IL

BARBARIGO

NUMERO 12

Pubblicazione informativa bimestrale dell’Istituto Barbarigo di Padova

FEBBRAIO-MARZO 2013

ISCRIZIONI ENTRO IL 28 FEBBRAIO
13 APRILE 2013, SAVE THE DATE!
È tempo d’iscrizioni alle prime classi delle Medie e delle Superiori per l’anno scolastico 2013/14, e, volendo, anche di prenotazioni per le classi successive, ma lo sguardo del Barbarigo è già puntato su una data importante: sabato 13 aprile. Per quel pomeriggio è organizzata una festa per tutti coloro che si sentono legati all’Istituto, a partire dagli ex allievi di anni e decenni fa… “Barbarigo in festa” vuole essere: - un’occasione di incontro tra compagni di banco che non si rivedono da tempo, magari attorno a qualcuno dei “mitici” professori che hanno fatto passare ore intense in età più o meno lontana; - ritrovare radici comuni che, al di là delle diversificazioni della maturità, della professione e delle vicende personali, possono favorire qualche ora di serenità, di gioia condivisa; - rivedere luoghi fissati nella memoria ma trasformati negli anni, per restare fedeli alla vocazione di servire i ragazzi “contemporanei”, quelli che oggi frequentano le aule, i corridoi, il giardino... - riscoprire che il Barbarigo è ancora vivo e vivace, carico di memoria ma proteso al futuro, casa aperta per la formazione e la crescita di tanti ragazzi e ragazze. Cosa faremo? Incontro, gioco, preghiera, ricordi, testimonianze, riflessioni, cocktail… e quanto la fantasia ispirerà in questi due mesi di preparazione! Cosa chiediamo? Tutte cose semplici: - scrivere la data (sabato 13 aprile, ore
(Continua a pagina 2)

In questo numero
Ancora pochi giorni per iscriversi Prenotare e diffondere! Il Barbarigo all’Opera (Buona) musica per crescere Al teatro per non dimenticare Va in scena la legalità Famosi in Norvegia?! Stop sigarette, anche elettroniche! Per una cultura finanziaria Scoprire i propri talenti Tappi non a perdere In onda su Telenuovo Una visita gradita dall’Ungheria Tutti “Insieme per educare” Don Francesco Cesaro Una cena davvero “di classe” Una mattinata stellare In Olanda: viaggiare per crescere Appuntamenti L’archivio di don Floriano 2 2 3 3 4 4 5 5 6 6 6 6 7 7 8 8 9 10 12 12

Pagina 2

www.barbarigo.edu

ILB AR B A R I G O

PRIMO PIANO

FEBBRAIO-MARZO 2013

ENTRO IL 28 FEBBRAIO

ANCORA POCHI GIORNI PER ISCRIVERSI
È tempo di pensare alle nuove iscrizioni per l'anno scolastico 2013-2014! Per il primo anno di corso le domande possono essere presentate entro il 28 febbraio 2013, esclusivamente on line per tutte le classi iniziali dei corsi di studio (circolare ministeriale 96 del 17 dicembre 2012). Tramite www.iscrizioni.istruzione.it si possono compiere tutte le operazioni richieste per l’iscrizione, che è impegnativa (non è una pre-iscrizione) e deve essere unica, presso un solo Istituto. Verrà poi perfezionata entro fine giugno (firme, incontri in presenza, versamento quota d’iscrizione…), al conseguimento del titolo scolastico richiesto. Le iscrizioni già fatte sono da rifare: la circolare ministeriale ha fatto diventare inutile (perché irregolare) l’iscrizione cartacea già effettuata presso qualsiasi scuola. Questi sono i codici meccanografici delle nostre scuole, necessari per completare l’iscrizione sul sito del Ministero: SS1G (Scuola Media): PD1M006006 Liceo Classico: PDPC01500T Liceo Scientifico: PDPS02500G Liceo Musicale: PDPMPZ500Z Istituto Tec. Economico: PDTD01500R Comunque, fedele al proprio stile di dialogo con la famiglia, il Barbarigo chiede ai genitori d’incontrare il preside prima di procedere al perfezionamento “burocratico” dell’iscrizione in segreteria, entro fine giugno. Regole particolari valgono per il Liceo Musicale, i trasferimenti in corso d'anno e per gli alunni già iscritti all'anno scolastico in corso, per i quali si rimanda alle apposite pagine del sito. Per favorire gli studenti e le famiglie il Barbarigo mette a disposizione una serie di servizi e di iniziative, tra cui settimana corta, voucher per i libri, sconto per i fratelli e borse di studio. Sono pure disponibili le “prenotazioni” (e anche le vere e proprie iscrizioni) agli anni di corso successivi al primo. Per ogni informazione fare riferimento al sito www.barbarigo.edu.

SEGUE DALLA PRIMA

13 APRILE 2013, SAVE THE DATE!
15.00 – 19.00) e difenderla con i denti da altri impegni …sicuramente meno “storici”; - passare parola ai compagni di “quel tempo”, magari organizzandosi per partecipare insieme e, chissà, per proseguire poi con una cena (altrove); - Inviare desideri, suggerimenti, proposte all’indirizzo mail appositamente attivato : festa2013@barbarigo.edu. Grazie della collaborazione e partecipazione, grazie di ogni buona idea condivisa: vi aspettiamo! E sarà festa più grande! Don Cesare Contarini, rettore

BARBARIGO IN FESTA

PRENOTARE E DIFFONDERE!
Studenti di ieri e di oggi di nuovo al Barbarigo per un pomeriggio insieme a base di occasioni d'incontro, musica, convivialità e tanto altro! Un'occasione per tutti gli ex allievi di ogni età di rivedere compagni e professori di un tempo, riscoprendo anche il senso di appartenenza alla propria scuola. Perché il Barbarigo è per sempre! Vuoi partecipare anche tu? Conferma cortesemente la tua presenza scrivendo a festa2013@barbarigo.edu, e aiutaci a trovare i compagni con cui sei rimasto in contatto!

www.barbarigo.edu

Pagina 3

NUMERO 12 MUSICA AL BARBARIGO

PRIMO PIANO

ILB AR B A R I G O

LA MUSICA FA SCUOLA: “IL BARBARIGO ALL’OPERA 2013”
Una rassegna di lezioni-concerto pensate per dare a tutti – giovani e adulti, esperti e neofiti – l’occasione di apprezzare dal vivo il bel canto: torna per il secondo anno consecutivo “Il Barbarigo all’opera”. Il primo incontro si è tenuto venerdì 15 febbraio: "Tu sei benedetta fra tutte le donne... Itinerario mariano attraverso i secoli”. Un ciclo di canzoni di diverse epoche dedicate alla figura della Madonna eseguite dal contralto Salvatorika Savigni e dalla pianista Giulia Vazzoler, quest’ultima anche direttrice artistica dell’intera rassegna. Gli incontri successivi si terranno, con lo stesso orario, i giorni 6 marzo, 20 marzo e 27 aprile. Tutti i concerti sono gratuiti e aperti al pubblico. La formula si conferma la stessa, molto gradita, dell’anno scorso: ogni concerto verterà intorno a un tema particolare e sarà eseguito da giovani ma già affermati musicisti, che provvederanno anche a “spiegare” e a contestualizzare brevemente i brani prima dell’esecuzione, in modo da permettere di comprenderli pienamente anche a chi non ha una cultura musicale specifica. Come l’anno scorso “Il Barbarigo all’opera 2013” nasce dalla collaborazione tra l’Istituto Barbarigo, la scuola paritaria della Diocesi di Padova, e l’International Inner Wheel, di Padova e di Abano-Montegrotto, club promotori dell’iniziativa come proprio service. La musica si conferma di casa al Barbarigo che da moltissimi anni la mette al centro del proprio approccio educativo. Una tradizione che ha portato all’apertura nel 2010, primo nella provincia di Padova, del Liceo Musicale: una scuola di eccellenza, che invita ad iscriversi anche per il nuovo anno. L’International Inner Wheel è una organizzazione femminile diffusa in tutto il mondo, le cui finalità sono: promuovere amicizia, lo spirito di servizio e comprensione internazionale. Nella foto: Giulia Vazzoler, direttrice artistica dell’iniziativa (a destra), e Nadia Sassano, past president club Inner Wheel Padova.

MUSICA AL BARBARIGO

(BUONA) MUSICA PER CRESCERE MEGLIO E FELICI
L’ascolto e la pratica musicale fin dalla tenera età aiutano i bambini a sviluppare le capacità di apprendimento e di ragionamento. La musica è un potente mezzo espressivo, che permette di sviluppare e affinare l’attitudine culturale ad apprezzare ciò che è bello e a maturare un senso estetico consapevole; spinge inoltre i ragazzi a coltivare la disciplina interiore e ad organizzazione il proprio tempo in maniera efficiente in vista di un obiettivo. Proprio sul tema de “L’importanza della musica per una crescita armoniosa” il Barbarigo ha organizzato il 18 gennaio un convegno-concerto. Scopo dell’iniziativa, organizzata in collaborazione con le associazioni musicali "Mario Voltolina" e “Amici di Don Floriano” e con il patrocinio della Provincia e del Comune di Padova, è stato anche di risvegliare interesse per l’insegnamento la musica, troppe volte pensata come attività elitaria, oppure bistrattata e declassata nei programmi di studio, quando non del tutto cancellata. L’evento è stato coordinato da Amarilli Voltolina, organista di fama internazionale e docente presso il Conservatorio di Vicenza, e ha visto la partecipazione di Stefano Da Ros, Caterina Ravenna, Giovanna Ferrari, Saida Puppoli, oltre che dei giovani musicisti Maddalena Sbrissa, Stefano Scarpa ed Elisa Zanini.

Vedi il filmato su

Pagina 4

www.barbarigo.edu

ILB AR B A R I G O

SCUOLA E PERSONE

FEBBRAIO-MARZO 2013

COMPAGNIA “OMBRE DI VERITÀ”

AL TEATRO PER NON DIMENTICARE
mente allontanerà sempre di più i due vecchi amici fino a metterli l’uno contro l’altro. Martin e Max sono stati interpretati dai docenti Antonio Da Re e Dino Gasparoni, accompagnati dalle musiche originali eseguite dal vivo dallo studente Gianluca Gallo, mentre sullo sfondo sono state proiettate le immagini della fotografa Cristina Checchetto. «Il nostro obiettivo – racconta Da Re, che è anche presidente della compagnia – è di sensibilizzare il pubblico, in particolare i ragazzi, sulla necessità di restare vigili di fronte al pericolo che tragedie come la Shoah possano un giorno a ripetersi». «Abbiamo scelto questo testo durante i nostri incontri serali – ricorda Gianluca Gallo, studente dell’ultimo anno del Liceo Scientifico –: un modo diverso per approfondire un particolare periodo storico, capendo che dietro i fatti raccontati dai libri ci sono persone e storie drammaticamente reali». Anche Allegra Violante, 17 anni, ha collaborato attivamente alla preparazione dello spettacolo: «È stata un modo diverso anche per conoscere i compagni e i professori al di fuori dell’orario scolastico. Adesso sono incuriosita soprattutto dalla scrittura, e vorrei dare una mano a scrivere il prossimo testo che sarà messo in scena dalla compagnia». Foto: Cristina Checchetto (in alto a sinistra), Francesco Lazzarin (in basso).

Ha debuttato il 1° febbraio, presso il teatro dell’Istituto Barbarigo, il dramma teatrale Destinatario sconosciuto, tratto dal romanzo omonimo di Katherine Kressmann Taylor. Si tratta del secondo spettacolo originale messo in scena in pochi mesi dalla compagnia teatrale “Ombre di Verità”, fondata nel 2012 da studenti e insegnanti del Barbarigo. Buono il successo di pubblico. Dopo il successo di Andrea. Le crepe di un cinquantenne, rappresentato la prima volta in novembre, la scelta è stata ispirata dalla Giornata della Memoria per le vittime dell’Olocausto, celebrata lo scorso 27 gennaio. Martin Schulse, un uomo d'affari, torna con la sua famiglia in Germania alla fine degli anni ‘30, mentre il socio Max Eisenstein, ebreo, rimane negli Stati Uniti per badare all'attività comune: una galleria d'arte a San Francisco. I due iniziano a scriversi: attraverso 19 lettere viene raccontata l’ascesa del nazismo e l’inizio delle persecuzioni contro gli ebrei in Germania, in un crescendo drammatico che progressiva-

PROGETTI EDUCATIVI

VA IN SCENA LA LEGALITÀ
Venerdì 15 febbraio, ha avuto luogo presso il Barbarigo lo spettacolo dei comici Marco & Pippo, specializzati in progetti educativi, sul tema della lotta alla contraffazione e della scelta responsabile negli acquisti: al loro fianco, come valide spalle, tre agenti della polizia municipale di Padova. Si tratta del primo spettacolo di un ciclo di iniziative di comunicazione nelle scuole nell'ambito dell'educazione alla legalità, organizzato dalla Polizia locale, che continuerà per tutto il 2013. Quello che si è voluto sottolineare è che l’acquisto di prodotti contraffatti danneggia innanzitutto l’economia e l’artigianato locale. In questo momento di crisi, la tentazione di comprare articoli contraffatti a prezzo vantaggioso è forte; tuttavia il cittadino va informato che l’immediato risparmio cela rischi ben più gravi: acquistare prodotti non a norma; incentivare lo sfruttamento dei venditori abusivi da parte di organizzazioni criminali; rischiare multe e sanzioni al cittadino stesso se sorpreso all’acquisto. Non si tratta della sola iniziativa che il Barbarigo sta portando avanti nel campo della legalità: il 29 gennaio nelle prime classi delle medie e delle superiori è partito il progetto salute contro il fumo; il 30 e 31 gennaio, per le classi del triennio, il progetto per la sicurezza stradale con l’Autostrada Padova-Brescia Spa.

www.barbarigo.edu

Pagina 5

NUMERO 12 SCAMBI CON L’ESTERO

SCUOLA E PERSONE

ILB AR B A R I G O

FAMOSI IN NORVEGIA?!
Con il 2013 per le classi delle Superiori è cominciata la stagione degli scambi internazionali, su cui il Barbarigo – membro del circuito internazionale di scuole d’eccellenza Elos – dedica sempre una particolare attenzione. Quest’anno la 2 Liceo Classico è tornata in Norvegia, mentre la 4 Liceo Scientifico è andata in Olanda; la 3 ITE riceve partner austriaci dal 18 al 22 febbraio. In attesa di ricevere per il prossimo numero gli articoli dei ragazzi, pubblichiamo l'immagine di un giornale norvegese che ritrae il nostro Alberto Santin che prova il salto dal trampolino. Era un trampolino basso ma… sempre un trampolino! Oltre ai norvegesi e al Barbarigo erano presenti ad Askin, questo il nome della città, ragazzi di altri quattro paesi: Olanda, Spagna, Slovenia e Ungheria. Il programma della settimana ha visto lavoro di gruppo (gruppi misti, lingua veicolare inglese), una giornata a Oslo, visita ad una centrale idroelettrica (l'acqua lì non manca...), una giornata sulla neve per provare lo sci di fondo – molto popolare in Norvegia – e un torneo di pallavolo, dove la nostra squadra è risultata prima per il terzo anno consecutivo!

COMUNICAZIONI

STOP SIGARETTE, ANCHE ELETTRONICHE!
Con un’apposita circolare, emanata il 23 gennaio a seguito del Consiglio d’Istituto del giorno precedente, è stato chiarito in maniera definitiva che al Barbarigo è vietato fumare e usare “sigarette elettroniche” all’interno di tutta la struttura scolastica, anche nei tempi di ricreazione. Anche gli adulti operanti o ospiti nell’Istituto sono invitati a rispettare questa norma. In Italia l’uso delle sigarette elettroniche non è regolamentato in maniera chiara e univoca, a parte il fatto che sono vietate ai minori di 16 anni. Il ministero della Salute ha spiegato che «non si possono escludere effetti dannosi per la salute umana, in particolare per i consumatori in giovane età». Senza attardarsi in discussioni sulla possibile nocività di questi “vapori” (argomento sul quale i pareri sono diversi e discordanti), sull’eventuale possibilità e modalità di accertare “cosa” viene vaporizzato, o su altre questioni inerenti alla “sigaretta elettronica”, si è deciso di considerare non adeguato alla realtà scolastica il gesto in sé, prima ancora di considerare la nocività della sostanza. Si ricorda che, a norma del Regolamento disciplinare, fumare nei locali interni e negli spazi esterni della scuola è sanzionato con ammonizione scritta.

Pagina 6

www.barbarigo.edu

ILB AR B A R I G O

SCUOLA E PERSONE

FEBBRAIO-MARZO 2013

FORMAZIONE

PER UNA CULTURA FINANZIARIA
Al fine di contribuire alla promozione di una cultura bancaria e finanziaria che favorisca scelte sempre più consapevoli da parte dei cittadini e delle famiglie, il Barbarigo ha aderito al programma di educazione bancaria e finanziaria “In-formati”, ideato e condotto da Unicredit, luna delle più grandi banche italiane ed europee. Il programma, realizzato attraverso incontri privi di finalità commerciale, è caratterizzato da contenuti e stile di linguaggio semplice, chiaro e adeguato ai bisogni conoscitivi e alle tipiche caratteristiche dei destinatari. I contenuti sono stati organizzati secondo moduli predefiniti, le cui specificità sono state identificate sulla scorta delle più efficaci esperienze del passato, adattati alle specifiche esigenze didattiche. Gli alunni delle classi III e V Istituto Tecnico Economico e Commerciale hanno partecipato ad alcune proposte formative finalizzate ad accrescere la cultura sulle cause e sui rischi associati al fenomeno del sovra indebitamento, oltre a fornire importanti nozioni di base dell’attività bancaria e dei principali prodotti bancari di interesse per le imprese. Nello specifico i corsi hanno riguardato l'accesso on-line ai servizi bancari (III ITE, 23 gennaio), l’accesso al credito (V ITC, 6 febbraio), le logiche di finanziamento e i principi di finanza aziendale (V ITC, 25-26 gennaio). L’esperienza è stata molto positiva, e ha visto interagire i ragazzi con i formatori, che hanno saputo coinvolgerli in discorsi di alta finanza!

ORIENTAMENTO

SCOPRIRE I PROPRI TALENTI
L’Università LUISS Guido Carli ha avviato da due anni la LUISS Summer School, un’iniziativa di orientamento rivolta agli studenti tra i 16 e i 19 anni che consente di valutare in maniera più consapevole la scelta del percorso di studi universitario ed evitare così abbandoni o cambi di corso di laurea. Durante la breve esperienza estiva di una settimana, gli studenti avranno la possibilità di avvicinarsi nei tempi giusti al mondo universitario, di entrare in contatto con tematiche attinenti a diversi corsi di studi proposti dalle Università italiane ed estere, e avere così l’opportunità di capire quali siano quelli più affini alle loro attitudini. Alcune agevolazioni sono previste per gli studenti meritevoli che vogliono approfittare di quest’occasione: tutti gli studenti con la media del 7 potranno usufruire del 15% di sconto sulla quota di partecipazione, mentre quelli con una media superiore o uguale a 8 potranno partecipare all’assegnazione su base provinciale di una borsa di studio. Sempre in collaborazione con la LUISS il 7 febbraio corso si è tenuto uno specifico corso di orientamento. Per informazioni chiedere all’animatore spirituale don Lorenzo Celi, che è anche ex allievo LUISS. Vedi il filmato su

VOLONTARIATO E BENEFICENZA

MEDIA

TAPPI NON A PERDERE
Un piccolo gesto per fare qualcosa di concreto: continua la raccolta dei i tappi in PE, il cui ricavato viene devoluto alle Cucine Popolari. Nel primo quadrimestre sono stati raccolti ben 36 chili, con un beneficio rilevante anche per l’ambiente. Per informazioni rivolgersi al docente Giovanni Scorzon.

IN ONDA SU TELENUOVO
Il Barbarigo in onda su Telenuovo (canale 11), la prima emittente in Veneto, con un servizio giornalistico all'interno dello speciale TG SCUOLA APERTA: è quello che è successo dal 31 gennaio al 10 febbraio. La rete televisiva ha inoltre dedicato un servizio a don Floriano Riondato, decano del Barbarigo e pioniere dell’insegnamento della musica. Le registrazioni sono state entrambe pubblicate anche sul canale Youtube del Barbarigo, a cui si invita ad iscriversi per rimanere aggiornati su tutte le ultime notizie dell’Istituto! www.youtube.com/IstitutoBarbarigo

www.barbarigo.edu

Pagina 7

NUMERO 12 RETI INTERNAZIONALI

SCUOLA E PERSONE

ILB AR B A R I G O

UNA VISITA GRADITA DALL’UNGHERIA
È sempre importane conoscere e confrontarsi con altre esperienze, anche a livello internazionale: è stata quindi particolarmente gradita la visita di András Ujházy, preside della scuola cattolica di Piliscsaba in Ungheria, e di Otilia Bednarik, docente di italiano presso lo stesso istituto. L’incontro ha fatto seguito alla visita in Ungheria da parte di una delegazione del Barbarigo, che si è svolta a novembre dello scorso anno. L’istituto ungherese l’anno scorso è stato intitolato proprio a Sant’Antonio di Padova: di qui l’interessamento a trovare contatti proprio nella città del Santo. L’istituto di Piliscsaba ospita circa 500 alunni dai 6 ai 18 anni, ed è molto rinomat nel suo territorio. Del resto tutta la scuola cattolica è molto apprezzata e valorizzata in Ungheria, anche dal punto di vista del sostegno dello stato. Una realtà purtroppo ancora molto lontana da quella del nostro paese, dove la parità scolastica spesso rimane quasi completamente sulla carta. Ringraziando per l’ospitalità, gli amici ungheresi hanno riferito di aver molto apprezzato il nostro Istituto, sia per la bellezza dei luoghi che per la serietà dell’insegnamento e l’educazione e la preparazione dei ragazzi. Tante iniziative potranno nascere in futuro, a cominciare dalla collaborazione e dallo scambio di buone prassi in ambito educativo, in particolare per quanto riguarda l’insegnamento della musica. Una relazione strategica visti anche gli ottimi rapporti economici tra il nostro territorio e l’Ungheria, dove la cultura e la lingua italiana sono particolarmente apprezzate.

Vedi il filmato su

IN DIOCESI

TUTTI “INSIEME PER EDUCARE”
Le scuole paritarie cattoliche della diocesi di Padova: una realtà preziosa, che garantisce libertà di scelta educativa attraverso 270 scuole per l’infanzia, 19 primarie, 10 secondarie di primo grado, 5 di secondo e 15 centri di formazione professionale sparse in cinque province. L’educazione cattolica è stata sempre un fiore all’occhiello della comunità cristiana padova, ma negli ultimi tempi è sempre più in affanno, sia per colpa di fattori come la diminuzione delle nascite e la crisi economica, sia per il costante taglio di risorse da parte dello stato. Da queste radici nasce INSIEME PER EDUCARE Impresa sociale srl, che si propone come nuovo soggetto giuridico in grado di porsi a fianco delle realtà scolastiche parrocchiali e religiose che gestiscono scuole cattoliche paritarie di ogni ordine e grado per coadiuvarle, accompagnar e o affiancarle soprattutto sul piano gestionale. Uno strumento innovativo che riguarda anche il nostro Istituto: presidente della nuova società è infatti don Lorenzo Celi, animatore spirituale del Barbarigo ma anche laureato in giurisprudenza e con un passato in uno studio legale, mentre Maria Pia Vallo, vicepreside e docente dell’ITE, siede nel Cda. A loro i più cari auguri da parte di tutti noi!

Pagina 8

www.barbarigo.edu

ILB AR B A R I G O

SCUOLA E PERSONE

FEBBRAIO-MARZO 2013

DOPO IL GRAVE INCIDENTE

DON FRANCESCO CESARO STA MIGLIORANDO
La notte del 28 gennaio, mons. Francesco Cesaro, per trent’anni attivo presso il Barbarigo, è stato travolto da un’automobile. Subito la notizia del terribile incidente ha scosso la comunità del Barbarigo. Nato a Padova nel 1939 e ordinato sacerdote nel 1963, presso la nostra scuola don Francesco ha insegnato materie letterarie e religione dal 1970 sino al 1989, sia alla Scuola Media che alle Superiori, ricoprendo dal 1987 al 1997 l'incarico di rettore dell’Istituto e preside delle scuole. Ancora oggi don Francesco è amato e ricordato da quanti hanno potuto conoscerne la dedizione, la cultura e l'umanità: a tutti il Barbarigo ha rivolto, per bocca del rettore don Cesare Contarini, l'invito a unirsi in preghiera per la sua pronta e completa guarigione, assieme alla famiglia e ai tanti che lo hanno conosciuto, in particolare presso la parrocchia della SS. Trinità. E le preghiere sembrano aver avuto effetto, visto che dopo pochi giorni mons. Cesaro ha iniziato a stare meglio. Don Francesco sta lentamente riprendendo: è vigile, e - data l'intubazione - si esprime più con gli occhi che con le parole. E' stato eseguito l'intervento di "ricucitura" delle ossa del bacino, resta delicata la situazione per le vertebre cervicali. Non è dato sapere con certezza come sarà il recupero di braccia e gambe. Invitiamo a continuare a pregare per lui.

Ritratto di mons. Cesaro nella “galleria dei rettori” (atrio) del Barbarigo

EX ALLIEVI

UNA CENA DAVVERO “DI CLASSE”

E così gli ex allievi della maturità classica 1980 - 3a Liceo Classico sono tornati a riunirsi. Una serata insieme in allegria, assieme all’amato professor Talami (foto sopra). Siete ancora in contatto con i vostri amici del Barbarigo? Il 13 aprile non potete mancare, assieme a tutti gli ex allievi che conoscete! Prenotazioni e info sul scrivendo a: festa2013@barbarigo.edu

www.barbarigo.edu

Pagina 9

NUMERO 12 OMBRE DI VERITÀ

PAROLA AGLI STUDENTI

ILB AR B A R I G O

UNA MATTINATA “STELLARE”
Il 23 ottobre 2012 la nostra classe (1 ITE), insieme alla 2° liceo classico, alla 3° liceo scientifico e alla 4° liceo scientifico, si è recata al Planetario di Padova, partendo dal Barbarigo a piedi. Dopo circa mezz'ora siamo finalmente arrivati e due signori accoglienti ci hanno ospitati e ci hanno spiegato che cosa avremmo fatto quella mattina; per prima cosa, dopo un po' di attesa e di ansia, siamo entrati all'interno di una grande cupola trasparente che sembrava un cielo reale e ci siamo seduti su poltroncine fatte in modo da poterci quasi distendere per ammirare la grande volta stellata sopra i nostri occhi.

Spettacolo in corso al Planetario di Padova. Luca Nobili (planetarista), laureato in astronomia, ci ha spiegato passo dopo passo il filmato stellare sopra di noi, in modo che tutti potessero capire i segreti del cielo stellato e tutti gli oggetti e i fenomeni astronomici del nostro universo. La cupola è di 9 metri di diametro ed è dotata di un sistema digitale di videoproiezione a sei canali in modo che lo spettatore possa ammirare come nella realtà l'universo che ci circonda. Lo spettacolo è durato circa un'ora e si è parlato del sistema solare e delle sue caratteristiche principali: è stato interessante sapere come su Mercurio il giorno sia molto caldo (circa 350°C!) e la notte molto fredda (-170°C): questo succede perché il pianeta è molto vici-

no al Sole, è molto lento nella sua rotazione e quindi la temperatura scende vertiginosamente; inoltre è senza atmosfera.

Confronto tra le dimensioni di Giove (in un'immagine ripresa dalla sonda Cassini) e della Terra. NASA Guardando il filmato non abbiamo scoperto solo questo ma tante altre cose che prima non sapevamo sul nostro universo! Ad esempio esistono pianeti di piccole dimensioni che sono classificati come pianeti nani; altri invece sono ancora più piccoli e per questo sono solo asteroidi. Inoltre abbiamo visto le costellazioni e i disegni che le rappresentavano: la costellazione della Vergine era un disegno di una donna; un altro filmato interessante era quella dell'esplosione di una supernova con la conseguente formazione di nebulose e la formazione di nuove stelle nell'immenso universo. È poi interessante osservare come Gio-

La prima immagine dell'emisfero "sconosciuto" di Mercurio inviata da MESSENGER il 14 gennaio 2008 .

ve abbia un volume 1300 volte più superiore alla Terra. La cosa più interessante che ci ha colpito è la formazione degli anelli di Saturno, che si sono formati grazie allo scontro di asteroidi che con gli anni hanno preso una forma di anello. E questo vale anche per Urano, Nettuno e Giove. Abbiamo visto un video di un telescopio di nome Alma che fra poco sarà in funzione, formato da tante antenne che servirà per conoscere le origini delle galassie e dell'universo; è stato molto bello perché noi ragazzi non vediamo l'ora di scoprire altri segreti dell'universo. Finito lo spettacolo, siamo usciti dalla cupola per andare fuori e provare tre diversi telescopi per osservare il Sole; siamo stati fortunati perché quel giorno fuori c'era il Sole senza nuvole che lo coprissero! Si poteva vedere il Sole da molto vicino e quindi erano visibili alcune protuberanze che senza telescopio non si potrebbero vedere. È stato molto bello per tutti, infatti la maggior parte di noi non aveva mai provato un telescopio dal vivo. Più tardi ci siamo diretti verso la scuola dopo aver ricevuto un foglio con scritti gli orari dei vari spettacoli interessanti che ci sono al Planetario durante l’anno. La visita al Planetario è stata davvero affascinante e speriamo tutti di ritornarci presto! 1° Istituto Tecnico Economico

Pagina 10

www.barbarigo.edu

ILB AR B A R I G O

PAROLA AGLI STUDENTI

FEBBRAIO-MARZO 2013

SCAMBI INTERNAZIONALI

IN OLANDA: VIAGGIARE PER CRESCERE
Ogni viaggio cambia inevitabilmente l’animo di chi lo compie. Profondamente. Se poi i viaggiatori sono ventuno studenti della IV Liceo Scientifico, partiti alla volta dell’Olanda nell’ambito dello scambio internazionale Elos, la rivoluzione dei cuori è inevitabile. Accompagnati dai docenti Silvia Peron e Dino Gasparoni, siamo partiti per la nostra avventura settimanale, dal 3 al 9 febbraio, mentre un pallido sole domenicale illuminava l’aeroporto di Venezia. Eravamo tutti all’oscuro di quello che ci avrebbe aspettato in quei sette giorni in terra olandese, ma siamo rimasti piacevolmente colpiti dall'esperienza: eravamo preoccupati soprattutto dai problemi più diretti come la lingua, il clima e le differenti abitudini delle famiglie ospitanti. Non lo sapevamo, ma ciascuno di noi, mettendo piede sul quel volo un po’ troppo turbolento, aveva già mosso il primo passo verso una crescita interiore. Tutta la classe ha partecipato con interesse e coinvolgimento alle attività proposte. I partner olandesi hanno organizzato workshop durante i quali abbiamo avuto la possibilità di esprimere le nostre doti artistiche, realizzando dipinti ispirati ad artisti del calibro di Van Gogh e Rembrandt. Di fatto, nessuno di noi avrà l’ardire di esporre il frutto di quei due giorni di pittura “matta e disperatissima” al Rijksmuseum di Amsterdam, ma ci siamo battuti con onore, dimostrando che gli italiani restano un popolo di artisti. La prima sera, siamo stati coinvolti in un'avvincente e "spaventosa" caccia al tesoro nel bosco, con tanto di mostri e zombie, interpretati dagli studenti olandesi dell’ultimo anno e da qualche docente burlone; la crescita interiore di un viaggiatore passa anche attraverso esperienze degne di un film di Dario Argento. I nostri amici olandesi pensavano di intimorirci e di farci vacillare nella gara di dibattito del giorno dopo, ma così non è stato: con grande soddisfazione per il terzo anno consecutivo i gruppi italiani si sono fatti valere, arrivando alla fase finale con ben due squadre e vincendo il primo premio dopo aver affrontato temi di attualità come l’eutanasia e la clonazione; questa vittoria ci ha resi orgogliosi delle capacità di esprimerci in lingua straniera nonostante i timori iniziali. Ogni grande esploratore incontra momenti di difficoltà, ma è proprio questo che lo porta a competere con i propri limiti e a maturare. Ma la nostra permanenza tra i “Crazy Dutch People” non ha visto gli italiani cimentarsi solo nelle arti e nell’oratoria: siamo riusciti a offrire a tutti la tipica simpatia italiana anche nel "talent show", durante il quale una sceltissima e prepa-

ratissima rappresentanza maschile della classe si è cimentata nel canto dell'inno di Mameli. Pubblico in piedi e applauso sincero a fine performance. A differenza degli altri anni, grazie ai docenti accompagnatori ci è stato possibile trascorrere una giornata in più ad Amsterdam visitando il museo di Van Gogh e il Rijksmuseum: nessuno dei nostri ritratti o delle nostre nature morte era stato ancora esposto, ma nessuno se l’è presa più di tanto: siamo, invece, rimasti attirati dalla bellezza della città, resa ancora più magica dall'abbondante nevicata che non ci ha per niente scoraggiati. I nostri zaini non erano più solo pieni di souvenir, ma di mille e mille piccole tessere – fatte di amici, esperienze, emozioni, luoghi, sensazioni – che andavano a formare un mosaico vivo e unico. L'esperienza ci ha arricchiti tanto dal punto di vista culturale quanto da quello umano: abbiamo avuto la possibilità di stringere amicizia con persone di altre nazionalità e di essere accolti con calore dalle famiglie, tanto che alla partenza alcuni di noi – e anche di loro – non hanno trattenuto le lacrime. Saremmo rimasti volentieri qualche giorno in più e non vediamo l'ora che arrivi il momento di poter ricambiare l'ospitalità ricevuta. Un ringraziamento speciale va ai professori Silvia Peron e Dino Gasparoni che ci hanno accompagnati in questa splendida avventura! Le ventitré persone che erano partite dalla città lagunare in quel mezzogiorno di festa sono rientrate a Padova rinnovate. Nel profondo. Gli studenti della IV Liceo Scientifico

COLLEGIO VESCOVILE BARBARIGO

INCONTRO FORMATIVO PER GENITORI
GIOVEDI’ 7 marzo 2013 ore 20,30 “RISCHIO DUNQUE…SONO: COMPORTAMENTI A RISCHIO IN ADOLESCENZA”
Sala Ramin

RELATRICE: DOTT.SSA MONICA LAZZARETTO, RESPONSABILE CENTRO STUDI COOPERATIVA GIUSEPPE OLIVOTTI S.C.S. DI MIRA (VE)

Organizzato da: COLLEGIO VESCOVILE BARBARIGO - PADOVA In collaborazione con Cooperativa Giuseppe Olivotti s.n.c.

Per prenotarsi: barbarigo@barbarigo.edu

Pagina 12

www.barbarigo.edu

ILB AR B A R I G O

APPUNTAMENTI

FEBBRAIO-MARZO 2013

A TUTTA MUSICA!
Si prefigura un marzo ricco di performance per l’Ensemble Floriana, l’orchestra d’arpe che ha sede al Barbarigo: - il 2 marzo avrà luogo presso la Basilica di Cortina d’Ampezzo il tradizionale concerto con la Schola Cantorum in collaborazione con Andi Onlus (ore 18.45); - l'8 marzo, in occasione della festa della donna, ci sarà un concerto al Liviano a Padova (ore 17.30); - il 9 marzo serata culturale presso la Barchessa di Limena (ore 21). Si ricorda che presso l'associazione “Amici di don Floriano” sono aperte le iscrizioni per il corso di chitarra elettrica (docente Davide Cassandro) e per il coro voci bianche (docente I. Vazzoler), mentre sta partendo anche il corso di tromba.

CIASPOLATA
Sabato 23 febbraio, a partire dalle 16, "Trekking Notturno" sull'Altopiano di Asiago: una bella camminata dentro e fuori dal bosco, sotto le stelle (sperem ben che il tempo ci aiuti!), un bel focherello sulla sommità del Monte Zovetto e poi, a fine discesa, una bella cioccolata calda. Rischi zero, emozioni tante! ATTENZIONE: non è stato raggiunto il numero minimo, quindi abbiamo disdetto il pullman, ma ANDIAMO UGUALMENTE con mezzi privati! per maggiori informazioni: zotti.carla@yahoo.it dare@barbarigo.edu Ve speto peandroni! Toni Da Re

CALENDARIO
FEBBRAIO 23 Ciaspolata (a partire dalle 16) 25 Consigli di classe Medie MARZO 6 Barbarigo all’Opera ( ore 17) 7 Incontro formativo per genitori (20,30 – sala Ramin) 11-19 Consigli di classe Superiori 20 Barbarigo all’Opera ( ore 17) 21-23 Visite di istruzione

È nata Elis ab felicitazion etta D’Ambrosio: i a mamm a Chiara e al papà prof. Alfon so!

L’ARCHIVIO DI DON FLORIANO
Nuove porte da calcio per i bocia del Barbarigo! Le ha appena montate Piero Tognazzo (nella foto con don Floriano), che da anni quando all’Istituto c’è bisogno (spesso) è sempre in prima linea per dare una mano come volontario. A spingere Piero, ormai una presenza fissa e amichevole per docenti e ragazzi, è uno sconfinato affetto per don Floriano, da quando gli ha insegnato a suonare il sassofono anni fa: «Mi sono avvicinato tardi alla musica – ci dice – non credevo che sarei mai stato capace». E invece con don Floriano c’è riuscito, e Piero allora per gratitudine gli ha dedicato una delle due porte (foto sotto). Grazie, da tutti gli amanti del calcio!
ILB A R B A R I G O

pubblicazione informativa bimestrale dell’Istituto Barbarigo, scuola paritaria (Scuola Media, Ginnasio Liceo Classico, Liceo Scientifico, Liceo Musicale, Istituto Tecnico Economico e Istituto Tecnico Commerciale). Direttore: Don Cesare Contarini Coordinamento di redazione: Daniele Mont D’Arpizio Via dei Rogati 17, 35122 Padova Tel. 049-8246911 - Fax 049-8246950 Hanno collaborato a questo numero: Maria Chiara Bassi, Margherita Coeli, Alfonso D’Ambrosio, Dino Gasparoni, Francesco Lazzarin, Silvia Peron, Federica Rigobello, Giovanni Scorzon, Maria Pia Vallo, Toni Da Re

comunicazione@barbarigo.edu

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful