 scalogni 2 spicchi di aglio qualche rametto di rosmarino olio evo qb (il mio era olio nuovo, spremuto a freddo il giorno 11 novembre 2012) sale pepe Ho cominciato dalla zucca. Premesso che secondo me affettare la zucca e privarla della buccia è sia noiosissimo che pericoloso, visto che è talmente dura che si rischia di affettarsi anche un paio di dita … io l’ho divisa a metà, l’ho privata dei semi e l’ho leggermente tagliuzzata, poi ho spalmato la superficie con gli spicchi di aglio, che ho lasciato all’interno e ho aggiunto qualche rametto di rosmarino e un filo di olio: dopodiché l’ho messa nel forno già caldo a 180° per circa 40 minuti o comunque finché la polpa non è abbastanza morbida per essere estratta dalla buccia con un cucchiaio. Questa tecnica, che ho scoperto grazie alla ricetta della Pumpkin Soup di Gordon Ramsay, è davvero comodissima e fa risparmiare molto tempo e fatica. Mentre la zucca era in forno, ho cotto le patate, già fatte a dadini, al dente con la vaporiera. Una volta che le verdure sono pronte, ho fatto un soffritto di olio e scalogno e le ho aggiunte, ho aggiustato di sale e pepe, ho aggiunto un altro po’ di rosmarino ed ecco tutto. Una volta messa sul fuoco, cuoce non più di 20 minuti, giusto il tempo di far amalgamare bene gli ingredienti tra di loro. PRIMI: 21. Palline di miglio e zucca in crosta di semi di sesamo con salsa agrodolce. Dealma di La Via Macrobiotica http://blog.laviamacrobiotica.it/salutiamoci-di-novembre-la-zucca/ 100 g di miglio decorticato 300 g di zucca pulita 1 cipolla 1 cucchiaio d’olio di sesamo o extravergine d’oliva 2 cucchiaio di shoyu o tamari semi di sesamo bianco o nero 1 cucchiaino di aceto di riso acqua q.b. Per la salsa agrodolce: 1 cucchiaio di malto di riso o d’orzo 1 cucchiaino di shoyu o tamari 3 cucchiaini di succo di limone senape o zenzero a piacere acqua q.b. Lava bene il miglio più volte. Lessalo con un pizzico di sale e 2 volte e mezzo il volume d’acqua per 10-15 minuti, parzialmente coperto. Terminata la cottura spegni e lascialo coperto a riposare 10 minuti. Nel frattempo taglia la cipolla a dadini e falla imbiondire in padella con l’olio. Aggiungi la zucca a dadini, poca acqua e stufa coperto 20 minuti circa. A fine cottura aggiungi lo shoyu o il tamari e cuoci altri 2 minuti mescolando. Aggiungi il miglio e mescola bene. Lascia raffreddare un pochino. Con le mani prepara delle palline da rotolare nel sesamo e passale in forno a 180° per 15-20 minuti. In alternativa si puoi anche friggere. Mentre le palline sono in forno prepara la salsina mescolando lo shoyu, il malto, il succo di limone, la senape (oppure lo zenzero) e acqua quanto basta per ottenere una salsina fluida, quasi liquida. Il malto è un ottima alternativa allo zucchero per preparare ricette agrodolci di qualsiasi tipo. Esistono molti tipi di malto. I più consigliati sono quello d’orzo, in primis e quello di riso, in secundis. Il malto d’orzo ha un sapore molto particolare che a volte non si sposa con alcune preparazioni, per cui si usa più spesso quello di riso. Gli altri sono troppo “carichi”, troppo zuccherini, anche se lo zucchero di cui parliamo è il maltosio e non il saccarosio, di cui il malto è privo. Rispetto allo zucchero raffinato (di barbabietola o di canna), il malto contiene anche sali minerali e alcuni carboidrati complessi. La presenza dei sali minerali evita l’effetto “furto” tipico dello zucchero, che sottrae sali minerali dalle ossa, soprattutto il calcio! 22. Gnocchi di zucca. Daria di Gocce Daria http://www.goccedaria.it/item/gnocchi-di-zucca.html zucca (quantità a piacere) - io ne preparo circa mezzo kg farina tipo 2 - al massimo 100 gr olio evo qualche foglia di salvia

sale fino integrale qb Facilissima esecuzione! Cuocere la zucca al forno tagliata a fette (con tutta la buccia), magari mettendo un foglio di carta forno sopra in modo che non si secchi. Una volta cotta con la forchetta schiacciatela bene, tenendo da parte la buccia che può essere un buon spuntino o usata per altre preparazioni. Aggiungere un po' di farina e mescolare fino ad ottenere un composto solido che rimarrà comunque un po' appiccicoso. Non aggiungete troppa farina altrimenti diventeranno troppo compatti e pesanti. Tenendo il piano ben infarinato formate dei serpentoni e tagliateli a pezzzetti, schiacciandoli leggermente. Nel frattempo mettete a bollire una pentola con acqua leggermente salata. Preparate una padella con olio evo e salvia. Man mano che gli gnocchi sono pronti versateli nell'acqua bollente ed estraeteli quando vengono a galla tuffandoli nell'olio caldo insaporito con la salvia. Fate saltare in padella per un paio di minuti e servite subito! 23. Ravioli di zucca e patate. Sara di Straight Edge Fam http://straightedgefam.blogspot.it/2012/11/ravioli-di-zucca-e-patate.html INGREDIENTI (per 34 ravioli circa): per il ripieno: - 400 gr di polpa di zucca già cotta - 250 gr di patata già cotta - 1 cucchiaino di aglio in polvere (o 1 spicchio fresco) - 4 cucchiai di pangrattato - 4 cucchiai di lievito alimentare (facoltativo) - 1 rametto di rosmarino - 1 rametto di salvia - 1 pizzico di noce moscata - sale, pepe per la pasta: - 250 gr di farina di grano tenero tipo 0 - 1 cucchiaio di olio EVO - 1 cucchiaino di curcuma - sale, pepe - acqua q.b. Iniziamo dal ripieno: cuocete la zucca e la patata (io le ho cotte a vapore, se volete far prima potete anche lessarle). Mettetele in una ciotola con il rosmarino e la salvia tritati, aglio, sale, pepe, noce moscata. Passate tutto con il minipimer, rendendo la crema bella omogenea. Aggiungete il pangrattato, il lievito alimentare. Assaggiate (ma non finitelo!!) ed eventualmente aggiustate di sale se vi sembra un po' troppo dolce. Lasciate riposare al fresco. Prepariamo ora la pasta, semplicissima: impastate la farina con la curcuma, l'olio, sale e tanta acqua, aggiunta poca alla volta, sino ad ottenere un bell'impasto, elastico e facilmente lavorabile. Impastate energicamente per una decina di minuti. Poi viene la parte impegnativa (non difficile eh? Solo un po' lunga); dividete in due l'impasto e armati di mattarello e santa pazienza, tiratelo sino ad ottenere una sfoglia sottile (se avete in casa la macchina per tirare la pasta, per amor di Dio, usatela!!). Ricavate dalla sfoglia tanti cerchietti (vedete dalla foto il mio strumento altamente professionale). Su ogni cerchietto versate un cucchiaio di ripieno di zucca, e richiudetelo a raviolo (per capire di cosa parlo, vi rimando al video "Raviolando"). Eccoli qua, i miei tesori!! Non vi resta che cuocerli in una pentola con abbondante acqua salata bollente, per qualche minuto. Scolateli con una "schiumarola", e gustateli con il condimento che preferite; io ho semplicemente scaldato il padella dell'olio EVO con 2 spicchi d'aglio e delle foglie di salvia. 24. Riso integrale, zucca, funghi e castagne. Attars di Ad un soffio da me http://adunsoffiodame.blogspot.it/2012/11/riso-integrale-zucca-funghi-e-castagne.html riso integrale castagne funghi champignon zucca olio evo prezzemolo Ho messo a cuocere il riso integrale in una pentola con il triplo del suo volume in acqua. Ad esempio io ho cotto una tazza di riso con 3 tazze di acqua. Ho messo insieme riso e acqua, messo la pentola sul fuoco medio e a fuoco vivo scoperto, quando è arrivato a bollore ho abbassato la fiamma,salato e coperto. Cuocendo il riso in questo modo bisogna diminuire drasticamente le dosi di sale, perchè tutta l'acqua verrà assorbita ne basterà davvero un pizzico! Ho lasciato cuocere senza mai girare fino ad assorbimento completo dell'acqua, circa 50 minuti. Nel mentre ho tagliato la zucca a cubetti piccoli e messa in padella con un pò d'olio. Mentre la zucca inizia a cuocere ho affettato i funghi già puliti e poi ho unito anche quelli alla zucca.

Ho fatto bollire le castagne fino a quando il riso non è stato pronto. Ho unito il riso nella padella con la zucca e i funghi, ho pulito le castagne e le ho spezzettate, poi le ho aggiunte in padella. Ho fatto riposare 5 minuti e poi ho impiattato con una bella spolverata di prezzemolo tritato sopra! 25. Riso integrale con zucca e noci. Redsheen di Efforts http://vegefforts.blogspot.it/2012/11/riso-integrale-con-zucca-e-noci.html Ingredienti: 500g di zucca (anche di più) 320g di riso integrale 2 porri 70g circa di gherigli di noci brodo vegetale olio evo sale Procedimento: Pulire la zucca togliendo la buccia e tagliarla a dadini. Più sono piccoli più velocemente si cuoceranno. Fare un soffritto in una pentola dai bordi alti con 3-4 cucchiai di olio evo e i due porri tagliati finemente. Quando i porri saranno ben appassiti, si aggiunge la zucca a tocchetti. Lasciar cuocere mescolando spesso. Se la zucca fosse poco acquosa si può aggiungere del brodo caldo. Lavare il riso sotto acqua corrente e aggiungerlo alla zucca solo quando questa è ben ammorbidita. Mantecare brevemente il riso girando velocemente il contenuto della pentola e poi aggiungere abbondante brodo vegetale (2-3 ramaioli grandi). Salare (ma vedrete che ne basterà davvero poco). Continuare a cuocere mescolando, per evitare che si attacchi, aggiungendo brodo vegetale quando questo sarà stato assorbito, finchè il riso non risulterà leggermente al dente. Togliere la pentola dal fuoco e sbriciolare le noci grossolanamente sul risotto, mescolare e servire caldo. 26. Ravioli di zucca con pesto limoncino. Nadir di Nadirblog & Sister http://nadirblog.blogspot.it/2012/11/salutiamoci-novembre-la-zucca.html Ingredienti per la sfoglia: 200 g di farina di grano duro 200 g di farina "0" 1/2 cucchiaino di curcuma 200 ml di acqua Miscelare le farine con la curcuma, unire man mano l'acqua ed impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciarlo riposare al fresco. Ingredienti per il ripieno: 250 g di polpa di zucca cotta a vapore 1/2 porro olio evo sale timo limoncino 2 cucchiai di lievito in scaglie 50 g di mandorle tostate Tritare il porro e stufarlo in una padella con olio evo e acqua, unire la zucca spezzettata, il sale ed il timo, aggiungere se necessario altra acqua. Lasciare sul fuoco fino a che la zucca non è diventata purea e l'acqua è tutta assorbita. Serbare. Tostare le mandorle ed unirle alla polpa di zucca. Assemblaggio: Stendere la sfoglia e formare i ravioli, liasciarli riposare. Mettere dell'acqua a bollire in una pentola e cuocerli. Porre in una padella 2 cucchiai di pesto limoncino, unire poca acqua di cottura della pasta, formando una crema fluida, quando i ravioli son cotti prelevarli con una schiumarola e versarli nella padella. Amalgamare e servire. 27. Crocchette di riso in girandola di zucca. Ravanellocurioso di Ravanellocurioso http://ravanellocurioso.wordpress.com/2012/11/06/e-zucca-sia/ Ingredienti per 4 persone: 1 zucca bio del tipo “berettina” 1 tazza di riso integrale bio cotto 1 porro bio pangrattato qb olio EVO biologico di prima spremitura sale integrale di Sicilia rosmarino bio

qualche C di shoyu bio (o olio e sale) qualche foglia verde per decorare stecchini in legno per griglia stuzzicadenti Preriscaldare il forno a 180° gradi. Lavare la zucca, tagliarla a metà e svuotarla. Salarla un poco nella pancia ed aggiungere qualche ago di rosmarino; capovolgerla a testa in giù su una teglia ricoperta di carta da forno ed infornare per circa 20 minuti. A quel punto si potrà agevolmente bucare con la forchetta, ma la buccia non risulterà disfatta. Mentre la zucca cuoce, assemblare le polpette; ricoprire un piatto di pangrattato e tenerlo vicino al piano di lavoro. Con le mani mescolare il riso cotto con la shoyu (o olio e sale) e dell’altro pangrattato. Mettere un pò di riso nel palmo e premere ben bene, come se si volesse far “sguisciare” il riso fuori dalle dita; dopo un paio di “sguisciate”, il riso manterrà la forma ed otterrete delle palline o delle crocchette ben compatte. Passare nel pangrattato e procedere fino ad esaurimento del cereale. Far soffriggere il porro in un C di olio. Con un cucchiaio svuotare la zucca nella pentola con il porro e far saltare insieme per un paio di minuti; aggiustare di sale e frullare con un minipimer ad immersione. Tenere al caldo. In una padella antiaderente, far scaldare qualche C di olio EVO e versarvi le polpette; far cuocere fino a quando avranno formato una bella crosticina dorata. Infilzare a coppie in stecchini da griglia. Versare nei piatti un mestolo di vellutata di zucca e, con uno stuzzicadente, fare le decorazioni. Mettere due o tre foglie verdi nel centro e posizionare le polpette di riso. 28. Lasagne alla zucca. Serenella di Ricci, capricci e pasticci http://pasticciamenti.blogspot.it/2012/11/lasagne-alla-zucca.html Ingredienti: 1 kg di zucca gialla 1 porro lasagne di grano duro olio evo sale (marino) Per la besciamella: 1/2L di latte di soia 50 gr di farina 0 noce moscata olio evo sale (marino) Procedimento: Preparate la besciamella secondo la ricetta che ho trovato su Veganblog, veramente ottima (io ho utilizzato la farina 0 e il sale marino, onde evitare l'uso di ingredienti raffinati, così come specificato tra gli ingredienti). Nel frattempo, passate velocemente il porro -che avrete precedentemente tagliato a tocchetti- in padella con un filo d'olio, lasciando imbiondire ma senza far soffriggere. Unite la zucca tagliata a cubetti, coprite e lasciate andare a fiamma media fino a che non si ammorbidisce; passate quindi il tutto. Sistemate in una teglia rettangolare un primo strato di lasagne, spalmateci il passato di zucca e porri e infine la besciamella; ripetete poi per un altro strato. [Se vi avanzano ancora zucca o besciamella fate anche il terzo strato! (è sempre meglio abbondare)] Infornate in forno riscaldato a 150° per c.ca 1h. 29. Gnocchi di zucca con radicchio e finferle. xcesca di La tana del riccio http://latanadelriccio.wordpress.com/2011/10/11/gnocchi-di-zucca-con-radicchio-e-finferle/ Ingredienti per circa 5 porzioni: 500 gr di zucca delica cotta al forno circa 200 gr di farina 2 un pizzico di sale noce moscata q.b. farina di grano duro per la spianatoia per il condimento: 1 piccolo porro 1 testa di radicchio rosso 5 cucchiai di finferle secche 2 cucchiai di olio evo sale e pepe q.b. Pulire la buccia della zucca, togliere i filamenti interni e tagliarla a pezzi di circa 3 cm. Metterla sulla teglia del forno con la buccia appoggiata e lasciar cuocere a 180° finché non diventa molto tenera. Prima che raffreddi togliere la polpa con un cucchiaino e schiacciarla con una forchetta. Lasciar raffreddare. Aggiungere alla polpa un pizzico di sale e la noce moscata, mescolare bene a aggiungere la farina poco a poco (a me sono serviti 200 gr, ma a voi potrebbero bastarne meno o servirne un poco di più). Il risultato dev’essere un impasto morbido ma non troppo appiccicaticcio.

Infarinare bene l’asse per la pasta con la semola di grano duro, prelevare poco impasto alla volta, formare dei cilindri di circa 1 cm di diametro e tagliare degli gnocchi piuttosto piccoli con un coltello infarinato. Per il condimento mettere in ammollo per almeno 10 minuti le finferle in un bicchiere di acqua calda. Far appassire nell’olio evo le finferle tagliate a pezzetti e il porro tagliato sottile, finché quest’ultimo non diventa trasparente. Nel frattempo tagliare il radicchio a listarelle, lasciarlo riposare alcuni minuti in acqua fredda perché perda l’amaro, scolarlo molto bene e aggiungerlo al porro lasciando cuocere ancora 10 minuti, versando un po’ di acqua di ammollo dei funghi se fosse necessario. Salare e pepare. Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata, raccoglierli con una schiumarola poco dopo che sono venuti a galla e metterli nella padella del condimento. Lasciare che si insaporiscano senza mescolare ma muovendo in modo circolare la padella. 30. Miglio cremoso alla zucca. xcesca di La tana del riccio http://latanadelriccio.wordpress.com/2011/11/30/7-cereali-per-7-giorni-mercoledi-il-miglio/ Ingredienti per 2 persone: mezzo bicchiere di miglio un bicchiere abbondante di acqua fredda un pizzico di sale integrale un cucchiaio di olio evo mezza cipolla dorata due fette di zucca delica un rametto di rosmarino brodo vegetale noce moscata Tostare il miglio in una padella senza nessun condimento, continuando a mescolare, finché non si sentirà un buon aroma (questo fa sì che il miglio si cuocia meglio). Versare un bicchiere di acqua fredda (il doppio in volume del miglio) e un pizzico di sale, coprire e lasciar cuocere sul minimo finché il miglio non avrà assorbito tutta l’acqua. Nel frattempo tritare la cipolla e il rosmarino e soffriggerli con olio e acqua. Aggiungere la zucca pelata e tagliata a cubettini piccoli, rigirare e coprire con il brodo. Mettere il coperchio e lasciar stufare finché le verdure non saranno molto morbide. Una volta cotto il miglio, versarlo nella padella con la zucca e rigirare alcuni minuti prima di servire con una spolverata di noce moscata. 31. Zucca ripiena di risotto di zucca prezzemolato allo zafferano. Isabella di El Capricho Saludable http://elcaprichosaludable.blogspot.it/2012/11/salutiamoci-zucca-ripiena-di-risotto.html Ingredienti per 2 persone 2 piccole zucche (circa 15 cm di diametro) Aglio, 2 spicchi Zafferano, 1 bustina Riso integrale bio, 1 tazza abbondante Prezzemolo fresco In una pentola grande portare ad ebollizione abbondante acqua. Lavare le zucche e togliere eventuali residui di terra. Con cura e pazienza cercare di togliere la parte superiore in modo da creare un’apertura ci circa 5 cm. Per questa operazione é bene usare un coltello appuntito che vi permetta di tagliare con precisione. Successivamente con l’aiuto di un cucchiaio svuotare la zucca togliendo la polpa. É importante lasciare per lo meno 0.5 cm di polpa ai bordi per evitare che la zucca sia troppo fragile e quindi si rompa. A questo punto immergere le zucche nell’acqua bollente e lasciare cucinare per 10 minuti. Togliere dall’acqua e raffreddare in acqua fredda per non far perdere il colore. Tritare al frullatore la polpa di zucca, 1 spicchio d'aglio, un pizzico di sale e noce moscata. Mettere da parte i semi di zucca (si posso riutilizzare). Nel frattempo sbucciare l’aglio e rosolarlo in padella antiaderente con un filo d’olio d'oliva extravergine spremuto a freddo e due cucchiai d'acqua. (Vedere: come evitare il soffritto). Aggiungere il riso e farlo tostare per un minuto mescolando continaumente. Aggiungere la polpa di zucca tritata e due tazze di brodo di verdura bollente. Cucinare il risotto fino a quando avrá assorbito l’acqua. A fine cottura aggiungere lo zafferano e mescolare. Aggiustare di sale se necessario. Lavare e tritare il prezzemolo e aggiungerlo al risotto solo a fine cottura. Riempire le zucche con il risotto e infornare per 5/10 minuti. Servire. 32. Spaghetti integrali alla zucca, olive nere e noci. Letissia di Ricette al Verde http://ricettealverde.blogspot.it/2012/11/spaghetti-integrali-alla-zucca-olive.html 160 grammi di spaghetti integrali 400 grammi di zucca una dozzina di olive nere 6 noci due cucchiai di mollica di pane semi integrale un rametto di rosmarino qualche foglia di salvia

uno spicchio d'aglio olio evo sale marino integrale Lavate la zucca, eliminate i semi ma non la buccia se tenera, e tagliatela a fettine. In una padella con un filo d'olio fate indorare uno spicchio d'aglio schiacciato e versatevi la zucca. Lasciate cuocere con il coperchio per una ventina di minuti. Aggiungete le olive e aggiustate di sale. Fate insaporire e dopo qualche minuto spegnete. In un padellino fate tostare separatamente prima la mollica di pane e poi le noci tritate. Saltate gli spaghetti con il condimento, le noci e la mollica. Buona salute a tutti! 33. Spaghetti alle vongole veraci con crema di zucca. Gata da Plar di Gatadaplar http://gatadaplarr.blogspot.it/2012/11/spaghetti-alle-vongole-veraci-e-crema.html 2 kg vongole veraci 450 gr di spaghetti (semintegrali o integrali e bio è meglio, ai fini della raccolta) 1/2 porro 1 spicchio d'aglio 3 fette larghe di polpa di zucca 1/2 bicchiere scarso di vino bianco giusto quel tanto che basta per sfumare le vongole olio e.v.o q.b. olio piccante q.b. Ho sciacquato le vongole per bene sotto l'acqua corrente, poi le ho versate tutte nel wok e incoperchiato e lasciato cuocere per 7-8 minuti, fino a che le vongole si sono aperte tutte quante, poi le ho trasferite in una ciotola grande e ho filtrato il liquido di fondo con un colino foderato di scottex per trattenere eventuale sabbia che va tenuto a parte - ne basta un mestolo circa - poi ho lavato e asciugato bene il wok, vi ho versato l'olio e.v.o. e un paio di cucchiai di olio piccante (che ho fatto io aggiungendo, semplicemente, dei peperoncini secchi a un buon olio e.v.o. e che rabbocco man mano che consumo l'olio); ho fatto insaporire con lo spicchio d' aglio (non schiacciato) poi l'ho tolto e ho messo il porro tagliato a rondelle sottili e la polpa della zucca (che avevo precedentemente tagliato a cubettini, messo in un contenitore da microonde e cotto alla max. potenza per 8 minuti, ma va bene anche se precotta al forno o al vapore) e alla fine ho unito le vongole e un mezzo bicchiere di vino circa, ho lasciato evaporare e poi un mestolo del fondo di cottura iniziale delle vongole. Il tutto avrà cotto una decina di minuti, poi ho spento il fuoco e lasciato riposare. Nel frattempo ho messo sul fuoco una bella pentola d'acqua in cui ho cotto 350 g di spaghetti. Una volta cotti li ho scolati e uniti alle vongole nel wok e fatto saltare qualche minuto e poi via, impiattato! :P*** 34. Crespelle integrali con crema di zucca e mandorle. Katy di GiroVegando in cucina http://girovegandoincucina.blogspot.it/2012/11/crespelle-integrali-con-crema-di-zucca_9.html#more Ingredienti per 3-4 persone: 125 gr farina integrale 125 gr farina semintegrale mezzo cucchiaino di curcuma 3 cucchiai olio evo 150 gr yogurt di soia naturale fatto colare per 12 ore* un porro medio, solo la parte bianca 400 gr zucca al netto della buccia 100 gr mandorle naturali latte di soia naturale q.b. sale marino integrale, pepe, timo *la sera prima mettere 500 gr di yogurt di soia in un tovagliolo di stoffa pulito, appenderlo sopra ad una ciotola, riporlo in frigo affinché perda il siero. Il giorno dopo mescolare ad un pizzico di sale e qualche goccia di succo di limone. Procedimento: Uniamo le farine e la curcuma in una ciotola, mescoliamo con una frusta, aggiungiamo a filo il latte di soia mescolando, fino a che raggiungiamo la densità di una pastella piuttosto liquida. Uniamo l'olio, un pizzico di sale e di pepe; mescoliamo nuovamente finché tutto è perfettamente amalgamato e mettiamo a riposare in frigo per 30 minuti. Intanto tostiamo leggermente le mandorle a fuoco dolce , facciamole raffreddare e poi frulliamole nel mixer a velocità crescente fino a ridurle in farina; riserviamo. Tagliamo il porro a rondelle sottilissime, la zucca a tocchetti e mettiamo in padella con un filo d'olio evo e un pizzico di sale, cuociamo a fuoco medio per qualche minuto mescolando, aggiungiamo poi un bicchiere d'acqua e continuiamo la cottura dolcemente, finché la zucca è tenerissima e i liquidi sono perfettamente assorbiti. Passiamo le verdure ancora calde in uno schiacciapatate, mettiamo la purea ottenuta nel frullatore con lo yogurt, le mandorle, le foglie di 4-5 rametti di timo, un pizzico di sale e uno di pepe. Se il composto frullato dovesse risultare troppo liquido aggiungiamo un cucchiaio di pangrattato e mescoliamo. Nel mentre che prepariamo le crespelle facciamo riposare la crema in frigo. Ungiamo una padella antiaderente e facciamola scaldare, versiamo un mestolino di pastella facendola correre su tutta la superficie e lasciamola cuocere finché si rapprende, poi giriamola e cuociamola dall'altro lato. Ripetiamo fino ad esaurire il composto, tenendo in caldo le crespelle pronte in un piatto coperte da un tovagliolo di stoffa. Farciamo le crespelle con la crema di zucca, arrotoliamole e serviamole tiepide con qualche fogliolina di timo fresco.

35. Riso basmati integrale con zucca e ceci alle spezie. Dealma di La Via Macrobiotica http://blog.laviamacrobiotica.it/riso-basmati-integrale-con-zucca-e-ceci-alle-spezie/ 150 g di riso basmati integrale 1 cipolla 1 spicchio d’aglio (facoltativo) 300 g di zucca pulita 150 g di ceci lessati 1 punta di cucchiaino di curcuma (o più, a piacere) 1 punta di cucchiaino di curry (o più, a piacere) 1 punta di cucchiaino di paprika dolce (o più, a piacere) 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva 2 cucchiai di shoyu o tamari Lava il riso e lessalo con il doppio del volume di acqua e un pizzico di sale, parzialmente coperto per 20 minuti circa. A fine cottura spegni e lascia riposare coperto. Taglia la zucca a dadini e tienila da parte. Affetta sottile la cipolla e l’aglio e falli rosolare in padella con l’olio e poca acqua per qualche minuto. Aggiungi le spezie e lasciale tostare 1-2 minuti. Aggiungi la zucca e i ceci e fai rosolare 5 minuti mescolando bene. Aggiungi ½ bicchiere d’acqua e lascia stufare coperto per 15-20 minuti. Quando la zucca sarà cotta aggiungi il tamari o lo shoyu e il riso e cuoci ancora un minuto mescolando. 36. Gnocchi di cavolo nero con zucca e profumo d’arancia. Roberta di Cobrizo http://cobrizoperla.blogspot.it/2012/11/pour-dessiner-la-zucca-salutiamoci-di.html 400 gr di cavolo nero un panetto di tofu firm (200 gr) farina integrale bio q.b (o bianca se gradite un risultato più liscio e delicato) Per il condimento: aglio, olio, acciughe (sott'olio o dissalate) e peperoncino o per chi desidera un'alternativa vegan per il condimento: una dadolata fine di zucca, saltata velocemente in padella con olio extravergine d'oliva, mandorle, zeste di arancia o di limone e pepe nero macinato al momento. Lavare e mondare le foglie del cavolo (come spiegato qui) Cuocerle in poca acqua leggermente salata (anche in pentola pressione, se il tempo scarseggia). Prelevare le foglie (si possono passare sotto l'acqua gelida, per mantenerne il bel verde), strizzarle e frullarle molto finemente in un mixer insieme al tofu. Mettere sul fuoco una capace pentola piena d'acqua e, non appena arriva a bollore, salarla. Salare e pepare anche la purea di cavolo e aggiungervi tanta farina sì da ottenere una pastella densa (come un sodo impasto da torta). Ovviamente nulla vi impedisce di utilizzare anche un uovo, se volete ridurre la farina. Con un cucchiaino prelevare una punta d'impasto, come una piccola quenelle, e gettarla nell'acqua bollente per testarne consistenza e sapore, che possono essere quindi agevolmente aggiustate con ulteriori ritocchi di farina e sale alla pastella. A parte scaldare in forno, in una pirofila, qualche cucchiaiata d'olio con uno spicchio d'aglio e stemperarvi qualche filetto d'acciuga (e un pizzico di peperoncino, se gradito). Nel caso si preferisca il condimento vegan: scaldare un paio di cucchiaiate d'olio e saltarvi una dadolata di zucca. Tostare qualche mandorla in un padellino, a secco, e una volta raffreddata, tritarla con qualche buccia di limone o arancia non trattati, quindi unire il trito alla zucca insieme ad una macinata di pepe nero. Cuocere gli gnocchi a piccole cucchiaiate tuffate nell'acqua bollente. Una volta cotti, raccoglierli con una schiumarola e trasferirli nella pirofila con il condimento preparato (o spadellarli con la zucca, vedi sopra). 37. Ravioli ripieni di zucca e porri. Roberta di Cobrizo http://cobrizoperla.blogspot.it/2009/02/mezzelune-alla-zucca-e-tofu.html per 24 ravioli di zucca (che ricordano un po' dei gyoza) per la pasta: 100 gr di farina integrale di farro 100 gr di farina bianca 100 gr di acqua un pizzico di tekka* (facoltativo) per il ripieno: 200 gr di tofu passato al setaccio una fetta di zucca tritata finemente un pezzo di porro tagliato a quadretti minuti sale 2 cucchiai d'olio

salvia e rosmarino Impastare la farina con l'acqua. Avvolgere nella pellicola e lasciar riposare in frigo per almeno mezz'ora. Saltare brevemente per qualche minuto nell'olio il tofu con la zucca, il porro e le erbe tritate. Salare q.b. e lasciar raffreddare. Stendere la sfoglia spessa un paio di mm e tagliare dei dischi con un coppapasta. In ciascuno porre un po' di ripieno e sigillare bene (noi abbiamo usato un Gyoza tool continuando i giochi di ibridismo del post precedente ;-), ma nulla vieta di usare il metodo classico). Cuocere in acqua salata per 5-6 minuti. Condire con olio aromatizzato con aglio e rosmarino e salvia e spolverizzare con un pizzico di tekka. Servire con la verza appassita in padella. 38. Riso e zucca. Roberta di Cobrizo http://cobrizoperla.blogspot.it/2008/08/riso-e-zucca.html 600 gr di zucca soda e dolce 300 gr di riso vialone burro freschissimo 80 gr (per me un goccio d'olio evo) parmigiano grattugiato gr 50 (per me lievito a scaglie) sale e pepe qb Tagliare la zucca a cubi irregolari, della grandezza circa di una noce. Porre sul fuoco una casseruola con mezzo litro di acqua salata; a bollore raggiunto tuffarci la zucca e dopo 3-4 minunti unirvi il riso. Mescolando sovente portarlo a cottura unendo altra poca acqua calda salata se il riso dovesse asciugarsi troppo. La zucca non si disferà ma resterà a cubetti. La ricetta classica lombarda prevede la mantecatura classica con burro e parmigiano, come fosse un risotto. Io opto invece per una versione macrobiotica con olio extravergine d'oliva e lievito. 39. Pasta al forno con cavolfiore, zucca e Genmaicha. Roberta di Cobrizo http://cobrizoperla.blogspot.it/2009/12/pasta-al-forno-con-zucca-cavolfiore-e.html 500 gr di pasta (ziti, ma anche lasagne, penne o maccheroni) mezza zucca (tagliata a fette, cotta in forno per 30 min su carta da forno) un cavolfiore, foglie comprese, lessato al dente a vapore 800 gr latte di soia 80 gr di farina di riso 3 cucchiai d'olio di mais bio sale e pepe q.b. 2/3 cucchiai di tè Genmaicha (玄米茶, "brown rice tea") * un pugno di nocciole tostate (pure le arachidi, in alternativa, dovrebbero starci bene) Lessare molto al dente la pasta in acqua salata. Scolare e raffreddare sotto l'acqua corrente. Fare una besciamella con il latte di soia, l'olio e la farina di riso e salare q.b. In una pirofila unta, su un primo strato sottile di besciamella, adagiare le fette di zucca mescolate alle cimette di cavolfiore, qualche nocciola tritata grossolanamente, pepe e quindi metà della pasta. Coprire con un po' di besciamella e spolverare con il tè. Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con la besciamella e il tè. Passare in forno caldo a gratinare (con l'aggiunta di una spolverata di pangrattato, lievito o farina di mais per la crostina). 40. Lasagne integrali alla zucca con patate al rosmarino e noci. Susanna di C’era una volta http://pensierieprofumi.blogspot.it/2012/11/lasagne-integrali-alla-zucca-con-patate.html Ingredienti (dose per 6-8 persone): Per la pasta: 500gr di farina di grano tenero di tipo integrale biologica, 300 gr di acqua tiepida. Per le patate: 4 patate di medie dimensioni, 1/2 cipolla bianca, 1 cucchiaio di rosmarino tritato, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 1 pizzico di sale marino integrale. Per la crema di zucca: 800 gr di zucca, 2 cucchiai di salsa di soia, 1 pizzico di sale marino integrale. Per la presentazione: 70 gr di noci tritate. Preparazione: Iniziamo con il fare subito la pasta, visto che dovrà riposare una mezz'oretta. In una terrina disponete a fontana la farina; aggiungete lentamente l'acqua tiepida ed impastate fino ad ottenere un impasto morbido, omogeneo ed elastico. Lasciatelo riposare circa 30 minuti. Mentre l'impasto riposa iniziamo a cuocere il ripieno. Sbucciate le patate e tagliatele a dadini piccoli. Affettate finemente la cipolla e tritate il rosmarino. In una padella fate scaldare l'olio, aggiungete la cipolla e il rosmarino e fate insaporire per un paio di minuti mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungete le patate, un pizzico di sale, coprite e fate cuocere a fuoco basso per trenta minuti mescolando di tanto in tanto. Mentre le patate cuociono prepariamo la crema di zucca. In un pentolino mettete la zucca tagliata a dadini, un pizzico di

sale e due cucchiai di salsa di soia; mescolate bene, coprite e cuocete a fuoco dolce per 15 minuti. Frullate la zucca fino ad ottenere una crema omogenea. Riprendete la pasta e stendetela con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile. Tagliatela a rettangoli; con queste dosi mi sono venuti 16 rettangoli di circa 10 cm per 20 cm... ma ovviamente dipende da quanto sottile o meno tirate la sfoglia! Cuocete le sfoglie in acqua salata per un paio di minuti ciascuna e stendetele su una tovaglia. Tritate le noci con un coltello. Adesso siamo pronti per comporre le nostre lasagne! Prendete una pirofila, mettete sul fondo un cucchiaio di crema di zucca e disponete il primo strato di sfoglia. Cospargete con le patate, la crema di zucca e una spolverata di noci tritate. Continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti (a me sono venuti 5 strati di sfoglia) terminando con la sfoglia, la crema di zucca e le noci. Cuocete in forno già caldo a 200° per mezz'ora tenendo coperta la pirofila con un foglio di alluminio da cucina. Pronte! Buon Appetito :-) 41. Penne rigate al kamut con zucca, pinoli e zafferano. Serenella di Ricci, Capricci e Pasticci http://pasticciamenti.blogspot.it/2012/11/penne-rigate-al-kamut-con-zucca-pinoli.html Ingredienti per 4 persone: 500 gr di pasta di Kamut 400 gr di zucca gialla 1 bustina di zafferano 1 manciata di pinoli sale marino olio evo Procedimento: Tagliate la la zucca a cubetti e saltatela in padella con un po' d'olio e i pinoli. Nel frattempo sciogliete lo zafferano in una ciotola di acqua calda e versatene metà nella padella. Girate, coprite e lasciate andare per 15-20 minuti. Quando avrete buttato la pasta, salate e togliete dal fuoco la padella (la zucca dovrà essere molto morbida e l'acqua quasi completamente assorbita). Tre minuti prima che la pasta sia cotta, scolatela e unitela al condimento di zucca che rimetterete sul fuoco, aggiungete anche l'altra metà di acqua con lo zafferano e lasciate andare per gli ultimi tre minuti. 42. Farro con “Ragù” di Zucca di Sergio Biasetti Ingredienti per 4 persone: Farro 240 g. Zucca 500 g. Carote 2 medie Sedano 2/3 coste Cipolla 1 cipolla media Olio Evo q.b. Sale Prezzemolo Sale e Tamari Cucinare il farro per il tempo necessario con il liquido con rapporto 2:1 (acqua:farro) Tagliare carote, sedano e cipolle a cubetti piccolo Tagliare anche la zucca a cubetti piccoli Mettere la cipolla con un po di olio e un pizzico di sale in una padella e soffriggere per 5/6 minuti Aggiungere le carote e il sedano sempre con un pizzico di sale Lasciare insaporire alcuni minuti quindi aggiungere la zucca e continuare la cottura Quando la zucca è cotta aggiungere il farro ,regolate di sale (o Tamari) e servite con un po di prezzemolo tritato 43. Risotto di zucca, noci e tofu. Katia di Buenavidavidabuena http://www.buenavidavidabuena.blogspot.it/2012/11/la-ricetta-di-salutiamoci-di-novembre.html Ingredienti 500 gr. di zucca a dadini 4 cucchiai di olio EVO 1 cipolla tritata prezzemolo tritato 1 ½ Lt. brodo vegetale 350 gr. riso integrale qualche scaglia di tofu affumicato (biologico) 5-6 gherigli di noce 1 filo di olio di noce da utilizzare a crudo Sale q.b. Procedimento e presentazione In un tegame scaldare 2 cucchiai di olio d'oliva e rosolare la cipolla tritata lentamente. Aggiungere la zucca tagliata a dadini, il prezzemolo tritato e coprire con brodo caldo. Portare ad ebollizione e cuocere per circa 15 minuti. A questo

punto frullare la zucca con un mini pimer fino ad ottenere una consistenza morbida. Aggiustare di sale e tenere in caldo. In un'altra padella antiaderente scaldare l'olio rimasto e aggiungere il riso. Tostare il riso per qualche minuto,aggiungere un po' di brodo vegetale e lasciar ridurre. Aggiungere poco a poco la crema di zucca al riso e mescolare fino a completo assorbimento, se risulta troppo consistente continuare ad aggiungere brodo. Dopo circa 30-40 minuti, il riso deve essere al dente e aver consumato tutto il liquido, continuare a mescolare aggiungendo prezzemolo tritato finemente, scaglie di tofu e 3 gherigli di noce sbricioliati. Porre il risotto in piccole ciotoline e poi capovolgerle, si otterranno delle piccole cupoline che guarnirete con qualche scaglia di tofu affumicato , i gherigli di noce sbriciolati e un filo di olio di noce a crudo. 44. Orzucca. Irene di Cucina Senza Senza http://www.cucinasenzasenza.com/?p=3302 Tempo occorrente: 6 ore di ammollo, 40 minuti di preparazione: 1 cipolla rossa 1 carota 100 gr di sedano rapa 1 spicchio d’aglio 1 chiodo di garofano 350 gr d’orzo 500 gr di zucca il bianco di due cipollotti 4 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva sale fino marino integrale rosmarino fresco Preparare un brodo vegetale con la cipolla, il sedano rapa e le carote dopo averle lavate e sbucciate, aggiungere uno spicchio d’aglio steccato con un chiodo di garofano. Cuocere 20 minuti. Intanto lavare bene la buccia della zucca, liberarla dei semi e dei filamenti, tagliarla a tocchetti con la buccia. Far soffriggere olio e bianco del cipollotto affettato sottilmente. Mettere da parte metà del soffritto, far rosolare la zucca a tocchetti nella padella con la metà del soffritto per 10 minuti, toglierla dalla padella e metterla in una ciotola, inumidire con qualche cucchiaiata di brodo vegetale. Nella stessa padella in cui la zucca è giunta a cottura, unire il soffritto avanzato, l’orzo scolato e lavato dall’acqua di ammollo, bagnare con il brodo vegetale e cuocere per 15 minuti, unire la zucca a tocchetti, far cuocere insieme per 5 minuti. Aggiungere un cucchiaio d’olio extra-vergine d’oliva coprire e lasciare mantecare per 2 minuti. Servire cosparso di aghi di rosmarino spezzettati. 45. Crema di riso e zucca. Gata da Plar di Gatadaplar http://gatadaplarr.blogspot.it/2012/11/crema-di-riso-e-zucca-per-salutiamoci.html (per 2 persone) 120 gr di riso semintegrale 200 gr di polpa di zucca precedentemente cotta al forno 1 scalogno medio 2 cucchiaini di miso di riso noce moscata q.b. olio evo q.b. gomasio Il GOMASIO si trova nei negozi specializzati di alimentazione naturale ma dato il suo costo, si può anche fare da soli... infatti, nonostante il nome "alieno" è semplicissimo da fare: si tratta di tostare del sesamo senza arrivare a bruciarlo, quindi mescolarlo a del sale integrale (io in genere faccio 1 tazza di tè di sesamo per 1 tazzina da caffè di sale...) e conservarlo in un vasetto di vetro a chiusura ermetica. Si cuoce il riso la sera precedente. Sciacquarlo velocemente sotto l'acqua corrente senza insistere troppo. Usare una pentola non troppo grande rispetto alla quantità di riso; versare il riso nella pentola, coprire con acqua fino a un dito sopra il livello del riso; questo per avere la misura della quantità d'acqua necessaria alla cottura. Quindi scolare il riso rimettendo la stessa acqua nella pentola e portare a bollore senza salare. Appena bolle, versarvi il riso e lasciar cuocere 10 minuti massimo, quindi spegnere il fuoco, chiudere con un coperchio, posarvi sopra uno strofinaccio piegato a metà in modo che rimanga più al caldo possibile e tenere così fino al giorno dopo. Il giorno successivo, che vogliate gustarvela a pranzo o a cena, affettate lo scalogno e fatelo appassire in poco olio evo e aggiungere poi la polpa di zucca e il riso cotto il giorno precedente (che nel frattempo si sarà stracotto) con anche il suo eventuale liquido residuo; scaldare bene tenendo mescolato con una spatola di legno quindi condire con il miso di riso e la noce moscata, infine se volete, un filo d'olio evo a crudo su ogni piatto e una manciata di gomasio e voilà, una crema buonissima, colorata e gustosa 46. Cous cous profumato con zucca e melagrana. Elena di Zibaldone culinario http://zibaldoneculinario.blogspot.it/2012/11/cous-cous-profumato-con-zucca-e.html Ingredienti per 4 persone 150g di cous cous integrale biologico

140g di mais dolce 150g di zucca 200g di ceci 1/2 melagrana sale olio evo Ammollare i ceci con acqua per 1 notte, cuocere in acqua salata e aromatizzata con un rametto di rosmarino (circa 40 minuti). Tagliare la zucca precedentemente mondata, a cubetti regolari. Scaldare un cucchiaio di olio in padella, inserire la zucca, rosolare e poi aggiungere un poco di acqua e cuocere con coperchio per circa 10 minuti (dipende dalle dimensioni dei cubetti. Tostare in una padella antiaderente il cous cous, bagnare con 300ml di acqua calda, mettere il coperchio e lasciar riposare per 10 minuti. Sgranare con la forchetta aggiungendo 2 cucchiai di olio evo e condire con il mais, la melagrana, i ceci, la zucca e una spolverata di rosmarino tritato finissimo. Servire tiepido o anche a temperatura ambiente. 47. Orecchiette in crema di zucca e cavolfiore. Samantha di Laboratorioveg http://laboratorioveg.altervista.org/blog/orecchiette-in-crema-di-zucca-e-cavolfiore/ (per 4 persone): 400g di zucca pulita, 350g di cavolfiore, 400g di orecchiette di kamut, 50g circa di olio extravergine d’oliva, 5g di semi di girasole, 5g di pinoli, sale q.b. Cuocere a vapore la zucca e il cavolfiore dopo averli tagliati in piccoli pezzi. Quando sono molto morbidi trasferirli in un recipiente adatto e frullare con il minipimer aggiungendo sale a piacere e l’olio extravergine di oliva fino ad ottenere una crema setosa. Cuocere la pasta come da indicazioni, condire con la crema e servire spolverando con i semi di girasole. 48. Risotto di zucca e finferle mantecato al burro di noci. xcesca di La tana del riccio http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/11/21/risotto-zucca-e-finferle-mantecato-al-burro-di-noci-persalutiamoci/ Ingredienti per 2 porzioni: 150 gr di riso carnaroli semintegrale una piccola cipolla dorata 2 fette di zucca delica un rametto di rosmarino un pugno di finferle secche un cucchiaio di olio evo brodo vegetale a temperatura ambiente per il burro di noci: 6 noci un pizzico di sale integrale un pizzico di pepe nero un pizzico di aglio in polvere Mettere a bagno le finferle in acqua tiepida per 10 minuti. Tritare la cipolla ed imbiondirla in un cucchiaio di olio evo. Una volta morbida aggiungere anche la zucca tagliata a cubetti, il rosmarino tritato e le finferle strizzate e cuocere per 5 minuti. Aggiungere anche il riso e continuare a rigirare per insaporirlo bene finché non diventa traslucido. Versare il doppio in volume di brodo utilizzando anche l’acqua di ammollo dei funghi, coprire con un coperchio e lasciar cuocere al minimo fino a completo assorbimento del brodo (eventualmente aggiungendone se fosse necessario). Nel frattempo preparare il burro di noci: sgusciare le noci e metterle in un mortaio di legno assieme agli altri ingredienti. Pestare bene il composto in modo da far uscire l’olio dalla frutta secca ed ottenere una crema piuttosto solida. Assicurarsi che il riso sia cotto, mantecarlo con il burro di noci, coprire ancora e lasciar riposare 4-5 minuti prima di servirlo. 49. Risotto integrale morbido di zucca e castagne. Deborah di Il giardino di pietra http://www.ilgiardinodipietra.com/2012/11/risotto-semintegrale-morbido-di-zucca-e.html 300 riso semintegrale biodinamico Rosa Marchetti 400 gr zucca pulita e taglliata a pezzetti 100 gr castagne arrostite o lessate, sbucciate un piccolo scalogno una carota sale integrale olio EVO maggiorana

Fai un soffritto con scalogno e la carota e il sale. Versa il riso, tostalo qualche minuto e completa con la zucca e le castagne prima di aggiungere l'acqua (poca per volta finchè si consuma). Fai cuocere lentamente finchè la zucca inizia ad essere morbida. Schiaccia con la forchetta qualche pezzo di zucca per creare una cremina. completa la cottura (circa 25 minuti dll 'aggiunta del liquido) lasciando il riso un pochino morbido: la zucca e le castagne tenderanno ad asciugare il utto una volta nel piatto! Il risotto è stato molto apprezzato dalle mie parti :) Questa porzione pensata per quattro è stata letteralmente spazzolata via da tre mangioni (me inclusa) :) 50. Gnocchi di zucca con porcini. Accantoalcamino di Accantoalcamino’s Blog http://accantoalcamino.wordpress.com/2012/11/22/gnocchi-di-zucca-con-porcini-per-%E2%99%A5salutiamoci %E2%99%A5-nulla-di-nuovo-sotto-il-sole/ la polpa di 1 kilo di zucca lessata o cotta al vapore, 200 g. di farina (io di farro), 1 albume (ingrediente permesso ma non consigliato), sale marino integrale q.b. Ingredienti per il condimento: funghi porcini (raccolti da me), olio extravergine di oliva, aglio, sale. Come fare gli gnocchi: mettere nel robot la polpa di zucca assieme alla farina, l’albume ed il sale e ottenere una crema, il composto sarà abbastanza liquido e sarà pronto quando si formeranno delle bolle in superficie, io preferisco non aggiungere mai farina per non alterare il sapore della zucca (la densità la potete vedere dal collage qui sopra). Aiutandovi con due cucchiaini prendere una parte di composto e calarla in acqua bollente salata, appena salgono a galla togliere gli gnocchi con una schiumarola e scolarli. Io li ungo con un pò d’olio affinche non si attacchino, a questo punto si possono, dopo averli fatti raffreddare, mettere in vassoietti e congelarli, in seguito, per ottimizzare lo spazio, porzionarli nei sacchetti. Come fare il condimento: dopo aver pulito i porcini, tagliarli a fette non troppo sottili e farli saltare in olio evo dove avremo messo uno spicchio d’aglio vestito schiacciato, basta qualche minuto, aggiustare di sale. 51. Bottoncini di zucca e castagne al rosmarino. Accantoalcamino di Accantoalcamino’s Blog http://accantoalcamino.wordpress.com/2012/11/23/bottoncini-di-zucca-e-castagne-al-rosmarino-budino-di-zuccacardamomo-e-pere-secche-senzacon-agar-agar-e-per-novembre-%E2%99%A5salutiamoci%E2%99%A5-cosi/ Ingredienti per i bottoncini: 100 g. di polpa di castagne lessate, 250 g. di polpa di zucca (al netto) già cotta a vapore e asciugata in padella senza condimento, farina integrale d’orzo, biologica macinata a pietra q.b. per legare l’impasto, sale marino integrale. aghi di rosmarino secco tritati. Come fare i bottoncini: unire i due impasti, amalgamare il rosmarino tritato, salare e aggiungere la farina. Non aggiungetene tanta da ottenere un impasto “da gnocco”, piuttosto infarinare la tavola e stendere l’impasto col mattarello ad un’altezza di 1 cm abbondante. Ritagliare le formine che desiderate e cuocere i bottoncini in acqua salata io, affinchè non si attacchino aggiungo un filo d’ olio evo. Ingredienti per il condimento: olio extravergine di oliva (io uno Pugliese straordinario, arriva dalla mia adorata Maria), 1 spicchio d’aglio vestito, aghi di rosmarino fresco, semi di zucca tostati e tritati, semi di zucca tostati interi, fiocchi di lievito di birra. Come fare: mettere in una padella l’olio evo, lo spicchio d’aglio vestito, aggiungere gli aghi di rosmarino e, a fuoco dolcissimo farlo insaporire. Filtrare l’olio eliminando aglio e rosmarino, rimettere la padella sul fuoco e far saltare i bocconcini assieme ai semi di zucca tritati. Impiattare, spolverizzare con i fiocchi di lievito di birra e decorare con fiori di rosmarino e semi di zucca interi tostati.

52. Farfalle viola con salsa di zucca e di verza. Libera di Accanto al camino http://accantoalcamino.wordpress.com/2012/11/27/farfalle-viola-con-salsa-di-zucca-farfalle-viola-con-salsa-diverza-per-salutare-queste-grigie-giornate/ ingredienti a piacere: pasta di farro o altro tipo purchè biologica (vedi lista ingredienti), polpa di zucca cotta a vapore o al forno, olio extravergine di oliva, sale marino integrale, pinoli tostati, foglie di porro per la decorazione (facoltativa) Ingredienti per la versione con verza: pasta come sopra, foglie fresche dal cuore di verza (la mia superbiologica), uno spicchio d’aglio soltanto per profumare il recipiente per il pesto, olio extravergine di oliva, pinoli tostati, sale marino integrale, foglia di verza per la presentazione (facoltativa). Come fare: Lessare la pasta nell’acqua di cottura delle carote viola, nel frattempo preparare le 2 salse inserendo nel bicchiere del frullatore gli ingredienti, (separatamente per le 2 preparazioni) e frullare fino alla consistenza voluta. Servire le farfalle con salsa di zucca in una zucca svuotata e decorata con foglia di porro a fiocco, mentre quelle con la crema di verza in una foglia. É anche una bella e buona idea per far mangiare sano ai bambini che solitamente disdegnano le verdure, magari evitate il profumo d’aglio. 53. Orzotto di zucca speziato e profumato. Terry di Crumpets & Co. http://crumpetsandco.wordpress.com/2012/11/23/orzotto-di-zucca-speziato-e-profumato-spiced-and-scentedpumpkin-orzotto/ per 3 porzioni: 250 gr di zucca, già pulita e tagliato a tocchetti 180 gr di orzo perlato 1 scalogno olio evo sale brodo vegetale qb misto spezie qb, con sale, scorza di arancia, cannella, pepe nero, zenzero, fave di cacao, pimento, cardamomo, finocchio, noce moscata, fieno greco In una casseruola scaldare due o tre cucchiai d’olio e far stufare per qualche minuto lo scalogno tritato, unire la zucca a tocchetti, farla andare per alcuni minuti, mescolando bene, dopodichè unire un bicchiere di brodo vegetale e far cuocere la zucca finchè tenera. Una volta tenera ed asciugato il brodo unire l’orzo perlato, mescolare bene e poi iniziare la cottura come per i risotti, aggiungendo un mestolo di brodo vegetale caldo, un po’ per volta fino ad arrivare alla cottura dell’orzo. A metà cottura unire un po’ di spezie a piacere. Una volta cotto l”orzo, aggiustare di sale e togliere dal fuoco, mantecare con due cucchiai d’olio evo e e servire con un’ulteriore spolverata di spezie sopra ogni piatto. 54. Mezze maniche alla zucca e alghe nori. Litha di Vegetarianizzando http://vegetarianizzando.blogspot.it/2012/11/salutiamoci-mezze-maniche-alla-zucca-e.html Dosi per due persone 180g di mezze maniche 300g di zucca tipo ferrarese (lavata ma non sbucciata) Un filo d'olio extra vergine d'oliva Mezza cipolla Uno spicchio d'aglio Sale rosa dell' Himalaya Pepe Nero Alga Nori secca tritata Brodo vegetale (o semplice acqua calda) Porre la zucca in forno a 180° per circa 20 minuti, affinché si ammorbidisca e sia più facile rimuovere la buccia e i semi. Una volta fuori dal forno, tagliarla a tocchetti di circa un cm di lato. Tritare la cipolla e schiacciare lo spicchio d'aglio, dopo aver rimosso la pellicina esterna. Rosolarli in padella per qualche istante e unire la zucca. Aggiungendo del brodo vegetale e proseguire la cottura a fuoco dolce, fino a che la zucca non sarà completamente cotta. Quindi rimuovere lo spicchio d'aglio.

Cuocere la pasta al dente e mantecarla con il condimento, aggiungendo sale (non troppo, l'alga è già saporita!) e pepe a vostro gusto. Guarnire con n filo d'olio extra vergine d'oliva a crudo e servire con una spolverata di alga Nori. 55. Risotto alla zucca profumato alla liquirizia. Cinzia di Cindystar blog http://cindystarblog.blogspot.it/2012/11/risotto-alla-zucca-profumato-alla.html Per 4 persone: 300 g di zucca pulita 220 g di riso Vialone Nano integrale 1 carota 1 cipolla media 1 gambo di sedano brodo vegetale o fatto con dado homemade olio extravergine di oliva noce moscata liquirizia pura in blocco 2 o 3 cucchiai di ricotta fresca - Fare un soffritto leggero in un paio di cucchiai di olio con cipolla, carota e sedano tritati finemente. Aggiungere la zucca tagliata a tocchetti, far insaporire qualche minuto, quindi aggiungere un mestolo di brodo e lasciare cuocere circa 20 minuti (se occorre diluire con altro brodo). Frullare e mettere da parte. - In una casseruola tostare il riso in un filo di olio. Quando sarà ben lucido aggiungere la purea di zucca ed un mestolo di brodo. Potare a cottura il riso a fiamma moderata, aggiungendo un mestolo di brodo alla volta e mescolando spesso. - A fine cottura mantecare con la ricotta, aggiustare di sale ed aggiungere un pizzico di noce moscata. - Impiattare e servire con una spolverata di liquirizia grattugiata, ognuno deciderà la giusta dose. 56. Spaghetti di zucca al pesto di rucola. Letissia di Ricette al verde http://ricettealverde.blogspot.it/2012/11/spaghetti-di-zucca-al-pesto-di-rucola.html Ingredienti: 400 grammi di zucca gialla un rametto di salvia un piccolo mazzetto di rucola 10 noci 2 spicchi d'aglio peperoncino olio evo sale marino integrale Preparate il pesto: frullate insieme la rucola lavata e ben asciugata, le noci, uno spicchio d'aglio, il peperoncino, l'olio e il sale. Affettate la zucca a striscioline con l'aiuto di una mandolina. Saltate gli spaghetti ottenuti in una padella con un filo d'olio, uno spicchio d'aglio schiacciato ed un rametto di salvia. Mantenete la fiamma vivace e mescolate spesso. Salate a cottura ultimata. Condite col pesto e servite. 57. Cialde di quinoa e semi di zucca. Stella di Stella di Sale http://www.stelladisale.it/2012/11/cialde-di-quinoa-e-semi-di-zucca/ 1 tazza di quinoa 2 tazze di acqua 1 cucchiaio di olio evo 1 presa di sale affumicato (qualunque sale fino integrale va bene) 1 manciata di semi di zucca 1 cucchiaino di lievito alimentare in scaglie * tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici Ho fatto bollire le due tazze di acqua, per tazze intendo i classici mug da 240 ml ma quello che conta è che l’acqua sia il doppio volume rispetto alla quinoa. Ho buttato la quinoa, fatto bollire 5 minuti, spento e lasciato così. Ho fatto così perchè dovevo uscire ma è anche un metodo comodissimo per risparmiare gas sfruttando il calore residuo. Dopo poche ore la quinoa è cotta e raffreddata, ha assorbito tutta l’acqua ed è pronta per fare le cialde. Ho acceso il forno a 180 gradi. Ho aggiunto alla quinoa gli altri ingredienti e mescolato. I semi di zucca sono quelli con la pellicina verde senza sale che si trovano in tutti i bio. Sono comunque uguali identici a quelli che ho tolto ieri dalla mia zucchetta mantovana, li ho fatti asciugare in forno caldo ma spento (altro calore residuo utilizzato) e poi col coltello li ho tolti, metto la foto sotto, ci vuole un po’ di pazienza ma sono buonissimi, volendo si può anche togliere la pellicina verde che è leggermente amarognola. E si possono anche tostare leggermente in padella o nel forno. Ho messo sulla placca del forno un foglio di carta forno e ho formato le cialdine livellandole bene col dorso del cucchiaio., Alte 2/3 millimetri. Ho cotto fino a doratura. Sono buonissime mangiate ancora calde ma anche fredde, si

rammolliscono solo un po’. Si sbriciolano molto, non sono molto compatte. Per questo ho preferito farle tonde, così non son da tagliare e spostare ed è più comodo. 58. Un luminoso cous cous alla zucca. Cì di Il Mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/2012/11/un-luminoso-cous-cous-alla-zucca.html Ingredienti: (per persona) 50 grammi circa di zucca; mezza carota; uno spicchio dicipolla dorata; 70 grammi di cous cous integrale bio; olio EVO: QB; rosmarino fresco a piacere; sale integrale bio; spezie secche a piacere (macis, rosmarino, salvia, timo, maggiorana) acqua. Preparazione: Si cucina in pochissimi minuti, basta preparare una bella crema di zucca con carote, cipolla dorata e zucca mantovana finemente tagliate per velocizzare la cottura, ultimata la quale occorrre frullare il tutto. Preparare intanto un soffritto leggero con olio per la padella, un po' di cipolla, un po' di acqua, sale e aromi secchi, aggiungendo quando le cipolle sono cotte il cous cous integrale da far cuocere giusto un paio di minuti, dopo i quali si spegne il fuoco e si copre il cous cous con un mestolo (a persona) di crema di zucca e si mescola bene: sarà pronto quando tutto il liquido risulterà completamente assorbito. Impiattare aggiungendo rosmarino tritato fresco. SECONDI E CONTORNI: 59. Crocchette di miglio e zucca. Lo di Galline 2ndlife http://galline2ndlife.blogspot.it/2012/11/salutiamoci-di-novembre-la-zucca.html 160 gr di miglio 1 cipolla rossa tritata 1\4 di zucca pulita e sbucciata e tagliata a cubetti piccoli 2 cucchiai di prezzemolo tritato 2 cucchiai di shoyu 1 cucchiaio di zenzero grattugiato sale marino integrale 100 gr farina integrale olio extravergine d'oliva Cuocere il miglio in 500 ml di acqua e un pizzico di sale per circa 30 minuti. Far raffreddare ponendolo in uno scolapasta a trama fine, in modo da eliminare l'acqua in eccesso. Quando è freddo mescolare il miglio con le verdure tritate, la zucca, il prezzemolo. Insaporire con lo shoyu e con il succo di zenzero, ottenuto spremendo lo zenzero grattugiato e mescolare il tutto, utilizzando le mani. Formare delle palline schiacciate, spennellarle con l'olio e infarinarle. Riporle in una teglia con carta da forno. Cuocere in forno ventilato a 200° fino a quando saranno dorate (per circa 15 minuti). 60. Zucca speziata al cardamomo con lime e yogurt. Alex di Foto e Fornelli http://fotoefornelli.com/2012/11/zucca-speziata-al-cardamomo-con-lime-e-yogurt/ Ingredienti per 4 persone (tutti prodotti biologici) 2 lime fleur de sel 4 cucchiai di olio d’oliva 1 zucca butternut di medie dimensioni (ca. 900 gr) 1 cucchiaino di semi di cardamomo pestati al mortaio 1 cucchiaino di pimento in polvere 150 gr di yogurt natural 30 g di tahini (pasta di sesamo) 1 cucchiaio di succo di lime peperoncino (fresco o secco) a piacere qualche fogliolina di coriandolo fresco (o altre erbe aromatiche) Scaldare il forno a 210 °C. Sbucciare i lime con un coltellino affilato, tagliarli a metà e poi in quarti e infine a fettine sottili. Mettere le fettine di lime in una ciotolina e condirle con un pizzico di fleur de sel e 1 cucchiaio di olio d’oliva. Sbucciare la zucca, tagliarla a metà (in lungo) ed eliminare i semi. Tagliarla quindi a fette (ca. 1-1,5 cm di spessore) e disporle su una placca rivestita di carta da forno. In una ciotolina mischiare il cardamomo, il pimento , un’abbondante presa di fleur de sel e 3 cucchiai di olio d’oliva.

Spennellare le fettine di zucca con l’olio speziato e infornarle per circa 15 minuti finché non saranno cotte (fare la prova con la punta del coltello). Togliere dal forno e far raffreddare. Nel frattempo mescolare lo yogurt con la tahina, una presa di sale e 1 cucchiaio di succo di lime. Disporre le fettine di zucca su un piatto da portata, distribuire le fettine di lime sulla zucca e con un cucchiaio distribuire lo yogurt tra le fette di zucca. Guarnire con delle foglioline di coriandolo fresco e condire a piacere con del peperoncino in polvere o fresco tagliato a rondelle. 61. Insalata di zucca, radicchio e salsa tahina. Stella di Stella di Sale http://www.stelladisale.it/2012/11/salutiamoci-di-novembre-con-la-zucca/ per la zucca al forno: mezza zucca butternut olio extra vergine d’oliva pepe misto per la salsa tahina: due cucchiaini di tahin un cucchiaino di purea di prugna umeboshi acqua radicchio rosso semi di girasole menta fresca * tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici Prima si prepara la zucca al forno, si lava la zucca bene e la si taglia a fettine sottili (pochi millimetri) buccia compresa, la si mette su carta forno sulla placca del forno, si versa a filo l’olio d’oliva extra vergine e ci si macina sopra il pepe, si può anche cuocere senza niente e condire dopo, per fare una cosa più dietetica, ma io non ho fatto una cosa dietetica. Si cuoce fino a quando fa la crosticina, a 180 gradi. Nel frattempo si taglia il radicchio rosso a striscioline e si prepara la salsa, si mischiano due cucchiaini di tahin (praticamente sesamo ridotto in crema) con un cucchiaino di purea di umeboshi, poi si aggiunge a poco a poco acqua, sempre mescolando, prenderà un colore più chiaro e si addenserà un po’, allungatela ancora fino alla consistenza giusta, per l’insalata è meglio più liquida, mentre se la volete spalmare è meglio più densa, anche le proporzioni ume/tahin variano secondo i gusti, se la volete più dolce mettete più tahin, se la volete più acida e salata più ume. Questa salsina è buonissima anche per fare la finta insalata russa, cioè per condire verdure cotte al vapore tagliate a dadini piccoli. Si condisce bene il radicchio con la salsa, si aggiungono la zucca tiepida, i semi di girasole, la menta fresca appena raccolta e se c’è rimasto un po’ di olio di cottura della zucca si aggiunge anche quello. E’ tutto. 62. Zucca nei totani con profumo di arancia e alloro. Acquaviva di Acquaviva Scorre http://acquavivascorre.blogspot.it/2012/11/contenitori-naturalmente-cavi.html ingredienti per 2 persone: 6 totani medi (con la testa lunga circa 15 cm), in tutto circa gr. 600 gr. di polpa di zucca al netto di scorza e semi 1/arancia 1/2 cipolla 1 spicchio di aglio 2 foglie di alloro 1 cucchiaio di colatura di alici 2 cucchiai di olio extravergine di oliva pepe bianco al mulinello Tagliare la zucca a fettine; tritare la cipolla; tagliare la scorza della mezza arancia a striscioline sottili; pulire i calamari eliminando occhi e becco, sciacquarne bene le sacche e tritarne i tentacoli. Scaldare un cucchiaio di olio in un tegame con 1 foglia di alloro e la scorza d'arancia, unire la cipolla e la zucca e cuocere qualche minuto a fuoco deciso fino a che cominciano leggermente a dorare, quindi unire i tentacoli tritati. Saltare a fiamma viva fino a che viene prima rilasciata e poi consumata l'acqua di vegetazione, quindi versare un paio di cucchiai di succo d'arancia, un cucchiaino di colatura di alici e, se serve, un cucchiaio o due d'acqua e lasciar stufare a fiamma più bassa semicoperto fino a che i totani sono morbidi e le verdure si sono praticamente disfatte, diventando una crema. Regolare la sapidità con eventualmente ancora qualche goccia di colatura, pepare a gusto e lasciar raffreddare il composto in un colino fino a che risulta asciutto e compatto. Eliminare le scorze d'arancia e l'alloro e farcire con il composto di zucca le sacche dei calamari, premendo bene per non lasciare bolle d'aria e chiudendo poi all'estremità con degli stecchini di legno. Scaldare un cucchiaio di olio con l'aglio sbucciato e pestato e l'altra foglia di alloro e rosolare bene totani su tutti i lati, bagnare quindi con un mestolino di acqua, ancora un paio di cucchiai di succo d'arancia e qualche goccia di colatura, coprire e lasciar cuocere circa una mezz'ora, fino a che i totani saranno belli morbidi. Se è avanzata qualche cucchiaiata di ripieno la si può aggiungere in padella una decina di minuti prima di fine cottura. Levare gli stecchini, spolverizzare con poco pepe bianco e servire caldi o tiepidi, interi o a rondelle, decorando

eventualmente con scorzette d'arancia. La stessa ricetta si può preparare anche con i calamari, tenendo conto però che hanno carni più tenere, è meglio quindi una cottura un po' più breve 63. Cocotte di zucca e uova. Chiara di Il pranzo di Babette http://www.ilpranzodibabette.com/2012/11/06/cocotte-di-zucca-e-uova/ Per 2 cocotte 350 g di zucca cotta al vapore e frullata 2 uova biologiche peperoncino un limone biologico 10 foglie di salvia 50 ml di olio di oliva Ponete l’olio in un padellino con gli aromi e fate scaldare a fuoco dolcissimo per 10 minuti per infondere i profumi. Filtrate e tenete da parte gli aromi eliminando il peperoncino eventualmente. Preriscaldate il forno a 180 gradi. Mescolate la purea di zucca con 4 cucchiai di acqua e l’olio aromatizzato quindi disponetela nelle due cocotte o nei piatti resistenti al calore del forno. Fate un incavo con il cucchiaio. Rompete il primo uovo in una ciotola e versatelo nell’incavo scartando un pochino dell’albume. Ripetete l’operazione con il secondo. Infornate per 20 minuti. Quando le uova sono cotte disponete le foglie di salvia e la buccia di limone sulla preparazione. Servite con del pane ai semi biologico tostato. 64. Dahl di lenticchie rosse e zucca. Ravanellocurioso di Ravanellocurioso http://ravanellocurioso.wordpress.com/2012/11/06/e-zucca-sia/ Ingredienti per 4 persone: 200 gr di lenticchie rosse bio 300 gr ca di zucca bio tagliata a piccoli dadini brodo vegetale home made qb rosmarino bio qb un paio di foglie d’alloro bio qualche bacca di cardamomo 1/2 C di curcuma o curry (se preferite un sapore più deciso) sale integrale di Sicilia qb olio EVO bio qb Far soffriggere i dadini di zucca per ca una decina di minuti nell’olio, insieme alle spezie ed il sale. Aggiungere le lenticchie rosse, il brodo vegetale e portare a bollore. Coprire, abbassare la fiamma al minimo e far cuocere per 30 minuti. Eliminare le bacche di cardamomo. Da gustare corposa, al naturale. Semplice e divina! 65. Zucca ripiena di pane goloso. Ravanellocurioso di Ravanellocurioso http://ravanellocurioso.wordpress.com/2012/11/06/e-zucca-sia/ Ingredienti: 1 zucca del tipo delica o berettina (800 gr ca) bio mollica di pane integrale di lievito madre qb 1/2 cipolla rossa bio 1 zucchina bio 1 carota bio 1 spicchio di aglio bio 1 C semi di zucca tostati bio 1 C di anacardi bio sale olio EVO Preriscaldare il forno a 180°. Tagliare il cappellino della zucca e svuotarne il contenuto con le mani; tenere da parte il tutto (*). Far saltare in una padella carote, zucchine e cipolle, tagliate fini e salare leggermente; quando sono croccanti, metterle da parte. Nella stessa pentola, versate 1 C di olio EVO ed 1 C di acqua e far saltare, per pochi secondi, l’aglio in camicia, leggermente schiacciato; aggiungere la mollica di pane, girare bene ed insaporire. In ultimo legare con le verdure e spegnere. Far raffreddare il composto per qualche minuto. Salare leggermente la cavità vuota della zucca e riempirla con il composto, pressando leggermente. Richiudere la zucca e metterla in forno a 180° per 45 minuti ca. La zucca sarà pronta quando potrete bucare con facilità la buccia con una forchetta. 66. Zastoch. Aiuolik di Trattoria Muvara http://muvara.blogspot.it/2012/11/salutiamoci-zastoch.html Ingredienti (per 4 persone): 400 gr. di zucca

400 gr. di fagioli sgranati 400 gr. di patata 1 cipolla 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva sale Preparazione: Lavate i fagioli e lessateli in acqua leggermente salata per circa 1 ora e mezza. Lavate e lessate le patate in una casseruola a parte. In un'altra casseruola, lessate per 20 minuti la zucca tagliata a dadini. Scolate le tre verdure separatamente, spellata la patata e fatela a dadini. In una padella ampia soffriggete la cipolla tagliata finemente in poco olio d'oliva. Aggiungete le verdure e cuocete per circa 20 minuti mescolando di tanto in tanto. Servite ben caldo. 68. Sformatini ai porri e nocciole con crema di zucca allo zenzero. Azbel di Kitchen bloody kitchen http://www.kitchenbloodykitchen.com/2008/12/sformatini-ai-porri-e-nocciole-con.html Ingredienti per 4 porzioni*: 300 gr di tofu 2 porri 200 gr di zucca mantovana 25 gr di nocciole tostate uno o due cucchiai di pangrattato un pezzo di zenzero fresco di circa 3 cm x 1,5 cm 2 foglie di alloro circa 50 gr di latte di soia non aromatizzato prezzemolo olio evo sale Procedimento: Tritare grossolanamente i porri tenendoda parte qualche filetto ricavato dalla parte centrale -la piu' tenera- per decorare. Tagliare la zucca a fettine di 1/2 cm di spessore.Prendere un foglio di alluminio e distribuirvi sopra i porri, la zucca, l'alloro e condire con olio e sale. Fare un cartoccio e cuocerlo per 30/40 minuti in forno a 200 gradi; e' pronto quando la zucca e' facilmente sforacchiabile, a questo punto eliminare l'alloro e separare le due verdure. Schiacciare per bene il tofu con una forchetta, aggiungervi i porri, le nocciole ridotte a granella fine e il pangrattato. Riempire con questo composto degli stampini monoporzione leggermente unti ed infornare a 200 gradi per 15/20 minuti. Frullare la zucca con lo zenzero e tanto latte quando basta per ottenere una crema leggermente fluida, quindi scaldarla. Sformare gli sformati (ussignur che gioco di parole urendo), guarnirli con la crema di zucca, prezzemolo, qualche filetto di porro e servire. *4 porzioni se servito come antipasto, 2 se servito come secondo 69. Polpettine speziate di fagioli rossi con salsa di zucca e zenzero. Azbel di Kitchen bloody kitchen http://www.kitchenbloodykitchen.com/2012/03/polpettine-speziate-di-fagioli-rossi.html Polpettine speziate di fagioli rossi con salsa di zucca e zenzero Ingredienti per 4 porzioni: 600 gr di fagioli rossi, già lessati 150 gr di zucca pulita, tagliata a julienne o grattugiata 80/100 gr di pangrattato 3 scalogni 4 spicchi d'aglio 2 cucchiaini di cumino macinato 1 peperoncino verde fresco olio extravergine sale -Per la salsa: 400 gr di zucca succo di limone 1/2 spicchio d'aglio, privato dell'anima 1 pezzetto di zenzero fresco, circa 5-10 gr sale Scaldare due cucchiai d'olio, aggiungere lo scalogno affettato finemente, spolverare con un pizzico di sale e soffriggere dolcemente finché lo scalogno diventa trasparente e morbidissimo. Aggiungere l'aglio spremuto, il cumino ed il peperoncino privato dei semi e tritato. Lasciar insaporire qualche minuto. Schiacciare i fagioli con una forchetta, in modo abbastanza grossolano. Aggiungere il soffritto, il pangrattato (potrebbe servirne più o meno a seconda dell'umidità dei fagioli) e la zucca a julienne; mescolare il tutto e regolare il sale. Lasciar riposare mentre si prepara la salsa:

Cuocere la zucca al vapore, lasciarla raffreddare e frullarla con il succo di mezzo limone, zenzero e aglio fino ad ottenere una salsa morbida e vellutata. Assaggiare e regolare sale e succo di limone, fino ad ottenere una crema ben bilanciata tra acidità, dolcezza e piccantezza. Riprendere il composto a base di fagioli e dividerlo in otto palline. Scaldare un filo d'olio in una teglia di ghisa, appoggiarvi le palline e schiacciarle con una paletta, formando dei burger irregolari (in alternativa, ovviamente, è possibile formare dei burger abbastanza sottili e ben fatti, basta impiegare solo qualche minuto in più). Cuocerli per qualche minuto, quindi voltarli con molta delicatezza e cuocerli anche dall'altro lato. Appena cotti saranno molto morbidi, attendere qualche minuto prima di servirli con la salsa di zucca e zenzero. 70. Cocottine di zucca e cardi. Roberta di Cobrizo http://cobrizoperla.blogspot.it/2012/11/pour-dessiner-la-zucca-salutiamoci-di.html x 6 persone: un terzo di una zucca media (saranno stati 500 gr, più o meno) 1 kg di cardi mezzo litro di latte di soia non zuccherato 80 gr di farina bianca un pizzico di noce moscata 3 cucchiai di olio di oliva extravergine o di semi di girasole lievito in scaglie erbe aromatiche a piacere (il mio un mix di ortica, prezzemolo, aglio orsino, timo, petali di fiori di girasole, fiori di rosa e fiordaliso) limone sale Cucinare la zucca in forno, tagliata a fette, ancora con la buccia, adagiandola sulla carta da forno, finchè sarà cotta ma ancora consistente. Una volta raffreddata, toglierne la buccia e tagliarla a cubetti la polpa. Mondare e lavare i cardi, usando guantini di lattice o passandovi le mani col limone perchè tenderanno ad annerirvele. Tagliarli a pezzi e privarli dei filamenti (come si opera per il sedano), raccogliendoli poi tutti in una bacinella di acqua fredda acidulata col limone. Cuocerli in pentola pressione in acqua leggermente salata per 10-15 min. Come per la zucca, dovranno risultare morbidi, ma non sfatti. Scolateli e lasciateli raffreddare. Ungere d'olio sei pirofiline da forno. Dividere la zucca in sei porzioni, salarla leggermente e cospargerla di erbe. Preparare una besciamella con il latte di soia, tre cucchiai d'olio di semi di girasole, (quello d'oliva ha un sapore troppo marcato) un cucchiaino di sale (o q.b.), un pizzico di noce moscata. Risulterà ben soda. Utilizzarne solo metà, dividendola in sei e coprendo così la zucca. Tagliare a pezzetti minuti metà dei cardi e sistemarli in ciascuna pirofilina, sopra il primo strato di besciamella. Unire invece la restante metà dei cardi alla rimanente besciamella, e frullare finemente, con l'aggiunta di un altro cucchiaio di farina (e un goccio di altro latte se vi pare necessario) Cospargerla quindi sopra i cardi. Condire con un goccio di olio extravergine d'oliva e cospargere di lievito in scaglie e le erbe aromatiche. Passare sotto il grill finchè sarà gratinato. 71. Sformatini morbidi di zucca al vapore. Roberta di Cobrizo http://cobrizoperla.blogspot.it/2011/09/morbido-e-dolce-come-la-luce-di-fine.html per 8 sformatini: 500 gr di zucca pulita cruda tagliata a pezzi 125 gr di yogurt di soia (o normale per i non veg o macro) cannella, noce moscata, pepe 2 cucchiai d'olio e.v.o. 40 gr di farina di riso Cuocere la zucca nel bimby (o in pentola antiaderente coperta) per 10-15 min, finchè si ammorbidisce, con sale q.b. e un cucchiaio d'olio (e pochissima acqua se occorre) Far raffreddare. Unire un altro cucchiaio d'olio, lo yogurt, le spezie, la farina e frullare. Regolare di sale. Cuocere a bagnomaria per 20 min (io nel forno a vapore a 90°) in pirottini monoporzione di alluminio, unti e ben infarinati con farina di riso. Attendere siano intiepiditi per sformarli senza che si rompano. Eventualmente rimetterli in forno per gratinarli, ad esempio con olio aromatizzato con rosmarino (o servirti come ho fatto io con funghi porcini spadellati con aglio, con aggiunta finale di prezzemolo).

72. Zucca in agrodolce…ma non fritta. Passalamoda di Cibi di casa http://www.cibidicasa.com/2012/11/zucca-in-agrodolce-non-fritta.html ingredienti: zucca mantovana aceto di vino olio EVO aglio sale prezzemolo Ho affettato la zucca, preferisco la mantovana per il profumo e la consistenza, tolto semi e buccia e ho disposto le fette in una teglia appena umida, le ho grigliate al forno fino a cottura e doratura. Ho condito la zucca grigliata con aglio, prezzemolo, sale e ottimo olio crudo. Ho scaldato mezzo bicchiere di aceto di vino e l'ho versato sopra la zucca sistemata. 73. Crema di zucca. Passalamoda di Cibi di casa http://www.cibidicasa.com/2012/11/crema-di-zucca.html Questa crema si prepara cuocendo mezza zucca con tutta la buccia e i semi direttamente in microonde per 10 - 15 minuti a 750 watt. Si taglia la zucca in due si toglie il gambo e si appoggia con il taglio su un piatto, il tempo di cottura dipende dalla misura della zucca. Ho provato con una zucchetta di circa 1 chilo, e la mezza si è cotta bene in 12 minuti. Alla fine bisogna lasciarla finir di cuocere a forno spento per qualche minuto. Appena si sarà intiepidita si tolgono con un cucchiaio i semi e poi sempre con il cucchiaio si raccoglie la polpa cotta. Si condisce con sale, aglio tritato finissimo, appena un po' d'olio, ora c'è quello nuovo e sta benissimo, ed infine cumino in polvere o coriandolo fresco se lo avete. Questa cottura è veloce perchè non bisogna sbucciare nè tagliare la zucca. 74. Zucca e patate arrosto. Gata da Plar di Gatadaplar http://gatadaplarr.blogspot.it/2012/11/zucca-e-patate-arrosto.html (dosi x 2... molto golosi) 4 patate grosse 500 g ca. di zucca già nettata e privata della buccia 2 rametti di rosmarino di ca. 10 cm. 2 spicchi d'aglio grossi sale alle erbe olio evo q.b. Forno preriscaldato a 200° Visto che le PATATE sono tra gli ingredienti PERMESSI MA NON CONSIGLIATI della TABELLA di Salutiamoci, fate in modo che se non 50/50 almeno che la zucca superi, in quantità, le patate... :) Lavare e sbucciare le patate e tagliarle a cubotti non troppo grandi. Tagliare anche la polpa della zucca a cubotti delle dimensioni grosso modo come quelli di patate. Foderare di carta forno la placca del forno Lavare ed asciugare bene i rametti di rosmarino e togliere gli aghi ma non buttare i legnetti. Sbucciare gli spicchi d'aglio, tagliarli a metà e infilzarli a mò di spiedino su rami di rosmarino Versare in una ciotola capiente i cubotti di patata e zucca, cospargere di sale alle erbe e di aghi di rosmarino e irrorare d'olio evo. Mescolare il tutto con le mani per distribuire uniformemente il condimento e quindi trasferire il tutto sulla placca del forno, allargando i cubotti con le mani in modo che stiano ben stesi sulla stessa. Cuocere in forno preriscaldato a 200° per 30-35 minuti, quindi estrarre la placca, dare una rimestata per far "colorire" bene anche i cubotti eventualmente rimasti coperti dagli altri e rinfornare per un'altra 20na di minuti o fino a che il tutto è bello arrostito e dorato. 75. Terrina di zucca, patate e funghi. Nico di Ricetteveg.com http://www.ricetteveg.com/2012/11/terrina-di-zucca-patate-e-funghi.html Ingredienti 700 gr di Patate bianche Pliatlìna di Entraque già pulite (bio) 600 gr di Zucca Delica già pulita (bio) 200 gr di Porcini di castagno già puliti (raccolti nei boschi!) 2 spicchi di Aglio di Vessalico (bio) 1 spolverata di germe di grano (bio) 1 spolverata di lievito alimentare in scaglie (bio) 1 spolverata di farina di mais fioretto (bio)rosmarino q.b. (raccolto in balcone) olio evo q.b. (bio) sale integrale di Trapani e pepe q.b. Anzitutto, dopo averle ben lavate e sbucciate, tagliare le patate in spicchi e la zucca in fette spesse qualche millimetro. A

parte, sempre dopo averli ben puliti, tagliare i fungi in tocchi regolari piuttosto consistenti. Riservare. Nel frattempo preparare un trito con rosmarino ed aglio, quindi farlo imbriondire in una casseruola, aggiungervi i funghi e far rosolare per qualche istante a fiamma vigorosa. Sfumare con un goccio di vino bianco, quindi aggiungere un mestolo di acqua e lasciarli stufare per una decina di minuti a fiamma dolcissima. Quando i funghi saranno pronti, prelevarne la metà e riservarli. In quelli avanzati aggiungere un altro poco di acqua e frullarli in padella mantenedo la fiamma molto dolce per qualche minuto. Spegnere e riservare. Ora in una pirofila ungere il fondo di olio evo e preparare un primo strato di spicchi di patate, salare e pepare e spolverare di germe di grano e lievito alimentare in scaglie. Preparare poi un secondo strato di fette di zucca, quindi salare e pepare nuovamente spolverare ancora di germe di grano e lievito alimentare in scaglie. Finire con uno strato di funghi saltati in padella, quindi versare il fondo dei finghi frullati su tutta la superficie ell'ultimo strato affinché condisca tutta la terrina. Chiudere con un'abbondante spolverata di germe di grano e lievito alimentare in scaglie, una di farina di mais ed un generoso filo di olio evo. Infornare a 200° per circa 40 minuti, comuqnue finché gli ingredienti saranno ben cotti e la superficie ben dorata e croccante. 76. Schiscetta zuccosa. Sara di Defelicitateanimi http://defelicitateanimi.blogspot.it/2012/11/schiscetta-zuccosa-per-salutiamoci.html Zucca violina bio cotta al forno mentre cuocevo i biscotti un pezzo di radice di bardana bio cotta(ne ho fatto una tisana) Ravanelli crudi bio(con le foglie vi dirò che ho combinato...) Carota bio Germogli di alfa-alfa autoprodotti 2 sformatini di tofu, zucca & canapa con gomasio Gomasio alla spirulina(per una marcia in più!) Olio di lino&limone bio per condire Per la verdura direi che non c'è nulla da spiegare. Mondata affettata o cotta.Per gli sformatini mi sono rifatta alla ricetta che avevo pubblicato tempo fa, a cui ho aggiunto la farina di semi di canapa. SFORMATINI di TOFU, ZUCCA & CANAPA 1 panetto di tofu al naturale 1 bel pezzo di zucca bio cotta al forno 3 cucchiai di semi di sesamo sale(o gomasio) Lievito alimentare in scaglie un cucchiaione di farina di semi di canapa Cotta la zucca, frullatela (buccia compresa) con il tofu, due cucchiai di semi di sesamo, la farina di canapa, il lievito alimentare ed il gomasio(aggiustate voi).Prendete degli stampini per muffin, foderateli con un pirottino o oliateli quindi, cospargerte il fondo con il sesamo restante.Riempite gli stampini con il composto ottenuto in precedenza e cuocete in forno a 180° per una mezz'oretta.Fare raffreddare(sennò di rompono) e sformateli. Alla fine assemblate la vostra schiscetta, condite tutto con olio & acidulato di ume(o quello che vi piace!) e buon appetito! 77. Crumble di zucca. Felicia di Le delizie di Feli http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2012/11/14/crumble-di-zucca/ Ingredienti: 500 gr di zucca pulita (pesata cruda) un cm quadrato circa di zenzero fresco 5-6 foglioline di salvia fresca salsa di soia q.b. Ingredienti per il crumble: 50 gr di farina di riso 20 gr di farina di castagne sale blu di Persia maggiorana essiccata una spolverata olio extravergine d’oliva 1-2 cucchiai acqua q.b. Procedimento: Pulire e sbucciare la zucca, tagliarla a cubotti, cuocerla in una padella antiaderente aggiungendo lo zenzero grattugiato, la salvia tritata e la salsa di soia e un filo d’olio extravergine d’oliva. Coprire e cuocere senza aggiungere acqua, a fiamma bassa e girandola spesso si cuocerà e rimarrà soda e compatta. Assaggiare e eventualmente aggiustare di sapore. Schiacciare la zucca con lo schiacciapatate, io ho usato il disco a fori grossi, direttamente nella teglia leggermente oliata. Lasciar cadere il purè senza pressarlo, assestarlo e riempire completamente la teglia ma lasciatelo soffice ed aereato. Nella padella utilizzata per cuocere la zucca versare le farine, il sale. Amalgamare con un cucchiaio di legno e far tostare brevemente a fiamma bassa. La farine raccoglieranno l’aroma della zucca e la tostatura aiuta l’impasto ad amalgamarsi. Fuori dal fuoco aggiungere la maggiorana essiccata l’olio extravergine d’oliva e l’acqua necessaria per poter formare un

composto compatto e sodo. Sbriciolare sulla zucca la pasta, oliare la superficie e cuocere in forno caldo a 180° per 15 min. circa. Controllare prima di sformare. Far intiepidire e gustare….. affondare il cucchiaio nella soffice e aromatica zucca, risalire adagio prelevando il crumbe, e assaporare il contrasto di consistenze e l’aroma dolce/amaro di zucca e castagne. Anche se la farina di castagne è pochissima l’aroma si sente e non sovrasta la zucca, se lo desiderate potete aumentare leggermente la dose, dipende dai gusti personali. Provatelo… veloce e facilissimo…. Ma semplicemente buonissimo. Ho utilizzato una piccola teglia di 16 cm per 16 cm. 78. Polpette di zucca e gamberi. Federica di Architettarte http://architettarte.blogspot.it/2012/11/polpette-di-zucca-e-gamberi.html Ingredienti per quattro persone: 500 gr di zucca 250 gr di gamberi cotti e sgusciati 50 gr di semi di sesamo 50 gr di pangrattato* mollica di pane* olio di semi di girasole bio sale marino integrale prezzemolo timo Cuocete la zucca in forno per circa 30 minuti, in una pirofila coperta con un foglio di alluminio; quando si è disfatta, privatela dei semi e della buccia, tagliate la polpa a pezzi e passatela nel mixer con il timo, prezzemolo, sale e della mollica di pane ammorbidita in acqua. Unite al composto le code di gamberi tritate e mescolate bene. Modellate delle polpettine tonde e passatele nel pangrattato mescolato ai semi di sesamo. Friggetele in olio caldo e scolatele su carta paglia. 79. Insalata tiepida di zucca e sedano rapa. Nico di Ricetteveg.com http://www.ricetteveg.com/2012/11/insalata-tiepida-di-zucca-e-sedano-rapa.html Ingredienti 1 piccolo sedano rapa (bio) 1 pezzo di zucca (bio, in questo caso una Uchiki Kuri, per via della sua polpa molto dolce) 1 mela biologica dalla polpa soda (bio, in questo caso una Cabellotta dell'Alta Valle Scrivia)* 1 piccolo limone (bio, in questo caso un limone amalfitano dalle limonaie di nonna) succo di limone q.b. (bio) olio evo q.b. (bio) sale integrale di Trapani e pepe q.b. Anzitutto lavare, pulire e sbucciare il sedano rapa e la zucca, quindi tagliare entrambi in fette dello spessore di qualche millimetro: grigliare dolcemente entrambi i lati delle fette, finché saranno ammorbidite all'interno e ben colorite in superficie. Nel frattempo, dopo averli ben lavati, affettare sottilmente la mela ed il limone, compresa la loro buccia (molto molto importante la provenienza biologica per poterne mangiare anche la buccia!). Preparare ora un'emulsione con l'olio ed il succo di limone, aggiustandone la sapidità. Grigliati il sedano rapa e la zucca, tagliarne le fette in listarelle, quindi unirle - in una terrina - alla mela ed il limone, condendo il tutto con l'emulsione di evo e succo di limone. Rimestare l'insalata con le mani affinché, massaggiandoli, tutti gli ingredienti siano ben conditi. Impiattare mantenendo un senso di verticalità, guarnire con un paio di fiocchi di sale integrale ed insaporire con una spolverata di pepe appena macinato. Fatto! 80. Spiedini di buccia di zucca e patè di olive. xcesca di La tana del riccio http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/11/16/spiedini-di-buccia-di-zucca-e-pate-di-olive-per-salutiamoci/ Ingredienti: zucca delica patè di olive nere (olive, olio evo, sale) Pulire la zucca esternamente con acqua. Tagliarla a fette di 2-3 cm di spessore e pulirla dai semi. Cuocerla in forno a 180° senza l’aggiunta di condimenti finché non risulterà tenera ma comunque compatta. Lasciar raffreddare dopodiché togliere la polpa con l’aiuto di un coltello, lasciandone qualche millimetro sulla buccia. Tagliare la buccia a quadratini e su ognuno mettere mezzo cucchiaino di paté di olive nere. Formare gli spiedini infilzando 5-6 quadratini e servire.

81. Crostata salata di zucca al curry e noci. Milen@ di Una finestra di fronte http://unafinestradifronte.blogspot.it/2012/11/crostata-salata-di-zucca-al-curry-e-noci.html Ingredienti (Ø cm25) Crosta di pasta matta 300 g semola di grano duro farina di grano tenero 4 cucchiai olio evo 140 g acqua sale Crema di zucca 600 g zucca 30 g gherigli noci curry olio evo sale Preparazione Crosta di pasta matta. Impastare la farina con l’acqua, il sale e l’olio, fino ad ottenere una pasta soda ma elastica. Avvolgerla in pellicola e farla riposare. Crema di zucca. Tagliare la zucca a fette, eliminare la buccia, disporla in una teglia, coprire con carta d’alluminio e infornare finché non si ammorbidisce (30/40’ circa). Frullare con un filo d’olio e prima di finire, aggiungere i gherigli di noci tritati grossolanamente al coltello (non devono essere frullati perfettamente, ma devono essere ridotti in granella semifine), insaporire con il curry e regolare di sale. Dividere la pasta in due parti, stendere con il matterello la prima e con questa foderarvi la base dello stampo, ricoprire con la crema di zucca e, dopo aver steso la seconda parte di pasta, ritagliare delle strisce di 1.5 cm e formare la griglia. Infornare a 180°C per circa 30’. 82. Cavoletti di bruxelles con zucca e anacardi. Maryonn di Cosa mangiano i vegani? http://cosamangianoivegani.wordpress.com/2012/11/25/cavoletti-di-bruxelles-con-zucca-ed-anacardi/ Ingredienti: mezza zucca (io ne ho usata un po’ meno perché temevo che mio marito non apprezzasse il risultato, ma vi consiglio di usarla tutta) mezzo chilo di cavoletti di bruxelles un quarto di cipolla due spicchi di aglio un pizzico di mango biologico in polvere (spezia di origine indiana) una decina di anacardi spezzettati olio extravergine di oliva sale integrale qb peperoncino (facoltativo) Procedimento: Tagliate finemente la cipolla e l’aglio e fateli soffriggere in poco olio d’oliva. Aggiungete i cavoletti di bruxelles tagliati a metà (quelli più grandi, quelli più piccoli lasciateli interi), e fate cuocere per cinque minuti. Nel frattempo tagliate la zucca a dadini, togliendo la buccia, e unitela ai cavoletti. Aggiungete gli anacardi , il mango il sale e il peperoncino (se volete) e fate cuocere per altri 10 minuti. Impiattate e buon appetito. 83. Frittelle di zucca. Marta di Mangiare è un po’ come viaggiare http://viaggiarecomemangiare.blogspot.it/2012/11/frittelle-di-zucca.html Ingredienti per 5/6 frittelle : 400 gr. di zucca, un piccolo cespo di radicchio rosso di Verona, erba cipollina, uno scalogno, noce moscata, 1 cucchiaio colmo di farina 0 o anche integrale, un uovo, mezzo bicchiere di vino rosso. Preparazione : togliere buccia e semi alla zucca e cuocerla a vapore, mettere a rosolare lo scalogno tritato finemente, tagliare sottilmente anche il radicchio e aggiungerlo. Cuocere qualche minuto e versare mezzo bicchiere di vino rosso farlo evaporare, salare pepare e lasciare stufare fino che sarà tenero. Rendere a purea la zucca, salare, aggiungere l'erba cipollina, la noce moscata a piacere, la farina e l'uovo amalgamando bene il tutto. Ungere con un cucchiaino d'olio il fondo di una piccola padella antiaderente e sistemarvi una cucchiaiata abbondante del composto schiacciandolo con il dorso del cucchiaio dandogli una forma arrotondata, quando sollevandola noterete una crosticina (2 minuti circa a fuoco medio alto) girate la frittella aiutandovi con un coperchio o con una grossa paletta e fate dorare anche l'altro lato.

Continuate così fino a finire il composto. Una volta pronta la frittella, impiattate e servite con il radicchio rosso sopra oppure fatene un sandwich sistemandolo tra due frittelle come ho fatto io. 84. Zucca grigliata e accompagnata. Ramona di Sogni golosi di una piccola cucina naturale http://sognigolosi.blogspot.it/2012/11/di-cotte-e-di-crude.html 1/2 zucca violina bio 100 gr. di yogurt di soia naturale un ciuffo di prezzemolo fresco 2 c di senape in crema sale q.b. Lavare accuratamente la zucca, sbucciarla o meno a piacere e tagliarla a fettine con 3 mm. al massimo di spessore. Scaldare bene una griglia di ghisa, spolverarla di sale e appoggiarvi le fette di zucca, facendole cuocere qualche minuto per parte, finché diventeranno tenere. Nel frattempo emulsionare lo yogurt di soia con la senape in una ciotola, aggiungere qualche goccia di olio se desiderato, il prezzemolo tritato grossolanamente e allungare con un paio di cucchiai di acqua, mescolando fino a ottenre una salsa fluida ma corposa. 2 zucchine chiare 50 gr. di pangrattato integrale (senza glutine o semi di sesamo e granella di mandorle in caso di intolleranze) 2 C di olio extravergine di oliva 1 c colmo di timo secco un pizz. di menta secca sale q.b. Lavare e mondare le zucchine, tagliarle a bastonicini e versarle in una teglia. Spolverare con il pangrattato, irrorare con l'olio e le erbe e regolare di sale a piacere. Con le mani mescolare gli ingredienti per distribuire i condimenti sulla verdura, poi infornare a 190° per 15 minuti. 3 pomodori ramati maturi e sodi 2 c di malto di orzo (sciroppo di riso in caso di intolleranze al glutine) 1 C di olio extravergine di oliva una presa di origano secco sale q.b. Lavare i pomodori e tagliarli a metà, svuotarli dai semi, poi passarli nella salsina preparata mescolando in una ciotolina gli altri ingredienti. versare tutto in una teglia foderata con carta forno e infornare a 200° per 5 minuti. Una manciata di gherigli di noci 1 c di olio extravergine di oliva 1/2 c di paprica dolce 1 c di malto di orzo (idem c.s.) Versare gli ingredienti in una padellina e farli caramellare a fuoco basso, mescolando continuamente ocn n cucchiaio di legno, finché le noci saranno belle glassate. Lasciare raffreddare prima di servirle. 1 panetto di tofu naturale a fettine 3 c di shoyu o tamari (Tamari in caso di intolleranze) 1 c di maggiorana essiccata 1 c di aceto balsamico una manciata di olive nere sale e pepe q.b. Versare in un tegame gli ingredienti e lasciarli riposare per un paio d'ore. Al momento di servire, cuocere a pentola scoperta e su fiamma medio bassa, finché il liquido di marinatura sarà quasi completamente assorbito. una forchettata di crauti naturali qualche foglia di lattuga 3 carote grattugiate qualche falda di peperone croccante giallo e verde Per servire, impiattare disponendo le varie preparazioni a piacere, accompagnando la zucca con la salsa di yogurt e distibuendo sulle cruditè il liquido di cottura dei pomodori glassati e le noci caramellate. 85. Tajine di zucca. Kat di Cuochi di carta http://cuochidicarta.blogspot.it/2012/11/tajine-di-zucca-per-salutiamoci.html Per 3-4 porzioni (da accompagnare con un cereale) servono : - una scodella di ceci lessati oppure una lattina di ceci da 400 g (240 g sgocciolati) - pari volume di zucca tagliata a cubotti - una cipolla piccola o un paio di scalogni - uno spicchio d'aglio - un pezzetto di zenzero fresco - mezzo cucchiaino di cannella in polvere - mezzo cucchiaino di coriandolo in polvere - una foglia d'alloro - sale (magari alle erbe) - olio extra vergine d'oliva

Tritare l'aglio, tagliare la cipolla e lo zenzero a tocchetti e farli rosolare piano nell'olio con le spezie e l'alloro. Unire la zucca e farla saltare due o tre minuti, quindi aggiungere i ceci e il sale. Coprire d'acqua calda a filo delle verdure, incoperchiare e cuocere su fiamma dolce finché la zucca non sia tenera ma non sfatta. Spesso basta una decina di minuti. Il "sughetto" rimasto servirà a condire il cereale che completa il piatto. Se fosse troppo liquido quando la zucca è cotta a puntino, il liquido in eccesso si può addensare, come da tradizione maghrebbina, con un bel cucchiaio di farina di mandorle. Due minuti di cottura rimestando il meno possibile per non disfare la zucca. 86. Zucca hokkaido ripiena e anacardi croccanti. Katia di Buenavidavidabuena http://www.buenavidavidabuena.blogspot.it/2012/11/zucca-hokkaido-ripiena-e-anacardi.html Ingredienti: 1 Zucca Hokkaido bio 50 gr. Lenticchie rosse decorticate bio 1 Carota Aglio Prezzemolo Sale Olio EVO 1 bicchiere d'acqua Anacardi Procedimento: La zucca hokkaido ha la forma ideale per ricavarne 2 ciotole, di questa zucca si puo' mangiare anche la buccia in quanto e' molto tenera e ricca di sali minerali. Oltre ad essere buona e' anche molto scenografica quando si serve in tavola. Tagliare la zucca a meta' in modo da ottenere 2 scodelle, svuotarle e cuocerne 1 meta' al vapore per 15-20 minuti (dipende dalla grandezza della zucca). Nel frattempo tagliare a dadini la carota e l'altra meta' della zucca, unire le lenticchie, l'aglio, il sale, l'olio, il prezzemolo tritato e 1 bicchiere d'acqua (o piu'). Lasciar cuocere finche' non diventa una crema densa, per velocizzare si puo' usare un minipiner. A fine cottura versare la crema nella scodella di zucca, guarnire con prezzemolo tritato finemente e anacardi sbriciolati. 87. Crescione di zucca e patate. Terry di Crumpets & Co http://crumpetsandco.wordpress.com/2012/11/28/crescione-di-zucca-e-patate-crescione-with-pumpkin-andpotatoes/ per l’impasto della piada: 300 gr di farina 0 3 cucchiai di olio evo 1/2 cucchiaino di cremor tartaro 1 e 1/2 cucchiaino di sale acqua qb - per la farcia: Zucca patate cotte al vapore (o lesse) scalogno olio evo ricotta sale noce moscata Per la farcia non do dosi precise perchè sono andata a occhio con quello che avevo già pronto, in ogni modo ognuno si regola a proprio gusto per queste preparazioni, con più o meno patate o ricotta. Preparare la farcia, scaldando in una padella due cucchiai d’olio e stufandoci per qualche minuto lo scalogno tritato. Unire poi la zucca pulita e tagliata a tocchetti. Farla andare per qualche minuto poi unire poco brodo vegetale o acqua finchè la zucca risulti morbida. Lasciar freddare. Unire in una ciotola la zucca, un po’ delle patate tagliate a cubettini piccoli e poca ricotta giusta per amalgamare il tutto. Aggiustare di sale e dare una spolverata di noce moscata. Preparare l’impasto per piadina, unendo in una ciotola la farina, il sale, il cremor tartaro, mescolarli bene e poi al centro versare l’olio evo e pian piano acqua qb per ottenere un impasto morbido. Trasferirlo su una spianatoia leggermente infarinata e lavorarlo finchè morbido e consistente e dividerlo poi in tre palline. Stendere ogni pallina e formare un cerchio dello spessore di qualche mm. Posizionare sulla metà di ogni cerchio un po’ di farcia, lasciando liberi i bordi per la chiusura. Chiudere il crescione sigillando bene i bordi e metterlo a cuocere sull’apposita teglia o su una teglia antiaderente, ben calda, girandolo su ogni lato, finchè ben cotto.

88. Vasetti di zucca agrodolce. Katia di Buenavidavidabuena http://www.buenavidavidabuena.blogspot.it/2012/11/salutiamoci-euniniziativa-che-prende.html zucca Kg. 2 Malto di Riso ml. 160 ACETO di Mele Biologico cl. 333 (1 ½ bicchiere circa) SALE gr. 66 AGLIO OLIO di Mais PEPERONCINO ORIGANO Tagliare la zucca a julienne. “Scaldare” in una pentola capiente l'aceto,il sale e il malto di riso e spegnere appena incomincia a fare sotto le bollicine piccole, ma non raggiungere l'ebollizione. Mettere la zucca nella pentola e lasciarla per 6-7-ore. Strizzarla molto bene con le mani, condire in una ciotola con l'olio , aglio, peperoncino e origano, porre nei vasetti e aggiungere un po' d'olio se occorre. Ideale per avere un contorno sempre pronto, un antipasto sfizioso o per un happy hour, accompagnata da crostini integrali e patate lesse al prezzemolo. 89. Rossa o ribelle? Una zucca buonissima dalla scorza tenera. Ciboulette di Un filo d’erba cipollina http://www.unfiloderbacipollina.it/rossa-o-ribelle-una-zucca-buonissima-dalla-scorza-tenera/ Ora (i più impressionabili saltino queste righe) io l’ho cotta per 12 minuti con la funzione crisp del microonde, ma se avessi avuto più tempo l’avrei messa in forno a 200 °C per 30-40′ (o finche diventavano tenere sia la zucca che le patate, ci impiegano lo stesso tempo), aggiungendo un filo d’acqua per non farle seccare troppo. 90. Tempura di zucca con salsina “sciogli grasso”. Dealma di La Via Macrobiotica http://blog.laviamacrobiotica.it/zucca-in-tempura-con-salsina-sciogli-grasso/ 150 g di farina “0” 2 cucchiai di amido di mais 200 ml circa d’acqua fredda (meglio se gassata) 200 g (circa) di zucca pulita Olio di sesamo Per la salsina: shoyu o tamari succo di limone o di zenzero senape Prepara la salsina in cui intingere la tempura, mescolando shoyu o tamari con il succo di limone o di zenzero, un po’ di senape e se serve un po’ d’acqua. Le dosi sono assolutamente soggettive. Il segreto è assaggiare… Taglia la zucca a fettine piuttosto sottili (circa 3 mm). Prepara la pastella mescolando la farina, l’amido e l’acqua fredda, quanto basta per ottenere una pastella morbida. Immergi la zucca nella pastella e butta le fettine nell’olio bollente, friggendo per 2-3 minuti. Scola bene e lascia asciugare su carta assorbente. La tempura va “divorata” subito finchè è calda e croccante. Se vuoi un risultato più simile a quello della pastella con le uova, puoi aggiungere all’impasto ½ cucchiaino di curcuma, per dare un colore giallo. 91. Zucca in padella veloce e gustosa. Luby di L’eco del mondo http://luby78.blogspot.it/2012/11/zucca-in-padella-veloce-e-gustosa.html ingredienti: 1/2 zucca grande 1 rametto rosmarino qualche foglia di salvia una grattata abbondante di noce moscata una grattata di pepe nero sale qb a piacere 1 o 2 spicchio d'aglio olio qb x soffritto preparazione: fare un soffritto olio e aglio togliere i semi e metterli ad essiccare,potrete piantarli di nuovo il prossimo anno,oppure tostarli e mangiarli :) tagliare a cubetti la zucca senza buccia mettere in padella con tutte le spezie e le aromatiche lasciar cuocere a padella coperta 15 minuti,quando è tenera,servire

92. Torta salata di zucca e di radicchio di campo. Lo di Galline 2ndlife http://galline2ndlife.blogspot.it/2012/11/vorticosamente.html per la pasta: 200 gr di farina integrale 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva sale acqua frizzante q.b. 50 gr di sesamo per il ripieno: 300 gr di zucca 1 porro 1 mazzo di radicchio di campo shoyu semi di finocchio Impastare farina, sesamo, un pizzico di sale con l'acqua frizzante per ottenere una palla di pasta elastica, da lasciare a riposo. Preparare le verdure. Lavare e scottare il radicchio di campo per 2 minuti in acqua bollente salata. Lasciarle sgocciolare nello scolapasta mentre si prepara il resto. Tagliare i porri finemente e tagliare la zucca a cubetti. Scaldare un po' di olio extravergine d'oliva in un wok e saltare la zucca e i porri fino a quando saranno ammorbiditi, mettendo all'inizio della cottura un pizzico di sale e mescolando continuamente. Prendere il radicchio, strizzarlo e tritarlo con la mezzaluna. Unirlo alle verdure cotte e condire con 1 cucchiaio di shoyu, insieme a 5\6 semi di finocchio. Spennellare un teglia da crostata con l'olio. Prendere la pasta, dividerla in due parti. Stenderne una parte in una sfoglia sottile e metterla nella teglia, versare le verdure cotte. Stendere la seconda parte della pasta e ricoprire il tortino sigillando bene i bordi. Se si vuole con un po' della pasta si possono creare delle decorazioni. Bucherellare la superficie con uno stuzzicadenti e cuocere in forno a 180° per 30 minuti. Spennellare la superficie con acqua e shoyu e rimettere in forno per altri 3\4 minuti per farla dorare. 93. Dadolata affumicata di tofu e zucca. Ale di Golosità Vegane http://golositavegane.blogspot.it/2012/11/dadolata-affumicata-di-tofu-e-zucca.html Ingredienti - 200g di tofu autoprodotto compatto - 300g di zucca - ½ porro - 1 scalogno grande o 2 piccoli - 1 spicchio d’aglio - olio evo - sale - brodo del seitan con tè affumicato (o semplicemente del tè affumicato) Tagliate a cubetti il tofu e la zucca. Tagliate a fettine il porro e lo scalogno. Mettete un filo d’olio in padella con l’aglio, il porro e lo scalogno, fate dorare, aggiungete la zucca ed il tofu e coprite di brodo. Man mano che si asciuga aggiungete altro brodo. Ci vogliono circa 10-15 minuti di cottura per ammorbidire la zucca ed insaporire il tofu. Quando sentite che la zucca ha la consistenza che desiderate, e comunque dopo che si è assorbito tutto il brodo, spegnete il fuoco, se serve aggiungete ancora un filo d’olio. Assaggiate, aggiustate di sale, impiattate e gustate! ^_^ 94. Zucca in saor. Terry di di Crumpets & Co http://crumpetsandco.wordpress.com/2012/11/30/zucca-in-saor/ 200 gr di zucca già pulita e tagliata a tocchetti 3 cipolle bianche olio extra vergine d’oliva vino bianco (o aceto) una manciata di pinoli una manciata di uvetta 2 foglie d’alloro 3 chiodi di garofano sale e pepe Cuocere la zucca a vapore per una decina di minuti e metterla da parte, deve esser tenera ma non deve spappolarsi. Nel frattempo tagliare le cipolle a julienne e metterle a stufare in una padella con 3/4 cucchiai d’olio evo, farle appassire per alcuni minuti, spruzzare con del vino bianco (o aceto), unire le foglie di alloro e i chiodi di garofano, salare e pepare e lasciarle cuocere per una ventina di minuti (se serve aggiungere qualche cucchiaio d’acqua). Una volta pronte le cipolle, metterle in una terrina insieme alla zucca cotta, all’uvetta e ai pinoli, mescolando bene il tutto. Coprire e lasciar riposare in frigo almeno una notte prima di gustarle.

SALSE E CONDIMENTI: 95. Pesto di semi di zucca. Brii di Briggishome http://briggishome.wordpress.com/2012/11/21/pesto-di-semi-di-zucca-per-salutiamoci-it/ 50gr di semi di zucca tostati 2 scalogni 1 cucchiaino di aceto di vino rosso 4 cucchiai di olio di semi di zucca spremuto a freddo basilico fresco prezzemolo fresco sale (anche no) pepe Tostare i semi di zucca in un padellino senza grasso. Mettere i semi ed i scalogni nel frullatore frullare aggiungere l’aceto ed il olio e frullare ancora. Regolare di sale (non l’ho messo) e pepe. Ottimo spalmato sul pane, come condimento per delle verdure a vapore o come condimento per un’insalata di verdure crude(rape p.es) 96. Tapenade di zucca & pomodori secchi. Brii di Briggishome http://briggishome.wordpress.com/2012/11/21/tapenade-di-zucca-pomodori-secchi-it/ Vi serve: 100gr di Tofu 4 cucchiai di olio extravergine di oliva 200gr di zucca cruda a pezzi piccoli 2 spicchi d’aglio 100gr di pomodori secchi (non sotto olio) 100gr di olive nere denocciolate 50gr di mandorle 4 cucchiai di erbette aromatiche fresche (ho usato timo e maggiorana) pepe nero Mettere tutti gli ingredienti in un frullatore (tranne l’olio di oliva) e frullare fino alla consistenza desiderata. Io l’ho lasciato abbastanza grossolano. Versare in vasi puliti ed aggiungere l’olio di oliva. Mescolare e tenere in frigo. Dovrebbe durare almeno un mese, ma non lo so l’abbiamo finito in giro di un paio di giorni. Put in a glass jar,add the olive oil and mix Store in the fridge. Will conserve (no it won’t!!) for one month. Favoloso!!! Provatelo sulla bruschetta, con delle verdure grigliate o al vapore. 97. Salsazucca allo zenzero e germogli. Sara di Defelicitateanimi http://defelicitateanimi.blogspot.it/2012/11/salsazucca-germogli-non-si-butta-via.html Una tazza di zucca cotta( credo sia perfetta la Mantovana, o comunque una varietà asciutta e dolce) Aghi di rosmarino( i miei essicati provenineti dal giardino dei miei) un pezzettino di zenzero sbucciato(andate piano che nn devev essere invadente) un cucchiaio o due da the di tamari un cucchiaio di olio evo "terrone" (se volete, sennò mettetelo dopo, non fatene a meno però) Frullate tutti gli ingredienti insieme e fate riposare la salsa in frigo per almeno una mezz'oretta(meglio di più) per dare modo agli inredienti di abbracciarsi per bene! Dopo di che. fate scaldare il pane in forno, olio evo e...spalmate :) Hey!!!!Non ho mica finito! Avete tenuto da parte i semini di zucca vero?Ecco, sciacquateli per bene togliendo i filamenti e poneteli in un germogliatore(o vaso), avendo la cura e la pazienza di annaffiarli due volte al giorno.Dopo 3 o 4 giorni... avrete i vostri sanissimi germogli di zucca!Lo sapete che sono tra quelli più nutrienti in assoluto?Prendete le proprietà dei semi e moltiplicatele:"Contengono un'abbondante quantità di proteine, carboidrati e grassi di buona qualità, sali minerali: ferro, zinco e fosforo. In particolare sono ricchi di cucurbitina una sostanza in grado di contrastare la parassitosi intestinale (specialmente la tenia) e l'ipertrofia prostatica."(da Tibiona)

98. Chutney di zucca e pomodori rossi. Brii di Briggishome http://briggishome.wordpress.com/2012/11/30/chutney-di-zucca-e-pomodori-rossi-it/ 400gr di zucca pulita e tagliata a cubetti 200gr di pomodori rossi maturi 200gr di cipolle (ho usato quelle rosse) 25gr di uvetta 70ml di zucco di mela concentrato 20gr di zenzero fresco spellato e tritato 1 spicchio d’aglio 110ml di aceto di vino rosso Mettere tutti gli ingredienti in una pentola (tranne l’uvetta) e far cuocere a fuoco basso per 1h. Se volete potete tritare tutto prima o come me frullare con il frullatore ad immersione alla fine. Dopo 1h di cottura frullare(se non l’avete fatto all’inizio) ed aggiungere l’uvetta. Mescolare e cuocere un altro paio di minuti. Versare in vasi puliti, chiudere e capovolgere. Lasciare riposare per 1mese prima di consumare. 99. Dado vegetale home made con la zucca. Brii di Briggishome http://briggishome.wordpress.com/2012/11/30/dado-vegetale-home-made-con-la-zucca-it/ 700gr di zucca pulita 200gr di cipolla 200gr di sedano bianco 100gr di sale marino 20gr di erbette aromatiche fresche o secche un filo di olio di oliva extravergine pulite e tagliate tutto a pezzetti, e mettete nella pentola a pressione. dal fischio 30min. lasciate sfiatare, e poi frullate con un frullatore ad immersione. si conserva in freezer una vita (non si indurisce molto) in frigo anche 3mesi. PANE: 100. Panini alla zucca. Brii di Briggishome http://briggishome.wordpress.com/2012/11/01/salutiamoci-di-novembre-la-zucca/ 620gr di farina 0 280gr di zucca a cubetti 70 ml di olio di girasole 10gr di lievito madre secco acqua q.b Tritare la zucca, aggiungere la farina, l’olio e lievito. Mescolare poi aggiungere l’acqua fino ad avere un bel impasto appiccicoso. Lasciare lievitare in frigo una notte (min 12 ore) Il giorno dopo, prendere l’impasto e formare delle ciabattine (si beh, prendete un po’ di impasto appiccicoso e trasferitelo sulla placca rivestita di carta forno). Infornare in forno già caldo a 200°C per 20min ca. 101. Pane di zucca e nocciole. Laura di Cucina dell’anima http://www.cucinadellanima.it/2012/11/pane-di-zucca-e-nocciole/ Ingredienti: 200 g di pasta madre rinfrescata 300 g farina tipo 2 100 g farina di mais fioretto 200 ml di succo di mela 160 g di zucca cotta 30 g di nocciole intere 50 g di nocciole tritate grossolanamente 4 cucchiai di olio extravergine di oliva 1 cucchiaio di malto 1 cucchiaino di sale un cucchiaio di latte di avena per spennellare

0h / ore 9:00 – rinfrescate la pasta madre +6h / ore 15:00 – sciogliete 200 g di pasta madre rinfrescata nel succo di mela, aggiungete la zucca passata al setaccio, l’olio, il sale e cominciate ad aggiungere le farine setacciate. Quando l’impasto comincerà ad avere una certa consistenza aggiungete le nocciole tritate e quelle intere. Mescolate con una forchetta continuando ad aggiungere le farine, quindi passate sul tagliere ed impastate bene fino ad ottenere una palla liscia e omogenea. Lasciate lievitare in una ciotola coperta da una pellicola trasparente. +5h /ore 20:00 – sgonfiate l’impasto e stendetelo con le mani in forma più o meno quadrata sul piano ben infarinato. Tagliate dall’impasto 3 strisce che terrete da parte. Con il resto procedete con le pieghe prendendo i 4 lembi dell’impasto e portandoli al centro. Date una forma a filoncino alla pasta, quindi deponetela delicatamente su uno stampo da plum cake foderato di carta da forno. Arrotondate le 3 strisce tagliate facendole scivolare sul piano da lavoro e intrecciatele. Ponetele sopra al panetto nello stampo. Coprite con la pellicola trasparente e lasciate riposare lontano da correnti d’aria. 2h / ore 22:00 - Spennellate la superficie con latte, infornate a 200°C per 50 minuti mettendo nel forno una ciotolina di acqua. Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella. 102. Mini pandolci di zucca. Nadir di Nadirblog & Sister http://nadirblog.blogspot.it/2012/11/salutiamoci-novembre-la-zucca.html 300 g farina "0" 75 ml acqua 25 ml olio di mais 100 g di zucca lessa 1 cucchiaino di "polvere di 5 spezie" (*) 1 cucchiaino di sale 1/2 bustina di cremortartato 2 cucchiai di malto o altro dolcificante Mischiare la zucca con le spezie ottenendo una purea. Unire la farina, aggiungere sale, lievito e il malto. Aggiungere l'olio e l'acqua ottenendo un composto omogeneo e abbastanza consistente (ma ancora appiccicoso) formare i panini e cuocerli in forno già caldo a 180 °C fino a doratura. (*) miscela composta da: anice stellato - cannella - chiodi di garofano - pepe nero - semi di finocchio 103. Treccia rotonda alla zucca. Ale di Golosità vegane http://golositavegane.blogspot.it/2012/11/treccia-rotonda-alla-zucca.html Ingredienti - 20g di li.co.li. - 40g di farina 0 bio - 120g+470g di farina integrale - 290g di zucca bollita - 3C di malto d’orzo - 2C di olio di semi di girasole - 10g di sale integrale - latte di soia Per prima cosa la sera va rinfrescato 20g di licoli con 40g di acqua e 40g di farina, la mattina fate il poolish con 120g di acqua e 120g di farina integrale e lasciatelo tutto il giorno a lievitare. La sera aggiungete 290g di zucca precedentemente lessata, il malto, l’olio ed il sale, mescolate bene, sarà molto liquido, quindi aggiungete tanta farina quanta serve per rendere l’impasto non appiccicoso (a me ne è servita 470g) e lasciate lievitare tutta la notte. Di questo impasto, come indicato nella nota, ne ho usato solo 200g per questa treccia. Dividete questi 200g in 4 parti da 50g l’una ed ogni parte va maneggiata per far perdere l’aria interna della lievitazione. Formate 4 belle corde a forma di grissino e poi incrociate a formare questa bella treccia! Io non ho fotografato la treccia durante le diverse fasi ma trovate il metodo per intrecciare nel blog di Manu oppure, come da lei consigliato, in questo blog francese. Spennellate con del latte di soia ed infornate a 180° per 15 minuti circa, verificate sempre la cottura. 104. Grissoni alla zucca. Anna & Ipa & Silo di Passato tra le mani http://passatotralemani.wordpress.com/2012/11/18/grissoni-alla-zucca-novembre-per/ Ingredienti: 150 gr farina integrale – da autoproduzione! 85 gr zucca cotta al vapore – io ho usato una zucca tonda, tipo ‘berretta piacentina’ 60 ml olio ev lucano 50 farina mais – da autoproduzione! 40 bevanda di soia al naturale – da autoproduzione! 1 cucchiaio vino bianco – da autoproduzione! 1 cucchiaino lievito a base di cremortartaro 1 cucchiaino sale marino integrale 1 pizzico bicarbonato di sodio

1 presa timo secco – da autoproduzione! Procedimento: Frullare la zucca cotta con la bevanda di soia, il vino e l’olio unito a filo. Impastare tutti gli ingredienti, partendo da quelli in polvere, ben setacciati, e unendo gradualmente quelli liquidi. Lavorare velocemente, si tratta di una sorta di pasta frolla. Modellare, rullando tra i palmi della mani, grissini lunghi 3-4 cm e larghi 7-8 mm. Infornare a 180° per una quindicina di minuti. Si mantengono morbidi per qualche giorno – se riuscite a salvarli dalle fauci di chi passa per la cucina! 105. Panrotolo alle verdure. Gata da Plar di Gatadaplar http://gatadaplarr.blogspot.it/2012/11/panrotolo-alle-verdure.html Per l'impasto di pane: 2 cucchiai di olio evo 355 gr di acqua 2 cucchiai colmi di gomasio 2 cucchiai rasi di malto di riso 240 gr di farina di grano Tipo 2 Organic di Goffi Valentino 365 gr di farina integrale di Turanicum Agribosco 15 gr di lievito madre di farro bio Antico Molino Rosso (mezza bustina) farina Tipo 2 q.b. (per spianatoia e strofinaccio) Per il ripieno: 300 gr di zucca già nettata 300 gr di sedano rapa crudo già pulito 300 gr di carote nere crude già nettate 2 cipolle medie sale, pepe, olio evo q.b. In una ciotola a parte ho miscelato bene tra loro le due farine e il lievito secco, come consigliato sulla confezione del lievito stesso, quindi ho inserito gli ingredienti per l'impasto del pane nella MDP, nell'ordine scritto sopra e impostato il programma impasto e lievitazione (in tutto dura 1 ora e mezza). Se non avete la MDP, si può impastare tranquillamente anche a mano, mettendo in questo caso le farine e il lievito premiscelati, insieme sul piano di lavoro, fare un incavo al centro, inserirvi gli altri ingredienti e impastare fino ad ottenere una bella palletta liscia ed omogenea che andrà fatta lievitare almeno un paio d'ore in una ciotola leggermente unta e coperto con telo bagnato strizzato e in luogo caldo (io ho imparato a mettere gli impasti che devono lievitare, nel forno spento - e se ne stanno al riparo da correnti d'aria & C.) Terminato il programma ho infarinato leggermente la spianatoia e ho lavorato a mano l'impasto altri 10 minuti quindi ho unto una ciotola, ve l'ho sistemato dentro ungendone anche la superficie, ho coperto con uno strofinaccio pulito, bagnato e ben strizzato e infilato il tutto nel forno (spento!) e lasciato lievitare altre 2 ore. Nel frattempo ho tagliato a fettine con la mandolina tutte le verdure, meno le cipolle che ho affettato a mano col coltello. Per le carote nere consiglio vivamente di indossare dei guanti mentre le sbucciate e affettate perchè macchiano anche l'anima!!! Ho una vaporiera a tre piani quindi sono riuscita a cuocere le fettine di zucca-carote-sedano rapa contemporaneamente, per 20 minuti. Per le cipolle, invece, le ho fatte appassire in padella con un filo d'olio quindi salato e pepato a fine cottura. Tenere le verdure da parte. Terminata anche la seconda lievitazione, ho aperto sulla spianatoia uno strofinaccio asciutto e pulito, l'ho infarinato e vi ho posato la massa di pane. L'ho appiattita e allargata con i polpastrelli delle dita; è molto cedevole e si lavora benissimo. Ho cercato di dargli una forma rettangolare il più regolare possibile. Vi ho sistemato al centro, lasciando un bordino tutto intorno di qualche centimetro libero, le verdure a strati: zucca cipolla carote nere sedano rapa quindi aiutandomi con lo strofinaccio ho arrotolato tutto su se stesso e sigillato le estremità. Mi sono messa sul palmo della mano un pò di olio evo e con questo ho massaggiato tutta la superficie del rotolo, che ho poi cosparso di altro gomasio. Ho posto il tutto su carta-forno e cotto in forno già caldo alla massima temperatura (250° nel De Longhi Maxi) per 40 minuti ca. Poichè durante la cottura mi sono accorta che dal fondo fuoriusciva il liquido delle verdure (scurissimo, per via delle carote... faceva molto "CSI" :*DDD) quando ho spento il forno ho messo vicino alla base del pane dello scottex per far sparire le prove... ops!!!... per far assorbire più liquido possibile, sostituendo la carta quando satura, così che il pane non si "bagnasse" troppo. A pane freddo l'ho trasferito su un foglio di carta forno pulito e lasciato "riposare" il tutto su una gratella.

106. Focaccia integrale con zucca. Cinzia di Cindystar Blog http://cindystarblog.blogspot.it/2012/11/focaccia-integrale-con-zucca.html Per una teglia 35x40: 200 g di polpa di zucca cotta * 450 g di farina 0 300 g di farina integrale bio 300 g circa di acqua 50 g di germe di grano ** 30 g di olio extravergine di oliva 20 g di lievito di birra 15 g di sale Per la salamoia: 30 g di acqua 20 g di olio fior di sale * per avere 200 g di polpa cotta occorrerà mezzo chilo abbondante di zucca con la buccia. La cuocio a fette, in forno, in una teglia con due dita di acqua (le fette devono stare in piedi, cioè appoggiare sulla teglia con la buccia), coprendole con alluminio, a 160° per 30/40 minuti. Igles consiglia di metterle sempre in forno ma su uno strato di sale grosso, facendo attenzione che solo la buccia sia a contatto col sale. Una volta cotta , togliere la polpa con un cucchiaio e passarla al setaccio o schiacciarla uniformemente con la forchetta. ** non ne avevo in casa, ho messo un cucchiaio abbondante di crusca di avena 107. Danubio a ciambella e fette biscottate alla zucca. Ale di Golosità vegane http://golositavegane.blogspot.it/2012/11/danubio-ciambella-e-fette-biscottate.html Vi ricordate la Treccia rotonda alla zucca? Avevo fatto un impasto a crudo di 1.100g, 200g li ho usati appunto per la treccia, mentre i rimanenti 900g ho fatto una danubio a ciambella. Si chiama danubio ogni preparazione fatta con delle palline di pane o dolce una vicina all’altra. Molto coreografico. ^_^ Io poi non mangio moltissimo pane, anzi, così, per non farlo rovinare, quando cominciava ad indurirsi ho tagliato le fette ed ho fatto delle fette biscottate. Le quantità per fare il pane vi consiglio di andare a leggerle nel post della treccia, vi parlo solo del procedimento. Per fare il danubio a ciambella oliate una ciambella ed infarinatela. Prendete circa 100-110g di pasta lievitata e formate una pallina, poi continuate così mettendo le palline una vicina all’altra fino a riempire l’intera ciambella. Non mettetele troppo attaccate, che poi lievitano. Lasciate a lievitare un’oretta o comunque fino al raddoppio. Infornate a 200° per 20 minuti circa, verificate il colore della superficie, non si deve scurire troppo. Per fare invece le fette biscottate aspettate che il pane sia freddo, tagliate delle fette di un centimetro d’altezza o quanto volete voi, disponetele sulla teglia, sopra della carta forno ed infornate a 180° per 10-15 minuti (verificate che siano biscottate sotto), quindi giratele sull’altro lato e lasciatele una decina di minuti. Verificate che non si scuriscano troppo. DOLCI: 108.Torta zucca, mandorle e uvetta. Stella di Stella di Sale http://www.stelladisale.it/2012/11/salutiamoci-di-novembre-con-la-zucca/ 300 gr di zucca butternut cotta al forno 200 gr di farina tipo 2 100 gr uvetta 100 gr mandorle tritate (di quelle con la pellicina) 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva 1 cucchiaino abbondante di cremor tartaro di quello naturale già addizionato con bicarbonato 1 cucchiaino di cannella in polvere 1 pizzico di sale 2 cucchiai di succo concentrato di mela + altro per la superficie * tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici Prima di tutto ho cotto la zucca butternut: l’ho lavata, l’ho tagliata in 4 parti e l’ho messa in forno lasciando la buccia, che si mangia. Quando infilando una forchetta la si sente morbida è pronta. Quando è stata fredda l’ho pelata (ma la buccia l’ho mangiata mica si butta) e l’ho frullata con l’olio, ho aggiunto tutti gli altri ingredienti ed ho mescolato bene con le mani, ho versato in una teglia coperta con carta forno bagnata e strizzata, livellato bene con le mani bagnate e cotto a 180 gradi per 35 minuti. L’ho tolta, ho versato altri 3 cucchiai di succo concentrato di mela sulla superficie e infornato di nuovo 5 minuti. Nella ricetta originale ci sono le albicocche secche al posto dell’uvetta, non c’è il succo di mela nell’impasto e c’è il malto con semi di papavero sulla superficie della torta.

109. Mousse di zucca con cannella e zenzero. Francesca di Paciocchi di Francy http://www.paciocchidifrancy.com/2012/11/a-novembresalutiamoci-con-la-zucca.html#more Ingredienti per una persona 100 gr di zucca già cotta 125 gr di yogurt di soia* cannella in polvere q.b. zenzero q.b. malto d'orzo bio** noci*** *Volendo potete usare tofu morbido **Dolcificate permesso dalle regole del Gioco. In alternativa usate frutta tipo uvetta o datteri prima ammollati in acqua e poi frullati col resto ***Oppure nocciole, o noci pecan Preparazione Mettete nel frullatore la zucca, lo yogurt di soia, le spezie e un cucchiaino di malto (o di più, a seconda dei gusti). Frullate fino ad ottenere un composto vellutato e spumoso. Mettete in una coppa, aggiungete i gherigli di noce spezzettati e, se volete, ancora un giro di malto. Servite freddo. 110. Torta zucca e cocco vegan. Lauretta di L’indigesto Latticino http://lindigestolatticino.blogspot.it/2012/11/torta-zucca-e-cocco-vegan.html 300 gr farina integrale 12 gr circa cremor tartaro 1 cucchiaino di vaniglia in polvere 25 gr nocciole 45 gr mandorle 1 cucchiaio di cocco grattugiato 1 pizzico di sale marino integrale 2 cucchiai di uvetta 1 tazza di zucca cotta al vapore 4 cucchiai di olio evo 2 cucchiai di succo di mela concentrato latte di soia qb Ho messo ad ammollare l'uvetta in acqua tiepida. Ho mischiato in una ciotola la farina, il cremor tartaro, la vaniglia, un pizzico di sale, il cocco, le nocciole e le mandorle tritate. A parte ho schiacciato la zucca a cui ho unito l'olio, il succo di mela e un po' di latte di soia. Ho unito i due composti e l'uvetta strizzata. Ho amalgamato bene e aggiunto latte di soia finchè il composto è diventato abbastanza morbido. Ho versato in una teglia coperta di carta forno (bagnata e strizzata) e cotto per 25 minuti a 180°. Ho tolto dal forno e spennellato la torta con un'emulsione composta da un cucchiaino di succo di mela e un po' di acqua e cosparso la superficie con del cocco grattugiato. Ho infornato nuovamente per 10 minuti circa. 111. Marmellata d’autunno alla zucca 1. Cì di Il Mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/2012/11/marmellata-dautunno-alla-zucca.html 100 grammi di polpa di zucca*; 1/2 caco mela; 1 mela gialla ben matura; 10 chicchi di uva; dai 2 ai 4 cucchiai di succo concentrato di datteri**; succo di 1/3 limone; 1/2 cucchiaino di vaniglia; una presa abbondante di cannella; Lavate bene l'uva, tagliare a metà gli acini e togliete i semini (sono solo una decina, si può fare, vale la pena... :) ). Sbucciate e detorsolate la mela e il caco mela, tagliateli a cubetti. Mettete in una casseruola la frutta e la zucca con 200cc di acqua, coprite e iniziate la cottura a fuoco medio. Mettere tutta la frutta in una casseruola. Dopo una decina di minuti usando un pressa patate o una forchetta, riducete in purè tutto quanto. Schiacciare tutto bene Continuate la cottura a fuoco moderato fino al completo assorbimento dell'acqua, se lo ritenete aggiungete un pochino di acqua: il composto deve assumere alla fine della cottura la consistenza della marmellata, grazie alla presenza della mela e della sua pectina; non serve aggiungere agar agar, ne zuccheri oltre a quelli naturalmente presenti nella frutta perchè si ottenga una buona consistenza. A fuoco spento aggiungete la cannella e la vaniglia (ovviamente se vi piacciono, non sono necessari alla ricetta, mentre se invece siete amanti delle spezie ci stanno benissimo anche i chiodi di garofano da aggiungere a inizio cottura e togliere alla fine) e assaggiate: se già vi pare buona così è pronta! Se invece la volete più dolce e con una nota più saporita è il momento di aggiungere dai 2 ai 4 cucchiai, a seconda di

quanto dolce vogliate la vostra marmellata, di **concentrato di datteri, che si trova in sciroppo al supermercato biologico o nelle erboristerie più fornite: fate attenzione che l'unico ingrediente siano datteri biologici e niente altro. 112. Marmellata d’autunno alla zucca 2. Cì di Il Mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/2012/11/marmellata-dautunno-alla-zucca.html Ingredienti: 100 grammi di polpa di zucca; 1 caco maturo; 1 mela gialla ben matura; 10 chicchi di uva privati di semi; 1/2 cucchiaino di vaniglia. Il procedimento è lo stesso, buona degustazione! 113. Sgonfiotti dolci alla zucca e alle castagne. Lo di Galline 2ndlife http://galline2ndlife.blogspot.it/2012/11/solo-grazia-dal-cielo.html per la pasta: 200 gr di farina di farro integrale 60 gr di pasta di nocciole succo di mela sale semi di papavero 1 cucchiaino di malto acqua per il ripieno: 1\2 zucca 150 gr di castagne lesse 1 bastoncino di cannella 50 gr di uva passa succo di mele sale Impastare la farina con la pasta di nocciole, un pizzico di sale e il succo di mele necessario per ottenere una palla di pasta morbida ed elastica che lasceremo riposare. Nel frattempo pulire la zucca, eliminando semi e buccia e tagliarla a cubetti. Cuocerla con mezzo bicchiere di succo di mela, il bastoncino di cannella, l'uva passa e un pizzico di sale. Quando sarà morbida frullarla con il frullatore ad immersione e unire le castagne tritate grossolanamente. Riprendere la pasta, stenderla su una superficie infarinata in una sfoglia sottile e con un tagliapasta di cm 9 formare dei dischi. Riporre un cucchiaio scarso di ripieno in una metà del disco, spennellare i bordi con un po' di acqua e chiudere a mezzaluna. Sciogliere il malto nell'acqua e spennellare tutti gli sgonfiotti, passarli nei semi di sesamo e metterli su una teglia da forno. Cuocere a forno ventilato a 200° per 15 minuti e fino a doratura. 114. Crostata di zucca e noci. Azabel di Kitchen bloody kitchen http://www.kitchenbloodykitchen.com/2008/02/crostata-di-zucca-e-noci.html Ingredienti per uno stampo da 26 cm: Per la base: 80 gr di olio di sesamo 170 gr circa di succo di mela* 1 pizzico di sale 400 gr di farina 00 (oppure 260 gr di farina 00 e 140 gr di farina integrale) 50 gr di noci Per il ripieno: 600 gr di zucca pulita 150 gr di uvetta 1 pizzico di sale 50 gr di farina 00 50 gr di noci Procedimento: Mettete in frigo olio e succo di mela, quindi tostare le noci e tritarle finemente. Tagliare la zucca a pezzettoni e metterla in pentola con 200 gr d'acqua, un pizzico di sale e l'uvetta; cuocere a pentola coperta finché il tutto non risulta molto morbido e l'acqua completamente assorbita, quindi lasciar raffreddare. Nel frattempo preparare la base: setacciare la farina con il pizzico di sale e sabbiarla con l'olio, aggiungere 50 gr di noci

tritate e infine il succo di mela, il tutto senza lavorare troppo l'impasto per far sviluppare il glutine il meno possibile; lasciar riposare almeno mezz'ora coperto con pellicola o da uno straccio umido. Trascorso il tempo di riposo, stendere l'impasto e rivestire lo stampo, sforacchiare il fondo con una forchetta e cuocerlo in bianco per 10 minuti a 180°. Con l'impasto rimanente fare delle striscioline per decorare la crostata con il classico motivo a griglia o ciò che si preferisce**. Alzare il forno a 200°. Frullare la composta di zucca (o passarla al passaverdura) e aggiungervi la farina e i rimanenti 50 gr di noci, mescolare bene e stenderla sulla base; decorare con i ritagli di impasto e cuocere per altri 20 minuti circa. *La quantità di succo di mela dipende molto dalla farina usata, aggiungetene tanto quanto basta ad ottenere un impasto che stia insieme. **Nella foto la decorazione non c'è perché ho preferito fare delle piccole crostatine con l'impasto rimanente, ma la quantità è più che sufficiente. 115.Crepes di farro integrali con zucca e altre golosità. Cì di Il mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/2012/11/crepes-di-farro-integrali-con-zucca-e.html Ingredienti (per persona, per una crêpe) 25 grammi di farina di farro bianca di tipo 0 bio*; 25 grammi di farina di farro integrale macinata a pietra bio; 100 (o più se vedete che la farina integrale assorbe molto) grammi latte di soia (per autoprodurlo io faccio così) o altro latte vegetale bio; un caco maturo; marmellata d'autunno QB; cioccolato fondente fair trade bio (opzionale) o crema di cacao autoprodotta (ricetta presto on line) QB; cannella (opzionale); un velo di succo succo concentrato di datteri** (opzionale). Preparazione: La crêpe integrale si presenta così durante nei primi attimi di cottura dopo che si sarà ben distributo l'impasto liquido sulla piastra calda: Quando i bordi si sollevano leggermente è pronta per essere girata, dopo qualche secondo spegnete il fuoco e iniziate a farcire. Io faccio così: appoggio 4 quadretti di cioccolata fondente (o un cucchiaino di crema di cacao autoprodotta) che il calore fa presto sciogliere e mi permette di tirare con la forcetta, allo stesso modo faccio con la marmellata d'autunno e infine solo in uno dei quadranti, quello su cui ripiegherò tutti gli altri metto il caco :) che se è ben maturo si adagerà da solo perfettamente. Chi la vuole più leggera o non ama il cioccolato può mettere solo marmellata e frutta, o solo marmellata. Invero, specie d'estate, io amo anche mettere solo frutta nelle crêpes: un caco così è già cremoso e ricchissimo da solo. Noterete che durante queste operazioni (un paio di minuti al massimo quando avrete preso la mano) la crêpe si sarà ritirata: accade così, si asciuga un po'. Dovete essere rapidi perché rimanga morbida: piegate e servite! 116. Muffins integrali alla zucca con zenzero e mandorle (con pasta madre). Susanna di C’era una volta http://pensierieprofumi.blogspot.it/2012/11/muffins-integrali-alla-zucca-con.html Ingredienti: (dose per 10 muffins) 200 gr di pasta madre rinfrescata la sera precedente, 300 gr di acqua tiepida, 100 gr di zucca, 1 mela, 2 cucchiai di uvetta, 5 gr di zenzero fresco, la buccia grattugiata di un limone, 1 pizzico di sale marino integrale, 50 gr di mandorle, 200 gr di farina di grano tenero di tipo integrale biologica, 1 cucchiaino di malto di riso, 1 cucchiaio di acqua; chicchi di uva per accompagnare. Preparazione: Diluite nell'acqua tiepida la pasta madre rinfrescata la sera precedente. Per ripassare cosa è e come si fa la pasta madre e cosa si intende per "rinfresco" vi rimando al post che scrissi qualche tempo fa sulla pasta madre. In un pentolino cuocere a fuoco dolce per 15 minuti la zucca, lo zenzero e la mela tagliati a dadini, insieme all'uvetta e a un pizzico di sale. A cottura ultimata frullate il composto e unitelo alla farina, alle mandorle frullate e ridotte in polvere e alla buccia grattugiata del limone. Unite questa miscela al lievito e mescolate bene con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. Ungete 10 stampini da muffins e cospargeteli con un po' di farina; riempiteli fino a metà con il composto, copriteli con un telino e fate lievitare per un'ora nel forno spento con la lucina accesa. Spennellateli delicatamente con una miscela ottenuta mescolando il cucchiaino di malto con un cucchiaio di acqua. Cuocete in forno già caldo a 180° per 30 minuti; lasciateli riposare in forno spento per altri 10 minuti. Serviteli accompagnati da chicchi d'uva tagliati a spicchi. Buon Appetito :-)

117.Pancake di zucca senza zucchero. Azabel di Kitchen bloody kitchen http://www.kitchenbloodykitchen.com/2012/11/pancake-di-zucca-senza-zucchero.html Ingredienti per 12 pancake: 170 g di farina 0 5 g di lievito a base di cremor tartaro e bicarbonato 80 g di uvetta - Ingredienti liquidi: 180 g di zucca cotta a vapore 190 g di acqua o latte vegetale 70 g di succo di mela concentrato 20 g di olio di semi di girasole spremuto a freddo 1 cucchiaino di estratto di vaniglia fatto in casa (o i semi di 1/2 bacca) 1 cucchiaio di Cointreau o altro liquore all'arancia (facoltativo) 1/2 cucchiaino di cannella macinata 1 pizzico di sale Procedimento: Mettete in ammollo l'uvetta per almeno 15 minuti in acqua tiepida. Frullate la zucca con l'acqua, il succo di mela concentrato, l'olio, l'estratto di vaniglia, il Cointreau, la cannella e un pizzico di sale: un frullatore a immersione o un mixer lavoreranno in modo ottimale, altrimenti potete passare al passaverdura la zucca e unire gli altri ingredienti mescolando bene. In un'ampia ciotola setacciate la farina con il lievito. Versate poco per volta gli ingredienti liquidi nelle polveri e mescolate con una frusta a mano. Non lavorate eccessivamente l'impasto ma fermatevi non appena ottenete un impasto liscio e omogeneo. Aggiungete l'uvetta ben strizzata e mescolate rapidamente. Il risultato sarà un impasto molto più denso delle pastelle da pancake canoniche. Potrebbe persino essere necessario aggiungere ancora farina, a seconda dell'umidità della zucca: prima di iniziare a cuocere i pancake fate un test con una piccola quantità: se il pancake di prova non dovesse rassodarsi abbastanza da essere voltato con semplicità, aggiungete ancora un cucchiaio di farina. Inumidite con pochissimo olio un pezzo di carta da cucina e strofinatelo su una padella molto calda in modo da ungerla leggermente, quindi versate un mestolino di pastella e allargatela molto delicatamente con un cucchiaio. Appena vedete affiorare delle bolle sulla superficie del pancake e il lato inferiore è dorato voltate le frittelle per farle dorare anche dall'altro. Mentre finite di cuocerli tenete al caldo i pancake già pronti mettendoli in un piatto coperto con un panno, se possibile nel forno tiepido. Serviteli con yogurt di soia al naturale e malto o marmellata senza zucchero. 118. Muffin alla zucca e datteri. xcesca di La tana del riccio http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/11/14/muffin-alla-zucca-e-datteri-per-salutiamoci/ Ingredienti per 4 muffin grandi: 150 gr di polpa di zucca delica cotta al forno 30 gr di olio evo 30 gr di succo concentrato di mela 80 gr di latte di riso 60 gr di farina integrale 40 gr di farina 0 un pizzico di sale intergale un cucchiaino di cremor tartaro un pizzico di cannella 6 datteri Ridurre a crema la zucca raffreddata con un frullatore ad immersione. Aggiungere anche l’olio e continuare ad emulsionare. Amalgamare infine anche il succo concentrato di mela e il latte di riso. In un altro contenitore miscelare tra loro le farine con sale, cremor tartaro e cannella. Tagliare i datteri a striscioline. Preriscaldare il forno a 180°. Versare le farine nella crema di zucca e mescolare velocemente aggiungendo anche i datteri tagliati. Dividere l’impasto nei pirottini e cuocere controllando la cottura con uno stuzzicandenti. 119. Biscotti morbidi con zucca e succo di mela. Stella di Stella di Sale http://www.stelladisale.it/2012/11/biscotti-morbidi-con-zucca-e-succo-di-mela/ 250 gr di farina tipo 2 200 gr di mandorle con la pellicina 175 gr di zucca cotta al vapore (butternut) 6 cucchiai di succo di mela concentrato 5 cucchiai di olio evo 1 cucchiaino di cremor tartaro di quello naturale e già addizionato col bicarbonato

1 presa di vaniglia in polvere 1 pizzico di sale rosa * tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici La zucca l’ho cotta al vapore con la buccia, tagliata a fette grandi. Poi ho tolto la buccia che ho mangiato in altro modo (quella della butternut è sottile e l’ho sempre mangiata, anche se di solito la cuocio al forno) e ho utilizzato solo la polpa. Anche i semini li ho tenuti, quelli della butternut sono piccolini e si mangiano tutti interi. Li ho lasciati una notte a mollo in acqua e sale, li ho scolati e poi li ho fatti tostare in forno a 100 gradi fino a doratura, sono buonissimi. Quelli delle zuccone grosse invece di solito li tolgo dal loro involucro duro a crudo, col coltello. Ci vuole un po’ ma il risultato è uguale a quei semi di zucca verdi che si comprano nei bio, volendo si può anche togliere la pellicina verde che è un po’ amarognola. Torniamo ai biscotti. Ho tritato le mandorle fini, ho aggiunto la zucca e tritato un attimo ancora, poi ho unito alla farina setacciata, al cremor tartaro e a tutti gli altri ingredienti, ho mescolato con le mani (si fa prima) e con le mani inumidite ho fatto delle palline schiacciate, su ciascun biscotto ho premuto la forchetta per decorare e ho infornato a 180 gradi per mezz’oretta (sono cicciotti, ci mettono un po’). Li ho girati verso la fine per farli dorare anche sopra. Si lasciano raffreddare, si mettono in una scatola di latta e durano parecchi giorni, sono morbidi e non sanno di olio d’oliva Come ripeto da anni, l’olio evo è perfetto per fare i dolci. 120. Budino di zucca, banana e cacao. Stella di Stella di Sale http://www.stelladisale.it/2012/11/budino-di-zucca-banana-e-cacao/ 500 ml latte di soia 170 gr zucca cotta al vapore (pesata da cotta senza buccia) 100 gr banana (una, del commercio equosolidale) 1 cucchiaio di malto di riso 1 cucchiaio di tahin 1 cucchiaino di cacao (di più per un gusto più cioccolatoso) 1 manciata di uvetta ammollata e strizzata 1 cucchiaino scarso da tè di agar agar in polvere un pizzico di vaniglia in polvere 1 pizzico impercettibile di sale rosa * tutti gli ingredienti che ho usato sono biologici La polpa di zucca l’ho frullata con la banana e l’uvetta e poi ho aggiunto tutti gli altri ingredienti, ho messo in un padellino, al bollore ho fatto bollire a fuoco basso per 5 minuti e messso negli stampini, tutto qui. Ho messo in frigo e quando ho tolto ho cosparso di cacao. 121. Budino di zucca, cardamomo e pere secche in due versioni. Accantoalcamino di Accantoalcamino’s Blog http://accantoalcamino.wordpress.com/2012/11/23/bottoncini-di-zucca-e-castagne-al-rosmarino-budino-di-zuccacardamomo-e-pere-secche-senzacon-agar-agar-e-per-novembre-%E2%99%A5salutiamoci%E2%99%A5-cosi/ Budino zucca, cardamomo, per secche senza agar agar. 500 g. di polpa di zucca cotta al vapore (peso netto), semini di cardamomo pestati al mortaio (a piacere), 1 cucchiaio e 1/2 di malto d’orzo, 4 pere Kaiser disidratate (le trovo in Austria) più 2 per la decorazione, 1 pizzico di sale marino integrale, la sera prima lavare bene le pere secche e coprirle con abbondante acqua fredda, il giorno dopo reidratarle al microonde (potete anche farle bollire). Ottenuta la reidratazione ridurre il liquido per concentrare gli zuccheri, saranno infatti, assieme al malto d’orzo gli unici ingredienti per dolcificare. Mettere in un pentolino la polpa di zucca con una parte di liquido, il cardamomo, il sale, il malto d’orzo e far insaporire a fuoco dolcissimo per 15 minuti. Unire le 4 pere reidratate (togliere il picciolo e le parti dure), frullare e prelevare la parte che desiderate lasciare cremosa, aggiustate la densità adoperando l’acqua delle pere. Versare nelle coppette e decorare con mandorle a lamelle leggermente tostate. Budino zucca, cardamomo, per secche con agar agar 500 g. di polpa di zucca cotta al vapore (peso netto), semini di cardamomo pestati al mortaio (a piacere), 1 cucchiaio e 1/2 di malto d’orzo, 4 pere Kaiser disidratate (le trovo in Austria) più 2 per la decorazione, 1 pizzico di sale marino integrale, semi di zucca tostati e tritati finemente. io volevo una consistenza abbastanza solida per poter modellare il budino, su 300 g. di composto ho adoperato 2 g. Io ho iniziato a pesare sempre perchè i cucchiaini hanno diverse misure e con l’agar agar il grammo fa la differenza,

consiglio di provare perchè la densità spesso dipende anche dalla consistenza della preparazione che vogliamo addensare e, se verificate che il budino ha una consistenza troppo gommosa potete rimetterlo sul fuoco (bassissimo mi raccomando) , scioglierlo e diluire. Questo è possibile farlo solo con l’agar agar, con la colla di pesce no, un altro modo per utilizzare il budino denso è tagliarlo a dadini e adoperarlo come decorazione. Sciogliere bene l’agar agar in una parte di liquido evitando la formazione di grumi e far bollire per 5 minuti (come da istruzioni del mio agar agar Rapunzel), aggiungere una parte del composto ed amalgamare, togliere dal fuoco unire all’altra parte, mescolare, versare nelle ciotole, stampi o quello che desiderate e far raffreddare in frigorifero, mentre si addensa (in altre preparazioni, qui non c’è) potete inserire o panna, o sciroppo d’acero per creare effetti marmorizzati come qui. Sformare la cupola, appoggiarla su una carta forno e cospargerla con i semi di zucca tritati, sollevare il budino con una spatola ed appoggiarlo sul piatto da portata. Decorare con una pera tirata a lucido con una pennellata di malto d’orzo sciolto, uno spicchio di pera , zucca tagliata a julienne e un seme di cardamomo. 122. Biscotti di zucca e uvetta profumati alla verbena. Dealma di La Via Macrobiotica http://blog.laviamacrobiotica.it/biscotti-di-zucca-e-uvetta-profumati-alla-verbena/ 150 g di farina di farro integrale 100 g di farina di riso (se non hai la farina di riso puoi usarne un altro tipo) 300 g di zucca pulita 40 g di uvetta 60 g di olio di girasole spremuto a freddo 1 cucchiaio colmo di malto di riso 2 gocce di olio essenziale alla verbena (potrebbe bastarne una sola) 1 pizzico di sale marino integrale Taglia la zucca a fettine o a dadini e cuocila in forno avvolta nell’alluminio per circa 20 minuti a 180°. Toglila dal forno e lasciala raffreddare un pochino, poi schiacciala con la forchetta fino ad ottenere una purea. Nel frattempo metti a bagno l’uvetta. In una ciotola unisci le farine, il sale e l’olio. Strofina tra le mani la farina in modo che si unisca bene all’olio. Aggiungi la purea di zucca, l’uvetta strizzata, il malto e l’olio essenziale di verbena. Mi raccomando non più di 2 gocce! Impasta velocemente. Se l’impasto è troppo duro aggiungi un po’ di succo di mela, se invece è troppo molle aggiungi un po’ di farina. Forma una palla, avvolgila con la pellicola e mettila in frigorifero per un ora. A questo punto stendi la pasta e taglia i biscotti della forme che preferisci. Inforna a 180° per 15 minuti. 123. Purea cruda di zucca e nespole. Sara di Defelicitateanimi http://defelicitateanimi.blogspot.it/2012/11/di-zucche-e-frutti-antichi-per.html una tazza di polpa di zucca cruda a cubetti 4 o 5 nepole comuni belle grandi un cucchiaiono da tè du succo concentrato di mela un cucchiano da caffè di polvere di carruba Impiegherete più a pulire la frutta che a realizzare la mousse!Ricavate la polpa delle nespole e frullatela con tutti gli altri ingredienti. Gustatela in purezza o aggiungendo dello yogurt al naturale 124. Biscotti zuccotti. Katia di Buenavidavidabuena http://www.buenavidavidabuena.blogspot.it/2012/11/biscotti-zuccotti.html Ingredienti 250 gr farina integrale di mais fioretto 150 gr malto di mais 150 gr zucca 50 gr cocco grattuggiato 25 gr semi di lino 60 ml olio di mais 50 ml latte di soia 18 gr cremor tartaro la buccia grattugiata di 1/2 limone e arancia 1 cucchiaino di cannella un pizzico di sale integrale Procedimento Mettere nel mixer la zucca tagliata a tocchetti con sale, cannella, ½ buccia d'arancia e ½ buccia di limone. Frullare finchè la zucca non risulta tritata omogeneamente, aggiungere il cocco e frullare di nuovo, infine unire il malto e l'olio. A parte, in una ciotola mescolare la farina, i semi di lino e il cremor tartaro, aggiungere il composto di zucca e il latte di soia. Stendere un foglio di carta da forno sulla plancia, mettere il composto in un sac à poche e dare la forma desiderata ai

biscotti. Cottura: 190° per circa 15 minuti (i biscotti risulteranno un po' morbidi ma si induriscono dopo la cottura ). 125. Pumpking & Cramberry Pie per il Tanksgiving Day. Ale di Golosità vegane http://golositavegane.blogspot.it/2012/11/pumpking-cramberry-pie-per-il.html - pasta brisè vegan - 1lt di latte di soia - ½ limone - 300g di zucca - 150g di mirtilli rossi disidratati - 2C di malto d’orzo - un pizzico di sale - cannella - zenzero in polvere Preparate per prima la ricotta di soia: mettete a cucinare il latte, quando sta per bollire spegnete il fuoco, versate il succo del mezzo limone, mescolate, coprite ed aspettate un quarto d’ora. Quindi versate il composto in un colino foderato con un telo o con un pezzo di carta assorbente. Sotto mettete una ciotola, se volete potete recuperare il “latticello” che si forma (il liquido residuo) per fare dei dolci o per dei frappè! Quando pronta la ricotta mescolatela con gli altri ingredienti (ricordate di frullare o schiacciare con una forchetta la zucca precedentemente bollita), stendete la pasta brisè in una teglia, versate il composto, richiudete i bordi ed infornate a forno già caldo a 180° per 30-35 minuti o comunque finché i bordi non diventano ambrati. Lasciate raffreddare, servite tiepida o meglio ancora fredda. Volendo potete servirla con del gelato o della panna, ovviamente veg. ^_^ 126. Gelato banana, zucca e pinoli. Cami di Una V nel Piatto http://www.unavnelpiatto.it/ricette/raw-food/gelato-banana-zucca-e-pinoli.php banane mature tagliate a rondelle e congelate (con i puntini neri sulla buccia) - 3 zucca bianca - 1 bella fetta pinoli mediterranei - una manciata Frullare le banane congelate fino a ridurle in una deliziosa cremina. Versare la crema di banane in una ciotolina e nello stesso boccale del frullatore frullare anche la fetta di zucca tagliata a dadini fino a ridurre anche questa in crema (se rimangono dei pezzetti vanno bene lo stesso, la consistenza è molto interessante e si abbina perfettamente alla morbidezza delle banane) Unire la crema di banane con quella di zucca e decorare ogni ciotolina con una bella manciata di pinoli. 127. Dessert veloce, zucca, pinoli e cannella. Katia di Buenavidavidabuena http://www.buenavidavidabuena.blogspot.it/2012/11/dessert-veloce-zucca-pinoli-e-cannella.html Le dosi sono personalizzate a seconda della zucca avanzata! 1 pezzo di zucca di circa 10 cm 1 yogurth di soya cannella 1 cucchiaino pinoli 1 cucchiaio malto di riso a piacere Procedimento: Sbollentare la zucca per qualche minuto, strizzarla e frullarla o schiacciarla con una forchetta. In una ciotola amalgamare finche' non diventi una crema lo yogurth con la zucca, la cannella, il malto di riso e tanti pinoli. Afferrare un cucchiaio e deliziarsi il palato. Provare per credere! 128. Biscotti di zucca. Brii di Briggishome http://briggishome.wordpress.com/2012/11/29/biscotti-alla-zucca-a-forma-di-zucca-di-color-zucca-it/ 250gr di zucca cotta al forno 70gr di farina di mandorle 240gr di farina 0 70gr di olio extravergine di oliva 70gr di succo concentrato di mela* cannella, zenzero, chiodi di garofano come se piovesse mandorle con buccia Ho tritato la zucca e poi ho aggiunto tutti gli altri ingredienti. Mi è scappato il succo di mela, volevo metterne 50, invece ne ho messo 70. Così ho dovuto aggiungere altra farina per far un bell’impasto abbastanza sodo. Formate dei piccoli panini e metteteli su una placca da forno ricoperta di carta forno. Lasciate rassodare tutta la notte in frigo. Yes, nel mio nuovo frigo (anzi frighi) ci stanno le placche da forno intere. Che goduria!! Adesso mi manca solo la cucina

nuova da abbinare ai frighi. D La mattina dopo fate dei taglietti intorno ad ogni pallina a mò di zucca e infornate a 175° per una ventina di minuti. Dipende un po’ quanto grandi li avete fatti. Tolti dal forno ed ancora caldi, mettete dei filetti di mandorle al centro come se fossero dei piccioli. STUZZICHINI: 129. Bruscolini al wasabi. Azabel di Kitchen bloody kitchen http://www.kitchenbloodykitchen.com/2012/11/semi-di-zucca-arrostiti-al-wasabi.html Ingredienti: 1 zucca (solo i semi) 35 g di sale 2 cucchiaini di wasabi in polvere q.b. olio extravergine di oliva Procedimento: Prelevate i semi dalla zucca e mettete da parte polpa e buccia per un'altra preparazione. Separate i semi dai filamenti e sciacquateli per bene: i miei pesavano circa 75 grammi. Portate a bollore 400 g di acqua con 35 g di sale; se volete preparare una quantità maggiore di semi sarà necessario aumentare le quantità di acqua e sale, mantenendo le proporzioni tra i due. Se non mangerete la buccia dei bruscolini potete aumentare la quantità di sale, arrivando a circa 50 g ogni 400 g di acqua. Bollite i semi per 10 minuti, scolateli e tamponateli leggermente per asciugarli. Spruzzateli con pochissimo olio extravergine, quel tanto che basta per inumidirli appena, cospargeteli con il wasabi e mescolate bene. La quantità di wasabi è indicativa, regolatevi a seconda della piccantezza e considerando che con la cottura si smorzerà leggermente. Distribuite i semi di zucca su una teglia rivestita di carta forno, in un solo strato. Tostateli in forno a 160º per 20/30 minuti o finché inizieranno a essere appena dorati, mescolando di tanto in tanto. Non devono colorire troppo altrimenti diventano amari, la doratura in foto è eccessiva ma a me piacciono bruciacchiati. Se li volete più aromatici, a questo punto spolverateli con altro wasabi. Lasciateli raffreddare prima di mangiarli, in dispensa si conservano tranquillamente per qualche giorno. 130. Salatini di zucca. Deborah di Il giardino di pietra http://www.ilgiardinodipietra.com/2012/11/salatini-di-zucca.html Ingredienti: farina tipo 2, 300 gr. zucca 300 gr .da cruda olio di zucca 4 cucchiai ricotta fresca asciutta 100 gr. un tuorlo sale pepe mezzo cucchiaino di cremor tartaro Taglia la zucca a fette sottili. Puoi lasciare la scorza. Cuocila nel forno caldo finché diventa tenera. Lascia raffreddare appena un po'. Frulla brevemente la zucca insieme a tutti gli altri ingredienti nel mixer. L'impasto dovrebbe essere morbido e non appiccicoso. Nel caso aggiungi un po' di farina. Stendi una sfoglia sottile e ritaglia i salatini nella forma che preferisci. Io ho usato un bicchierino. Bucherella la superficie con una forchetta. Inforna a forno caldo a circa 200 gr. Finché non diventano dorati e croccanti.