BOLLETTINO UFFICIALE della REGIONE CAMPANIA

n. 24 del 20 aprile 2009

PARTE I

Atti della Regione

A.G.C. 21 - Programmazione e Gestione dei Rifiuti - Deliberazione n. 625 del 3 aprile 2009 – PO FESR 2007/2013- Obiettivo Operativo 1.1. "Gestione integrata del ciclo dei rifiuti". Provvedimenti PREMESSO: − che con D.G.R. N. 1921 del 9 novembre 2007 è stato preso atto della decisione della Commissione Europea di approvazione del Programma Operativo Regionale Campania FESR 2007-2013; − che il POR FESR 2007-2013 all’Obiettivo Operativo 1.1 “Gestione integrata del ciclo dei rifiuti” prevede il completamento, in ogni sua parte, della filiera della gestione integrata del ciclo dei rifiuti urbani e la promozione della gestione eco-compatibile dei rifiuti industriali; − che con D.G.R.n.16 dell’11/01/2008 di approvazione del piano finanziario per obiettivo operativo del PO FESR 2007-2013 è stata assegnata la dotazione finanziaria di € 330.000.000 all’Obiettivo Operativo 1.1; − che il PO FESR 2007-2013 prevede che gli interventi nel campo dei rifiuti debbano essere coerenti con le previsioni del Piano Regionale di Settore e che le relative spese, a far data dall’1/1/2007, potranno essere certificate, tra l’altro, solo dopo la notifica da parte della Commissione dell’atto di conformità del Piano e il superamento della gestione commissariale; − che i Servizi della D.G. Regio della Comunità Europea con nota prot. 12480/2008, relativa alle conseguenze della procedura di infrazione 2007/2195 sulla gestione dei rifiuti in Campania, hanno evidenziato, richiamando la nota congiunta della DG REGIO e della DG ENV n. 36433 del 20.10.2008, preoccupazioni e riserve in ordine alla mancata istituzione di un Piano di gestione dei rifiuti adeguato ed efficace finalizzato al raggiungimento degli obiettivi di cui agli artt. 4 e 5 della Direttiva 2006/12/CE nonostante il Piano dei Rifiuti approvato con O.C. 500 del 28.12.2007;

CONSIDERATO che: − al fine di ottemperare alle prescrizioni della Comunità Europea in ordine al Piano Regionale dei Rifiuti, la Giunta Regionale con DGR 1653 del 15.10.2008 ha preso atto delle “Linee Programmatiche 2008/2013 per la gestione dei rifiuti urbani” predisposte dall’Assessorato all’Ambiente quale punto di partenza per l’aggiornamento del Piano dei Rifiuti; − con nota dell’Autorità di Gestione FESR 2007-2013 prot. gen. N. 1045714 del 15/12/2008 e nota del Coordinatore dell’AGC 05 prot. gen. N. 1051136 del 16/12/2008 si e’ rappresentata l’opportunità di individuare un’apposita riserva di risorse alternative per il finanziamento degli interventi programmati nell’Obiettivo Operativo 1.1. del POR FESR 2007-2013; − con nota prot. 3229 del 25/02/2009 il Dipartimento per le Politiche di sviluppo e di coesione del MiSE ha sollecitato la Regione Campania a prendere determinazioni entro il termine ultimo del 4 marzo 2009, previsto per l'impugnazione della nota prot. 12480/2008, in merito alla eventuale proposizione di ricorso al Tribunale di I grado delle Comunità Europee; − con nota prot. 994/UDIP/GAB/GAB del 27/02/2009 il Presidente della Giunta Regionale ha comunicato al MISE l'intenzione di proporre ricorso al Tribunale di I grado delle Comunità europee; − che il Governo Italiano – Avvocatura Generale dello Stato ha depositato in data 04/03/2009 il ricorso T99-09 al Tribunale di 1° grado delle Comunità Europee per l’annullamento delle note del 02/02/2009 n. 000841, del 6/2/2009 n. 001059, del 22/12/2008 n. 012480 della Commissione Europea – Direzione Generale Politica Regionale aventi ad oggetto “POR Campania 2000-2006 (CCI - n. 1999IT16 I PO 007)- Conseguenze della procedura di infrazione 2007/2195 sulla gestione dei rifiuti in Campania”; CONSIDERATO che: − con DGR 1169/2008, sono stati stanziati € 150.000.000,00 a valere sull’Obiettivo Operativo 1.1. per finanziare sia interventi a completamento dell’impiantistica a supporto del ciclo integrato dei rifiuti che i piani di raccolta differenziata predisposti dai Comuni;

BOLLETTINO UFFICIALE della REGIONE CAMPANIA

n. 24 del 20 aprile 2009

PARTE I

Atti della Regione

− − − −

− −

con Decreto Dirigenziale n. 14 del 9.12.2008, e’ stato ammesso a finanziamento definitivo sui fondi PO FESR 2007/2013 Obiettivo Operativo 1.1. per un importo di € 24.995.000,00 l’impianto di compostaggio del Comune di Salerno; con Decreto Dirigenziale n. 1 del 23.01.2009, e’ stata disposta l’ammissione programmatica a finanziamento, a valere sull’obiettivo operativo 1.1., di n. 57 piani comunali per la raccolta differenziata per un totale di € 21.480.549,00 ; sono in corso le istruttorie da parte delle apposite Commissioni di valutazione dei progetti presentati dai Comuni per il finanziamento degli impianti a supporto del ciclo integrato dei rifiuti nonche’ degli ulteriori 156 piani comunali presentati dai Comuni; e’ opportuno, nelle more della definizione della procedura di infrazione a carico della Regione Campania e del soddisfacimento delle condizioni previste dal PO FESR 2007/2013 in relazione all’Obiettivo Operativo 1.1 (approvazione da parte della Commissione dell’aggiornamento del Piano Rifiuti della Regione Campania e superamento della Gestione Commissariale), prevedere delle fonti di finanziamento alternative agli interventi già programmati in attuazione dell’Obiettivo 1.1. del POR FESR 2007/2013, anche al fine di dare corso agli interventi di cui alle DGR 596 e 1169/2008 che hanno stanziato risorse finanziarie a sostegno dei piani comunali per la raccolta differenziata e per l’ampliamento ed adeguamento del parco impianti pubblici per il trattamento dei rifiuti urbani; con DGR 567/2009 , e’ stato già adottato provvedimento analogo al presente, in relazione alla misura 1.7. del Por Campania 2000-2006 che presenta le medesime condizioni di criticità ed urgenza; con DGR 960 del 30/5/2008 , sono state reiscritte nel bilancio di esercizio 2008 economie di spesa correlate ad entrate con vincolo di destinazione gia’ accertate , ai sensi della L.R. 7/2002 in conto competenza ed e’ stata effettuata una variazione compensativa relativa al PO 2007/2013 , ed e’ stato istituito nell’ambito dell’UPB 22.84.245 il capitolo 2600 “ 1.1. – Ob. Op. Gestione integrata del ciclo dei rifiuti”; con DGR 1550 del 26/9/2008 e’ stata effettuata una variazione compensativa in termini di competenza e cassa tra capitoli della medesima UPB del Bilancio 2008 ai sensi dell’art. 29, comma 9 lettera B della L.R. 7/2002;

PRESO ATTO − della nota del Dipartimento per le Politiche di sviluppo e di coesione del MiSE prot. 3229 del 25/02/2009; − della nota prot. 994/UDIP/GAB/GAB del 27 febbraio 2009 del Presidente della Giunta Regionale; VISTE − il D.L. 90/2008 convertito nella Legge 123/08; − la nota prot. 12480/2008 della D.G. Regio; − la D.G.R. n.116 del 30/01/2009; − la DGR 1169/2008; − la DGR 596 del 11/04/2008; − la DGR 567 del 27.3.2009; − la nota prot. 3229 del 25/02/2009 del Dipartimento per le Politiche di sviluppo e di coesione del MiSE; − la nota prot. 994/UDIP/GAB/GAB del 27/02/2009 del Presidente della Giunta Regionale; − la delibera CIPE n. 166/2007 di attuazione del QSN; − la delibera CIPE del 6/3/2009 di modifica della citata delibera CIPE 166/2007; RITENUTO di procedere, alla luce della procedura di infrazione attivata della Commissione Europea, alla revisione del POR FESR 2007-2013; PROPONGONO, e la Giunta in conformità, a voto unanime,

BOLLETTINO UFFICIALE della REGIONE CAMPANIA

n. 24 del 20 aprile 2009

PARTE I

Atti della Regione

DELIBERA per i motivi espressi in narrativa che qui si intendono integralmente riportati: • di autorizzare la competente Area Generale di Coordinamento 21 Settore 03 , all’utilizzo delle risorse disponibili sull’UPB n 22.84.245 cap. 2600 del corrente bilancio gestionale nonchè delle somme già accertate ai sensi dell’art. 29 , comma 4 lettera d della L.R. 7/2002 di cui alle DGR 960 del 30/5/2008 e 1550 del 26/9/2008 e non impegnate nell’esercizio 2008, per le attività connesse all’Obiettivo Operativo 1.1.; di accantonare, in sede di programmazione dei fondi FAS 2007/2013, la somma complessiva di € 200.000.000, comprensive delle spese già programmate, in relazione all’Obiettivo 1.1. con DGR 596 del 11.04.2008 e DGR 1169/2008, nonché di quelle di cui alla precedente DGR n. 567/2009 fino al raggiungimento delle condizioni specifiche di cui all’obiettivo 1.1. riportate in premessa; di provvedere ,con successivo atto, alla reiscrizione in conto competenza, delle somme non ancora impegnate di cui alle DGR 960 e 1550/2008 ai sensi dell’art. 41 comma 2 lettera b della L.R. 7/2002 ; di rinviare, in coerenza con quanto disposto dalla DGR 567 del 27.3.2009, a successiva deliberazione, sentite l’Autorità di Gestione POR FESR 2007-2013, l’AGC 21, l’AGC 03 e la struttura di coordinamento della programmazione unitaria 2007-2013, la rimodulazione del PO FESR 2007-2013 e la programmazione del PAR FAS 2007-2013 per la parte relativa alla gestione integrata del ciclo dei rifiuti; di inviare il presente provvedimento, ad intervenuta esecutività:

- all’A.G.C. 01 – Gabinetto Presidente Giunta Regionale; - all’A.G.C. 03 – Programmazione, piani e programmi; - all’A.G.C. 08 – Bilancio, ragioneria e tributi: - al Settore Gestione delle entrate e della spesa di bilancio; - al Settore Formazione del Bilancio pluriennale; - al Settore Riscontro e Vigilanza sul Servizio di Tesoreria e bilanci di cassa; - all’A.G.C. 09 – Rapporti con gli organi nazionali ed internazionali in materia di interesse regionale; - all’A.G.C. 21 – Programmazione e gestione dei rifiuti; - al Settore Stampa, Documentazione ed Informazione e Bollettino Ufficiale per la pubblicazione sul B.U.R.C.

Il Segretario D’Elia

Il Presidente Bassolino