You are on page 1of 100

MODOO

Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T1

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T2

Indice
PERCORSO PROGETTUALE TIPOLOGIE DI MODULI - modulo contenitore - modulo orto - modulo elettrificato/illuminante TIPOLOGIE DI ATTACCO - attacco a sospensione - attacco a terra - attacco a parete PARTICOLARI COSTRUTTIVI COMBINAZIONI 3 18 23 29 53 59 67 72 79 ASPETTI ECOSOSTENIBILI ANALISI MODOO - analisi inventario - diagramma delle precedenze - analisi ECO-it - risultati ECO-it 83 85 88 92 96

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T3

PERCORSO PROGETTUALE

MODOO | Analisi e ricerca
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T4

ANALISI E RICERCA
La prima fase del progetto è stata determinata da una scrupolosa ricerca delle applicazioni, delle caratteristiche e dei metodi di lavorazione del bamboo, permettendoci di individuare possibili campi di applicazione. L’analisi di questo materiale ci ha permesso di identificare le ragioni della sua eco sostenibilità; si tratta di una pianta infestante, che cresce molto rapidamente e vanta elevata resistenza meccanica, a trazione e compressione, caratteristiche, che fanno di questo materiale un vero e proprio acciaio naturale utilizzato nella costruzione di impalcature, e strutture temporanee nei paesi orientali nei quali è facilmente reperibile.

MODOO | Analisi e ricerca
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T5

ANALISI E RICERCA
Altre qualità da non tralasciare sono date da un elevata temperatura di combustione, dalla resistenza agli agenti chimici e all’abrasione, dall’impermeabilità e dalla durezza che assieme all’economicità ha definito la tradizionale applicazione negli arredi da esterno. Da questa pianta si è giunti ad innumerevoli applicazioni nelle pavimentazioni, nell’arredo, e nell’oggettistica, che richiedono laboriosi processi di trasformazione.

MODOO | Scomposizione e ricomposizione
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T6

SCOMPOSIZIONE E RICOMPOSIZIONE
Parallelamente alla fase di ricerca sui pregi e i difetti del materiale si sono ipotizzati alcuni possibili metodi di taglio, lavorazione, ed innesto del bamboo, cercando di emanciparsi da concezioni formali preesistenti.

MODOO | Definizione ambito progettuale
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T7

DEFINIZIONE AMBITO PROGETTUALE
E’ risultato fondamentale porsi dei limiti, spostando la nostra attenzione sull’ideazione di prodotti per l’ambiente domestico, che avessero come unico fine l’innovazione e la sostenibilità garantita dall’accorpamento di molteplici funzioni.

MODOO | Lateralizzazione
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T8
BAMBÙ + NASCONDERE + PRATO+SOSTENIBILITÀ tavole di bambù per nascondere il prato tavole per fare ombra nel prato prato rialzato su struttura in bambù irrigazione acqua dentro i fori del bambù pozzetti per cavi o tubi per cavi rete ad anelli per strade nei giardini contenitore domestico in bambù per nascondere oggetti nel giardino manico per attrezzi da giardino set di attrezzi da giardino recinzioni per nascondere le persone all’ interno del prato cestoni per nascondere il terriccio non utilizzato ciotola in bambù per nascondere l’acqua del cane nel prato strutture in bambù per nascondere l’impatto visivo dei pannelli solari dondolo in bambù per nascondere i materiali standard del dondolo

BAMBÙ + PALLAVOLO + ECOSOSTENIBILITÀ rete e suoi componenti in bambù postazione arbitraggio seggiolini dei palazzetti parquet pinzette in bambù per togliere le schegge a chi gioca a pallavolo in strada campi in bambù per i paesi del terzo mondo BAMBÙ + CAVITÀ + ECOSOSTENIBILITÀ torcia canna da pesca organo a canne fucile per bambini porta penne barattoli cosmetici buco sfruttabile come innesto canalina cavi elettrici mobiletto per televisione con cavi a scomparsa contenitori galleggianti per piscina portafogli maniglia porta asciugamani porta carta igienica vasi in varie dimensioni fori ripetuti durante la sua sezionecome possibilità di scegliere una posizione di aggancio

LATERALIZZAZIONE
Una volta definito l’ambito progettuale, il passo successivo è stato quello di utilizzare il pensiero laterale per aumentare le strade percorribili, utilizzando una serie di associazioni casuali. Come è possibile notare, la parola ecosostenibilità compare quasi sempre, come vincolo di progetto.

MODOO | Lateralizzazione
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T9
BAMBÙ + ALPINISMO + NOTTE + ECOSOSTENIBILITÀ tende in bambù sacco a pelo in bambù stuoino in bambù attrezzi da campo per sopravvivenza torcia in bambù per la notte sedia da campeggio strumento da disegno sulla neve fumogeni per segnalazione fermacarte BAMBÙ + LUCE + ECOSOSTENIBILITÀ eolico orizzontale con autoalimentazione dei led lampada con cablaggio all’interno delle cavità del bambù lampade con altezze elevate tipo illuminazione statale incanalare la luce allocazione dei led nei listelli di bambù illuminazione grandi spazi tipo fabbriche

BAMBÙ + SUONARE + STUDIO + SOSTENIBILITÀ aste per casse aste per microfoni aste per batteria cavalletto per tastiere cassa di risonanza per amplificatori e monitor strumenti musicali in bambù palchetto smontabile per batterista americane scomponibili modulari cuffie da dj in bambù plettri mobiletto porta unità rack sistema citofono in bambù per studi commerciali braccio porta chitarra teli per diffusori custodia per strumenti BAMBÙ + CAMMINARE + ROBIN HOOD trampoli per saltare i fossati suola in bambù delle scarpe arco sportivo in bambù ponte di bambù porta vino in bambù casco per fantini in bambù carrozza in bambù ciaspole in bambù seduta temporanea in bambù

LATERALIZZAZIONE
Una volta definito l’ambito progettuale, il passo successivo è stato quello di utilizzare il pensiero laterale per aumentare le strade percorribili, utilizzando una serie di associazioni casuali. Come è possibile notare, la parola ecosostenibilità compare quasi sempre, come vincolo di progetto.

MODOO | Primi schizzi
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T10

PRIMI SCHIZZI
Si riuniscono le idee partorite dalla lateralizzazione e si definiscono i primi schizzi di quello che diventerà il concept finale.

MODOO | Valutazione ecosostenibilità
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T11

VALUTAZIONE ECO SOSTENIBILITA’
Erano state così gettate le basi per la realizzazione del progetto, ma occorreva rafforzare il concetto di sostenibilità.

MODOO | Prime possibili soluzioni
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T12

PRIME POSSIBILI SOLUZIONI
Il fissaggio dell’idea necessitava a questo punto di pensare a possibili metodi di realizzazione dei moduli e di componenti accessori.

MODOO | Prime possibili soluzioni
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T13

PRIME POSSIBILI SOLUZIONI
L’idea iniziale che partiva dal concetto di “orto domestico” comincia ad assumere nuove declinazioni, e si introducono le prime possibili soluzioni tecniche.

MODOO | Studio dei moduli
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T14

STUDIO DEI MODULI
Occorreva stabilire in modo definitivo le applicazioni, iniziando ad introdurre i vincoli legati al materiale, e specificando la tipologia e la funzione dei singoli moduli.

MODOO | Studio dei moduli
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T15

MODOO | Funzioni
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T16

FUNZIONI
Il progetto racchiude in se diverse funzioni in grado di soddisfare le esigenze dell’uomo della società odierna che ha sempre meno spazio all’interno della propria abitazione. L’accorpamento di funzioni aggiunge un valore di ecosostenibilità in quanto diminuisce la necessità di usufruire di numerose tipologie di oggetti.

MODOO | Ispirazione
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T17

ISPIRAZIONE
Durante la fase di ricerca, alcuni oggetti hanno contribuito alla definizione del concept.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T18

Modulo Contenitore Modulo Orto Modulo Elettrificato/Illuminante

TIPOLOGIE DI MODULI

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T19

MODULO CONTENITORE
Questa tipologia di modulo è formata da semplici tagli effettuati tra i nodi. Permette di accogliere oggetti di piccolo ingombro svolgendo la funzione di un tradizionale contenitore domestico.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T20

Il volume dei contenitori varia a seconda della conformazione delle canne.

MODULO CONTENITORE
Questa tipologia di modulo è formata da semplici tagli effettuati tra i nodi. Permette di accogliere oggetti di piccolo ingombro svolgendo la funzione di un tradizionale contenitore domestico.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T21

Il volume dei contenitori varia a seconda della conformazione delle canne.

Il bordo inferiore di 40mm facilita il contenimento degli oggetti

MODULO CONTENITORE
Questa tipologia di modulo è formata da semplici tagli effettuati tra i nodi. Permette di accogliere oggetti di piccolo ingombro svolgendo la funzione di un tradizionale contenitore domestico.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

150

T22

l’apertura nella canna varia da un minimo di 220mm a un massimo di 350mm a seconda della distanza tra i nodi.

1800

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T23

Modulo Contenitore Modulo Orto Modulo Elettrificato/Illuminante

TIPOLOGIE DI MODULI

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T24

retina che costituisce il fondo del vaso

RETINA
MODULO ORTO Il modulo orto ha la funzione di giardino verticale. Permette la coltivazione di piante ad uso culinario o ornamentale.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T25

Il sottovaso, a contatto con la retina, favorisce l’assorbimento dell’acqua.

SOTTOVASO
MODULO ORTO Il modulo orto ha la funzione di giardino verticale. Permette la coltivazione di piante ad uso culinario o ornamentale.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T26

Realizzato in terra cotta, assieme al sottovaso impedisce la proliferazione di zanzare.

VASO
MODULO ORTO Il modulo orto ha la funzione di giardino verticale. Permette la coltivazione di piante ad uso culinario o ornamentale.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T27

La forma del vaso, simile all’interno della canna permette una facile estrazione.

POSIZIONAMENTO NEL MODULO
MODULO ORTO Il modulo orto ha la funzione di giardino verticale. Permette la coltivazione di piante ad uso culinario o ornamentale.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T28

Ingombri di massima componenti modulo orto. Vaso, sottovaso e retina vista frontale

vaso

retina

sottovaso

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T29

Modulo Contenitore Modulo Orto Modulo Elettrificato/Illuminante

TIPOLOGIE DI MODULI

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T30

CANALINA PER CAVI ELETTRICI
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T31

Distribuzione dell’energia elettrica alle prese

MORSETTI
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T32

Posizionamento prese elettriche

PRESE ELETTRICHE
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T33

Mascherina di copertura utilizzata per il fissaggio delle prese alla canna di bamboo

MASCHERINA
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T34

La mascherina è posizionata sulla canna di bamboo grazie ad una fresata.

POSIZIONAMENTO NEL MODULO
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T35

CANALINA PER CAVI ELETTRICI
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T36

PRESA
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T37

BASE DI FISSAGGIO PRESE
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T38

La presa è stata alloggiata all’interno della canna per non interrompere l’estetica formale.

POSIZIONAMENTO NEL MODULO
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T39

CANALINA PER CAVI ELETTRICI
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T40

BASE DI FISSAGGIO LAMPADA
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T41

PORTA LAMPADE
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T42

LAMPADINE BASSO CONSUMO
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T43

Questa parte può essere rivestita con materiali riflettenti per una maggiore resa luminosa

POSIZIONAMENTO NEL MODULO
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T44

Il policarbonato opalino crea un effetto di luce diffusa.

DIFFUSORE
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T45

Interruttore per l’accensione delle lampade.

INTERRUTTORE
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T46
l’ingresso del cavo di alimentazione è posizionato nella parte posteriore del modulo

PRESA A MURO
MODULO ELETTRICO/ILLUMINANTE Il modulo elettrico/illuminante svolge diverse funzioni. La parte inferiore è costituita da sei prese di alimentazione dedicate all’utilizzo di apparecchi elettrici. Nella zona intermedia della canna è alloggiato il modulo di ricarica, mentre nella parte superiore è presente il sistema di illuminazione. a

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T47

Prese

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T48

Zona di ricarica

Prese

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T49

Zona di ricarica

Spazio dedicato all’alloggiamento degli apparecchi in ricarica

Prese

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T50

Lampade a basso consumo con attacchi E27.

Zona di ricarica

Spazio dedicato all’alloggiamento degli apparecchi in ricarica

Prese

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T51
illuminazione diffusa frontale e sulla parete posteriore

Lampade a basso consumo con attacchi E27.

Zona di ricarica

Spazio dedicato all’alloggiamento degli apparecchi in ricarica

Prese

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T52
Ingombri di massima base modulo ricarica

Ingombri di massima mascherina per ciabatta

vista superiore

vista in pianta

vista laterale

vista in pianta Ingombri di massima base modulo illuminante

vista in pianta

vista frontale

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T53

TIPOLOGIE DI ATTACCO
Attacco a sospensione Attacco a terra Attacco a parete

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T54

PERNO SUPERIORE
TIPOLOGIA DI ATTACCO A SOSPENSIONE Questa tipologia di attacco permette di appendere il modulo. La struttura è formata da un perno centrale attraversato da un filo d’acciaio. Il secondo perno permette di distanziare il filo evitando il contatto con la canna di bamboo.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T55

CAVO D’ACCIAIO
TIPOLOGIA DI ATTACCO A SOSPENSIONE Questa tipologia di attacco permette di appendere il modulo. La struttura è formata da un perno centrale attraversato da un filo d’acciaio. Il secondo perno permette di distanziare il filo evitando il contatto con la canna di bamboo.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T56

PERNO INFERIORE
TIPOLOGIA DI ATTACCO A SOSPENSIONE Questa tipologia di attacco permette di appendere il modulo. La struttura è formata da un perno centrale attraversato da un filo d’acciaio. Il secondo perno permette di distanziare il filo evitando il contatto con la canna di bamboo.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T57

POSIZIONEMENTO NEL MODULO
TIPOLOGIA DI ATTACCO A SOSPENSIONE Questa tipologia di attacco permette di appendere il modulo. La struttura è formata da un perno centrale attraversato da un filo d’acciaio. Il secondo perno permette di distanziare il filo evitando il contatto con la canna di bamboo.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T58

Ingombri di massima attacco a sospensione

vista frontale

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T59

TIPOLOGIE DI ATTACCO
Attacco a sospensione Attacco a terra Attacco a parete

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T60

VITERIA A CANNOCCHIALE
TIPOLOGIA DI ATTACCO A TERRA Questa tipologia di attacco permette di sorreggere i moduli appoggiandoli a terra. La struttura è formata da un perno centrale attraversato da due viti che vanno a collegarsi alla base di appoggio tramite due viti a cannocchiale.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T61

BASE DI APPOGGIO MODULO AFFIANCATO
TIPOLOGIA DI ATTACCO A TERRA Questa tipologia di attacco permette di sorreggere i moduli appoggiandoli a terra. La struttura è formata da un perno centrale attraversato da due viti che vanno a collegarsi alla base di appoggio tramite due viti a cannocchiale.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T62

PERNO
TIPOLOGIA DI ATTACCO A TERRA Questa tipologia di attacco permette di sorreggere i moduli appoggiandoli a terra. La struttura è formata da un perno centrale attraversato da due viti che vanno a collegarsi alla base di appoggio tramite due viti a cannocchiale.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T63

VITI DI COLLEGAMENTO
TIPOLOGIA DI ATTACCO A TERRA Questa tipologia di attacco permette di sorreggere i moduli appoggiandoli a terra. La struttura è formata da un perno centrale attraversato da due viti che vanno a collegarsi alla base di appoggio tramite due viti a cannocchiale.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T64

POSIZIONAMENTO NEL MODULO
TIPOLOGIA DI ATTACCO A TERRA Questa tipologia di attacco permette di sorreggere i moduli appoggiandoli a terra. La struttura è formata da un perno centrale attraversato da due viti che vanno a collegarsi alla base di appoggio tramite due viti a cannocchiale.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T65

BASE DI APPOGGIO PER MODULO SINGOLO
TIPOLOGIA DI ATTACCO A TERRA In caso di utilizzo di un modulo singolo, la base viene stabilizza mediante l’utilizzo di due appendici supplementari. Fissate alla base tramite viti.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T66
Ingombri di massima attacco a terra per moduli affiancati.

Ingombri di massima attacco a terra per modulo singolo.

vista in pianta

vista in pianta vista laterale vista in pianta

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T67

TIPOLOGIE DI ATTACCO
Attacco a sospensione Attacco a terra Attacco a parete

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T68

ATTACCO A PARETE
TIPOLOGIA DI ATTACCO A PARETE Questa tipologia di attacco permette di sorreggere i moduli agganciandoli ad una parete. La struttura è formata da una piastra d’acciaio con due tondini saldati che vanno a sorreggere il perno di aggancio. La regolazione è garantita tramite l’asola superiore.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T69

PERNO
TIPOLOGIA DI ATTACCO A PARETE Questa tipologia di attacco permette di sorreggere i moduli agganciandoli ad una parete. La struttura è formata da una piastra d’acciaio con due tondini saldati che vanno a sorreggere il perno di aggancio. La regolazione è garantita tramite l’asola superiore.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T70

POSIZIONAMENTO NEL MODULO
TIPOLOGIA DI ATTACCO A PARETE Questa tipologia di attacco permette di sorreggere i moduli agganciandoli ad una parete. La struttura è formata da una piastra d’acciaio con due tondini saldati che vanno a sorreggere il perno di aggancio. La regolazione è garantita tramite l’asola superiore.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T71

Ingombri di massima attacco a parete

vista laterale

vista frontale

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T72

PARTICOLARI COSTRUTTIVI
Fresatura Reggipiano Mensole

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T73

FRESATURA
La fresata applicata nella parte laterale del modulo accoglie i reggipiani rendendo indipendente il posizionamento delle mensole lungo la canna di bamboo, evitando i vincoli dati dalla diversità naturale della pianta. Nasconde lo spessore del reggipiano.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T74

FRESATURA
La fresata applicata nella parte laterale del modulo accoglie i reggipiani rendendo indipendente il posizionamento delle mensole lungo la canna di bamboo evitando i vincoli derivanti dalla diversità naturale della pianta. Nasconde lo spessore del reggipiano.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T75

REGGIPIANO
Reggipiano di collegamento tra modulo e mensola. Le due asole permettono una regolazione precisa dell’altezza e il punto di collegamento tra mensola e reggipiano è leggermente allargato per favorire una maggior stabilità in caso di carichi decentrati. Lo stesso reggipiano viene utilizzato come sistema di collegamento tra i moduli singoli e consente la rotazione degli stessi.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T76

97

52

76

52

12

30

97

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T77

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T78

300

MENSOLE
Mensola di collegamento tra i moduli. Le mensole sono realizzate con il materiale ricavato dal taglio della canna e non impediscono la rotazione del modulo.I tagli in questione posso variare da un minimo di 220mm ad un massimo 350mm.
15 120

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T79

Modulo affiancato senza ripiani Modulo affiancato con ripiani

COMBINAZIONI

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T80

MODULO AFFIANCATO SENZA RIPIANI
Un contenitore per oggetti di piccole dimensioni, uno spazio dove collocare piccole piante o un modulo per ricaricare apparecchi elettronici e illuminare la stanza. La possibilità di collegare in quantità diverse questi moduli definisce un elemento d’arredo pratico, funzionale e di minimo ingombro.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T81

MODULO AFFIANCATO CON RIPIANI
L’utilizzo dei ripiani all’interno della composizione modulare rende possibile il contenimento di oggetti di maggiori dimensioni, permettendo la composizione di librerie o pareti divisorie attrezzate.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T82

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T83

ASPETTI ECOSOSTENIBILI

MODOO | Ecosostenibilità nel progetto
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T84

SOSTENIBILITÀ

-accorpamento di più funzioni -stessa lavorazione per le tre tipologie di attacco -riuso del taglio sulla canna per la realizzazione delle mensole -tagli uniformi per le canne (stesse lavorazioni) -ottimizzazione del taglio del reggipiano -risparmio di tempo per trovare una presa disponibile -reggipiano utilizzabile sia per unire i moduli singoli sia per unire le mensole -modulo ricarica che permette di avere sempre a portata di mano il proprio -uso di una fonte luminosa a basso consumo energetico apparecchio elettronico. -possibilità di coltivare piante da cucina in casa -possibilità di personalizzazione -utilizzo di un materiale ecosostenibile -moduli monofunzionali

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T85

Analisi di inventario Diagramma delle precedenze Analisi ECO-it Risultati ECO-it

ANALISI MODOO

MODOO | Analisi di Inventario
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T86
PLASTICA CARTONE CARTA CABLAGGI

BAMBOO

CERAMICA

ACCIAIO

TAGLIO DELLA CANNA

COLATA NELLO STAMPO

TAGLIO

POLICARBONATO

ASSEMBLAGGIO

FRESATURA

1°COTTURA

PIEGATURA

STAMPAGGIO INIEZIONE

TRASPORTO

TAGLIO PER APERTURA

TRATTAMENTI

SALDATURA

TRASPORTO

PULIZIA INTERNA

2° COTTURA

FORATURA

RIMOZIONE NODI IN ECCESSO

TRASPORTO

TAGLIO A PRECISIONE

TRATTAMENTI

RIFINITURA

TRASPORTO

VERNICIATURA

TRASPORTO

ASSEMBLAGGIO

PACKAGING

TRASPORTO

MONTAGGIO

USO

DISMISSIONE

L’analisi di inventario consiste nella classificazione di tutte le fasi che determinano il ciclo di vita del prodotto.

MODOO | Prosieguo analisi di inventario
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T87

DISMISSIONE

BAMBOO

CERAMICA

ACCIAIO

PLASTICA

CARTONE

CARTA

CABLAGGI

DECOMPOSIZIONE

RACCOLTA RIFIUTI

RACCOLTA ROTTAMI

RACCOLTA RIFIUTI

RICICLATO

RICICLATA

RACCOLTA RIFIUTI

INCENERITO

RIUSO

RIUSO

INCENERITA

RIUSO

RIUSO

RECUPERO RAME

RECUPERO DEL BAMBOO

RICICLATA

DECOMPOSIZIONE

DECOMPOSIZIONE

RACCOLTA RIFIUTI

INCENERITO

INCENERITO

In questo schema e in quello della pagina precedente viene rappresentata un’analisi in base ai materiali, mettendo in evidenza la produzione, il trasporto, l’assemblaggio, l’uso e la dismissione.

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T88

Analisi di inventario Diagramma delle precedenze Analisi ECO-it Risultati ECO-it

ANALISI MODOO

MODOO | Diagramma delle precedenze
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T89

2

3

3

6

7

7

6

7

7

1

5

4

4

Precedenze in fase di montaggio. MODULO CONTENITORE ASSIEME CONTENITORE 1. canna Bamboo 2. piastra a terra

3. viti a cannocchiale

4. viti fissaggio base

5. tondino

6. piastra base agg.

7. viti base agg.

8. vaso

9. sottovaso

10. retina

11.canna bamboo I/E

12. filo corrente

13. diffusori

14. lampade

15. cablaggio lamp.

16. viti fissa cablaggio

17. piastra camblag.

18. viti fissa piastra

19. cablaggio prese r.

20. viti fissa prese r.

21. prese modulo r.

22. mascherina ciab.

23. viti fissa prese

24. prese ciab.

23. camblaggio prese

24. spina corrente

MODOO | Diagramma delle precedenze
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T90
10 8 9 10

ASSIEME CONTENITORE

8

9

10

8

9

10

8

9

10

8

9

Precedenze in fase di montaggio. MODULO ORTO 1. canna Bamboo 2. piastra a terra

ASSIEME ORTO

3. viti a cannocchiale

4. viti fissaggio base

5. tondino

6. piastra base agg.

7. viti base agg.

8. vaso

9. sottovaso

10. retina

11.canna bamboo I/E

12. filo corrente

13. diffusori

14. lampade

15. cablaggio lamp.

16. viti fissa cablaggio

17. piastra camblag.

18. viti fissa piastra

19. cablaggio prese r.

20. viti fissa prese r.

21. prese modulo r.

22. mascherina ciab.

23. viti fissa prese

24. prese ciab.

23. camblaggio prese

24. spina corrente

MODOO | diagramma delle precedenze
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T91

11

12

26

25

24

23

22

12

19

21

20

12

15

16

17

18

14

13

Precedenze in fase di montaggio. MODULO ILLUMINANTE/ELETTRIFICATO 1. canna Bamboo 2. piastra a terra

ASSIEME I/E

3. viti a cannocchiale

4. viti fissaggio base

5. tondino

6. piastra base agg.

7. viti base agg.

8. vaso

9. sottovaso

10. retina

11.canna bamboo I/E

12. filo corrente

13. diffusori

14. lampade

15. cablaggio lamp.

16. viti fissa cablaggio

17. piastra camblag.

18. viti fissa piastra

19. cablaggio prese r.

20. viti fissa prese r.

21. prese modulo r.

22. mascherina ciab.

23. viti fissa prese

24. prese ciab.

25. camblaggio prese

26. spina corrente

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T92

Analisi di inventario Diagramma delle precedenze Analisi ECO-it Risultati ECO-it

ANALISI MODOO

MODOO | Diagramma per analisi ECO-IT
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T93
MODOO

CANNA MODULO E/I
CANNA MATERIALE: bamboo LAVORAZIONI:Fresatura,taglio trattamenti, foratura,levigatura

CANNA MODULO CONTENITORE
CANNA MATERIALE: bamboo LAVORAZIONI:Fresatura,taglio trattamenti, foratura,levigatura

CANNA MODULO ORTO
CANNA MATERIALE: bamboo LAVORAZIONI:Fresatura,taglio trattamenti, foratura,levigatura

MENSOLE

BASE A TERRA

MENSOLA MATERIALE: bamboo LAVORAZIONI:taglio, levigat. trattamenti,appiattimento x 12 VITI PIASTRA/CANNA MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio

BASE A TERRA x3 MATERIALE: acciaio 6mm LAVORAZIONI:taglio, levigat. trattamenti, laser, verniciatura

LAMPADA Light Bulb E-saving x2 DIFFUSORE MATERIALE:Policarbonato 1mm LAVORAZIONE: Calandratura x2 CAVO E PRESA CORRENTE MATERIALE:materiali vari Materiale presente in commercio (prese,cavi elettrici) CAVO MOD. I/E MATERIALE:materiali vari Materiale presente in commercio (cavo elettrico)

VASO PORTA FIORI MATERIALE:Ceramica LAVORAZIONE: stampo o tornio

x5

x 48 VITI PIASTRA/MENSOLA MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio

TONDINO FISSA CANNA MATERIALE:Acciaio LAVORAZIONE: taglio verniciatura, foratura x3 VITI CANNA/BASE MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio

SOTTOVASO MATERIALE:Ceramica LAVORAZIONE: stampo o tornio

x5

x 12

x6

RETINA PER VASO MATERIALE:rete in acciaio Materiale presente in commercio x5

PIASTRA COLLEGA MENSOLE MATERIALE: Acciaio 2mm LAVORAZIONI: laser, pressa eccentrica/verniciatura x 24

VITI CANNA/BASE Cannocchiale MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio x 6

CABLAGGIO MOD RICARICA MATERIALE:Vari Materiale presente in commercio (morsetti,fili, ecc...)

PRESE ELETTRICHE PER RIC. MATERIALE:Vari Materiale presente in commercio

VITI PRESA/MASCHERINA MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio x4 PRESE ELETTRICHE MATERIALE:Vari Materiale presente in commercio

MASCHERINA MOD.RICAR. MATERIALE: ABS LAVORAZIONI:stampo iniezione

VITI MASCHERINA/BAMBOO MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio x4 VITI MASCHERINA/BAMBOO MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio

MASCHERINA PRESE ELET. MATERIALE: ABS LAVORAZIONI: stampo iniezione x2 PIASTRA CABLA LAMPADA MATERIALE:Acciaio 2 mm LAVORAZIONE:laser Pressa eccentrica/verniciatura

CABLAGGIO PRESE ELET. MATERIALE:Vari x2 Materiale presente in commercio (morsetti,fili, ecc...)

VITI PRESA/MASCHERINA MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio x6 x4

x8

CABLAGGIO LAMPADA MATERIALE:Vari Materiale presente in commercio (morsetti,fili, ecc...)

VITI FISSA CABLA LAMPADA MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio x2

VITI CON DADI (LAMPADA) MATERIALE:Acciaio Viti presenti in commercio

Il diagramma rappresenta le fasi di lavorazione per la realizzazione della tipologia di modulo con il maggior numero di parti.

MODOO | Eco-it MODOO produzione
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto canna modulo E/I viti masch/bam ciab Viti fissa lampada diffusore mascherina ciabatta prese corrente cavo corrente E/I piastra cablaggi luce Lampada cablaggio lampada viti fis cabla lampada piastra cabla mod.ric cavo e presa corrente canna bamboo cablaggio mod.ric viti presa/piastra ric viti fissa piastra ric cablaggio ciabatta viti presa/masch ciab canna modulo contenitore canna bamboo canna modulo orto vaso ceramica sottovaso retina sottovaso canna bamboo Materiale: ceramica Materiale: ceramica Materiale: acciaio Materiale: Bamboo Lavorazioni: taglio Materiale: Bamboo Lavorazioni: taglio Materiale: Acciaio Materiale: Acciaio Materiale: Policarbonato Lavorazione: calendratura Materiale: ABS Lavorazione: iniezione Materiale: ABS Lavorazione: iniezione Materiale: PVC Lavorazione: estrusione Materiale: Acciaio Materiale: Materiali vari Materiale: acciaio,PVC,policarbonato,rame,ABS Materiale: Acciaio Materiale: Acciaio Materiale:PVC,ABS lavorazioni: iniezione e estrusione Materiale: bamboo Lavorazione: taglio Materiale: acciaio,PVC,policarbonato,rame,ABS Materiale: Acciaio Materiale: Acciaio Materiale: acciaio,PVC,policarbonato,rame,ABS Materiale: Acciaio mensole piastre porta mensole mensola viti fissa ripiani viti fissa canna Materiale: Acciaio Materiale: Bamboo Materiale: Acciaio Materiale: Acciaio fissaggio a terra tondino fissa canna viti canna/base M viti canna/base F fissaggio a terra Materiale: Acciaio Materiale: Acciaio Materiale: Acciaio Materiale: Acciaio

T94

Il diagramma, rap presenta il risultato dell’utilizzo di Eco-it riguardo alla fase di produzione.

MODOO | Eco-it dismissione
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto MODOO canna modulo E/I viti masch/bam ciab Viti fissa lampada diffusore mascherina ciabatta prese corrente cavo corrente E/I piastra cablaggi luce Lampada cablaggio lampada viti fis cabla lampada piastra cabla mod.ric cavo e presa corrente canna bamboo cablaggio mod.ric viti presa/piastra ric viti fissa piastra ric cablaggio ciabatta viti presa/masch ciab canna modulo contenitore canna bamboo canna modulo orto vaso ceramica sottovaso retina sottovaso canna bamboo 100% 100% 100% 0% 0% 0% 0% 100% 0% 0% 0% 0% 0% 100% 0% 100% 100% 50% 50% 0% 10% 100% 0% 0% 100% 100% 10% 0% 0% 100% 100% 0% 100% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 100% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 50% 50% 100% 90% 0% 100% 100% 0% 0% 90% 0% 100% 0% 0% 100% 0% mensole piastre porta mensole mensola viti fissa ripiani viti fissa canna 100% 100% 0% 100% 0% 0% 50% 0% fissaggio a terra tondino fissa canna viti canna/base M viti canna/base F fissaggio a terra 100% 100% 100% 100% 0% 0% 0% 0%

T95
0% 0% 0% 0%

0% 0% 50% 0%

RICICLAGGIO INCERENIMENTO DISCARICA

MODOO
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T96

Analisi di inventario Diagramma delle precedenze Analisi ECO-it Risultati ECO-it

ANALISI MODOO

MODOO | Eco-it Life cycle
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto

T97
Descrizione Life Cycle Il grafico del ciclo di vita del prodotto denota come la fase dell’uso, sia quella con il maggior impatto ambientale. In questa fase sono stati calcolati il consumo di una lampada a risparmio energetico da 20W nell’arco della sua vita e un ipotetico trasporto che va dal nord al sud Italia. La fase di produzione è meno inquinante anche grazie ad una tipologia di lavorazione semi artigiale e alla possibilità di avere componenti con la capacità di svolgere molteplici funzioni. La dismissione può avvenire per mezzo di riciclaggio, incenerimento e in discarica, con un bassissimo impatto ambientale.

kg CO2-eq 600

515 500

400

300

200

166

100

2,7 0 Produzione Life cycle: Moduli componibili 684 kg CO2-eq, Uso Disposal #

MODOO | Eco-it produzione
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto
kg CO2-eq 70

T98

63

60

50

42 40

30

29

29

20

10

2,2 0 canna modulo I/E canna mod.contenitor canna modulo orto base a terra mensole

Produzione: moduli componibili 166 kg CO2-eq.

MODOO | Eco-it uso
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto MODOO
kg CO2-eq   500

T99
Elettricità Italia Trasporto su gomma 160 KWh 6,5 tonnellate per km

Il consumo di elettricità si riferisce alla quantità di energia utilizzata da una lampadina da 20W per la sua durata media. 20W x 8000 h=160000Wh per un consumo di circa 35€. Nel trasporto su gomma è ipotizzato un volume di carico di 50 kg per l’assieme più complesso con una lunghezza massima del percorso a 1300 km dall’ubicazione della fabbrica di produzione.

413 400

300

200

100

103

0 Elettricità, Italia     Uso:  moduli componibili  515 kg CO2-eq. Trasporto, camion 3.5-7.5t, EURO5  

Nome Progetto | Eco-it dismissione
Denis Di Luca - Emanuele Vincenzi - Nicolas Burioni Università degli studi della Repubblica di San Marino - Laboratorio di Disegno Industriale 2 Professore: Marcello Ziliani - Collaboratore alla Didattica: Silvia Gasparotto
kg CO2-eq   3

T100

  2,7

2

1

0 canna modulo I/E #  

0,0037   canna mod.contenitor  

0,0037   canna modulo orto #  

0 base a terra #  

9E-5   mensole #  

Dismissione:  moduli componibili  2,7 kg CO2-eq.   

.