You are on page 1of 28

SALUTIAMOCI: mangiar bene per stare bene

http://lericettedisalutiamoci.blogspot.it/ Maggio 2013: le ricette con FRAGOLE
http://www.ricetteveg.com/p/salutiamoci.html
Antipasti, Cocktail Ed Aperitivi: 1. COCKTAIL DI BENVENUTO ALLE FRAGOLE http://ilmondodici.blogspot.it/2013/05/cocktail-di-benvenuto-alle-fragole.html Si prendono delle belle fragole mature, le si lavano bene sotto acqua corrente, le si sminuzzano, le si frullano aggiungendo mela se vogliamo una consistenza più solida, o succo di mela e, volendo, anche di arancia per chi come me ha aveva fatto una buona scorta di arance prima che finisse la stagione -, se vogliamo un cocktail più liquido, aggiungiamo un pizzico di zenzero grattuggiato, giriamo bene, mettiamo in un bel bicchiere, aggiungiamo un goccino di cannella, una fragolina intera per decorare e si brinda alla salute! 2. SMOOTHIE FRAGOLE E AVOCADO http://www.ricetteveg.com/2013/05/smoothie-fragole-e-avocado.html 1 cestino di fragole, bio (queste sono liguri) 1 vasetto yogurt vegetale al naturale, bio (questo è autoprodotto) 1 presa di semi di vaniglia (questa è una bacca del mercato equosolidale) 1 presa di cocco disidratato, bio 1 tazza di ghiaccio 1/2 tazza di latte vegetale, bio (questo è autoprodotto) 1/2 banana, bio (questa è del mercato equosolidale) 1/2 avocado, bio (questo è siciliano) qualche nespola di accompagnamento, bio (queste sono liguri) Niente di più facile: in un mixer potente frullare tutto, cominciando ad inserire prima il latte vegetale, poi lo yogurt, poi via via la frutta, nespole escluse, e la vaniglia. Quindi unire il ghiaccio e frullare per ottenere una consistenza cremosa. Aggiungere altro latte vegetale per una texture più fine. Servire con una fragola di guarnizione, una spolverata di cocco disidratato, reso finissimo con un mixer, e qualche nespola da sgranocchiare. 3. BOUQUET DI FIORI E FRUTTA http://golositavegane.blogspot.it/2012/07/bouquet-di-fiori-di-frutta.html ananas mela melone banana

kiwi fragole limone Per prima cosa preparate una ciotola per contenere la spremuta di un paio di limoni, indispensabile per evitare l’ossidazione della frutta, che verrà intinta nel succo di limone prima di fare gli spiedini o di comporre i fiori. Così gli spiedini, che una volta preparati vanno in frigo, sono rimasti perfetti dal primo pomeriggio fino a sera! 4. LASSI DI FRAGOLE http://girovegandoincucina.blogspot.it/2013/05/lassi-alla-fragola.html Ingredienti per 3 persone: 350 gr yogurt di soia naturale, cremoso e poco acido 250 gr fragole mature 250 ml acqua 90 ml malto di riso* un cucchiaino di estratto di vaniglia un pizzico di sale marino integrale Laviamo le fragole, togliamo il picciolo, tagliamole a metà e mettiamole in un frullatore assieme a tutti gli altri ingredienti. Frulliamo prima a velocità ridotta e poi sempre più forte, fino a che il composto è uniforme.Serviamolo subito, se vogliamo aggiungiamo un cubetto di ghiaccio in ogni bicchiere. *Volendo la dose di malto si può ridurre notevolmente e addirittura omettere; magari aggiungetene un po' alla volta e assaggiate, calibrando secondo i vostri gusti. 5.TARTARE DI FRAGOLE, ASPARAGI E PEPE DI SICHUAN http://www.paciocchidifrancy.com/2013/05/dissertando-sugli-anni-80-tartare-di.html Asparagi non troppo grossi Fave fresche sbucciate Fragole Limone Olio evo Sale marino integrale pepe di Sichuan Pulite gli asparagi e sbollentateli per qualche minuto in acqua leggermente salata. Devono rimanere croccanti. Lessate anche le fave e privatele della buccia. Tagliate gli asparagi a tocchetti (non buttate i gambi: passati nel mixer offrono una splendida cremina) e metteteli in una ciotola con le fave e le fragole tagliate a pezzetti. Condite il tutto con olio, sale, succo di limone. Disponete sui piatti e, prima di servire, spolverizzate con il pepe. 6. FRULLATO POMPELMO, FRAGOLE E CHIA DI LA TANA DEL RICCIO spremuta di un pompelmo rosa; 6-7 fragole mature; un cucchiaino di semi di chia. Preparazione: Frullare tutto i semi di chia abbondano di calcio (un contenuto 5 volte superiore a quello del latte) e acidi grassi essenziali omega3 e omega6. Inoltre controllano il livello degli zuccheri nel sangue. 7. ANTIPASTO RAW: ASPARAGINA E FRAGOLE http://ilmondodici.blogspot.it/2013/05/antipasto-raw-con-asparagina-e-fragole.html asparagina; fragole;

limone; mela gialla; cipollotto; erba cipollina fresca; rucola fresca; capperi; olio EVO leggero; zenzero fresco; fiori e spezie; sale integrale. Dopo aver apprezzato la bontà dell'asparagina cruda in insalata, son partita mettendo in una ciotolina una decina di asparagi selvatici (acquistati fortunosamente al supermercato, sono veramente contenta che ora siano facilmente reperibili almeno qui) tagliato fini fini, che ho subito irrorato con poco succo di limone e un filo di olio EVO leggero (vi consiglio quelli del lago di Garda), e ho aggiunto alcune fragole, diciamo 3 o 4 (dipende dalla dimensione, da quanto volete si sentano, dal vostro gusto :) ) e ho mescolato delicatamente. Ai crudisti piaceranno già tantissimo così: 8. SORBETTO ALLA FRAGOLA http://www.cucinadellanima.it/2013/05/sorbetto-alla-fragola/ STAGIONALITA’ RICETTA: estate - DIFFICOLTA’: 2/5 - TEMPO: 30 minuti Ingredienti per 12 bicchieri: 750 ml di succo limpido di mela 3 cucchiai di agar agar il succo d 1/2 limone 300 g di fragole 3 cucchiai di succo d’agave 1 pizzico di sale mandorle in lamelle foglie di menta fresche Mettete il succo di mela in una pentola, aggiungete l’agar agar e lasciate sobbollire per 3-4 minuti, mescolando di continuo. Quando l’agar agar è sciolto, spegnete il fuoco e versate il tutto in una terrina. Aggiungete il succo di limone, le fragole, il pizzico di sale, il succo d’agave e lasciate raffreddare, finchè indurisce. A questo punto con un frullatore ad immersione frullate tutto, dosate sui bicchierini e lasciate in frigo fino al momento di servire.Tostate le mandorle a lamelle in una pentola di acciaio dal fondo spesso. Al momento di servire, decorate i bicchierini con le mandorle e le foglie di menta. 9. FRULLATO ENERGETICO

http://golositavegane.blogspot.it/2013/05/frullato-di-fragole-energetico.html
una decina di fragole succo d'arancia bio zenzero guaranà in polvere Frullate, frullate, frullate! Piatti unici: 10. INSALATA DI RISO VENERE CON FRAGOLE, ASPARAGI SELVATICI E PISELLI http://anexperimentalcook.blogspot.it/2013/05/si-comincia-mangiare-con-gli-occhi_2.html Ingredienti (per 3 persone come antipastino, per 1 persona come primo piatto) 60 g di riso venere Una dozzina di asparagi selvatici 6 fragole Una dozzina di piselli freschissimi da sgranare Sale marino integrale

Olio extravergine di oliva Aceto balsamico di Modena (senza zucchero) Succo di limone a piacere Procedimento Prima di tutto lessare il riso venere in acqua leggermente salata, è un riso integrale ha bisogno di 40 minuti di cottura. Una volta cotto, scolarlo e metterlo a raffreddare in uno scolapasta. Nel frattempo pulire gli asparagi, sbollentarli in acqua bollente per pochi minuti, tagliarli a pezzetti di un paio di centimetri, lasciando da parte le punte, e farli raffreddare. Sgranare i piselli e tagliare le fragole a pezzettini, avendo cura di lasciarne qualche fetta più grande per decorare, spruzzare le fragole con un po’ di succo di limone in modo da non farle annerire. Unire fragole a pezzetti, i gambi degli asparagi selvatici e i piselli in una ciotola, condirli con un pizzico di sale, un filo d’olio e aceto balsamico secondo il vostro gusto. Aggiungere il riso venere e mescolare, dividere nelle ciotoline decorando con le fette di fragola e le punte degli asparagi. 11. AVENA CON FRAGOLE E FAGIOLINI http://straightedgefam.blogspot.it/2013/05/avena-con-fragole-e-fagiolini.html 1 tazza di chicchi d'avena già cotti 1 tazza abbondante di fagiolini già cotti 10 fragole grandi e mature 2 pomodori sodi abbondante prezzemolo tritato olio EVO succo di 1/2 limone sale marino integrale non raffinato Tagliate a tocchetti i pomodori e le fragole ben lavate. Metteteli in un'insalatiera insieme a tutti gli altri ingredienti. Condite con limone, olio, sale, e una generosa spruzzata di prezzemolo. Lasciate riposare al fresco qualche minuto prima di gustarla. Velocissima, colorata e dal sapore fresco e originale! 12. INSALATINA TIEPIDA DI FARRO, FAGIOLINA, LENTICCHIE E FRAGOLE http://sonciochemangio.blogspot.it/2013/05/insalatina-tiepida-con-farro-fagiolina.html 150 g di Fagiolina del Trasimeno 160 g di farro semintegrale bio 150 g di lenticchie di Castelluccio bio 6-7 fragole (bio purtroppo non le trovo...) 1 mazzetto di rucola bio 1 cucchiaio di tamari bio (senza glutine) 1 cucchiaio di olio evo spremitura a freddo bio 1 cucchiaino di acidulato di umeboshi sale fino iodato q.b. Avevo dal giorno precedente del farro lesso avanzato... ma se non ne avete lo potete preparare in anticipo :) Lessare insieme la Fagiolina del Trasimeno e le lenticchie, sciacquando prima il tutto sotto acqua fredda corrente per eliminare eventuale polvere o corpuscoli estranei. Entrambi questi tipi di legumi non necessitano nè di preammollo e nè di lunghi tempi di cottura e, infatti, li ho fatti andare (dal bollore) una 40na di minuti circa, spegnendo poi il fuoco e quando stiepidito, ho aggiunto il tamari come insaporitore (al posto del sale). Ho quindi scolato il liquido di cottura e tenuto da parte in una ciotola coperto con un piatto. Ho lavato e tagliato a cubotti le fragole, tenendone un paio da parte per la decorazione del piatto. Ho lavato e spezzettato a mano la rucola e quindi aggiunto fragole e rucola alla ciotola con i legumi e a questo punto pure il farro, condito con un cucchiaio di olio evo e quindi fatto il piatto disponendo l'insalatina nel coppapasta e decorando con una fragola tagliata a metà e ogni metà a sua volta tagliata a "ventaglio". 13. INSALATA FARRO FRUTTA E POLPO http://cindystarblog.blogspot.it/2013/05/insalata-di-farro-e-polpo-con-frutta-e.html 500 g di polpo già pulito 500 g di vongole 300 g di farro decorticato rucola 1 cestino di fragole grandi 3 kiwi 9 pannocchiette 2/3 cucchiai di mais in grani

2 carote prezzemolo tritato 1 spicchio di aglio 1 peperoncino rosso fresco una falda di peperone verde mezza mela granny smith semi di papavero olio extravergine di oliva succo di limone un goccio di vino bianco sale rosa dell'Himalaya pepe, facoltativo Frutta e verdura rigorosamente bio. Per cuocere il polpo: un paio di foglie di alloro, un pezzo di cipolla, mezza carota, mezza costa di sedano, mezzo bicchiere di vino bianco, qualche grano di pepe. Lessare il polpo in acqua bollente con i suoi aromi per mezzora. Prima di immergerlo completamente fargli fare 3 tuffi tenendolo per la testa e immergendo solo i tentacoli per farli arricciare bene, poi immergerlo completamente. Sentire con la forchetta se è cotto a puntino e morbido e scolarlo su un tagliere, lasciandolo intiepidire. Non lasciarlo raffreddare nella sua acqua di cottura altrimenti poi la pelle si stacca tutta, meglio mantenerla perchè dà sapore (però libera scelta perchè dipende dai gusti). Poi tagliarlo a pezzi, condirlo in una ciotola con un'emulsione di olio, succo di limone, sale e pepe e spolverare con poco prezzemolo tritato. Spesso congelo il polpo (anche solo per un giorno o due) perchè durante lo scongelamento le fibre muscolari si ammorbidiscono rendendolo tenero. Nel frattempo cuocere il farro in abbondante acqua salata per 30 minuti (oppure nel bimby: mettere il cestello, aggiungere tanta acqua che lo ricopra di un terzo, 8 min. 90° vel. 1, poi aggiungere un cucchiaino di sale e il farro, 30 min. 90° vel. 3 o 4). Scolare il farro su un vassoio e condirlo con un filo di olio, mescolarlo bene e aprirlo per farlo raffreddare. Pulire e tagliare le fragole a metà o a spicchi, tagliare i kiwi a rondelle, la mela con buccia a fettine, raccogliere in una ciotola e spruzzare con qualche goccia di limone. Tagliare qualche pannocchia a rondelle, tagliare il peperone verde e il peperoncino (pulito bene dai semi interni, troppo piccanti) a fettine, affettare con il pelapatate le carote e sbollentarle per qualche secondo in acqua salata raffreddandole immediatamente in acqua ghiacciata, quindi asciugarle su carta da cucina. Le vongole vanno preparate al momento di assemblare l'insalata: soffriggere lo spicchio di aglio e un cucchiaio di prezzemolo tritato in olio extravergine di oliva per qualche secondo, aggiungere le vongole (dopo averle fatte spurgare in acqua leggermente salata per qualche ora), rosolarle un attimo, aggiungere il vino e coprire per 5 minuti, finchè saranno completamente aperte, poi scoperchiare e far cuocere ancora a fiamma vivace per un paio di minuti, mescolando bene. In una ciotola riunire il polpo, la frutta, le verdure, il mais in grani, un po' di rucola spezzettata a mano, tre quarti del farro e condire con un'emulsione di olio, limone, sale e pepe. Sul piatto di portata fare un letto di rucola, mettere al centro il farro avanzato e disporre con cura l'insalata condita. Aggiungere le vongole e le pannocchiette avanzate per guarnizione. Il tocco in più: spolverare con una manciatina di semi di papavero. Primi piatti: 14. RISOTTO SPINACI, FRAGOLE E CACAO AMARO http://broccolocarota.wordpress.com/2013/05/05/risotto-alespinaci-e-fragole/ spinaci gambi per il brodo q.b. 100 gr. di foglie di spinaci 150 gr. di fragole 150 gr. di riso Carnaroli Riserva San Massimo sale marino integrale q.b. cacao amaro q.b. olio e.v.o. q.b. Questo risotto devi prepararlo con l’olio -no burro, no burro. Devi lavare gli spinaci, separare le foglie dai gambi che taglierai a tocchetti. I gambi li metterai in un pentolino con l’acqua salata e li farai cuocere. Pulisci le fragole, lavale sotto l’acqua corrente -no ammollo, no ammollo- e tagliale a pezzetti. Sei pronto? Nella pentola versa l’olio e buttaci il riso, mescola fino a quando vedi che il riso brilla. Ora aggiungi l’acqua in cui hai fatto cuocere i gambi, la usiamo come brodo, e sale, se necessario, fino a coprirlo. Comincia la cottura, mescola e aggiungi il brodo di spinaci quando occorre. A metà cottura buttaci dentro le foglie di spinaci, mescola sempre e tuffaci le fragole. Porta il riso a fine cottura, non temere lo sai che questo riso non è difficile da cuocere al punto giusto. Quando sarà cotto, aggiungi un filo d’olio, mescola ancora e lascialo riposare. Servilo in un piatto, spolverizzandolo con il cacao amaro. Decora con qualche foglia tenera di spinaci e fragole. Buon appetito!

15. BASMATI ASPARAGI E FRAGOLE http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/05/23/basmati-asparagi-e-fragole/ Ingredienti per due porzioni: 160 gr di riso basmati semintegrale 200 gr di fragole mezzo mazzo di asparagi verdi uno spicchio d’aglio un cucchiaio di olio evo sale e pepe q.b. Cuocere il riso come da abitudine, scolarlo bene e lasciarlo riposare mentre si prepara il condimento. Scaldare in una padella l’olio con lo spicchio d’aglio intero. Tagliare gli asparagi a pezzetti lunghi 3 centimetri e poi per il lungo e saltarli nell’olio aromatizzato in modo che rimangano al dente ma facciano un po’ di crosticina. Aggiungere un pizzico di sale. Lavare le fragole e tagliarle a pezzi piuttosto grossi. Sgranare il riso, saltarlo rapidamente nella padella degli asparagi avendo cura di togliere lo spicchio d’aglio. Spegnere il fuoco, mescolare con le fragole e lasciar riposare qualche minuto prima di servire con una spolverata di pepe nero. 16. RISOTTO ASPARAGI, NORI E FRAGOLE http://galline2ndlife.blogspot.it/2013/05/goccia-dopo-goccia.html 4 porzioni di riso integrale già cotto 150 g di asparagi ½ bicchiere di brodo,fatto con dado homemade ½ bicchiere di vino bianco 1 scalogno 4 cucchiaini di alga nori in fiocchi qualche fragola Sale marino integrale Pepe Olio evo Pulire gli asparagi,lavare e separare le punte, tagliare i gambi a rondelle sottili. Cuocere le punte al vapore finchè non diventano morbide, prendere la metà e frullare con 1 cucchiaio di olio, l'alga nori. Scaldare poco olio in una casseruola e fare appassire scalogno affettato e rondelle di asparagi. Aggiungere il riso e sfumare con il vino. Quando è evaporato aggiungere brodo e cuocere girando con un cucchiaio di legno fino a che il riso risulti all'onda. Spegnere, mantecare con la crema di asparagi e nori, unire fragole e punte di asparagi. Servire caldo Secondi: 17. MISTICANZA CON FILETTO DI TROTA AFFUMICATA MIRTILLI E FRAGOLE http://inviaggioincucina.blogspot.it/2013/05/misticanza-con-filetto-di-trota.html Ingredienti per due persone: 100 gr di misticanza 200 gr di filetto di trota salmonata affumicato 7 fragole 12 mirtilli neri 2 cucchiaini di semi di sesamo 1 cucchiaino di semi di senape 3 cucchiai di olio evo 1 cucchiaio di aceto di mele 1 cucchiaio di succo di limone 1 cucchiaio di salsa di soia bio Lavate bene e asciugate la misticanza, le fragole e i mirtilli. Fate tostare i semi in un pentolino su fiamma vivace fino a che non comincerete a percepire il profumo fragrante e un leggero scoppiettio, quindi trasferiteli subito in una piccola ciotola. Su un ampio piatto piano fate un letto con la misticanza, adagiateci sopra il filetto di trota tagliato a pezzi non eccessivamente piccoli, i mirtilli, le fragole a spicchi e cospargete di semi tostati.

Unite l'olio all'aceto, al succo di limone e alla salsa di soia, fate un'emulsione sbattendo il tutto con una forchetta fino a che non otterrete un liquido denso e omogeneo. Con un cucchiaino distribuite l'emulsione sull'insalata. Contorni: 18. INSALATA DI FAVE E FRAGOLE CON PISTACCHI http://briggishome.wordpress.com/2013/05/01/salutiamoci-di-maggio-le-fragole-it/ fave fresche fragole insalata cetriolo cipolla rossa cipollotto pistacchi per la vinaigrette: olio extravergine di oliva succo e scorzetta gratuggiata di limone pepe fresco macinato sale* Preparate la vinaigrette emulsionando tutto e lasciate riposare. Sgranate le fave e tenete i baccelli da parte. Risciacquate le fave e cuocetele a vapore con qualche erbetta fresca per qualche minuti. Devono rimanere croccanti. Scolate a lasciate raffreddare. Tagliate cipolla, cipollotto e cetriolo a fettine sottili. Lavate, asciugate e tagliate l’insalata** Tritate una manciata di pistacchi grossolanamente. Lasciate qualcuno per la decorazione. Lavate le fragole velocemente sotto l’acqua corrente e tagliate a quarti. Mescolate tutti gli ingredienti. Versate sopra la vinaigrette e cospargete con i pistacchi tritati. Servite subitissimo!! 19. FRESCA INSALATA TRICOLORE http://golositavegane.blogspot.it/2012/06/fresca-insalata-tricolore.html fragole pomodori datterini zucchine germogli di soia germogli di ravanello limone sale olio evo semi di papavero Pulite e tagliate le fragole, i pomodori e le zucchine. Aggiungete dei semi di soia e di ravanello fatti germogliare amorevolmente. A parte fate un’emulsione con olio, limone e sale da versare sopra l’insalata. E per finire spolverate il tutto di semi di papavero. 20. FRAGOLE IN INSALATA http://golositavegane.blogspot.it/2012/05/fragole-in-insalata.html fragole pomodori datterini ananas germogli di soia germogli di ravanello semi di papavero limone sale integrale

olio evo Pulite e tagliate le fragole, i pomodori e l’ananas. Aggiungete dei germogli di soia e dei germogli di ravanello fatti germogliare preferibilmente in casa propria! A parte preparate il condimento con olio, limone e sale da versare sopra l’insalata. Infine cospargere di semi di papavero. 21. INSALATA DI FRAGOLE E VALERIANA CON DRESSING DI SENAPE http://www.ilgiardinodipietra.com/2013/05/insalata-di-fragole-e-valeriana-con.html Valeriana pulita fragole dolci e mature nocciole un pugnetto mezza mela acidula Per il dressing: sale, pepe un cucchiaino di senape di Dijone olio Evo due cucchiai un cucchiaio d'acqua un cucchiaino d'aceto di mele o bianco o un cucchiaio di limone Pulite e tagliate frutta e verdura. Mescolate bene senape, sale e aceto. Aggiungete olio ed acqua. mescolate energicamente. Come per magia otterrete un'emulsione morbida ma spessa: distribuitela sull'insalata. L'accostamento produce un risultato equilibrato fresco e leggermente acidulo.

22. SHRIKHAND http://acquavivascorre.blogspot.it/2013/05/fragole-senza-zucchero-una-bella-sfida.html 250 gr. di fragole 400 gr. di yogurt naturale compatto (*) 5 pistilli di zafferano 2 bacche di cardamomo 1 cucchiaino di petali di rosa esiccati (oppure freschi, di una rosa non trattata) 2 prugne secche (oppure 1 grosso fico o 3 datteri) 1 cucchiaio di pistacchi sgusciati 1/2 cucchiaio di mandorle sgusciate ma con la pellicina Versare lo yogurt in un colino foderato con una tela fine, mettere il tutto in un contenitore ermetico di cui il colino non tocchi il fondo, chiudere e lasciar scolare in frIgo per almeno 12 ore, ma anche 24, fino ad ottenere una crema molto compatta, tipo un formaggino. Tritare molto finemente le fragole (tranne un paio per decorare) ma non frullarle, in modo che mantengano un minimo di consistenza, raccoglierle in un colino fine e mettere anche quello in frigo dentro un contenitore ermetico per un paio di ore. Avevo in mente di usare delle prugne secche come doclificante ma mi sono accorta solo all'ultimo di non averne in casa. Ho pensato: fichi secchi... ma mancavano pure quelli! Ho ripiegato su dei datteri; la dolcezza è arrivata lo stesso, ma probabilmente con le prugne il sapore sarebbe rimasto meno "pastoso" e più articolato. Tritare grossolanamente i datteri o il frutto prescelto, eliminando l'eventuale nocciolo; sbriciolare delicatamente gli stimmi di zafferano ed i petali di rosa; pestare le bacche di cardamomo e liberarle della scorza, quindi riunire tutto in una ciotolina. Versarvi sopra 2 cucchiai di acqua bollente, coprire e lasciare in infusione almeno un'oretta, fino a che si è tutto gonfiato ed ammorbidito. Pestare il composto in un mortaio fino ad ottenere una pasta uniforme e profumata. Miscelare a questo punto alla crema di yogurt le fragole ben scolate e la pasta di datteri, mescolare molto bene e tenere in frigo un'ora o due prima di servire, in modo che i sapori possano amalgamarsi alla perfezione. Nel frattempo tritare grossolanamente mandorle e pistacchi e tostarli trenta secondi in un padellino antiaderente ben caldo, lasciando poi raffreddare.; affettare finemente le fragole tenute da parte. Al momento di servire dividere lo shrikhand in coppette individuali e decorare con la frutta secca tostata, le fragole tenute da parte tagliate a fettine e (se ci si ricorda di tenerne da parte un paio e non sono finiti tutti nello shrikhand, come è successo a me), qualche petalo di rosa.

23. INSALATINA FAGIOLINI E FRAGOLE http://galline2ndlife.blogspot.it/2013/05/goccia-dopo-goccia.html 200 g di fagiolini lessati Valerianella a piacere Fragole Senape Succo di un limone Olio extravergine d'oliva Sale marino integrale Lavare l'insalata. Tagliare a tocchetti i fagiolini e a pezzetti le fragole. Mischiare tutti i vegetali Sciogliere un cucchiaino di senape nel succo di limone Condire con la salsina di senape, olio e sale Tutti gli ingredienti utilizzati sono biologici o biodinami 24. INSALATINA ZUCCHINE E FRAGOLE http://ilmondodici.blogspot.it/2013/05/insalatina-fresca-di-zucchine-e-fragole.html zucchine fresche e ben dure; fragole fresche non trattate; limone bio o non trattato; zenzero fresco; roselline del Marocco secche; sale marino integrale; olio EVO (ligure, fruttato e leggero); pepe nero o rosa (opzionale) Dosi a piacere Tagliare a julienne le zucchine fresche ben lavate, metterle a marinare in fondo all'insalatiera con il succo di limone, aggiungere poi un filo di olio EVO, un pochino di sale, zenzero fresco, roselline del Marocco sbriciolate e se volete anche una macinata appena accennata di pepe nero (o rosa). Per ultime aggiungete le fragole tagliate a pezzi piccoli. La vostra insalatina fresca è pronta! Perfetta per aprire un pasto leggero e ...primaverile! (confidiamo nell'arrivo della primavera...) 25. INSALATINA DI POMODORI E FRAGOLE http://cindystarblog.blogspot.it/2013/05/insalata-di-fragole-e-pomodori.html?m=1 250 g di fragole mature pomodori datterini maturi(oppure 4 pomodori rossi a grappolo) 1 lime mezzo peperoncino fresco piccante mezzo spicchio di aglio coriandolo o prezzemolo (oppure basilico) olio extravergine di oliva sale Se si usano i pomodori a grappolo, sbollentarli in acqua bollente, poi metterli subito in acqua fredda, pelarli, tagliarli a spicchi ed eliminare i semi. Per i pomodorini datterini tagliarli semplicemente a metà dopo averli lvati ed asciugati. Lavare delicatamente le fragole, pulirle e tagliarle a metà o a fettine se sono grandi Tritare finemente il peperoncino (privato dei semi) con l'aglio e le foglie di coriandolo/prezzemolo. Riunire tutto in una ciotola, condire col succo del lime, l'olio, sale e pepe. Lasciare riposare la salsa in frigo, coperta da pellicola, per un paio di ore per farla insaporire bene. Servire poi con pane abbrustolito.

Dessert: 26. FAGOTTINI DI CREPES RICOTTA DI SOIA E FRAGOLE http://peanutincookingland.blogspot.it/2013/05/ce-poco-da-fare-nulla-e-comparabile.html

(per due persone) farina semi-integrale biologica: 30 g farina di riso/fecola di patate/amido di mais: 20 g latte di riso: 100 ml vaniglia in polvere: la punta di un cucchiaino olio extravergine d'oliva: 1 cucchiaio malto di riso bio: 2 cucchiai fragole: una ventina ricotta di soia**: 125 g circa succo di limone **prima occorre aver preparato la ricotta di soia, per la quale vi servono: latte di soia al naturale, non addizionato di vitamine o aromi: 1 litro succo di limone filtrato o aceto di mele bio: 3 cucchiai un colino a maglie fitte Molto semplice! Mette a bollire il latte in una pentola capiente e quando comincia a essere caldo ponete sul fuoco anche l'aceto con circa sei cucchiai di acqua. Se questo arriva a bollore prima, abbassate il fuoco e continuate a far sobbollire. Appena comincia a bollire il latte, spegnete il fuoco e versate la miscela di aceto e acqua, mescolate rapidamente con un cucchiaio di legno. Ecco che i fiocchi di cagliata cominciano a comparire. Salateli a piacimento, quindi potete fare in due modi:o far raffreddare il tutto e scolarlo direttamente nel colino oppure prelevare i fiocchi con una schiumarola e adagiarli in una fuscella da ricotta o nel colino. Recuperate il liquido che vi rimane e ripetete il procedimento con altro aceto, magari passandola poi sotto l'acqua per eliminarne un eventuale retrogusto. Fatela scolare per almeno una notte prima di mangiarla. 27. BUDINO DI CREMA E FRAGOLE http://galline2ndlife.blogspot.it/2013/05/caro-blogghino.html per la base: biscotti vegani senza zucchero

per la crema: 300 gr di latte di riso 3 cucchiai di farina di riso 1 cucchiaio di amido di mais 3 cucchiaio di malto di riso 1 punta di curcuma 1\2 cucchiaino di vaniglia in polvere 20 gr di silktofu* 1 pizzico di sale marino integrale

per la salsa di fragole: 300 gr di fragole 120 gr di succo di mela 1 cucchiaio di kuzu* Mescolare le farine con l'amido e il sale, unire il latte di riso poco alla volta e girare con una frusta per non formare grumi. Unire il malto e portare ad ebollizione, quindi cuocere per 10 minuti. A fine cottura far raffreddare la crema e quindi unire il silktofu e omogenizzare il tutto con un frullatore ad immersione. Tagliare le fragole a pezzetti. Sciogliere il kuzu nel succo di mela e scaldare, quando inizia ad addensare unire le fragole e cuocere per due minuti. Lasciare raffreddare, girando di tanto in tanto. Ora comporre il dolce: bagnare i biscotti in un po' di succo di mele e disporli sulla base di una pirofila. Coprire con metà della crema e fare un secondo strato di biscotti e crema. Quindi versare la salsa di fragole. Tenere al fresco fino al momento di servire. 28. PASTICCINO RAW ALLE FRAGOLE http://ilmondodici.blogspot.it/2013/05/pasticcino-raw-alle-fragole-e-dessert.html Ingredienti (per 12 pasticcini): - 12 belle fragole di piccola dimensione + altre 6/12 a seconda della dimensione, non trattate e a "km pochi" (come vi suggerivo anche ieri, preferite quelle italiane se vivete in Italia); - mezza mela gialla; - 100 grammi di granella di mandorle; - 6 cucchiaini rasi di concentrato di dattero o malto (indicativamente); - 2 prese di cannella; - un'altro po' di malto per "laccare"; - olio vegetale (per esempio di girasole) per ungere gli stampi (pochissime gocce). Vi serviranno anche: - piccoli stampi in silicone (vanno benissimo quelli per fare i minimuffins ma anche i cioccolatini, meglio se singoli, della forma che preferite - io li ho usati rotondi e a cuore), oppure dei taglia biscotti; - pennello in silicone Tempo necessario: 20 minuti (+ 2 ore di riposo in frigo se li vogliamo far diventare semifreddi). Preparazione: Procuratevi (o preparate) della granella di mandorle (o nocciole, ma io preferisco decisamente le prime), da amalgamare in un piccolo vasetto a un paio di cucchiai alla volta con il concentrato di dattero (o il malto) e un pochino di cannella, fino ad ottenere una buona consistenza. Distribuire un cucchiaino di composto sul fondo dello stampino spennellato con un po' di olio vegetale (il più leggero che avete in casa, deve esser insapore) e schiacciare bene sagomando in modo da lasciare lo spazio per contenere la crema di fragole. Passare in freezer qualche minuto mentre proseguite con la preparazione per ottenere un risultato migliore .Frullare intanto le fragole meno belle insieme alla mela e un pochino di cannella fino ad ottenere una mousse dalla consistenza solida.Sgusciare le basi dei pasticcini dagli stampi e mettere un cucchiaino (o meno, a seconda della dimensione degli stampini) di mousse e quindi una fragola sopra. Se volete un risultato più dolce spennellate con un po' di malto la fragola. Il pasticcino è pronto! 29. TAPIOCA PUDDING AL CARDAMOMO E VANIGLIA CON FRAGOLE ALLO ZENZERO http://www.paciocchidifrancy.com/2013/05/di-regressioni-o-invecchiamenti-e-di-un.html Ingredienti per 2 persone 40 gr di tapioca in perle 200 ml di latte vegetale 1 bacca di cardamomo 1 baccello di vaniglia 1 cucchiaio di malto d’orzo bio

fragole zenzero in polvere Preparazione Mettete a bagno in acqua le perle di tapioca per un’oretta, quindi scolatele e lavatele. Mettete il latte in un pentolino, aggiungete le perle, i semini di cardamomo e la polpa grattugiata del bacello di vaniglia. Fate bollire fino a quando le perle saranno diventate traslucide e il composto si sarà addensato. Togliete i semini del cardamomo e trasferite in bicchierini. Mettete in frigo. Poco prima di servire lavate e pulite le fragole, talgiatele a pezzeti piccoli, quindi conditele con poco zenzero in polvere. Disponetele sui bicchieini e servite. 30. BICCHIERINI DI FRAGOLE E CREMA BIANCA http://www.goccedaria.it/item/bicchierini-di-fragole-e-crema-bianca.html ingredienti per la crema bianca: 500 ml di latte vegetale (io ho usato riso, va benissimo anche avena o mandorle o miglio) 3 cucchiai di malto di riso 1 cucchiaio di olio evo 1 pizzichino (davvero ino) di sale 1/4 di cucchiaio di agar agar 1 cucchiaio colmo di amido di mais ingredienti per la salsa di fragole: 150 gr di fragole bio uno spicchio di limone 1 cucchiaio di malto di avena o di riso per completare: 10 fragole In un pentolino versare il latte vegetale e l'amido di mais e scioglierli per bene. Aggiungere il malto e il sale e mettere sul fuoco. Quando bolle aggiungere l'agar agar e l'olio. Mescolare e lasciare bollire fino ad ottenere una crema morbida non troppo densa. Spegnere e lasciar raffreddare mescolando ogni tanto. Nel frattempo preparare la salsa di fragole, tagliandole a pezzetti piccoli. Irrorare con il succo di limone, aggiungere il malto e mescolare. Schiacciare con una forchetta le fragole. Tagliare le 10 fragole a spicchi e tenere da parte. Assemblare nei bicchieri o ciotoline versando un primo strato di crema bianca, un successivo strato di salsa di fragole, un secondo strato di crema e infine disporre le fragole a spicchi a forma di di fiore. Lasciare raFfreddare a temperatura ambiente e successivamente in frigo. 31. MOUSSE DI FRAGOLE http://ravanellocurioso.wordpress.com/2013/05/07/fragoliamoci/ 1 kg di yogurth di soia bio 4 C abbondanti di malto di riso bio 1/2 limone bio spremuto 250 gr di fragole bio tagliate a cubetti piccolissimi 1 pizzico di sale integrale bio Da preparare tre giorni prima: mescolare tutti gli ingredienti ed assaggiare; se amate il dolce “più dolce”, aggiungete pure qualche ulteriore C di malto di riso. Mettere a scolare il vostro caprino dolce in frigo per 3 giorni. Per i dettagli, vi rimando al post dedicato al mitico Caprino Veg. Il liquido che si depositerà sul fondo non va buttato; è delizioso ed in questa stagione va giù che è una meraviglia e disseta golosamente. Ingredienti per la cremina di fragole: 250 gr di fragole bio 1 C di limone bio 1 pizzico di sale integrale

malto di riso facoltativissimo ed a gusto Tagliare grossolanamente le fragole, avendo cura di conservare qualche calotta per il decoro del dolce. Frullare tutti gli ingredienti nel boccale del minipimer, fino a quando otterrete una bella crema uniforme dal colore rosso vermiglio. Potete servire la vostra mousse in cocottine, decorandola con le calotte delle fragole ed accompagnandola con tanta salsa rossissima; in alternativa vi suggerisco di ricoprire la mousse con uno strato abbondante di salsa … vedrete che meraviglia, quando il cucchiaio affonderà … … 32. SPIEDINI DI FRAGOLE CON CAPPUCCIO DI CIOCCOLATO http://blog.giallozafferano.it/incucinaconilnaturopata/spiedini-di-fragole-con-cappuccio-di-cioccolato/? doing_wp_cron=1368379486.5768280029296875000000 Ingredienti per 4 spiedini (16 fragole): Fragole, 16 Kiwi, 2 Cioccolato fondente, 50 gr Latte di soia o acqua, 1 cucchiaio scarso

Lavate le fragole, eliminate le foglie e asciugate molto bene i frutti. Spellate i kiwi e tagliateli a quadrotti di 2 cm lato. In una casseruolina, mettete il cioccolato e bagnatelo con poca acqua o latte, fatelo sciogliere a fiamma bassissima sul fornello piccolo, mescolando accuratamente. Quando il cioccolato sarà completamente sciolto e quindi cremoso intingete la punta delle fragole, fino a metà frutto, nel cioccolato. Mettete la fragole su un piattino con la punta rivolta verso l’alto e fate raffreddare il cioccolato. Infilate, alternandoli, kiwi e fragole con la punta rivolta verso l’alto su uno stecchino da spiedini e servite. 33. MINIDESSERT DI FRAGOLE http://ilmondodici.blogspot.it/2013/05/minidessert-di-fragole-freschi.html fragole fresche, possibilmente non trattate; mela gialla; mandorle, tritate e in scaglie; un po' di concentrato di dattero (100% frutta, si trova nei supermercati biologici o nelle erboristerie più fornite e ha un prezzo contenuto) o di malto (io uso quello di riso perchè qui quello di orzo, il migliore per le sue qualità, risulta troppo forte come gusto); uno o più tra: cannella, vaniglia, menta o zenzero. Preparazioni

Il primo è quasi un "chupito" in versione salutista e per tutti (bimbi, donne in dolce attesa, persone a dieta compresi... ;) ), da servire nei tipici bicchierini ma da gustare con il cucchiaino lentamente. L'ho composto mettendo sul fondo un po' di granella di mandorle, con giusto una goccia una di malto, ho poi aggiuntoun po' di frullato di mela e fragole, bello denso, intervallando a strati con fettine di fragola, scagliette di mandorle e una spoleverata di cannella per concludere. Si potrebbero mettere delle foglioline di menta al posto della cannella, o un po' di vaniglia Bourbon nel frullato, o zenzero se si vuole una gusto particolarmente fresco e un effetto digestivo. La seconda opzione è un piccolo sorbetto in forma di pasticcino, identici ingredienti, identica preparazione, usando uno stampino in silicone da pasticcino o minimuffin, un passaggio al freddo per una o due ore, non di più - o sarà difficilissimo mangiarlo - salvo la laccatura finale con un po' di malto una volta tolti dal freezer. L'intento è portare la primavera in tavola e con lei la leggerezza.

34. CROSTATA COCCO E FRAGOLE http://broccolocarota.wordpress.com/2013/05/12/tanti-auguri-mamma/ Per la pasta: -150 gr. farina di kamut -70 gr. olio di riso -50 gr. concentrato di datteri Per la salsa: -20 gr. malto di riso -190 gr. latte di cocco

-6 gr. Agar-agar -cannella in polvere q.b. -fragole per decorare Miscelare l’olio con il concentrato di datteri. Versarlo nella farina, mescolare e impastare. Stendere nello stampo aiutandovi con le dita. Io ho usato uno stampo da 22 cm. Cuocere in forno a 160°-180°C. Versare il latte di cocco in un pentolino, aggiungere il concentrato di datteri e mescolare. Aggiungere la cannella in polvere e mescolare. Aggiungere l’agar-agar e mescolare. Scaldare fino ad amalgamare il tutto. Riposare in frigorifero lasciandolo raffreddare. A torta fredda, sbriciolare la salsa e sistemarla sopra la torta, decorare con le fragole. Lasciar riposare ancora un poco in frigorifero. 35. BUDINO DI TAPIOCA CON FRAGOLE E MELE (VERSIONE ADATTATA PER SALUTIAMOCI) http://satsuki511.blogspot.it/2013/05/tapiocando.html per la composta di mele 3 mele Granny Smith, Pink Lady o Renette medie, a fettine succo di mela al 100% non zuccherato q.b. solo qualche goccia di limone 1/2 stecca di vaniglia, semi inclusi 1 stecca di cannella 2 cucchiai di uvetta 2 cucchiai di albicocche secche a pezzetti (omesso, non le avevo)

per il budino: 4 1/2 tazze (1.125 L) latte di riso e mandorla non zuccherato 1 stecca di vaniglia 1 stecca di cannella (della composta) 1/4 cucchiaino di sale 150 g di perle di Tapioca mandorle tritate per guarnire fragole q.b. succo di mela non zuccherato q.b. qualche goccia di succo di limone, q.b.

Qualche ora prima, preparate la macedonia di fragole con il succo di mela e qualche goccia di limone. Preparate la composta: cuocete gli ingredienti previsti e un po' del succo delle fragole a fiamma media, mescolando di tanto in tanto, per 10-20 minuti o fino a quando le mele non sono tenere ma non sfatte e i liquidi sono evaporati. Togliete il tegame dal fuoco. Rimuovete cannella e vaniglia. Conservate la cannella per il tapiotto. Preparate il risotto *tapiotto*: in un piccolo tegame, unite il latte, la vaniglia e i suoi semi, la cannella e il sale. Fate riscaldare a fiamma medio-alta, ma senza far bollire. Riducete la fiamma al minimo e mantenete il composto ottenuto tiepido mentre cuocete il risotto tapiotto. In un tegame medio, aggiungete circa una tazza (125 ml) del composto di latte tiepido al riso alle perle di tapioca. Cuocete a fiamma medio-bassa, mescolando continuamente per 2 minuti, fino a quando il composto inizi ad addensarsi. Aggiungete 1/2 tazza il resto del latte e continuate a cuocere mescolando continuamente, fino a quando il riso risulta al dente le perle di tapioca sono pronte (iniziano cioè a diventare traslucide e risultano morbide) e tutto il liquido è stato assorbito. Saranno necessari circa 20-25 minuti; ma ammetto di non ricordare i tempi precisi, io vi consiglio quindi di seguire le indicazioni di Rosa; se i tempi non dovessero essere sufficienti, andate ad occhio. Togliete il tegame dal fuoco. Otterrete un composto cremoso, che però si addenserà una volta freddo. Se dovesse essere necessario, aggiungete un altro po' di latte. Servite il risotto tapiotto in una ciotola o in un bicchiere Aggiungete le fragole, aggiungete un altro po' di perle di tapioca e terminate con la composta di mele e una spolverata di pistacchi mandorle tritate. Conservate in frigo i bicchierini rimasti.

36. DOLCI COLAZIONI ALLE FRAGOLE! http://ilmondodici.blogspot.it/2013/05/fragole-per-la-colazione-ideale.html La mousse è semplicemente fatta con fragole (e/o altra frutta di stagione, ovviamente!) e una mezza mela per porzione. La mela da corpo alla mousse e fa sì che si possa preparare anche la sera prima o per due giorni di fila e risparmiare tempo al mattino, oltre ad essere un toccasana e buonissima. :) A volte aggiungo latte di riso, sia mentre frullo, sia a raso, se voglio giocare con i colori. A volte aggiungo yogurt di soia. A volte aggiungo un mix acquoso fatto da un po' di yogurt di soia e di latte di riso. Uno yogurt in senso vero e proprio, ci spiegava Annalisa, viene solo con il latte di soia, per cui per variare i cereali io alterno le colazioni in questo modo. 37. RAW CHEESE-CAKE ALLFRAGOLE http://golositavegane.blogspot.it/2013/05/raw-cheesecake-di-fragole.html Ingredienti per la base - 3 datteri - una manciata di mandorle - 1C di semi di sesamo - 1C di olio evo Ingredienti per la crema - 200g di anacardi - 4 fragole + 5 per la decorazione - sale integrale Ingredienti per la salsa - 5 fragole - menta fresca Per la base frullate per bene tutti gli ingredienti (le quantità dipendono dalla grandezza della base e da quanto alta la volete), mettete l’impasto sul piatto da portata dentro il coppapasta che serve per dare la forma al dolce. Mettete in frigo. Per la crema mettete gli anacardi, coperti da acqua, in frigo per tutta la notte (qui la ricetta del formaggio salato di anacardi), quindi frullateli senza l’acqua, aggiungete le fragole fresche ed un pizzico di sale per esaltare i sapori e frullate ancora, verificate quanto risulta morbida la crema, se serve aggiungete un goccio dell’acqua di ammollo, altrimenti va bene così. Versate la crema sopra la base e lasciate in frigo (se la crema è troppo morbida potete anche mettere il dolce in freezer per una decina di minuti). 38. BIO-DESSERT ALLE FRAGOLE http://nsugarplease.blogspot.it/2013/05/dessert-alle-fragole-100-bio.html Ingredienti per 4 porzioni: - 500 ml di latte di riso alla mandorla bio (questo) - 6 g di agar agar in polvere - 350 g di fragole - 3 cucchiai di malto di riso - 1 limone Preparazione: Lavare le fragole con il picciolo (altrimenti assorbiranno l'acqua durante il lavaggio), mondarle e tagliarle a tocchetti, lasciandone da parte qualcuna per decorare, e spremere il succo di mezzo limone (1). Aggiungere un cucchiaio di malto di riso (2) e aspettare che le fragole rilascino il sughetto...il malto di riso che ho utilizzato è questo QUI. Ha un alto potere dolcificante, infatti ne basta poco.

39. MUFFINS DI RISO, FRAGOLE E PINOLI http://galline2ndlife.blogspot.it/2013/05/a-causa-della-pioggia-dicono.html 250 gr di farina di riso integrale 50 gr di farina di tapioca ( o di amido di mais) 80 gr di uvetta 1 bustina di cremortartaro sale 150 ml di latte di soia 150 ml di succo di mela 30 gr di olio extravergine d'oliva 10 fragole 30 gr di pinoli 1 pizzico di sale marino integrale

1. Miscelare le parti secche: la farina di riso, la tapioca, il pizzico di sale e il cremortartaro. 2.Con un frullatore ad immersione frullare l'uvetta, dopo averla sciacquata abbondantemente in acqua calda, con l'olio e il latte di soia. 3.Unire il composto alle farine e mescolare, unendo il succo di mele fino ad ottenere un composto fluido. 4. Lavare e tagliare a pezzetti le fragole. Unirle con i pinoli all'impasto. 5.Versare il composto negli stampi da muffin, ben oliati e infarinati. 6.Cuocere per 25 minuti in forno caldo a 180° funzione statico. (Fare la prova stecchino)

40. ZUPPETTA DI FRUTTI ROSSI CON DUMPLINGS DI FRAGOLE http://sognigolosi.blogspot.it/2013/05/le-37-sfumature-del-rosso.html Per i Dumplings 8 fragole medie mature 300 gr. di yogurt di soia naturale 80 gr. di semolino di riso integrale 2 C di riso integrale già cotto e morbido 2 C di farina di cocco + 4 C a parte per decorare 20 gr. di farina integrale 40 gr. di olio di girasole 100 gr. di malto di riso un pizz. di sale fino un pizz. di vaniglia la buccia di mezzo limone Per la zuppetta 400 gr. di fragole mature 100 gr. di lamponi maturi qualche rametto di ribes rosso 2 C di malto di riso 2 C di yogurt di soia naturale

Per prima cosa, scolare il siero dallo yogurt per due ore, versandolo in un colino foderato con un telo (non profumato) di garza di cotone; la consistenza dovrà essere asciutta ma ancora cremosa. Lavare le fragole, poi eliminare la parte verde; tenendo le 8 a parte e tagliando a spicchi le altre, versarne 2 terzi (le altre resteranno crude) in un tegame con 2 C di malto, un pizz. di sale e di vaniglia e mescolare; lasciare riposare per almeno 30 minuti. Versare in una ciotola lo yogurt colato, il riso schiacciato con una forchetta, la farina di cocco, la farina integrale e il semolino di riso. Aggiungere un pizzico di sale, la buccia di limone e il malto e mescolare accuratamente con un cucchiaio di legno, fino a ottenere un composto omogeneno e compatto, non troppo asciutto. Formare una palla, avvolgerla in pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per 45 minuti. Trascorso il tempo di riposo, suddividere l'impasto in 8 palline, schiacciarne una alla volta sul palmo di una mano, formando un tondo, sistemarvi al centro una fragola e chiudere l'impasto attorno a essa, compattando delicatamente con le mani umide, fino a ottenere una sfera; mettere da parte. Portare a bollore abbondante acqua leggermente salata, unire 3 cm. di buccia di limone, abbassare la fiamma e versare i dumplings lasciandoli cuocere per 10 minuti sobbollendo nell'acqua. Nel frattempo tostare i quattro cucchiai di cocco in una padella, su fiamma bassa, facendo attenzione a non farlo bruciare. Portare a bollore anche le fragole e cuocere a fiamma vivace per 5 minuti scarsi. Con una schiumarola scolare le fragole e distribuirle in un piatto concavo o in ciotole. Immergere i dumplings nel "brodo di fragole", poi passarli nel cocco precedentemente tostato e sistemarli sul letto di fragole scottate. Distribuire i lamponi, il ribes e le fragole crude tenute da parte, irrorare il tutto con il brodo sciroppato e decorare qua e là con lo yogurt di soia. 41. FRAGOLE CON CREMA AL LATTE DI MANDORLE E PINOLI http://cinciadelbosco.blogspot.it/2013/05/fragole-con-crema-al-latte-di-mandorle_17.html Ingredienti: 500 gr. di fragole 180 gr. mandorle pelate 20 gr. di pinoli + 2 cucch. per la decorazione (1 lt. di acqua) 50 gr. di farina grano tenero tipo 2 4 cucch. di succo di mela concentrato 3 cucch. di farina di carrube

La sera prima ho messo a bagno le mandorle e i pinoli in 200 dl. di acqua, al mattino ho aggiunto altri 800 dl. di acqua, frullato e filtrato. Non ho aggiunto sale e devo dire che il pinolo gli da quel gustino in più, mi pare non ce ne sia bisogno. Se volete delle perfette istruzioni per fare il latte di mandorle, vi consiglio quelle del ravanello curioso (e simpatico). Altrimenti potrete comprarlo già fatto, ma vi perderete il tocco del pinolo! Molto buono questo latte, un semplice frullatino di questo con le fragole sarà buonissimo, penso che lo proverò. Per la crema: porre la farina in pentola e tostarla leggermente, aggiungere a poco a poco il latte, ottenuta una crema densa unire la farina di carruba e il restante latte. Rigirare sul fuoco fino a quando bolle e cuocere per cinque minuti. Spegnere, unire due cucchiai di succo di mela concentrato. Sul barattolo dell'addensante alla carruba, consigliavano la dose di 2 cucchiaini per 0,51 Lt. quindi avrei potuto aggiungerne ancora uno, ma non conoscendo l'effetto ho preferito essere cauta dato che volevo ottenere una consistenza da crema e non da budino. Preparare le fragole a tocchetti e condirle con i restanti 2 cucch. di succo di mela conc., tenere da parte le fragole più belline per la decorazione. Io ho dovuto scegliere le più belle ed anche fotogeniche...ma ho beccato un cestino di fragole scompigliate e stravaganti, un po' deformi e ho dovuto fare una bella cernita! Disporre qualche cucchiaio di fragole nei bicchieri, coprire con la crema e decorare con le fragole belle e i pinoli precedentemente tostati. Con queste dosi potrete ottenere 6 bicchieri di fragole con crema al latte di mandorle e pinoli. 42. TORTA DI RISO CON CREMA DI FRAGOLE https://naturaementeincucina.wordpress.com/2013/05/18/torta-di-riso-con-crema-di-fragole/ Per la base della torta: 300 gr di riso semintegrale

1 litro di succo di mela 100 gr di malto di orzo 80 gr di nocciole 80 gr di uvetta cannella (facoltativo) buccia grattuggiata di mezzo limone Per la farcitura: 250 gr di fragole per la crema qualche fragola per guarnire 30 gr di amido di mais Utilizzare il più possibile prodotti biologici, senza conservanti, zuccheri aggiunti o altre sostanze chimiche.

Preparazione della base della torta: Lavare bene il riso Sminuzzare l’uvetta con un coltello Versare in un pentola il riso con il succo di mela e l’uvetta e portare ad ebollizione (lasciare un bicchiere di succo per le fragole). Quindi abbassare la fiamma, coprire la pentola e lasciare cuocere per circa 30-35 min Nel frattempo ridurre a granella le nocciole A cottura ultimata aggiungere al riso il malto, la granella di nocciole, una spolverata di cannella e la buccia grattugiata del mezzo limone (per le quantità assaggiate e aggiustate secondo il vostro gusto). Lasciare riposare per una decina di minuti Foderare una teglia di 24-26 cm con della carta da forno Versare il riso nella teglia e e con un cucchiaio livellare Mettere in forno già caldo a 190 gradi per circa 30 min Preparazione della crema di fragole: Durante la cottura del riso preparate la crema: lavare e pulire bene le fragole Mettere il frullato di fragole in un pentolino e portare a ebollizione Sciogliere l’amido in un po’ di acqua fredda e aggiungere alla crema di fragole. Abbassare la fiamma al minimo e mescolare per evitare che si attacchi. Cuocere per 5 min fino a che la crema non risulti più compatta e densa Togliere la crema dal fuoco e lasciare raffreddare Composizione Versare la crema di fragole sulla torta di riso e con una spatolina spalmare in modo uniforme Tagliare a spicchietti le fragole per la farcitura e decorare a piacere Lasciare raffreddare e .. Buon appetito! Proprietà di questa ricetta : questa torta è semplice e genuina. Può placare la voglia di dolce senza l’uso di burro, latte e zucchero. Ovviamente non abusate di malto, uvetta e nocciole! Varianti : non ho ancora provato, ma vorrei sperimentare con altri cereali. Il miglio si dovrebbe prestare bene. Mentre per la farcitura non c’è limite alla fantasia! 43. BUDINI DI FRAGOLE E MANDORLE http://latanadelriccio.wordpress.com/2013/04/26/budino-di-mandorle-e-fragole/ Ingredienti per 6 porzioni: 500 gr di latte di mandorla 1 cucchiaino di vaniglia in polvere 45 gr di maizena 90 succo concentrato mela 100 gr di yogurt di soia per completare: 4 fette di torta 250 gr di fragole 6 cucchiai di succo concentrato di mela qualche seme di sesamo nero

per la torta: 40 gr di farina di mais fioretto 60 gr di farina integrale 1 cucchiaino di bicarbonato 1 pizzico di vaniglia in polvere 125 gr di yogurt di soia 50 gr di succo concentrato di mela 25 gr di olio di mais Pulire le fragole e tagliarle a cubetti. Irrorarle con il succo concentrato di mela e lasciar riposare in frigo mentre si prepara il resto. Preparare la torta: mescolare tra loro le farine con il bicarbonato e la vaniglia. A parte miscelare yogurt, olio e succo concentrato di mela. Unire i due composti e versare in una teglietta già unta e infarinata. Cuocere a 180° facendo la prova stecchino per verificare la cottura. Stemperare la maizena con mezzo bicchiere di latte di mandorla. Quando è tutto ben amalgamato e senza grumi versare anche il succo concentrato di mela e mescolare bene. Nel frattempo scaldare il restante latte di mandorla e quando inizia a sobbollire abbassare il fuoco e versare il composto di maizena, continuando a sbattere con una frusta fino ad ottenere una crema abbastanza compatta. Spegnere il fuoco e lasciar intiepidire per 5 minuti prima di aggiungere lo yogurt. Lasciar poi raffreddare a temperatura ambiente mescolando di tanto in tanto. Prendere quattro bicchierini monoporzione ed alternare qualche fettina di torta inzuppata nel succo ottenuto dalle fragole, qualche pezzetto di frutto, la crema. Terminare con uno strato di crema e qualche pezzetto di fragola e spolverare con il sesamo nero. Riporre in frigo per qualche ora prima di consumare. 44 TORTA A CIOCCOLATO CON CREMA DI FRAGOLE http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/08/27/primo-compleanno-e-un-tortone-per-festeggiare/ Ingredienti per la base: 50 gr di farina di farro integrale 150 gr di farina 0 2 cucchiai di cacao 2 cucchiaini di cremor tartaro 2 cucchiaini scarsi di bicarbonato 1 cucchiaino di vaniglia in polvere 160 gr di latte di mandorle e cocco 130 gr di malto di riso 50 gr di olio evo 45 gr di okara di mandorle e cocco

per la crema: 30 gr di farina 0 15 gr di maizena 1 cucchiaino di agar agar 600 gr di latte di soia alla vaniglia 2 cucchiai di malto di riso

per la ganache al cioccolato: 100 gr di cioccolato fondente 85% 70 gr di latte di mandorle e cocco 1 cucchiaino di olio evo

per la finitura: 350 gr di fragole 100 gr di cioccolato fondente 85% 1 cucchiaino di olio evo qualche cucchiaio di latte di soia alla vaniglia qualche fogliolina di melissa

Miscelare in modo uniforme le farine, cacao, cremor tartaro e bicarbonato. Nel bicchiere del frullatore mixare il latte con malto, riso, olio, vaniglia e okara in modo che non rimangano grumi. Versare il composto liquido in quello secco e mescolare uniformemente. Oliare e infarinare una teglia a cerchio apribile di 20 cm di diametro, versare l’impasto della torta e cuocere in forno preriscaldato a 180° facendo la prova stecchino per verificare la cottura. Lasciar raffreddare completamente la torta prima di estrarla dallo stampo e tagliarla a metà. Preparare la crema: mescolare tra loro farina, maizena e agar agar. Aggiungere poco latte in modo da non formare grumi fino ad ottenere una pastella liscia. Sul fuoco scaldare il restante latte. Una volta che il latte comincia a sobbollire aggiungere anche il malto e la pastella di farina e continuare a mescolare per circa 4 minuti. Lasciar stiepidire. Foderare con la carta forno il fondo della tortiera, disporre una metà della torta e chiudere il cerchio apribile. Bagnare la torta con il latte di soia alla vaniglia e disporre parte delle fragole tagliate a metà. Versare la crema ormai tiepida sulle fragole e coprire con il secondo strato di torta. Bagnare nuovamente con poco latte di soia e disporre in frigo per una notte coprendo la torta con della pellicola trasparente. Il giorno successivo preparare la ganache: in un pentolino spezzetatre il cioccolato e versare il latte. Scaldare a fuoco bassissimo senza mai smetetre di mescolare. Una volta ottenuta una crema uniforme aggiunegre anche un cucchiaino di olio evo e continuare a mescolare in modo che si incorpori. Lasciar stiepidire. Prendere la torta e molto delicatamente toglierla dallo stampo ed adagiarla sul piatto da portata. Spalmare su tutta la sua superficie la ganache che, raffreddandosi, avrà raggiunto una consistenza cremosa. Nella crema al cioccolato rimanente intingere le restanti fragole ed adagiarle sulla torta fino a ricoprirla interamente. Mettere nuovamente in frigo a raffreddare per circa un’ora. Tagliare una striscia di carta forno lunga quanto il perimetro della torta ed alta circa 3 cm in più rispetto all’altezza della stessa. Sciogliere il restante cioccolato a bagnomaria, incorporare l’olio evo e spennellarne uno strato sottile sulla carta forno. Appoggiare con attenzione la carta forno su tutto il perimetro della torta e premere delicatamente con le mani in modo da farla aderire bene ed ottenere un leggero effetto stropicciato. Lasciar raffreddare in frigo. Prima di servire rimuovere molto delicatamente la carta forno dal cioccolato ormai indurito e guarnire con le foglioline di melissa. 45. KANTEN SUPER FRAGOLA http://blog.laviamacrobiotica.it/kanten-super-fragola/ Per 4-6 piccoli kanten: 250 g di fragole mature 200 ml di latte di mandorle 100 g di yogurt di soia bianco 2 cucchiaini rasi di agar agar in polvere (circa 4 g) 4 cucchiai di malto di riso 1 pizzico di sale marino integrale Per la guarnizione: 7-8 fragole 4-5 cucchiai di succo di mela limpido

Pulisci le fragole e tagliale a metà. Cuocile in un pentolino con il latte, il malto, l’agar agar e il sale per 5 minuti mescolando, finchè sono morbide. Frulla tutto con lo yogurt e trasferisci in stampini. Lascia raffreddare e metti in frigorifero un’oretta. Puoi servire i kanten da soli oppure puoi accompagnarli con qualche cucchiaiata di fragole tagliate a pezzetti e appassite in padella con un po’ di succo di mela limpido.

46. CROSTATINE FRAGOLE, RICOTTA E MIELE DI FICHI http://ricettealverde.blogspot.it/2013/05/crostatine-alle-fragole-ricotta-e-miele.html Ingredienti: Per la pasta 300 grammi di farina semi integrale 120 grammi di olio evo due cucchiaii di miele di fichi acqua fredda qb

Per la farcitura: 250 grammi di ricotta fresca di latte di capra due cucchiai di miele di fichi cicoccolato fondente a scaglie fragole (due circa per ogni crostatina)

Preparate l'impasto per la base mescolando velocemente in una terrina prima l'olio con la farina, poi il miele di fichi e un po' d'acqua fredda per ottenere un impasto liscio. Coprite con un panno e mettete a riposare in frigorifero per almeno mezzora. Prendete la pasta brisé e foderate dei pirottini ben unti d'olio; io ho usato quelli della nonna, in alluminio, credo abbiano intorno ai 100 anni ;)... e ne ho ottenuti 16. Forate la pasta con una forchetta e infornate a 200 gradi fino a quando non saranno leggermente dorati. Lasciateli raffreddare e intanto preparate la farcitura. Lavate e asciugate le fragole, tagliatele a fettine sottili e tenetele in uno scolapasta. In una terrina schiacciate la ricotta e amalgamatela con il miele e le scagliette di cioccolato. Quando i pirottini saranno raffreddati riempiteli con uno strato di fragole, la crema di ricotta e guarniteli con delle fettine di fragole. 47. PAN DI SAMBUCO E FRAGOLE http://sonoiosandra.blogspot.it/2013/05/pan-di-sambuco-e-fragole-lievitazione.html per 10 panini e un filoncino "brutto" 150 g. licoli attivo 150 g. farina integrale macinata a pietra 50 g. farina di farro integrale 90 g. farina di semola rimacinata acqua q.b. fiori di sambuco freschissimi un pugno di uvetta sultanina una decina di fragole biologiche (io del mio vasetto in giardino) semi di papavero setacciate le farine tutte insieme. cominciate ad impastare con il licoli e aggiungete acqua fino ad ottenere un impasto soffice ed elastico. lasciate riposare la pasta per una ventina di minuti. riprendete la pasta e continuate ad impastare aggiungendo i fiori sminuzzati di un paio di grappoli di fiori di sambuco. fate le pieghe e formate la pasta come ci insegna la nostra Sandrina (Dolce forno): dovete avere lo stesso amore che vedete in quelle mani che toccano il pane come per accarezzarlo, come per infondergli amore e sicurezza. Tenete presente però che il nostro impasto di oggi dovrà avre una consistenza più corposa e tosta e potrete non usare l'olio se non lo deriserate dato che l'impasto stesso non si attaccherà alle mani. Comunque, fate le piege, preparate la forma e mettetelo a lievitare dentro una ciotala in un canovaccio spolverato di farina, coprite e infilate nel forno con la luce accesa a lievitare per almeno 3/4 ore (fino al raddoppio). a questo punto prendete l'impasto e dividetelo in parti uguali con una spatola senza maneggiarlo tanto. ogni parte un panino. io ho fatto una decina di panini e ho lasciato un pezzo più grande per fare un

pane "brutto" come lo chiamava la mia nonna. La metà dei panini l'ho farcita con le fragole tagliate a piccoli pezzettini e un po' di uvetta sultanina sminuzzata. ho disteso la pasta, l'ho farcita e ho richiuso cercando di dargli la forma ripiegando gli angoli in sotto come fosse una pallina della pizza. ho coperto la placca del forno con la carta forno e ho messo sotto ogni panino un po' di semi di papavero. ho lasciato lievitare scoperti nel forno poco meno di un paio di ore. ho cotto a 180° per 18/20'. 48. CALIPPO ALLA FRAGOLA http://ravanellocurioso.wordpress.com/2013/05/22/calippo-fragola-per-salutiamoci/

100 ml di latte di riso bio 250 gr di fragole mature e bio Ridurre le fragole in purea con il robot da cucina ed aggiungervi il latte di riso; versare il tutto negli stampini del calippo. Mettere in congelatore per qualche ora; al momento di servire, passare qualche secondo sotto l’acqua calda per facilitare la fuoriuscita del ghiacciolo.OTTINI DI CRÈPES RICOTTA DI SOIA E FRAGOLE 49. PANCAKES ALLE FRAGOLE http://ilmondodici.blogspot.it/2013/05/pancakes-alle-fragole.html per l'impasto, contando per ogni porzione tre strati: 60 / 30 gr di farina integrale bio (nella mia c'era anche un po' di farina bio di segale macinata a pietra); 20 / 30 gr di farina 0; 120 - 125 gr di latte di riso bio (meglio ancora autoprodotto da riso bio); 2/4 gr circa (diciamo la punta di un cucchiaino da caffè) di una miscela di cremortartaro naturale, bicarbonato di sodio, vaniglia in polvere e amido di mais, a lievitazione rapida (trattasi di lievito naturale confezionato di nota marca bio, facilmente reperibile in ogni supermercato biologico o erboristeria ben fornita, verificate la scadenza e tenetelo al fresco); se la voglia vi colpisse improvvisa vengono sicuramente in modo soddisfacente anche con il solo bicarbonato; olio EVO leggero o di girasole bio per spennellare la piastra. per farcire: fragole fresche non trattate; concentrato di dattero bio, oppure malto di riso; mandorle in scaglie; cannella; La dose delle farine con alternative intende offrire la possibilità di fare l'impasto totalmente integrale, per chi è già abituato ed apprezza di dolci integrali, o miscelato con la farina zero, per chi non ha ancora familiarizzato o se avete ospiti che sapete esser abituati alle farine bianche. Personalmente apprezzo di più la versione scura, marito e figlia amano quella tagliata che ha un sapore più dolce. ;) Le ultime due foto vi mostreranno che la sera è simile. Per avere dei pancake belli gonfi e morbidi lavorate singolarmente le quantità per porzione. Dopo aver miscelato farine e latte vegetale con l'aiuto di una frusta, in un bricco, aggiungete l'agente lievitante rapido e colate subito l'impasto, dividendolo in tre parti, su una piastra calda ben spennellata con olio. Lasciate che si allarghi a formare dei cerchi (più sarete decisi con il bricco e più la forma sarà regolare) e fate cuocere per bene 3 minuti circa per lato, girandolo quando i pancakes saranno gonfi e sentirete che sul fondo si sta formando una crosticina appena accennata. La lievitazione istantanea si osserverà a vista: noterete proprio che prima si formeranno bolle e poi gonfieranno. Cottura Quando sono pronti si possono impiattare formando una torre di pancakes farciti con fragole a fettine, e un po' di concentrato di dattero, oppure malto. Non mettetene molto ma tenete conto che l'impasto ha un gusto neutro. Personalmente non lo faccio mai ma volendo si potrebbe metterne un goccino anche nell'impasto insieme a un pizzico di sale integrale per dare più sapore. 50. TORTA GLUTEN FREE ALLE FRAGOLE CON RISO E SARACENO http://cobrizoperla.blogspot.it/2013/05/fra-gola-e-fragola-torta-gluten-free.html 100 gr di farina di riso 100 gr di farina di grano saraceno 50 gr di farina di soia 40 gr di nocciole sgusciate e tritate a farina (credo che anche le mandorle andran bene, in sostituzione)

40 gr di olio e.v.o. dal gusto delicato o di mais 50 gr di succo concentrato di mela marmellata senza zucchero* (la mia di fragole, vedi qui, ma di anche albicocche o di ciliegia o frutti rossi andrà bene) acqua fredda un pizzico di sale un pizzico di bicarbonato cannella Personalmente ho ottenuto la farina di grano saraceno direttamente dal cereale. Non sono infatti chicchi duri e si sfarinano facilmente con un buon tritatutto, purchè vi assicuri un risultato di grana fine. Per proseguire sarà sufficiente mescolare le farine con il sale, le nocciole, l'olio, il succo di mela e la cannella (un cucchiaino o quanta è gradita). Impastare quindi con e il pizzico di bicarbonato e l'acqua fredda necessaria (da 80 a 100 gr, più o meno, a seconda della farina che userete). Dividere l'impasto in due e foderare una teglia (la mia sarà stata di 20 cm di diametro, più o meno, essendo regolabile). Versare la marmellata (circa 250 gr ma, a seconda di quanta ne gradite, potete aumentare o diminuire). Coprite con la restante pasta. Cuocere in forno a 160°-170° per 25 min o quanto basta, a seconda del forno (modalità statica), facendo attenzione che la farina di soia tende a far colorare velocemente la pasta in cottura. Una volta fredda, spolverizzare con cacao. Vi consiglio caldamente di prepararla in anticipo, anche di un giorno: i sapori si armonizzeranno e il gusto ne guadagnerà molto. Si conserva bene per due tre giorni, in frigo. 51. KISSEL DI FRAGOLE E PRUGNE http://blog.giallozafferano.it/incucinaconilnaturopata/kissel-di-fragole-e-prugne-ricetta-senzazucchero/ Fragole, 400 gr Prugne secche, una decina Succo di mela chiaro, 250 ml Limone, mezzo Agar agar, 1 cucchiaino e mezzo

Lavate le fragole, eliminate il picciolo e tagliatele a metà tenendone da parte un paio per guarnire. Bagnate le fragole con il succo di limone e ponetele in una casseruola. Lavate le prugne, se sono particolarmente disidratate, lasciatele qualche minuto in acqua tiepida a rinvenire. Unite le prugne alle fragole, coprite con il succo di mela, tenendone da parte mezzo bicchiere scarso, e la casseruola sulla fiamma. Cuocete per 10 minuti a fuoco molto dolce. Trascorso questo tempo, frullate grossolanamente la frutta con un frullatore ad immersione. Sciogliete l’agar agar nel succo di mela tenuto da parte facendo attenzione che non si formino grumi. Unire il composto alla frutta frullata e cuocere ancora qualche minuto fino al primo bollore e fino a che quest’ultima non risulterà leggermente addensata. Lasciate intiepidire (ma non raffreddare), quindi versare il composto in uno stampo da budino o in stampi in silicone monodose che avrete precedentemente bagnato con acqua o succo di mela. Lasciate raffreddare e tenete in frigo per 2-3 ore; prima di servire decorare con fragole fresche. 52. TORTA FRAGOLA SU FRAGOLA http://www.goccedaria.it/item/torta-fragola-su-fragola.html Ingredienti per la base di pandispagna: 200 gr di farina integrale biologica macinata a pietra setacciata di grano tenero 230 ml di succo limpido di mela biologico senza zuccheri aggiunti 1 cucchiaino di bicarbonato 2 cucchiai di succo di limone biologico

Ingredienti per la gelatina: 500 gr di fragole mature biologiche freschissime succo di mezzo limone biologico 4 gr di agar agar Per completare: 100 gr di fragole fresche di cui sopra Preparazione: Per prima cosa preparare il pandispagna per la base, semplicemente mescolando la farina col succo di mela (potete anche farlo da voi a partire dalle mele se ne avete in casa di biologiche), aggiungete il bicarbonato e per ultimo il limone. Mescolate bene. Accendete il forno a 180°. Versate il composto su una teglia con carta forno in modo da formare uno strato sottile. Quando il forno sarà caldo infornare per 15 minuti (eventualmente fate la prova stecchino per verificare che sia cotto). Estraete dal forno e mettete a raffreddare su una griglia senza togliere la carta forno. Nel frattempo preparate la gelatina: lavate le fragole e tagliatele a pezzi. Mettetele in un frullatore con il succo di limone e frullate brevemente. Travasate in un pentolino e mettetelo sul fuoco. Aggiungete l'alga e mescolate bene in modo da non avere grumi. Portate a bollore e lasciate bollire per 5 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare. Prendere uno stampo per torta con cerniera apribile e usare il solo bordo per rotagliare un cerchio dal pandispagna. Chiudere il bordo attorno alla base in pan di spagna posta su un piatto. Versare la gelatina sulla base. Sbriciolare la parte di torta rimanente e finire decorando con le fragole disposte a fiore e con piccoli ritagli di torta tagliati a forma di fiore con l'aiuto di uno stampino per biscotti. Aprire la cerniera, togliere il bordo e riporre in frigo per un paio d'ore prima di servire. 53. PIE RABARBARO E FRAGOLE http://www.ilgiardinodipietra.com/2013/05/rabarbaro-e-fragole-il-pie-classico.html Ingredienti per la brisè: 100 gr olio EVO 220 gr farina tipo uno 50 gr di farina di mandorle tostate 25 cl acqua fredda un pizzico di sale mezza buccia di limone grattuggiata 300 grammi di rabarbaro (se non lo trovate potete sostituirlo con delle mele acidule) 300 grammi di fragole bio due fette di pane raffermo grattuggiato 4 cucchiai abbondanti di malto d'orzo in polvere Uhm, io ho congelato l'olio per una notte. alla fine avrete una cosa semisolida che si può usare tipo burro (consiglio di Luca Montersino o qualche allievo, non ricordo) . Estraete l'olio dal freezer e aggiungetelo agli ingredienti secchi (farine , compresa quella di mandorle, sale e scorzetta grattuggiata). Frullatelo nel mixer fino ad ottenere un impasto sbricioloso. Ora aggiungete pian piano metà dell'acqua e frullate ancora un attimo. L'impasto è pronto se inizia a raggrumarsi in grumotti più grossi e umidi. Se non è ancora a quello stadio aggiungete il resto dell'acqua e mescolate ancora. A seconda del tipo di farina e dello stato dell'olio potrà essere necessario ancora un cucchiaio o più d'acqua. Formate velocemente una palla con le mani fredde e mettete in freezer finchè preparate la frutta. Preparate il rabarbaro e le fragole come descritto sopra. Aggiungete il malto e mescolate bene. Prelevate l'impasto dal freezer e dividetelo in due parti. stendete la sfoglia con il mattarello e foderate una tortiera (la mia era da 28 cm) con il primo strato (non serve imburrare, questo impasto è magico). Riempite con le briciole il fondo e poi versate la frutta. La frutta non deve macerare a lungo altrimenti produce troppo sugo. Qualcuno mescola un cucchiaio di maizena alla frutta per creare una cremina con il sugo che si forma in cottura. Io non l'ho fatto ma riporto fedelmente :) Stendete i secondo disco di pasta sopra il primo e schiacciate con le dita per formare un bordo sigillato. ritagliate la pasta in eccedenza e incidete la sperficie del dolce. Se avete qualche avanzo di impasto potete decorare il dolce ricavando foglie e fiori o stelline o cuori e attaccandole con qualche goccia d'acqua prima di

infornare. Accendete il forno a 200 gradi a ponete al torta nella parte bassa del forno (senza ventola perchè altrimenti scurisce troppo in fretta. Il pie deve cuocere lentamente e la frutta deve bollire almento 15-20 minuti. io l'ho lasciata nel forno 55 minuti. L'impasto deve essere staccato dalla tortiera. La torta va fatta raffreddare altrimenti il contenuto sarà liquido al taglio. Va comunque servita con una forchettina, ma è davvero profumata fresca e deliziosa. 54. ZUCCOTTO ALLE FRAGOLE http://ricettealverde.blogspot.it/2013/05/zuccotto-alle-fragole.html

500 grammi circa di fragole mezzo avocado un cucchiaino raso di cannella due cucchiai di miele di fichi (estratto naturale di fichi) fette di pane semi integrale senza crosta Lavate le fragole e tagliatele a cubetti. Mettetele in una pentola con un dl circa di acqua, la cannella e due cucchiai di miele di fichi. Fate cuocere per dieci minuti. Intanto foderate uno stampo con le fette di pane avendo cura di non lasciare spazi vuoti. Sbucciate l'avocado e tagliate anch'esso a cubetti. Unitelo alle fragole ammorbidite e versate la frutta sulle fette di pane, tenendo da parte un po' del loro succo. Coprite con altre fette di pane. Ponete sullo stampo un piatto piano, capovolgete lo stampo e mettete in frigorifero per tutta la notte. Trascorso il tempo, togliete con delicatezza lo stampo, versate il succo di fragole stendendolo uniformemente sullo zuccotto e servite. 55. CROSTATA DI FRAGOLE http://pasticciamenti.blogspot.it/2013/05/crostata-di-fragole-veg-con-frolla-di.html Ingredienti 12 fragole bio 200 gr di farina integrale 100 gr di pistacchi 2 cucchiai di succo di mela concentrato 1 cucchiaino di lievito per dolci bio 6 cucchiai d'olio evo marmellata di fragole della Rigoni di Asiago, "Fragole e Fragoline di bosco" (un barattolo e mezzo) [è senza zucchero e proviene da agricoltura biologica, la consiglio vivamente!] Procedimento Mescolate la farina con due cucchiai di succo di mela, il lievito e i pistacchi tritati finemente (tranne uno-due cucchiai da usare per la decorazione). Formate la "fontana" e versate nel centro l'olio e poca acqua, quindi impastate con cura. Formate una palla con l'impasto, copritelo e lasciatelo riposare per 30 minuti. Una volta riposata, stendete la pasta dentro una tortiera per crostate oliata ed infarinata, bucherellate il fondo e infornate a 180°C per circa 20 minuti. Una volta cotta, ricoprite la base con la marmellata e lasciate raffreddare. Tagliate cinque-sei fragole a pezzetti e spargetele sul dolce ormai freddo; ornate al centro con due-tre fragole tagliate per il lungo.

56. MUESLI INTEGRALE http://www.ilgiardinodipietra.com/2013/05/muesli-integrale-con-frutta-fresca-e.html yogurth bianco bio (quello greco è divino!) 50 grammi o mezzo vasetto fiocchi d'avena integrali 30 grammi fiocchi di farro integrali 30 grammi qualche nocciola qualche mandorla

mezza pera bio un quarto di mela bio qualche chicco d'uva croccantina (che so non essere si stagione ma qui anche le fragole bio vengono dalla Spagna sto in Svezia, perdonate) fragole bio a volontà Se la frutta è bio lavatela bene e non sbucciatela come nella foto. Tagliate tutto a pezzetti grossolani. Mettete i fiocchi di cereali a bagno la sera prima in 3/4 cucchiai d'acqua. Se vi piace il muesli più croccantino non metteteli a bagno. aggiungete lo yogurth e la frutta. mescolate bene: buon appetito. Se la frutta è matura non si sente davvero il bisogno di zucchero aggiunto di nessun tipo. 57. GELATO ALLE FRAGOLE http://ilmondodici.blogspot.it/2013/05/gelato-naturale-alle-fragole.html 450 gr di fragole non trattate, o bio; 1 bella mela gialla un po' appassita, bio, o magari quelle che tenete via dall'inverno così è ancora più dolce e siamo sicuri che non è stata conservata in atmosfera modificata (grazie Nicole!), non trattata di fonte sicura o bio; 150 gr di latte di riso, bio o autoprodotto; 50 grammi di concentrato di dattero (100% frutta, bio) o equivalente in datteri naturali se ne avete ancora di secchi in casa; mezzo cucchiaino di vaniglia bourbon in polvere, bio. Preparazione: Frullare tutto e mettere nella gelatiera :) dopo 20 minuti gustare... La mela non è strettamente necessaria, è ormai fuori stagione io ne ho ancora qualcuna dell'inverno passato ma se le avete finite possiamo farne a meno, nel mio caso serviva per avere una densità più spessa e addolcire ma volendo si può usare un po' più di concentrato di dattero: aggiungete a cucchiaini e assaggiate! Dolcifica molto. Per la consistenza aumentate il tempo nella sorbettiera o in freezer se lo fate a mano. 58. DESSERT FIORITI: BUDINO http://passatotralemani.wordpress.com/2013/05/31/dessert-fiori-e-frutti-budino-della-trinacria-e-macedoniadi-fragole/ Ingredienti per 6 persone: 550 ml bevanda di soia al naturale 180 gr malto di riso 100 gr uvetta 100 gr farina integrale 50 gr cioccolato fondente tritato 40-50 gr farina di carruba 40 gr olio di girasole bio deodorato 20 gr amido di mais 10 gr sambuco secco polverizzato scorza d’arancia grattugiata sale marino integrale Procedimento: con queste dosi risulterà un budino morbido, da mangiare in coppetta, sovrapposto alle fragole o come base delle stesse. Tenere a bagno per qualche ora l’uvetta nel latte di soia, scolarla e tenerla da parte. Sciogliere nel latte un pizzico di sale, il malto, la farina integrale e quella di carruba a freddo. A parte, mescolare il sambuco secco, l’amido di mais e l’olio. Portare il latte a ebollizione, gettarvi l’amalgama di amido di mais frustando con energia perché non si formino grumi. Cuocere per una decina di minuti a fiamma bassa. Unire l’uvetta e il cioccolato e mescolare accuratamente, spegnere e versare nelle coppette.

59. DESSERT FIORITO: MACEDONIA http://passatotralemani.wordpress.com/2013/05/31/dessert-fiori-e-frutti-budino-della-trinacria-e-macedoniadi-fragole/ Macedonia con fragole e melissa Ingredienti per 6 persone: 250 gr fragole affettate Per la salsa: 50 gr fragole 50 gr malto di mais 10 gr succo di limone e un po’ di scorza melissa fresca o erba luigia fresca Procedimento: frullare tutti gli ingredienti e condirvi le fragole. 60. CONFETTURA DI FRAGOLE http://cindystarblog.blogspot.it/2013/05/confettura-di-fragole-senza-zucchero_31.html Per tre vasetti medio/piccoli: 800 g di fragole mondate e pulite il succo di mezzo limone 250/300 g di malto di riso 80 g di succo di mela bio 2 o 3 pizzichi di fiori di sambuco secchi, facoltativi Tagliare le fragole a metà, sistemarle in una bacinella, ricoprirle col malto di riso e lasciarle macerare coperte fino all'indomani, meglio in frigo dopo un paio di ore a temperatura ambiente. Trasferire in una padella bassa e larga (o nel wok), aggiungere il succo di limone e di mela e portare a bollore. Bollire a fiamma vivace per 5 minuti, quindi scolare le fragole con un mestolo forato e metterle in un colino a maglie strette sopra una bacinella per recuperare il succo che perdono (che andrà mano a mano rimesso in padella). Lasciare sobbollire a fiamma vivace il succo finchè si riduce a circa metà/un terzo, si vede che è pronto perchè cambiano le bolle e la consistenza del succo è sciropposa (ci vorrà circa 15 minuti). Rimettere le fragole in pentola, cuocere un paio di minuti, togliere dal fuoco, aggiungere i fiori di sambuco e dare una bella mescolata: la marmellata è pronta per essere invasata! 61. RISOLATTE http://latanadelriccio.wordpress.com/2013/05/31/risolatte-con-gelatina-alle-fragole-per-salutiamoci/ Ingredienti per 4 porzioni: 1 tazzina di riso semintegrale 6 tazzine di latte di riso circa 1-2 tazzine di acqua un pizzico di sale integrale mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere un cucchiaio di malto di riso per la gelatina: 300 gr di fragole 4 cucchiai di succo concentrato di mela mezzo cucchiaino scarso di agar agar pochissima acqua

Per prima cosa pulire le fragole e tagliarle a cubetti. Dolcificarle con il succo concentrato di mela e lasciarle

macerare per alcune ore in frigo in modo che si formi lo sciroppo. In un bicchiere versare due dita dello sciroppo di fragole e scioglierci l’agar agar. Nel frattempo scaldare a fuoco basso in un pentolino le fragole con il rimanente sciroppo e quando raggiunge il bollore versare anche l’agar agar diluito e lasciar cuocere 3 minuti. Far raffreddare a temperatura ambiente. In una padella versare il riso con latte, sale e vaniglia. Coprire e portare dolcemente ad ebollizione facendo cuocere per un’ora ed aggiungendo poca acqua alla volta quando necessaria. Il riso dovrà risultare molto morbido. Una volta cotto, dolcificare con il malto di riso. Versare in quattro bicchierini parte della gelatina di fragole e porre in frigo a raffreddare. Quando anche il riso sarà a temperatura ambiente porzionarlo nei bicchierini e terminare con un ultimo cucchiaio di gelatina di fragole.