Quaderni dell’ortigiano n°2

Agricoltura Naturale e Villaggio
di Antonio de Falco, dal bollettino CIR

La vita, così come la conosciamo noi, necessita per esistere di quattro elementi: Acqua, Aria, Terra e Fuoco. Oltre i quattro elementi (bisogni essenziali), scendendo nel particolare, la prima cosa di cui necessita un essere umano per vivere, è il cibo. Meraviglioso carburante prodotto grazie alla miracolosa alchimia ininterrottamente attuata dalle piante, esseri capaci di sintetizzare l’energia solare, mescolarla con elementi presi dal suolo e dall’aria e, con l’aiuto dell’acqua e dei microrganismi, trasformarla in energia chimica (materia, cibo). Tutta la vita animale, quindi, dipende da quella vegetale. È risaputo! Dalle piante, dalla loro qualità, sanità e bontà dipende la nostra salute sia fisica e psichica, che emotiva e spirituale. È per questo che da anni ricerco, esperimento e diffondo forme di agricoltura rispettose dell’ambiente che - non danneggino i quattro elementi essenziali (ritenuti inesauribili ma oggi in grave pericolo e squilibrio), - mantengano l’autofertilità del suolo, - conservino specie e incentivino la biodiversità, - producano quantità e qualità di cibo e materie prime tali da permetterci una buona e sana esistenza, - lasci alle generazioni future condizioni di possibile esistenza, sopravvivenza ed evoluzione, e che sia un’attività piacevole, sostenibile, allegra bella e piena di soddisfazioni. Le risposte affermative a tutte queste mie esigenze le ho sicuramente trovate nell’Agricoltura Naturale di Masanobu Fukuoka e nell’Agricoltura Sinergica di Emilia Hazelip. Oggi, con gli insegnamenti di Emilia, ho un orto di poco più di cento metri quadri che soddisfa quasi l’intero fabbisogno di cibo di 15 persone. Ho contribuito alla nascita in Italia e nel Mondo di un centinaio di orti ispirati a questi principi.

Sogno di avere a disposizione più terreno e aiuti per creare una fattoria naturale con il sistema di spargere semi di diverse specie e origini (ortaggi, alberi da frutto, aromatiche, alberi da fusto, fiori, officinali…) lasciando che la natura, che ne sa molto più di me, scelga cosa e come deve nascere e limitandomi ad osservare, meravigliarmi e raccogliere. Senza arare, zappare, e potare, senza apporti esterni di materie ed energie per la fertilizzazione, né trattamenti per mantenerne la salute, senza sfruttare ma aiutando la natura come insegna sia possibile Fukuoka. E, come lui, sogno di andare a spargere nei deserti del pianeta palline di argilla con dentro il quinto elemento i SEMI. Ma, come dice la piccola Annarita, “mangiar bene, stare insieme e all’aria aperta aiutano tanto a veder bella la vita!” E infatti un’altra mia esigenza, oltre al coprirmi e ripararmi (cose che non mi richiedono grande impegno) è la comunione con gli altri. Condividere, avere compagni di viaggio di ogni età sesso e credo, che abbiano fatto una scelta di sostenibilità a tutti i livelli, ecologica, economica, sociale e culturale. E ovvio che è molto più facile e piacevole fare le cose se si è in tanti e in armonia. Aumenta la ricchezza di tutti. Aumenta il potere (possibilità di fare qualcosa), le relazioni umane e la crescita culturale (tutti dovrebbero poter stare e cooperare con donne, uomini, bambini, ragazzi, anziani, vecchi). Aumenta lo star bene personale e planetario, la ricerca di una forma di vita piacevole, ricca e sana. Ciò che immagino è una comunità di famiglie e individui residenti in un piccolo insediamento rurale, i quali, pur mantenendo la propria libertà e spazi privati, condividano con gli altri risorse, spazi, servizi e attività, cooperando in maniera solidale ai fini del bene comune. Un villaggio a struttura “tribale” dal quale nessuno si senta escluso o emarginato perché disabile, diverso, bambino, donna o anziano. Un insediamento umano integrato nel mondo naturale, che utilizza e promuove sistemi di agricoltura sostenibili per produrre alimenti e materie prime a sostegno della comunità e della sua economia, energie pulite e rinnovabili, gestione delle acque e dei rifiuti, bioarchitettura e bio-edilizia, artigianato, mestieri, arti, spettacoli, cura della salute con mezzi naturali, preventivi, olistici, educazione permanente e reciproca di tutti, dai bambini agli adulti, per lo sviluppo delle proprie potenzialità espressive, fisiche, mentali, emozionali, la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità e unicità, la consapevolezza e coscienza di sé, degli altri, della natura e del Divino. Un sogno? A me sembra una necessità. Una possibilità di salvezza. Un ridare senso e piacevolezza alla vita. Una possibilità di continuare ed evolversi. Antonio De Falco

(Topinambur) Consociazione: le piante aromatiche nell’orto Erbe Abrotano Achillea Aglio Aneto Assenzio Basilico Camomilla Cerfoglio Cumino Dragoncello Erba cipollina Finocchio selvatico Effetti Seminare qua e là nell'orto. E' consociabile con il cavolo del quale migliora il gusto e lo sviluppo. Allontana la farfalla cavolaia. Come bordura, sui sentieri e vicino alle erbe aromatiche delle quali aumenta la produzione di oli essenziali. Contribuisce alla crescita e alla salute di rose e lamponi. Si accompagna al cavolo, non ama le carote. Come bordura tiene lontani gli animali dall'orto, ma la sua vicinanza non fa bene a nessuna pianta: da tenere quindi alla giusta distanza. Si accompagna ai pomodori migliorandone il gusto e lo sviluppo. Respinge mosche e zanzare. Odia però la ruta e non può starle vicino. Ottima la consociazione con cavoli e cipolle: ne migliora il gusto e lo sviluppo. Consociabile ai ravanelli: ne migliora lo sviluppo e il sapore. Seminare qua e là nell'orto: Ammorbidisce il terreno. Utile in tutto l'orto. Consociabile alle carote: ne migliora il gusto e lo sviluppo. Tenere lontano dall'orto. La maggior parte delle piante non ne apprezza la compagnia.

Issopo Lamio bianco Levistico Lino Maggiorana Melissa Menta Mentuccia Nasturtium Petunia Portulaca Rafano Rosmarino Ruta Salvia Santoreggia Tagete Tanaceto Timo Valeriana

Tiene lontana la farfalla cavolaia. Si associa ai cavoli e alla vite. Non ama i ravanelli. Consociabile con le patate, dalle quali tiene lontani gli insetti. Seminare qua e là nell'orto. Migliora il gusto e la robustezza delle piante. Consociato alle carote e alle patate ne migliora il gusto e lo sviluppo. Tiene lontane le dorifere dalle patate. Migliora il profumo delle piante. Migliora il sapore e lo sviluppo dei pomodori. Migliora il gusto e lo sviluppo di cavoli e pomodori. Tiene lontana la farfalla cavolaia. Tiene lontana l'altica. E' molto utile ai ravanelli, ai cavoli e a tutte le cucurbitacee. seminato sotto gli alberi da frutto tiene lontani gli afidi e altri insetti. Protegge i fagioli dagli insetti. Può essere usata per tenere il terreno coperto sotto il granturco. Seminato negli anfoli delle aiuole delle patate tiene lontani gli insetti. Consociabile con cavoli, fagioli, carote e salvia. Tiene lontane la cavolaia. la mosca delle carote e l'epilachna. Seminata vicino a rose e lamponi li protegge dagli insetti. Odia il basilico. Consoviabile con rosmarino, cavoli e carote ma non con i cetrioli. Migliora il gusto e la salute di fagioli e cipolle. E' una delle piante più attive nella lotta agli insetti. Seminato con rose, lamponi, sotto gli alberi da frutto, tiene lontano gli insetti volanti. Il suo odore tiene lontano la cavolaia. Va bene ovunque nell'orto.

Consociazioni tra gli ortaggi Nelle tabelle sinistra le consociazioni favorevoli, in quelle a destra quelle sfavorevoli. AGLIO – allium sativum ALBERI DA FRUTTO, CAROTE, CETRIOLI, FRAGOLE, GIGLI, LAMPONI, POMODORI, RAPE ROSSE, ROSE, SCORZONERA, TULIPANI

CAVOLI, FAGIOLI, PISELLI, ASPARAGI

ASPARAGI – asparagus officinalis CETRIOLI, LATTUGHE, INSALATE DA TAGLIO, POMODORI, PREZZEMOLO

AGLIO, CIPOLLE

BIETOLA – beta vulgaris CAROTE, CAVOLI, FAGIOLINI, RAMOLACCI& RAVANELLI, RAPE ROSSE

SEDANO

CAROTA – daucus carota AGLIO, ANETO, BIETOLE, CAVOLI, CICORIE, CIPOLLE, ERBA CIPOLLINA, INSALATE DA TAGLIO, PISELLI, POMODORI, PORRO, RAMOLACCI& RAVANELLI, ROSMARINO, SALVIA

CAVOLI – brassica oleracea ANETO, BIETOLA, CAMOMILLA, CAROTE, CETRIOLI, CONSOLIDA, CORIANDOLO, FAGIOLI, FRAGOLE, INSALATE DA TAGLIO, LATTUGHE, MENTA PIPERITA, PATATE, PISELLI, POMODORI, PORRO, RAMOLACCI& RAVANELLI, RAPE ROSSE, SCORZONERA, SEDANO, SPINACI

AGLIO, CIPOLLE, FRAGOLE, SENAPE

CAVOLO RAPA – brassica oleracea var. gongylodes ASPARAGI, CETRIOLI, FAGIOLI, LATTUGHE, PISELLI, POMODORI, PORRO, RAPE ROSSE, RAVANELLI, SEDANO, SPINACI

AGLIO, CIPOLLE, FRAGOLE

CETRIOLO – cucumis sativus AGLIO, ANETO, CAVOLI, CIPOLLE, CORIANDOLO, FAGIOLI, FAGIOLINI, FINOCCHIO, LATTUGHE, MAIS, PISELLI, PORRO, PREZZEMOLO, SEDANO

RAVANELLI, POMODORI, PATATE

CICORIA – cichorium intybus

CAROTE, CIPOLLE, FAGIOLI, FINOCCHIO, LATTUGHE, POMODORI

CIPOLLA – allium cepa ANETO, CAMOMILLA, CAROTE, CETRIOLI, CICORIA, FRAGOLE, LATTUGHE, POMODORI, PORRO, PREZZEMOLO, RAPE ROSSE, SCORZONERA, ZUCCHINE,

CAVOLI, FAGIOLI, PATATE, PISELLI

ENDIVIA – cichorium endiva CAVOLI, FAGIOLI, FINOCCHIO, PORRO

FAGIOLINI – phaseolus vulgaris var. nanus BIETOLA, CAVOLI, CETRIOLI, FRAGOLE, INSALATE DA TAGLIO, LATTUGHE, PATATE, POMODORI, RAPE ROSSE, SANTOREGGIA, SEDANO

AGLIO, CIPOLLE, FINOCCHIO, PISELLI, PORRO

FAGIOLI - phaseolus vulgaris BIETOLA, CAVOLI, CETRIOLI, CICORIE, ENDIVIE, INSALATE DA TAGLIO, LATTUGHE, MAIS, NASTURZIO, PATATE, RAMOLACCI& RAVANELLI, RAPE ROSSE, SCORZONERA, SPINACI, ZUCCHINE

AGLIO, CIPOLLE, FINOCCHIO, PISELLI, PORRO

FINOCCHIO – foeniculum vulgare CETRIOLI, CICORIE, ENDIVIE, INSALATE DA TAGLIO, LATTUGHE, PISELLI, RADICCHIO, SALVIA, VALERIANELLA

ANETO, CUMINO, FAGIOLI, POMODORI

FRAGOLA – fragaria vesca AGLIO, BORRAGINE, CAROTE, CIPOLLE, ERBA CIPOLLINA, FAGIOLINI, LATTUGHE, PORRO, RAVANELLI, SPINACI

CAVOLI

GIRASOLE – helianthus annuus CETRIOLI

PATATE

INSALATA DA TAGLIO ANETO, ASPARAGI, CAVOLI, FINOCCHIO, POMODORI, RAMOLACCI& RAVANELLI, RAPE ROSSE

PREZZEMOLO, SEDANO

LATTUGA – lactuca sativa ANETO, ASPARAGI, CAROTE, CAVOLI, CETRIOLI, CICORIE, CIPOLLE, CRESCIONE, FAGIOLI , FRAGOLE, FINOCCHIO, MAIS, MENTA PIPERITA, PISELLI, POMODORI, PORRO, RAMOLACCI& RAVANELLI, RAPE ROSSE, SCORZONERA,

PREZZEMOLO, SEDANO

MAIS – zea mays CETRIOLI, FAGIOLI, LATTUGA, MELONE, PATATE, PISELLI, POMODORI, ZUCCA, ZUCCHINE

SEDANO, RAPE ROSSE

PATATA ANETO, CAMOMILLA, CALENDOLA, CAVOLI, FAGIOLI, MAIS, MENTA PIPERITA, NASTURZIO, SPINACI, TAGETE

CIPOLLE, CETRIOLI, GIRASOLE, PISELLI, POMODORI, RAPE ROSSE, SEDANO, ZUCCA

PEPERONI – capsicum spp. ZUCCA

PISELLI – pisum sativum ANETO, CAROTE, CAVOLI, CETRIOLI, FINOCCHIO, LATTUGHE, MAIS, RAMOLACCI& RAVANELLI, SEDANO, ZUCCHINE

AGLIO, CIPOLLE, FAGIOLI, PATATE, POMODORI, PORRO

POMODORO – lycopersicon lycopersicum AGLIO, BASILICO, CAROTE, CAVOLI, CICORIE, CIPOLLE, FAGIOLINI, LATTUGHE, MAIS, NASTURZIO, PORRO, PREZZEMOLO, RAMOLACCI& RAVANELLI, SEDANO, SPINACI

CETRIOLI, FINOCCHIO, RAPE ROSSE, PATATE, PISELLI

PORRO – allium porrum CAMOMILLA, CAROTE (tardive), CAVOLI, CICORIE, CIPOLLE, ENDIVIE, FRAGOLE, LATTUGHE, POMODORI, SCORZONERA, SEDANO

FAGIOLI, RAPE ROSSE, PISELLI

RABARBARO – rheum rhabarbarum CAVOLI, SPINACI

RAMOLACCI& RAVANELLI – raphanus sativas BIETOLE, CAROTE, CAVOLI, CRESCIONE, FAGIOLI, FRAGOLE, LATTUGHE, NASTURZIO, PISELLI, POMODORI, PREZZEMOLO, SPINACI

CETRIOLI

RAPE ROSSE – rape rosse var. conditiva AGLIO, ANETO, CAVOLI, CETRIOLI, CIPOLLE, CORIANDOLO, INSALATA DA TAGLIO, FAGIOLINI, ZUCCHINE

MAIS, PATATE, POMODORI. PORRO, SPINACI

SEDANO – apium graveolens CAMOMILLA, CAVOLI (CAVOLFIORE), CETRIOLI, CIPOLLE, PISELLI, POMODORI, PORRO

PATATE, LATTUGA, MAIS

SPINACI – spinacia oleracea

(adatti per la consociazione con quasi tutti gli ortaggi) CAVOLI, FAGIOLI, FRAGOLE, INSALATA DA TAGLIO, PATATE, POMODORI, RAVANELLI& RAMOLACCI, SEDANO, ZUCCHINE

RAPE ROSSE

ZUCCA – cucurbita pepo MAIS, PEPERONI

PATATE

ZUCCHINE – cucurbita pepo var. giromontina CIPOLLE, FAGIOLI, MAIS, NASTURZIO, RAPE ROSSE, SPINACI Brano tratto da Civiltà Contadina

Preparazione del bancale

Siamo “Locali” ?
Questo è un semplice questionario per scoprirlo, libera interpretazione di quello scritto da Wendel Berry ( contadino, ecologista,pioniere)

Scopritelo rispondendo a queste domande ! 1 Potete citare la specie dell’albero più vicino alla vostra abitazione? 2 E’ una specie indigena? 3 A che distanza si trova l’antenna per cellulari più vicina? 4 Quanti degli oggetti che avete potete fabbricare da voi? 5 Dove si trova la fonte di energia elettrica più vicina? 6 Sapete a che ora sorge il sole? 7 Tra quanti giorni c’è la luna piena? 8 Quanti sono le verdure, i frutti nel vostro frigo che provengono da meno di 50 Km di distanza? 9 Sapete dov’è il nord? 10 Potete citare cinque tipi di uccelli non migratori del vostro vicinato? 11 E cinque tipi di uccelli migratori? 12 Pensate all’oggetto di casa vostra che ha il maggior valore monetario. Sapete dove e come è stato fabbricato, in che condizioni lavorano quegli operai e se sono rispettati i loro diritti? 13 Sapete quando è stata costruita la vostra casa, chi l’ha costruita e da dove provengono i materiali da costruzione? 14 Che cosa si trovava prima in quell’area? 15 Per quante generazioni conoscete l’origine dei vostri antenati? 16 Sapete l’origine del nome della città/borgo/villaggio dove abitate? 17 Dove vanno a finire i vostri escrementi? 18 Conoscete la sorgente che alimenta il vostro rubinetto? 19 Quanta acqua consumate in un anno? 20 Quando avete prestato l’ultima volta un oggetto ad un vicino di casa? Che cos’era? 21 Quanti sacchi di rifiuti gettate via ogni anno? 22 Dove finiscono i vostri rifiuti? 23 Conoscete il nome della persona che li raccoglie? 24 Qual’è la percentuale di rifiuti che viene compostato? 25 Conoscete la natura del suolo dove abitate? 26 Potete citare cinque piante commestibili che crescono nella vostra regione? 27 Sapete in quale stagione consumare queste piante? 28 Da quale regione provengono abitualmente le vostre arance? 29 Qual’è il livello di precipitazioni dove abitate? 30 Sapete dove si trova la fermata dell’autobus più vicina? 31 In primavera, quale è il fiore selvatico che fiorisce vicino a voi? 32 Sapete più precisamente quando inizia la sua fioritura? 33 Quale è la distanza massima che avete percorso a piedi partendo da casa vostra? 34 A quando risale la vostra ultima conversazione con un agricoltore locale? Conoscete il suo nome? 35 Dove si trova la centrale elettrica più vicina a voi? 36 Se il livello del mare si innalza di un metro nei prossimi 50 anni, la vostra casa rischia di

essere sommersa? 37 A quale distanza si trova la zona selvatica più vicina voi? 38 Quante delle persone che vivono a meno di 500 metri conoscete personalmente? 39 Quando tirate lo sciacquone, sapete dove va a finire quell’acqua? 40 Sapete come sono spese le imposte locali? 41 Qual è stata l’attività principale del vostro settore lavorativo negli ultimi 100 anni? 500 anni? 1.000 anni? 42 Sapete dove si trova il mercato biologico più vicino e quale è il giorno della settimana in cui ha luogo? 43 Se all’improvviso il denaro perdesse tutto il suo valore, quanti giorni potreste sopravvivere nel luogo dove abitate? 44 Quante costellazioni potete distinguere dalla vostra camera da letto? Quand’è l’ultima volta che avete guardato il cielo? L’Écologiste (edizione francese di The Ecologist) contact@ecologiste.org - www.ecologiste.org

Bancale nudo