You are on page 1of 9
Convegno e mostra per ricordare Archimede A pagina quattro www.libertasicilia.com fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca CULTURA Inquinamento industriale Riunione in Prefettura A pagina quattro e mail redazione@libertasicilia.com EVENTI domenica maggio 2013 • Anno XXVI N.•111 • Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - Pubblicità: Poligrafica S.r.l. Mosco Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006••€ €0, 0, 50 sabato 17 12 marzo 2012 • Anno XXV • N. • 64 Direzione Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - Pubblicità: Poligrafica S.r.l. viavia Mosco 5151 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 50 Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA Domani il confronto con il Tavolo provinciale dell’economia EDITORIALE La Giunta Crocetta a Siracusa di Giuseppe Bianca Vertice economico Cronaca A Serralunga d’Alba in provin- 100 milioni della Erg per Priolo cia di Cuneo novità per la zona industriale siracusana. La località piemontese, infatti, è stata scelta dal vertice del gruppo Erg Energy Power Gas per annunciare un investimento per i prossimi tre anni pari a 100 milioni di euro. Soldi che saranno destinati essenzialmente al consolidamento e alla riqualificazione degli impianti per la produzione di energia elettrica, il cui stabilimento opera ormai da quindici anni nella zona di Priolo Gargallo. La società genovese ha anche spiegato perché ha inteso cedere quasi del tutto alla russa Lukoil l’asset della raffinazione, puntando tutto il proprio bagaglio sulle energie alternative. A pagina tre Si terrà domani pomeriggio presso la “Sala Archimede” di Palazzo Vermexio a Siracusa, il tavolo tecnico del Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta con gli esponenti delle associazioni di categoria, dei sindacati, dei sindaci della provincia, dell’ASP e delle associazioni antiracket e ambientaliste e dell’USP. L’incontro, voluto dalla Governo Regionale, sarà l’occasione per raccogliere le istanze degli operatori della provincia di Siracusa e discutere soluzioni e politiche di sviluppo. Al tavolo tecnico, insieme al Presidente Crocetta, siederanno gli altri assessori. A pagina cinque Le voglio raccontare una vicenda dolorosa che ha colpito la mia famiglia durante la seconda guerra mondiale: l’unico fratello di mio nonno, il soldato Giuseppe Salluzzo, nato a Castelvetrano. A pagina otto Conte Rosso La storia di due soldati In Ortigia un emporio per la marijuana A due passi da piazza Duomo, a qualche metro in più dalla Fonte Aretusa, nella centralissima via Roma, avevano pensato di aprire un negozio simile a quelli che si vedono in alcune capitali europee, fornito di centinaia semi di piante di marijuana di diverse qualità, concimi, serre per il “giardinaggio” alternativo in casa e tanti opuscoli informativi su come coltivare e consumare lo stupefacente. A pagina sette 2 TRIBUNALE DI SIRACUSA COME PARTECIPARE 12 MAGGIO 2013, DOMENICA PROSSIMA INSERZIONE: VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in busta secondo i tempi e le modalità stabilite dall’organo che procede alla vendita e può essere presentata anche nella stessa data dell’esperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo offerto, quale cauzione, che verrà trattenuta in caso di revoca dell’offerta. Nel caso di più lotti di tipologia omogenea nella stessa procedura, l’interessato all’acquisto di un solo lotto può formulare offerte d’acquisto per più lotti allegando un solo assegno circolare corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato all’efficacia delle offerte relative ai lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. Nella domanda l’offerente deve indicare le proprie generalità (allegando fotocopia doc. identità ovvero visura camerale per le società), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dell’agevolazione fiscale per la 1° casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dell’offerente (che consenta allo stesso l’identificazione della propria busta al momento dell’apertura della gara) la data della vendita e il nome del giudice senza nessuna altra indicazione (né nome del debitore o del fallimento, né bene per cui è stata fatta l’offerta). Prima di fare l’offerta leggere la perizia e l’ordinanza del giudice. A chi intestare l’assegno: a nome di “Procedura” aggiungendo le parole in calce ad ogni annuncio dopo l’indicazione Rif (per es. “Procedura RGE 100/99 Rossi”). Dove presentare al domanda: in Tribunale all’ufficio Vendite Immobiliari. Come visitare l’immobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce all’annuncio; se non indicati inviare richiesta per la visita dell’immobile all’ufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando l’immobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e recapito tel. L’ufficio comunicherà la richiesta all’Avvocato ceditore affinchè presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode. La partecipazione all’incanto è disposta dal giudice dell’esecuzione con l’ordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicità sul quotidiano di Siracusa «Libertà». Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale di competenza; o, su delega di quest’ultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento. 15/05/2013 LE VENDITE GIUDIZIARIE inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito: Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre l’assistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile è stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con le agevolazioni di legge (1° casa, imprenditore agricolo ecc.). La vendita non è gravata da oneri notarili o di mediazione. Il decreto di trasferimento dell’immobile viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni dall’aggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri immobiliari è a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e i pignoramenti, se esistenti, è ordinata la cancellazione. Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catastale sono interamente a carico della procedura. Per gli immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile alla procedura del Giudice, ordina l’immediata liberazione. L’ordine di sfratto è immediatamente esecutivo e l’esecuzione non è soggetta a proroghe o a graduazioni. Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo SIRACUSA 12 maggio 2013, domenica 3 Erg investe 100 mln per l’energia a Priolo A Serralunga d’Alba INSERZIONI GRATUITE VENDESI IMMOBILI PIZZUTA, VIA FLEMING, nuova costruzione, app.to quadrivani in piccolissimo condominio, posto al 2° piano, termo/ascensorato. € 190.000,00 con possibilità garage. (RIF. 1808) Tel. 335/7762739 FLORIDIA, CORSO V. EMANULELE , basso comm.le di circa 65 mq. Ottimo stato, costr. 2002. € 65.000. C.E.: C (RIF. 2523) Tel. 335/7762739 VIA ARNO , tot. ristR. nel 2009, appartamento composto da 5 vani + servizi. Prezzo ribassato a € 135.000,00. In C.E.: G (RIF. 2513) Tel. 335/7762739 PIAZZAADDA, in Resid., 1° piano, ideale per uso ufficio, bivani + servizi. Ottimo lo stato. € 95.000 tratt. C.E.: G (RIF. 2515) Tel. 335/7762739 LIDO SACRAMENTO, indip., central., villa di nuova costr. su 650 mq di terreno 2 livelli + sottotetto e garage. Finiture di prima scelta. € 345.000. (RIF. 2460) Tel. 335/7762739 VIA RIVERA DIONISIO IL GRANDE, in residence stile liberty, attico composto da 4 vani + servizi + n° 2 terrazze a livello con vista mare. Prezzo ribassato € 180.000,00. Ottimo lo stato. Possibilità garage. In C.E.: G (RIF. 2526) Tel. 335/7762739 PIAZZA MARCONI , pan., vista mare, in ottimo contesto, ascensorato, tot. ristr., attico, 2 vani + servizi + livelterrazzo di mq 60. € 100.000. In C.E.: G (RIF. 2508) Tel. 335/7762739 VIALE TERACATI, centralissimo, appartamento composto da 5 vani + servizi. Condominio recintato posto auto. € 135.000,00. In C.E.: G (RIF. 2562) Tel. 335/7762739 TREMMILIA , in residence, recente costruzione, su 450 mq di terreno, villa su 2 livelli per totali mq 130 + garage di mq 25 circa. Ottime condizioni. € 260.000,00. In C.E.: C (RIF. 2551) Tel. 335/7762739 VIA VANVITELLI, in ottimo stato, basso commerciale di mq 70 circa con altezza metri 4. € 78.000. In C.E.: G (RIF. 2557) Tel. 335/7762739 AFFITTO AFFITTASI monolocale pressi C.so Gelone, a non res., app.to al 1° piano, ammobiliato, ristrutturato, clima, con arredo nuovo. Libero da giugno. C.E. G Tel. 0931/24112 AFFITTASI app.to 7 vani + d. servizi, 1° piano, per uso ufficio, studio prof. o ambulatorio medico. C.E. G Tel. 0931/39299 335/5265862 AFFITTASI trivani recente costruzione su viale Sc. Greca, con cucina abitabile, due bagni, rip. C.E. G Tel. 333/1141658 AFFITTASI tre vani, luminoso, piano rialzato, posizione angolare. Zona centrale. C.E. G Tel. 320/0742960 ore pasti AFFITTASI a ref. non resid. studenti confortevole bilocale arredato in prestigioso stabile interamente rest., contesto signorile e tranquillo. Zona F. Aretusa. Solo privati. Anche per brevi periodi. C.E. G Tel. 0931/715048 333/2792308 0931/782022 ore pasti 13.30-14.30 oppure 20.00-22.00 AFFITTASI a referenziati non residenti e studenti confortevole trilocale interamente arredato, in prestigioso stabile interamente restaurato, contesto signorile e tranquillo. Zona F. Aretusa. Solo privati. Anche per brevi periodi. C.E. G . Tel. 0931/715048 AFFITTASI app. 2° p., vani 5 + serv. e posto auto. N°253/06 + 52/07 R.G. Esec. AVVISO DI VENDITA ALL’ASTA Si rende noto che il 28 giugno 2013, ore 11,30, avanti al G.E. Dott. Gurrieri, è fissata la vendita senza incanto del seguente bene immobile: Villino unifamiliare ad un piano fuori terra, con annesso terreno di pertinenza di mq. 1.700 c.a., sito in Rosolini, c.da Castellaro s.n.c.; al N.C.E.U. risulta in corso di costruzione, al foglio 27, particella 172; composto da veranda d’ingresso, sala da pranzo, cucina, bagno, tre camere da letto(mq. dell’abitazione 111 c.a); separati da una palizzata vi sono 7 box per l’allevamento di cani; risulta privo di certificazione di abitabilità ed abbisognevole di regolarizzazione catastale. Prezzo base d’asta con ribasso € 70.031,25 (già detratti i costi di regolarizzazione) offerta minima in aumento € 300,00. Nel caso di mancanza di offerte o nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo, il 5 luglio 2013, ore 11,30, si procederà alla vendita con incanto. Ogni concorrente alla vendita senza incanto dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12 del giorno prima della vendita, dichiarazione con il prezzo offerto; per la vendita con incanto, dovrà depositare in cancelleria entro le ore 12 del giorno prima della vendita, istanza con versamento della cauzione di un decimo del prezzo base. Maggiori informazioni in Cancelleria e sul sito www. astegiudiziarie.it Siracusa, 30.04.2013 Il Funzionario Giudiziario Cosenza Marzia Procedura esecutiva n. 73/2001 Il giorno 27/05/2013 alle ore 12,00 presso il Tribunale di Siracusa il Dott. Salvatore Di Benedetto venderà con incanto a prezzo ribassato di un quinto i seguenti beni: Lotto I: Immobile sito in Lentini (SR) Via Pitagora n. 72 piano 1° e 2° in NCEU al fl. 91 p.lla 7905 sub 4, p.lla 7907 sub 3 e p.lla 7902 sub 2 di 5 vani complessivi. Base Asta € 29.320,00 aumento € 2.000,00; Lotto II: Garage in Lentini Via Pitagora n.74 p.t. di mq 25 in NCEU fl. 91 p.lla 7907 sub 1. Base Asta € 9.920,00 aumento € 1.000,00; Condizioni di vendita: Gli immobili sono venduti nello stato di fatto e diritto in cui si trovano. Nessuna notizia si ha sulla conformità degli impianti. Chi vorrà partecipare dovrà depositare domanda con n. 2 assegni circolari n.t. intestati al professionista presso lo studio Dott. Salvatore Di Benedetto in Siracusa Viale Tica n. 124 entro il 24/05/2013. La cauzione dovrà essere pari al 10% ed il deposito spese pari al 20% del prezzo base. Il versamento del saldo prezzo dovrà avvenire entro 60 gg. dall’aggiudicazione. Info c/o URP Tribunale (0931/752227) o c/o professionista ( 0931/413900). Siracusa, lì 22/04/2013 DOTT. SALVATORE DI BENEDETTO Via Paternò, S. Panagia. C.E. G Tel. 0931/38871 AFFITTASI a settimana o per un massimo di un mese dimora tipica costituita da soggiornocucina, camera da letto matrimoniale, bagno con doccia, elegantemente ar- TRIBUNALE DI SIRACUSA- SEZ. ESECUZIONI IMMOBILIARI TRIBUNALE DI SIRACUSA www.astetribunale.com EDITORIALE. Lo ha annunciato il vertice della società a Cuneo dove si è tenuto un incontro coi giornalisti TRIBUNALE DI SIRACUSA Procedimento civile n. 906/2009 R.G. L’Avv. Girolamo Venturella, con studio in Siracusa, v.le Santa Panagia n. 136/L, delegato dal Giudice Dott. Salvatore Leuzzi, con ordinanza del 04/06/2010, alla vendita ex art. 788 c.p.c. del compendio pignorato pro indiviso nella procedura esecutiva immobiliare n. 134/2005 R.G.E., AVVISA che presso il Tribunale di Siracusa si venderanno l’11/07/2013, alle ore 12:00, senza incanto o, nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi motivo, il 18/07/2013, ore 12:00, i seguenti beni: Lotto 1: Appartamento in Lentini, via Federico di Svevia n. 15, piano III, riportato all’N.C.E.U. al fg. 68, p.lla 996 sub 41. Prezzo base, ribassato per la terza volta di ¼, pari ad €. 46.195,31. Lotto 2: Garage in Lentini, con accesso collettivo dalle vie Euripide n. 18 e da via Eschilo n. 11, piano T, riportato all’N.C.E.U. al fg. 68, p.lla 996 sub 12. Prezzo base, ribassato per la terza volta di ¼, pari ad €. 6.252,18. Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nelle relazioni di stima. Ogni concorrente, per partecipare, dovrà depositare presso lo studio del professionista delegato, entro le ore 12 del giorno antecedente la vendita, domanda in bollo in busta chiusa unitamente a copia del proprio documento d’identità e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione a partecipare e ad assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato, quale cauzione, pari al 10% del prezzo proposto, comunque non inferiore al prezzo base, o, in caso di vendita con incanto, al 10% del prezzo base d’asta fissato. Nel caso di vendita senza incanto l’offerente dovrà depositare, altresì, nel termine suddetto dichiarazione contenente l’indicazione del prezzo, del tempo e modo del pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta. Per la vendita con incanto l’aumento minimo è stabilito per entrambi i lotti in €. 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà depositare il prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione, nelle forme previste per i depositi giudiziari entro il termine di gg. 60 dall’aggiudicazione. Tutte le spese successive all’aggiudicazione sono a carico dell’aggiudicatario. La relazione di stima trovasi pubblicata sul sito www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni presso il delegato (0931.1851341 - 3475841678). Siracusa, lì 04/05/2013 Il Professionista Delegato Avv. Girolamo Venturella mobili ed elettrodomestici nuovi, climatizzata, allarme, giardino esterno. Affittasi o per brevi periodi o per tutto l’anno a persone referenziate o non residenti. Prezzo da conc.Classe En. D Telefonare per info 338/7570946 redata, situata nel cuore di Ortigia. Divano letto ad un posto + il terzo letto. C.E. G Tel. 335/6073020 ore pomeridiane CERCO appartamento in affitto E 250 max, per lungo periodo. Zona Siracusa Avola Tel. 389/4905885 ZONA Teracati, affittasi quadrivani arredato, termoasc., posto al 1° piano. C.E. G Telefonare per info 0931/33322 A 300 mt dal parco archeologico, zona Epipoli, affittasi villa di nuova costruzione, arredata con in provincia di Cuneo novità per la zona industriale siracusana. La località piemontese, infatti, è stata scelta dal vertice del gruppo Erg Energy Power Gas per annunciare un investimento per i prossimi tre anni pari a 100 milioni di euro. Soldi che saranno destinati essenzialmente al consolidamento e alla riqualificazione degli impianti per la produzione di energia elettrica, il cui stabilimento opera ormai da quindici anni nella zona di Priolo Gargallo. La società genovese ha anche spiegato perché ha inteso cedere quasi del tutto alla russa Lukoil l’asset della raffinazione, puntando tutto il proprio bagaglio sulle energie alternative. In buona sostanza, è stato spiegato che rimanere sulla raffinazione con il livello di sviluppo e di capacità di incidere sui mercati internazionali da parte di Erg era un controsenso e soprattutto un dispendio economico che avrebbe finito per ripercuotersi sulla produzione e soprattutto sull’occupazione. L'azienda, invece, ha fatto la scelta intelligente di cedere la raffinazione e quindi quasi l’intero stabilimento priolese alla Lukoil, che nel settore è fra le più consolidate realtà mondiali, ottenendo un duplice scopo. Il primo è quello di mantenere i livelli occupazionali alla raffineria priolese; il secondo è di mantenere la produzione di greggio raffinato proprio allo stabilimento locale. Ciò ha permesso di svincolare la socie- In foto, lo stabilimento Erg Energy Power Gas tà dall’effettuare degli investimenti mirati nel settore dell’energia alterninativa come l'eolico, divenendo il primo produttore italiano, che da tempo viene indicato come uno dei settori in via di sviluppo ed in gra- do di fare breccia nei mercati internazionali. Erg Energy ha quindi previsto di investire 100 milioni di euro fino al 2015 anche in previsione dello smantellamento delle centrali elettriche di San Filippo del Mela e di Milazzo in provincia di Messina e la centrale Enel Tifeo di Augusta. L’operazione di chiusura è stata già avviata e si prevede che si prospetti il nuovo scenario già a partire dal 2020. Via libera ad investimenti nel settore eolico, mentre la centrale Archimede di Marina di Melilli continuerà a produrre senza alcun problema. Si prospetta all’orizzonte una stagione di sviluppo industriale legata alla compatibilità ambientale. Una svolta epocale che deve contraddistinguere i futuri investimenti peraltro già previsti in tale direzione. Parliamo della chimica di Versalis, l’investimento della cogenerazione in corso alla Esso, l’annunciato investimento della Lukoil dopo l’incontro con il Presidente della Regione e il futuro investimento di Sasol, l’investimento di Edison Gas. Giuseppe Bianca Autosport S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918 autosport.toyota.it 4 Lotta all’inquinamento Gruppo ristretto in campo Il prefetto di Siracusa, Armando Gradone, ha coordinato i lavori di una riunione per la verifica del protocollo del 2005 Medici Cisl Due siracusani nel nazionale Concluso all'hotel Melià di Roma il terzo congresso generale della Cisl Medici. Due i siracusani presenti tra gli organismi nazionali della federazione di categoria. Salvatore Caruso, segretario generale della Cisl Medici Ragusa Siracusa, direttore dell'Unità Operativa Complessa di chirurgia vascolare dell'Umberto I, è stato nominato componente dell'Esecutivo nazionale. Insieme a lui, per ricoprire il ruolo di sindaco del collegio revisori dei conti, Bartolomeo Lentini, direttore dell'Unità Operativa Semplice di endoscopia urologica del nosocomio siracusano. 12 maggio 2013, domenica 12 maggio 2013, domenica 5 Il Prefetto Armando Gradone ha presieduto presso il Palazzo del Governo una riunione finalizzata ad una puntuale verifica delle risultanze applicative del protocollo di intesa, siglato in Prefettura in data 9 maggio 2005, concernente l’adozione delle azioni di contrasto dei fenomeni di inquinamento atmosferico e di cattiva qualità dell’aria. All’incontro hanno partecipato rappresentanti della Provincia Regionale di Siracusa, dei Comuni di Augusta, Priolo Gargallo e Floridia, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, dell’Azienda Sanitaria Provinciale - ASP 8, dell’Associazione degli Industriali della provincia di Siracusa, della Struttura territoriale di Siracusa dell’A.R.P.A. Sicilia, del C.I.P.A. – Consorzio Industriale per la Protezione dell’Ambiente, della ISAB S.r.l., della Raffineria Esso di Augusta, della ISAB Energy, della Priolo Servizi s.c.p.a., dell’Enel Produzione, nonché i Segretari Generali provinciali della CGIL, CISL, UIL e UGL. La disamina svolta ha consentito di fare il punto sullo stato delle iniziative intraprese in applicazione del Protocollo, sulle criticità riscontrate e sui possibili miglioramenti delle procedure in essere, con particolare riferimento alle modalità di partecipazione ai cittadini dei risultati dell’attività di monitoraggio della qualità dell’aria in atto svolta. Dalle indicazioni fornite dai partecipanti alla riunione è emersa, in particolare, la sostanziale validità dell’approccio delineato nel Protocollo e, al contempo, l’esigenza di mirati aggiornamenti ed integrazioni che tengano conto dell’evoluzione normativa, dei nuovi strumenti di analisi integrata dei dati già positivamente sperimentati dai detentori delle reti di controllo (CIPA, ARPA e Provincia Regionale) e soprattutto dell’esigenza di definire un razionale sistema di analisi, gestione e comunicazione al pubblico sia delle informazioni raccolte attraverso le rilevazioni effettuate dalle centraline installate nelle aree a maggior rischio di inquinamento ambientale sia delle informazioni puntualmente fornite dalle aziende del Polo Petrolchimico. In foto, il prefetto Armando Gradone. In vista di tali aggiornamenti ed integrazioni, nei prossimi giorni sarà costituito un gruppo di lavoro ristretto con il compito di predisporre sui temi individuati come di interesse prioritario uno studio preliminare che sarà successivamente perfezionato con il contributo di tutti gli attori interessati. EVENTI Convegno di apertura delle Celebrazioni Archimedee in occasione Un convegno ed una mostra per ricordare Archimede dei Duemilatrecento anni della nascita del celebre scienziato siracusano. I lavori sono stati aperti dal Presidente del Comitato per le Celebrazioni Archimedee nonché Presidente della Provincia Regionale di Siracusa on. Nicola Bono, c’è stato quindi il saluto dell’Assessore regionale ai Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Mariarita Sgarlata. E’ seguita la visione del video “Verso Siracusa” della mostra “Eureka”, che riporta le macchine di Archimede esposte nel Arkimedeion di Siarcusa. Il primo relatore del convegno è stato il professore Lucio Russo dell’Università di Tor Vergata di Roma che ha parlato di “Cosa possiamo imparare oggi leggendo Archimede”, seguito dalla professoressa Rosalia Marino dell’Università di Palermo su “Proiezione mediterranea della Sicilia al tempo di Archimede” Infine, ci sono stati gli interventi dell’architetto Francesca Pedalino, direttore del C.S.R. Officine Archimede, su “La casa di Archimede: architetture e invenzioni” e della dottoressa Cettina Voza, presidente del Genio Archimedeo, su “Un Monumento per Archimede”. Il Presidente della Provincia regionale ha spiegato le ragioni che hanno portato il Comitato ad avviare il lavoro di elaborazione del nutrito programma di iniziative che si estenderanno per un triennio, tese a valorizzare la figura dell’illustre scienziato e all’approfondimento delle sue opere: “Vogliamo celebrare uno dei più grandi scienziati della storia dell’uomo e le sue eccezionali scoperte e invenzioni, ma vogliamo che questi eventi siano anche un forte attrattore di promozione turistico-culturale per Siracusa. Si intende sviluppare il progetto culturale attorno alle seguenti direttrici: la ricostruzione del momento storico attraverso i segni dell’archeologia e della letteratura scientifica classica e medievale; la ricognizione documentaria, archivistica e bibliografica; la ricostruzione del complesso sistema delle scoperte archimedee attraverso gli studi scientifici dell’età moderna e contemporanea; la ricomposizione di un sistema iconografico e plastico-formale riguardante la rappresentazione delle macchine di Archimede; l’elaborazione di tutti i dati di conoscenza finalizzata alla creazione di un sistema didattico permanente che, pur nel rigore scientifico, si rivolga anche al vasto pubblico; ma soprattutto la realizzazione di uno spazio permanente di studio e di ricerca”. Agenti delle Volanti hanno Rubava rosari al cimitero denunciato in stato di libertà L.I.C. di 57 anni siracusano, sorpreso in Viale Ermocrate, nei pressi del parcheggio del cimitero, per il reato di furto di 40 collane del rosario, asportate all’interno del cimitero. Sono dovte intervenire le squadre dei vigili del fuoco di Siracusa per spegnere le fiamme sviluppatesi all’interno di una delle camere dell’ex Motel Agip di viale Teracati. L’imntervento è stato necessario intorno alle ore 19 di venerdì scorso. Sul posto anche una pattuglia delle Volanti che per sta accertando adesso le cause dell’incendio che ha provocato danni per fortuna limitati. Incendio all’ex Motel Agip Si terrà domani pomeriggio presso la “Sala Archimede” di Palazzo Vermexio a Siracusa, il tavolo tecnico del Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta con gli esponenti delle associazioni di categoria, dei sindacati, dei sindaci della provincia, dell’ASP e delle associazioni antiracket e ambientaliste e dell’USP. L’incontro, voluto dalla Governo Regionale, sarà l’occasione per raccogliere le istanze degli operatori della provincia di Siracusa e discutere soluzioni e politiche di sviluppo. Al tavolo tecnico, insieme al Presidente Crocetta, siederanno gli Assessori della Giunta Regionale. Alla runione partecipa, quindi, il Tavolo Permanente per il Lavoro e lo Sviluppo della provincia di Siracusa, composto da tutte le Associazioni Datoriali, dalle Forze Sindacali dei Lavoratori, dagli Ordini Professionali, dall’Ufficio Diocesano per il Lavoro, e dalla Camera di Commercio. Al Presidente Crocetta e al Governo regionale verrà sottoposto il Documento unitario redatto dal Tavolo, e condiviso dagli Enti pubblici come la Provincia Regionale ed i Comuni, sulle emergenze economiche ed occupazioni della provincia di Siracusa, e le proposte concrete, con le priorità di sviluppo, sulle quali intervenire. La provincia di Siracusa, peraltro, aveva avviato un’interlocuzione con il governo regionale precedente, con una serie di incontri con assessori che poi non hanno dato un concreto riscontro nella realtà. Basti pensare alla questione del rigassificatore, che dopo mille ed una promessa, mille ed un incontro, è naufragato miseramente, sotto la scure dell’indifferenza dell’allora presidente Lombardo. Adesso si cambia pagina e si cerca di rilanciare la questione economica siracusana. Una sola riunione ci sambre davvero pochino per potere fare luce su tutto quanto riguarda lo sviluppo e le strategie da adottare per conseguirlo, ma è pur sempre un inizio. C’è l’opportunità quanto meno di presentare un’agenda con le priorità da affrontare in questo momento storico in cui la provincia di Siracsam forse pià delle altre sta pagando a caro prezzo il senso della crisi economica. Al termine dell’incontro, su invito dell’Assessore Mariarita Sgarlata, il Presidente Crocetta ed i suoi Assessori, si sposterà al Teatro Greco di Siracusa per assistere alla prima della commedia di Aristofane “Le Donne al Parlamento” in occasione del ciclo delle rappresentazioni classiche. Sviluppo economico: attesa riunione della Giunta regionale Provincia: lunedì il pagamento degli stipendi La Banca tesoriera ha comunicato la concessione di un’anticipazione che consentirà entro lunedì il pagamento degli stipendi. Il Presidente ha fatto riferimento al suo intervento nell’assemblea di lunedì 6 maggio, nel corso della quale aveva già spiegato che la difficoltà di liquidità era un fatto assolutamente provvisorio e momentaneo, dovuto ad una interpretazione da parte della Banca tesoriera , del nuovo decreto che autorizza gli enti locali italiani ad ottenere una maggiore anticipazione nelle disponibilità di tesoreria. Il Presidente ha dichiarato: “In questi giorni abbiamo interagito con l’Istituto di credito più Appuntamento domani pomeriggio alla sala Archimede di piazza Minerva per la riunione dell’esecutivo regionale che incontrerà tutte le parti economiche e produttive del territorio CRONACA volte, fino a quando con lo stesso è stata definita una valutazione della norma che ha prodotto subito la disponibilità di cassa per il pagamento degli stipendi a tutto il personale dipendente, e che entro alcuni giorni, una volta effettuati alcuni passaggi, interni della banca, consentirà l’erogazione dell’intera somma originariamente richiesta pari a 5 milioni e mezzo di euro, che consentirà il pagamento di tutte le obbligazioni che la Provincia ha maturato a causa delle limitate disponibilità finanziarie”. Il presidente ha tenuto a precisare che entro domani saranno pagati i dipendenti di “Siracusa Risorse” che sono stati considerati al pari di tutti gli altri dipendenti provinciali. 6 Amministrative di giugno Un candidato a famiglia 12 maggio 2013, domenica Chi non ha in famiglia un paren- TACCUINO. C’è un grande ricerca di voti, ma il guaio è che ci si appella alla parentela o al gentilizio più o meno diretto e ravvicinato problema dei problemi in questo momento è lo sviluppo della città. In quale direzione puntare: non c’è una famiglia siracusana che non abbia un bamboccione in casa che padre e madre o i nonni debbono mantenere in attesa di un posto di lavoro. Non ci sono nemmeno i concorsi pubblici che erano per il mezzogiorno depresso il grande polmone di espansione. Questi candidati meritano il nostro rispetto; in qualsiasi lista si trovano invito a votarli: abbiamo un maledetto bisogno di programmi; di uomini e di donne che sappiano guardare i tempi ed offrire un futuro ai nostri giovani. Abbiamo l’occasione di far nascere una nuova classe dirigente; questa è responsabilità di ciascuno di noi. Ed è un’occasione da non perdere: in caso contrario ci aspettano cinque anni come gli ultimi che abbiamo vissuto. Non sono da augurarli a nessuno. Titta Rizza La scoperta è stata fatta dai carabinieri nella centralissima via Roma. Due persone denunciate per istigazione al proselitismo A In Ortigia un negozio per piante di marijuana 12 maggio 2013,domenica 7 te candidato, alzi la mano. C’è un grande ricerca di voti, ma il guaio è che ci si appella alla parentela o al gentilizio più o meno diretto e ravvicinato e basta. Idee e programmi, sono i grandi assenti della campagna elettorale; ma non per cattiveria. Ma perché il parlarne farebbe venire il mal di testa ai candidati. Momenti drammatici vivono gli addetti ai lavori per gli apparentamenti fra liste;fra liste e sindaco;grandi manovre si compiono per la formazione delle liste. Deputati regionali in carica che si strappano i capelli per una candidatura a presidente di consiglio di quartiere: è per loro questione di vita o di morte; in caso contrario salta un apparentamento. Naturalmente niente mal di testa: i programmi e le idee sono per chi vuole fare filosofia; loro invece sono con i piedi a terra e sanno quante riunioni consiliari settimanali debbono promettere ai consiglieri di quartiere che a loro volta si fanno i conti di quanto possono incassare in un mese. E poi sembra inesauribile il Comune come ufficio di collocamento: tutti possono trovarvi impiego: dal diplomato di terza media ai laureati. Basta che uno abbia una laurea perché si nominino in campo dirigenti da sette mila euro netti al mese e si fa riferimento ad un precedente che ancora tuona e crea lampi di paradiso in chi incantato ascolta le promesse dell’onorevole che chiede voti per i suoi amici. In questo quadro mi vado domandando con curiosità che spazio possono avere i grillini: mi sembrano i grandi assenti di una campagna elettorale che si fonda su rapporti parentali e su uno scambio di promesse: un voto un posto di lavoro. In questo mare magnum di promesse, di sorrisi di strette di mani,ci sono alcuni candidati che non parlano di posti al municipio, ma parlano di programmi e si assumono la responsabilità di esprimere idee. In tutte le liste vado trovando di tali uomini e donne. Vorrei tanto che al di là della loro collocazione venissero eletti: il In foto, urna elettorale. CRONACA Si chiama Cup Convenzioni e fornisce assistenza prioritaria ai commercialisti iscritti all’Albo. E’ il nuovo sistema di assistenza telematica che tende a ridurre allo stretto indispensabile l’accesso agli sportelli degli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate. In quest’ottica, è stato sottoscritto stamattina, presso la sede dell’Ordine un protocollo d’intesa tra il Direttore dell’Agenzia delle Entrate di Siracusa Gianfranco Antico ed il Presidente dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Massimo Conigliaro. Grazie a questo accordo, i commercialisti iscritti all’Ordine vedono riconosciuto il proprio ruolo istituzionale di intermediazione tra il contribuente e l’Erario, ottenendo un CUP dedicato esclusivamente agli iscritti, in modo da poter ottimizzare la gestione degli appuntamenti.Per fruire di tale opportunità sarà necessario attivare propedeuticamente il canale telematico CIVIS e, solo qualora sia necessario recarsi fisicamente in uno degli Uffici, prenotarsi tramite il CUP convenzione accessibile da Entratel, tramite la posta elettronica certificata. “L’accesso agli uffici dell’Agenzia – ha dichiarato il Presidente dell’Ordine Massimo Conigliaro – rimane una delle criticità di maggiore impatto nella quotidiana attività professionale dei nostri iscritti e dei contribuenti, con lunghe code agli sportelli e Agenzia delle entrate: accordo con i dottori commercialisti In foto, la stipula dell£accordo. risposte non sempre tempestive. Il protocollo d’intesa che abbiamo sottoscritto oggi, consente da un lato di avere un canale privilegiato per i commercialisti, dall’altro impegna tutti noi ad accedere fisicamente agli uffici solo quando strettamente necessario.” “L’impegno dell’Amministrazione Finanziaria – sottolinea il Direttore dell’Agenzia delle Entrate di Siracusa Gianfranco Antico – è quello di offrire servizi efficienti agli intermediari qualificati come i commercialisti.” due passi da piazza Duomo, a qualche metro in più dalla Fonte Aretusa, nella centralissima via Roma, avevano pensato di aprire un negozio simile a quelli che si vedono in alcune capitali europee, fornito di centinaia semi di piante di marijuana di diverse qualità, concimi, serre per il “giardinaggio” alternativo in casa e tanti opuscoli informativi su come coltivare e consumare lo stupefacente. Un vero emporio per il fai da te per la coltivazione delle piante da cui si estrae la marijuana Tutto questo fino a In foto, parte del materiale sequestrato in Ortigia. ieri, quando i militari messaggi sull’effetto ziale derivante dalla tali da consentire sono stati identificati del Nucleo Operativo di sballo. vendita dei semi si l’uso personale e la due minorenni, indella Compagnia di I prezzi dei semi possa aggirare intor- cessione dello stupe- tenti a curiosare tra i Siracusa hanno fatto variavano a seconda no ai 15.000 euro, facenti a terzi. banconi della merce ingresso nel locale e della qualità, da 10 a senza contare che da Il dato più grave e esposta, col grave hanno posto sotto se- 90 euro la confezio- essi potevano essere preoccupante è che pericolo che gli stessi questro tutto, denun- ne. Si presume che prodotte piante anche all’interno del locale, potessero pensare ciando proprietario e il guadagno poten- di grandi dimensioni, all’arrivo dei militari, che coltivare stupefaaddetto alle vendite. Ingente il quantitativo di materiale sottoposto a sequestro: circa 1200 semi di varie specie di piante di marijuana, molti sacchi di concime e fertilizzante, trasformatori, ventilatori e lampade per la coltivazione domestica, pompe per l’irrigazione, addirittura una attrezzatissima serra prefabbricata, con tutto l’occorrente per procedere alla piantumazione e crescita dello stupefacente. Ma ancora, nel locale sono state trovate diverse decine di dépliant pubblicitari, con le indicazioni su come coltivare e far crescere al meglio le piante, precise indicazioni sulla qualità S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918 autosport.toyota.it e le potenzialità stupefacenti delle stesse, con accattivanti cente potesse essere un gioco simpatico, attratti dai tanti colori sgargianti, magliette inneggianti alla marijuana e volantini dai messaggi certamente attraenti. Sono così stati deferiti alla Procura di Siracusa M.V., catanese classe 1982, e S.G., siracusano classe 1986, con l’accusa di istigazione al proselitismo ed induzione alla coltivazione e consumo di sostanze stupefacenti. I militari ora intendono anche verificare attentamente le autorizzazioni amministrative che hanno dato luogo all’apertura di una simile attività commerciale. L’operazione, che si inquadra in una più ampia azione di contrasto all’uso di stupefacenti sul territorio, giunge a pochi giorni dalla divulgazione di alcuni dati preoccupanti sulla crescita dell’uso di cannabis fra gli adolescenti italiani tra i 15 e 19 anni, rilevati dal rapporto 2013 sullo stato delle tossicodipendenze in Italia, curato dal Dipartimento delle politiche antidroga della presidenza del Consiglio dei Ministri. Autosport 8 12 maggio 2013, domenica Nel corso del tempo siamo stati contattati varie volte da familiari di vittime o dispersi del Conte Rosso ai quali abbiamo sempre cercato – nei limiti del possibile - di dare risposte che potessero essere in qualche modo di aiuto o conforto. L’ultimo contatto, con una signora di Castelvetrano, Concetta Santangelo avvocato e madre di due ragazzi, che con caparbietà e perseveranza, dopo 71 anni, ha ricostruito la drammatica storia della scomparsa di due soldati castelvetranesi e che sarà presente a fine mese a Siracusa, con parenti e amici. (cs) Egr. Direttore, Le voglio raccontare una vicenda dolorosa che ha colpito la mia famiglia durante la seconda guerra mondiale: l’unico fratello di mio nonno, il soldato Giuseppe Salluzzo, nato a Castelvetrano il 2 giugno 1916, partì in guerra nel 1940 e non fece più ritorno a casa. Alla mia bisnonna Margherita fu detto che era disperso e lei per molti anni lo ha aspettato, credendo che fosse ancora vivo e non ha mai smesso di cercarlo, fidandosi di alcuni sedicenti “sensitivi” che la illudevano in cambio di olio, farina e denaro, fino a quando è morta nel 1953 senza sapere la verità. Quando ero piccola, mia nonna Vittoria, mi parlava spesso di quel giovane così buono e sfortunato di cui la sua famiglia non aveva saputo più nulla e le lacrime le rigavano il volto mentre guardava il ritratto dello zio Giuseppe che teneva sul comò. Avrei voluto darle le risposte che cercava, perché percepivo il dolore che lei provava anche a distanza di tantissimi anni, ma purtroppo ci sono riuscita solo adesso che mia nonna non c’è più. Il mio “viaggio” è iniziato una fredda mattina del mese di novembre 2012 mentre osservavo la lapide commemorativa dedicata ai 134 soldati castelvetranesi caduti nei vari fronti di combattimento dell’ultima guerra 1940-1945, che il Presidente dell’Associazione reduci e combattenti di guerra, Prof. Calogero Indelicato (internato durante la seconda guerra mondiale nel campo di concentramento di Furstemberg,) ha fatto apporre sul monumento ai Caduti. Il nome del mio prozio era tra questi e dentro di me ho sentito che dovevo fare qualcosa per scoprire tutta la verità. Così mi sono rivolta al prof. Indelicato, il quale mi ha consigliato di consultare il registro dello Stato civile di Castelvetrano. Ho provato un’emozione indescrivibile leggendo la trascrizione dedicata al mio prozio: pag 365, n.d’ordine 19 Parte II, serie C, datata 20 novembre 1954. “Salluzzo Giuseppe, fu Giovanni e di Margherita Maniscalco, di anni 24, di stato civile celibe, nato il 2.6.1916 a Castelvetrano, distretto di Trapani, matricola militare 33843, residente in Castelvetrano appartenente al 1° Reggimento Artiglieria di Corpo d’Armata Agg.to III Reg. Art. Contraerea. Il predetto la sera del 24.5.1941, si trovava a bordo del Piroscafo “Conte Rosso” facente parte di un contingente di truppa diretto in Africa Settentrionale, quando alle 20,35 il piroscafo, in navigazione nel canale di Sicilia (sic) veniva colpito da due siluri lanciatigli da un sommergibile nemico, per cui affondò in 10 minuti circa. Che il soldato Testimonianze sulla tragedia del Conte Rosso Storia di due soldati di Castelvetrano Da sinistra, Francesco Campo e Giuseppe Saluzzo. Salluzzo Giuseppe non è compreso Scriveva dal fronte lettere struggenné tra i 1520 superstiti né fra le 280 ti, piene di nostalgia e amore, mansalme raccolte in mare da imbarca- dava saluti a tutti, parenti, amici, zioni uscite da Siracusa e Augusta vicini di casa. Soffriva per la lontae che di lui dalla data del sinistro nanza e per il fatto che per un motivo non si sono avute più notizie ….si o per un altro non riusciva a venire dà atto della scomparizione dello in licenza a casa. stesso e si dichiara che il medesimo Il 12 maggio 1941, scriveva: “Mia debba ritenersi perito.” Il mio pro- carissima madre, siamo ancora fermi zio si trovava sul Conte Rosso ed è a Napoli; scrivi sempre allo stesso scomparso durante l’affondamento indirizzo perché qui non si ragiona e la sera del 24.5.1941. Nel mio pae- ordini ne fanno uno al giorno”. se quasi nessuno conosce questa pa- L’ultima lettera fu scritta il 21.5.1941 gina dolorosa di storia. Noi familia- da Napoli, e in essa si percepisce ri abbiamo appreso, dopo 71 anni, la confusione del momento: “Cara cosa è accaduto veramente quella madre, io non so dove vado quindi terribile sera. scrivimi ancora a Napoli con lo stesMa chi era Giuseppe Salluzzo? so indirizzo perché non si capisce Ultimo di 4 fratelli, la sua vita non niente di quello che fanno e di quelera stata facile; rimasto orfano di lo che dicono…”. Non sapeva certo padre quando aveva solo 5 anni, che dopo 3 giorni sarebbe partito per iniziò a lavorare in campagna molto Tripoli andando incontro alla morpresto per mantenere la madre ve- te. Lui comunicava alla madre tutti dova. Nel 1922 suo fratello Gaspare i suoi spostamenti, ma quella volta che aveva appena 16 anni, fu ucciso non ci riuscì perché si imbarcarono per sbaglio a colpi di fucile, men- di notte sul piroscafo Conte Rosso, tre accompagnava a casa su un car- che fu silurato da un sommergibiretto il suo datore di lavoro, il vero le inglese e affondò nelle acque di bersaglio dei sicari; l’altro fratello Siracusa. Quel tratto di mare è diBartolo morì quando era ancora un ventato la tomba di mio zio Giusepbambino, in seguito ad una malattia. pe e dei suoi compagni, e la famiglia Giuseppe dopo aver svolto il servi- non ne sapeva nulla. E’ assurdo! La zio militare nel 1938-39, nel 1940 mia bisnonna, mio nonno hanno sufu richiamato alle armi, e non sa- bito una profonda ingiustizia, sono rebbe tornato più a casa. Mia nonna morti senza sapere che fine avesse mi raccontava, che lo zio Giuseppe fatto il loro caro congiunto. non voleva andare in guerra per non Adesso che la mia famiglia, conosce lasciare sola la madre vedova, (mio tutta la verità sulla tragica fine che nonno infatti era già sposato e aveva ha fatto lo zio, sento che la sua aniun figlio). Mi diceva anche che era ma riposa in pace. E sono certa che è partito in guerra al posto di un altro stato lui a guidarmi nella ricerca delragazzo che si era finto ammalato. la verità e di un altro soldato castelLo zio Giuseppe era dotato di una vetranese che era con lui sul Conte forza incredibile: riusciva a solleva- Rosso: Francesco Campo, fu Domere 5 uomini contemporaneamente. nico e Schifano Rosa, di anni 21, di stato civile celibe, nato il 7 luglio 1919 a Castelvetrano (TP) distretto militare di Trapani, appartenente al 1° Reggimento Artiglieria di Armata, anche lui disperso nell’affondamento del piroscafo Conte Rosso. Sono riuscita a rintracciare una nipote, Giovanna Campisi di 83 anni, che vive ancora nella stessa casa in cui abitava lo zio Francesco, la quale mi ha raccontato che era un giovane buono, che aveva studiato all’Istituto San Giovanni Bosco di Palermo, era musicista e faceva il sarto per vivere. La sua vita era stata costellata da molti lutti: aveva perduto entrambi i genitori, uno dei suoi 5 fratelli, Nicolò, partito volontario in Abissinia morì ad Addis Abeba nel 1936 mangiando erba velenosa scambiata per verdura. La sorella Giovanna Campo, madre di Giovanna Campisi, morì di parto insieme alla sua creatura a soli 29 anni lasciando 4 figli piccoli. Il nostro Francesco, richiamato alle armi l’11.3.1940, era tornato in licenza a casa qualche giorno prima del 24.5.1941 e aveva dimenticato la baionetta. Il cognato gliela spedì ma non arrivò in tempo; Francesco si era già imbarcato per andare incontro al suo tragico destino. La nipote Giovanna, mi ha raccontato anche che adorava i suoi nipotini e un giorno mandò loro dal fronte un libriccino con una stella alpina essiccata e dei biscottini alle mandorle amare di cui ricorda ancora il sapore. C’è una frase che racchiude in sé tutto il dolore che hanno provato le madri e i familiari di queste giovani vite spezzate: “Peggiore della morte c’è solo il dubbio”. Infatti è terribile vivere senza sapere che fine abbiano fatto i propri cari, se siano in vita oppure no; si resta come sospesi e il dolore non si spegne mai. Chi ha perso un parente in questa immane tragedia, anche a distanza di 72 anni e di moltissimi Km, si sente unito agli altri parenti dalle vittime da un legame particolare, “ci sentiamo come se facessimo parte della stessa grande famiglia. I ragazzi del Conte Rosso hanno compiuto un piccolo miracolo!”. Prima di congedarmi, voglio ringraziare con tutto il cuore il Presidente dell’Associazione Lamba Doria, Alberto Moscuzza, Marco Montagnani, Enzo Scibilia e Cesare Samà che mi hanno inviato tanto materiale sulla Tragedia del Conte Rosso e hanno consentito a me e ai miei cari di rivivere gli ultimi minuti di vita dello zio Giuseppe e degli altri sfortunati ragazzi e soprattutto di conoscere anche l’entità della tragedia. Nella trascrizione sopracitata viene taciuto il numero reale delle vittime: 1297 giovani soldati. Alberto, Marco, Enzo e Cesare hanno saziato la mia sete di sapere, mi hanno presa per mano e accompagnata in questo viaggio meraviglioso. Spero che il sacrificio di questi giovani soldati che hanno perso la vita per la nostra Patria sul Piroscafo Conte Rosso, non finisca nel dimenticatoio e auspico che il Sindaco di Castelvetrano, l’Avv. Felice Errante J., accolga la richiesta dell’Associazione Lamba Doria e di noi familiari di intitolare una via del nostro paese ai Caduti del Conte Rosso, come già successo in altre città italiane. Concetta Santangelo vita di Quartiere 12 maggio 2013, domenica 9 Cerimonia conclusiva dell'appuntamento, che quest’anno rivitalizzerà il quartiere della Giudecca, in agenda per il prossimo 2 giugno molti prendessero esempio da Inner Wheel, la nostra città non sarebbe ridotta al punto in cui si trova. Il noto Club Service al femminile che da vent’anni a questa parte ha lanciato il Concorso “Ortigia in Fiore”, ha incontrato quest’anno serie difficoltà ad organizzare la 21a edizione per la penuria di conributi da parte degli enti pubblici e privati costretti dalla crisi a tagliare le spese. Ma invece di prendere atto che la manifestazione non poteva aver luogo per la mancanza del presupposto economico , con la caparbietà che distingue i vertici del Club, tanto hanno detto e tanto hanno fatto fino a quando sono riusciti , pur in condizioni di obiettive difficoltà, a mettere in cantiere la 21a edizione che si an- Se Eventi: Varata in extremis la manifestazione “Ortigia in fiore” nuncia non meno interessante delle precedenti per via di alcune stuzzicanti novità che di anno in anno arricchiscono la manifestazione. Quest’anno, ad esempio,la partecipazione al concorso è stata estesa a Corso Umberto fino al Foro siracusano , via Malta e zone limitrofe, sicché non è difficile prevedere una pioggia di iscrizioni che, da qualche anno si ricevono sia negli uffici della Circoscrizione Comunale in Piazza Minerva che nella sede dell’Arcadia University in via Roma 124. Chi vuole partecipare, come sempre, può far capo comunque alla presidente del Club , nonché alla “deus ex machina” e referente della manifestazione , signora Paola Saraceno Guzzardi , i cui recapiti sono indicati nelle lettere di invito. Altra novità è la scelta della data e della sede della cerimonia conclusiva che sono state fissate per domenica 2 Giugno presso la nuova sede dell’Isisc in via Logoteta, angolo via Giudecca. Prepariamoci dunque a rivedere la nostra Ortigia, bella nella sua eternità, attingere ai motivi floreali che adorneranno finestre, balconi , scorci , angoli e cortili per offrire di sé un’immagine ancora più ricca di buoni motivi per visitarla e per riportarne un ricordo piacevole e indelebile. Poi, a tempo perso, quando ci convinceremo che il miglior veicolo di propaganda per una città è costituito da questo tipo di manifestazioni, potremo renderci meglio conto , come al di là di molte altre dispendiose iniziative quella dell’Inner Wheel è la via da seguire. Nell'immaginario collettivo, il fiore è stato associata a significati e simboli molto vari e complessi, secondo l'epoca e il luogo di riferimento, legati anche al colore assunto di volta in volta e alla specie di appartenenza, tanto che nel corso del tempo si è sviluppato il cosiddetto linguaggio dei fiori. In particolare, può rappresentare l'inizio della primavera (periodo dell'anno spesso collegato alla fioritura) e dunque metaforicamente - la vita, la transitorietà, la bellezza, oppure il centro e il Sole nell'antico Egitto, l'anima in alcuni miti della Grecia antica, la benevolenza di Dio e la fragilità umana nell'Antico Testamento, il fedele nella mistica cristiana, la quintessenza - in senso lato - in espressioni idiomatiche come "il fior fiore" o semplicemente "il fiore". Le sfumature del linguaggio sono oggi quasi del tutto dimenticate, ma le rose rosse implicano ancora la passione, l'amore romantico; le rose rosa un affetto minore; le rose bianche indicano ancora virtù e castità; e le rose gialle significano ancora amicizia o devozione. Mentre queste possono non essere le esatte traduzioni dei sentimenti Vittoriani, i fiori mantengono ancora il significato. Anche comunemente conosciuti sono i girasoli, i quali possono significare o sussiego o rispetto. La margherita significa innocenza o purezza. L'iris rappresenta un messaggio inviato. Una viola significa pensieri, un tulipano riguardo. Armando Galea razie all’iniziativa ed al sostegno dell’Avv. Luisella de Cataldo, si rinnova fino ad oggi, 12 maggio, il tradizionale appuntamento del convegno organizzato dall’Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali in collaborazione con la Società di Psicologia dal titolo L’ ‘Operazione decisoria’ da emanazione divina alla prova scientifica (passando per Rabelais). Il convegno ha lo scopo di ripercorrere il passaggio dalla società primitiva in cui la soggezione al potere giurisdizionale veniva giustificata con l'intrinseco collegamento tra religione e giustizia, alla moderna esigenza di regole formali idonee ad assicurare la razionalità e la giustizia della decisione. Oggi il nuovo nodo nevralgico nel percorso giudiziario è rappresentato dalla prova scientifica, dal rapporto tra sapere scientifico e processo, dall’interazione tra dinamiche probatorie e metodo scientifico di accertamento dei fatti. La motivazione, in particolare, risente pesantemente di questo inevitabile allargamento di piani operativi che impone il ricorso sempre più frequente alla figura dell’esperto come ‘certificatore’ e interprete di un ‘novum’ estraneo al sapere proprio del giudice. Ne discutono 16 eminenti relatori selezionati tra professori di psicologia, avvocati, magistrati e docenti di diritto privato. Il convegno è aperto a Giudici, Magistrati, Avvocati e Psicologi interessati. G Ortigia: si rinnova fino ad oggi l’usuale appuntamento fra l’ISISC e la SIPS 10 12 maggio 2013, domenica dicati in un volantino recentemente diffuso a Canicattini servirebbero, secondo alcuni, solo per spaventare i cittadini e delegittimare il sindaco, che sinora ha tenuto i conti a posto, pagando regolarmente gli stipendi, mantenendo i contributi ad importanti istituzioni come la scuola di musica e la banda, alle associazioni che si adoperano nel territorio, garantendo servizi d’avanguardia, in particolare nel sociale, dai disabili ai bambini e alle famiglie in difficoltà, all’asilo nido. Se ne è perlato in occasione del più recente consiglio comunale di Canicattini. Chiudendo il Consuntivo, tra imposizione del Patto di Stabilità e Spending Rewiev, comunque, con un I dati numerici in- “Volantini usati per inquietare” “In realtà la situazione non è quella descritta invece con tinte fosche” IMU sulla 1a casa dal 5,9 al 4 per mille 12 maggio 2013, domenica 11 In foto, una buca postale. e avanzo di ammini- “Trasparenza strazione di 1 mi- C a m b i a m e n t o ” lione, 225 mila, 61 nel proporre alteruna euro, 48 centesimo. nativamente Una realtà difficil- riduzione delle alimente riscontrabile quote al 2,95 per nei Comuni vicini e mille per la 1° casa in tanti altri in Ita- e al 7,60 per mille lia, che sono qua- (quest’ultima alipro-posta si, se non sono già quota andati, in dissesto, anche da Sebastiacon conseguenze no Trapani), ha rigravi per i cittadini badito ancora una e le pressioni fisca- volta la linea del suo gruppo di tagli li» Dal canto suo il ancora più incisivi: capogruppo di dalle spese gene- rali, ai contributi alle associazioni e alle società, alle manifestazioni, alla scuola di musica, al taglio dei dirigenti, alla comunicazione, alla indennità degli amministratori, con esclusione dell’indennità del sindaco. Addirittura Savarino si diceva pronto ad approvare le aliquote proposte dal sindaco se si dava subito inizio ad una Commissione unitaria per i tagli e la futura definizione delle aliquote a settembre. Su questo punto sia il sindaco che il capogruppo di “Sviluppo e Futuro” hanno risposto che già da tempo la maggioranza ha dato vita ad una Commissione che sta analizzando le varie spese e sta proponendo riduzioni. Nonostante ciò, entrambi si sono dichiarati disponibili a vagliare tutte le pro-poste che dovessero arrivare dalla minoranza, senza che questo debba vedere entrambi nelle stessa Commissione e soprattutto condizionare il progetto di sviluppo che la maggioranza si è data per Canicattini. uesta domenica sono pronte per noi, anche in tanti angoli delle strade, delle fresche confezioni floreali da cogliere e porgere alle nostre mamme nel giorno della loro festa. Sono appena dei tangibili pensierini, destinati purtroppo ad appassire dopo pochissimi giorni. Telefonate, piccoli doni e visite a sorpresa contribuiranno comunque ad alleviare la nostra coscienza per certi prolungati, anche se involontari silenzi. C’impegneremo a elogiare le virtù della nostra genitrice, nella ricorrenza che il calendario le dedica e non fatica mai a ricordarci. Apprestandoci a trascorrere qualche momento di serenità insieme con lei, la circonderemo di premure e affetto, oltre che assediarla di nipotini effervescenti dalle voci squillanti. Le doneremo, così, la gioia di riscoprire la magia della vita che continua a ruotarle attorno, lieti di poter interrompere finalmente tante sue lunghe ore di gravosa solitudine. Gioiamo per avere ancora la nostra mamma fra noi, e se la sua età è quasi veneranda, comprendiamola se fatica a frenare il desiderio di rendersi utile, offrendoci la sua apprezzabile vicinanza che, per le nostre incombenze familiari quotidiane, è meno frequente e sicuramente ci manca parecchio. Se la sua assenza è già da qualche tempo fatalmente definitiva, la ricorderemo con un fiore e una preghiera recitata dinanzi alla sua ultima dimora terrena, che forse dovremmo visitare più di qualche volta l’anno. Festeggiare la nostra mamma di persona è un’occasione che ci aiuta a riscoprire insieme i ricordi migliori del nostro ieri, trascorso talmente in fretta da non averci mai fatto cogliere la giusta opportunità per dimostrarle tutto il nostro amore, forse da noi non manifestato in misura adeguata. In seno alla famiglia la sua emergente figura moderatrice, meritevole di emulazione e d’immensa gratitudine, si è sempre distinta per l’impegno formativo profuso per i suoi figli. Avrebbe desiderato realizzare per noi tutto quanto il suo cuore le suggeriva, e non ha mai attenuato il suo fervore per spronarci a migliorare il nostro attuale presente. Che sia ancora o non più fra noi in questo mondo, dobbiamo riconoscere che lei ha saputo insegnarci tanto e il suo esempio continuerà a farci cogliere i frutti dei suoi doni. Una nipote ha affermato, in occasione della dipartita di sua nonna, di avere sempre riscontrato in lei “un inimitabile modello di vita per la sua dolcezza di sposa, per il suo perenne sorriso di mamma che con serietà e fermezza ha amato la famiglia e i suoi figli”. Ed anche “per l’allegria di amica che su tante persone ha sempre saputo riversare il suo calore e la sua gioia di vivere. La sua esperienza e saggezza è stata sempre preziosa nell’indicare ai nipoti il meglio da inseguire, trasmettendo agli altri la sua tenacia di donna, più forte di tutte le intemperie della vita”. Q Mamme: non solo oggi premure e tenerezze hiuso il punto riguardante i rapporti fra ente locale e contribuenti in difficoltà in sede di consiglio comunale, a Canicattini, si è passati alla definizione delle nuove aliquote Imu per l’anno in corso. Argomento quest’ultimo che nelle ultime sedute, come si ricorderà, ha riacceso lo scontro tra “Trasparenza e Cambiamento” e la maggioranza. E nel prendere la parola il sindaco Amenta, ha ripercorso i passaggi per cui lo scorso anno a settembre, l’Amministrazione fu costretta a ricorrere all’unico strumento ormai rimasto ai Comuni per poter mettere in equilibrio il bilancio, visti gli obblighi imposti dal Patto di Stabilità, e dai tagli improvvisi annunciati ad agosto dal governo centrale (tagli che ormai, come emerso nel consuntivo 2012 sono pari al 47% per quanto riguarda lo Stato, essendo passati i trasferimenti da 1 milione, 245 mila, 436 euro ,66 centesimi del 2011 a 659 mila, 731 euro 20 C “Le continue decurtazioni ai trasferimenti di fondi non hanno permesso numeri più bassi” al 4 per mille, restando invariata quella relativa alle 2° case. E ciò anche alla luce dell’incertezza del decreto che il Governo nazionale dovrà emanare, in seguito all’annuncio dello stop dei pagamenti di giugno dell’Imu. Solo, dopo, e quindi a settembre, per il primo cittadino, il Comune potrà definire, con il riequilibrio di Bi-lancio, il quadro complessivo, dove si potrebbe prevedere anche una ulteriore riduzione delle aliquote della seconda casa. Ma quello che il sindaco Amenta ha tenuto a sottolineare sin dall’inizio del suo intervento è stata la “continua mistificazione della verità che si farebbe da parte della minoranza di “Trasparenza e Cambiamento”, nonostante i due Consigli precedenti dove quest’argomento è stato ampiamente discusso, con la diffusione, proprio in questi giorni, di volantini con numeri del tutto falsi sugli introiti Imu, sugli introiti del servizio di raccolta rifiuti (fatto passare per Decisione adottata dal comune di Canicattini nonostante le tante difficoltà del momento centesimi del 2012, e del 26% quelli della Regione, passando dai 3 milioni, 509 mila, 609 euro, 37 centesimi del 2011 a 2 milioni, 602 mila, 806 euro, 91 centesimi del 2012), continuando a garantire i servizi essenziali ai cittadini e alle fasce più deboli, come i disabili, e gli abbonamenti gratuiti per il trasporto agli studenti pendolari, senza far morire la cit- tà. In quella occasioni le aliquote furono decise al 5,9 per mille la 1° casa e al 9,9 per mille le 2° case. Oggi, ha spiegato ancora Amenta, pur restando le difficoltà finanziarie per i continui tagli da Stato e Regione, avendo assunto l’impegno con i cittadini di ridurre l’aliquote della prima casa, l’Amministrazione ha proposto di passare la 1° casa dal 5,9 per mille pressione fiscale e non per copertura di servizio), e delle indennità degli amministratori, dell’esperto della comunicazione, e dei dirigenti, nel tentativo di intimorire e spaventare i cittadini, parlando di sprechi, quando, al contrario, già dallo scorso anno, l’Amministrazione ha ridotto di gran lunga le spese”. “Non è affatto vero che il Comune - ha aggiunto Amenta – abbia introitato oltre 2 milioni 580 mila di euro di Imu, come scritto nel volantino, ma al contrario come risulta dal Conto Consuntivo approvato qualche giorno addietro, appena 1 milione, 627 mila, 581 euro, tra prima e seconda casa. Così come non si dice che gli introiti della Tarsu, 690 mila euro (con il recupero delle evasioni il dato di copertura del servizio è passato dall’82% al 94%) non sono una pressione fiscale ma, come dice la legge, copertura del servizio che con la Tares arriverà al 100%, un dato quasi già raggiunto dal Comune”. Si “Contro ogni ipocrisia ed ogni falso moralismo” relatori dei seminari sulla città, che si terranno a Forte Petrazza: Luigi Ciotti (fondatore associazione Libera), Marco Dallari (docente Università di Trento), Franco Floris (direttore Animazione Sociale), Michele Gagliardo (formatore, Gruppo Abele, Torino), Gaetano Giunta (segretario generale Fondazione di Comunità di Messina), Ivo Lizzola (docente Università degli Studi di Bergamo), Loredana Pumo (coordinatore “Lude”), Salvatore Rizzo (presidente Consorzio Sol.E), Mario Schermi (responsabile “Lude”), Marianella Sclavi (docente Politecnico di Milano), Gaetano Silvestri (giurista, Vicepresidente Corte Costituzionale), Tiziana Tarsia (ricercatore, Università di Messina), Sergio Tramma (docente, Università di Milano), titolato “Fare e farsi città. Pratiche di educazione civile”, si terrà dal 3 al 6 luglio, e intende riflettere su come promuovere, accompagnare e orientare la formazione del cittadino e, quindi, come partecipare, pedagogicamente, alla formazione della città. Interverranno Gagliardo, Rizzo, Giunta, Tramma, Tarsia, Sclavi, Floris e Schermi. Terzo appuntamento, dal 7 al 9 novembre, incentrato su “Cose comuni, Contenuti comuni per la città”. Il seminario affronta il tema della città partendo dalle “cose”, ovvero dai contenuti densi di significato pedagogico che attivano e valorizzano le relazioni educative. Interverranno Pumo, Rizzo, Dallari, Ciotti e Schermi. Info: tel. 090325236, lude@ecosmed.it, http://www.fdcmessina.org. Il ciclo di incontri proseguirà ancora con la tre giorni in agenda fra il 23 ed il 25 maggio prossimi è tenuto al Feltrinelli Point “Sessualità e falsi moralismi”, il terzo incontro del ciclo delle “Conversazioni educative circa la genitorialità” della “Lude”, Libera Università dell’Educare. Interverranno Salvatore Rizzo, socio fondatore della cooperativa sociale Ecos-Med e presidente del Consorzio Sol.E, Loredana Pumo, coordinatore “Lude”, e Lucrezia Piraino, consulente filosofica. E mentre proseguono le “conversazioni”, la “Lude” mette in campo anche i seminari residenziali, ciascuno costruito attorno ad un tema che è ad un tempo provocazione di pensieri e confronti e racconto di esperienze e visioni: da fine maggio ad inizio novembre tre gli appuntamenti dedicati al tema formativo dell’anno 2013, la città. Questi i nomi dei Emilio Vergani (formatore Università Lumsa S. Silvia di Palermo). Prima data, la tre-giorni dal 23 al 25 maggio che indaga sui “Sensi” dell’educare, incentrandosi sulle difficoltà di crescere e di educare in un mondo che molti, troppi ritengono “brutto”, faticoso, inospitale, pericoloso, estraneo. Interverranno Pumo, Vergani, Lizzola, Silvestri e Schermi. Il secondo seminario, in- 12 Domenica 12 maggio Assemblea Elettiva Regionale per il rinnovo degli organismi dirigenti Domenica 12 maggio c.a. con inizio alle ore 10.00, presso il San Paolo Palace a Palermo, si terrà l’Assemblea quadriennale Elettiva della Confesercenti Regionale, sul tema: “Protagonisti del territorio a fianco delle imprese”. L’Assemblea Elettiva è un momento importante per fare il punto sulla gravissima crisi che sta investendo il comparto delle piccole e medie imprese siciliane del commercio, del turismo e dei servizi, e sarà l’occasione per formulare proposte, in specie al Governo Regionale, per uscire dal tunnel dell’emergenza che sta determinando una moria di imprese senza precedenti, con la perdita di migliaia di posti di lavoro. Dopo il saluto del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, relazionerà il Presidente Regionale della Confesercenti Sicilia Vittorio Messina. A seguire il Prof. Antonio La Spina, docente di valutazione delle politiche pubbliche, presso il Luiss Guido Carli di Roma, terrà una relazione sul tema: “La situazione economica in Sicilia, analisi e prospettive”. Dopo l’intervento del Presidente della Regione Rosario Crocetta, si aprirà il dibattito, che sarà concluso da Massimo Vivoli, Vice Presidente vicario della Confesercenti Nazionale. Alle 15.00, a conclusione dell’Assemblea Elettiva, si procederà alla costituzione dei nuovi organismi dirigenti della Confesercenti Regionale. I delegati della Confesercenti di Siracusa che parteciperanno all’Assemblea Elettiva Regionale sono i Sigg.: Linguanti Arturo, Failla Salvatore, Vasques Giuseppe, Padula Carmelo, Veneziano Donatella, Margherita Silvia, Aloscari Gaetano, Gianì Paola, Drago Pierpaolo e Contrafatto Giuseppe. Sul tema dell’IMU la Circolare affronta i seguenti profili: termini di presentazione della Dichiarazione IMU; ravvedimento operoso per sanare alcune violazioni; efficacia costitutiva delle delibere Comunali dal 2013 Rubrica settimanale a cura della Confesercenti Siracusa operoso opera comunque rispetto alle eventuali violazioni concernenti l’anno di imposta 2012. I soggetti passivi potranno, infatti, beneficiare delle seguenti opportunità: riduzione della sanzione a 1/8 del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno nel corso del quale è stata commessa la violazione e cioè entro il 30 giugno 2013; riduzione della sanzione 1/10 del minimo di quella prevista per l'omissione della presentazione della dichiarazione, se questa viene presentata con ritardo non superiore a 90 giorni (cioè entro il 28 settembre 2013 - termine che, cadendo di sabato, è prorogato al successivo 30 settembre 2013). Per quanto, invece, riguarda l’efficacia costitutiva delle delibere Comunali si è stabilito che, innanzitutto, a decorrere dall’anno di imposta 2013, le deliberazioni di approvazione delle aliquote e della detrazione, nonché i regolamenti dell’IMU devono essere inviati, esclusivamente per via telematica, mediante inserimento del testo degli stessi nell’apposita sezione del Portale del federalismo fiscale, per la pubblicazione nel sito informatico del MEF. Tale iter ha effetti costitutivi. La natura costitutiva della pubblicazione riguarda anche i regolamenti IMU e non solo le delibere di approvazione delle aliquote e delle detrazioni. Non potranno, quindi, essere presi in considerazione quelli inviati con modalità diverse, quali, ad esempio, la posta elettronica, la PEC, il fax e la spedizione del documento in forma cartacea. Ovviamente, questo il percorso appena descritto riguarda esclusivamente l’invio e la pubblicazione delle deliberazioni e dei regolamenti IMU e non incide sui termini di adozione di tali atti che devono essere, comunque, approvati nei termini previsti. Per quanto riguarda le aliquote, infatti, gli enti locali potranno deliberarle entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione con effetto dal 1° gennaio dell'anno di riferimento (in caso di mancata approvazione entro il suddetto termine, le tariffe e le aliquote si intendono prorogate di anno in anno). I versamenti dell’IMU devono tener conto di quanto appena definito in quanto gli stessi devono essere eseguiti sulla base degli atti pubblicati nel predetto sito. Quindi, per quanto riguarda: la prima rata, alla data del 16/05 di ciascun anno di imposta. In questo caso l’invio da parte dei Comuni degli atti in questione deve avvenire entro il 9/05; la seconda rata, alla data del 16/11 di ciascun anno d’imposta. In questo caso l’invio da parte dei Comuni degli atti in questione deve avvenire entro il 9/11. Per il pagamento della prima rata, i soggetti passivi calcolano l’imposta nella misura pari al 50% di quella dovuta sulla base dell’aliquota e della detrazione dei 12 mesi dell'anno precedente. Al riguardo, si richiamano i principi esposti nella Risoluzione n. 5/DF del 28 marzo 2013 e precisamente che, nel caso in cui alla data del 16 maggio 2013 non risulti pubblicata alcuna deliberazione relativa al 2013, il contribuente dovrà verificare l’avvenuta pubblicazione sullo stesso sito della deliberazione relativa al 2012. Nel caso in cui la deliberazione non risulti pubblicata neanche per l’anno 2012, il contribuente applicherà le aliquote fissate dalla legge. Il Comune, qualora intenda confermare le aliquote dell’anno 2012 - atteso che in tal caso non è necessario adottare un’apposita deliberazione - deve accertarsi che la deliberazione relativa all’anno 2012 sia stata pubblicata sul sito e, in caso contrario, inviarla esclusivamente in via telematica per l’inserimento nel sito stesso nella parte relativa all’anno 2012. Per il versamento della seconda rata, se non risultano pubblicate nuove delibere alla data del 16 novembre, i contribuenti devono prendere in considerazione gli atti pubblicati entro il 16 maggio dell’anno di riferimento oppure, in mancanza, quelli adottati per l’anno precedente. Valgono, a tale proposito, le stesse considerazioni appena definite al punto precedente. Dunque le delibere pubblicate alla data del 16 novembre dell’anno di riferimento producono i propri effetti per l’intero anno, anche con eventuale conguaglio sulla prima rata versata. Pertanto, anche le delibere pubblicate entro il 16 novembre retroagiscono al 1° gennaio dell’anno di riferimento, non potendosi desumere dalla doppia data di pubblicazione che venga frazionato il periodo di imposta dell’IMU, che deve essere sempre riferito all’anno solare (art. 9, c. 2, del d. lgs. n. 23/11). Da quanto appena esposto risulta chiaro che sono stati conservati gli stessi effetti elativi alla retroattività delle delibere in questione, previsti in via generale. La norma in commento prevede, infine, che i comuni debbano compilare una griglia riassuntiva delle aliquote e dei regimi agevolativi determinati con le delibere. TARES In materia di TARES, la Circolare chiarisce che è data al Comune la facoltà di intervenire sul numero delle rate e sulla scadenza delle stesse, limitatamente al 2013 (in deroga all’art. 14 del D. L. n. 201/11). La scadenza e il numero delle rate di versamento del tributo sono stabilite dal Comune con propria deliberazione adottata, anche nelle more della regolamentazione comunale del nuovo tributo, e pubblicata, anche sul sito web istituzionale, almeno trenta giorni prima della data di versamento. E’ necessario, quindi, sottolineare che, il versamento della prima rata potrebbe essere anticipato rispetto all’attuale scadenza di luglio e quello relativo all’ultima rata potrebbe essere posticipato rispetto alla scadenza di ottobre. Qualora il Comune non intervenisse con una propria delibera a modificare la scadenza delle rate della TARES, il termine per il versamento delle rate di gennaio, aprile e luglio resta fissato a quest’ultima scadenza mentre l’ultima rata della TARES scadrà nel mese di ottobre 2013. La disposizione impone ai Comuni, a tutela del contribuente, di pubblicare la deliberazione di modifica delle scadenze e del numero delle rate, anche sul sito web istituzionale del comune stesso, almeno 30 giorni prima della data di versamento. Per quanto riguarda il versamento delle prime due rate del tributo, e comunque ad eccezione dell’ultima rata dello stesso, i Comuni potranno inviare ai contribuenti i modelli di pagamento precompilati già predisposti per il pagamento della TARSU o della TIA 1 o della TIA 2, oppure indicare le altre modalità di pagamento già in uso per gli stessi prelievi (modalità di pagamento già in uso per il 2012). La disposizione, appena definita, costituisce, quindi, un indirizzo del Legislatore rivolto ai Comuni di far pagare al contribuente almeno le prime rate del nuovo tributo secondo gli importi relativi all’anno 2012 stabiliti ai fini TARSU, TIA 1 e TIA 2, mentre l’ultima rata dovrà essere determinata sulla base dei nuovi importi della TARES e, contestualmente, dovrà essere versata anche la maggiorazione standard. Si ricorda, comunque, che a partire dal 1 gennaio 2013, sono stati soppressi non solo tutti i previgenti prelievi relativi alla gestione dei rifiuti urbani, ma anche l’addizionale per l’integrazione dei bilanci di assistenza (Addizionale exECA). Pertanto, gli importi relativi a detta addizionale non possono essere più addebitati ai contribuenti, anche se si utilizzano gli strumenti di pagamento già in uso nel 2012. Resta fermo che l’utilizzo dei bollettini di conto corrente postale predisposti per il pagamento della TARSU, della TIA 1 e della TIA 2 costituisce una mera facoltà, potendo il Comune utilizzare, già a decorrere dalla prima rata, il modello F 24 e il bollettino di conto corrente postale, in via di approvazione, predisposti per il pagamento della TARES, qualora disponibili in tempo utile per il versamento Chiarimenti del Ministero delle Finanze su IMU e TARES 12 maggio 2013, domenica 12 maggio 2013, domenica 13 della prima rata. Per quanto riguarda la quota di maggiorazione essa è stata definita nella misura fissa di € 0,30/mq. Non è più previsto l’eventuale surplus di € 0,10 fino ad un limite € 0,40 in quanto tale possibilità è stata preclusa ai Comuni. La quota maggiorativa è riservata allo Stato ed è versata in unica soluzione unitamente all'ultima rata del tributo. I Comuni possono continuare ad avvalersi per la riscossione del tributo dei soggetti affidatari del servizio di gestione dei rifiuti urbani. E’ lo stesso c. 35, dell’art. 14 del D. L. n. 201/11, a disporre che, fino al 31 dicembre 2013, i Comuni possono affidare la gestione del tributo ai soggetti che svolgevano, al 31 dicembre 2012, il servizio di gestione dei rifiuti. Aree pertinenziali e accessorie Il c. 3 dell’art. 10 del D.L. n. 35/13 interviene sulla disciplina delle aree scoperte pertinenziali e accessorie. Si ricorda che già il D. L. n. 201/11 disponeva l’esclusione dalla tassazione le aree scoperte pertinenziali o accessorie a civili abitazioni e le aree comuni condominiali di cui all’articolo 1117 del c.c. che non siano detenute o occupate in via esclusiva. La norma, quindi, da un lato prevedeva l’esclusione dalla tassazione delle aree comuni del condominio non occupate in via esclusiva, in continuità con quanto disposto in materia di TARSU, dall’altro, nulla prevedeva in relazione alle aree scoperte pertinenziali e accessorie di locali diversi da quelli delle civili abitazioni, a differenza di quanto stabilito in vigenza della stessa TARSU, la cui disciplina considerava tassabili le superfici scoperte operative, mentre escludeva dal tributo le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili. La norma modificata ripropone, in sostanza, le stesse disposizioni presenti nella disciplina TARSU e, pertanto, sono da assoggettare alla TARES solo le superfici scoperte operative, mentre non sono tassabili: le aree scoperte pertinenziali o accessorie di locali adibiti a civili abitazioni; le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili diversi dalle civili abitazioni; le aree comuni condominiali nei limiti previsti dalla norma e le aree adibite a verde. Nuove Proposte Normative Quanto appena descritto va considerato anche alla luce dell’intento del nuovo Governo (probabilmente nel 2014) di modificare radicalmente l'IMU (e TARES) in favore di nuovi progetti: "Service Tax", un'imposta unica sui servizi e sulla casa. La Tassa di servizio si configurerebbe come una sorta di "maxi-TARES", in quanto terrebbe conto del: prelievo comunale sugli immobili; di quello sui rifiuti e sui servizi; prelievo mirato sulle case di pregio; “IMU studiata sul modello tedesco” ossia una tassa federale, gestita completamente dal territorio e strettamente legata a una rivalutazione delle rendite. In tal caso andrebbe prioritariamente operata la Riforma del catasto; “nuova IMU”, come risultato di una rimodulazione dell'imposta stessa con un intervento mirato sulle detrazioni per l'abitazione principale e i carichi di famiglia, caratterizzata da una maggiore progressività del prelievo legata al reddito e all'ISEE. Un simile intervento comporterebbe Presso la Confesercenti sono aperte le iscrizioni per i nuovi corsi abilitanti e preparatori Sono aperte le iscrizioni per frequentare i corsi abilitanti obbligatori per chi intende esercitare l’attività di vendita di generi alimentari, di somministrazione di alimenti e bevande, di ristorazione, di agente e rappresentante di commercio. Sono anche aperte le iscrizioni ai corsi preparatori obbligatori per sostenere gli esami abilitanti presso la Camera di Commercio per chi intende esercitare l’attività di agente immobiliare. I corsi per gli aspiranti commercianti nel settore degli alimenti, per chi intende esercitare l’attività di somministrazione e ristorazione hanno la durata di 100 ore articolate nell’arco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Per quanto riguarda gli aspiranti agenti e rappresentanti di commercio e gli aspiranti agenti immobiliari i corsi hanno la durata di 80 ore articolate nell’arco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Martedì e Giovedì dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Chi intendesse frequentarli può recarsi presso la Confesercenti in Via Ticino n. 8 (Tel. 0931/22001) e compilare la scheda di iscrizione. dell'1,6% (era l’1,4% a febbraio). I prestiti alle famiglie sono scesi dello 0,8% sui 12 mesi (-0,7% a febbraio), quelli alle società non finanziarie sono diminuiti del 2,8% (-2,7% a febbraio). Accelera, inoltre, a marzo, il tasso di crescita sui 12 mesi delle sofferenze bancarie: è aumentato al 21,7% rispetto al 18,6% del mese precedente. Lieve calo, infine, per i tassi d’interesse sui finanziamenti erogati nel mese di marzo alle famiglie per l'acquisto di abitazioni, diminuiti al 3,90%, mentre sono rimasti pressoché invariati i tassi d'interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie: 4,36% fino a1 milione di euro, 2,93% dopo tale soglia. 15 miliardi per i prestiti alle piccole e medie imprese dalla Banca Europea per gli investimenti  La Banca europea per gli investimenti metterà a disposizione capacità di finanziamento per le Pmi ''fino a 15 miliardi di euro, fino al 2015". Lo ha detto il presidente della Bei, Werner Hoyer, nel corso di una audizione davanti alla Commissione Bilancio del Parlamento europeo. L'aumento di 10 miliardi di euro del capitale versato della Banca Europea per gli Investimenti - Bei - sarà "uno stimolo molto importante per la crescita nei prossimi anni". Lo ha affermato Olli Rehn davanti alla Commissione Bilancio del Parlamento europeo ricordando che grazie ad esso ''il volume dei prestiti Bei aumenterà del 40% nei prossimi tre anni''. Rehn ha quindi invitato la stessa Bei a finanziare "progetti ad alto valore aggiunto anche nei Paesi in difficoltà".  Chiarimenti del Ministero delle Finanze su IMU e TARES Il Ministero delle Finanze, con la Circolare n.1/DF pubblicata 29 aprile 2013, in relazione alle modifiche apportate dall’art. 10 del D.L. n. 35/13, torna sul tema IMU e TARES affrontandone particolari profili. I chiarimenti forniti vanno coordinati, tuttavia, con l’orientamento politico e le proposte legislative ancora in essere in quanto si parla di una riforma strutturale della tassazione sulla casa, di una rivisitazione dell’IMU, nel senso di una sua sostituzione con la nuova “tax service” o con un IMU “alla tedesca” o infine con un’IMU ponderata a seconda del reddito prodotto dai contribuenti. IMU Sul tema dell’IMU la Circolare affronta i seguenti profili: termini di presentazione della Dichiarazione IMU; ravvedimento operoso per sanare alcune violazioni; efficacia Credito: a marzo più forte il calo dei prestiti, scesi dell’1,6% Aumenta la contrazione dei prestiti bancari ai privati. A marzo, informa la Banca d'Italia, sono scesi su base annua costitutiva delle delibere Comunali dal 2013. I termini della presentazione della dichiarazione sono entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta, utilizzando il modello approvato. Per gli immobili per i quali l'obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012, la dichiarazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di approvazione del modello di dichiarazione dell’IMU (30 giugno 2013). Tale modifica normativa ha lo scopo di evitare un’eccessiva frammentazione dell’obbligo dichiarativo (derivante dal precedente termine mobile dei 90 giorni) e risolve i problemi sorti in ordine alla possibilità, da parte dei contribuenti, di ricorrere all’istituto del ravvedimento operoso (di cui alla lett. b), c.1, dell’art. 13 del d. lgs. n. 472/97). Dunque, la disposizione del D. L. n. 35/13: fissa a regime, il nuovo termine di presentazione delle dichiarazioni; produce effetti anche su quelle dovute per l’anno 2012 che potranno, quindi, essere presentate entro il 30 giugno 2013. L’istituto del ravvedimento Adesso la cittadina porta degli Iblei ha un regolamento volto a rendere più civile il rapporto fra contribuente in difficoltà e pubblica amministrazione 14 12 maggio 2013, domenica Canicattini: rateizzazione dei debiti di natura tributaria Si è aperta con la sollecitazione da parte del capogruppo di minoranza “Trasparenza e Cambiamento”, Pietro Savarino, e del presidente del Consiglio, Antonino Zocco, all’Amministrazione comunale di rispondere nei tempi dovuti alle interrogazione presentate dai consiglieri comunali, la seduta del Consiglio comunale di ieri sera a Canicattini Bagni. Due i punti che maggiormente hanno impegnato il dibattito della serata, sino a notte inoltrata: il Regolamento per la concessione di rateizzazioni di pagamento applicabili ai debiti di natura tributaria ed extratributaria; e la determinazione delle nuove aliquote Imu per l’anno 2013. Argomenti di grande interesse di cui si era parlato anche nella scorsa seduta in occasione dell’approvazione del Rendiconto 2012. Il primo punto posto in discussione è stato quello relativo al Regolamento per la rateizzazione dei debiti di natura tributaria ed extratributaria, esitato positivamente dalla Commissione permanente. Il Comune di Canicattini Bagni, pertanto, da adesso ha un suo regolamento per la rateizzazione dei debiti che i cittadini contraggono nei confronti dell’Ente. Considerata la grave crisi che sta investendo tutte le famiglie, l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Paolo Amenta, per non penalizzare ulteriormente chi in questo momento ha difficoltà a pagare oneri e tributi al Comune, ha così inteso dotarsi di un regolamento che permette, se le condizioni di difficoltà sono reali e provate, di poter rateizzare il debi- to senza alcun aggravio di sanzioni, ma solo degli interessi legali. Il regolamento in questione è stato approvato, dopo un’ampia discussione (sono intervenuti i consiglieri di minoranza, Pietro Savarino ed Emanuele Amenta di “Trasparenza e Cambiamento”, quelli del Gruppo Misto, Sebastiano Trapani e Sebastiano Cascone, e della maggioranza di “Sviluppo e Futuro”, Gaetano Amenta e Giusy Mara Ricupero), con i soli 9 voti della maggioranza di “Sviluppo e Futuro”, e il voto contrario del consigliere Trapani, avendo abbandonato l’aula il consigliere Cascone, e il gruppo “Trasparenza e Cambiamento”, quest’ultimi perché non erano passati alcuni loro emendamenti proposti in altrettanti articoli. A tal proposito Gaetano Amenta ha ancora una volta esortato “Trasparenza e Cambiamento” ad entrare nelle Commissioni permanenti, per svolgere in quella sede le discussioni ed anche le proposte di eventuali emendamenti, in modo da arrivare in aula con un lavoro preliminare già svolto. Ad Amenta ha risposto Savarino, ribadendo la loro convinzione che essendo il Gruppo Misto (3 consiglieri, tanto quanto “Trasparenza e Cambiamento”) un gruppo di “sosta” e non “definito” non avrebbero diritto ai posti della minoranza nelle Commissioni, per cui il suo gruppo preferisce confrontarsi direttamente in aula. Splendida partita quella di Massara Antonio(2.5) che batte Chiocchini Andrea (2.7)con il risultato di 6/1 6/2. Il Tc Match Ball Siracusa vi da appuntamento domenica 19 maggio contro il C T Mosciano Il Tennis Club Match Ball Siracusa ha esordito, in questa terza giornata di campionato nazionale maschile serie A2 con grande tenacia e volontà affrontando in casa la squadra del T.C Prato. Formidabile e grintosa la vittoria di Caruso Salvatore class. 2.1 su Grassi Claudio class.1.15 con il punteggio di 6/2 6/0. Splendida partita quella di Massara Antonio(2.5) che batte Chiocchini Andrea (2.7)con il risultato di 6/1 6/2 ,mentre la sconfitta dei due giocatori di casa Sammatrice Emanulele (2.4) e Siringo Eros (2.3) rispettivamente contro Stefanini Jacopo (2.4) e Dimov /Siringo doveva arrendersi all’esperta coppia Grassi/Dimov con il risultato di 6.4/6.0. I Capitani Paolo Cannova e Nico de Simone insieme ai Presidenti Paola e Sabrina Cortese per l’ennesima volta confermano la loro soddisfazione per aver creato una squadra così affiatata tanto da essere capaci di cambiare il pronostico della vigilia. Il Tc Match Ball Siracusa vi da appuntamento domenica 19 maggio contro il C T Mosciano Il pubblico del T C Match Ball Siracusa ancora una volta numeroso è stato come sempre sportivo ma fortemente protagonista. Tennis. Standing ovation per la valanga aretusea contro la T.C. Prato SPORT Siracusa 12 maggio 2013 domenica 15 Valentin (2.3) portavano la situazione sul 2 pari. La sosta come da regolamento di circa 30 min. dava inizio ai due doppi conclu- sivi che chiudevano il risultato della 3^ giornata di Serie A2 sul 3 pari. Il doppio vincente Massara/Caruso contro Stefanini/Chioc- chini conclusosi con il risultato di 6.2/7.6 regalava il 3° punto alla squadra siracusana mentre purtroppo la coppia di casa Sammatrice Pallamano U14/M. L'Albatro Nuoto/ Tc Match Ball da record al Trofeo S. Lucia delle Quaglie sul trono di Sicilia L’Albatro sa solo vincere. Dai più grandi fino ai piccoli. Dopo la promozione in A1 della squadra maggiore e i titoli regionali sfiorati dalle Under 16 maschili e 14 femminili, ieri la selezione Under 14 maschile è salita sul trono di Sicilia. Sconfiggendo al «Palalobello» lo Scinà Palermo per 22- 10. «Il titolo vinto dai ragazzi dell’Under 14 è il coronameto di una stagione fantastica per la società Albatro - hanno sottolineato i massimi dirigenti aretusei - che da sempre ha messo in primo piano i giovani». Giovani «forgiati» da Corrado Bronzo e Francesco Rosapinta che hanno avuto molta cura del viva- io sfociato poi con il successo di questi giovani. Ieri grande festa alla Cittadella, con i ragazzi, i dirigenti e i genitori che hanno seguito i loro piccoli campioni in questo percorso di crescita. Soddisfatto anche il presidente Vito Laudani, così come i dirigenti Giacomo Corsico, Placido Villari e il tecnico della prima squadra Peppe Vinci. All'11 Trofeo S. Lucia delle Quaglie, in programma a Siracusa il 5 Maggio 2013, presso la piscina "Paolo Caldarella", ancora un record regionale per Oriana Burgio nei 50 dorso. L'ondina migliora il suo precedente di 32.63 abbassandolo a 32.47. Anche la squadra, allenata dal prof. Marco Lappostato, risponde dignitosamente e con una formazione dimezzata, solo 21 nuotatori, ottiene un medagliere strepitoso collezionando ben 20 ori, 8 argenti e 5 bronzi, giungendo seconda sia nella classifica generale per squadre che nella speciale classifica del medagliere. 16 12 MAGGIO 2013, DOMENICA Autosport S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918 autosport.toyota.it

Related Interests