You are on page 1of 12

COMUNE DI RIMINI

- Segreteria Generale ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI GIUNTA COMUNALE N. : 66 del 19/03/2013

Oggetto :

RIORGANIZZAZIONE FUNZIONALE DEL LUNGOMARE DI RIMINI DAL PORTO CANALE AL COMUNE DI RICCIONE PER PRIVILEGIARE LA MOBILITA' LENTA, MIGLIORARE LA SOSTA E INVESTIRE SU UN SISTEMA INTEGRATO DI MOBILITA' SOSTENIBILE. APPROVAZIONE IN LINEA TECNICA DEL PROGETTOPRELIMINARE GENERALE. APPROVAZIONE DEL PROGETTO PRELIMINARE DEL 1^ STRALCIO FUNZIONALE

Lanno duemilatredici, il giorno 19 del mese di Marzo, alle ore 15:30, con la continuazione in Rimini, in una sala della Residenza Municipale si riunita la Giunta Comunale. Per la trattazione dellargomento alloggetto indicato, risultano presenti: Pres./Ass. GNASSI ANDREA LISI GLORIA BIAGINI ROBERTO BRASINI GIAN LUCA IMOLA IRINA PULINI MASSIMO ROSSI NADIA SADEGHOLVAAD JAMIL VISINTIN SARA
Sindaco Vice Sindaco Assessore Assessore Assessore Assessore Assessore Assessore Assessore

assente presente assente presente assente presente presente presente presente

Totale presenti n. 6 - Totale assenti n. 3 Presiede LISI GLORIA nella sua qualit di VICE SINDACO. Partecipa il SEGRETARIO GENERALE LAURA CHIODARELLI.

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013

Pag. 2

OGGETTO: Riorganizzazione funzionale del Lungomare di Rimini dal Porto Canale al Comune di Riccione per privilegiare la mobilit lenta, migliorare la sosta e investire su un sistema integrato di mobilit sostenibile. - Approvazione in linea tecnica del progetto preliminare generale - Approvazione del progetto preliminare del 1^ stralcio funzionale. LA GIUNTA COMUNALE RICHIAMATO l'Accordo di Programma 2012 2015 sottoscritto in data 26/7/2012 tra Regione Emilia Romagna, Provincie, Comuni Capoluogo e Comuni superiori a 50.000 abitanti, tra cui anche il Comune di Rimini, per la Gestione della qualit dell'aria e per il progressivo allineamento ai valori fissati dalla UE di cui al D.Lgs. n. 155 del 13/8/2010; DATO ATTO che tale Accordo individua sino alla sua scadenza, stabilita con la data del 26/7/2015, il complesso di misure da applicare per il risanamento della qualita' dell'aria ed in particolare per la riduzione della concentrazione di PM10 ed NO2 nel territorio regionale al fine di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi sulla salute umana e sull'ambiente nel suo complesso; FATTO PRESENTE che il Comune di Rimini in quanto Ente sottoscrittore del suddetto Accordo si e impegnato per quanto di sua competenza, a dare attuazione alle misure strutturali, gestionali ed emergenziali elencate allart. 4 dellAccordo e dettagliatamente descritte nellAllegato 5, tra le quali figura la misura denominata: Mobilit ciclopedonale, mobilit elettrica e infrastrutture verdi comprendente: - acquisto di biciclette a pedalata assistita, ciclomotori e quadri elettrici; - installazione delle colonnine di ricarica interoperarabili con luso del sistema tecnologico del Mi muovo nelle principali citt della Regione; - armonizzazione delle regole di accesso ai centri urbani dei veicoli elettrici e regolamentazione delle regole di accesso della distribuzione delle merci; - potenziamento della mobilit ciclopedonale (incremento della rete e messa in sicurezza, aree attrezzate per ricovero bici, bike sharing ecc.); - interventi per la mobilit elettrica e per progetti di riqualificazione urbana e infrastrutture urbane verdi; RICHIAMATE le Linee Programmatiche di Mandato Amministrativo del Sindaco per gli anni 2011 2016, approvate dal Consiglio Comunale con proprio atto n. 87 del 4/8/2011, attraverso le quali Rimini persegue il chiaro obiettivo amministrativo di innalzare il livello della qualita' urbana intesa come precondizione per l'instaurarsi delle relazioni sociali e quindi di coesione e qualit della Comunit, per rendere la Citt pi vivibile e fruibile ai cittadini; DATO ATTO che per il perseguimento di tali obiettivi, lAmministrazione Comunale si e dotata di uno strumento, il Masterplan Strategico Interventi per la realizzazione di una citt sostenibile, con il quale attraverso un iter amministrativo che prevede il coinvolgimento degli Enti di programmazione territoriale (a partire da Regione e Provincia) intende mettere a sistema gli interventi in essere e quelli in progettazione allinsegna del legame fra innovazione dellimmagine turistica, recupero identitario, sviluppo economico e rielaborazione del sistema stradale sulla base di un modello di mobilit sostenibile tecnologicamente avanzato e proiettato verso una progressiva limitazione dell'uso dell'auto; DATO ATTO che cuore centrale del Masterplan costituito dall'Anello Verde, una circonvallazione verde interamente ciclabile che lambisce il Lungomare da P.le Kennedy fino al

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013

Pag. 3

Porto, costeggiando il Porto Canale per poi attraversare il Parco Marecchia fino a ricongiungersi al Deviatore Ausa, per poi percorrere tutto il Parco Ausa e ritornare al mare, con l'obiettivo di promuovere la riqualificazione delle aree attraversate in modo da operare una ricomposizione territoriale della citt per connettere tra di loro, tramite assi radiali di penetrazione, il Centro Storico con il Lungomare ed il territorio rurale; FATTO PRESENTE che si inserisce a pieno titolo nellambito del Masterplan Strategico lo Studio di Fattibilit redatto dai tecnici della Direzione Infrastrutture, Mobilit e Ambiente, approvato dalla Giunta Comunale con deliberazione di G.C. n. 24 del 29/1/2013 avente ad oggetto Riorganizzazione funzionale del Lungomare di Rimini, dal Porto Canale al Comune di Riccione per privilegiare la mobilit lenta, migliorare la sosta e investire su un sistema integrato di mobilit sostenibile con il quale si perseguono i seguenti obiettivi: 1. creare una pista ciclabile in grado di garantire da una parte una continuit lungo tutto il Lungomare che dal Porto Canale arriva al confine con il Comune di Riccione e dallaltra uno strategico raccordo con lAnello Verde e quindi con il Centro Storico, la Stazione Ferroviaria, il Capolinea del Trasporto Pubblico Locale, i parcheggi scambiatori di cerniera alla citt, il Palacongressi e con assi radiali di penetrazione anche con il territorio rurale; 2. limitare il pi possibile limpronta delle auto in sosta; 3. alleggerire il traffico veicolare che insiste sul Lungomare; 4. creare lungo questo asse una palestra in cui poter testare un sistema integrato di mobilit sostenibile e che offra a chi questi spazi li vive e li frequenta una modalit di misurarsi sulla propria capacit di cambiare le abitudini. PRECISATO che lintervento generale previsto con il suddetto studio e un intervento di carattere definitivo perch prevede la ristrutturazione della carreggiata stradale, suddiviso in nove lotti per zone del territorio, di cui il primo, riguardante il tratto di Lungomare compreso tra P.le Boscovich e P.le Kennedy, da inserire nellElenco Annuale LL.PP. 2013, ed i restanti nelle future Programmazioni Finanziarie dellEnte; EVIDENZIATO che per la realizzazione del suddetto 1^ lotto, la cui spesa e stimata in complessivi Euro 750.000,00 e stata presentata richiesta di ammissione al finanziamento regionale di Euro 500.000,00 (importo massimo ammissibile) di cui al Bando per lassegnazione di contributi per interventi di miglioramento della qualit dellaria avente scadenza in data 31 gennaio 2013 disposto con la deliberazione di G.C. n. 24 del 29/1/2013; PRECISATO che lintervento definitivo si caratterizza sulla scelta di ristrutturare la carreggiata stradale del Lungomare estendendo il marciapiede lato mare per garantire la presenza della fascia destinata ai pedoni e della pista ciclabile bidirezionale, riducendo cos la larghezza della sede stradale da destinare al traffico e alla sosta degli autoveicoli; VISTO a tal riguardo che per le finalit del progetto approvato per partecipare al finanziamento regionale del 1^ lotto, stato scelto di indicare lintervento definitivo come di medio termine per la ragione che verr eseguito in un tempo non facilmente quantificabile e con risorse non individuate, ma con finalit e obiettivi che lAmministrazione intende raggiungere fin da subito con lintervento indicato come di breve termine perch opera sullesistente senza modifiche della carreggiata stradale; VISTO che intenzione dellAmministrazione Comunale avviare da subito, sulla base delle risorse finanziarie disponibili, il processo di rinnovamento delle abitudini delle persone affinch lo spostamento sia sempre meno legato allutilizzo dellauto, il richiamato Studio di Fattibilit viene

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013

Pag. 4

attuato operando sullesistente senza modifiche della carreggiata stradale con interventi di manutenzione alla sede stradale e alla segnaletica per garantire la funzionalit e la sicurezza sul Lungomare dal Porto Canale al Comune di Riccione; FATTO PRESENTE che tale modo di operare rappresenta la soluzione che permette allAmministrazione di raggiungere da subito gli obiettivi attesi, mantiene invariato limpianto generale del progetto previsto nel richiamato Studio di Fattibilit e cio la realizzazione degli interventi che riguardano sostanzialmente la regolamentazione in senso ampio della circolazione (viabilit e sosta), gli interventi di arredo urbano, quelli sulla pubblica illuminazione, linstallazione di colonnine per la ricarica elettrica e le postazioni di bike sharing; VISTO il progetto preliminare generale relativo alla soluzione di breve termine avente ad oggetto Riorganizzazione funzionale del Lungomare di Rimini dal Porto Canale al Comune di Riccione per privilegiare la mobilit lenta, migliorare la sosta e investire su un sistema integrato di mobilit sostenibile, composto dai seguenti elaborati tecnici: - Relazione tecnica illustrativa; - Elenco prezzi unitari; - Computo metrico estimativo e quadro economico; - Elaborati grafici; PRESO ATTO dalla relazione generale che: il progetto mira a riqualificare il Lungomare di Rimini, attualmente invaso dalle auto in sosta ed a fornire una percezione pi rilassata ed ecologica della spiaggia, mediante lo spostamento dei posteggi sul lato monte della carreggiata; questo spostamento riduce il numero degli stalli ma consente di servire ugualmente tutte le attivit a ridosso della spiaggia, senza interferire ne visivamente ne fisicamente con la mobilit lenta, a cui viene destinata la parte pi nobile della passeggiata; la riqualificazione proposta incentiver lutilizzo sportivo e ricreativo del lungomare anche nel periodo invernale grazie anche alla rinnovata illuminazione pubblica prevista nella stessa zona; la soluzione a breve termine oggetto del presente progetto preliminare prevede la realizzazione di una doppia pista ciclabile monodirezionale di cui una collocata su corsia riservata ricavata dalla carreggiata ed una su corsia riservata ricavata dal marciapiede; la pista ciclabile si raccorder alla rete ciclabile esistente grazie al nodo strategico posto allaltezza di Piazzale Kennedy dove si raccorda con lAnello Verde e quindi con il Centro Storico, la Stazione Ferroviaria, il Capolinea del Trasporto Pubblico Locale, i parcheggi scambiatori di cerniera alla citt, il Palacongressi e con gli assi radiali di penetrazione anche con il territorio rurale; una immediata percezione del tracciato e la omogeneit e scorrevolezza del fondo saranno garantiti utilizzando per le piste ciclabili vernice colorata e segnaletica orizzontale e verticale; lilluminazione sar sostituita e riqualificata nellambito di un diverso contratto fra Comune di Rimini e CONSIP, in modo da rispettare i parametri illuminotecnici di sicurezza e gradevolezza del percorso anche con il buio ed al contempo contenendo i consumi; il circuito sar immediatamente riconoscibile per la grande semplicit e linearit del percorso; TENUTO CONTO che in base alle esigenze ed agli obiettivi perseguiti dallAmministrazione il progetto preliminare generale e suddiviso in 9 lotti (in base alle zone di intervento) e precisamente:

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013

Pag. 5

LOTTO 1 da Largo Boscovich a Piazzale Kennedy LOTTO 2 da Piazzale Kennedy a Piazza Tripoli LOTTO 3 da Piazza Tripoli a Piazza Pascoli LOTTO 4 da Piazza Pascoli a Via Lagomaggio LOTTO 5 da Via Lagomaggio a Via Rimembranze LOTTO 6 da Via Rimembranze a Viale Siracusa LOTTO 7 da Viale Siracusa a Viale Latina (non oggetto di intervento) LOTTO 8 da Viale Latina a Viale Padova LOTTO 9 da Viale Padova al confine con il Comune di Riccione (non oggetto di intervento); TENUTO CONTO che il costo dellintervento generale e stimato in complessivi Euro 445.000,00 di cui Euro 353.628,44 per opere, inclusi gli oneri per la sicurezza, ed Euro 91.371,56 per somme a disposizione dellAmministrazione; PRESO ATTO che i lavori necessari alla riorganizzazione funzionale innanzi descritta da realizzare nel breve termine consistono: - nel rifacimento di porzioni di asfalto ammalorato sulla sede stradale destinata alla nuova pista ciclabile, per una larghezza di ml. 5 dal marciapiede; - nella posa di segnaletica orizzontale per delineare il nuovo percorso ciclabile ed i nuovi stalli per la sosta delle auto e motocicli; - nella posa di segnaletica verticale per segnalare la presenza del percorso; RILEVATO che data la loro natura i lavori previsti in progetto rientrano: - nella categoria della manutenzione pesante per quanto riguarda il rifacimento di asfalto in quanto prevista la sistemazione di una singola porzione, anche se estesa del manto stradale, senza che questo comporti l'adeguamento normativo o la ristrutturazione della strada nel suo complesso; - nella categoria della manutenzione ordinaria della segnaletica verticale e orizzontale per quanto riguarda la posa dei segnali necessari ad individuare la pista ciclabile e la nuova sosta; DATO ATTO che sulla base delle risorse attualmente disponibili si rende necessaria lattuazione per stralci funzionali e che pertanto i tecnici della Direzione Infrastrutture, Mobilit e Ambiente hanno provveduto a redigere il progetto preliminare di un primo stralcio dellintervento composto dai seguenti elaborati: Relazione tecnica illustrativa; Elenco prezzi unitari; Computo metrico estimativo e quadro economico; Elaborati grafici; PRESO ATTO: - che il costo complessivo del suddetto primo stralcio funzionale e stimato in Euro 300.000,00; - che con esso si eseguiranno i lavori di manutenzione pesante con posa di asfalto colorato per la realizzazione della pista ciclabile nel tratto compreso tra Piazzale Boscovich e Via Lagomaggio (Lotti 1, 2, 3 e 4) e di quelli di manutenzione ordinaria della segnaletica orizzontale e verticale nel tratto compreso tra P.le Boscovich ed il confine con il Comune di Riccione (Lotti 1, 2, 3,4, 5, 6 e 8) dove pertanto la pista risulter delimitata dalla segnaletica stradale; PRESO ATTO, dalla relazione di progetto, che trattandosi di intervento di importo inferiore a 1.000.000,00 di Euro, progettato da tecnici dellEnte, il livello preliminare del progetto ad esso relativo e stato sottoposto a verifica a cura del Responsabile del Procedimento cosi come previsto

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013 dallart. 47 del D.P.R. n. 207/2010;

Pag. 6

CONSIDERATO che, ai fini dellaffidamento dellesecuzione dellintervento, mediante la sottoscrizione in data 30/6/2010 dell'Accordo Quadro per la disciplina dei rapporti giuridicoeconomici tra il Comune di Rimini e la Societ Anthea per lesecuzione del servizio integrato di conservazione, gestione e valorizzazione del patrimonio edilizio, di quello stradale e del territorio comunale compresi i servizi accessori e/o collegati strutturalmente, il Comune di Rimini ha adottato, per il servizio strumentale di manutenzione delle strade, il modello di gestione in house affidando lo stesso alla Societ interamente pubblica Anthea s.r.l.; RILEVATO che tale Accordo Quadro e stato sottoscritto dal Direttore, Infrastutture, Mobilit e Ambiente, in qualit di Responsabile del contratto, e demanda la definizione specifica degli aspetti di dettaglio (contenuto delle prestazioni, modalit di erogazione, disciplina degli aspetti amministrativi, tecnici ed economici ecc.) di ciascuno dei servizi affidati e/o da affidare a specifici disciplinari tecnico-economici di esecuzione, da stipulare tra Comune e Societ; RICHIAMATO a tal proposito il disciplinare tecnico-economico approvato con deliberazione di G.C. n. 123 del 12/4/2011, con la quale sono stati definiti gli aspetti economici e le prestazioni per la gestione e manutenzione del Patrimonio Stradale Comunale da parte di Anthea s.r.l. per lannualit 2011; PRESO ATTO che, come previsto dallart. 5 del disciplinare stesso, esso e valido anche per lannualit in corso non essendo intervenuta lapprovazione dei corrispondenti documenti per le annualit successive; RILEVATO che l'Accordo Quadro ed il disciplinare riportano il dettaglio delle attivit affidate ad Anthea s.r.l relativamente alla gestione e manutenzione del patrimonio stradale, suddivise in: PRESTAZIONI ESSENZIALI con compenso a canone; PRESTAZIONI EVENTUALI con compenso a misura; PRECISATO: - che il canone annuale riconosciuto alla Societ Anthea per le prestazioni essenziali comprende la copertura del costo del personale dipendente, dei mezzi, delle attrezzature, degli acquisti e forniture necessarie allo svolgimento delle prestazioni affidate nonche dei costi generali e di struttura; - che in particolare le prestazioni essenziali affidate sono costituite da tutte le attivit essenziali per la manutenzione ordinaria delle infrastrutture viarie al fine di garantire il livello minimo di sicurezza e riguardano: 1) gli appalti di lavori per: il ripasso della segnaletica orizzontale; la manutenzione programmata e ripartiva della segnaletica stradale verticale; lattuazione delle ordinanze sindacali di modifica della circolazione; la manutenzione ordinaria diffusa delle pavimentazioni stradali; la manutenzione ordinaria delle opere darte stradali; la pulizia e riprofilatura dei fossi stradali; 2) gli appalti di servizi (cooperative sociali) interventi di manutenzione ripartiva; interventi delle marginature stradali (taglio erba banchine stradali) 3) le consulenze

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013 4) 5) 6) 7) adempimenti sicurezza, rilievi, verifica opere darte; materiale di consumo Asfalti, cordoli, stabilizzato ecc. Personale tecnici, coordinatori e operai Esercizio mezzi, manutenzioni e riparazioni mezzi della manutenzione strade; Assicurazione RCT assicurazione manutenzione strada;

Pag. 7

RILEVATO che rientrano fra le PRESTAZIONI EVENTUALI da compensare a misura: gli interventi di manutenzione volti al miglioramento funzionale e della sicurezza della sede stradale o sue pertinenze e della segnaletica, nei quali ricomprendere quelli identificati come manutenzione pesante; gli interventi di manutenzione che non rientrano tra le Prestazioni Essenziali; la sostituzione o nuova realizzazione della segnaletica per specifici provvedimenti del Comune; lo svolgimento delle attivit di supporto ed organizzazione delle manifestazioni comunali e sportive, compreso il montaggio e smontaggio di palchi e recinzioni, la collocazione e rimozione di transenne, segnaletica stradale ed altro; la redazione da parte di professionisti abilitati di specifici progetti esecutivi per particolari esigenze del Comune previo accordo tra le parti sui compensi professionali e sulle spese da riconoscere; EVIDENZIATO in particolare che, per prassi consolidata con i vari contratti di Gestione del Servizio Pubblico Globale del Territorio che lAmministrazione Comunale ha affidato prima ad AMIA, poi ad Hera ed infine ad Anthea, per garantire la funzionalit delle strade comunali e ladeguato livello di sicurezza alla circolazione, il servizio di gestione del patrimonio stradale ricomprende, tra le prestazioni eventuali, gli interventi inquadrati al limite tra la manutenzione ordinaria e quella straordinaria, in virt del principio della manutenzione pesante, definizione tecnica con la quale disciplinare i lavori per la sistemazione di singole porzioni anche estese di manti stradali, con eventuale interessamento anche dellintera sovrastruttura, che si rendono necessari a seguito di localizzati interventi di eliminazione avarie e dissesti non comportanti comunque l'adeguamento normativo o la ristrutturazione della strada interessata nel suo complesso; DATO ATTO che per quanto fin qui espresso i lavori relativi al 1^ stralcio del progetto in argomento aventi natura di manutenzione pesante ed ordinaria manutenzione di segnaletica, come innanzi precisato, rientrano tra le attivit strumentali alla gestione del servizio da parte di Anthea e come tali verranno eseguiti dalla medesima Societ nellambito del citato Accordo Quadro; TENUTO CONTO che la spesa relativa al 1^ stralcio dei lavori in argomento ammontante a complessivi Euro 300.000,00 e cosi suddivisa: SOMME IN APPALTO Lotto 1 109.523,50 Lotto 2 29.855,00 Lotto 3 35.817,46 Lotto 4 49.656,38 Sommano in appalto 224.852,34 Oneri per la sicurezza 2.248,52 Totale in appalto 227.100,86

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013 SOMME A DISPOSIZIONE DELLAMMINISTRAZIONE - Imprevisti e varianti (compresa IVA 21%) - spese generali da riconoscere alla Soc. Anthea 5% (rimborso spese progettazione, direzione lavori, sicurezza, responsabile del procedimento (compresa IVA 21%) - IVA 21% sulle somme in appalto Sommano a disposizione TOTALE GENERALE 11.468,36 13.739,60 47.691,18 72.899,14 300.000,00

Pag. 8

PRECISATO che ai sensi dellart. 7, comma 7.4, dellAccordo Quadro in sede di redazione del quadro economico dei lavori e stata concordata la percentuale da corrispondere ad Anthea per spese generali nella misura del 5% IVA compresa, rientrante quindi nel limite massimo fissato dal disciplinare tecnico economico; CONSIDERATO che con Determinazione Dirigenziale n. 1846 del 28/12/2012 il Direttore Infrastrutture, Mobilit e Ambiente in qualit di Responsabile dellAccordo Quadro in previsione di una stagione invernale lunga e gravosa, per rimediare ai dissesti alla rete stradale comunale, con avvio di un impegnativo programma di manutenzioni di entit superiore a quanto disciplinato tecnicamente ed economicamente dalle Prestazioni Essenziali previste dallAccordo Quadro ha provveduto ad impegnare la somma complessiva di Euro 343.095,94 al Res. Pass. Cap. 22580/2010 denominato Maggiori oneri per la gestione globale del territorio per lesecuzione di interventi vari e diffusi di manutenzione pesante della sede stradale e sue pertinenze necessari per garantire la funzionalit e la sicurezza alla circolazione con affidamento alla Societ Anthea s.r.l.; VISTA la successiva Determinazione Dirigenziale n. 180 dell11/2/2013 con la quale il Responsabile U.O. Opere a Rete, responsabile della gestione del Contratto, ha approvato il dettaglio degli interventi di manutenzione pesante di cui alla D.D. n. 1846/2012, da far eseguire alla Societ Anthea tra i quali rientra quello relativo alla nuova pista ciclabile di cui trattasi; VISTA inoltre la Determinazione Dirigenziale n. 179 dell11/2/2013 con la quale, nelle more dellapprovazione del Bilancio 2013 e nel rispetto dei limiti previsti dalla normativa nellipotesi di esercizio provvisorio, il Responsabile della gestione dellAccordo Quadro per la parte relativa al Patrimonio Stradale, ha provveduto ad impegnare la spesa complessiva di Euro 1.665.000,00 (IVA 21% compresa) relativa al canone per le prestazioni essenziali del 1^ semestre dellanno 2013 cos ripartito: - Euro 1.580.000,00 al Cap. 22670/2013 denominato Gestione pronto intervento e manutenzione ordinaria delle strade; - Euro 50.000,00 al Cap. 22640/2013 denominato Gestione strade nelle manifestazioni ed eventi; - Euro 35.000,00 al Cap. 22680/2013 denominato Attuazione ordinanze sindacali di modifica della circolazione; FATTO PRESENTE che, per le motivazioni innanzi espresse, la spesa di Euro 300.000,00 relativa al 1^ stralcio funzionale dei lavori in oggetto trova la relativa copertura finanziaria come segue: - quanto ad Euro 180.000,00 (quota lavori di manutenzione pesante) al Res. Pass. Cap. 22580/2010 denominato Maggiori oneri per la gestione globale del territorio sulla somma di Euro 343.095,94 destinata con la richiamata Determinazione Dirigenziale n. 1846 del 8/12/2012 allesecuzione di interventi vari e diffusi di manutenzione pesante della sede stradale e sue pertinenze necessari per garantire la funzionalit e la sicurezza alla circolazione con affidamento alla Societ Anthea s.r.l.;

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013 -

Pag. 9

quanto ad Euro 120.000,00 (quota lavori di ordinaria manutenzione strade e segnaletica) al Cap. 22670 del Bilancio 2013 nellambito dei canoni per le prestazioni essenziali impegnati limitatamente al 1^ semestre con Determinazione Dirigenziale n. 179 dell11/2/2013;

PRECISATO che nellambito del Disciplinare Tecnico Economico di esecuzione per la gestione e manutenzione del patrimonio stradale per lannualit 2013, il Direttore Infrastrutture, Mobilit e Ambiente provveder ad inserire i restanti interventi sulle strade previste dalla determina dirigenziale n. 180 dell11 febbraio 2013; VISTA la relazione predisposta dal Direttore Infrastrutture, Mobilit e Ambiente con la quale sono stati affrontati i temi del reperimento delle risorse da destinare allesecuzione dei lavori e del numero di posti auto a pagamento per valutare gli impatti sul Bilancio dellEnte della realizzazione dei lavori oggetto del presente provvedimento; PRECISATO a tal riguardo che dalla relazione si evince come la previsione di tale intervento non modifica il quadro di scelte gi operate dallAmministrazione in merito agli interventi di manutenzione delle strade comunali ritenute prioritarie come stato di conservazione e che il numero di posti auto da destinare alla sosta a pagamento rimarr praticamente inalterato nel suo complesso, con una irrilevante riduzione degli introiti che pu essere colmata con un aumento delle attivit di controllo e una pi capillare campagna di sensibilizzazione sullacquisto di abbonamenti da parte degli operatori economici; RITENUTO doversi provvedere, in conformit a quanto fin qui esposto, allapprovazione in linea tecnica del progetto generale relativo ai lavori in oggetto ed allapprovazione del progetto preliminare del 1^ stralcio funzionale dellintervento; VISTO il parere favorevole espresso in data 12.03.2013 dal Responsabile U.O. Gestione Amministrativa Direzione Infrastrutture, Mobilit e Ambiente, ai sensi dellart.49 del D.Lgs. 18/8/2000 n. 267, in ordine alla regolarit tecnica della proposta di cui trattasi; VISTO il parere favorevole espresso in data 13.03.2013 in ordine alla regolarit contabile attestante la copertura finanziaria espresso dal Responsabile di Ragioneria ai sensi dellart. 49 del D.Lgs. 18/8/2000 n. 267, considerato che la minore entrata che si profila dai minori stalli parcheggi sar contabilizzata a bilancio congiuntamente alla valutazione delle spese per la gestione dei parcheggi ed ai possibili maggiori introiti che si potranno determinare nella gestione annuale dei parcheggi direttamente in capo all'Ente; Acquisito il parere di legittimit del Segretario Comunale, ai sensi dell'art. 5, comma 3 del regolamento sui controlli interni adottato con deliberazione di C.C. n. 4 del 24.01.2013; A VOTI unanimi espressi per alzata di mano; DELIBERA 1) di approvare in linea tecnica, per i motivi espressi in narrativa, il progetto preliminare generale dellintervento relativo alla Riorganizzazione funzionale del Lungomare di Rimini dal Porto Canale al Comune di Riccione per privilegiare la mobilit lenta, migliorare la sosta e investire su un sistema integrato di mobilit sostenibile composto dai seguenti elaborati, quivi allegati e facente parte integrante del presente atto: Relazione tecnica illustrativa;

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013 Elenco prezzi unitari; Computo metrico estimativo e quadro economico; Elaborati grafici;

Pag. 10

2) di approvare altresi il progetto preliminare del primo stralcio funzionale dei lavori, composto dai seguenti elaborati, quivi allegati e facenti parte integrante del presente atto: Relazione tecnica illustrativa; Elenco prezzi unitari; Computo metrico estimativo e quadro economico; Elaborati grafici; 3) di approvare la spesa relativa al 1^ stralcio funzionale 300.000,00 cosi ripartita: SOMME IN APPALTO Lotto 1 Lotto 2 Lotto 3 Lotto 4 Sommano in appalto Oneri per la sicurezza Totale in appalto ammontante a complessivi Euro 109.523,50 29.855,00 35.817,46 49.656,38 224.852,34 2.248,52 227.100,86 11.468,36 13.739,60 47.691,18 72.899,14 300.000,00

SOMME A DISPOSIZIONE DELLAMMINISTRAZIONE - Imprevisti e varianti (compresa IVA 21%) - spese generali da riconoscere alla Soc. Anthea 5% (rimborso spese progettazione, direzione lavori, sicurezza, responsabile del procedimento (compresa IVA 21%) - IVA 21% sulle somme in appalto Sommano a disposizione TOTALE GENERALE

4) di dare atto che lintervento, avente natura di manutenzione pesante ed ordinaria manutenzione di segnaletica, come precisato in narrativa, rientra tra le attivit strumentali alla gestione del servizio da parte di Anthea e come tali verr eseguito dalla Societ stessa nellambito dellAccordo Quadro sottoscritto in data 30/6/2010; 5) di dare atto che la spesa complessiva di Euro 300.000,00 trova copertura finanziaria come segue: - quanto a Euro 180.000,00 (quota lavori di manutenzione pesante) al Res. Pass. Cap. 22580/2010 denominato Maggiori oneri per la gestione globale del territorio sulla somma impegnata al n. 10/3779/5-6-7 con Determinazione Dirigenziale n. 1846 del 8/12/2012 successivamente dettagliata con D.D. n. 180 del 11/2/2013; (Prenot. 10/3779/8) quanto ad Euro 120.000,00 (quota lavori di ordinaria manutenzione strade e segnaletica) al Cap. 22670 del Bilancio 2013 denominato Gestione pronto intervento e manutenzione ordinaria delle strade nellambito dei canoni per le prestazioni essenziali impegnati limitatamente al 1^ semestre con Determinazione Dirigenziale n. 179 dell11/2/2013; (Imp. 13/567) (Prenot. 13/567/1) 6) di precisare che la prenotazione della spesa verr effettuata con la successiva delibera di approvazione del livello definitivo/esecutivo del 1^ stralcio funzionale dei lavori in oggetto;

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013

Pag. 11

7) di dare atto che, come esplicitato in narrativa, nellambito del Disciplinare Tecnico Economico di esecuzione per la gestione e manutenzione del patrimonio stradale per lannualit 2013, il Direttore Infrastrutture, Mobilit e Ambiente provveder ad inserire i restanti interventi sulle strade previste dalla determina dirigenziale n. 180 dell11 febbraio 2013; 8) di dare atto che il Responsabile del Procedimento e il Geom. Renzo Zannoni Responsabile U.O. Gestione Amministrativa Direzione Infrastrutture, Mobilit e Ambiente; 9) di dare atto infine che sul presente provvedimento sono stati espressi favorevolmente i pareri previsti dallart.49 del D.Lgs. 267 del 18/8/2000, cos come richiamato in narrativa; LA GIUNTA COMUNALE RITENUTA lurgenza del presente provvedimento stante la volont di ultimare i lavori entro il 30 aprile 2013; A VOTI unanimi espressi per alzata di mano; DELIBERA di rendere il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dellart. 134 comma quarto del D.Lgs. n. 267/2000.

Deliberazione di G.C. n. 66 del 19/03/2013

VICE SINDACO F.to LISI GLORIA

SEGRETARIO GENERALE F.to LAURA CHIODARELLI

RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE Il sottoscritto, su conforme dichiarazione del Dipendente Comunale incaricato dal servizio, attesta che per copia della presente deliberazione e' stata disposta la pubblicazione all'Albo pretorio per 15 giorni dal 16.04.2013.

Rimini l 16.04.2013

IL SEGRETARIO GENERALE Laura Chiodarelli