You are on page 1of 88

ISTITUTO SINDACALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO

promosso dalla

BILANCIO SOCIALE 2012
PROGETTI ISCOS NAZIONALE E REGIONALI
____________________________________

ORGANIZZAZIONE NON GOVERNATIVA ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITÀ SOCIALE

www.iscos-cisl.org Bilancio Sociale certificato dalla Società ITALREVI S.p.A. approvato dal Consiglio Direttivo riunitosi in Roma il 11/04/2013 IX° edizione Il bilancio dell’Istituto non è sottoposto a vincoli di pubblicità se non quello volontario con la pubblicazione all’interno del sito istituzionale, all’indirizzo www.iscos-cisl.org/bilanciosociale ISCOS Istituto Sindacale per la Cooperazione allo Sviluppo promosso dalla CISL – Confederazione Italiana Sindacati dei Lavoratori Associazione non a scopo di lucro costituita il 23.11.1983 ONG riconosciuta idonea dal Ministero per gli Affari Esteri Italiano DM n. 128/4173 del 21.12 .1985 e successive modificazioni, ex art. 28 legge 49/1987 con Decreto Ministeriale n. 1988/128/4159/2D del 14/09/1988 e DM n. 1989/128/002963/4 del 19.10.1989 Aderente a:

Sede Nazionale Largo A. Vessella, 31 - 00199, Roma, Italia www.iscos-cisl.org - iscos@iscos-cisl.org – PEC: iscoscisl@pec.it tel +39 06 44341280 - fax +39 06 49388729 C.F. 97028820583 Sede Legale: Via Po 21, 00198 Roma Organi societari e di controllo Presidente: Legale rappresentante, compenso non previsto da statuto Consiglio di amministrazione: Membri: 9 N° di assemblee annuali:6 Collegio Sindacale: Membri: 3 N° incontri collegio: 8 Compensi: non previsto da statuto Compensi: rinuncia l’intero mandato per

Società di revisione: Italrevi S.p.A, compenso euro 14.200 Donazioni Online: www.iscos-cisl.org C/c Postale 68901008: ISCOS – Istituto Sindacale per la Cooperazione allo Sviluppo Banca Popolare Etica IBAN: IT48 J050 1803 2000 0000 0101 547 – ISCOS Solidarietà

2

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISTITUTO SINDACALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO
promosso dalla

ORGANIZZAZIONE NON GOVERNATIVA ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITÀ SOCIALE

ALLEGATO “INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI”
BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2012

A) ISCOS NAZIONALE ............................. 5 B) ISCOS REGIONALI ............................ 57

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

3

A) ISCOS NAZIONALE
INFORMAZIONI E DATI SUI PROGETTI ...................... 6 PROGETTI MULTINAZIONALI ...................................... 7 AFRICA ........................................................................ 13 AMERICA CENTRALE................................................. 22 AMERICA DEL SUD .................................................... 32 ASIA ............................................................................. 40 EUROPA E MEDITERRANEO ..................................... 53

ISCOS NAZIONALE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

5

Informazioni e dati sui progetti
Nelle pagine successive sono rappresentati i principali indicatori quantitativi e qualitativi riferiti ai singoli progetti realizzati ed in corso di realizzazione, suddivisi per Area geografica d’intervento. L’ISCOS ha concentrato la propria attività istituzionale attraverso la realizzazione di 33 progetti di cooperazione e di educazione allo sviluppo interessando le popolazioni dei principali continenti come meglio evidenziato nella seguente tabella:

2012 A rea geografic a Numero progetti Paese d'intervento

Multinazionali

5

Moldavia Ucraina Macedonia - Bulgaria - Romania

Macedonia - Serbia - Montenegro -Kosovo - Moldavia - Bulgaria Bolivia - Colombia - Ecuador - Perù Belgio - Rep.Ceca - Francia - Italia - Romania Spagna A fric a 5 Mali, Mozambico,Senegal

A meric a Centrale A meric a del Sud

5 5

Repubblica Dominicana,Haiti, Salvador Argentina, Brasile, Uruguay, Perù

A sia Europa Totale interventi

10 3 33

Pakistan, Thailandia/Birmania, Cina,India Turchia, Italia

6

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE INFORMAZIONI E DATI SUI PROGETTI

PROGETTI MULTINAZIONALI

Area geografica

N° progetti
5 EEL HO

Paese d'intervento

Titolo progetti

Multinazionali

Bolivia - Colombia - Ecuador - Coesione sociale e produttiva attraverso l'agriturismo per i territori rurali della regione andina Perù Belgio - Repubblica Ceca Francia - Italia - Romania Spagna M acedonia - Bulgaria Romania M acedonia - Serbia M ontenegro - Kosovo M oldavia - Ucraina Decent Work for All! M aking migration work for development

HP HQ RR

Rafforzamento e coordinamento nel dialogo sociale e contrattazione collettiva nell'indutria leggera dei nuovi stati membri e quelli candidati Potenziamento delle capacità delle donne lavoratrici e creazione di reti nei Balcani occidentali Alternative per i lavoratori migranti:progetto pilota in Ucraina e M oldavia

I principali dati economici e finanziari al 31 dicembre 2012 dei singoli progetti sono evidenziati nella seguente tabella:
Fondi vincolati su progetti al Oneri su progetti sostenuti nel 2012 Impegni residui su progetti 2012 31/12/2012 Situazione per Area Residui Crediti per Impegni di Impegni di spesa Geografica Anticipazioni di Oneri sostenuti su finanziamenti da finanziamenti spesa residui residui Altri spesa su progetti progetti spendere da incassare ISCOS 2012 2012 Progetti multinazionali 151.926 70.302 158.428 8.590 15.585

ISCOS NAZIONALE PROGETTI MULTINAZIONALI

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

7

(EEL) BOLIVIA – COLOMBIA – ECUADOR – PERU’ Coesione sociale e produttiva attraverso l’agriturismo per i territori rurali della regione andina
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Obiettivo generale: Sviluppare un progetto triennale destinato nelle varie tappe a creare una rete di agriturismi nei paesi andini; promuovere il turismo interno e interregionale diversificando l’offerta mediante la valorizzazione dei territori che possiedano le caratteristiche atte a essere sfruttate da un turismo eco-sostenibile; offrire nuove opportunità di sviluppo alle comunità rurali escluse dalle rotte turistiche tradizionali; Obiettivi specifici:   dotare le piccole comunità rurali di uno strumento innovativo di sviluppo rappresentato dall'afflusso di turisti. educare le popolazioni vulnerabili ad un turismo naturale, in contrapposizione al turismo tradizionale che in America latina generalmente è accessibile e praticato dalle classi sociali maggiormente privilegiate. Verifica della situazione locale in materia di potenzialità turistica Organizzazione dei produttori in reti/associazioni Formazione introduttiva sull’Agriturismo e le possibilità di sviluppo economico in collaborazione con operatori turistici locali Corsi di Formazione per gli operatori locali sulla gestione e promozione dell’agriturismo. Formazione di tecnici delle cooperative agricole e delle associazioni di categoria che si occuperanno della promozione dell’agriturismo di trasferire le informazioni e gli strumenti necessari.

Attività

    

Partner Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

IILA, IICA IILA, Ministero degli affari Esteri italiano Data di inizio: 1 marzo 2011 Coordinatori: 0 Coordinatori: 5 Data di fine: 31 dicembre 2011 Tecnici: 3 Tecnici: 12

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

10.000 10.000   10.000 10.000 100% Finanziamenti Apporti ‐ ‐

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

10.000

10.000 (10.000) 0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

-

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

ISCOS NAZIONALE PROGETTI MULTINAZIONALI

-

8

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

(HO) BELGIO, REPUBBLICA CECA, FRANCIA, ITALIA, ROMANIA, SPAGNA Decent Work for All! Making migration work for development
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Diritti umani e democrazia Contribuire alla conoscenza e comprensione del nesso tra lavoro dignitoso, migrazione e sviluppo In ambito formativo, organizzazione di seminari con studenti e docenti delle università; produce materiali per insegnanti e formatori sul tema del lavoro dignitoso. In ambito sindacale, attività di informazione rivolta ad attivisti, operatori dello sviluppo e sindacalisti. In ambito politico-istituzionale, promozione di tavole rotonde con attori politici ed istituzionali sulle politiche di cooperazione allo sviluppo, gli Obiettivi del Millennio e l’agenda per il lavoro dignitoso per l’individuazione di risoluzioni specifiche che impegnino gli interlocutori. Con riferimento la più ampia società civile, ISCOS partecipa e diffonde materiale informativo in occasione di eventi, convegni e manifestazioni pubbliche; collabora ad attività di ricerca sui flussi migratori. Solidar (capofila), Progetto Sviluppo Italia, ADO SAH ROM Romania, Czech Council on Foreign Relations, Pour la Solidarité asbl Belgio, Solidarité Laïque Francia, ISCOD Spagna Opinione pubblica italiana Commissione Europea Data di inizio: 1 gennaio 2010 Coordinatori: 1 coordinatore ISCOS Data di fine: 31 dicembre 2012 Tecnici:

Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

65.890

46.240   46.240   19.650  19.650  

46.240 19.650 100% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

46.240

45.339 (46.240) 0 (901)
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

901

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

19.650

19.650 (19.650) -

-

-

ISCOS NAZIONALE PROGETTI MULTINAZIONALI

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

9

(HP) MACEDONIA – BULGARIA - ROMANIA Rafforzamento e coordinamento nel dialogo sociale e contrattazione collettiva nell’industria leggera dei nuovi stati membri e quelli candidati
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Diritti umani e democrazia Rafforzamento del dialogo sociale nel settore dell’ndustria leggera 4 seminari di scambio di informazioni sulla situazione attuale dell’industria leggera sulle questioni di maggiore importanza che i diversi settori presi in considerazione e studio comparativo dei dati statistici e legislativi. Alla fine di questa prima parte di attività si svolgerà una conferenza finale per presentare a tutti gli attori a livello europeo risultati e possibilità future nell’industria leggera. FEMCA CISL (Italia), ETUF:TCL(federazione europea), FOSIL Citub (Bulgaria), STKC(FYROM), PELTRICONTEX-Fratia e UNICONF – Cartel Alfa (federazioni di settore Romania, FEPAIUS (associazione datoriale di settore Romania) 120 delegati sindacali firmati Commissione Europea Data di inizio: 1/12/2011 Coordinatori: Data di fine: 30/11/2012 Tecnici:

Partner

Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

107.987

86.391 86.391     21.596   21.596  

86.391 21.596 100% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

86.391

40.188 (86.391) 0 (46.203)
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

46.203

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

21.596

7.321 (7.321) -

-

14.275 (14.275) -

10

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE PROGETTI MULTINAZIONALI

(HQ) MACEDONIA – SERBIA – MONTENEGRO – KOSOVO – MOLDAVIA- FYROM Potenziamento delle capacità delle donne lavoratrici e creazione di reti nei Balcani occidentali
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Diritti umani e democrazia Rafforzamento delle reti di donne sindacaliste nei Balcani occidentali Il progetto si articola in due anni di attività con una serie di seminari nazionali in Macedonia, Serbia, Montenegro, Bosnia, Kosovo e una conferenza finale a livello regionale alla fine dell’ultimo anno per creare un rafforzamento a due livelli dei network. Nella seconda parte del progetto una serie di campagne di sensibilizzazione a livello nazionale saranno diffuse su tutto il territorio con i fine di sensibilizzare la popolazione sui maggiori problemi che le donna lavoratrici si trovano ad affrontare. La fine delle attività vedrà la realizzazione di una conferenza finale su risultati e sviluppo di progetti futuri. PERC – ITUC (comitato per l’Europa dell’est della Confederazione Internazionale dei Sindacati), Nezavisnos (Serbia); KSS, SSM, UNASM (FYROM), Confederation of trade Unions of Montenegro (Montenegro), BSPK (Kosovo), SSSBiH (Bosnia Herzegovina), CNSM (Moldavia), CITUB (Bulgaria). 50 delegati sindacali formati sulle questioni di genere e pari opportunità e sulla creazione di campagne di sensibilizzazione. Commissione Europea Data di inizio: 01/12/2011 Coordinatori: Data di fine: 30/11/2013 Tecnici:

Partner

Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

238.924 191.139  191.139 47.785 56% Finanziamenti Apporti 109.515  47.785   23.609 

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

191.139

86.317 (109.515) 0 (23.198)
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

104.822

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

47.785

17.785 (9.194) 8.590

-

30.000 (14.415) 15.585

ISCOS NAZIONALE PROGETTI MULTINAZIONALI

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

11

(RR) MOLDAVIA, UCRAINA Alternative per lavoratori migranti: progetto pilota in Ucraina e Moldavia
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale Diritti umani e democrazia Rafforzare i canali legali per la gestione dei flussi migratori dalla Moldavia e dall’Ucraina verso l’Italia Creazione di uffici di sostegno per i lavoratori migranti a livello territoriale nei paesi beneficiari e servizio di job matching Confederazioni sindacali Ukraine (FPU e KVPU) e Federazioni di settore (costruzioni, educazione e chimici) in Moldavia 60 operatori sindacali e lavoratori migranti Commissione Europea Data di inizio: Febbraio 2008 Coordinatori: 1 Coordinatore ISCOS Coordinatori: 1 project manager Data di fine: Settembre 2011

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)
COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto 562.485 150.777 100% Finanziamenti Apporti QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

713.262

562.485  562.485  150.777   150.777  

Spese  sostenute Apporti sostenuti

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

562.485

562.485 (562.485) 0 0,0000
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

-

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

150.777

65.229 (65.229) -

85.549 (85.549) -

12

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE PROGETTI MULTINAZIONALI

AFRICA

Area geografica
AFRICA

N° progetti
5 NC LLJ LLO LLK NNK

Paese d'intervento

Titolo progetti

M ALI M OZAM BICO

SENEGAL

Programma di miglioramento del reddito e della sicurezza alimentare delle famiglie contadine attraverso la valorizzazione della filiera della produzione della patata nelle regione di Sikasso Rafforzare il sindacato per la promozione dei diritti dei lavoratori nella provincia di Tete-M ozambico Appoggio alla Commissione Consultiva del lavoro (CCT) del M ozambico formazione e assistenza tecnica Imparare a partecipare: il Forum tripartito di consultazione e concertazione sociale nelle Province per un autentico dialogo sociale Formazione quadri responsabili sindacali CNTS

I principali dati economici e finanziari al 31 dicembre 2012 dei singoli progetti sono evidenziati nella seguente tabella:
Fondi vincolati su progetti al Oneri su progetti sostenuti nel 2012 Impegni residui su progetti 2012 31/12/2012 Situazione per Area Residui Crediti per Impegni di Impegni di spesa Anticipazioni di Oneri sostenuti su Geografica finanziamenti da finanziamenti spesa residui residui Altri spesa su progetti progetti spendere da incassare ISCOS 2012 2012 Africa 33.203 1.046.676 225.487 158.899 110.684

ISCOS NAZIONALE AFRICA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

13

(NC) MALI Programma di miglioramento del reddito e della sicurezza alimentare delle famiglie contadine attraverso la valorizzazione della filiera della produzione della patata nella regione di Sikasso
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Migliorare lo stato nutrizionale e la redditività delle comunità rurali più vulnerabili della provincia di Sikasso, attraverso la promozione della filiera della patata. In particolare si intende rafforzare le capacità cooperative dei produttori e ottimizzare la produzione, lo stoccaggio e la conservazione del prodotto  Sensibilizzazione, informazione, formazione e sostegno ai produttori in materia di formalizzazione, gestione e funzionamento delle loro cooperative e delle unioni comunali di cooperative federate nel APPS (Association des Producteurs de Pomme de terre de Sikasso); Formazione e assistenza tecnica alle cooperative dei produttori per la produzione, lo stoccaggio e la conservazione delle patate; Formazione e accompagnamento delle cooperative di produttori nell’organizzazione di una rete per la commercializzazione delle patate nei mercati nazionali e dei paesi limitrofi; Introduzione di un meccanismo di trasferimento di conoscenze e di pratiche idonee in ambito di nutrizione, di monitoraggio e di valutazione dello stato nutrizionale dei gruppi vulnerabili nei 97 villaggi della provincia di Sikasso coinvolti nella produzione di patate

Attività

  

Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

APPS, Cikela Jigi, Mali Yiriden, A.MA.TE.VI Circa 10.770 aziende agricole familiari dei 97 villaggi di Sikasso Ministero Affari Esteri, ISCOS Data di inizio: 11 gennaio 2010 Coordinatori: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: 30 aprile 2013 Tecnici: 1 Tecnici: 15

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

1.127.145

780.415  700.256 346.730  322.499 

780.415 346.730 91% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

780.415

726.160 (700.256) 25.905 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

54.254

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

346.730

171.930 (147.699) 24.231

-

174.800 (174.800) -

14

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AFRICA

Raccolta Fondi Tete Mozambico
È proseguita nel 2012 la Campagna di solidarietà “Rafforzare il sindacato per la promozione dei diritti dei lavoratori nella provincia di Tete” (Mozambico), lanciata nel 2010. Infatti, la provincia continua a vivere un momento di forte espansione soprattutto con l’arrivo di imprese minerarie, in particolare le multinazionali come la brasiliana Vale, l’australiana Riversdale e l’indiana tata-Steel, per citarne alcune. Sono state registrate oltre 700 nuove aziende con la creazione di circa 60 mila nuovi posti di lavoro. E’ evidente che in questo contesto i sindacati si trovano in difficoltà nel seguire cambiamenti così radicali e repentini. L’obiettivo è di fornire ai sindacati, attraverso la formazione, le conoscenze necessarie per aumentare le loro e capacità negoziali e di gestione; un’appropriata conoscenza sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, oltre fornire loro dei mezzi necessari: moto e computer. Alla Campagna hanno risposto positivamente ISCOS Emilia Romagna e ISCOS Lombardia.
RACCOLTA FONDI PROGETTO TETE MOZAMBICO 36.556 Importi in euro RACCOLTA FONDI Spese sostenute a valere sulla Raccolta per azioni su progetto Residui da spendere 36.556 (29.258) 7.298

ISCOS NAZIONALE AFRICA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

15

(LLJ) MOZAMBICO Rafforzare il sindacato per la promozione dei diritti dei lavoratori nella provincia di Tete-Mozambico
Settore d’intervento Obiettivo(i) Diritti umani e democrazia Obiettivo generale: migliorare le condizioni dei lavoratori della provincia di Tete, promozione dei loro diritti e di una migliore relazione con le imprese. Obiettivo specifico: rafforzare le capacità dei sindacati nella provincia di Tete attraverso la formazione e la condivisione delle conoscenze.  attività di formazione sulle metodologie di comunicazione e trasmissione delle conoscenze e la legge del lavoro mozambicana;  attività di formazione sulla negoziazione e il dialogo sociale con una valutazione dell’impatto degli incontri svolti nei luoghi di lavoro dai delegati dei distretti e monitorati dai rappresentanti della città di Tete;  incontri nei luoghi di lavoro con attenzione alle tematiche di salute e sicurezza;;;  distribuzione di materiali durante i seminari e gli incontri (copie della legge del lavoro e altro materiale preparato dai sindacati sulla negoziazione);  preparazione di un report di valutazione dei corsi di formazione e degli incontri Le confederazioni sindacali della provincia di Tete - l’Organizzazione dei Lavoratori del Mozambico (OTM) e la Confederazione dei Sindacati Liberi del Mozambico (CONSILMO). Nel caso della OTM, è stato messo a disposizione del coordinatore del progetto uno spazio di lavoro all’interno della sede di Tete. Diretti: 60 tra dirigenti, i delegati e i lavoratori appartenenti alle confederazioni sindacali OTM e CONSILMO della provincia di Tete-Mozambico Indiretti: i lavoratori e la popolazione della provincia di Tete-Mozambico ISCOS Emilia Romagna e ISCOS Lombardia Data di inizio: ottobre 2010 Data di fine: dicembre 2013

Attività

Partner

Beneficiari

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Coordinatori: 1

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

36.556 ‐ ‐

36.556  

29.258  

36.556 80%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

0 IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

-

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

36.556

36.556 (29.258) 7.298

-

-

16

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AFRICA

(LLO) MOZAMBICO Appoggio alla Commissione del Lavoro (CCT) del Mozambico: formazione e assistenza tecnica
Settore d’intervento Obiettivo(i) Diritti umani e democrazia Obiettivo generale è il sostegno istituzionale: migliorare la capacità delle istituzioni Mozambicane (Governo, Parlamento) di definire le politiche economiche e sociali dello Stato con particolare riferimento al mondo del lavoro. Obiettivi specifici: incremento dell’efficacia della CCT (Commissione Consultiva del Lavoro) nell’espletamento del suo ruolo istituzionale attraverso il miglioramento delle capacità tecniche degli addetti; formazione specifica sui temi da trattare; accrescimento dell’efficacia del processo negoziale di concertazione sociale. Il progetto è concluso e sono stati centrati tutti gli obiettivi che erano:  Miglioramento della sede della CCT: arredamento della sala riunioni, del centro di documentazione; interventi di opere civili (riparazioni murarie, infissi ed impianti elettrici);  corsi di Formazione dei rappresentanti delle parti sociali nominati in seno alla CCT sul processo di presa di decisione in situazione di conflitto di interessi;  Realizzazione di studi specifici: saranno realizzati cinque studi specifici di natura giuridica, economica e sociale su altrettanti temi d’interesse nazionale, considerati prioritari da parte della CCT. Gli studi saranno condotti da consulenti nazionali qualificati e selezionati sulla base di termini di riferimento messi a punto dalla direzione operativa del progetto, in accordo con la CCT;  Realizzazione di studi e seminari monotematici sugli argomenti oggetto di studi specifici e sui temi proposti. I seminari saranno tenuti in preparazione delle sessioni della CCT in cui i temi stessi verranno dibattuti in sede ufficiale e negoziale;  15 seminari Provinciali su temi d’importanza strategica, per consentire di portare “in periferia” il dibattito sui temi considerati prioritari a livello nazionale;  Realizzazione di seminari regionali di consultazione tripartita su temi specifici;  un Seminario Internazionale sul dialogo sociale (la negoziazione tripartita) con i seguenti argomenti: i vantaggi e i limiti della negoziazione tripartita, l’esperienza negli altri paesi Africani, l’esperienza italiana ed europea, le prospettive del Dialogo Sociale in Mozambico;  un periodo di stage internazionali presso il CNEL e l’OIL per i partner sociali e il Segretario tecnico della CCT;  Approntamento, presso la sede della CCT, di una biblioteca con ufficio per i documentaristi. Le attrezzature comprendono computer, stampante, scanner ecc. e il collegamento ad Internet. È prevista inoltre la fornitura di materiale bibliografico: previa ricerca e selezione di libri e riviste di interesse verrà finanziato l’acquisto dei titoli scelti e l’abbonamento alle riviste selezionate, che verranno successivamente catalogati;  Allestimento di un Centro di Documentazione presso la CCT e formazione del personale per la gestione del centro biblioteca. È previsto inoltre il finanziamento del l’acquisto del materiale bibliografico per il centro di documentazione: di mobili, attrezzature e mezzi di trasporto per la sede centrale;  Diffusione dell’informazione: strutturazione di focal point, collegati in rete, completi di adeguata attrezzatura informatica. Personale adeguatamente formato, dodici persone che parteciperanno a corsi ad hoc, si occuperà del funzionamento della struttura. È previsto inoltre l’acquisto di computer e accessori per i focal point decentrati;  realizzazione del “sito web” della CCT. Ministero del Lavoro, Comissão Consultiva do Trabalho (CCT) Diretti: Commissione Consultiva del Lavoro, Ministero del Lavoro, quadri sindacali ed imprenditoriali per un totale di 2.545 persone. Indiretti: 2.700 imprenditori, 258.261 aderenti ai sindacati, 500.000 circa lavoratori; il Governo e più in generale la popolazione che beneficerà di norme, leggi e scelte sociali più adeguate ai loro bisogni e necessità. Ministero Affari Esteri, ISCOS Data di inizio: Agosto 2007 Coordinatori: 1 Coordinatori: 2 Data di fine: 15 luglio 2011 Tecnici: 1 + 3 formatori Tecnici: 25 formatori esperti in varie materie

Attività

Partner Beneficiari

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

ISCOS NAZIONALE AFRICA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

17

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

984.943

685.856  

685.856   299.088   299.088  

685.856 299.088 100% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

685.856

685.856 (685.856) 0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

0

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

299.088

127.668 (127.668) -

-

171.420 (171.420) -

18

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AFRICA

(LLK) MOZAMBICO Imparare a partecipare: il Forum tripartito di consultazione e concertazione sociale nelle Provincie per un autentico dialogo sociale
Settore d’intervento Obiettivo(i) Diritti umani e democrazia Dialogo sociale come strumento di mediazione per la prevenzione dei conflitti. Rafforzamento dei Forum tripartiti in tutte le province con formazione, realizzazione di studi, ricerca sulla responsabilità sociale delle e nelle imprese nazionali e internazionali. Una delle maggiori sfide affrontate dalle istituzioni del dialogo sociale come la Commissione consultiva del lavoro (CCT) è la mancanza di capacità di negoziazione o abilità, il che significava che le deliberazioni non sono bilanciati e generalmente negativo. Inoltre, vi è un meccanismo appropriato di coordinamento tra TDC e le istituzioni provinciali di dialogo sociale. Il terzo problema è legato alla preoccupazione espressa è che la costituzione di TDC escludere altri gruppi sociali il cui coinvolgimento potrebbe aggiungere valore per lo sviluppo di politiche sociali ed economiche. Migliorare le condizioni di lavoro promuovendo attività che mirano alla promozione dei diritti dei lavoratori migliorando il rapporto con le imprese e lo stato, attraverso l’acquisizione di abilità volte al miglioramento delle capacità negoziali e all’inclusione.  Seminari regionali sul Dialogo Sociale Le province possono beneficiare delle situazioni/risorse dalla/e provincia/e che hanno più esperienza;  Formazione sulla prevenzione dei conflitti e dialogo sociale a tutti i livelli: nazionale, provinciale e distretti;  5 studi su: miglioramento delle condizioni di lavoro, salari, salari minimi, impatto della legislazione del lavoro: impiego imprese,  Formazione sul ruolo della donna in ambito lavorativo e presa di decisioni  Formazione sulla legge del lavoro  Ricerca sul Dialogo sociale e responsabilità sociale delle e nelle imprese locali e straniere nella provincia di Tete  Giornate sul Dialogo sociale in Sud Africa e Swaziland  Formazione nelle imprese sulle condizioni di lavoro (salute e sicurezza)  Sito web multilingue (Portoghese e Inglese)  Emissioni divulgative (Radio e TV) sul dialogo sociale  Pubblicazione e diffusione legislazione del lavoro e codice di condotta (2.000 copie) in portoghese  Pubblicazione libro (1.000 copie) italiano e portoghese ISCOS EMILIA ROMAGNA E NEXUS OTM-CS/ CONSILMO/ Confederação das Associações Económicas de Moçambique Beneficiari diretti: 396 partecipanti ai Forum tripartiti 36 partecipanti nazionali della Commissione Consultiva del Lavoro 128 Amministratori dei distretti 262 Direttori dei distretti e personale addetti all’area lavoro Beneficiari indiretti: 258.261 lavoratrici e lavoratori aderenti ai sindacati 469.565 lavoratrici e lavoratori in generale 2.700 imprenditrici e imprenditori In generale tutta la popolazione del Mozambico Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale Unione Europea Data di inizio: da definire con delegazione UE Data di fine: Mozambico Coordinatori: Coordinatori: Tecnici: Tecnici:

Attività

Partner Beneficiari

ISCOS NAZIONALE AFRICA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

19

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

1.324.447 992.422   992.422 332.025 0% Finanziamenti Apporti ‐ 332.025   ‐

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

992.422

0 0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

992.422,00

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI/altri

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

332.025

122.025 0 122.025

105.000 105.000

105.000 105.000

20

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AFRICA

(NNK) SENEGAL Formazione quadri responsabili sindacali CNTS
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale Diritti umani e democrazia Rafforzamento competenze contrattazione collettiva Realizzazione di due corsi di formazione Confederazione Nazionale Lavoratori del Senegal (CNTS) Diretti: 50 sindacalisti Indiretti: ISCOS, CNTS Data di inizio: gennaio 2011 Coordinatori: Coordinatori: Data di fine: dicembre 2013 Tecnici: Tecnici:

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

20.684 ‐ ‐

20.684   9.655  

20.684 47%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da restituire Anticipazioni sostenute

0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

-

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

20.684

15.000 (9.655) 5.345

5.684 0 5.684

ISCOS NAZIONALE AFRICA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

21

AMERICA CENTRALE

Area geografica
AMERICA CENTRALE

N° progetti
5 BK BQ EEI EZ EEM

Paese d'intervento

Titolo progetti

SALVADOR

HAITI REPUBBLICA DOM INICANA

Sviluppo dell'associazionismo dei pescatori delle comunità rivierasche e dell'economia legata al prodotto ittico nel bacino del Cerron Grande Sostegno allo sviluppo organizzativo per il movimento sindacale e l'unità sindacale in El Salvador - M usyges Tra-dwa-fom-oga, Ri-costruire Haiti, decent work per una ricostruzione dignitosa Better work for a decent reconstruction Dialogo sociale e un lavoro dignitoso per la partecipazione dei cittadini allo sviluppo locale di Higuey - Provincia di Altagracia

I principali dati economici e finanziari al 31 dicembre 2012 dei singoli progetti sono evidenziati nella seguente tabella:
Fondi vincolati su progetti al Oneri su progetti sostenuti nel 2012 Impegni residui su progetti 2012 31/12/2012 Situazione per Area Impegni di spesa Impegni di Crediti per Residui Geografica Anticipazioni di Oneri sostenuti su residui Altri spesa residui finanziamenti da finanziamenti spesa su progetti progetti 2012 ISCOS 2012 da incassare spendere

America Centrale

368.528

1.135.799

25.008

397.298

494.202

496.368

22

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

RACCOLTA FONDI SALVADOR
La CSA-ITUC (Confederación Sindical de Trabajadores/as de las Américas) ha chiesto in più occasioni ad ISCOS e CISL di sostenere, per quelle che sono le nostre possibilità, il MUSYGES (Movimiento de Unidad Sindical y Gremial de El Salvador) nella consapevolezza che è l’unica via possibile di miglioramento reale per la drammatica situazione salvadoregna e centroamericana. Il MUSYGES è un percorso di unità sindacale che, nel Paese, dovrebbe riuscire ad ovviare alla parcellizzazione e scarsa rappresentatività che hanno caratterizzato i sindacati locali, dal termine del conflitto in poi, a fronte di una sempre maggiore limitazione delle libertà sindacali che sindacalisti, lavoratrici e lavoratori stanno subendo, come anche descritto ne “I Diritti dei Lavoratori in El Salvador: rapporto per la revisione delle politiche commerciali di El Salvador da parte del consiglio generale dell'OMC”, Confederazione Internazionale dei Sindacati (ITUC – CSI, Ginevra, 10 – 12 febbraio 2010). La raccolta fondi aperta è quindi destinata a sostenere suddetto processo. Le somme fino ad ora pervenute sono stati apportate dall’ISCOS Lombardia e dall’FNP-CISL che ha contribuito anche all’apporto monetario del progetto cofinanziato dal MAE all’ISCOS (BK), sempre per il Salvador.

RACCOLTA FONDI SALVADOR

33.800 Importi in euro

RACCOLTA FONDI Spese sostenute a valere sulla Raccolta Residui da spendere

33.800 (27.167) 6.633

ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

23

(BK) SALVADOR Sviluppo dell’associazionismo dei pescatori delle comunità rivierasche e dell’economia legata al prodotto ittico del bacino del Cerron Grande
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Obiettivo generale: Obiettivo generale: Ridurre sensibilmente la povertà dei pescatori del bacino del Cerrón Grande contribuendo allo sviluppo socio-economico di tutta l'area. Obiettivo specifico: Sostenere ASPESGRA (Asociación de Pescadores del Embalse del Cerròn Grande) per permettergli di acquisire nuovi associati e per migliorare le condizioni socioeconomiche dei pescatori dell’area. Attività Rafforzamento delle infrastrutture del vivai esistenti in maniera da aumentare i volumi di produzione: Creazione di un sistema di punti di distribuzione che possa operare efficientemente nel sistema distributivo salvadoregno soprattutto del dipartimento ed in secondo luogo in tutto il paese. Sviluppo di un sistema di conservazione e di elaborazione industriale del pesce e creazione di un'etichetta di qualità che caratterizzi il prodotto del Cerrón Grande Dare Impulso all’associazionismo nel Cerron Grande Fornire formazione tecnica, conoscitiva e motivazionale Apportare una maggiore presenza delle donne in ASPESGRA (almeno il 30% del totale) Partner Beneficiari CESVI, Agencia de Desarollo Economico Local (ADEL) di Chalatenango Il gruppo beneficiario è costituito da 1000 pescatori e donne delle comunità del Cerrón Grande appartenenti alle comunità di Santa Rita, El Paraiso, Tejutla, Nueva Concepción, Chalatenango, Suchito e Chinquera. I beneficiari indiretti del progetto sono tutti i pescatori dell'area, circa 5000 persone, che beneficeranno della maggiore forza dell'associazione e dello sviluppo dell'intera area. MAE, Comitato lecchese per la pace dei popoli, FNP Data di inizio: 29 agosto 2011 Coordinatori: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: 29 settembre 2014 Tecnici: 2 Tecnici: 12

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

2.307.558
1.140.907  302.981 

1.166.651  375.650 

1.140.907 1.166.651 29% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

1.140.907

483.644 (302.981) 180.663 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

657.263

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

1.166.651

551.450 (164.317) 387.133
ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

615.201 (211.333) 403.868

24

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

(BQ) SALVADOR Sostegno allo sviluppo organizzativo per il movimento sindacale e l’unità sindacale di El Salvador - MUSYGES
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Diritti umani Diritti umani e democrazia Favorire l’unità sindacale ad El Salvador, favorire il dialogo sociale nel Paese -Rinforzo organizzativo sindacati che compongono il MUSYGES -Formazione sindacale quadri -Assistenza a lavoratrici e lavoratori nel rivendicare i propri diritti -Campagna sensibilizzazione CSA 600 lavoratrici, 400 lavoratori Autofinanziato con contributo di ISCOS Lombardia e FNP Nazionale Data di inizio: 5 febbraio 2012 Coordinatori: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: 4 febbraio 2013 Tecnici: 3 Tecnici: 5

Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

15.333 ‐ ‐

15.333  

8.700  

15.333 57%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

-

0 0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

-

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

15.333

15.333 (8.700) 6.633

-

ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

25

RACCOLTA FONDI SOLIDARIETÀ' AMERICA CENTRALE E CARAIBI
I progetti ad Haiti, per le particolari condizioni di difficoltà dell’area, hanno una costante necessità di fondi tesi a coprire quanto non inseribile nei programmi attivi. Si sono quindi sensibilizzate le strutture della CISL (categorie, USR, UST) in tal senso con varie iniziative. Le stesse necessità sono rilevabili anche per i cofinanziamenti necessari per i progetti attivi in America Centrale, principalmente ad El Salvador.
RACCOLTA SOLIDARIETÀ AMERICA CENTR./CARAIBI 16.586
Im porti in euro

RACCOLTA FONDI Spese sostenute a valere sulla Raccolta di cui spese per azioni su progetti di cui apporti al progetto

16.585,50 (16.586) 16.586 0

Residui da spendere

0

(EEI) HAITI Tra-dwa-fom-oga Ri-costruire Haiti, decent work per una ricostruzione dignitosa
Settore d’intervento Obiettivo(i) Diritti umani e democrazia Obiettivo generale: Obiettivo generale: Contribuire al miglioramento delle condizioni socioeconomiche delle lavoratrici e dei lavoratori haitiani promuovendo la generazione di capitale umano e sociale con una particolare considerazione per la popolazione femminile, i giovani e i lavoratori migranti haitiani Obiettivo specifico: Consolidare un modello di formazione professionale e tecnica adeguato al mercato del lavoro e rafforzare un modello organizzativo e gestionale che permetta di incrementare l´equa redditività del lavoro generando impiego qualificato, in ambito urbano e non, nel rispetto delle norme internazionali sul lavoro dignitoso Attività               Ristrutturazione e equipaggiamento di un Laboratorio sulla base di una valutazione di una nuova proposta didattica del sistema di Formazione Professionale; Organizzazione di un sistema di raccolta dati, informazioni, incontro della Domanda ed Offerta del mercato del lavoro locale, studi di settore, diffusione e fruizione; Disegno e realizzazione di un Programma di Formazione Docente (aggiornamento, riqualificazione); Intercambio di buone pratiche tra INFOTEP e INFP Erogazione della formazione professionale e inserimento lavorativo per 720 ragazze e ragazzi presso ENAM Favorire il miglioramento delle condizioni di lavoro attraverso il dialogo sociale sul tema della salute e sicurezza Favorire il miglioramento delle condizioni di lavoro attraverso il dialogo sociale sul tema della salute e sicurezza Favorire la contrattazione collettiva e la promozione del contratto di lavoro Formazione tecnica e professionale Organizzazione e gestione di servizi per le micro-imprese del settore informale; assistenza legale, gestionale, innovazione di processo e di prodotto, fiscale; Fornire fondi di sviluppo microcredito alle organizzazioni di microimprenditrici/ori Rafforzamento delle organizzazioni di base di lavoratrici e lavoratori e accompagnamento alle centrali sindacali per favorire l'appropriazione del ruolo protagonista nella società civile e per la ricostruzione, anche, come intermediarie di servizi per lavoratrici e lavoratori Formazione delle organizzazioni dell'economia informale (lavoratrici e lavoratori dei trasporti, dell'agricoltura, lavoratori della costruzione, venditrici e venditori, artigiane ed artigiane. ambulanti, piccoli commercianti, microimprenditori a livello famigliare, etc.) Formazione di quadri e dirigenti sindacali
ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

26

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

      

Sviluppo della comunicazione istituzionale Consolidamento delle Federazioni di categoria dell'economia informale, dei Dipartimenti sui Migranti, Dipartimenti/strutture per i progetti, di una maggiore incisività nelle politiche nazionali di sviluppo locale. Supportare le Federazioni di rappresentanza dell'economia informale Supportare la nascita di Federazioni/dipartimenti/segreterie per i migranti Scambio di buone pratiche nel quadro della CSA e dell'OIL Miglioramento dei sistemi informali per la protezione sociale e azioni di mutua solidarietà tra le organizzazioni di lavoratrici/ori o comunità di microimprenditoria familiare Inserimento di lavoratrici e lavoratori informali in sistemi organizzati di Sicurezza Sociale Ideazione e diffusione delle Campagne di comunicazione per i diritti di lavoratrici e lavoratori di Haiti

Partner Beneficiari

IsI (consorzio formato da Progetto Sviluppo-CGIL, ISCOS-CISL, Progetto Sud-UIL); CSA; Fondazione Rinaldi 720 giovani che accederanno ai corsi di formazione professionale svolti presso ENAM, in un numero stimabile nella durata del progetto. La selezione dei beneficiari avverrà secondo la metodologia applicata dal Consiglio Provinciale dei Padri Salesiani di Haiti che da circa 70 anni svolge attività di formazione professionale abbinate a un lodevole lavoro di contenimento socioeducativo di adolescenti e ragazzi provenienti da situazioni particolarmente precarie. SI stima una partecipazione di almeno il 40 % di ragazze all´interno dei vari corsi di formazione professionale impartiti presso ENAM.  lavoratrici e lavoratori formati nei temi propri della loro attività lavorativa (vendita, amministrazione, mercato, elaborazione dei prezzi, customer care, gestione dei conflitti, elementi base di risparmio e credito, lavoro in sicurezza, aspetti legali, etc.)  400 lavoratrici e lavoratori dell'economia informale entrano in un sistema complementare di garanzia e protezione sociale  100 organizzazioni delle lavoratrici e dei lavoratori formate e registrate secondo le normative vigenti nel Paese  100 tra dirigenti e quadri sindacali delle federazioni e confederazioni dei lavoratori formati  50 organizzazioni di lavoratrici e lavoratori accompagnate nell'ottenimento di migliori condizioni di lavoro attraverso tavoli di dialogo tripartito 300.000 lavoratrici e lavoratori sensibilizzati sul rispetto delle norme su Diritto del Lavoro, Salute e Sicurezza del Lavoro e Diritti dei Migranti Comitato Haiti Cgil, Cisl. Uil, Confindustria Data di inizio: 6 luglio 2011 Coordinatori: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: 5 luglio 2013 Tecnici: 1 Tecnici: 6 

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

27

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

141.879

141.879  105.826 ‐ ‐

141.879 75% Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

141.879

114.190 (105.826) 8.364 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

27.689

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

-

28

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

(EZ) HAITI Better work for a decent reconstruction
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Obiettivo generale: Dare impulso a politiche rispettose dei diritti di lavoratrici e lavoratori e favorire il Dialogo Sociale ad Haiti Obiettivo specifico: Sostenere i sindacati locali nell’esprimere il proprio ruolo di attori per lo sviluppo dando impulso a politiche per il miglioramento degli standard occupazionali nel settore dell’edilizia e informando lavoratrici e lavoratori sui propri diritti.     Formazione formatori Formazione per lavoratori nel settore dell’edilizia Creazione di un Osservatorio per il Decent Work Campagne informative sui diritti di lavoratrici e lavoratori rispetto alla legislazione locale e alle Convenzioni ILO

Attività

Partner Beneficiari

Progetto Sviluppo-CGIL, ISCOS-CISL, Progetto Sud-UIL, ARCS-ARCI, Auser, CTH, CATH ,CASC      Solidar Data di inizio: 15 febbraio 2011 Coordinatori: 1 Coordinatori: 3 Data di fine: 14 maggio 2012 Tecnici: 1 Tecnici: 7 300 lavoratori del settore dell’edilizia 20 formatori 50 organizzazioni di lavoratrici e lavoratori dell’edilizia 500 funzionari Popolazione della capitale, Port-au-Prince, informata sui propri diritti

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

142.215 100.031  100.031 42.1844   2.184   100.031 42.184 100% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

100.031

75.023 (100.031) 0 (25.008)
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

25.008

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

42.184

42.184 (42.184) -

-

ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

29

(EEM) REPUBBLICA DOMINICANA Dialogo sociale e un lavoro dignitoso per la partecipazione dei cittadini allo sviluppo locale di Higuey – Provincia di Altagracia
Settore d’intervento Obiettivo(i) Diritti umani e democrazia Generale: Promuovere un modello di gestione del territorio nel rispetto della legge (ordinatrice dei municipi) 176-07 che promuova la formazione del Capitale Sociale, la lotta alla povertà e l’inclusione sociale ed economica di giovani, donne e migranti. Specifico: Consolidare il Dialogo Sociale nella città di Higuey, Provincia dell’Altagracia, come spazio tripartito tra Governo, Imprese e Organizzazioni delle e dei lavoratrici e lavoratori, aprendo questo foro alle OSC per permettere una partecipazione cittadina organizzata e inclusiva per la formulazione di politiche di sviluppo locale con l’obiettivo di contribuire alla creazione di impiego dignitoso e sradicare la povertà.              Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale Formazione delle ONG e delle associazioni locali Formazione/informazione alla cittadinanza sulle leggi municipali e di sicurezza sociale 17607 e 87-01 Costituzione e funzionamento dell`Osservatorio sul Lavoro Dignitoso (OTD) Campagne di sensibilizzazione sul lavoro dignitoso, la partecipazione cittadina e la Protezione Sociale Diagnostico partecipativo delle organizzazioni di giovani, donne e migranti nella città di Higuey Programma di formazione di leaders delle organizzazioni di giovani, donne e migranti Forum Annuali per giovani, donne e migranti su Partecipazione, Inclusione sociale e formazione e inserimento professionale, Bando di gara per progetti di appoggio iniziative delle organizzazioni di base Laboratorio di comunicazione sociale con le organizzazioni di giovani, donne e migranti. Formazione tecnica e professionale per l`auto impiego e l`imprenditorialità Digitalizzazione dei contenuti della formazione Strategia di messa in valore e in filiera delle MPMI: Studi, alleanze e assistenza tecnica. Realizzazione e funzionamento di un Centro Municipale per l`informazione e l`orientamento per le PMI e l`impiego nella città di Higuey.

Attività

ISCOD (UGT Spagna), CASC, CNUS, CNTD (sindacati affiliati CSA) 3.600, in particolar modo donne, migranti e giovani EuropeAid (CE) Data di inizio: 1 marzo 2013 Coordinatori: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: 1 marzo 2016 Tecnici: Tecnici: 12

30

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

798.277

199.569  598.708   ‐

598.708 199.569 0%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

598.708

172.868 0 172.868 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

425.839

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI/ALTRI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

199.569

107.069 0 107.069

92.500 0 92.500

ISCOS NAZIONALE AMERICA CENTRALE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

31

AMERICA DEL SUD

Area geografica

N° progetti
5 FE EED EEH EEH EK

Paese d'intervento

Titolo progetti

AMERICA DEL S UD

ARGENTINA BRASILE

PERU' URUGUAY

Agricoltura e turismo rurale per lo sviluppo sostenibile nella Provincia di M isiones Sviluppo sostenibile nella Frontiera dell'Amazzonia brasiliana (Alto Solimoes - Benjamin Constant) Progetto Vivere Bene - I diritti economici e di cittadinanza nelle comunità indigene e fluviali dell'Alto Solimoes, valorizzando le azioni concrete di solidarietà con le autorità locali Sostegno ai gruppi vulnerabili di Huancayo e Huaycan Programma per la riattivazione economica e la creazione d'impiego attraverso il sostegno al cooperativismo e alle imprese recuperate nel dipartimento di Canelones

I principali dati economici e finanziari al 31 dicembre 2012 dei singoli progetti sono evidenziati nella seguente tabella:
Fondi vincolati su progetti al Oneri su progetti sostenuti nel 2012 Impegni residui su progetti 2012 31/12/2012 Situazione per Area Residui Crediti per Impegni di Impegni di spesa Geografica Anticipazioni di Oneri sostenuti su finanziamenti da finanziamenti spesa residui residui Altri spesa su progetti progetti spendere da incassare ISCOS 2012 2012 America del Sud 209.898 800.782 77.555 526.841 345.780 344.655

32

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AMERICA DEL SUD

(FE) ARGENTINA Agricoltura e turismo rurale per lo sviluppo sostenibile nella Provincia di Misiones
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Obiettivo generale del progetto: promuovere un modello integrato e sostenibile di produzione, vendita di prodotti agrozootecnici e servizi nelle piccole imprese agricole familiari di Misiones. Obiettivo specifico: produzione e vendita in forma coordinata di servizi agrituristici tradizionali e innovativi da parte delle imprese agricole familiari coinvolte nel progetto e legate alle Scuole della Famiglia Agrícola di Misiones (EFA) e alla Cooperativa Rio Paraná              Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale Organizzazione e gestione della Rete Agrituristica Realizzazione di uno studio di mercato potenziale a livello locale, nazionale e internazionale Disegno e formulazione di progetti personalizzati (business plan) per le imprese agrituristiche. Preparazione e svolgimento dei percorsi formativi Assistenza tecnica continua Elaborazione dei pacchetti turistici Elaborazione piano di Marketing della Rete Agrituristica Pubblicazione di materiali di promozione Definizione del piano d'azione per migliorare l'infrastruttura e dei criteri di assegnazione dei sussidi e dei crediti di aiuto Sottoscrizione di accordi con le Municipalità affinché promuovano l’Agriturismo e il Turismo Rurale come parte integrante dell’offerta Turistica Realizzazione di un Congresso internazionale su Agriturismo Realizzazione del percorso formativo di specializzazione in Turismo Rurale per studenti della scuola secondaria. Attivazione di un corso parauniversitario per “Promotori dell’Agriturismo e del Turismo Rurale”

Attività

COSPE, UNEFAM (Unión de Escuelas de la Familia Agrícola de Misiones) 570 piccoli produttori agricoli MAE Data di inizio: 27 febbraio 2008 Coordinatori: 3 Coordinatori: 1 Data di fine: 30 agosto 2011 Tecnici: 1 Tecnici: 27

ISCOS NAZIONALE AMERICA DEL SUD

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

33

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

2.144.729

1.112.172  1.112.172  1.032.557  1.032.557

1.032.557 1.112.172 100% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

1.032.557

956.789 (1.032.557) 0 (75.768)
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

75.768

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

1.112.172

323.302 (323.302) -

-

788.870 (788.870) -

RACCOLTA FONDI AMAZZONIA BRASILE
Si è raggiunto un accordo con i Frati Minori Cappuccini dell'Umbria di Assisi per reperire la quota di cofinanziamento necessaria all’esecuzione del progetto “Sviluppo sostenibile nella Frontiera dell’Amazzonia brasiliana (Alto Solimões - Benjamin Constant)” all’interno del quale gli stessi frati sono inseriti come “altri attori coinvolti”. L’intero contributo dell’ISCOS è quindi da loro apportato, attraverso le attività di sensibilizzazione e raccolta fondi che normalmente i Cappuccini svolgono sul territorio italiano.
RACCOLTA BRASILE PROGETTO AMAZZONIA 140.478
Im porti in euro

RACCOLTA FONDI Spese sostenute a valere sulla Raccolta di cui spese per azioni su progetti di cui apporti al progetto Residui da spendere

140.478 (90.822) 0 90.822 49.656

34

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AMERICA DEL SUD

(EED) BRASILE Sviluppo sostenibile nella Frontiera dell’Amazzonia brasiliana (Alto Solimoes – Benjamin Constant)
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Obiettivo Generale: promuovere l'integrazione e lo sviluppo sostenibile. Migliorare la qualità della vita della popolazione attraverso un modello di gestione che rafforzi la cooperazione inter-municipale. Obiettivo Specifico: migliorare le condizioni igienico sanitarie e aumentare la redditività delle 19 comunità del Alto Solimoes attraverso la creazione di un polo produttivo che utilizzi, nel rispetto dell'ambiente e delle leggi internazionali a tutela della foresta amazzonica, le risorse naturali.       Attività preparatorie Informazione e divulgazione del progetto. Miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie delle comunità. Somministrazione della formazione Implementazione delle attività produttive Promozione di associazioni comunitarie e commercializzazione dei prodotti

Attività

Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Diocese do Alto Solimoes (Partner locale), Frati Minori Cappuccini dell’Umbria, SIPEC (Brescia), 19 comunità indigene rivierasche, principalmente di etnia Ticuna: 600 famiglie per un equivalente di circa 3.000 persone Ministero Affari Esteri Data di inizio: 3 dicembre 2009 Coordinatori: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: 2 giugno 2013 Tecnici: 3 Tecnici: 24

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

2.797.665

1.392.884  1.119.139 

1.404.781  934.559 

1.392.884 1.404.781 73% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

1.392.884

1.234.314 (1.119.139) 115.175 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

158.570

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

1.404.781

440.628 (295.472) 145.156

964.153 (639.086) 325.067

ISCOS NAZIONALE AMERICA DEL SUD

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

35

(EEK) BRASILE Progetto Vivere bene – I diritti economici e di cittadinanza nelle comunità indigene e fluviali dell’Alto Solimoes, valorizzando le azioni concrete di solidarietà con le autorità locali.
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Generale Contribuire a ridurre la povertà e a promuovere una società inclusiva e formata in un contesto di etno-sviluppo sostenibile. Specifico Migliorare la capacità di generare reddito (monetario e non monetario) attraverso la valorizzazione dei sistemi produttivi e sociali locali mediante la partecipazione attiva delle comunità (con enfasi nel ruolo delle donne e dei giovani) e l’incidenza nelle politiche pubbliche.           Partner Diffusione dei sistemi agroforestali, melliferi e artigianali nelle unita’ di produzione famigliare. Formazione e assistenza tecnica nella produzione, trasformazione e commercializzazione in agricoltura, apicultura e artigianato. Promozione di sistemi di trasformazione in agricoltura, apicultura e artigianato. Promozione di iniziative di commercializzazione di prodotti agricoli, melliferi e artigianali. Formazione di organizzazioni attraverso il sistema di incubazione di imprese economiche solidali con modelli di gestione comunitaria. Formazione delle organizzazioni per rafforzare il ruolo delle donne. Promozione di una organizzazione intercomunitaria per ottimizzare i processi produttivi e commerciali agricoli. Formalizzazione di partenariati e partecipazione agli spazi di concertazione pubblici. Implementazione delle Case Famigliari Rurali con i giovani. Promozione dei diritti sulla protezione sociale.

Attività

ISCOS ER, AGROSOL - Associação para o Desenvolvimento Agro Sustentável do Alto Solimões (ONG), Municipio di Benjamin Constant, CUT - Central Única dos Trabalhadores (Manaus). 170 famiglie nel settore dell’agricoltura famigliare. 80 famiglie nel settore dell’apicoltura coinvolte nell’associazione APMEL. 126 famiglie nel settore dell’artigianato coinvolte nelle associazioni AMATU (Associação das Mulheres Artesãs Ticuna di Bom Caminho) e AMIPC (Associação das Mulheres Indígenas Ticuna di Porto Cordeirinho). 250 giovani (12-17 anni) delle 17 comunità 461 famiglie (1.177 persone) coinvolte nelle azioni relative alla protezione sociale. EuropeAid (CE) Data di inizio: 1 marzo 2013 Coordinatori: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: 1 marzo 2016 Tecnici: 2 Tecnici: 16

Beneficiari

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

36

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AMERICA DEL SUD

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

753.378

188.721   564.657   ‐

564.657 188.721 0% Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

564.657 0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

564.657

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

188.721

154.066 154.066

15.068 15.068

19.588 19.588

RACCOLTA FONDI “POLVERARI”
La raccolta fondi ha permesso all’ISCOS di collaborare con la Fondazione Solidarietà (Associazione promossa dalla confederazione dei lavoratori Sammarinesi – CDLS), attiva in Perù, per la realizzazione di numerose iniziative a sostegno della popolazione locale di Huayacan e Huancayo. Sono state promosse iniziative per la scolarizzazione dei bambini, l’apertura di centri di salute, la realizzazione di un centro polivalente intitolato a Maurizio Polverari, dirigente CISL prematuramente scomparso. I fondi raccolti sono stati utilizzati come descritto nello schema riepilogativo:
RACCOLTA FONDI "POLVERARI" 480.612 Importi in euro RACCOLTA FONDI Spese sostenute a valere sulla Raccolta Residui da spendere 480.612 (435.544) 45.068

ISCOS NAZIONALE AMERICA DEL SUD

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

37

(EEH) PERÙ Sostegno ai gruppi vulnerabili di Huancayo e Huaycan
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Salute Contribuire alla cura integrale della persona, con particolare attenzione agli aspetti sanitari di bambini ed adolescenti, a Huaycan (baraccopoli alla periferia di Lima) e Huaycan    Assistenza sanitaria Sostegno Alimentare Supporto all’istruzione

Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Fondazione Solidarietà, Casa di Accoglienza e Centro Sanitario Integrale Anna Margottini Bambini e famiglie dell’area d’intervento Raccolta fondi Data di inizio: 2 dicembre 2011 0 Coordinatori: 2 Tecnici: 20 Data di fine: 1 dicembre 2013

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

80.000

80.000  40.074  ‐ ‐

80.000 50%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

80.000

80.000 (40.074) 39.926

-

-

38

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE AMERICA DEL SUD

(EK) URUGUAY Programma per la riattivazione economica d’impiego attraverso il sostegno al cooperativismo e alle imprese recuperate nel dipartimento di Canelones
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Obiettivo Generale: contribuire allo sviluppo economico e sociale del dipartimento di Canelones Obiettivo specifico: aumentare il livello di produzione e impiego attraverso la promozione del cooperativismo e del processo di recupero di imprese del dipartimento di Canelones           Partner Beneficiari Implementazione di un ufficio per la promozione del cooperativismo nel dipartimento di Canelones Appoggio al processo di riforma del quadro giuridico e alla elaborazione del “Plan Estratégico Municipal” Formazione a funzionari municipali Diffusione del cooperativismo nelle scuole primarie e medie Incubatore di cooperative Appoggio a cooperative esistenti Appoggio ai processi di recupero di imprese Formazione dei soci-lavoratori Realizzazione di interventi nelle aree di salute e sicurezza sul lavoro e protezione dell’ambiente Creazione di una rete di cooperative

Attività

COSPE (capofila), Federación de Cooperativas de Producción del Uruguay (FCPU), Intendencia Municipal de Canelones (IMC) Intendencia Municipal de Canelones, 12 imprese cooperative, 6 imprese recuperate, 50 funzionari pubblici (30% donne, 30% giovani), 334 disoccupati (40% donne, 40% giovani), 120 cooperatori (25% donne, 25% giovani), 120 ex lavoratori delle imprese recuperate o in fase di recupero (25% donne, 25% giovani) UE COSPE capofila Data di inizio: 1 maggio 2007 Coordinatori: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: 05 marzo 2011 Tecnici: 2 Tecnici: 13

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

40.850

26.553   26.553   14.298   14.298  

26.553 14.298 100% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

26.553

24.766 (26.553) 0 (1.787)
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

1.787

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare
ISCOS NAZIONALE AMERICA DEL SUD

14.298

14.298 (14.298) -

-

-

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

39

ASIA

Area geografica

N° progetti
10 AAP AAS AAT AAU AAV AAW TV TTB TTA TX

Paese d'intervento

Titolo progetti

AS IA

PAKISTAN

Emergenza alluvione in Pakistan M igranti pakistani ponte tra sviluppo locale ed integrazione Intervento di riabilitazione del settore agricolo nelle aree alluvionate di Nowshera Kalan e Nowshera Pir Sabaq (KPK) Follow-up dell'azione di post emergenza distretto Nowshera (KPK) Sfollati nel campo di Jazolai - I fuori campo e le famiglie ospitanti nelle aree circostanti Una rete contro lo sfruttamento del lavoro minorile tra Italia Subcontinente Indiano M igliorare la libertà di associazione nella zona del delta dello Yangtze attraverso il rafforzamento delle ONG e delle organizzazioni della società civile Sostegno ai lavoratori della rottamazione navale in India 3 Knowlegde Zone Vocational Training Centre

CINA

INDIA BIRM ANIA/THAILANDIA

I principali dati economici e finanziari al 31 dicembre 2012 dei singoli progetti sono evidenziati nella seguente tabella:
Fondi vincolati su progetti al Oneri su progetti sostenuti nel 2012 Impegni residui su progetti 2012 31/12/2012 Situazione per Area Residui Crediti per Impegni di Impegni di spesa Geografica Anticipazioni di Oneri sostenuti su finanziamenti da finanziamenti spesa residui residui Altri spesa su progetti progetti spendere da incassare ISCOS 2012 2012

Asia

107.769

27.000

-

205.226

63.164

-

40

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE ASIA

Raccolta fondi Alluvione Pakistan
La raccolta fondi è stata lanciata per sostenere attività di post emergenza a seguito dell’alluvione che ha colpito il Pakistan nel Luglio 2010. La provincia del Khyber Pakhtunkhwa è stata la prima provincia ad essere colpita dalle alluvioni e la popolazione è stata colta del tutto impreparata. I distretti dello Swat il distretto di Charsadda e quello di Nowshera sono quelli maggiormente colpiti dalla calamità. Si calcolano 1105 morti, 1135 feriti, 181.433 case seriamente danneggiate o distrutte. Circa 5 milioni di persone in questa provincia sono state direttamente colpite. L’intervento di ISCOS ha contribuito e continua a contribuire alla riabilitazione delle strade, dei terreni agricoli e delle piccole infrastrutture per l’irrigazione negli union councils di Pir Sabaq e Akora Khattak.
RACCOLTA ALLUVIONE PAKISTAN 58.539
Im porti in euro

RACCOLTA FONDI Spese sostenute a valere sulla Raccolta di cui spese per azioni di assistenza umanitaria di cui apporti al progetto di cui spese per azioni in Italia di struttura Iscos Residui da spendere

58.539 (58.539) 49.355 9.184 0 0

ISCOS NAZIONALE ASIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

41

(AAP) Pakistan Emergenza Alluvione Pakistan
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Obiettivo generale: sostegno diretto alla popolazione colpita dalle alluvioni ed in particolare ai suoi gruppi più vulnerabili tramite il programma Cash for Work nelle zone del distretto di Nowshera e nel distretto di Balakot (Khyber Pakhtunkhwa) Obiettivi specifici:  Riabilitazione di strade e vie d’accesso alle zone abitate, sistemi idrico-fognari, canali per l’irrigazione delle comunità colpite dalle alluvioni. Incremento del reddito delle famiglie colpite dalle alluvioni. Attraverso la modalità cash for work ovvero l’impiego di manodopera di persone colpite dalle alluvioni:  Rimozione di macerie e detriti ed altri materiali dalle zone colpite più severamente dalle alluvioni in particolare per permettere il transito nelle vie di comunicazione ed accesso alle abitazioni nei quartieri (Mohallah).  Riabilitazione dei sistemi di irrigazione e dei canali fognari nelle aree target. Comunità locale Diretti: 1400 persone colpite dalle alluvioni Indiretti: 400 famiglie circa di residenti nei distretti di Nowshera e Balakot Fondi Campagna ISCOS, ISCOS Piemonte (fondi regione Piemonte) Data di inizio: Novembre 2010 Coordinatore: 1 Coordinatori: 2 Tecnici: --Data di fine: Aprile 2012

Attività

Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

49.355 49.355   49.355 100% ‐ 0 49.355  

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

0 0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

49.355

49.355 (49.355) -

-

42

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE ASIA

(AAS) Pakistan Migranti pakistani ponte tra sviluppo locale ed integrazioni
Settore d’intervento Obiettivo(i) Diritti umani e democrazia Obiettivo generale: Contribuire all’affermazione di forme di co-sviluppo di successo tra Italia e Pakistan Obiettivi specifici: In Pakistan 1. Migliorare la qualità del lavoro nella città di Sialkot 2. Migliorare la condizione di vita generale delle donne 4 Corsi di formazione per paralegale (molestie sessuali) 4 Corsi di formazione in Gestione della specificità femminile 4 Corsi di formazione sui diritti dei lavoratori 5 Corsi di formazione in gestione del lavoro autonomo PWF (Pakistan Workers’ Federation) Diretti: I beneficiari diretti del progetto sono 810 sindacalisti e lavoratrici e lavoratori pakistani della zona di Sialkot largamente vessati e poco protetti. Indiretti: Beneficiari indiretti del progetto saranno le famiglie dei lavoratori e le comunità di appartenenza ISCOS Lombardia (fondi Comune di Milano) Data di inizio: Gennaio 2011 Coordinatore: 1 Coordinatori: Tecnici: 1 Data di fine: Febbraio 2012

Attività

Partner Beneficiari

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

42.454 ‐ 0

42.454   42.454  

42.454 100%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

42.454

42.454 (42.454) -

-

ISCOS NAZIONALE ASIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

43

(AAT) Pakistan Intervento di abilitazione del settore agricolo nelle aree alluvionate di Nowshera Kalan e Nowshera Pir Sabaq (KPK)
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Obiettivo generale: Favorire ed incoraggiare il re-insediamento nei luoghi di origine della popolazione sfollata e di quella che non si e’ allontanata e che ha subito danni a causa delle inondazioni, riducendo allo stesso tempo la loro dipendenza dagli aiuti umanitari. Obiettivi specifici: Ripristinare la produzione alimentare e il sostentamento dei piccoli agricoltori colpiti dalle inondazioni in Akora Khattak e Pir Sabaq 1. Riabilitazione di 27 piccoli schemi per l’irrigazione 2. Ripristinati i terreni di contadini con proprietà inferiori ai 5 acri attraverso la rimozione di detriti e strato non fertile. Fornitura di sementi, fertilizzanti e preparazione della terra per il primo raccolto. 3. Fornitura tramite cash for work di contante necessario alla riduzione del livello di indebitamento all’interno delle aree interessate dall’azione. PDMA Diretti: 798 nuclei familiari coinvolti nelle attività del progetto. 5586 beneficiari totali (in media 7 componenti per ogni nucleo familiare). Un totale di 300 donne hanno partecipato ad attività di sensibilizzazione sull’importanza della diversificazione alimentare e della qualità nutrizionale e 135 di esse sono state coinvolte in programmi di Cash for Work come cuoche Indiretti: tutti i componenti della comunità locale. Cooperazione Italiana Data di inizio: Luglio 2011 Coordinatore: 1 Coordinatori: 1 Tecnici: 3 Data di fine: Febbraio 2012

Attività

Partner Beneficiari

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

302.728

302.728  302.728   ‐ ‐

302.728 100% Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

302.728

302.728 (302.728) 0 IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

-

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

-

44

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE ASIA

(AAU) Pakistan Follow-up dell’azione di post emergenza distretto Nowshera (KPK)
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Sviluppo locale Prosecuzione attività di Post Emergenza Alluvione Formazione di 80 piccoli contadini (con possedimenti terrieri inferiori ai 5 acri) sulle tematiche del lavoro dignitoso e della gestione del lavoro autonomo. Tali contadini sono stati selezionati tra quelli coinvolti in attività di awareness raising nel corso del progetto “Intervento di riabilitazione del settore agricolo nelle aree alluvionate di Nowshera Kalan e Nowshera Pir Sabaq (KPK)” finanziato dalla Cooperazione Italiana da Luglio 2011 a Gennaio 2012. I più attivi partecipanti dei training generali sono stati poi soggetti di formazione approfondita sulle metodologie di organizzazione dei lavoratori del settore informale e sulla legislazione pachistana a riguardo Comunità locali Diretti: 80 piccoli agricoltori e le loro famiglie – Indiretti: 3 cooperative (farmers society) costituite in Pir Sabaq, Wattar, Sartaj Abad Iscos Piemonte e Ust Varese Data di inizio: febbraio 2012 Coordinatore: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: Aprile 2012 Tecnici: Tecnici: 2

Partner Beneficiari Finanziatori Durata 3 mesi Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

22.736
‐ ‐

22.736   22.736  

22.736 100%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

0 IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

22.736

22.736 (22.736) -

-

ISCOS NAZIONALE ASIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

45

(AAV) Pakistan Sfollati nel campo di Jazolai – I fuori campo e le famiglie ospitanti nelle aree circostanti
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Sviluppo locale Miglioramento delle condizioni di vita degli IDPs all’interno del campo di Jalozai Cash For Work in supporto agli IDPs della Sub division BARA, Khyber Agency – nell’area limitrofa il campo profughi di Jalozai Attraverso il cash for work sono stati realizzati canali di scolo nelle fasi di riabilitazione e miglioria del campo PDMA (Provincial Disaster Management Authority) del Khyber Pakhtunkhwa Diretti: 150 famiglie dei 70 blocchi abitativi beneficiati dai lavori dei canali di scolo – 60 lavoratori beneficiari di fonte di reddito del cash for work ISCOS Lombardia, ISCOS Piemonte Data di inizio: maggio 2012 Coordinatore: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: luglio 2012 Tecnici: Tecnici:

Partner Beneficiari Finanziatori Durata 3 mesi Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

9.879 ‐ ‐

9.879  

9.879 

9.879 100%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

-

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

9.879

9.879 (9.879) -

-

46

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE ASIA

(AAW) Pakistan Una rete contro lo sfruttamento del lavoro minorile tra Italia e Subcontinente indiano
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Partner Beneficiari Finanziatori Durata 1 anno Personale espatriato Personale locale Sviluppo locale In una pratica di co-sviluppo mettere in relazione comunità di immigrati in Italia con le comunità di origine per combattere il lavoro minorile Formazione di organizzazioni locali attive nella lotta al lavoro minorile Anolf Lombardia (capofila), Anolf Milano, Anolf Varese, APV, Iscos Lombardia, Butterfly ONG e sindacati locali in India, Pakistan e Bangladesh Comune di Milano Data di inizio: settembre 2012 Coordinatore: 2 Coordinatori: Data di fine: settembre 2013 Tecnici: Tecnici: 2

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

45.893
‐ ‐

45.893  

9.808  

45.893 21%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

-

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

45.893

45.893 (9.808) 36.085

-

ISCOS NAZIONALE ASIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

47

(TV) CINA Migliorare la libertà di associazione nella zona del delta dello Yangtze attraverso il rafforzamento delle ONG e delle organizzazioni della società civile
Settore d’intervento Obiettivo(i) Diritti umani e democrazia Obiettivi generali: - Difendere la libertà di associazione delle ONG e delle organizzazioni della società civile (CSOs) cinese che operano in difesa dei diritti umani nella lotta contro la discriminazione. - Incrementare la consapevolezza delle istituzioni della società civile sulle questioni fondamentali correlate alla libertà di associazione e sul lavoro delle organizzazioni di base della società civile cinese. Obiettivo specifico: Rafforzare 40 CSOs a difesa dei diritti umani nel Delta del fiume Yangtze e migliorare le loro l’efficacia della loro azione attraverso il capacity building. 1. Attività di coordinamento dei gruppi di volontari 2. Capacity building delle ONG e delle associazioni e dei gruppi di volontari 3. Preparazione di una rivista mensile indirizzata alle ONG, CSOs, attivisti e persone interessate a questioni sociali. 4. Seminari sulla libertà di associazione in Cina e costituzione di una piattaforma di dialogo. 5. Campagna di sensibilizzazione. 6. Assistenza alle vittime di discriminazione Yirenping Diretti: 40 ONG e associazioni che lavorano in difesa dei diritti umani e dei diritti dei lavoratori tra cui Yirenping, 6 gruppi di volontari di Yirenping già attivi nell’area del Delta dello Yangtze Indiretti: 500 vittime di discriminazione aiutate da Yirenping; 50.000 persone nell’area del Delta dello Yangtze, assistite dalle ONG beneficiarie dirette dell’azione e le comunità raggiunte dalla campagna di sensibilizzazione Commissione Europea Data di inizio: Agosto 2011 Coordinatori: 1 Coordinatori: 1 Data di fine: Agosto 2013 Tecnici: 1 Tecnici: 1

Attività

Partner Beneficiari

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

299.889

269.900  152.867   29.989   17.600  

269.900 29.989 57% Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

269.900

242.900 (152.867) 90.033 IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

27.000

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

29.989

29.989 (17.600) 12.389
ISCOS NAZIONALE ASIA

-

48

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

(TTB)INDIA Sostegno ai lavoratori della demolizione navale in India
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Diritti umani e democrazia Definizione e condivisione partecipata dei bisogni e delle strategie per il miglioramento delle condizioni di vita dei lavoratori e delle loro famiglie Realizzazione di un workshop a Mumbai. Al workshop hanno partecipato 20 tra lavoratori, sindacalisti e responsabili dei cantieri analizzando e dibattendo i seguenti temi:  Diritti dei lavoratori  Sicurezza sociale  Sicurezza alimentare  Accesso ad acqua, elettricità, servizi igienici  Empowerment femminile con un’attenzione specifica a i servizi sanitari e protezione della maternità Sindacati: Mumbai Port Trust Union e ASSRGWA/ Associazione Donne Diretti: 20 partecipanti al workshop Indiretti: circa 70.000 lavoratori dei cantieri di demolizione navale e le loro famiglie 5xmille 2009 Iscos Puglia Data di inizio: luglio 2012 Coordinatore: 1 Coordinatori: 1 Tecnici: Data di fine: agosto 2012

Partner Beneficiari Finanziatori Durata 2 mesi Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

6.998 ‐ ‐

6.998  

6.998 

6.998 100%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

-

0 0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

0

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

6.998

6.998 (6.998) -

-

ISCOS NAZIONALE ASIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

49

BIRMANIA Raccolta fondi “Adotta un sindacalista birmano”
La raccolta fondi è stata avviata a dicembre del 2010 ed è finalizzata a sostenere la campagna "Adottiamo un sindacalista o una sindacalista birmana" che è stata promossa per creare solidarietà e gemellaggio tra tutte le strutture della CISL e la FTUB, la Federazione del sindacato birmano. Gli obiettivi fissati sono quelli di concorrere al rafforzamento della presenza sindacale interna e al confine tra Tailandia e Birmania e di rafforzare l'iniziativa sindacale sul territorio birmano. Attraverso l’azione degli attivisti sindacali sostenuti dalla campagna si vuole promuovere la formazione e sensibilizzazione dei lavoratori e delle lavoratrici, raccogliere le denunce sul lavoro forzato, sugli espropri delle terre e sulle pesantissime condizioni di lavoro in particolare nel settore edile e della costruzione di grandi infrastrutture.
RACCOLTA ADOTTA UN SINDACALISTA BIRMANO 58.691
Im porti in euro

RACCOLTA FONDI Spese sostenute a valere sulla Raccolta di cui spese per azioni su progetti di cui apporti al progetto

58.691 (45.600) 45.600 0

Residui da spendere

13.091

50

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE ASIA

(TTA) BIRMANIA/THAILANDIA Adotta un/una attivista sindacale birmano
Settore d’intervento Obiettivo(i) Diritti umani e democrazia Obiettivo generale: Sostegno al processo di democratizzazione in Birmania Obiettivo specifico: Sostegno all’azione dei sindacalisti birmani all’interno del loro paese in particolare nell’ambito delle attività di ricerca, tutela e promozione dei diritti e delle libertà fondamentali di lavoratori e lavoratrici in Birmania Sostegno all’azione sindacale di attivisti all’interno della Birmania FTUB (Federation of Trade Unions Burma) Beneficiari diretti: 27 attivisti/e sindacalisti birmani Beneficiari indiretti: tutti gli attivisti ed i sindacalisti ed i membri delle organizzazioni democratiche birmane CISL Data di inizio: Maggio 2011 Coordinatori: -----Coordinatori: -----Data di fine: Aprile 2013 Coordinatori: -----Coordinatori: ------

Attività Partner Beneficiari

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

60.290 ‐ ‐

60.290 

45.600  

60.290 76%

Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

0 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

60.290

60.290 (45.600) 14.690

-

ISCOS NAZIONALE ASIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

51

(TX) BIRMANIA/THAILANDIA Knowledge Zone Vocational Training Centre
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale Obiettivo generale: Contribuire al miglioramento delle condizioni sociali, economiche ed educative di comunità di migranti birmani in Tailandia. Obiettivo specifico: Promuovere una migliore educazione e formazione per poveri ed oppressi lavoratori migranti birmani in Tailandia. Corsi presso il Knowledge Zone Vocational Training Centre per lavoratori e lavoratrici migranti birmani  Corsi di lingua e grammatica inglese. Corsi di lingua e grammatica tailandese. I corsi comprendono anche pratica di conversazione in appositi workshop che consentiranno agli studenti di mettere in pratica l’apprendimento teorico confrontandosi su temi lavorativi.  Corsi di lingua e grammatica birmana.  Corsi di alfabetizzazione informatica e uso del computer. I corsi prevedono lo studio delle applicazioni Office, della navigazione e ricerca in Internet e delle E-mail Apprendistato per un numero selezionato di studenti che si distinguono particolarmente nel corso degli studi facendo acquisire agli studenti selezionati competenze in merito:  pratiche amministrative  preparazione e scrittura di rapporti  elementi di comunicazione FTUB (Federation of Trade Union Burma) Beneficiari diretti: 200 studenti Beneficiari indiretti: 200 famiglie (degli studenti beneficiari diretti) e tutta la comunità di migranti birmani nell’area di Mae Sot. Provincia di Roma Data di inizio: Gennaio 2011 Coordinatori: Coordinatori: 1 Data di fine: Marzo 2012 Tecnici: Tecnici: 9

Attività

Partner Beneficiari

Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

13.010

13.010  

13.010   ‐ ‐

13.010 100% Finanziamenti Apporti

Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

13.010

13.010 (13.010) 0
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

-

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

ISCOS NAZIONALE ASIA

-

52

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

EUROPA E MEDITERRANEO

Area geografica
EUROPA

N° progetti
3 GI WC WO

Paese d'intervento

Titolo progetti

TURCHIA ITALIA

Trattative sindacali per un nuovo modello di politica sociale a livello locale/territoriale di livello in Turchia Per combattere la povertà: lavoro dignitoso e partecipazione sociale Health for All! (Salute per tutti)

I principali dati economici e finanziari al 31 dicembre 2012 dei singoli progetti sono evidenziati nella seguente tabella:
Fondi vincolati su progetti al Oneri su progetti sostenuti nel 2012 Impegni residui su progetti 2012 31/12/2012 Situazione per Area Impegni di spesa Impegni di Crediti per Residui Geografica Anticipazioni di Oneri sostenuti su residui Altri spesa residui finanziamenti da finanziamenti spesa su progetti progetti 2012 ISCOS 2012 da incassare spendere Europa 180.645 180.645 145.155 -

ISCOS NAZIONALE EUROPA E MEDITERRANEO

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

53

(GI) TURCHIA Trattative sindacali per un nuovo modello di politica sociale a livello locale/territoriale di livello in Turchia
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Diritti umani e democrazia Formazione di delegati sindacali sulla contrattazione a livello aziendale su questioni di genere 4 seminari di formazione per delegati sindacali provenienti da aziende dove la presenza delle donne è elevata e una conferenza finale sulla presentazione dei risultati con realizzazione di una pubblicazione sulle attività del progetto. ETUF:TCL (federazione europea settore tessile, abbigliamento e pelle), EUROCADRES (Federazione europea dirigenti), FEMCA Cisl, FISASCAT Cisl, FIBA Cisl, ACV-CSC (Belgio), HK Danmark (Danimarca); LBC-NVK (Belgio), ISTUR Citub (Bulgaria), CNI (Turchia). 120 delegati sindacali Commissione Europea Data di inizio: 1/10/2011 Coordinatori: Data di fine: 30/09/2012 Tecnici:

Partner

Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

256.837

231.144  231.144 
231.144 25.693 100%

25.693   25.693   Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

231.144

93.723 (231.144) 0 (137.421)
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

137.421

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

25.693

5.303 (5.303) -

-

20.390 (20.390) -

54

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE EUROPA E MEDITERRANEO

(WC) ITALIA Per combattere la povertà: lavoro dignitoso e partecipazione sociale
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale in Italia Diritti Umani e Democrazia Accrescere la consapevolezza che lavoro dignitoso e partecipazione sociale sono fattori fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del millennio e della lotta alla povertà Campagna di informazione con incontri e seminari con sindacalisti e attivisti delle più grandi associazioni italiane Arcs-ARCI, Ipsia-ACLI, Progetto Sviluppo CGIL, Progetto Sud-UIL 400 operatori dei sindacati e delle associazioni Ministero degli Affari Esteri Data di inizio: 2 novembre 2009 Coordinatori: 5 (1 per ciascuna ONG partner) Data di fine: 1 novembre 2010 Tecnici: 5

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

256.782

177.657   177.657  79.126   79.126 

177.657 79.126 100% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da restituire Anticipazioni sostenute

177.657

149.893 (177.657) (27.764)
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

27.764

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

79.126

79.126 (79.126) -

-

ISCOS NAZIONALE EUROPA E MEDITERRANEO

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

55

(WO) ITALIA Health for All !(Salute per tutti!)
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Salute Contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del millennio sulla salute e aumentare il contributo italiano di aiuto pubblico allo sviluppo, per un accesso universale alla salute    Formazione delle ONG italiane su advocacy e campaigning sui temi della salute Campagna di sensibilizzazione Elaborazione di rapporti e documenti di posizione sull’accesso alla salute

Partner Beneficiari Finanziatori Durata Personale espatriato Personale locale

Aidos, Cuamm, Celim, Cestas, Ucodep Operatori di circa 25 ONG italiane impegnate sulla salute a livello globale Unione Europea Data di inizio: 1 dicembre 2009 Coordinatori: 1 Data di fine: 30 novembre 2012 Tecnici: 7

Situazione economica e finanziaria : (importi espressi in euro)

COSTO COMPLESSIVO DELL'AZIONE di cui: FINANZIAMENTI APPORTI Stato avanzamento progetto

264.636 198.159   198.159   66.476   66.476   198.159 66.476 100% Finanziamenti Apporti Spese  sostenute Apporti sostenuti

QUADRO ECONOMICO-FINANZIARIO
FINANZIAMENTI RICEVUTI FINANZIAMENTI DA RICEVERE

FINANZIAMENTI TOTALI Spese sostenute a valere sui finanziamenti Residui da spendere Anticipazioni sostenute

198.159

182.700 (198.159) 0 (15.459)
IMPEGNI/APPORTI ISCOS IMPEGNI/APPORTI ISCOS REGIONALI

15.459

IMPEGNI/APPORTI CONTROPARTI LOCALI

APPORTI TOTALI Apporti sostenuti Impegni da apportare

66.476

66.476 (66.476) -

-

56

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS NAZIONALE EUROPA E MEDITERRANEO

B) ISCOS REGIONALI
ABRUZZO ........................................................................ 58 EMILIA ROMAGNA ......................................................... 59 FRIULI VENEZIA GIULIA ................................................ 67 LAZIO ............................................................................... 68 LOMBARDIA.................................................................... 70 MARCHE .......................................................................... 74 PIEMONTE ....................................................................... 80 SICILIA ............................................................................. 82 TOSCANA ........................................................................ 86 

ISCOS REGIONALI

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

57

ABRUZZO
Le attività dell’ISCOS CISL Abruzzo di questo ultimo anno hanno riguardato gli argomenti legati allo stesso Statuto sia per quanto riguarda la rappresentanza sia la gestione dell'Ente; si è quindi proceduto ad assolvere gli impegni riguardanti la presenza in sede ISCOS quando necessaria, la partecipazione attiva ad incontri, convegni , tavole rotonde riguardanti i temi di cooperazione internazionale nel territorio abruzzese, la partecipazione attiva alle attività organizzative e statutarie dell’ISCOS Nazionale ed alle manifestazioni pianificate dalla stessa struttura, la partecipazione alle attività della USR ed ai Comitati di Cooperazione internazionale della Regione in veste di Delegato supplente CISL Abruzzo. Per quanto riguarda la gestione dell'Ente si è proceduto alla relativa amministrazione ordinaria e straordinaria, all'analisi dei fabbisogni dei Pvs in collaborazione con la struttura nazionale, ad effettuare studi e progettazioni finalizzati all’attuazione di attività nei Pvs e nel territorio abruzzese, alla ricerca finanziamenti nel territorio abruzzese,alla costituzione di partnership per la completezza delle iniziative da finanziare, alla sensibilizzazione presso le strutture CISL Abruzzo e ai relativi lavoratori iscritti ed alla costituzione di una rete ISCOS locale per il coinvolgimento di tutte le strutture territoriali e categoriali della CISL Abruzzo. Di seguito si riportano in sintesi le iniziative e le attività più rilevanti dell’ISCOS Abruzzo:  Progetti Senegal-Haiti (adeguamenti).  Adeguamento Statuto ISCOS Abruzzo.  Partecipazione a 2 incontri per la costituzione del Forum Terzo Settore  Partecipazione a 1 incontro del Comitato Tecnico Consuntivo per la Cooperazione Decentrata della Regione Abruzzo.  Proposta di chiusura del Comitato Tecnico Consuntivo per la Cooperazione Decentrata sottoscritta dalle Ong sindacali (CISL-CGIL-UIL) rivolta alla Presidenza della Regione Abruzzo. Alla luce dei risultati ottenuti, si può concludere affermando che, in considerazione dell'attenzione rivolta alle attività specifiche la solidarietà e la partecipazione politica ed economica alle attività svolte in Abruzzo e nei paesi in via di sviluppo, le Categorie sindacali CISL abruzzesi hanno accolto positivamente tali iniziative. La Regione Abruzzo, fino al 2009, ha portato avanti un fitto programma di azioni riguardanti la sensibilizzazione ed il finanziamento di attività nel territorio e nei PVS; le tristi vicende aquilane e il debito della sanità abruzzese hanno in seguito affievolito la consistenza degli interventi fino all'attuale azzeramento delle risorse. Anche gli Enti locali, pur essendo aggravati dalle normative di bilancio vigenti ed essere storicamente “nuovi arrivati” nel settore della cooperazione decentrata, hanno permesso, sia pur in maniera modesta e discontinua, lo sviluppo di iniziative riguardanti la solidarietà internazionale.

58

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI ABRUZZO

EMILIA ROMAGNA
AMERICA LATINA
BRASILE
Sostegno all’inserimento sociale di giovani ciechi (Salvador de Bahia) -113
Settore d’intervento Obiettivo socio-educativo e istruzione contribuire all’inserimento sociale e all'educazione musicale di bambini, adolescenti e giovani ciechi. sostegno alla Casa Enrico Giusti per ragazzi ciechi, attivazione di corsi di educazione musicale. Istituto “Cegos de Bahia”, Centro Educativo Luis Braille-Casa Enrico Giusti. Locale Diretti Indiretti Fonti di finanziamento Costo del progetto nel 2012 le famiglie e la comunità. Privati 57.268 €. 5x1000, soci (CISL Bologna, FNP ER), Enel nel Cuore onlus (€ 37.220). 6 persone 80 tra bambini, adolescenti e giovani non vedenti

Attività

Partners

Personale utilizzato Beneficiari

Asilo Nova Esperança (San Paolo) -120
Settore d’intervento Obiettivo socio-educativo e istruzione Promozione di attività sociali, ricreative e culturali e di opportunità di generazione di reddito per i giovani della comunità di Nova Esperança. costruzione di una cucina e mensa comunitaria Associazione Amigos de Pianoro e Creche Nova Esperança famiglie della comunità Privati 7.500 €. elargizioni liberali

Attività Partners Beneficiari Fonti di finanziamento Costo del progetto nel 2012

ISCOS REGIONALI EMILIA ROMAGNA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

59

Cooperativa di riciclaggio di Belo Horizonte -132
Settore d’intervento Obiettivo Attività Partners Beneficiari Fonti di finanziamento Costo del progetto nel 2012 economia solidale e sicurezza alimentare promuovere e consolidare una rete di cooperative di donne per il riciclaggio dei rifiuti nella città di Belo Horizonte. assistenza tecnica, acquisto di materiali e copertura spese operative. REDESOL-MG oltre 200 persone di cui 80% donne. Privati: 5x1000 e elargizioni, soci (FNP ER, CISL Imola, Bologna) € 22.205,40

Progetto Ramà (Recife) - 141
Settore d’intervento Obiettivo ceste basiche Attività Partners Beneficiari Fonti di finanziamento Costo del progetto nel 2012 socio-educativo e istruzione attività educative con minori e formazione professionale giovani sostegno economico a famiglie carenti per la loro sicurezza alimentare Projeto RAMA’ famiglie dell’area di Dois Unidos (Recife) privati: elargizioni, soci (FIBA ER, FNP ER) 8.400€

Rafforzamento dell'economia solidale e del cooperativismo in Brasile - 145
in collaborazione con Nexus (capofila), Arcs Solidarietà Reggio Emilia e Comitato Solidarietà Sao Bernardo (Imola)
Settore d’intervento Obiettivo Attività Partners Beneficiari Costo totale dell'azione ISCOS Fonte di finanziamento Inviati e spesi economia solidale e sicurezza alimentare sostegno a gruppi produttivi dell'economia solidale, formazione professionale. sostegno a gruppi produttivi ispirati ai principi dell'economia solidale a Recife. Projeto Ramà. giovani e adolescenti disoccupati, donne € 67.429 (compresi 10.500€ valorizzazioni partner e 5.000€ valorizzazioni ISCOS) pubblica (Regione Emilia Romagna 33.058,84€ bando 2010) e 5x1000. 59.134,90 € anticipati sul progetto nel 2011-2012.

60

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI EMILIA ROMAGNA

Centro per la Promozione del lavoro per giovani e donne a Recife in Brasile
Settore d’intervento Obiettivo economia solidale e sicurezza alimentare Favorire l'avvio dei giovani nel mercato del lavoro attraverso periodi di stage retribuiti (borse di studio/lavoro), presso aziende e imprese, promuovere e rafforzare gruppi imprenditoriali dell’economia solidale (cooperative), promuovere politiche di genere. Formazione professionale e in microimprese, borse di studio/lavoro, intermediazione fra domanda e offerta del lavoro, acquisto attrezzature e equipaggiamento per gruppi imprenditoriali. ISCOD - País Valenciano, UGT-P.V., Progetto Ramá́, CTC, GMM, ETAPAS Diretti: 1300 giovani e donne. Indiretti: 4000 persone, familiari dei giovani e delle donne coinvolti nel progetto. 20.000 € da 5x1000.

Attività

Partner Beneficiari Costo 2012

Escola movíl de formación y fortalecimiento sindical en Brasil
Settore d’intervento Obiettivo Attività Capofila Beneficiari Partners Fonte di finanziamento diritti umani e democrazia Acquisto e equipaggiamento di una scuola itinerante di formazione legato alla Escola della CUT nel Nord-Est (sede a Recife). Formazione sindacale e sui principi dell'economia solidale prevalentemente in area rurale. ISCOD - País Valencia Diretti: 1350 dirigenti. Indiretti: 13000 lavoratori, giovani e donne di gruppi economia solidale. ESCOLA NORD-EST € 449.987, di cui € 360.173 finanziati da ISCOD-PV attraverso Generalitat Valenciana.

Nel settembre 2012 abbiamo avuto la visita di Admirson Medeiros FerroJunior già coordinatore della Scuola Sindacale del Nordeste, oggi Segr. Gen. Aggiunto per la formazione sindacale della Cut Brasile insieme a Conrado Hernandez segr. Gen. Ugt-Pais Valencia e Marisa Baena e Ana Toral segr. Ugt-Pais Valencia. Il progetto chiuderà in maggio 2013.

PERÚ
Apurimac Alpaca - 180
Settore d’intervento Obiettivo Attività economia solidale e sicurezza alimentare sostegno a cooperative di allevatori di alpaca attraverso il miglioramento del sistema di trasformazione e commercializzazione dei loro prodotti. sostegno alle cooperative esistenti (organizzazione, formazione, attrezzature, assistenza tecnica), facilitazione di nuovi canali commerciali con aziende tessili italiane. GVC in Perù, CECOALP, Hito Quillca, Comunità Campesina di Cambria 140 famiglie contadine di 2 cooperative di allevatori di alpaca in Apurimac, associazioni di Puno privata: 5x1000 e soci (Cisl Modena, FEMCA E.R.), Operation Daywork, Comune di Biella. € 35.322,07, di questi 27.066,73 € attività 2012 più 8.255,34 € a favore della Comunità Contadina di Cambria per trasformazione e vendita prodotti alpaca.

Partners Beneficiari Fonte di finanziamento Costo del totale del progetto 2012

ISCOS REGIONALI EMILIA ROMAGNA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

61

BOLIVIA
Progetto di Sostegno al reinserimento sociale di adolescenti in conflitto con la legge (Santa Cruz) -191
Settore Obiettivo Attività Partners Beneficiari Fonte di finanziamento Inviati 2012 socio-educativo e istruzione favorire il reinserimento di giovani con problemi giudiziari del Centro Fortaleza nella comunità locale di Santa Cruz corsi di educazione fisica e laboratori teatrali, assistenza psicologica, accompagnamento sociale per i giovani che escono dal centro, Missione San Lorenzo - Centro Fortaleza; ALON GAM FC 150 minori e le loro famiglie privata: soci (CISL FC) e 5x1000 5.900,70 €, di questi 400,70 € ospitalità responsabili progetto in Bolivia.

EST EUROPA E BALCANI
BOSNIA HERZEGOVINA e BALCANI
Progetto Lotos (Zenica) - 202
Settore d’intervento Obiettivo Attività Partners Beneficiari Fonte di finanziamento Inviati socio-educativo e istruzione migliorare l'inclusione sociale e familiare di bambini e adolescenti con problemi di salute mentale a Zenica rafforzamento delle attività dell'Associazione locale LOTOS LOTOS bambini e adolescenti di Zenica privati, soci (Cisl Fnp Modena) e 5x1000 € 5.000, inoltre 240 € per missione in Kossovo con Reggio Terzo Mondo.

ROMANIA
Formazione educatori di Sighet: “Il Piccolo Principe”-212
Settore d’intervento Obiettivo Attività Partners Personale utilizzato Beneficiari Fonte di finanziamento socio-educativo e istruzione rafforzamento di una cooperativa sociale di giovani a Sighet formazione, visite studio, sostegno ad attività con adolescenti. Associazione Frati Minori Cappucini Sighet, Coopselios, Consorzio Oscar Romero 4 operatori locali giovani e adolescenti. pubblica: Comune di Reggio Emilia privata: 5X1000, soci (CISL Reggio Emilia, Cisl Fnp Modena) e elargizioni (Fondazione Manodori). 721,50 € per ospitalità delegazione rumena per formazione insieme a Coopselios.

Costo

62

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI EMILIA ROMAGNA

UCRAINA
“Percorsi di integrazione e cooperazione educativa a Zitomir: alunni con disabilità scolarizzati. Approcci culturali, questioni educative e prospettive inclusive” -212
Settore d’intervento Obiettivo socio-educativo e istruzione Promuovere l’integrazione degli alunni disabili nella scuola di base e promuovere la cultura dell’inclusione e delle riduzioni degli handicap nei contesti istituzionali e sociali della città di Zitomir Realizzare una ricerca di sfondo sulla realtà della scolarizzazione degli alluni disabili; Sensibilizzare e informare/formare il corpo degli insegnanti (curricolari)sulle pratiche di integrazione scolastica; Sensibilizzare e informare/formare il personale educativo, coinvolto nei processi di scolarizzazione; Sensibilizzare le famiglie degli alunni disabili, sulle possibilità dell’inclusione sociale e scolastica. CEIS Solidarietà di Reggio Emilia, Coop Eidé Parma, Arca Bologna, FNP E.R. 4 operatori locali insegnanti, giovani e adolescenti pubblica (Regione Emilia-Romagna per 18.691€) e privata (5X1000) 38.940€ 17.033,52 €

Attività

Partners Personale utilizzato Beneficiari Fonte di finanziamento Costo complessivo dell'iniziativa Costo 2012

ASIA
CINA
Abbiamo partecipato al progetto “Leggere la Cina” di ISCOS nazionale insieme ad altri ISCOS regionali con un contributo di 5.000 € da 5x1000 per la collaborazione del tecnico per l'elaborazione della newsletter e la stampa del numero speciale di fine anno (costo nel 2013).

BIRMANIA
Abbiamo adottato il progetto “Adotta un sindacalista birmano” promosso da ISCOS-CISL per due anni 20112012.

AFRICA
MOZAMBICO
Solidarietà Mozambico- 254
Partners NAFEZA (Nucleo delle Associazioni di donne della Zambezia), UDCN (Unione di agricoltori del distretto di Namacurra) AMCELA (Associazione di contadine del Distretto di Nicoadala), Consilmo, Otm e altri. privati, soci (FILCA E.R.) € 11.300 invio a Nafeza per attività, inoltre 1.581,40 € per spese di delegazione mozambicana in Italia, delegazione della Consilmo di Tete composta da 4 persone.

Fonte di finanziamento Costo

ISCOS REGIONALI EMILIA ROMAGNA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

63

MOZAMBICO
Associazioni contadine e HIV (progetto triennale) -255
Settore d’intervento Obiettivo Attività economia solidale e sicurezza alimentare promuovere la lotta all’AIDS nelle zone rurali del Mozambico aumentando le capacità di prevenzione e assistenza degli agricoltori mozambicani rafforzamento delle Cooperative agricole delle aree verdi (periferia di Maputo), campagne di sensibilizzazione sull’HIV-AIDS, formazione tecnica e professionale, programma di microcredito in Mozambico: Associazione contadina Graça Machel, UDCM (Uniao distrital Camponeses de Morrumbala) e Kulima; in Italia: ISCOS Nazionale, NEXUS E.R.e Mani Tese Espatriato: 1 persona nella seconda annualità, 1 persona nella 3 annualità membri delle cooperative agricole, donne e giovani agricoltori delle zone agricole Pubblici: Regione Emilia Romagna € 59.792 di cui ricevuti €22.200 nel 2011; e privati: soci (UST Modena). € 185.246, di questi spesi nel 2012 € 5.225,65. ISCOS e i partner locali hanno contribuito con valorizzazioni per 6.532€.

Partners

Personale utilizzato Beneficiari Fonte di finanziamento Costo

Il progetto è ancora in corso e si è chiuso ufficialmente il 30 giugno 2012 dopo la richiesta di una proroga non onerosa di 4 mesi al termine della quale dopo presentazione della rendicontazione riceveremo il saldo dalla RER per gli importi anticipati. Il progetto si è chiuso con un costo di 3.666,66 €.

Associazioni contadine in Zambesia -256
Settore d’intervento Obiettivo Attività Capofila Partners Personale utilizzato Beneficiari Totale progetto Fonte di finanziamento Costo economia solidale e sicurezza alimentare promuovere la lotta all’AIDS nelle zone rurali del Mozambico aumentando le capacità di prevenzione e assistenza degli agricoltori mozambicani rafforzamento delle associazioni agricole della Provincia Zambesia Arcs Solidarietà in Mozambico: Nafeza, UDCM in Italia: NEXUS E.R., Mani Tese Espatriato: 1 persona membri delle cooperative agricole, donne e giovani agricoltori delle zone agricole € 166.680,63 Pubblici: Regione Emilia Romagna € 82.174 e privati: soci € 15.296,77 più 1.250,14 di spese generali in Italia.

64

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI EMILIA ROMAGNA

Promozione dei diritti dei lavoratori a Tete
Settore d’intervento Obiettivo Attività diritti umani e democrazia migliorare le condizioni dei lavoratori della provincia di Tete attraverso la promozione dei diritti e una migliore relazione con le imprese. miglioramento del dialogo sociale nella provincia attraverso formazioni sulla nuova legge del lavoro, negoziazione, dialogo sociale e metodologie di comunicazione sulle tematiche trattate. in Mozambico: confederazioni sindacali della provincia di Tete (OTM e CONSILMO) ISCOS Nazionale, FILCA E.R. 1 coordinatore attività in condivisione con Iscos Nazionale sulla Provincia di Tete lavoratori e attivisti beneficiari della formazione privati 5x1000 15.000 €

Partners in Italia Personale utilizzato Beneficiari Fonte di finanziamento Speso nel 2012

ETIOPIA
2 Pozzo per il North Wollo – 283
Settore d’intervento Obiettivo Attività Partners Beneficiari Fonte di finanziamento Costo sicurezza alimentare perforazione di due pozzi estrazione acqua potabile formazione, perforazione, Helpers Association- Etiopia 4.500 abitanti della città privati 25.000 € donatori, 5x1000 e soci per

ERITREA
Better teachers, better education, better citizens – Improving the capacity of professionals in 7 schools of Asmara to develop teaching strategies for all - 284
Settore d’intervento Obiettivo socio-educativo e istruzione rafforzare e consolidare i servizi educativi (didattici) di 7 scuole di Asmara migliorando la formazione degli insegnanti e promuovendo l'inclusione sociale nelle scuole di ragazzi con disabilità e bisogni speciali. formazione di 134 insegnanti delle 7 scuole coinvolte su psico-pedagogia, lingua inglese e psicologia educativa e didattica della disabilità in modo da favorire l'integrazione di minori con bisogni speciali nelle scuole coinvolte. in Eritrea: Confederazione sindacale degli insegnanti eritrei (Service Industries Workers Federation of Eritrea) Nexus Emilia-Romagna (capofila), Zora Cooperativa Sociale, Associazione Yoda 4.800 bambini, 127 insegnanti e 7 dirigenti delle istituzioni educative coinvolte, 28 minori con disabilità fisiche e disturbi di apprendimento. pubblici: Commissione europea (175.000€); privati
ISCOS REGIONALI EMILIA ROMAGNA

Attività

Partners in Italia Beneficiari Fonte di finanziamento

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

65

SUDAN
Campagna Italiana per il Sudan
Iscos E.R. aderisce e partecipa insieme ad altre organizzazioni, alla Campagna Italiana per la pace in Sudan, che dal 1995 promuove il dialogo di pace e la difesa dei diritti umani in questo paese in conflitto permanente. L'iniziativa consiste in attività di sensibilizzazione e advocacy in Italia e in Europa e promuove forme di cooperazione nel Darfur, in Sudan Orientale, nel Nord e nel Sud Kordofan e nella zona di Abyei. I settori di intervento sono tutti volti al rafforzamento delle capacità dei gruppi locali per il consolidamento della pace.

Miglioramento della salute e della nutrizione attraverso la fornitura dell'acqua potabile, l'introduzione dell'orticoltura e la diffusione di buone pratiche in quattro villaggi della provincia di Um Ruwaba, Kordofan Settentrionale - Sudan
Settore d’intervento Obiettivo economia solidale e sicurezza alimentare migliorare la salute e la nutrizione della popolazione di quattro comunità rurali garantendo l'accesso all'acqua potabile, diffondendo buone pratiche igieniche e gestionali e tecniche per il miglioramento qualitativo e l'arricchimento della dieta quotidiana. miglioramento dei sistemi di approvvigionamento idrico, formazione su gestione pozzi, avvio di orticoltura con sistema sperimentale di irrigazione a goccia, seminario per amministratori locali e promotori igienico-sanitari su prevenzione di malattie trasmesse dall'acqua. in Sudan: Um Ruwaba Development Society (UDS) la Campagna Italiana per il Sudan, Mani Tese, CICMA (Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull'acqua). 4 comunità rurali, per un totale di 14.500 persone. Pubblici: Comune di Milano (24.044€); privati: Mani Tese (119.678,79€), Iscos E.R. (10.028,49€ da 5x1000), NEXUS E.R. (10.028,49€). 166.850,67€

Attività

Partners in Italia Beneficiari Fonte di finanziamento Costo complessivo del progetto

SENEGAL
Nagadef
Settore d'intervento Obiettivo socio-educativo e istruzione migliorare le condizioni educative e facilitare l'accesso alle strutture scolastiche dei ragazzi e bambini del villaggio di Ndioum Ngainth nella regione di Kaffrine (Senegal) costruzione ed equipaggiamento di 3 aule e di 1 sala polivalente in Senegal: cooperativa di donne GIE-Daara Ji Reeni Koom Koom, Ministero dell'educazione, Ispettorato regionale dell'Educazione, Presidente della Comunità rurale. In Italia: CISL di Rimini e ANOLF di Rimini 297 studenti della scuola elementare e 50 studenti della scuola superiore del villaggio e in generale la comunità di Ndioum Ngainth (3000 abitanti) privati 5x1000 (Anolf e Cisl Rimini) 28.574€ € 13.800
ISCOS REGIONALI EMILIA ROMAGNA

Attività Partners

Beneficiari Fonte di finanziamento Costo complessivo del progetto Costo 2012

66

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

FRIULI VENEZIA GIULIA
Nel 2012 ISCOS Friuli Venezia Giulia ha operato principalmente in 3 settori d’intervento: - per dare impulso a politiche rispettose dei diritti di lavoratrici e lavoratori e favorire il Dialogo Sociale ad Haiti abbiamo coadiuvato l’azione dell’ISCOS Nazionale "Better work for a decent recostrution” (vedi scheda a pag. 28); - per favorire il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro per i lavoratori dei cantieri navali in India, in continuità con l’azione realizzata da ISCOS Nazionale (vedi scheda a pag. 48), è stato presentato alla Regione Friuli Venezia Giulia un progetto in partnership con FIM, Rina, IMF, Anolf F.V.G.; - per sensibilizzare il sindacato, la società civile e, più in generale, sono state realizzate numerose iniziative sul territorio. Le più significative sono di seguito elencate.

ATTIVITA’ D’INFORMAZIONE E DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO REALIZZATE IN ITALIA
Iniziative locali di sensibilizzazione sui temi del lavoro dignitoso, lo sviluppo sostenibile e i processi migratori, nell’ambito del progetto di ISCOS Nazionale “Decent Work for All! Making migration work for development” (vedi scheda a pag. 9); Attività di sensibilizzazione nel sindacato, in particolare durante i congressi, e nella società civile, mediante la partecipazione a dibattiti e convegni Coordinamento del convegno "Dall'Adriatico ad Atlantide " La globalizzazione delle risorse e dei diritti sul lavoro Trieste 21 Novembre 2012.

ISCOS REGIONALI FRIULI VENEZIA GIULIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2011 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

67

LAZIO
Nel corso dell’anno 2012 l’ISCOS Lazio ha realizzato i seguenti interventi:

SENEGAL
Progetto per attività produttive di sviluppo creatrici di reddito e migliorare il livello di assistenza all’infanzia nel dipartimento della comunità rurale di Palmarin
Presentato alla regione Lazio Paese destinatario Interventi realizzati nel mese di gennaio 2010 Senegal nel dipartimento della comunità rurale di Palmarin Nei villaggi di Diakanor e Ngallou ‐ ‐ ‐ ‐ ‐ ‐ Beneficiari Partner Costo del progetto Finanziamento costruzione e completamento di una struttura polifunzionale per le donne del villaggio di Diakanor acquisto di un mezzo di trasporto per il trasporto e per la commercializzazione costituzione di un fondo per il micro credito formazione per i pescatori e per le insegnanti della scuola materna fornitura di una trebbiatrice attrezzature esterne alla scuola materna per il gioco dei bambini

pescatori, donne dell’associazione Jeunes Mamans, bambini della scuola materna dei villaggi diocesi cattolica di Palmarin e La Cents 59.950,00 euro 25.000,00 euro della regione Lazio e 20.000,00 della provincia di Latina

Il progetto è stato concluso nel mese di aprile del 2012

Realizzare attivita’ produttive di sviluppo creatrici di reddito nel dipartimento della comunià rurale di Palmarin
Paese destinatario Interventi realizzati Senegal e realizzato nella comunità rurale di Palmarin nei villaggi di Diakhanor, Facao e Ngueth ‐ ‐ ‐ ‐ Beneficiari Partner Costo del progetto Finanziamento acquisto di una piroga per eco-guide(trasporto fino a 50 persone) con relativo equipaggiamento acquisto di un mulino lavori di pavimentazione del centro polivalente di Diakhanor e realizzazione dei bagni formazione per i giovani dell’associazione delle eco-guide

giovani e donne dei villaggi interessati agli interventi diocesi cattolica di Palmarin 46.000,00 euro 20.000,00 euro della provincia di Latina e fondi 5 per mille irpef 2007

Il progetto è stato concluso nel 2012

68

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2011 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI LAZIO

Attività produttive creatrici di reddito a ZIGUINCHOR in CASAMANCE
Descrizione Paese destinatario Le principali attività realizzazione del progetto per la Realizzazione di una azienda per la Produzione di Ghiaccio per la pesca, la conservazione e la lavorazione del pesce Senegal, regione Casamance, città di Ziguinchor • • • beneficiari partner costo del progetto finanziamento durata del progetto La costruzione della fabbrica con un laboratorio, un ufficio, i servizi, un muro di cinta, impianti elettrici ed idraulici. La fornitura, l’installazione delle attrezzature e macchine per la produzione del ghiaccio. La formazione ai lavoratori e ai soci della cooperativa su gestione e amministrazione di un’impresa

i lavoratori e le lavoratrici disoccupati di Ziguinchor, i pescatori della regione Casamance CNTS (Confederazione Nazionale Lavoratori del Senegal) 162.000 euro fondi 5 per mille e provincia di Latina 2012/ 2013

ISCOS REGIONALI LAZIO

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

69

LOMBARDIA
NIGER Sostegno alla scuola di Tan Barogane - Niger
Settore di intervento Obiettivo Attività Istruzione ed educazione. Promuovere l’educazione primaria dei bambini di Tan Barogane nel dipartimento di Abalak Garantire la presenza continuativa di insegnanti qualificati, l’acquisto di libri e materiale scolastico e l’organizzazione di attività conoscitive extra-scolastiche, quali gite e programmi di educazione ambientale. PDR (associazione di volontariato della valle dell’Azawak, promotrice di attività di riflessione sui cambiamenti sociali e climatici in atto nella zona). 2 Insegnanti locali 3 classi di bambini (1ª, 2ª e 4ª). La popolazione di Tan Barogane e dei villaggi vicini. Strutture sindacali Lombardia e donazioni private. ISCOS Lombardia. 2.200 Euro

Partners Personale utilizzato Beneficiari Diretti Beneficiari Indiretti Finanziatori Costo del progetto

PAKISTAN Migranti pakistani: ponte tra sviluppo locale e integrazione
Settore di intervento Obiettivo Attività Sviluppo locale. Contribuire all’affermazione di forme di co-sviluppo di successo tra Italia e Pakistan In Pakistan: corso di formazione per paralegale (molestie sessuali), formazione sulla gestione della specificità femminile, sui diritti dei lavoratori e di gestione del lavoro autonomo. In Italia: corsi di educazione civica per i migranti pakistani in Italia, capacity building delle comunità immigrate e percorsi di educazione allo sviluppo nelle scuole; corsi di italiano per le donne pakistane residenti in Lombardia. Comitato dei pakistani e degli indiani della provincia di Varese, ISCOS Nazionale e sede di Islamabad, PWF - Pakistani Workers Federation, CESIL Milano, Cooperativa Pandora, ANOLF (Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere), Sistema CISL 4 formatori, coordinatore in loco, 6 persone di staff amministrativo, 5 responsabili attività in Italia In Pakistan: lavoratrici e lavoratori pakistani della zona di Sialkot; in Italia: il Comitato indopakistano di Varese, le donne pakistane residenti in Lombardia, i lavoratori e le lavoratrici italiani ed immigrati e gli studenti e insegnanti delle scuole medie-inferiori. In Pakistan: le famiglie dei lavoratori e le comunità di appartenenza; in Italia: le comunità pakistane in Lombardia, le altre comunità straniere residenti in Lombardia e la società civile lombarda. Comune Milano, strutture sindacali della Lombardia e donazioni private, ISCOS nazionale, fondi 5xmille del 2008. Euro 107.156,21 (2011 – 2012; 12 mesi)

Partners

Personale utilizzato Beneficiari Diretti

Beneficiari Indiretti

Finanziatori Costo del progetto

70

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI LOMBARDIA

PERU' Latte fonte di vita: il progetto agro- zootecnico sulla sierra del Perù
Settore di intervento Obiettivo Attività Sviluppo locale. Promuovere una rete di “stalle familiari” aumentando le competenze agro- zootecniche. Costruzione di una stalla- modello e di una casa-foresteria Corsi di formazione per i ragazzi delle comunità coinvolte Realizzazione di opere infrastrutturali Acquisto di mucche di razza adatte alle alte quote Mato Grosso, Associazione di volontariato “PONTE SOLIDALE”, Seminario Señor de Pomallucay, Anolf Como. Agronomi italiani, personale volontario locale e italiano 60 ragazzi della comunità locale Altri 150 ragazzi durante l’estate; le comunità locali di Pomallucay, Ututupampa, Vincococha, Humanhuauco, Uchusquillo e Pucayacu. Strutture sindacali della Lombardia, donazioni private. ISCOS Lombardia, Comune di Como, Operazione Mato Grosso, Fondi 5xmille del 2009 Euro 50.000 euro.

Partners Personale utilizzato Beneficiari Diretti Beneficiari Indiretti Finanziatori Costo del progetto

EL SALVADOR
“Sviluppo dell'associazionismo e dell'uso sostenibile delle risorse ittiche nel bacino del Cerròn Grande

Settore di intervento Obiettivo

Sviluppo locale. Sviluppo della pesca, in particolare tramite il processo di filettatura del pesce con modalità artigianale, per ridurre la povertà della popolazione del Cerrón Grande contribuendo allo sviluppo sostenibile socioeconomico Costruzione infrastrutture per la lavorazione del pesce con modalità artigianale; sistemazione vasche per l’ingrasso dei pesci; acquisto attrezzature per la filettatura; formazione rivolta a donne sulla filettatura artigianale. Attività di sensibilizzazione in Lombardia. Aspesgra (Asociacion Pescadores Embalse Cerròn Grande), Cisl Lecco, Anolf Lecco,

Attività

Partners Personale utilizzato Beneficiari Diretti Beneficiari Indiretti Finanziatori Costo del progetto

Anolf Lombardia, Grigna Express
1 coordinatore locale (Aspesgra), e 10 persone della planta de Alevines

300 pescatori del Cerròn Grande e le loro mogli Tutti i pescatori dell'area, circa 5000 persone, che beneficeranno della maggiore forza dell'associazione e dello sviluppo dell'intera area
Comitato lecchese per la pace e la cooperazione tra i popoli

Euro 45.158,00 (12 mesi)

ISCOS REGIONALI LOMBARDIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

71

ALBANIA “Albania Domani”
Settore di intervento Obiettivo Attività Partners Turismo, formazione, sviluppo locale. Favorire lo sviluppo locale attraverso la creazione di una rete turistica a Berat Formazione degli operatori della società civile albanese e delle associazioni della diaspora che gestiranno la rete turistica in quella zona Bspsh, Kssh (sindacati albanesi). Celim Milano (capofila), Acli Lombardia, Arci Milano, Cespi, Cgm, Comune di Forlì, Ipsia, Lvia, Oxfam Italia, Psicologi per i Popoli nel Mondo, Politecnico di Milano, università Cà Foscari di Venezia. 1 team leader locale part-time Giovani della comunità di Berat; sindacati albanesi; membri delle Associazioni della diaspora albanese. la cittadinanza di Berat, le istituzioni locali e i cittadini lombardi Fondazione Cariplo 30.660,00 Euro (II anno di progetto; Progetto triennale)

Personale utilizzato Beneficiari Diretti Beneficiari Indiretti Finanziatori Costo del progetto

NB: Il progetto complessivo ha un budget di 1.171.421 euro.

PALESTINA “Sostegno al sindacato PGFTU Gerico (formazione e progetti a sostegno delle donne)”
Settore di intervento Obiettivo Attività Partners Personale utilizzato Beneficiari Diretti Beneficiari Indiretti Finanziatori Costo del progetto Formazione; sviluppo locale. Favorire la presenza delle donne nella vita sindacale palestinese. Realizzazione del primo “Arab Forum”, per la promozione della partecipazione femminile nelle organizzazioni sindacali PGFTU Gerico. Nessuno 20 donne palestinesi. La popolazione di Gerico, i membri del sindacato PGFTU. Fondi 5xmille del 2009. 4.600,00 Euro

72

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI LOMBARDIA

PERU' “Progetto scuola dell’infanzia della comunità Altiva Canas”
Settore di intervento Obiettivo Attività Istruzione ed educazione. Fornire aiuto e supporto all’educazione infantile per i bambini di Altiva Canas Costruzione di un centro per i bambini della comunità di Altiva Canas, dove loro possano trovare aiuto e sostegno dal punto di vista scolastico ed educativo, e dove sia garantita loro una adeguata alimentazione. Nessuno nessuno 100 bambini tra 0 e 12 anni La popolazione di della comunità di Altiva Canas Strutture sindacali Lombardia e donazioni private. ISCOS Lombardia. Non sono state registrate spese per il progetto nel 2012

Partners Personale utilizzato Beneficiari Diretti Beneficiari Indiretti Finanziatori Costo del progetto

PAKISTAN “Una rete contro lo sfruttamento del lavoro minorile tra Italia e Subcontinente indiano”
Settore di intervento Obiettivo Formazione Contribuire all'affermazione di forme di co-sviluppo di successo tra Italia, Pakistan, India e Bangladesh partendo dalla difesa dei diritti dei minori e dall'affermazione della famiglia come veicolo di cambiamento sociale. Formazione di 10 gruppi di agricoltori sulle tecniche di allevamento, la coltivazione, la conservazione e la commercializzazione di prodotti agricoli e la fornitura di materie prime e mezzi per la lavorazione dei campi e il trasporto dei prodotti.

Attività

Partners

Anolf Lombardia (promotore), Iscos Lombardia, Iscos Nazionale, Associazione provinciale pakistani-varesini (APV), Anolf Varese, CESIL Milano, Anolf Milano
1 coordinatore progetto in India; 1 coordinatore progetto in Pakistan; 6 persone staff locale; 2 formatori in loco; 2 responsabili attività in Italia. In loco: 60 rappresentanti ed attivisti delle associazioni della società civile locale coinvolti nelle attività di formazione; 10 rappresentanti Pwf e società civile coinvolte nella formazione in Pakistan; lavoratori e lavoratrici della zona di Sialkot. In Italia: 45 donne indo-pakistane-bengalesi coinvolte nei corsi di italiano; studenti delle classi coinvolte nei laboratori; comunità indo-pakistane-bengalesi in Lombardia. Popolazione lombarda; comunità indo-pakistane-bengalesi in Lombardia; bambini, famiglie, comunità di appartenenza, istituzioni e sindacati in India, Pakistan e Bangladesh Comune di Milano

Personale utilizzato Beneficiari Diretti

Beneficiari Indiretti Finanziatori Costo del progetto

147.069,00 € (2012 – 2013; 12 mesi)

ISCOS REGIONALI LOMBARDIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

73

MARCHE
ALBANIA Rafforzamento del ruolo dei Sindacati nella tutela dei diritti sociali ed economici dei lavoratori albanesi
Settore d’intervento Ubicazione Date d’inizio e termine progetto Obiettivi Diritti sindacali e sociali Distretti di Tirana, Durazzo, Fier, Scutari Novembre 2011 – Ottobre 2013 Obiettivo Generale: Rafforzare il ruolo dei sindacati albanesi nella tutela dei diritti sociali ed economici dei lavoratori Obiettivi specifici: Fornire assistenza legale ai lavoratori delle PMI del settore privato, ai giovani ed alle donne, lesi da comportamenti illegali; Migliorare il sistema di Relazioni Industriali attraverso un adeguamento del diritto del lavoro albanese ai principi dell’Europa sociale al fine di sostenere e rafforzare la contrattazione collettiva, soprattutto nel settore privato; Promuovere forme di cooperazione fra i diversi soggetti della società civile albanese per contrastare lo sfruttamento e le illegalità nel lavoro contro le fasce sociali più deboli e vulnerabili, come le donne, i giovani e i minori. Gruppi bersaglio: Lavoratori iscritti e non iscritti al Sindacato, principalmente i dipendenti del sistema di PMI; Donne, anche lavoratrici nel lavoro domiciliare o nei servizi domestici; Avvocati; Operatori sindacali. Risultati attesi: Uffici legali ed Osservatorio costituiti e funzionanti; Migliorata percezione, nella società albanese, del ruolo del Sindacato; Garantito sostegno legale ai lavoratori lesi da comportamenti illegali dei datori di lavoro; Incremento del numero degli iscritti e dei contratti collettivi; Disponibilità di operatori del diritto (avvocati) con una visione sindacale del diritto del lavoro; Disponibilità di giovani operatori sindacali nella gestione di servizi legali e nella contrattazione collettiva; Consolidamento dei rapporti fra sindacati e altre organizzazioni della società civile. Principali Attività: Apertura e gestione di n. 4 Uffici legali; Campagne di sensibilizzazione e d’informazione; Formazione di avvocati e sindacalisti; Seminari/Laboratori sulla legislazione lavoristica, la contrattazione collettiva, il lavoro nero ed il ruolo della società civile; Lobbying istituzionale; Costruzione di rapporti tra sindacati ed associazioni della società civile. KSSH - Confederation of Trade Union of Albania Regione Marche Lavoratori in genere, Associazioni della società civile albanese, Istituzioni e cittadini Il progetto è stato avviato il 17 ottobre 2011. Sono stati istituiti ed attivati i primi due Uffici Legali a Tirana e Durazzo; un terzo verrà inaugurato a Scutari, il 15 gennaio 2013; sono stati avviati i lavori dell’Osservatorio. Nei primi mesi di attività gli Uffici hanno istruito le pratiche di un centinaio di casi, di cui 10 al momento sono in corte. Le richieste d'aiuto necessitanti intervento specifico sono state indirizzate verso soggetti/istituzioni più competenti. Il progetto ha favorito il miglioramento delle competenze degli operatori addetti agli Uffici Legali: due operatori sono stati formati e assunti per le attività dell'ufficio, mentre 59 sindacalisti hanno beneficiato di interventi e relazioni di esperti e consulenti sulle tematiche degli uffici vertenze, in Seminari realizzati il 16-17 febbraio, il 27-28 febbraio e il 15-16 ottobre. Il 6 luglio è stato realizzato un Seminario con alcune organizzazioni della società civile con 18 partecipanti. Euro 220.000

Attività

Partner Donors e Partners internazionali Beneficiari Stato dell’iniziativa

Costo dell’Azione

74

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI MARCHE

TANZANIA Sostegno allo sviluppo del settore agricolo e lotta contro la malaria nel Distretto di Rufiji
Settore d’intervento Ubicazione Date d’inizio e termine progetto Obiettivi Agricolo e sanitario Distretto di Rufiji Settembre 2009 – Agosto 2012 Ridurre lo stato di povertà che caratterizza la popolazione del Distretto e migliorare lo stato di salute dei suoi abitanti. Favorire l’aumento del reddito delle famiglie sviluppando la produttività agricola e la commercializzazione delle produzioni locali. Contrastare l’incidenza della malaria. Costruzione della sede agricola di UWAWARU; acquisto e messa in funzione dei macchinari agricoli; realizzazione di sperimentazioni agricole relative a nuove colture; messa in produzione di 40 ettari di terreno appartenente all’Azienda; realizzazione di una campagna informativa per migliorare le conoscenze agronomiche; costituzione di punti d’accesso per la fornitura di input agricoli; promozione dell’agricoltura meccanizzata; studio dei fattori che influenzano la commercializzazione; campagna di sensibilizzazione sulla profilassi indiretta contro la malaria con distribuzione di zanzariere. Associazione Uwawaru, Distretto di Rufiji, Diocesi di Dar es Salaam Provincia di Macerata, ISCOS Marche, Cisl Marche. Circa 4.000 persone dell’area costiera A febbraio 2012 è stato formato un operatore per la gestione del trattore indicato dal management di Uwawaru. Dal 2 al 6 luglio 2012 si è svolto un corso di formazione rivolto al gruppo dirigente di Uwawaru (sedici partecipanti) organizzato dalla Tanzanian Federation of Cooperative, sulla gestione di una società cooperativa. E’ continuata la formazione diretta sul campo dei soci di Uwawaru, secondo il principio delle “Farm Field Schools” e la distribuzione gratuita di sementi migliorate agli aderenti ai gruppi di studio/lavoro. L’8 dicembre 2011 è stato siglato un accordo con Uwawaru, Diocesi e Saccos (cooperativa di credito locale) per l’erogazione di 10.000 USD in microcredito, destinati a rotazione a tutti i soci di Uwawaru. La componente sanitaria,(malaria e altre malattie infettive) è stata svolta presso i dispensari di Kibiti e di Ikwiriri. E' stata offerta l’opportunità a un totale di tredici infermiere di partecipare a tre corsi di formazione. Sono stati realizzati 50 poster e 17.000 opuscoli. Sono state acquistate e distribuite circa 1500 zanzariere impregnate d’insetticida, ad altrettante madri, rispetto alle 600 previste. Grazie ad un contributo di 30.000 € ottenuto dalla Fondazione Cariverona abbiamo avuto la possibilità di continuare e rafforzare questa componente del progetto, con l’acquisto di altre 2.000 zanzariere, attrezzature mediche per la diagnosi e trattamento della malaria e delle principali malattie infettive dei bambini, due motociclette, farmaci e materiali medici di consumo. Sul nostro sito (iscosmarche.it) è stato pubblicato un reportage di Lucio Cristino, di èTV Marche, andato in onda nei mesi scorsi, dedicato al progetto. Euro 350.000

Attività

Partner locali Donors e Partners internazionali Beneficiari Stato dell’iniziativa

Costo dell’Azione

ISCOS REGIONALI MARCHE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

75

TANZANIA Indagine sulle forme peggiori di lavoro minorile
Settore d’intervento Ubicazione Date d’inizio e termine progetto Obiettivi Attività Partner locali Donors e Partners internazionali Stato dell’iniziativa Minori Distretto di Rufiji Settembre 2012 – Febbraio 2013 Studiare le forme peggiori di lavoro minorile nel distretto di Rufiji Ricerca tramite 6.000 questionari rivolti agli studenti delle scuole primarie e secondarie del distretto Tanzanian Teachers Union ISCOS Marche L'iniziativa si è conclusa nel febbraio 2013. E' stato prodotto un rapporto di ricerca disponibile sul nostro sito, che analizza la condizione demografica, di salute, lavorativa e le aspettative sul mondo del lavoro. Euro 3.000

Costo dell’Azione

MAROCCO Collaborazione con i sindacati e le associazioni della società civile marocchina
A marzo 2012 è iniziata la missione di un cooperante ISCOS in Marocco con l'obiettivo di stabilire contatti con le sigle sindacali più rappresentative, e numerose associazioni attive nella difesa dei diritti umani, delle donne e delle minoranze, oltre che con le istituzioni nazionali e internazionali di riferimento. Il 19 settembre è stato firmato un accordo con l'Association Marocaine Droits Humains (AMDH) per un’iniziativa di formazione su diritti economici, sociali, e culturali che è stata realizzata dal 21 al 23 dicembre a Harhora, dal titolo "Il rispetto dei diritti economici, sociali e culturali garantisce la dignità e la giustizia sociale"; questa iniziativa ha beneficiato del contributo della Regione Marche. E' stato raggiunto inoltre un accordo per un progetto con due sindacati, UGTM (Union Gén. Travailleurs Maroc) e CDT (Conféd. Démocratique du Travail), la già citata AMDH e la Federation de la ligue démocratique des droits de la femme. L’azione si propone di potenziare le capacità dei Sindacati e delle Organizzazioni della società civile per: • rafforzare la tutela dei diritti del lavoro, particolarmente delle fasce sociali più deboli, come le donne, i giovani e i minori promuovere e consolidare la cultura dei diritti umani, economici e sociali qualificare le risorse umane dei partner migliorare la capacità di proselitismo e il dialogo sociale rafforzare le capacità di comunicazione anche mediante l’uso delle nuove tecnologie

• • • •

All’Unione Europea, insieme a ISCOD, istituto spagnolo di cooperazione sindacale, è stato presentato un progetto per la lotta al lavoro minorile.

76

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI MARCHE

ATTIVITA’ D’INFORMAZIONE E DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO REALIZZATE IN ITALIA

Iniziativa n. 1 Migranti dispersi Aderendo alla campagna “Da una sponda all’altra – vite che contano”, Iscos Marche e Cisl Ancona hanno organizzato il 7 marzo, alle 17:15 ad Ancona, nella Sala del Consiglio Comunale un incontro pubblico dal titolo “Migranti dispersi”, per sostenere la richiesta della delegazione delle famiglie dei dispersi tunisini nel nostro paese, dove ha avviato uno sciopero della fame, ha indetto sit-in ed è stata ricevuta al Ministero degli Interni, senza purtroppo alcun risultato al momento. L’associazione tunisina PONTES e il collettivo femminista di Milano “le Venticinque Undici” hanno lanciato un appello in appoggio alla lotta delle famiglie dei dispersi (www.storiemigranti.org) a cui l’ISCOS Marche ed il mondo del lavoro anconetano hanno deciso di aderire. E’ stata proiettata una parte del documentario “I nostri anni migliori” e sono state raccolte firme per l’”Appello per i migranti tunisini dispersi”. Sono intervenuti Michele Brisighelli (Comune di Ancona), Carlo Maria Pesaresi (Provincia di Ancona), Paolo Santini (CISL Ancona) e Fausto Mazzieri (ISCOS Marche). Hanno portato la loro testimonianza Kalthoum Ben Soltane (Associazione Pontes), Fethi Mahyoufi (Migrante tunisino), Adel Bouthbiba (Migrante tunisino). L’incontro è stato coordinato da Stefania Sinigaglia (Rete ECO). Sono disponibili sul sito dell’ISCOS Marche i video dell’incontro.

Iniziativa n. 2 - Primavere arabe e futuro del Mediterraneo: quale ruolo per l’Italia e l’Europa? Tre esperti si sono confrontati sugli avvenimenti che hanno cambiato il nord Africa e sulla risposta italiana ed europea. I temi trattati sono stati il superamento dell’approccio economico, che in passato ha portato al sostegno di dittatori, per arrivare a parlare di democrazia e diritti umani su entrambe le sponde del Mediterraneo, e il ruolo del fondamentalismo islamico in questo processo di ricostruzione degli stati. I relatori sono stati: - Massimo Bevacqua, docente dell’Università di Urbino e di Tunisi; - Silvia Colombo, ricercatrice presso Istituto Affari internazionali di Roma, autrice del libro “L’Africa Mediterranea”; - Rony Hamaui, docente dell’Università Cattolica di Milano, autore del libro “Il Mediterraneo degli altri”. L’incontro si è svolto giovedì 3 maggio, alle 15.30 nell’Aula Rossa della Facoltà di Economia, in via Saffi, 42, a Urbino. E’ stato promosso da ISCOS Marche onlus ed Anolf e patrocinato dall’Università di Urbino. L’introduzione dei lavori è stata curata da Sauro Rossi, della Cisl Pesaro Urbino, e da Fausto Mazzieri, ISCOS Marche Onlus. Ha coordinato i lavori Gianluigi Storti, dell’Anolf Marche. Ulteriori informazioni sui relatori, sui libri e le pubblicazioni sono state pubblicate in uno speciale sul sito iscosmarche.it.

ISCOS REGIONALI MARCHE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

77

Iniziativa n. 3 - Dove mettiamo gli immigrati? Il 4 maggio è stato realizzato un incontro di 3 ore presso l’Istituto Corridoni - Campana di Osimo con l’obiettivo di ragionare sui diritti e sul dialogo come metodo per favorire la tutela dei diritti e la composizione dei diversi interessi. ISCOS ha proposto un gioco di ruolo, dal titolo “Dove mettiamo gli immigrati?” (1 ora e 45 minuti). Il gioco ha visto gli abitanti di due cittadine confinanti decidere come accogliere i migranti. Ognuno ha interpretato un ruolo con delle indicazioni (dai politici, ai commercianti, ai criminali) e alla fine si è votato per la soluzione migliore. Questo gioco è servito a portare alla luce alcuni stereotipi e a far emergere la complessità della situazione. La definizione dello stesso problema da diversi punti di vista, per arrivare a una definizione comune, è stato un esercizio di dibattito democratico. Il materiale utilizzato è stato pubblicato sul sito dell’Istituto.

Iniziativa n. 4 - Il lavoro dignitoso al tempo della crisi Il Seminario ha avuto luogo martedì 2 ottobre, alle 15:30, presso la Sala del Consiglio Provinciale “W. Pierangeli” in Viale Gramsci, 4 a Pesaro. L’obiettivo è stato quello di presentare la situazione legislativa italiana sul tema del lavoro dignitoso, le tendenze globali su occupazione e crisi, e le proposte concrete di intervento per garantire il diritto al lavoro. Sono intervenuti Paolo Pascucci dell’Università di Urbino, Francesco D’Ovidio dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro a Islamabad (Pakistan) e Matteo Ricci, Presidente della Provincia di Pesaro Urbino. L’introduzione è stata curata da Fausto Mazzieri, di ISCOS Marche onlus, mentre ha coordinato i lavori, Sauro Rossi, della CISL Pesaro. L’evento è stato segnalato dal sito della campagna mondiale World Day Decent Work, organizzata dalla federazione internazionale dei sindacati, ITUC.

Iniziativa n. 5 - La conoscenza quale principio di ecumenismo e di pace

La mostra delle macchine di Leonardo da Vinci dal titolo “La conoscenza quale principio di ecumenismo e di pace” si è svolta dal 16 settembre al 21 ottobre 2012 nei locali “ex Upim” di Macerata. E’ stata visitata da oltre 4.000 persone, di cui 1.200 alunni di 62 classi di Scuole Secondarie di primo e secondo grado di tutta la Provincia, con visitatori anche da fuori provincia e regione. Le macchine esposte appartengono all’ Associazione OMPST Osservatorio Monitoraggio della Pace e della Sicurezza Territoriale di Assisi, di cui è Presidente il Prof. Giorgio Cegna. La mostra è stata organizzata dal Comitato “Pro Missione Kibiti-Tanzania”, associazione che da anni porta avanti le opere del Sacerdote missionario di Caldarola, Padre Adalberto Galassi. Nel decennale della sua morte, avvenuta il 24 novembre 2002, il Comitato ha voluto ricordare il valore morale e cristiano delle opere compiute da Padre Adalberto in 33 anni di vita dedicata al popolo della Tanzania. Il Comitato, tramite l’Istituto delle Suore della Consolata che operano a Kibiti (Tanzania), sostiene progetti di adozione a distanza di studenti e di assistenza sanitaria, in particolare interventi chirurgici di contrasto alla cecità e di sostegno alle donne in gravidanza. Grazie alla collaborazione con l’ISCOS Marche, il Comitato ha realizzato e sostiene anche il progetto di sviluppo dell’agricoltura nel distretto di Rufiji - Tanzania.

78

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI MARCHE

Iniziativa n. 6 - 100 anni d’indipendenza dell’Albania Il 22 novembre 2012 è stata inaugurata a Pesaro, nella Sala Laurana del Palazzo del Governo, la mostra storico culturale “I 100 anni di indipendenza dell’Albania”, il cui anniversario ricorre il 28 novembre. La mostra, dall’Anolf di Pesaro e Urbino, dall’Iscos Marche onlus con il patrocinio del Comune e della Provincia di Pesaro e dall’Arcidiocesi di Pesaro, si è conclusa il 5 dicembre.

Iniziativa n. 7 Marche Solidali - Coordinamento organizzazioni marchigiane Il coordinamento delle organizzazioni marchigiane (COM) per la cooperazione internazionale e l’educazione alla cittadinanza globale è attivo dal 2010. Unisce circa 35 associazioni, che si sono date una carta dei valori, hanno condiviso alcune esperienze di formazione e il lavoro sul progetto EAS. A luglio 2012 è stato avviato il progetto COM, grazie al contributo della Regione Marche per i progetti di iniziativa territoriale. Marche Solidali è stata formalmente costituita come associazione di secondo livello con un’iniziativa pubblica il 19 luglio, all’interno della Festa dei Popoli. Lo statuto è stato registrato presso l’Agenzia delle Entrate. La presidenza è stata assegnata dall’Assemblea dei soci a Iscos Marche. Nel 2012 il COM ha organizzato una scuola residenziale a Cartoceto, dal 4 al 7 ottobre. Al corso hanno partecipato circa 50 collaboratori, volontari ed attivisti di Organizzazioni Non Profit (associazioni di volontariato, culturali e del terzo settore etc..) con sede nella Regione Marche e studenti e neo laureati in discipline inerenti la Cooperazione allo sviluppo, residenti nelle Marche, interessati a lavorare nel settore del non-profit e ad approfondire le tematiche inerenti la progettazione europea e la raccolta fondi. Il 22 novembre si è svolto il primo di due seminari su “L’infanzia e i suoi diritti: il diritto dei bambini al gioco”. Questa iniziativa è nata da una collaborazione tra Ombudsman delle Marche, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Comune di Camerino, Università di Camerino e Marche Solidali. E’ stata avviata la raccolta dati ed informazioni su associazioni, bandi, volontari ed attività in corso, che proseguirà nel prossimo anno.

ISCOS REGIONALI MARCHE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

79

PIEMONTE
BRASILE “Azioni di rafforzamento della rete istituzionale e sociale per la promozione dello sviluppo locale del territorio di Teofilo Otoni - Minas Gerais - Brasile III Fase”
Settore d'intervento Obiettivo Formazione Sostenere ed accompagnare lo sviluppo locale del territorio di Teofilo Otoni, avviando un rapporto di stabile collaborazione tra la Regione Piemonte, mediante l’impegno dei soggetti piemontesi partner del progetto, e la regione di Teofilo Otoni con l’insieme delle sue realtà istituzionali e sociali. Attività di orientamento e formazione diretta a funzionari pubblici e rappresentanti della società civile brasiliana per l’analisi delle problematiche socio-economiche dell’area in oggetto e la definizione di un piano di sviluppo locale; iniziative di interscambio in Brasile e in Italia tra rappresentanti istituzionali e privati delle due realtà per l’elaborazione di progetti di cooperazione sociale ed economica; percorsi formativi in ambito industriale per i giovani della zona e assistenza per agevolare il loro ingresso nel mercato del lavoro. Ong Engim, Centro de defesa dos direitos umanos de Teofilo Otoni, Prefeitura de Teofilo Otoni Rappresentanti dell’associazionismo e dei movimenti popolari Regione Piemonte € 10.000 budget riferito al 2012

Attività

Partners Beneficiari Finanziatori Costo del progetto

BRASILE “Enfrentamento a violencia contra as mulheres”
Settore d'intervento Obiettivo Diritti umani Consolidamento della rete e delle azioni di cooperazione decentrata sui diritti delle donne tra enti pubblici italiani e latinoamericani al fine di rafforzare iniziative di lotta alla violenza contro le donne. Seminari di interscambio ed elaborazione di micro progetti da realizzarsi nelle città brasiliane. Brasile: Città di Belo Horizonte, Città di Recife, Città di Contagem, Città di Araraquara, Città di Santos, Città di Barra do Garça. Argentina: Città di Rosario, Città di Pergamino Uruguay: Città di Montevideo. Paraguay: Città di Asunción. Italia: Provincia di Torino, Provincia di Alessandria, Provincia di Milano, Provincia di Novara, Città di Collegno, Città di Borgiallo, Confocooperative Torino, ACEL (Agenzia di Cooperazione degli Enti Locali). Donne vittime o a rischio di violenza in Brasile, Uruguay e Argentina. Si prevede che il progetto potrà avere una ricaduta indiretta anche sulle donne residenti in Italia nei territori degli enti partner. Provincia di Torino, Unione Europea € 30.000 budget riferito al 2012

Attività Partners

Beneficiari

Finanziatori Costo del progetto

80

ISCOS CISL – BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI PIEMONTE

ITALIA, BRASILE, ARGENTINA, ROMANIA, SPAGNA “Lotta alla tratta e al turismo sessuale”
Settore d'intervento Obiettivo Attività Diritti umani Sensibilizzazione sulle violazioni dei diritti umani causati dalla tratta di persone e dal turismo sessuale. Contrastare lo sfruttamento di esseri umani nell’ambito del commercio del sesso Redazione di una ricerca comparativa sul traffico e turismo sessuale nei territori dei partner di progetto. Formazione di tecnici e operatori del settore sociale di contrasto al traffico e sul rafforzamento dei servizi. Realizzazione di campagne di sensibilizzazione sul tema Brasile: Città Guarulhos, Città di Fortaleza, Città di Salvador de Bahia, Argentina: Città di Rosario. Romania: Città di Costanta. Spagna: FAMSI Italia: Città di Torino,, Città di Collegno, Città di Genova, Confocooperative Torino, ACEL (Agenzia di Cooperazione degli Enti Locali). ONG MAIS Persone vittime o a rischio di tratta a fini di sfruttamento sessuale in Italia, Spagna, Romania, Brasile e Argentinaviolenza in Brasile, Uruguay e Argentina.. Unione Europea € 10.000 budget Iscos riferito al 2012

Partners

Beneficiari Finanziatori Costo del progetto

“Decent Work and Industrial Relations
Località di intervento Settore di intervento Obiettivo Italia - Europa Ricerca e formazione Esaminare lo stato di attuazione e ruolo delle relazioni industriali nell’applicazione dell’Agenda del Decent Work alivello europeo. Fornire raccomandazioni a decisori politici, datori di lavoro e associazioni sindacali sulle azioni da intraprendere nell’ambito delle relazioni industriali per consentire il raggiungimento di migliori standard nella protezione del lavoro alivello europeo. Redazione e pubblicazione di 7 ricerche nazionali sulla situazione di alcune categorie di lavoratori esclusi da rapporti di lavoro protetti: Low Wage Workers, lavoratori migranti,Giovani attraverso ricerche statistiche, focus group e interviste a testimoni qualificati Realizzazione di seminari e tavole rotonde internazionali dirette a Parlamentari Europeii Partners Solidar,- capofila Arbetarnas bildningsförbund (ABF) – Svezia Amsterdams Instituut voor ArbeidsStudies (AIAS) – Paesi Bassi Fagligt Internationalt Center (FIC) – Danimarca Associatia Pentru Dezvoltarea Organizatiei (ADO SHA ROM) – Romania Istituto Ricerche Economiche e Sociali (IRES CGIL) – Italia Johannes Mihkelson Centre (JMK) – Estonia LLES – Lituania Istituzioni nazionali ed europee, soggetti datoriali e Organizzazioni Sindacali. Commissione Europea € 6.000 budget Iscos riferito al 2012

Attività

Beneficiari Finanziatori Costo del progetto

ISCOS REGIONALI PIEMONTE

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

81

SICILIA
Tunisia (Africa) Progetto “Sostegno attività formazione e comunicazione sindacato tunisino U.G.T.T.”
Settore d’intervento Obiettivo Attività Sostegno attività sindacale Promozione attività di Formazione e informazione In Africa l’impegno dell’ISCOS Sicilia è stato rivolto a sostenere ulteriormente il sindacato U.G.T.T. ( Union Générale Tunisienne du Travail) in Tunisia cui era stato rivolto un primo intervento nel 2011 dopo che, la maggiore centrale sindacale tunisina, coinvolta e parte attiva nelle proteste che hanno portato alla caduta il 14 gennaio del 2011 del regime di Ben Alì, aveva subito, durante i disordini, incursioni da parte dell’esercito nella sede del sindacato che ne avevano reso inutilizzabili i computer ed alcuni telefoni cellulari dell’UGTT. Da qui il primo intervento di sostegno/aiuto per acquistarne dei nuovi, fatta dall’ISCOS Sicilia. L’ISCOS Sicilia insieme all’ISCOS Nazionale ha effettuato il 19 giugno 2012 una nuova missione in Tunisia per incontrare i rappresentanti dell’U.G.T.T, per ribadire la volontà di realizzare progetti di cooperazione e per definire concrete iniziative di supporto alla loro attività sindacale di radicamento nel territorio. E’ stato condivisa la loro esigenza di equipaggiare un centro nazionale di formazione e di informazione presso la sede dell’U.G.T.T. con i seguenti obiettivi: Rinforzare le attività educative dell’U.G.T.T. Formare i loro referenti reporter regionali al fine di trasmettere l’informazione nel più breve tempo possibile Promuovere l’informazione all’interno dell’U.G.T.T. e le relazioni con i media All’intesa è seguito il trasferimento delle risorse necessarie per l’acquisto della strumentazione occorrente con le quali sono state acquistate in loco le attrezzature. Partners Finanziatori Beneficiari Costo del progetto U.G.T.T. (Union Générale Tunisienne du Travail) ISCOS Sicilia Struttura e attivisti sindacali U.G.T.T. € 18.022,84

82

ISCOS CISL – BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI SICILIA

Haiti (America Latina e Caraibica) Progetto “ Per una ricostruzione dignitosa”
Settore d’intervento Obiettivo Attività Diritti umani e democrazia Migliorare condizioni lavorative e di vita Già prima del devastante sisma del 12 gennaio 2010, l’80% della popolazione haitiana viveva sotto la soglia di povertà, il 55% versava in condizione di povertà estrema mentre il 54% della popolazione attiva, pari a 1,5 milioni di persone, era senza impiego. Attualmente, dopo il terremoto, si registra un livello di disoccupazione ancora superiore. Le istituzioni sono spesso poco presenti, la corruzione è alta, manca un vero dialogo sociale tra le parti, la libertà sindacale e la contrattazione collettiva sono quasi inesistenti. Le promesse fatte dalla comunità internazionale, a seguito della spinta emotiva data dal terremoto, sono state largamente disattese. Consapevole di questa situazione, ISCOS ha avviato un percorso, oltre che di ricostruzione, di democrazia e diritti. Un percorso condiviso, concretizzatosi nel 2011 e proseguito nel 2012, basato sulle linee guida definite nella “Trade union road map for the reconstruction”, elaborata ed approvata dalla comunità internazionale dei sindacati, ivi compresi quelli haitiani, durante la Conferenza CSI–CSA di Santo Domingo nel 2010. Un primo progetto, “Better work for a decent reconstruction”, cofinanziato da Solidar è stato avviato da ISCOS in collaborazione con altre entità. Una seconda azione, per proseguire le attività cominciate nel precedente progetto, è stata finanziata dalla Regione Toscana e vede impegnati attualmente, sia nel cofinanziamento che nella gestione delle attività, oltre a ISCOS Toscana, ISCOS Nazionale, ISCOS Sicilia, ISCOS Friuli, ISCOS Abruzzo. I beneficiari di questa azione saranno:     100 lavoratrici/ori dell’edilizia; 45 lavoratrici/ori del settore elettrico; 45 lavoratrici/ori del settore idraulico; 10 formatori

Le azioni puntano, in modo sinergico, a migliorare concretamente le condizioni lavorative e di vita di chi opera nell’economia informale di Haiti, rafforzando le organizzazioni sindacali, supportando l’accesso di lavoratrici e lavoratori ai sistemi di protezione sociale, sostenendo la generazione di lavoro dignitoso attraverso la formazione professionale, soprattutto nel settore dell’edilizia, e tecnica per l’inserimento lavorativo e per l’aumento del reddito dei beneficiari. L’obiettivo delle azioni è quello di supportare un modello di ricostruzione, al pari del lavoro, “decente”, in quanto occasione unica per Haiti di accedere a una compiuta democrazia anche sul piano economico e sociale Finanziatori Costo del progetto COFINAZIATORE ISCOS SICILIA Quota cofinanziamento ISCOS SICILIA € 3.000,00

ISCOS REGIONALI SICILIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

83

CINA (Asia) Completamento Progetto “Newsletter “China/news”
Settore d’intervento Obiettivo(i) Attività Diritti umani Strumenti informativi e opportunità conoscitive riguardo al tema del lavoro in Cina L’impegno dell’ ISCOS Sicilia è stato conseguente all’impegno assunto dal Segretario della Cisl Raffaele Bonanni con l’Associazione Cinese Yirenping in occasione della 5^ edizione del Premio Internazionale Padre Pino Puglisi svoltasi alla fine del 2009 a Palermo. In particolare nel 2011 l’impegno di ISCOS Cisl Sicilia, di concerto con la struttura nazionale, ha consentito la realizzazione di attività per sostenere e rafforzare l’azione in Cina del partner Yirenping in particolare a Zhengzhou e Shenzhen, che hanno permesso a Yirenping di continuare il proprio lavoro di tutela dei diritti delle fasce più deboli e discriminate, in particolare i malati di epatite b e di rafforzarne la presenza non solo da un punto di vista quantitativo, ma anche qualitativo. A partire da queste esperienza è stato condiviso nel 2012 un progetto comune tra i Comitati Regionali ISCOS Cisl della Sicilia – Emilia Romagna – Toscana e Piemonte all’interno del quale sono state identificate ed elaborate le seguenti attività: 1. Per facilitare la diffusione delle informazioni su una realtà complessa come quella cinese, è stata creata una newsletter mensile in lingua italiana focalizzata sugli aspetti sindacali, sociali, giuridici ed economici della situazione lavorativa in Cina. La newsletter “China/news”, realizzata in collaborazione con il blog Cineserie.info, è stata veicolata all’interno della rete sindacale e di altri attori interessati (in particolare nel mondo accademico e giornalistico), si è posto l’obiettivo di creare nuovi strumenti informativi e opportunità conoscitive riguardo al tema del lavoro in Cina, nella consapevolezza che in un mondo sempre più globalizzato è importante conoscere le dinamiche internazionali al fine di difendere in maniera più efficace i diritti dei lavoratori a livello sia locale che globale. 2. Un incontro/convegno da far seguire alla elaborazione annuale della newsletter in cui sindacalisti, accademici, giornalisti ed altri attori interessati legati al mondo di Iscos, siano messi in condizione di scambiare opinioni e punti di vista sulle questioni legate al mondo del lavoro in Cina, possibilmente a partire dai vari spunti emersi nei mesi precedenti dalla newsletter. Con queste premesse l’ISCOS Sicilia, che ha cofinanziato il progetto, ha programmato un Convegno “Leggere la Cina” per il 1 marzo 2013 presso la Sala delle Capriate (Palazzo Steri), Sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Palermo e la presentazione della pubblicazione Made in China (Un anno di Cina al Lavoro) che sintetizza i vari numeri della newsletter del progetto. Partners Finanziatori Beneficiari Costo del progetto Cineserie.info - ICO Cofinanziatore ISCOS Sicilia Strutture e attivisti sindacali, Istituzioni scolastiche, settore dell’informazione Quota parte ISCOS Sicilia € 4.000,00

84

ISCOS CISL – BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI SICILIA

ATTIVITA’ D’INFORMAZIONE E DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO REALIZZATE IN ITALIA
Le attività dell’ISCOS Sicilia nel corso dell’anno 2012 sono state finalizzate ad iniziative di informazione e sensibilizzazione dei giovani, degli studenti, dei delegati e dei lavoratori delle varie Provincie siciliane, alla ideazione-stampa-distribuzione di materiale informativo, alla implementazione della rete informatica per la comunicazione, alle attività di coordinamento con ISCOS Nazionale, alla individuazione-progettazione e realizzazione di progetti di solidarietà in Cina, in Tunisia e ad Haiti. Prioritariamente è stata realizzata una capillare informazione dei quadri dirigenti e dei lavoratori delle varie strutture della Cisl in Sicilia con iniziative di sensibilizzazione, di promozione e informazione delle attività e dei progetti dell’ISCOS Sicilia. In particolare sono stati realizzati una serie di riunioni organizzative con i vari referenti territoriali delle Provincie siciliane per definire la programmazione delle attività di promozione dei progetti ISCOS, incontri con gli operatori CAF Cisl dei vari territori per la raccolta fondi “IRPEF 5x1000” per i progetti ISCOS e varie riunioni con i quadri dirigenti sindacali territoriali e regionali per il bilancio delle attività dei progetti 5x1000 ISCOS Sicilia. Di particolare rilievo è stata la riunione che si è svolta ad Enna il 26 e 27 luglio 2012 durante la quale, oltre l’approvazione di sostanziali modifiche statutarie, è stato distribuito il materiale informativo, appositamente predisposto, ed è stato fatto il Bilancio delle attività con gli organismi ISCOS Sicilia e i quadri dirigenti della CISL con la programmazione di ulteriori iniziative.

ISCOS REGIONALI SICILIA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

85

TOSCANA
CINA LEGGERE LA CINA
Settore d’intervento Obiettivo(i) Diritti umani - Formazione e informazione sulla tematica del lavoro in Cina 1 2 3 4 Attività Pubblicazione e diffusione di 9 numeri della newsletter che verranno inviati ad un indirizzario Cisl-Iscos e aperta a nuove sottoscrizioni Una conferenza sul tema del lavoro nella Cina contemporanea – Circa 50 partecipanti previsti Realizzazione 6 corsi di formazione “Internet training per lavoratori migranti” – 120 lavoratori formati Pubblicazione di un manuale sull’utilizzo di internet per la tutela dei diritti dei lavoratori

NEWSLETTER - la newsletter sarà uno strumento fondamentale per facilitare la diffusione delle informazioni su una realtà complessa come quella cinese. Con il presente progetto verrà creata una newsletter mensile in lingua italiana focalizzata sugli aspetti sindacali, sociali, giuridici ed economici della situazione lavorativa in Cina. Per una delle attività previste: ICO – Institute of Comtemporary Observation Sindacalisti Cisl, Iscos Regionali, pubblico interessato (in particolare mondo accademico), lavoratori cinesi Iscos Sicilia - Iscos Toscana – Iscos Emilia Romagna- Iscos Piemonte € 3.000 Gennaio 2012 – Settembre 2012

Partner Beneficiari Finanziatori Costo progetto Durata

86

ISCOS CISL – BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

ISCOS REGIONALI TOSCANA

REPUBBLICADOMINICANA/HAITI Alla ricerca di un lavoro dignitoso. Diritti, lavoro e migrazione tra Repubblica Dominicana e Haiti
Settore d’intervento Obiettivo(i) Sviluppo locale miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro della popolazione haitiana e dei lavoratori migranti in Rep. Dominicana promuovendo percorsi comuni di sviluppo del capitale umano e sostenendo il processo di ricostruzione del tessuto produttivo di Haiti. Specificamente, si vuole sostenere processi di empowerment socio-economico della popolazione haitiana e dei lavoratori/trici migranti in Rep. Dominicana attraverso maggiore professionalizzazione e consapevolezza dei propri diritti economici, sociali e civili, e attraverso la sensibilizzazione sui diritti universali dei lavoratori verso datori di lavoro e autorità di frontiera ed enti locali della Rep. Dominicana. 1 2 3 Corsi di formazione professionale per lavoratori/trici hatiani/e del settore delle costruzioni Corso di adeguamento professionale per i formatori (formazione ai formatori) Realizzazione di 2 campagne su diritti, sicurezza e lavoro dignitoso

Attività

Partner Beneficiari Costo del progetto

Confederation de Travailleurs Haitiens-CTH, Confederacion Autonoma Sindical Clasista-CASC. 100 lavoratrici/ori dell’edilizia; 45 lavoratrici/ori del settore elettrico; 45 lavoratrici/ori del settore idraulico; 10 formatori € 35.172

NB-. Realizzato con UIL/Progetto Sud, ARCI, PROSVIL-CGIL Toscana. Il presente progetto è parte di un progetto più complessivo (importo totale €. 144.005) cofinanziato dalla Regione Toscana per un importo di €.69.480 che investe anche Oxfam Italia, Cospe, Comitato Aretino per la Cooperazione Decentrata con la Rep. Dominicana, Provincia di Grosseto/AUSL 9 di Grosseto. Iscos Toscana è capofila della parte “sociale” del progetto per l’importo sopra descritto .

ATTIVITA’ D’INFORMAZIONE E DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO REALIZZATE IN ITALIA
1. Varie iniziative/incontri sui territori per dare visibilità all’Iscos in generale ed all’Iscos Toscana in particolare 2. Partecipazione attiva ai Tavoli Istituzionali (Regione Toscana, Provincia di Livorno, ecc) che ha consentito di creare una rete di relazioni interassociativa per promuovere progetti Iscos ( vedi Haiti)

ISCOS REGIONALI TOSCANA

ISCOS • BILANCIO SOCIALE 2012 INFORMAZIONI E DATI ANALITICI SU PROGETTI

87

in attività dal 1983 270 progetti realizzati 124 milioni di euro impiegati in 60 Paesi del Sud del Mondo 50 Sindacati esteri coinvolti

IN TUTTO IL MONDO PER IL LAVORO DIGNITOSO
Dai lavoratori, con i lavoratori, per i lavoratori. ISCOS è l’Istituto Sindacale per la Cooperazione allo Sviluppo nato nel 1983 dall’esperienza sindacale della CISL. Diamo concretezza al sentimento di solidarietà internazionale che è essenza e fondamento della Confederazione Sindacale Internazionale (ITUC-CSI) a cui la CISL aderisce. Dal 1983 siamo a fianco della società civile dei Paesi in via di sviluppo, con i sindacati locali, per costruire insieme le basi per un lavoro dignitoso, per una vita dignitosa. I nostri progetti di cooperazione allo sviluppo mirano ad una sostenibilità a lungo termine, con grande attenzione per i diritti sindacali, nel rispetto dell'ecosistema e dei fondamenti culturali ed etnici della società in cui vivono i beneficiari, tenendo conto delle necessità peculiari delle fasce svantaggiate della popolazione: donne, giovani, minori, diversamente abili, migranti. Nel Mondo globalizzato il futuro è di tutti. Costruiamolo insieme.