You are on page 1of 2

LA DEMOCRAZIA SI STA ESTINGUENDO Bisogna essere realisti la democrazia è la via più breve per l’oligarchia.

Le pseudo democrazie occidentali sono dirette da ristrette oligarchie che in nome e per conto delle presunte leggi del mercato e usando i mass media per il condizionamento ed il lavaggio del cervello hanno il potere saldamente nelle loro mani. Questi centri di potere usano la democrazia per attuare politiche assolutiste che tendono ad espropriare il popolo da ogni sovranità. reale. Vi è da registrare il consenso passivo di masse deluse dalla politica che rifluiscono nel privato lasciando campo libero alle oligarchie. L’uomo della strada vede il funzionamento dello stato e del governo che contraddicono palesemente il principio democratico giacché vi sono eletti che, anziché rispondere ai bisogni e alle esigenze della base che li ha eletti, si mettono al servizio permanente delle oligarchie bancarie e finanziarie che in cambio assicura loro poteri e onori e ricche prebende; vi sono partiti finanziati con la frode; vi sono uomini d’affari che comprano profumatamente la loro elezione. La cosa pubblica viene saccheggiata da una solida alleanza fra oligarchia statale e oligarchia economica. I mali che affliggono le democrazie occidentali sono legati all’appetito degli oligarchi. In questa pseudo democrazia c’è si il riconoscimento della sovranità popolare e delle libertà individuali ma questi vengono fortemente depotenziati da chi detiene il potere. Tutto ciò porta ad avere una società nella quale le libertà individuali per sommi capi vengono rispettate anche se vi sono delle restrizioni che si fanno di giorno in giorno più cogenti. E’ notorio il fatto che l’oligarchia vorrebbe governare senza avere fra piedi il popolo e la politica. Il delegare il potere statale in organi sovra-statali non fa altro che creare organismi con grandi poteri privi di alcuna responsabilità dinanzi al popolo spogliato della sua sovranità. Gli organismi europei stanno funzionando in tal modo e quindi la democrazia è bellamente ignorata da loro. All’interno dei singoli stati, poi, il

sistema elettorale basato sul maggioritario non fa altro che eliminare i partiti estremi e consente ai moderati sia di destra che di sinistra di governare per cinque anni senza avere vera opposizione. Misure che per lo più vanno contro i reali interessi della stragrande maggioranza dei cittadini. Insomma la democrazia è un guscio oramai vuoto e solo il popolo lavoratore se saprà risvegliarsi potrà impedire che la deriva antidemocratica raggiunga lo zenit.