You are on page 1of 2

Costruire un aereo di legno

Armando Perizzolo ha documentato la realizzazione di un modellino d’aeroplano costruito assieme al nipote Gabriele. Lavorando di sega, seghetto da traforo elettrico e levigatrice a nastro, Armando ha sgrossato praticamente tutti gli elementi partendo da un listello d’abete di sezione 70x70 mm e da qualche altro scarto dello stesso legno, lasciando alle ancora inesperte mani di Gabriele la realizzazione di alcuni pezzi semplici e poi il compito di unire fra loro gli elementi, incastrandoli ed incollandoli. Questo è il sistema migliore di esercitare ed affinare la manualità fino ad arrivare alla completa padronanza dell’arte di far da sé, arte che negli anni seguenti riserva a chi l’ha ben appresa molte soddisfazioni personali ed economiche. Oggi il bambino può anche solo imparare a combinare insieme i pezzi, ad incastrarli e ad incollarli studiandone bene la posizione; domani, presoci gusto, comincerà prima aprogettare con l’aiuto dei grandi e poi a realizzare, inizialmente sotto una guida esperta e poi in modo autonomo, oggetti più o meno elaborati e complessi. Tutti i ragazzini sono curiosi e hanno abilità innate, ma è solo la pratica manuale che può farle emergere e “Chi ben comincia è alla metà dell’opera”. UNO A UNO, I PEZZI

1. Per i primi approcci con gli elettroutensili, valutata la predisposizione del giovane, è meglio utilizzare macchine “docili” come il seghetto da traforo elettrico ed effettuare prove di realizzazione di pezzi elementari. 2. Dopo la sgrossatura delle ali e della fusoliera con la sega a nastro, nonno Armando rende lisce le superfici con la levigatrice a nastro. La fusoliera richiede anche l’arrotondamento degli spigoli. 3. Dopo che Gabriele ha aperto la sede per l’ala con una raspa, il nonno centra nel muso dell’aereo un foro di diametro 5 mm. 4. Al termine del lavoro di sega, seghetto da traforo e levigatrice abbiamo, dall’alto, l’ala, la fusoliera con la coda aperta per il timone di direzione e poi, da sinistra a destra, la sferetta di blocco dell’elica, l’asse dell’elica e quello del carrello (tondino liscio), l’elica, il timone di direzione, gli impennaggi di quota e le due ruote, realizzate al tornio. Nella foto manca il blocchetto 20x20x65 mm forato assialmente che ospita l’asse del carrello.