You are on page 1of 17

Annibale Carracci

Vita e opere

PDF generato attraverso il toolkit opensource ''mwlib''. Per maggiori informazioni, vedi [[http://code.pediapress.com/ http://code.pediapress.com/]]. PDF generated at: Thu, 16 May 2013 10:53:50 UTC

Indice
Voci
Annibale Carracci Bottega del macellaio Salma di Cristo Scelta di Ercole Domine, quo vadis? Paesaggio con la fuga in Egitto Trionfo di Bacco e Arianna 1 6 7 8 9 10 11

Note
Fonti e autori delle voci Fonti, licenze e autori delle immagini 13 14

Licenze della voce


Licenza 15

Annibale Carracci

Annibale Carracci
Annibale Carracci (Bologna, 3 novembre 1560 Roma, 15 luglio 1609) stato un pittore italiano.

Biografia
Bologna e l'Accademia degli Incamminati
Annibale Carracci inizi l'apprendistato nella sua famiglia. Nel 1582, Annibale, suo fratello Agostino e il cugino Ludovico aprirono una bottega di pittura, inizialmente chiamata Accademia dei Desiderosi e successivamente denominata Accademia degli Incamminati. Lo stile dei Carracci univa la lezione della scuola fiorentina, che basava tutta la pittura sulla linea e sul disegno, a quella della scuola veneziana, che puntava, invece, sul colore. Questo eclettismo sar caratteristico di tutta la scuola bolognese. difficile distinguere i contributi individuali dei Carracci nei primi Autoritratto del pittore lavori, ad esempio gli affreschi di Palazzo Ghisilardi Fava a Bologna raffiguranti scene della vita di Giasone - portano la firma Carracci, ad indicare il contributo collettivo. Nel 1585 Annibale realizza il Battesimo di Cristo, per la chiesa di San Gregorio a Bologna, nel quale inizia a risentire dell'opera del Correggio. Da questo momento nelle sue opere l'influsso del Correggio diviene predominante, arrivando a creare morbide modulazioni coloristiche e figure di una grazia elegante come nei due Compianti sul Cristo Morto, uno a Parma e l'altro distrutto, e nell'Assunzione del 1587, realizzata per la chiesa di San Rocco a Reggio Emilia, poi trasferita a Dresda. Nel 1587-88, Annibale visita Parma e Venezia. Tra il 1589 e il 1592, i tre Carracci completano gli affreschi raffiguranti la Fondazione di Roma per Palazzo Magnani a Bologna. Nel 1592, Annibale dipinge un'Assunta per la cappella Bonasoni, in San Francesco. Nel 1593, il pittore realizza una pala d'altare, la Madonna col Bambino, san Giovannino e i santi Giovanni e Caterina, lavorando assieme a Lucio Paesaggio con la fuga in Egitto (1603) Massari. Dello stesso anno la Resurrezione di Cristo. Durante il 1593-1594, i Carracci lavorano insieme agli affreschi di Palazzo Sampieri, sempre a Bologna.

Annibale Carracci

Roma e gli affreschi di Palazzo Farnese


Gli affreschi monumentali di Bologna diedero grande notoriet ad Annibale, tanto che il cardinale Odoardo Farnese, forse dietro consiglio del letterato reggiano Gabriele Bombasi che da anni conosceva bene il pittore, lo incaric di decorare il piano nobile di Palazzo Farnese, a Roma. Tra il novembre e il dicembre del 1595, Annibale, accompagnato da Agostino, and quindi a Roma per iniziare la decorazione del Camerino, con le storie di Ercole. Contemporaneamente, il pittore inizi a sviluppare centinaia di disegni preparatori per il lavoro principale, lasciando i suoi collaboratori ad affrescare i soffitti del salone maggiore con i temi laici dei quadri riportati, raffiguranti Gli amori degli Dei. Questi lavori ispireranno successivamente altri grandi artisti barocchi, quali Pietro da Cortona, Lanfranco, e successivamente ancora Andrea Pozzo e Giovan Battista Gaulli. Lungo tutto il diciassettesimo e diciottesimo secolo, gli affreschi di Palazzo Farnese furono considerati i capolavori assoluti della pittura ad Assunzione della Vergine Maria, (1600-1601), affresco del tempo. La loro importanza non fu solo puramente artistica, Santa Maria del Popolo, Roma ma anche procedurale: le centinaia di schizzi preparatori di Annibale divennero un passaggio fondamentale nella composizione di qualunque dipinto ambizioso. Non chiaro quanti altri lavori complet Annibale dopo gli affreschi di Palazzo Farnese, da alcuni carteggi si sa che nell'aprile del 1606 un umore pesantemente malinconico gli impediva di dipingere per il cardinale Farnese. Tra i quadri realizzati a Roma da Annibale si pu ricordare la Santa Margherita dipinta per la cappella Bombasi della Chiesa di Santa Caterina dei Funari. Come scrisse Francesco Albani al suo allievo Girolamo Bonini nel 1658, "il Caravaggio ci moriva sopra in riguardarla". Nel 1609 Annibale mor e fu sepolto, come da sua volont, nel Pantheon, a fianco della tomba di Raffaello.

Le differenze con il Caravaggio


Il critico Giovanni Bellori, nel XVII secolo, nella sua indagine intitolata Idea, prese il Carracci a termine di paragone dei pittori italiani, in quanto prosecutore del Rinascimento della grande tradizione di Raffaello e Michelangelo. Dall'altro lato, pur ammettendo l'abilit di Caravaggio come pittore, Bellori ne deplorava lo stile iper-realistico e il temperamento turbolento e violento. In egual modo egli vedeva con la medesima cupa costernazione lo stile dei caravaggisti. Nel secolo scorso, invece, i critici si sono pi spesso schierati a fianco del mito ribelle del Caravaggio, ignorando spesso la profonda influenza artistica del Carracci.

Annibale Carracci

Paesaggi, scene di genere e disegni


Annibale Carracci fu decisamente eclettico quanto a tematiche affrontate: paesaggi, scene di genere e ritratti (che includono anche una serie di autoritratti). Fu uno dei primi artisti a dare risalto al paesaggio, ponendolo in primo piano rispetto al soggetto rappresentato; come nel suo capolavoro Paesaggio con la fuga in Egitto. Questo genere pittorico avr poi un grande seguito in tutta Europa, con artisti come il Domenichino e Claude Lorrain. Lo stile del Carracci presenta anche un lato meno formale, che risalta nelle sue caricature e nelle sue prime scene di genere, come il Mangiafagioli.

Opere
Scene della vita di Giasone, 1584, affreschi, Bologna, Palazzo Fava. Scene della vita di Ercole, 1593-1594, affreschi, Bologna, Palazzo Sampieri. Scene della fondazione di Roma 1590, affreschi, Bologna, Palazzo Magnani. Ragazzo che beve, 1582-1583, olio su tela, 55 43 cm, collezione privata. Testa d'uomo sorridente, 1583, olio su tela, Roma, Galleria Borghese. Crocifissione e santi, 1583 ca, olio su tela, 305 210 cm, Bologna, Santa Maria della Carit. Madonna che abbraccia il bambin Ges, 1586, olio su tela 55 44 c, Bologna, collezione privata. Salma di Cristo, 1583-1585, olio su tela, 70,7 88,8 cm, Stoccarda, Staatsgalerie Stuttgart Battesimo di Cristo, 1584, olio su tela, Bologna, Chiesa di San Gregorio. Mangiafagioli, 1584-1585, olio su tela, 57 68 cm, Roma, Galleria Colonna. La bottega del macellaio, 1585, olio su tela, 185 266 cm, Oxford, Christ Church Picture Gallery. San Francesco penitente, 1585 ca, olio su tela, 75 57 cm, Roma, Pinacoteca Capitolina. Visione di sant'Eustachio, 1585-1586, olio su tela, 86 113, Napoli, Museo di Capodimonte. Matrimonio mistico di santa Caterina, 1585-1587, olio su tela, 160 128 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Cristo coronato di spine sorretto dagli angeli, 1585-1587, olio su tela, 85 100 cm, Dresda, Gemldegalerie. San Francesco d'Assisi, 1585-1590, olio su tela, 55 37 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Ritratto di musicista, 1587 ca, olio su tela, 91 67 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Madonna col Bambino in gloria e santi, 1587-1588, olio su tela, 278 193 cm, Bologna, Pinacoteca Nazionale. Venere con un Satiro e Cupido, 1588 ca, olio su tela, 112 142 cm, Firenze, Galleria degli Uffizi. Arcangelo Gabriele e Vergine Annunziata, 1588 ca, olio su tela, 152 76 cm ciascuno, Bologna, Pinacoteca Nazionale. Madonna col Bambino in trono e i santi Francesco, Matteo e Giovanni Battista, 1588, olio su tela, 384 255 cm, Dresda, Gemldegalerie. Satiro, 1588-1590 ca, olio su tela, 128 76 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Paesaggio con Diana ed Endimione, 1590 ca, olio su tavola, 33 46 cm, York, City Art Gallery. Autoritratto di profilo, 1590 ca, olio su tela, Firenze, Galleria degli Uffizi. Uomo con scimmia 1590 ca, olio su tela, 68 58,3, Firenze, Galleria degli Uffizi. Venere e Cupido, 1590 ca, olio su tela, 110 130 cm, Modena, Galleria Estense. Paesaggio con un fiume, 1590 ca, olio su tela, 88,3 148 cm, Washington, National Gallery of Art. Assunzione della Vergine, 1590 ca, olio su tela, 130 97 cm, Madrid, Museo del Prado. Le tre Marie al sepolcro, 1590 ca, olio su tela, 121 145,5 cm, San Pietroburgo, Ermitage. Bacco, 1590-1591 ca, olio su tela, 160 100 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Venere abbigliata dalle Grazie, 1590-1595, olio su tela, 133 170,5 cm, Washington, National Gallery of Art. La morte di Didone, 1592, affresco staccato, Bologna, Palazzo Francia. La Vergine appare alle sante Lucia e Caterina, 1592, olio su tela, 401 226 cm, Parigi, Muse du Louvre.

Assunzione della Vergine, 1592, olio su tela, 260 117 cm, Bologna, Pinacoteca Nazionale. La resurrezione di Cristo 1593, olio su tela, 217 160 cm, Parigi, Muse du Louvre.

Annibale Carracci La Sacra Famiglia, 1593 ca, olio su tela, 120 98 cm, Parigi, Muse du Louvre. Adorazione dei pastori, 1593, olio su tela, 85 63 cm, Roma, Galleria Nazionale di Arte Antica. Madonna col Bambino in trono e i santi Giovanni Evangelista e Caterina, 1593, olio su tela, 289,5 192,5 cm, Bologna, Pinacoteca Nazionale. Allegoria fluviale, 1593-1594, olio su tela, 80,5 90,5 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Cristo Crocifisso, 1594, olio su tela, 33,8 23,4 cm, Berlino, Staatliche Museen. Visione di san Francesco d'Assis, 1594 ca, olio su tela, 47 35,5 cm, Kassel, Staatliche Kunstsammlungen. San Giovanni Battista nel deserto, 1594-1595, olio su tela, 129,3 98 cm, Bologna, Pinacoteca Nazionale. Scena di pesca, 1595 ca, olio su tela, 136 253 cm, Parigi, Muse du Louvre. Scena di caccia, 1595 ca, olio su tela, 136 253 cm, Parigi, Muse du Louvre. Venere, Adone e Cupido, 1595 ca, olio su tela, 212 268 cm, Madrid, Museo del Prado. Venere con Adone, 1595 ca, olio su tela, 217 246 cm, Vienna, Kunsthistorisches Museum. Incoronazione della Vergine, 1595 ca, olio su tela, 117,8 141,3 cm, New York, Metropolitan Museum. San Francesco adorante il Crocifisso, 1596 ca, olio su tela, 48 36,5, Bologna, Pinacoteca Nazionale. La scelta di Ercole, 1596 ca, olio su tela, 167 273 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Cristo deriso, 1596 ca, olio su tela, 60 69,5 cm, Bologna, Pinacoteca Nazionale. Orazione nell'orto, 1596-1597, olio su tavola, 39,4 29 cm, Hampton Court, Royal Collection. San Girolamo, 1596-1599, olio su tela, 44 32 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Cristo in gloria e santi, 1597, olio su tela, 194,2 142,4 cm, Firenze, Palazzo Pitti. Marsia e Olimpo, 1597-1600, olio su tavola, 35,4 84,2 cm, Londra, National Gallery. Sileno che mangia l'uva, 1597-1600, olio su tavola, 54,5 88,5 cm, Londra, National Gallery. Maria Maddalena in un paesaggio, 1598 ca, olio su tavola, Cambridge, Fitzwilliam Museum. Cristo appare a sant'Antonio Abate, 1598 ca, olio su tavola, 49,5 34,4 cm, Londra, National Gallery. Madonna col Bambino e san Giovannino, 1599-1600, olio su tela, 51,2 68,4 cm, Hampton Court, Royal Collection. Sacrificio di Isacco, 1599-1600 ca, olio su tela, 45 34 cm, Parigi, Muse du Louvre. Compianto su Cristo morto, 1599-1600, olio su tela, 156 149 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Ercole strozza i serpenti, 1599-1600 ca, olio su tela, 16 15 cm, Parigi, Muse du Louvre. Madonna Montalto, 1600 ca, olio su tavola, 35 27,5 cm, Londra, National Gallery. Ritratto di Giovanni Gabrieli, 1600 ca, olio su tavola, Dresda, Gemldegalerie. Riposo durante la Fuga in Egitto, 1600 ca, olio su tela, diametro 82,5 cm, San Pietroburgo, Ermitage. Assunzione della Vergine Maria, 1600-1601, olio su tela, 245 155 cm, Roma, Santa Maria del Popolo, Cappella Cerasi. Rinaldo e Armida, 1601 ca, olio su tela, 154 233 cm, Napoli, Museo di Capodimonte. Domine, quo vadis?, 1602 ca, olio su tavola, 77,4 56,3 cm, Londra, National Gallery. Piet con san Francesco e Maria Maddalena, 1602-1607 ca, olio su tela, 277 186 cm, Parigi, Muse du Louvre. La Piet e due angeli, 1603 ca, olio su tavola, 41 60,8 cm, Vienna, Kunsthistorisches Museum. Martirio di santo Stefano, 1603-1604, olio su tela, 51 68 cm, Parigi, Muse du Louvre. Lapidazione di santo Stefano, 1603-1604, olio su tela, 51 53 cm, Parigi, Muse du Louvre. Paesaggio con la fuga in Egitto, 1604 ca, olio su tela, 122 230 cm, Roma, Galleria Doria Pamphilj. Autoritratto su tela, 1604 ca, olio su tavola, 42 30 cm, San Pietroburgo, Ermitage. Trittico della Deposizione, 1604-1605, olio su tavola, ciascuno sportello: 37 24 cm; 37 12 cm, Roma, Galleria Nazionale di Arte Antica. Cristo e la samaritana al pozzo, 1604-1605 ca, olio su tela, 60,5 146 cm, Vienna, Kunsthistorisches Museum. Traslazione della Santa Casa, 1605 ca, olio su tela, 250 150 cm, Roma, Chiesa di Sant'Onofrio.

Nativit della Vergine, 1605-1609, olio su tavola, 279 159 cm, Parigi, Muse du Louvre. Compianto su Cristo morto, 1606, olio su tela, 92,8 103,2 cm, Londra, National Gallery.

Annibale Carracci Deposizione nel sepolcro, 1610 ca, olio su tela, 45 35 cm, Vienna, Kunsthistorisches Museum. San Girolamo 1585 circa Il trionfo di Bacco e Arianna (1597 - 1600) L'ira di Polifemo (1600 circa) Annunciazione (1593-1596) Louvre Due macellai al lavoro (La piccola macelleria), olio su tela, 59.7 71.0 cm, (1582-1583 ca), Fort Worth, Kimbell Art Museum. La Samaritana al pozzo Pinacoteca di Brera Nativit di Ges, Loreto, Museo-Antico Tesoro della Santa Casa. San Giovanni Battista nel deserto, collezione privata (gi nella collezione del cardinale Flavio Chigi). San Giovanni Battista, New York, Metropolitan Museum (donazione Fabrizio Moretti, gi nella collezione Farnese a Parma) Sepoltura di Cristo, New York, Metropolitan Museum (acquisto 1998, gi nella collezione Sampieri di Bologna). Due bambini che molestano un gatto, olio su tela, New York, Metropolitan Museum (gi nelle collezioni Ranuzzi e di Tommaso Ruffo)

Musei
Elenco dei musei che espongono opere dell'artista: Christ Church Gallery di Oxford Galleria Doria Pamphilij di Roma Muse du Louvre di Parigi Museo Capodimonte di Napoli National Gallery di Londra Pinacoteca Nazionale di Bologna Kimbell Art Museum di Fort Worth, Texas Pinacoteca di Brera, Milano Museo del Prado, Madrid

Bibliografia
Malafarina Gianfranco, L'opera completa di Annibale Carracci, con prefazione di Patrick J. Cooney, Rizzoli Editore, Milano, 1976. Henry Keazor, Il vero modo. Die Malereireform der Carracci [1], 2007, Gebrueder Mann Verlag, 2007.

Voci correlate
Carracci Agostino Carracci Ludovico Carracci Gabriele Bombasi

Annibale Carracci

Altri progetti
Commons [2] contiene immagini o altri file su Annibale Carracci [3]

Collegamenti esterni
Voce in Dizionario Biografico degli Italiani, Treccani.it, 1977 [4] ECA - Catalogo on-line del patrimonio artistico degli Estensi sparso per i musei del mondo [5] Controllo di autorit VIAF: 12405951 [6] LCCN: n80043473 [7]
Portale Biografie Portale Pittura

Note
[1] [2] [3] [4] [5] http:/ / www. amazon. de/ Il-vero-modo-Henry-Keazor/ dp/ 3786125619 http:/ / commons. wikimedia. org/ wiki/ Pagina_principale?uselang=it http:/ / commons. wikimedia. org/ wiki/ Category:Annibale_Carracci?uselang=it http:/ / www. treccani. it/ enciclopedia/ annibale-carracci_(Dizionario-Biografico)/ http:/ / eca. provincia. fe. it/

[6] http:/ / viaf. org/ viaf/ 12405951 [7] http:/ / id. loc. gov/ authorities/ names/ n80043473

Bottega del macellaio


Bottega del macellaio

Autore Data Tecnica Dimensioni Ubicazione

Annibale Carracci 1585 olio su tela 185266 cm Christ Church Gallery, Oxford

La Bottega del macellaio un'opera di Annibale Carracci, prodotta nel 1585, con tecnica ad olio su tela, le misure della tela sono: 1,85 2,66m, quest'opera oggi conservata al Christ Church Gallery, ad Oxford.

Bottega del macellaio

Descrizione
Nell'opera di Annibale Carracci, La Bottega del Macellaio, il pittore ha descritto con assoluta chiarezza e spregiudicata verosimiglianza le varie attivit che si svolgono in una macelleria. In primo piano in basso viene raffigurato un garzone che sta per tagliare la testa ad un capretto, vicino a lui vi un altro personaggio che cerca faticosamente di appendere un mezzano di vitello ad un gancio, la sua torsione del corpo e della testa sottolineano lo sforzo che sta compiendo. Al centro, dietro il bancone, c un macellaio che dispone ordinatamente le bistecche di vitello sul banco. Chiude limmagine un ultimo macellaio, vestito con un grembiule bianco, egli regge la stadera con cui pesa la carne, mentre lalabardiere si fruga nel borsellino per cercare il denaro necessario a comprare la carne da lui scelta. I personaggi da lui dipinti non hanno nulla di volgare, pur trattandosi di un mestiere ritenuto sgradevole, anzi sono pieni di dignit. Annibale ha indagato con uno sguardo acuto e penetrante, dando vita ad una rappresentazione obbiettiva e spontanea. dietro il bancone anche presente una donna che sta rubando un pezzo di carne.

Collegamenti esterni
Scheda nel sito ufficiale del museo [1] Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura

Note
[1] http:/ / www. chch. ox. ac. uk/ gallery/ the-collection/ paintings/ carracci-butchers-shop

Salma di Cristo
Salma di Cristo

Autore Data Tecnica Dimensioni Ubicazione

Annibale Carracci 1583-85 olio su tela 70,788,8 cm Staatsgalerie Stuttgart, Stoccarda

Salma di Cristo La Salma di Cristo un dipinto olio su tela (70,7x88,8 cm) di Annibale Carracci, databile 1583-1585 e conservata nella Staatsgalerie Stuttgart di Stoccarda.

Descrizione e stile
L'opera, che appartiene alla fase giovanile dell'artista, un chiaro omaggio al Cristo morto di Andrea Mantegna, che forse l'artista aveva visto nelle collezioni Aldobrandini. Cristo infatti rappresentato sul sudario in un ardito scorcio che mette in piedi in primo piano. A differenza dell'opera di Mantegna, Carracci elimin le figure dei dolenti e fece scartare il corpo di lato, in modo da mostrare con pi realismo il torace della figura e occupare l'intero campo della tela, eliminando una certa rigidit dell'opera quattrocentesca. Se le ferite risultano pi di maniera, in primo piano l'artista colloc gli strumenti della Passione, che esaltano la brutalit del martirio.

Bibliografia
Malafarina Gianfranco, L'opera completa di Annibale Carracci, con prefazione di Patrick J. Cooney, Rizzoli Editore, Milano, 1976.

Collegamenti esterni
Catalogo online del museo [1] (selezionare Carracci, Annibale)

Note
[1] http:/ / musis. bsz-bw. de/ sgs-web/ digikat/ digitaler_katalog. htm

Scelta di Ercole
La scelta di Ercole

Autore Data Tecnica Dimensioni

Annibale Carracci 1596 olio su tela 167237 cm

Scelta di Ercole

9
Ubicazione Museo e Gallerie Nazionali di Capodimonte, Napoli

La Scelta di Ercole un dipinto ad olio su tela di cm 167 x 237 realizzato nel 1596 dal pittore italiano Annibale Carracci. conservato al Museo e Gallerie Nazionali di Capodimonte di Napoli. Il dipinto stato esposto all'inizio nella residenza dei Farnese a Parma e poi nel Museo di Capodimonte.

Collegamenti esterni
Sito del museo [1] Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura

Note
[1] http:/ / www. cib. na. cnr. it/ remuna/ capod/ indice. html

Domine, quo vadis?


Domine, quo vadis? Autore Data Tecnica Annibale Carracci 1601-1602 Olio su tavola

Dimensioni 7756 cm Ubicazione National Gallery, Londra

Domine, quo vadis? un dipinto di cm 77 x 56 realizzato nel 1602 circa dal pittore italiano Annibale Carracci. conservato alla National Gallery di Londra. La tela rappresenta San Pietro mentre percorrendo la via Appia gli compare Cristo e chiede: "Domine, quo vadis?", ovvero "Signore, dove vai?".

Collegamenti esterni
National Gallery [1] Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura

Note
[1] http:/ / www. nationalgallery. org. uk

Paesaggio con la fuga in Egitto

10

Paesaggio con la fuga in Egitto


Paesaggio con la fuga in Egitto

Autore Data Tecnica Dimensioni Ubicazione

Annibale Carracci 1604 olio su tela 122230 cm Galleria Doria Pamphilij, Roma

Paesaggio con la fuga in Egitto un dipinto di cm 122 x 230 realizzato nel 1604 circa dal pittore italiano Annibale Carracci. conservato alla Galleria Doria Pamphilij di Roma. Nel 1603 il pittore ricevette l'incarico dal cardinale Aldobrandini di realizzare sei dipinti per decorare una cappella di famiglia. A causa della forma delle pareti, le opere vennero realizzate a forma di lunetta (per questo sono conosciute anche con il nome lunette Aldobrandini). Solo Paesaggio con la fuga in Egitto e Sepoltura di Cristo furono realizzate interamente dal Carracci, il pittore affid la realizzazione delle restanti ai suoi allievi che lavorarono sulla base di suoi disegni. In seguito i dipinti vennero rimossi e la cappella and distrutta, il quadro entr nelle collezioni Pamphilij tramite la dote di Olimpia Aldobrandini, sposa nel 1647 di Camillo Pamphilij. Questo dipinto, per la sua interpretazione bilanciata e razionale e per l'idealizzazione della natura, rappresenta una pietra miliare, un archetipo, della pittura di paesaggio del seicento a Roma, per questo motivo verr preso a modello dagli artisti successivi: Nicolas Poussin, Claude Lorrain, Herman Van Swanevelt, Gaspar Dughet. Si tratta del pi tipico esempio di paesaggio ideale in cui ogni singolo elemento naturale viene inserito in una composizione perfettamente calibrata e bilanciata, alla ricerca dell'equilibrio formale e della bellezza idilliaca. L'effetto ricercato quello della perfetta fusione sentimentale tra i personaggi sacri, la loro storia e il paesaggio circostante che per questo viene ricreato e ricostruito idealmente anche se mantiene una verit di visione, per la luce, il colore e gli effetti atmosferici. Una serie di diagonali compositive formano una griglia entro la quale si dispongono come quinte prospettiche di una scenografia teatrale i singoli elementi del paesaggio, per dare profondit e leggibilit alla scena e concentrare l'attenzione sulle tre piccole figure (la sacra famiglia che si sta recando in Egitto), ad esempio quella su cui si dispone il pastore con le pecore. I personaggi sacri si evidenziano anche per la loro posizione rialzata rispetto allo sfondo.

Paesaggio con la fuga in Egitto Gli alberi sulla sinistra sono in penombra sottolineano le loro sagome tramite un effetto di controluce che permette di vedere oltre in profondit lo specchio d'acqua e l'atmosfera circostante, la loro presenza perfettamente bilanciata dai due alberi il lontananza sulla destra. Questo metodo che procede tramite il bilanciamento di singoli elementi lungo le diagonali compositive ricrea artificiosamente il paesaggio secondo l'ideale classicheggiante in voga al tempo. A chiudere la visione l'immagine di una citt con edifici all'antica. Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura

11

Trionfo di Bacco e Arianna


Trionfo di Bacco e Arianna

Autore Data Tecnica Dimensioni Ubicazione

Annibale Carracci 1597-1600 affresco ? cm Palazzo Farnese, Roma

Trionfo di Bacco e Arianna il nome dato ad un affresco a soggetto mitologico realizzato tra il 1597 e il 1600 dal pittore italiano Annibale Carracci e conservato a Palazzo Farnese (Roma). Rappresenta un corteo nuziale, con i due sposi - Bacco e Arianna - seduti su due carri, uno dei quali dorato e trainato da due tigri, l'altro argentato trainato da due arieti. Avanzano accompagnati da figure danzanti, che recano strumenti musicali, stoviglie e ceste con le cibarie. Sebbene l'artista abbia cercato di dare un'impronta classica al dipinto, esso appare frutto di una libera e inesauribile fantasia. La struttura complessiva di tutta la galleria di cui fa parte il dipinto riprende chiaramente la Cappella Sistina di Michelangelo: le figure nude manifestano una conoscenza approfondita della statuaria classica, le forme sono ampie e monumentali, ben proporzionate ed armoniose. Tutti gli elementi della decorazione sono realizzati in modo da ottenere un effetto simile alla realt.

Trionfo di Bacco e Arianna

12

Collegamenti esterni
"Il Trionfo di Bacco e Arianna" di Angelo Branduardi [1] Audiolettura [2] dell'opera Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di arte

Note
[1] http:/ / guide. supereva. com/ angelo_branduardi/ interventi/ 2005/ 03/ 201584. shtml/ [2] http:/ / www. classicistranieri. com/ lorenzo-de-medici-detto-il-magnifico-trionfo-di-bacco-e-arianna-quante-bella-giovinezza-canzona-di-bacco-audiobook-mp3-lettura-di-valerio-di-stefano. html

Fonti e autori delle voci

13

Fonti e autori delle voci


Annibale Carracci Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=58839241 Autori:: Alberto Cadoppi, Alexander VIII, Andreij, Basilero, BohemianRhapsody, Bois guilbert, Civv, Dr Zimbu, Emes, Eustace Bagge, Gliu, Incola, Lalupa, Lingtft, Lombardelli, Luca Z.za, Mizardellorsa, Mr buick, NewLibertine, Nicola Quirico, No2, Phantomas, Qbert88, Rago, Saguatti, Sailko, Soloper, Tooby, Vito Petrarota, 34 Modifiche anonime Bottega del macellaio Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=56285611 Autori:: Airon90, Alexander VIII, Andrew Dalby, Croberto68, Henrykus, Nichirosy, Pracchia-78, Sailko, 4 Modifiche anonime Salma di Cristo Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=57429873 Autori:: Archenzo, Attilios, Croberto68, Sailko Scelta di Ercole Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=57251486 Autori:: .snoopy., Alexander VIII, IlSistemone, Lingtft, Medan, Sailko, 1 Modifiche anonime Domine, quo vadis? Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=56576110 Autori:: Attilios, Bramfab, Joane, Lingtft, Matt1971, PersOnLine, Sailko Paesaggio con la fuga in Egitto Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=57228985 Autori:: Airon90, Archeologo, Attilios, Croberto68, Fabexplosive, Lingtft, Qbert88, Sailko, 1 Modifiche anonime Trionfo di Bacco e Arianna Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?oldid=57232341 Autori:: Airon90, Joane, Luckyz, Micione, Moloch981, Nicchio, Osk, Panz Panz, PersOnLine, Sailko, Twice25, 7 Modifiche anonime

Fonti, licenze e autori delle immagini

14

Fonti, licenze e autori delle immagini


File:Carracci Selfportrait.JPG Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Carracci_Selfportrait.JPG Licenza: Public Domain Autori:: Anne97432, BurgererSF, Darwinius, Ecummenic, G.dallorto, Jarekt, Mattes, Oursana, Polaco77, Shakko, 1 Modifiche anonime File:Annibale Carracci 003.jpg Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Annibale_Carracci_003.jpg Licenza: Public Domain Autori:: AnRo0002, Bukk, Carlomorino, EDUCA33E, G.dallorto, Ixtzib, Mattes, Skipjack, Tangopaso, Xenophon File:Carracci-Assumption of the Virgin Mary.jpg Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Carracci-Assumption_of_the_Virgin_Mary.jpg Licenza: Public Domain Autori:: AnRo0002, Bukk, Calame, G.dallorto, Joadl, Kilom691, Madmedea, Man vyi, Mattes, Panairjdde, Pufui Pc Pifpef I, Sailko, Shizhao Immagine:Commons-logo.svg Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Commons-logo.svg Licenza: logo Autori:: SVG version was created by User:Grunt and cleaned up by 3247, based on the earlier PNG version, created by Reidab. File:stub biografie.png Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Stub_biografie.png Licenza: GNU Lesser General Public License Autori:: ANGELUS, Ignlig, Pietrodn, Simo82, Trixt, 2 Modifiche anonime File:Nuvola apps package graphics.png Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Nuvola_apps_package_graphics.png Licenza: sconosciuto Autori:: Alno, Alphax, Capppucccino, Dario Orso, It Is Me Here, Kanonkas, Matthias M., Retaggio, Rocket000, 13 Modifiche anonime File:Carracci-Butcher's shop.jpg Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Carracci-Butcher's_shop.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Bencherlite, FA2010, FranzK, G.dallorto, Ham, Man vyi, Mattes, Peter Isotalo, Wolfmann, 3 Modifiche anonime File:Annibale carracci, salma di cristo.jpg Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Annibale_carracci,_salma_di_cristo.jpg Licenza: Public Domain Autori:: user:Sailko File:CarracciHercules.jpg Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:CarracciHercules.jpg Licenza: Public Domain Autori:: AndreasPraefcke, Auntof6, Bukk, Chick Bowen, DenghiComm, FA2010, G.dallorto, Mattes, Pierpao, Shakko, Warburg, Wikielwikingo, Wst, 1 Modifiche anonime File:Il trionfo di Bacco e Arianna.jpg Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Il_trionfo_di_Bacco_e_Arianna.jpg Licenza: Public Domain Autori:: Carlomorino, Fiaschi, G.dallorto, Moogsi, Wikielwikingo File:Nuvola apps package graphics.svg Fonte: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=File:Nuvola_apps_package_graphics.svg Licenza: GNU Lesser General Public License Autori:: Bobarino

Licenza

15

Licenza
Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported //creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/