You are on page 1of 2

LA DEMOCRAZIA La democrazia caratterizza l'epoca contemporanea come il liberalismo ha caratterizzato la seconda met del XIX secolo.

Essa considera come suo scopo principale il raggiungimento della libert nell'eguaglianza assieme al principio della rappresentanza politica vista come mezzo di elevazione sociale e di garanzia dei cittadini. La democrazia ha assunto forme diverse da quelle radicali ad altre moderate. Essa venne promossa dalla borghesia al fine di difendere dall'autoritarismo e dal paternalismo dello stato assoluto; ma anche come tutela degli interessi e delle libert fondamentali: il popolo come base del potere. La differenza tra liberalismo e democrazia va ricercata nel fatto che mentre il primo afferma tout court la libert indipendentemente dai benefici e dai danni che tali libert possono comportare; la seconda invece afferma il principio dell'eguaglianza quale strumento di utilit sociale. Molti sono stati i pensatori che hanno contribuito a sviluppare l'idea democratica Rousseau ad esempio, afferma essere la migliore societ quella che mette in pratica un forma di associazione che garantisca ognuno dai soprusi e dalle ingerenze altrui e nella quale ognuno, unendosi a tutti, non fa che obbedire a se medesimo, conservando la libert iniziale. Ogni persona portatrice della volont generale, ma nessuno la pu rappresentare , perch essa nell'intero corpo della nazione. La democrazia nel secolo scorso ha senza dubbio esplicato una funzione positiva si opposta al conservatorismo politico ed economico; ha favorito le riforme nel campo dell'istruzione, si fatta promotrice di nuovi e pi concreti diritti per i cittadini. Nella storia c' come un filo rosso che unisce le ribellioni fatte in nome della eguaglianza e quelle fatte in nome della libert. Sin dall'antica della Roma, quando Mario, democratico, e Silla, conservatore che combattevano per l'affermazione di principi opposti fino ad arrivare alle guerre contadine scoppiate in Germania nel XVI secolo: Questo filo rosso fra libert ed

eguaglianza ancora attuale nei nostri giorni e non ha trovato ancora piena attuazione nelle societ moderne. La democrazia pur affermandosi in molti stati ha assunto caratteristiche specifiche a seconda del paese in cui si affermata. In Francia, ad esempio, la democrazia intrisa di giacobinismo retaggio della Rivoluzione francese del 1789, mentre in Inghilterra si identificata con il concetto di utilit intesa come il maggior benessere per il maggior numero. Per quanto la democrazia riuscita a conquistare il suffragio universale, il diritto al voto per le donne e ad estendere le sue radici nella societ; ma ci non toglie che permangono ostacoli non facilmente superabili affinch vi sia una societ realmente democratica. L'ostacolo maggiore al pieno dispiegamento della democrazia rappresentato dalle classi dominati le quali preoccupate dai loro interessi meschini sono acerrime nemiche dell'eguaglianza. Occorre essere consapevoli che senza eguaglianza - che, si badi bene, non vuol dire identit indifferenziata- la democrazia e poco pi di un nome.