Scuole in … movimento

AL SAN GIUSEPPE LA CULTURA SI FA GIOVANE
Se vuoi imparare a conoscere e capire la bellezza in cui vivi e l’incommensurabile produzione artistica e di cultura civile e magari vuoi farlo attraverso un uso intelligente di internet, della cinematografia, della radio, del web, dell’informatica e della fotografia, andando sul posto con guide realizzate da te stesso, qui troverai tutto quello che può fare di te il “leader” ideale di questa nuova generazione. Qui c’è un istituto tutto dedito all’educazione umana, morale e sociale della gioventù. Qui si ha cura di sviluppare contenuti culturali, sensibilità ecologica, valori spirituali e di solidarietà. Qui si impara a lavorare su se stessi per essere al servizio degli altri.

“Habemus admirabilem scholam”. Esultiamo tutti! Il progetto è nato a Roma nel 2005 in una scuola che ha saputo interpretare i possibili spiragli di creatività che ci offre la nuova riforma scolastica. La scuola paritaria San Giuseppe del Caburlotto (quella in oggetto si trova a Roma al IV Miglio, sulla via Appia) appartiene all’Istituto delle Figlie di San Giuseppe*. Da subito ha sposato il “Progetto Antrynet” inserito nel contesto più ampio di una formazione integrata denominata CiaoRoma Educational lanciato dal prof. arch. Marco Turi Daniele ideatore e curatore dell’intero progetto. Questa iniziativa comprende anche una conoscenza approfondita della propria città –con relative escursioni “fuori porta”-, delle sue ambientazioni e collocazioni culturali con visita “a piedi” tra i suoi monumenti, le sue bellezze e le sue vestigia, inseriti in un contesto storico-formativo omologato per classi di studio. Il progetto nato attraverso l’adozione di Antrynet -new format per la ricerca lo studio e la conoscenza, rigorosamente su supporto cartaceo, è stato utilizzato dai ragazzi come un menabò per la redazione di prodotti editoriali, elaborati attraverso acquisizione di immagini reperite da libri e internet, fotografie scattate da loro stessi, didascalie, testi e considerazioni poi trasferiti sul computer, quindi videoproiettati e condivisi in classe. Oggi Antrynet assieme al nuovo modello di studio – interdisciplinarietà fra le varie materie- in cui la storia dell’arte e l’educazione all’immagine riassume nuova dignità nella società della comunicazione e della conoscenza, viene promosso dalla stessa scuola come un esperimento valido e di sicura presa presso gli studenti. Oggi la Confraternita Arca della Bellezza, attraverso il Gruppo d’Eccellenza – “Admirabilem Scholam” ha deciso di implementare sul piano tecnologico (lavagne interattive, telegiornale e portale internet) ma anche con l’introduzione di nuovi contributi, a partire dal “Progetto Y@ng TV” e da “La Scuola Adotta un Monumento” come interessante contributo –unico nel suo genere- da aggiungere alla già ampia offerta formativa, e perfettamente in linea con il progetto educativo dell’Istituto. Non è un caso, fra gli altri, che il

Progetto Antrynet per la sua versatilità sia stato inserito fra i finalisti del III “Premio Cultura di Gestione” promosso da FederCulture. Il successo di Antrynet, anche per la sua semplicità, ha aperto nuove porte per i giovani, un nuovo spiraglio di possibilità, capace di offrire opportunità innovative al “modo di stare insieme a scuola” e di intendere lo studio. La possibilità di fare ricerca a 360 gradi, di formarsi delle idee, di combinare lo studio delle diverse materie, di desiderare un modello di società passando da un confronto dialettico con la scuola, con la bellezza dell’arte e con i protagonisti della vita civile e religiosa, tutto ciò accresce in maniera esponenziale gli stimoli cognitivi e le motivazioni allo studio, con riferimento anche ad approfondire l’attualità, eventi culturali, nonché le informazioni che ci provengono dalla cronaca e dalla comunità scientifica. Se poi il risultato dei lavori dei giovani può anche essere condiviso attraverso internet, videoproiezioni, videoclip ed il montaggio di documentari, interviste, cortometraggi, film, una Tv interattiva per ragazzi e telegiornali ad hoc, non fa che accrescere in loro il giusto patos (civile, religioso, sociale), la vis politica (bellezza, verità, giustizia), l’”intelligenza emotiva” verso ciò che riguarda l’antropologia culturale (la persona, la società, l’uomo) e tutto ciò che è studio e conoscenza della storia, della produzione letteraria e artistica, dell’ambiente, dell’ecosistema naturale e della geografia, della filosofia, della morale, della scienza, della cultura e governo del territorio, delle forme di economia equa e solidale. Il progetto è anche lo strumento idoneo per offrire l’opportunità ai ragazzi di confrontarsi, aprirsi e sostenere le proprie ragioni con realtà in continuo divenire, di farsi conoscere e conoscere la produzione ed il lavoro svolto in altre scuole creando un sistema di rete e di nuove opportunità culturali.

La fantastica abilità dei ragazzi del liceo scientifico del Caburlotto, ma anche della Scuola Media Manzoni e dell’Istituto Cavanis, ha consentito di stabilire un gemellaggio cin le scuole dell’Afghanistan. Progetti già verificati e collaudati, relazionabili con estrema facilità con tutti questi mezzi ci fornisce elementi utili per guardare oltre il Caburlotto. Per questo le scuole stesse hanno deciso di farsi promotrice di questo metodo che parte da Antrynet e dello stesso modello formativo prendendo direttamente parte ai suoi processi di sviluppo portando nel progetto la propria esperienza valoriale. In questo senso l’Istituto si sta organizzando per creare con l’ausilio della Confraternita Arca della Bellezza il Centro di Sperimentazione del Progetto Y@ng TV e quindi la creazione di un modello da imitare e/o esportare sull’intero territorio nazionale per valorizzare le incredibili ed insostituibili risorse dei giovani e del patrimonio storico, culturale, archeologico, ecclesiastico, ambientale, agricolo, naturalistico delle singole realtà della Bella e Buona Italia, attraverso cui è possibile recuperare le nostre radici, le nostre identità e le nostre tradizioni locali.

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful