You are on page 1of 6

http://www.studio93.it/news/read_news.php?

news=31776&category=3

All'Auditorium  "Mario  Costa"  di  Sezze  la  proiezione  di  "Se  ci   fosse  luce  (i  misteri  del  caso  Moro)",
Il   $ilm   è   stato   prodotto   in   collaborazione   con   RAI   TECHE,   Archivio   Flamigni   e   Oikos   Comunicazione   e  ha  il  patrocinio   della  Presidenza  del  Consiglio   dei  Ministri,   della  Regione   Lazio,  dell'Astral  e  del  Comune  di  Sezze.  

Venerdì   30   ottobre,   alle   17.30,   presso   l'Auditorium   "Mario   Costa"   di   Sezze,   verrà   presentato   il  $ilm   documentario  "Se   ci  fosse  luce  (i  misteri  del  caso  Moro)",   scritto  e   diretto  da  Giancarlo  Loffarelli,  sceneggiatore   e  regista  di  Sezze,  e  prodotto  da  Marina   Eianti   per   l'associazione   culturale   "Le   colonne".   Alla   presentazione   interverranno   Agnese   Moro,   $iglia   dello   Statista   ucciso   dalle   Brigate   Rosse,   Sergio   Flamigni   (già   componente   delle   Commissioni  parlamentari   d'inchiesta   sul   caso   Moro),   Giuseppe   De  Lutiis  (storico)  e   Ilaria   Moroni  (ricercatrice   dell'Archivio   Flamigni).  L'ingresso  è   gratuito. Il  $ilm  è   stato   prodotto  in  collaborazione  con  RAI  TECHE,  Archivio   Flamigni  e  Oikos   Comunicazione   e   ha   il  patrocinio   della   Presidenza   del  Consiglio   dei   Ministri,  della   Regione  Lazio,  dell'Astral  e  del  Comune  di  Sezze. FILM  DOCUMENTARIO Marina  Eianti  presenta una  produzione  LE  COLONNE SE  CI  FOSSE  LUCE (I  misteri  del  caso  Moro)

 Luigina  Ricci.  Kennedy.  Giancarlo  Loffarelli.  Rosario  Priore.  Corrado  Guerzoni.http://www.  ci   furono  in   Italia   14.php?news=31776&category=3 di  Giancarlo  Loffarelli con  intervento  degli  attori: Marina  Eianti.  Maria  Ricci   Per  chi  pensa  che  la  Grande  Storia  non  ci  è  distante.  le  nuove  generazioni  di   quei  fatti?  Chi  è  disposto  ancora  a  parlarne? .   si   colloca   l'evento   più   tragico   della   storia   della   Repubblica   italiana:   il  rapimento  e   l'uccisione   di   Aldo   Moro  con  la   strage   della   sua   scorta.  Sergio  Flamigni.  Ilaria  Moroni.   che   fecero  491   morti  e   1.   Un   evento   che   non   ha   eguali   nella   storia   contemporanea:   capi   di   Stato   e   uomini   politici   di   primo   piano   sono   stati   assassinati.  Giuseppe  De  Lutiis Alberto  Franceschini. Per  chi  c'era  e  non  vuole  dimenticare. Per  chi  non  c'era  e  vuole  sapere.  oggi.it/news/read_news.   gli   Stati   Uniti   hanno   avuto   l'assassinio  di  John  F.  Maurizio  Tartaglione e  interviste  a:  Agnese  Moro.591  atti   di   violenza   con   motivazione   politica.181   feriti.   I  FATTI Tra   il  primo  gennaio   1969   e   il  31   dicembre   1987.   la   coscienza   collettiva   sembra  essersi  dimenticata  di  tutto   questo:  cosa  sanno.  ma  non  s'è  mai  veri$icato che   uno   degli   uomini   politici   più   importanti   di   uno   Stato   venga   rapito.studio93.  Numeri  che   dicono   con   chiarezza   che   in   quei  diciannove   anni   si   combatté   in   Italia   una   vera   e   propria  guerra.  Elisa  Ruotolo Emiliano  Campoli. All'interno   di   questa   guerra. Per  chi  non  crede  che  si  sappia  tutto  quello  che  c'è  da  sapere.   tenuto   prigioniero  per   cinquantacinque   giorni   (dal  16   marzo  al   9   maggio   1978)   nella   sua   capitale  e  alla  $ine  venga  ucciso. A   poco   più   di   trent'anni   di  distanza   da   quel   tragico   evento.

Il   documentario   non   dà   risposte   che.  principalmente   di  quelle   vittime   il   cui  nome   non   è   famoso  e   che.   Ilaria   Moroni).   anziché   fuggire   rapidamente.   come   se   non   avessero   nemmeno   un   nome.  Aldo   Moro.  nella   convinzione   che   ogni   passo   in   più   verso   la   verità   è   un   contributo   al  rafforzamento   della  democrazia.   $inora.   brani   teatrali   e   interviste   a   storici   (Giuseppe   De   Lutiis.  ma  solleva   tutti  i  dubbi   e  le   domande  che   attendono  ancora  una  risposta.  Eppure   ancora   molti  sono  i  misteri  che  lo  circondano. Sembra   che  su   quell'evento  si  sia   deciso  di  far  calare  il  velo  dell'oblio. Lo   fa  trattando  una  materia  che   ha   tutta  l'inesorabilità   della  tragedia  greca.   familiari   delle   vittime   (Agnese  Moro.   i   terroristi  si   attardarono  a   $inire  tutti  gli  uomini  della   scorta   con  un  colpo  di  grazia?   Cosa   faceva   un   uf$iciale   dei   servizi   segreti   quella   mattina   sul   luogo   dell'agguato?   Perché   le   Brigate   rosse   collocano  il   loro   covo   in   uno   stabile   dove   ben   24   appartamenti   sono   riconducibili  ai  servizi  segreti?. A   comporre   gli   85   minuti   del   documentario.  non  è  mai  stata  nemmeno  ascoltata.  è   la  voce   dei  familiari  delle  vittime.  in   Italia...php?news=31776&category=3 Soprattutto.http://www.  ciò  che   accadde  nel  cuore  di  Roma   il   16  marzo   1978.  collaboratori  di  Aldo  Moro  (Corrado  Guerzoni).   nemmeno   la   Magistratura   ha   saputo   dare.  quello  che   seguì  nel  corso  di  55  giorni  Lino  al  rinvenimento  del  cadavere   di  Moro  la  mattina  del  9  maggio. Come   facevano   le   Brigate  rosse  a  sapere  il  luogo  preciso  in   cui  Moro  sarebbe  passato   la   mattina   del  16   marzo   1978?   Perché.   IL  DOCUMENTARIO A   poco   più   del   trentesimo   anniversario   della   strage   di   via   Fani   e   dell'assassinio  dell'on.  in   genere   vengono   genericamente   menzionate   come   "uomini   della   scorta".  i  cosiddetti  "anni  di  piombo".   che   alterna   ritmi  frenetici   a   momenti   di   un   lirismo  struggente  e  che  trascina  lo  spettatore  in  un   vortice  di  fatti  e  persone   da  cui   si  esce  con  una   maggiore   consapevolezza   di  ciò   che   avvenne   e  di  ciò  che  furono.   un   rapido   alternarsi   di   immagini   di   repertorio   dall'archivio   RAI   (grazie   alla   collaborazione   con   TECHE   RAI).it/news/read_news.   che   è   stata   dimenticata  perché..  Maria  Ricci).  magistrati  che  indagarono  (Rosario   Priore).   con  uno   stile   rapido.   incalzante   e   coinvolgente..studio93.   membri   delle   Commissioni   parlamentari   d'inchiesta   (Sergio   Flamigni).  ex  brigatisti   (Alberto  Franceschini). .  spesso.  questo  documentario  intende  contribuire  a   far   conoscere  alle  nuove  generazioni   che  non   hanno   vissuto   quegli  anni  e  a  far   ricordare  a  quelli  che  "c'erano".

  sarebbe   bellissimo.   regia   e   storia   del  cinema   e   del   teatro   in   diversi   corsi   di   formazione   per   attori   e   per   insegnanti   delle   scuole   materne   ed   .   ma   io   ritengo   che   "se   ci   fosse   luce"   anche   su   quanto   avvenne  in  quei  55  giorni  che   lo  videro  prigioniero  delle  Brigate   rosse.  evidentemente.  Vecchioni.  è   ben   diversa   da   quella  giudiziaria.   L'AUTORE Giancarlo  Loffarelli  (Sezze.   Laureato   in   Filoso$ia   presso   l'Università   "La   Sapienza"   di   Roma   e. Utilizzo   una  colonna  sonora  che   ha  due  funzioni:  sottolineare  emotivamente  i  diversi   momenti  (Shostakoviè  e  Mozart)  ed  evocare   le   atmosfere  del  tempo  (brani  musicali   usciti  nel  1978:  De  André..  Con   essa  ha  $irmato  numerose  regie..  qui   si  riferisce   alla  luce  sovrannaturale  che  la  sua   profonda   fede   gli   fa   sperare.   in   Lettere   (presso   il   Dipartimento   di   Musica   e   Spettacolo)   con   tesi   di   laurea   in  Storia  e  critica  del   Cinema.  in  quel  tempo.   avvalendomi   della   preziosa  consulenza  dell'Archivio  Flamigni.  uno  dei  fatti  più  importanti  della  nostra  storia  recente.studio93.  sceneggiatore  e   regista. Svolge   attività   di   docenza   di   recitazione.  in  diversi   archivi. L'ho   pensato  e   scritto   in   modo   che   chiunque   possa   seguirne   lo   sviluppo.  1961)   è   drammaturgo.   anche   se   totalmente   privo   di  una   qualsiasi   informazione   preliminare   sulla   vicenda.   come   ci   si   vedrà   dopo.   ho   scritto   la   sceneggiatura   del   documentario  SE  CI  FOSSE  LUCE  (I  misteri  del  caso  Moro).  E'  direttore  artistico   dell'associazione  culturale   "Le  colonne".  De  Gregori.   vorrei  capire.  Da   circa   cinque   anni  ho   cominciato  a  studiarlo  con   maggiore  profondità:  ho  letto  tutto  quello  che  in  materia   è  stato   pubblicato  e   tutto  quello  che.   attiva  dal  1979   nel  campo  della   ricerca  teatrale  e  cinematogra$ica.  ci  si  potrebbe   avvicinare   molto   di  più   a   una   verità   che."  Moro.php?news=31776&category=3 NOTE  DELL'AUTORE Mi  sono   interessato  al   cosiddetto  "caso   Moro"   da   sempre. Sulla   base   di   questo   studio.  sia  del   materiale   processuale   (5   processi   hanno   prodotto   una   mole   impressionante   di   materiali)   che   delle   Commissioni   parlamentari   d'inchiesta.it/news/read_news.   Se   ci   fosse   luce.http://www.  a   trent'anni  di  distanza.  era   possibile  leggere.   con   i   miei   piccoli   occhi   mortali.   probabilmente   il   delitto   politico   più   sconvolgente   compiuto   a   Roma   dopo   l'assassinio  di  Giulio  Cesare.  Guccini).   non   era  ancora  neppure  nato.   nell'arco   di   un   anno. Il   titolo   è   una  frase   che  Moro  stesso  scrive   nell'ultima   lettera   alla  moglie  dal  carcere   brigatista   (una   lettera   recapitata   alla   famiglia   il   5   maggio   1978):   ".   sempre   presso   la   stessa   Università.   proprio   perché  mi  interessa  particolarmente  contribuire  a  far   conoscere   a  chi.

  è   in   scena   la   sua   commedia   Un   albergo  molto  strano. Ha  collaborato  come  critico  teatrale  e  cinematogra$ico  alla  rivista  "Tempo  presente".  Realizza   il  cortometraggio  La  panchina.  Oedipus  der  Tyrann  di  Friedrich  Holderlin.   dramma.http://www.  il  testo  è  tradotto  e   . Nel   giugno  1995  la  sua  commedia   Meglio   questa!  è  in   scena   al  "Teatro  dei  Satiri"   di   Roma.   quasi   una   tragedia   vince   il   Premio   di  drammaturgia  "Titta  Zarra"  (giuria   presieduta  da   Gianni  Borgna).  Realizza  il  cortometraggio  La  prima.   Malombra   da   Antonio  Fogazzaro. Nel   campo   delle   discipline   dello   spettacolo.  da  sue  sceneggiature. Ha   scritto   e   diretto   adattamenti  da   racconti   e   romanzi   quali   Quaderni   di  Sera$ino   Gubbio   operatore   da   Luigi   Pirandello.studio93.  Realizza  il  cortometraggio  L'angelo  sigillato.   nel   giugno   1996.  Realizza  il  cortometraggio  Un  paese. Nel   mese   di  ottobre   1999   la   sua   commedia   Meglio   questa!   va   in   scena   all'interno   della   manifestazione   "Enzimi"  organizzata  dal  Comune  di  Roma.  1994)  e  la  commedia  La  donna   di  Boemia  (Latina.   a   partire   dal   2004   con   l'Università  degli  Studi  "La  Sapienza"  di  Roma.it/news/read_news.         Nel   1991.   con   il   testo   teatrale   Commedia.   riceve  il   premio  "Protagonisti  del   teatro"   del   "Festival   del   teatro   italiano"   (direzione   artistica   di   Franco   Portone   e   Renato  Giordano). Pubblica  in  volume  la  commedia  Opera  buffa  (Latina.  anche  come  regista.   medie  e  superiori  sull'uso   didattico  del  teatro. Nel   mese  di  agosto  1999.   Le   notti   bianche   da   Fedor   M.  nonché   diversi   laboratori   teatrali. Ha  curato   la   traduzione  in  italiano  di  diverse  opere  quali:  Mourning   becomes  Elettra   di   Eugene   O'Neill.   Dostoevskij. Nel   marzo   del   1999   vince   il   premio   come   "Miglior   autore"   alla   Rassegna   "Drammaturgia   emergente"   con   la   commedia   I   Lieder   di   Schumann   (giuria   presieduta  da  Aldo  Nicolaj).php?news=31776&category=3 elementari.  per   la  stessa   commedia. Sul  n°  523  del  giugno  1992  della   rivista   "Sipario"   viene  pubblicato  il  suo  dramma   Il   silenzio  e  le  voci.   Presso   lo   stesso   teatro.  anche  per  detenuti  e  malati  mentali. E'   stato   allievo   di   Ugo   Pirro   per   quanto   riguarda   l'attività   di   sceneggiatore   e   ha   realizzato  cortometraggi.  I   delitti  della   rue   Morgue   da   Edgar   Allan   Poe.  1995).   Tailleur   pour   dames   e   Chat   en   poche  di  Georges  Feydeau.   Senilità   da   Italo  Svevo.   Our   town   di   Thornton   Wilder.   collabora.

Ancora  nel  2007  realizza  il  cortometraggio  Un  altro  uomo. Nel  2007  debutta   presso   il  Teatro  "D'Annunzio"   di   Latina   il  suo  testo   teatrale   Se   ci   fosse   luce  (i  misteri   del  caso   Moro).   realizza   il   documentario   Karibu   (sui   rifugiati   politici  africani  in   Italia). Nel   maggio   2008   alla   $iera   del   libro   di   Torino   viene   presentato   il   suo   romanzo   Il   colpevole  è  Maigret  (Torino.   ancora   con   il  testo   I   Lieder   di   Schumann   vince   il   premio   quale   miglior  autore  al  Premio  Nazionale   "Giorgio  Totola"  di  Verona.  un   testo  teatrale   scritto   a   quattro  mani   con  l'inviato  di  guerra  della  RAI  Franco  Di  Mare.  una   Menzione   speciale   a   "Napoli   drammaturgia   in   Festival"   (giuria   presieduta   da   Manlio   Santanelli).php?news=31776&category=3 pubblicato  in  lingua  russa.  Nel  mese   di  settembre  2000. Nel  dicembre   2000  riceve   il   secondo  premio  al  Premio   "Vallecorsi"  di  Pistoia   con  la   commedia  Una  storia  da  lontano.  2008).  La  stessa   commedia. Sempre  nel  2008  realizza  il  documentario  L'ultimo  pastore.it/news/read_news.  Il  testo  viene   segnalato  dalla  giuria   presieduta   da  Marco  De Marinis   alla  XV   edizione   del  Premio  nazionale   per   la   drammaturgia   "Ugo  Betti"  nel   maggio  2008. Nel   maggio   2004.  a  Roma  presso  il  Teatro  Testaccio.  la   sua  commedia   Radio  Zero   va  in  scena  all'interno  della  manifestazione  "Enzimi"  in  forma  di  mises  en  espace.  Realizza  lo  spot  pubblicitario  per  l'azienda  "Cofax" Nel  maggio   del  2001   riceve.http://www.  per   la   commedia   I  Lieder  di  Schumann. Nel   novembre  2002.  a   Salerno   e   a   Verona   dalla   Compagnia   "Delitto  d'autore"  ed   è   stata   tradotta   in   lingua   turca  per  il  Teatro  Stabile  di  Istanbul  e  in  lingua  francese  per  l'Università  di  Nizza.   nel   frattempo.  il  suo   testo  Un  altro  uomo   è   vincitore   della  XXVIII  edizione  del   Premio  Nazionale  di  teatro  "Fondi  La  Pastora". Sempre   nel   2006.studio93.  è  stata   rappresentata   a  Roma   presso   il  Teatro   Tirso  e   al  Festival  del   Teatro  italiano  dalla   Compagnia  "Marte  2010". .  2005). Nel   marzo   2005   viene   presentato   alla   Fiera   del  libro   di   Torino   il   suo   romanzo  Lo   scrigno  (Torino. Nel  febbraio  2006  debutta   Amira   e  gli  altri.